Pagelle Torino – Juventus 0-1

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6,5 Molto preciso su tutte le uscite alte che in genere sono una sua pecca e poi una sola ma importante parata su Ansaldi subito dopo il vantaggio. Attento.

Cuadrado 7 Eccellente come nelle ultime uscite. Un giocatore che ha trovato la sua consacrazione definitiva come terzino. Trovano tutti lungo dal suo lato e non disdegna di scendere a crossare. Fa ammattire Belotti

Bonucci 6,5 Tanta esperienza al servizio della squadra. Intelligente e preciso in tutte le decisioni prese. Tanti palloni tolti agli avversari con un tocco di punta. Questa sera è stato chirurgico.

De Ligt 7 Per me non era rigore neanche a Lecce e neanche questo poi ormai sui fali di mano fanno come vogliono. E’ autore di una grandissima prestazione prima vincendo quasi tutti i corpo a corpo soprattutto sfruttando il fisico e l’anticipo e poi un gol da attaccante vero dopo che Sirigu gliene aveva già tolto uno bello e fatto. Sono felice per lui.

De Sciglio 5 Un disastro totale. Si fa saltare di continuo. Spesso si porta la palla fuori insomma una spina nel nostro fianco. Il primo tempo è anche da 4 per fortuna si riprende un poco alla distanza e chiude un poco meglio. Io capisco che mancava da un po’ e che la fascia sinistra non è proprio la sua ma deve fare meglio.

Bentancur 6 Non una partita di grande visibilità però una prestazione generosa. Molto intelligente a spendere i cartellini gialli quando sono essenziali. Giocatore di altri tempi forse unico in questo genere.

Pjanic 6,5 Piedi di velluto e cervello fino. In una partita come il derby dove è difficile giocare, in questo campo poi, dove c’è un prato indegno per la serie A, lui ricama ricama e ricama. Anche senza fare lo show le sue giocate qua e la danno la luce. La sua presenza è indispensabile per la Juve.

Matuidi 6 Giocatore da derby. Grinta corsa combattività. In queste partite è difficile non metter in campo almeno uno con le sue caratteristiche altrimenti gli altri che sono tutti dei Matuidi ti sovrastano fisicamente.

Bernardeschi 5 Non disastroso come De Sciglio ma anche lui ci fa giocare uno in meno in fase di possesso. Comprendo il lavoro sporco però davvero un trequartista così è depotenziato. Ha una palla d’oro sul destro e non tira. Si vede più per le cose che non fa che per quelle che ci si aspetti faccia.

Dybala 6,5 Gioca una buona partita e nel primo tempo soprattutto è uno dei pochi a rendersi pericoloso. Non gradisce la sostituzione perchè ha capito dinon aver giocato male ma a conti fatti ha ragione Sarri.

Ronaldo 6 Un 6 risicato. Non gioca una buona partita ben bloccato da Izzo che non solo lo marca a uomo ma usa tutti gli espedienti leciti e non compreso grottesche simulazioni. In ogni caso pure in una sera opaca riesce a trovare due occasioni da gol chiare una di testa che esce di poco l’altra con un bel diagonale che gli disinnesca Sirigu.

Higuain 7 Primo cambio di Sarri che cambia la partita Higuai per Dybala. Paulo s’è detto non ha giocato male ma l’ingresso di Pipita, che ha caratteristiche diverse, cambia davvero le cose. Il Toro davvero non trova le contromisure per limitare il Pipita. L’assist per il gol è di notevole fattura di piatto al volo fra un nugolo di giocatori, ma soprattutto il tiro al volo su cui Sirigu si supera è una perla di rara bellezza,

Ramsey 6,5 Il suo ingrasso ha sempre un bel impatto sulle partite perchè è un dinamico di qualità e riesce a inserirsi fra le linee con facilità e raramente sbaglia. Anche su di lui Sirigu fa un mezzo miracolo.

Khedira 6 Diciamo che fa rifiatare un poco la squadra e sostituisce Benta che era già ammonito. Anche lui si prende qualche fallo con esperienza.

Juvenuts 6 Bene per la vittoria e il carattere, male perchè si regala sempre un tempo agli avversari. Anche oggi primo tempo in vacanza. Sul bel gioco sinceramente nei derby non me lo sono mai aspettato neanche prima di oggi. Per giocare bene un derby occorre che il Toro o rinunci a giocare o non ci metta tuttala grinta e l’ostruzionismo che in genere ci mette.

Sarri 6 Ha indovinato i cambi certo che è facile con in panchina certa gente. Però togliere Dybala per Higuain non so quanti di noi l’avrebbero fatto. Si sta dimostrando bravo a utilizzare quasi tutta la rosa. Forse poteva esser una partita buona per la fisicità di Emre Can. Il voto è basso perchè la Juve non è che ha giocato bene.

Arbitro 7 Esce da una partita molto spigolosa con colpi proibiti, simulazioni e qualche polemica per un rigore che per me come dice Guidolin non è rigore questo come non era rigore a Lecce. Non mi è piaciuto devo dire solo dopo il nostro gol quando nel finale si è dimenticato del tutto i cartellini gialli. Ci sono stati per lo meno 4/5 palloni giocati con le mani, una gomitata di Zaza a De Ligt e Baselli già ammonito che ferma tirandolo per la maglia Ramsey che ripartiva in contropiede. Regolamento alla mano andava espulso. Comunque capisco che era già un finale sull’orlo di una crisi di nervi forse ha voluto evitare altri casini tuttavia il regolamento parla chiaro.

  1. Non c’e’ niente da commentare, sono i soliti perdenti e la gara l’hanno messa come al solito.botte e sconfitta.
    L’atteggiamento unico che potevano assumere e che mostrano da secoli.
    Non parliamo dei cori. Sono frustrati e niente puo’ salvarli da questa condizione.
    Una vergogna per il calcio Italiano.

  2. Concordo sui voti per quanto possa servire in una gara con i vergognosi.

  3. IL TORO HA LE CORNA SOLO CON LA JUVE

    Partita brutta giocata dal toro aiutato dalla Juve.
    I tifosi granata quello meritano al coro di uccideteli che cazzo di partita vuoi vedere ?

    Noi avevamo tre soli giocatori da derby, quelli che non si fanno intimorire: Bentancur, Matuidi e de Ligt (povero Verdi, sembrava si fosse scontrato con un tir ).

    Bene ha fatto Sarri a metterli…un piccolo appunto all’allenatore: avrei cambiato prima Berna-Ramsey e poi Dybala-Higuain.
    E forse poteva essere più giusto il cambio Ronaldo-Higuain.

    Il portoghese non ha giocato come contro il Genoa, cioè male, però ieri sera ha giocato non bene…ricordo quel controllo confiscato mandando a finire il pallone in fallo laterale.
    Il colpo di testa in tuffo con pallone fuori invece di provare il tiro a volo alla Ronaldo, c’era tutto per farlo con un pallone proprio all’altezza giusta.

    De Sciglio…per carità…dico solo questo: un pallone dabimpistare in avanti effettua un retropassaggio(?) che va finire in calcio d’angolo passando alto sopra la traversa di Codice Fiscale.

    Che fai ? Lo sostituisci ? Se lo fai lo distruggi così come lo facessi con Bernardeschi.
    E io intanto recito il rosario a ogni partita…fino ad ora 11 grani della corona.

    Buona domenica

  4. LA RICONOSCENZA

    Cari Amici di Torino: Cinzia, Ben e Luca…forse questa mattina qualche tifoso del toro vi ringrazieranno per quello che la Juve ha fatto ieri…fargli ritrovare lo spirito toro e come infatti ha detto Mazzarri a fine partita che ora a ogni squadra che incontrerà il toro i suoi giocatori devono vedere le maglie bianconere.

    Infine chiederei a tutti: che differenza fa il mani di de Ligt di Lecce e quello di ieri sera ?
    Riuscirà Rizzoli a cambiare questo regolamento da inasprimento tra tifoserie ?

    Saluti

  5. Mauro the Original

    Partita durissima ove non si poteva guardare il livello tecnico o la giocata fina ma dove era importante portare a casa il risultato.

    Finora il percorso è stato meglio del previsto, non ci fosse stato Conte all’Inter lo scudetto sarebbe stato una passeggiata.

  6. Ben sul giudizio di sarri scrivi una cosa sacrosanta: can è fuori dal progetto. Dopo non averlo schierato per due partite di seguito e non averlo neanche fatto subentrare; ieri sera, in una partita muscolare come avete raccontato un po’ tutti significa che il mister bianconero non lo vede adatto al suo gioco.

  7. Commentare e dare giudizi su partite di questo genere diventa ogni anno sempre più difficile. Vergognoso è dir poco, parlo dell’atteggiamento di chi ha scelto di indirizzare la gara sistematicamente sul piano delle simulazioni e delle provocazioni gratuite. Su tutte quella di Izzo che crolla a terra per un presunto colpo al costato subito da Ronaldo, si rialza dopo un paio di minuti sbraitando e urlando come un ossesso in faccia all’arbitro Doveri che invece di ammonirlo per la sceneggiatava va a catechizzare Cristiano Ronaldo.

    Ridicoli semplicemente ridicoli, arbitro compreso, col fischietto già in bocca il più delle volte che finivano a terra appena toccati e in altre neppure sfiorati. Superfluo aggiungere che si tratta della squadra le cui uniche rappresentazioni dovrebbero essere quelle al foro boario più vicino al loro stadio.

    Buona domenica a tutti.

  8. Ben,concordo con i voti e la buona prestazione della Juve,ma sono rimasto basito dell’ignobile sceneggiata di izzo non è possibile un atteggiamento così meschino da parte di un giocatore….il var non poteva intervenire in questo caso??

  9. andrea (the original)

    Come detto da Tranfaglia e Gioele, commentare pagelle di una partita che dovrebbe essere di calcio e invece è di altro sport non ben identificato (o forse neanche di uno sport) è difficile.
    Faccio eccezione, premettendo che si scherza, su Sarri: voto 8 per i cambi, perchè significa saper leggere le partite 😀
    Ho letto tante volte questa cosa in passato, l’ho sempre trovata una bufala perchè la realtà è che i cambi, se ne hai tanti e forti (e magari un pizzico di fortuna) non li sì può sbagliare.
    Comunque, nel lavoro di Sarri direi che la crescita spaventosa di Cuadrado e Pjanic sono un voto, perchè spesso si torna a sparlare di “bel gioco” come metro e non il miglioramento che qualche allenatore riesce a portare ai giocatori.
    Comunque, per fortuna quei macellai li rivediamo tra 6 mesi e possiamo tornare a concentrarci sul progetto di gioco.

    • andrea (the original)

      “E'” un voto

    • Andrea
      guardiamo anche l’altra faccia della medaglia. Se sarri ha migliorato cuadrato e pjanic ha fatto fuori can e rugani per non parlare di mandzukic. Insomma ogni allenatore porta dei vantaggi e degli svantaggi: tra l’altro cuadrato terzino è un invenzione del livornese certo non con questi risultati.

      • andrea (the original)

        Perdonami ma aver fatto fuori Mandzukic lo trovo un beneficio per la squadra anche superiore a quelli della crescita di Pjanic e Cuadrado.
        Rugani onestamente si fa fuori da solo da anni.
        Con Emre non saprei cosa sia successo, sembra qualcosa più di una meta scelta tecnica.

        • andrea (the original)

          Cuadrado terzino non è invenzione di Allegri che lo avrà schierato 3 o 4 volte così oppure per 10 minuti quando si perdeva.
          Lui nasceva terzino a Lecce già, Sarri lo ha valorizzato puntando.

  10. IL GOAL DI CHI TI FA PRIMA PIANGERE E POI GIOIRE

    Ok, ragazzi, non facciamo le pagelle (oiboh e perché ?) ma la partita la si commenta…eccome direi.

    11 smadonnamenti, altro che non si soffre…si soffre e tanto.

    Per una volta tanto non voglio fare il tifoso, lo dovrei fare ed esserlo di più contro il topo per rispetto dei torinesi del blog, ma mi sento anche di dire: Ennesima partita brutta della Juventus, graziata dall’arbitro, inizio partita, che non ha punito con il rigore un fallo di mano di De Ligt (se dai quello di Lecce).

    Il migliore in campo senza ombra di dubbio Sirigu che salva la porta in almeno 4 occasioni… molto semplice quella su Dybala, le altre più difficili su De Ligt, Ronaldo e Higuain…contro una, anche se fortunosa, di Codice Fiscale.

    Secondo me Sarri ha sbagliato la formazione iniziale, mi sarei aspettato di vedere subito schierato il 4-3-3 con il quale si era visto l’ultima volta il bel gioco.
    Higuain prima punta è fondamentale per far giocare bene pure CR7… ieri forse la sua peggiore partita, dopo quella col Genoa da quando è alla Juve…
    Il derby è e sarà sempre una partita brutta e per questo tosta, ma la differenza dei valori in campo è tale che il giudizio nei confronti della Juve di Sarri dopo un partita giocata così non può che essere nel complesso abbastanza negativo.

    Le note negative oltre, ripeto, alla pessima giornata di CR700, c’è l’ennesima prova negativa di Berna e il non palpabile De Sciglio.

    Le note positive sono l’ottimo impatto sulla partita avuto dai subentrati Higuain e Ramsey e De Ligt che è tornato ad essere pericoloso in attacco.

    Poi, come ar solito ce risemo.

    La Juve che subito dopo il goal per l’ennesima volta rischia di subire subito il goal del pari che come detto C F fortunosamente devia il tiro di Ansaldi salvando i tre punti.

    Dicevo anche del probabile rigore non dato (regolamento del cazzo di questo campionato) poteva cambiare in peggio la partita ma anche in meglio molto più probabile questa seconda ipotesi: avrebbe indotto Sarri a fare i cambi prima e sicuramente giocare una partita diversa, non certamente peggio.
    Certo è, e le ho contate questa è la quinta brutta partita consecutiva compresa la Champions…quindi bisogna tirare fuori gli attributi senza se e senza ma…anche perché dicembre è vicino…e le “promesse” vanno mantenute.

    Comunque sono tranquillo anche se questa Juve non convince ma vince e che sicuramente, per il momento, è l’unica cosa che conta.
    Che poi se guardiamo in casa delle altre grandi d’Europa, a parte il City, mi pare solo il Liverpool, e al minuto 93 come l’inter ieri hanno vinto…il Barça ha perso, il Real e i cugini dell’Atletico non sono andati oltre il pari…addirittura il Bayern ne prende 5 dal Francoforte.

    Le nostre rivali di Champions?
    Il Leverkusen perde con il Borussia Monchengladbach, la Lokomotiva pareggia.

    Alla fine ‘o sapete che ve dico ?
    Tutto sommato me tengo stretto stretto sta Juventus che anche se brutta continua a vincere.. e de sti tempi…

    #finoallafine

    • andrea (the original)

      Max,
      il rigore non esiste, se a Lecce hanno fatto un errore devono rifarlo?
      Sulla formazione non sono convinto l’abbia sbagliata, nel senso che ha risparmiato qualche giocatore buono per partite più importanti e soprattutto di calcio: io avrei lasciato fuori anche altri anzi.
      Sull’ennesimo Juve brutta: ognuno la vede come vuole, ieri io ho visto la Juve che non mi piaceva lo scorso anno (infatti son tornato a non esultare al nostro gol) ma contro quegli indecorosi granata non me la sentivo di chiedere un gioco migliore nemmeno lo scorso anno.
      Concordo con te sul fatto che alla prima azione dopo aver segnato concediamo spesso l’unica occasione agli avversari: questo è da aggiustare, ad oggi un mistero.
      Ma in tutte le altre partite, pur su livelli diversi, ho visto una Juve che propone, che crea (oddio pure rispetto al derby dello scorso in cui ricordo solo il rigore e un gol annullato da piazzato).
      Aggiungo ai risultati da te menzionati che il Bayern ne ha presi 5, il Barca 3, il Real ha pareggiato in casa, il PSG ha perso contro l’ultima, City e Liverpool hanno raddrizzato nel finale gare che stavano perdendo.
      Insomma, mi pare che le grandi vere siano molto più attente alla Coppa in questa fase.

      Ciao

      • andrea (the original)

        Scusa, avevi citato anche le altre partite, mi era sfuggita per l’emozione di sentire mia nipote, figlia di un interista, dire “forza Juve”

        😁

      • Andrea

        Non ti avevo ancora letto, ho aperto e scritto quello di Marelli.
        No nel mio post ho semplicemente scritto che se dai quello di Lecce devi dare anche quello di ieri…
        Ma ho aggiunto anche regolamento del cazzo ( sono sicuro che i miei post non li farsi leggere alla tua nipotina…chiedo scusa a te e anche agli altri…ogni tanto mi scappano parolacce).
        Ciao

    • Barone,
      Ma come mai ti preoccupa tanto la bruttezza di questa Juve?😂😂😂
      Io la vedo diversamente, ma i gusti sono soggettivi ovviamente.Non saremo brillanti, è una squadra in costruzione, ma le uniche partite brutte per me sono state Firenze ed ieri. In tutte le altre mi sono divertito, abbiamo sempre avuto l’iniziativa, creato un sacco di occasioni e quasi sempre vinto.
      Non ti sapevo così esigente😜
      Comunque su tutto il resto concordo👍
      Ciao

  11. Max
    Non saprei cosa dire nell’eventuale commento.sono disgustato dalle sceneggiate di quegli scellerati e dal fatto che ho dovutoi temere che ti smontino qualche giocatore.si perche’ questa era una delle soluzioni rivendicata anche dagli psicolabili arrivati allo stadio.
    Il calcio e’ contrasto,contatto e forza, ma la violenza premeditata e le sceneggiate vergognose e patetiche no, sarebbero da tre turni di squalifica.
    Quindi nei commenti sono disarmato perche’ non conosco sta cosa che dovrei commentare se non la pena che fa.. Cmq altri tre punti.

    • Come meglio credi…non vuoi commentare la partita ?
      Ok, allora donne quattro a quei scellerati sugli spalti, oppure potevi commentare di Izzo la merda che è…
      Ciao.

  12. Benedetto,
    concordo sui voti, ma sono voti dati pensando ad una partita di calcio.
    Purtroppo le squadre di Mazzarri non giocano a calcio.
    Ed allora per parlare di Juve dobbiamo parlare di quelli là.
    Ecco che quelli là hanno giocato una partita grandiosa, pressoché perfetta ed ottimamente preparata.
    Hanno corso come nella finale di CL, e tatticamente sono stati perfetti.
    Ma non hanno mai provato ne pensato a vincere.
    Neanche a tirare il pari.
    Ma neppure a limitare i danni, hanno giocato solo ed esclusivamente a bloccare il nostro gioco ed a limitare i nostri fuoriclasse, e poi succeda quello che succeda.

    È una squadra questa? È un allenatore questo? È calcio questo?

    Secondo me è una cosa priva di significato, frase matematica usata per definire qualsiasi divisione per 0.
    Ma è il calcio italico del 352 dei Mazzarri, degli Allegri, e di tanti altri interpreti dell’aimè nostro presente calcistico.
    Potrebbe essere una buona idea contro un avversario più forte.
    Purtroppo però non funziona, alla fine perdi, resta solo da definire se 1 o 5 a zero.
    E contro un avversario più debole spesso soffri, perché inadatto a cercare la vittoria.
    Insomma il nulla calcistico, speculazione allo stato puro che conduce alla mediocrità totale.

    Penso che una partita come il derby appena visto non ci debba minimamente interessare.

    Parliamo di Izzo o di CR7?

    Mi pare di aver detto tutto, il calcio di un assoluto fuoriclasse, contrapposto ad uno che di mestiere fa il calciatore, ma che lo vive come la truffa del gioco delle tre carte in una stazione della metro di qualsiasi città.

    Insomma abbiamo vinto anche questo derby, ma fino a che questa cosa non ritorna Toro, quello dei pulici dei graziani dei sala, o quello di francini, corradini, cravero, lasciamo perdere, questi sono la rovina del calcio. Un marchio che in qualche modo sopravvive in serie A per puppare sui diritti televisivi e nulla più.

    Mi spiace per Belotti che meriterebbe ben altro palcoscenico.

    Ciao. Luca

    • andrea (the original)

      Credo che il loro manifesto sia Zaza chiamato a entrare senza nemmeno scaldarsi dopo aver preso gol.
      Per la serie, “ora l’ho beccato e non so cosa fare”

      • È il manifesto di un allenatore che si crede cosa….
        Neanche i granata, si meritano un allenatore così.

        • andrea (the original)

          A me pare si fondano invece perfettamente perché allenatori che creino gioco al Torino non li ricordo.
          Anzi ti dirò, se mai fossero allenatori orientati al gioco lì lo vieterebbero.

  13. Detto ciò.

    Concordo sui voti.

    Su Bonucci esprimo oggi un plauso.
    Ha fatto salire la squadra ed i risultati si sono visti. Dopo il gol ha tirato i remi in barca, non sottraendosi dalla lotta. Ma è questo il problema, deve avere più coraggio. Oggi comunque sulla buona strada.

    Matuidi no. Mi spiace. Inutile in fase difensiva, corre ma marca strano, recupera pochi palloni, che poi comunque perde, ed è sempre in ritardo, arriva dopo.
    In fase di impostazione non ricordo un pallone utile se non retropassaggi.

    Bernardeschi. E se poi alla fine la Juve fosse troppo per lui? I piedi li ha, sbaglia le scelte, perchè molto probabilmente in affanno.

    Sugli altri più o meno concordo.

  14. MARELLI EX ARBITRO

    “Il braccio aderente al corpo che non va verso il pallone.
    Al limite si scorge un movimento di De Ligt per portare il braccio ulteriormente vicino al corpo, non certo una volontà di intercettare il pallone.
    La deviazione del pallone da parte di Belotti rende l’episodio non uguale ma con molti punti in comune con quello di Lecce: in quel caso fu Lucioni a deviare il pallone con la coscia a due metri dal difensore.
    In questo caso come a Lecce, il tocco di braccio non è punibile.
    Legittimo che il VAR Maresca si sia preso il tempo ritenuto necessario per visionare tutte le inquadrature possibili.
    Sulla base di quanto visto ed ascoltato a Coverciano, infine, è corretta la scelta di non intervenire e di confermare la scelta di Doveri.
    Il VAR doveva perlomeno farlo rivedere a Doveri?
    Nemmeno.
    Non è un chiaro ed evidente errore.
    Anzi, secondo quanto sancito dall’analisi tecnica di Coverciano, non c’è nulla di punibile e, pertanto, una review sarebbe stata sbagliata concettualmente.
    Ed anche su questo punto non posso che essere d’accordo”.

    Infatti, anche per questo, ho scritto regolamento da rivedere…perché in questo caso mancherebbero un rigore in meno al Topo oppure un rigore in più contro la Juve e, forse, due punti in meno.

    Saluti

  15. MASSIMO ZAMPINI

    C’è una nazione, zeppa di appassionati di calcio, in cui si parla ovunque di calcio ma il calcio è sparito da un bel po’.

    Non è un fenomeno recentissimo, eh, c’è pure chi ha scritto libri su quanto da noi un singolo episodio contestato, nell’immaginario collettivo, sia da tempo diventato più importante di tutto il resto del torneo; meriti, responsabilità, giocate, vittorie, sconfitte, brividi, fortuna, infortuni, giocatori rivelazioni e delusioni? Tutto dimenticato, quello è lo scudetto del gol annullato, del rigore negato, del fallo non visto.

    Assistiamo a questo fenomeno e lo raccontiamo settimanalmente, con fare divertito ma anche annoiato e routinario.

    Poi ci sono le settimane speciali, quelle col turno infrasettimanale in cui la Juve vince su rigore all’ultimo minuto, qualche rivale perde punti e a giorni arriva il derby di Torino.

    Lì servirebbero degli studiosi, possibilmente provenienti dall’estero, per capire l’Italia di questi tempi.

    C’è il vice diretur dello sport Rai (tv nazionale, lo segnalo a quegli studiosi), cui nessuno ha ancora fatto il regalo di sottrare il telefono durante le partite, che twitta indignato solo sugli episodi, ovviamente interpretati a senso unico.
    C’è l’allenatore solitamente pacioso che proprio non accetta il pareggio dei rivali, perché nell’azione precedente c’era un rigore per lui. C’è il presidente che usa termini inadatti al ruolo che ricopre (ma li riterrei inadatti anche se li usasse un tifoso senza “cariche” come me).

    Ci sono i politici, poi. Ecco, studiosi stranieri, guardateli bene: sono bipartisan, segnatevelo bene, così capite meglio.
    Fanno un’interrogazione parlamentare incredibile, con contenuti incredibili, scritta in modo incredibile, parte col presunto rigore negato che “spegne la passione” e si chiude con la grande accusa che scuote i nostri rappresentanti in Parlamento: due ore dopo hanno dato alla Juve un rigore “meno evidente”.
    Tutto questo, si intende, in nome dell’amore per lo sport. In mezzo c’era stata una splendida partita, Napoli-Atalanta, in cui le squadre avevano avuto mille occasioni, giocato bene, commesso alcuni errori.
    C’era stato Juve-Genoa, con i bianconeri sempre in avanti ma gli ospiti del nuovo allenatore Thiago Motta bravi a palleggiare, partita utile a spiegare pregi e difetti di questo periodo iniziale del nuovo ciclo sarriano.
    Niente, tutto sparito: c’era l’espulsione? C’era il rigore?

    Così si arriva al surreale sabato del turno successivo: nel pomeriggio il Napoli perde e il suo capitano a fine partita dice che era inevitabile, dopo quello che era accaduto mercoledì.
    Intanto la sua squadra, pur fortissima e potenzialmente in lotta per lo scudetto, va a 10 e 11 punti dalle prime due: come mai? Che succede? Nulla.
    Vorrei vedere voi, con quel rigore non dato 3 giorni fa… Intanto apprezziamo la Roma, con le sue cessioni, gli infortuni, l’allenatore nuovo, con qualche errore arbitrale contro sul serio, ma eccola che gioca ed è lì, a ridosso delle primissime.
    Non so se e quando vincerà, e so che torneranno certe polemiche che hanno accompagnato la mia vita romana, ma io do grandissimi meriti a una società che non ha mai sposato la politica del pianto e dell’alibi, fino ad allora un marchio di fabbrica apparentemente inestirpabile.

    C’è l’inter, soffre e vince al novantesimo su rigore simile a quello della Juve di pochi giorni fa (contatto, quindi c’è, anche se non clamoroso) ma sa già che non dovrà vivere giorni di indignazione mediatica, beata lei.
    E ci mancherebbe pure, dico io, avendo vinto su un campo difficile per un rigore che c’era. Il problema è quando, per episodi analoghi, il paese si ferma e si indigna.

    Il clou, si sa, deve arrivare.

    Il derby di Torino, in cui la Juve da un paio di decenni vince quasi sempre e alla fine quindi cosa c’è di meglio di un bell’alibi, nel paese degli alibi?
    E ci sarebbe tutta una partita da raccontare, in cui la Toro se la gioca alla grande ma le uniche occasioni se le procura la Juve, in cui Ronaldo si muove tanto ma sbaglia di più, in cui de Ligt segna il gol decisivo dopo una grande partita, Cuadrado è sempre più protagonista e mille altre cose, ma il calcio – lo sapete – sparisce e allora arriviamo subito all’alibi.

    Elegantemente, gli viene offerto subito, perché il pallone sbatte da due metri sul braccio del nostro difensore olandese. Stretto, quasi aderente, naturalissimo, cerca perfino di toglierlo: non sappiamo come farvelo capire, che così non può mai essere rigore.
    Perfino se il braccio è quello di de Ligt, che è un sopravvalutato imbrocchito da qualche mese ma per cui vale, al momento, lo stesso regolamento di tutti gli altri.

    Tra gli altri, come spesso accade, spiega tutto l’ex arbitro Marelli, che vuole raccontare “solo” il regolamento descrivendo il “braccio aderente al corpo e che non si muove verso il pallone.
    Al limite si scorge un movimento di De Ligt per portare il braccio ulteriormente vicino al corpo, non certo una volontà di intercettare il pallone”.

    E perché a Lecce lo avevano dato?, si chiede qualche maligno, non si sa bene volendo dimostrare cosa, se non il noto potere dei pugliesi…

    “In questo caso come a Lecce, il tocco di braccio non è punibile”,spiega Marelli, chiarendo così ai complottisti delle nostre parti, illustri politici compresi, che l’unico pareggio delle ultime dieci partite della Juve è arrivato per un rigore che non c’era (secondo il loro modo di ragionare: per noi abbiamo pareggiato per colpe nostre, perché dalle nostre parti il calcio non è sparito).

    Vuole spiegare “solo” il regolamento e invece, suo malgrado, racconta molto di più, anzi quasi tutto sui nostri media che dicono ogni giorno di sognare il modello inglese ma poi non sanno andare oltre i veleni delle moviole.

    Che twittano sui rigori veri e presunti e nessuno fa loro presente che sarebbe più elegante, meno velenoso e più sportivo non limitarsi agli episodi arbitrali.

    Che dovrebbero spiegarci quello che non capiamo ma non conoscono neanche il regolamento.

    Che parlano di calcio ma da troppo tempo, per tifo o convenienza, hanno dimenticato il calcio.

    Buona serata

  16. L’AVAR-riato.

    Il vicedirettore di Rai Sport Enrico Varriale ha commentato su Twitter il rigore non assegnato al Torino per fallo di mano di De Ligt: “Ancora un fallo di mano di De Ligt, sarebbe da rigore visti i precedenti, l’ultimo quello di oggi all’ Olimpico, ma Doveri non fischia e VAR non interviene. Ormai non si capisce piú nulla”.

    https://streamable.com/c97c3

    Si vede chiaramente che Callejon ha accompagnato il controllo della palla col braccio sinistro e non s’è trattato né di un tocco involontario, né di posizione congrua dell’arto con il resto del corpo.

    “Copriti bene direttore, a -11 fa freddo.”

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia