Il derby fra il piacere e il fastidio e Matteo De Luce

 

 

Articolo di Alessandro Magno

Ha sempre il suo fascino per noi di Torino il derby della mole. Spiace che molte volte tifosi della Juve di altre regioni non capiscono l’importanza del derby per quanto riguarda i tifosi di Torino. Ragazzi la Juve è la fidanzata d’Italia ma questa fidanzata è nata a Torino ed è torinese. Molti fanno di peggio però addirittura provano simpatia per i colori granata. Inaccettabile. Sarà che non conoscono abbastanza questi simpaticoni  dei granata perchè non ci convivono. Diciamo subito alcune cose fondamentali , intanto e non mi stancherò mai di dirlo, non è assolutamente vero che a Torino i granata sono di più. Balle. Leggende metropolitane create ad arte per crearsi una visibilità e una giustificazione di esistere. Sono meno. Certo i granata li trovi quasi solo esclusivamente qui e dove li vuoi trovare? Secondo, nonostante sportivamente non li sopportiamo e loro non sopportino noi, a Torino è consueto nella stessa famiglia avere sia granata che juventini.  Per fortuna devo dire non nella mia dove siamo tutti gobbi. Grazie a Dio. Quindi nella vita di tutti i giorni niente da dire tutto normale. Terzo è chiaro che la Juventus è più forte e la cosa non è messa in discussione nel caso di sconfitta in un derby, nè si soffre più di tanto per gli sberleffi eventuali di una manica di sfigati, tuttavia la Juve il derby lo deve vincere perchè vincere il derby per la Juve è normale mentre per il Toro è un fatto eccezionale. Quarto i granata non sono simpatici. Sul piano del tifo sono loro che hanno inventato l’antijuventinità gia a fine anni 70 ben prima di romanisti, napoletani, milanisti e interisti. Noi troviamo normale che un giocatore della Juventus anzi l’attuale Capitano Bonucci abbia un figlio granata conclamato. Noi siamo quelli che ognuno tifa chi gli pare. Ai nostri giocatori chiediamo impegno non di convertire famigliari e parenti. I granata sono quelli che chiedono le dimissioni del loro allenatore Mazzarri perchè è inaccettabile che citi come esempio di impegno sportivo Chiellini (Capitano della nazionale e della Juve quando c’è). Gli stessi granata che però giudicano corretto che Sarri da mister della Juventus abbia promesso di andare a omaggiare il grande Torino a Superga, come ha sempre fatto tra l’altro, e farà. Ovviamente nessun gobbo si è azzardato a chiedere a Sarri di non farlo. Ovviamente noi siamo i cattivi del calcio loro sono i buoni. Finisco con le premesse. Comprendo che al Toro è rimasta solo la retorica ma che due palle però. Sarebbero anche la curva più bella del mondo. Ma quando mai sono una curva che se il biglietto costa più di 10 euro non entra nessuno a vedere il Toro. Si riempiono la bocca del grande Torino gente che non l’ha mai visto neppure in video come se io decantassi le gesta di Napoleone Bonaparte.  Questi sono i granata.

Ma veniamo alla partita. Il Toro ha fatto una partita discreta. Ha vinto la gara degli angoli. Ben 9. Tanta roba per chi spesso non riesce a passare la metà campo. Capisco so’ soddisfazioni ma a fronte di questi angoli tutti battuti a cavolo di cane, io ricordo un solo tiro in porta di Ansaldi, che Szczesny ribatte fuori con un piede. Fra l’altro dopo il nostro vantaggio. Non ricordo altri tiri. Han recriminato per un rigore che non c’è nè ora nè mai come non c’era quello di Lecce anche se ce lo hanno dato contro. Nemmeno si danno rigori per somma di tocchi di mano. De Ligt la può toccare altre mille volte in quel modo e mai sarà rigore. Fra l’altro sull’azione c’è un fallo evidente di Belotti su Bonucci che nessuno si è preso la briga di rilevare perchè il calcio è bello così, raccontarlo a casino. Menzione d’onore per la simulazione di Izzo che sfiorato da un gomito di Ronaldo ha fatto una ”mariomerolata” di 15 minuti per terra con spasmi e difficoltà respiratorie. Gli onesti. Potremmo dargli un Oscar come miglior attore drammatico. Ad oggi ricordo che l’unico che ha pagato con tre giornate di squalifica una simulazione è stato Milos Krasic della Juve. Certo la Juve di contro non ha fatto una grande partita ma è obiettivamente difficile giocare i derby dove si butta tutto sulla tensione e poco sulla tecnica. I derby giocati bene e vinti bene sono stati spesso quelli completamente non giocati dal Toro, e non è questo il caso a onor del vero. Seppure i granata non han combinato molto in attacco questa volta sono stati molto bravi a bloccare le nostre iniziative. Nonostante questo la Juventus ha avuto 5 clamorose occasioni da gol sventate da Sirigu che per una sera era in versione miglior portiere dell’universo. Le elenchiamo perchè a molti addetti ai lavori sono completamente sfuggite tanto che qualche mattacchione su ”La Stampa” di Torino ha osato titolare : ”Il Toro meritava di vincere ma ha bisogno di uno psicologo”. Credo onestamente che dello psicologo abbia bisogno chi ha scritto questa porcata. E veniamo all’elenco delle 5 occasioni da gol della Juve di cui 4 enormi parate di Sirigu:
1 – Primo tempo su tiro ravvicinato di piatto a botta sicura di Del Ligt, Sirigu respinge con una sola mano aperta.
2 – Secondo tempo Ronado riesce a trovare un buonissimo diagonale anche qui praticamente a botta sicura, Sirigu si distende fino a terra e con la mano destra devia in angolo
3 – Sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla trequarti Higuain colpisce al volo con rara potenza e precisione Sirigu in volo devia la palla oltre la traversa.
4 – Sugli sviluppi di quell’angolo De Ligt segna in mezza rovesciata.
5 – Su un azione di contropiede Ramsey si trova a tu per tu con Sirigu uscito tempestivamente dai pali. Il portiere di piede riesce a deviare anche questo pallone e a sventare l’occasione.

A fronte di queste 5 occasioni chiare e limpide, di cui 4 sventate da Sirigu, ripeto il Toro ha avuto una sola occasione neanche troppo nitida con quella percussione di Ansaldi. In conclusione no il Toro non meritava affatto di vincere la Juve non ha giocato certo la sua miglior partita della stagione va detto, ma da li a raccontare altre cose ce ne passa. Ora al solito come un fastidioso raffreddore siete passati. Ci si ritrova al ritorno. Intanto Matteo De Luce s’è sbloccato. Bel segno del destino gol nel derby di Torino. Ci volevate voi per farlo sbloccare.

  1. Andrea (the original)

    Ben,
    Capisco che a Torino sia diverso ma credo che i tempi cambino e una Juve che guarda al mondo non può considerare importante una partita del genere contro una squadra che storicamente con il calcio c’entra zero e vive di ricordi di 8 generazioni fa.
    Come dici, per la Juve vincerlo è normale, a me piacerebbe che si potesse giocare pure in modo normale, come uno Juve-Udinese, ma visto che loro non vogliono tanto vale snobbarla e provare a salvare le gambe.

    • Alessandro Magno

      vincere il derby non esclude il resto non c’è scritto da nessuna parte “basta vincer il derby”. La Juve è di Torino è nata a Torino risiede a Torino la Juve è di proprietà di una famiglia che è simbolo di Torino. Non potrà mai esser uguale a Juve Udinese

    • Andrea, anche x me è una partita come le altre ma non sono di Torino. Non puoi pretendere che sia la stessa cosa anche x chi è di quella città. Come ti ho scritto anche in passato, ci sono cose che nella vita non possono o non devono cambiare mai. Non c’è innovazione (che tra l’altro non è scritto da nessuna parte che sia sempre positiva…) che tenga.

      • andrea (the original)

        Ma sai, con il clima che c’è nel campionato italiano, laddove una rivalità non è più una rivalità ma una guerra di veleni che appiattisce la competitività, forse un pò di innovazione non starebbe male.
        Cioè, chi paga per vedere uno spettacolo può accettare di non vederne uno di grande livello ma non può tollerare di vedere una roba indecorosa come quella dei derby di Torino, perchè oltretutto (e qui torno all’appiattimento) la prova dei granata in Italia viene valutata come buona e di carattere.

        • Andrea, i veleni ci sono in ogni partita della Juve da ben 122 anni. Non ci sono solo nel derby. Che vogliamo fare?

  2. Ben
    Chiarimenti doverosi per quelli che non vivono la quotidianita’ della citta’ e forse non afferrano quanto siano fastidiosi.

    In tutte le citta’ ci sono queste dispute, ma l’avversione radicata esasperata dalla loro inconsistenza e frustrazione e’ odiosa.

  3. Alessandro Magno

    bisogna dargli la giusta importanza è chiaro che contano più i titoli tuttavia contano le radici anche nella vita. a volte credo che qualcuno viva il fatto che la juve sia di torino come un qualcosa di riduttivo. eppure le due squadre piu importanti di inghilterra united e liverpool non sono di londra sono di due città piu piccole di torino. il bayern monaco non è di berlino. la squadra piu importante di francia prima che nascesse il psg che è nato negli anni 70 erano prima st etienne e poi lione e non erano di parigi. il real madrid è un eccezione come il barcellona. la ferrari è di maranello la nutella è di alba le Harley Davison sono di milwaukee non di NY e il jack Daniels è del Tennesee. persino i beatels sono il quartetto di liverpool. La juventus è di Torino e non c’è nulla che impedisca alla Juve di Torino di esser internazionale

  4. Benedetto
    A ogni Derby penso sempre ai Tifosi Juventini di Torino…non lo avrai letto ma l’ho accennato pensando a te a Cinzia e Luca…è una partita speciale per voi e a voi mi unisco.

    Che poi, i bovini, non meritano nemmeno tutte queste attenzioni lo condivido in pieno.

    Io ho sempre pensato che la Juve è la squadra che riunisce tutti, dagli intellettuali agli operai, è una squadra universale, un Esperanto calcistico…e poi ci sono i tifosi, i veri Tifosi, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta, ce ne sono una quindicina di milioni…senza contare quelli sparsi nel Mondo.

    I tifosi del toro sono tutti nella città di Torino fuori sono una rarità.
    Una volta un taxista, tifoso del toro, che mi portava allo stadio mi disse che loro e non solo loro…dagli albergatori, ristoranti pizzerie e tutto quello che hanno una attività in quel di Torino devono ringraziare Andrea Agnelli che con questo Stadio e la Juventus fa vivere tutta Torino.
    Al contrario, il Torino, non fa “mangiare” nessuno, il tifoso del toro rompe solo i coglioni e basta.

    Buona giornata.

    • Alessandro Magno

      Esatto 😂😂😂

    • JuiceKaboose

      “la Juve è la squadra che riunisce tutti, dagli intellettuali agli operai, è una squadra universale, un Esperanto calcistico”

      Ohibò, Barone, definizione bellissima, veramente!

      • Grazie, Maurizio
        Stavo scrivendo “Babele”…non mi piaceva molto la definizione…siccome non sono un intellettuale sono andato alla ricerca di un’altra definizione…e ho trovato, appunto, Esperanto.

  5. Michele Criscitiello sul var. Cose che sostenevo già agli albori della sua introduzione. Ecco le sue considerazioni: “Parole sante, quelle di venerdì scorso di Maurizio Sarri. Vi faccio la sintesi delle puntate precedenti: il Var viene usato tanto e male, nel resto d’Europa sono più veloci e non è così invasivo. Era nato per evitare errori macroscopici. Come dare torto all’allenatore della Juventus. Da quando è entrato in vigore il Var è stata la morte delle emozioni calcistiche. Esulti per un gol ma devi iniziare a frenare l’entusiasmo perché prima ti guardi attorno, poi fissi l’arbitro, in attesa che ricominci il gioco sperando che sia tutto vero. Non puoi godere aspettando il permesso di qualcuno. Una volta (per fortuna per chi ama i campionati “minori” è ancora così) quando segnava la tua squadra guardavi velocissimamente, mentre esultavi, solo due cose: l’arbitro che indicava il centrocampo e il guardalinee che non avesse in alto la bandierina. Sarri dice cose sacrosante ma ci vorrebbe l’intervento di qualcuno dall’alto. Il Var è uno strumento bello e utile ma, come sempre, in Italia riusciamo a rovinare anche le cose buone. Gli arbitri sono lenti, si prendono troppi minuti per decidere, tutti che parlano e spesso le decisioni sono anche sbagliate. Ci sono, inoltre, gol annullati per mezzo millimetro di fuorigioco. Uno può sostenere: ma era irregolare. Certo ma per cento anni quei gol li abbiamo convalidati, abbiamo esultato e anche con i replay non si trovava quel mezzo millimetro di fuorigioco. Domanda: ma sul gol davvero l’attaccante ha tratto beneficio da quella posizione millimetrica? No. E allora il var non deve interferire. Dalla cabina, gli arbitri devono intervenire per le cose clamorose che giustamente possono sfuggire all’occhio umano. La testa di Zidane con l’arbitro di spalle, un fallo di reazione a palla lontana, un fuorigioco netto ed evidente, ma utilizzare così le macchine rischia di diventare la morte del calcio. Non chiediamo l’intervento di Nicchi che ha i mesi contati ma il buon Rizzoli, ottimo professionista, dovrebbe chiedere ai suoi fischietti una interpretazione diversa.

  6. Ben non sono di torino e per me è una partita da vincere come tutte le altre ma capisco la rivalità e quasi l’odio visto che sono della provincia di roma e so che vuol dire lazio-roma e tutto ciò che comporta. Ricordo la sconfitta in champions della roma contro liverpool, i suoi tifosi avevano preparato bottiglie di champagne perché convinti della vittoria. Appena persa la finale ad un mio amico titolare di un negozio nella notte sulla saracinesca scrissero: “lo champagne ha preso d’aceto e le bollicine sono andate di traverso”. Questa è sola goliardia so che ci sono cose peggiori ma così per dare un’idea.

    • Alessandro Magno

      L’articolo infatti è goliardico a iniziare dalla foto come detto anche all interno nella vita reale tutto normale. È solo calcio

  7. Continua a sfotterli, Ben. Avvelenati come sono nei riguardi della Juve non usciranno mai dal loro circoletto chiuso.

  8. Massimiliano Allegri, ex tecnico della Juventus, non sarà, con ogni probabilità, il nuovo allenatore del Bayern Monaco, club che ha esonerato Kovac.

    Secondo quanto riportato da “Sky Sport Germania”, infatti, il tecnico italiano non sarebbe particolarmente interessato alla panchina dei bavaresi, che, comunque, gli preferiscono Ten Hag, tecnico dell’Ajax. L’olandese, però, difficilmente lascerà i Lancieri di Amsterdam a stagione in corso.

  9. Lele Adani, ex difensore, tra le altre, dell’Inter, parla, intervenuto a “Radio Deejay”, del nostro campionato, ponendo l’attenzione sulla qualità delle provinciali:

    “La vera sorpresa sono le piccole che se la giocano con tutte e anche Juve e Inter soffrono contro queste squadre. La Juve ha ancora potenziale inespresso, l’Inter è già al massimo. La Roma è forte e Fonseca ha fatto scelte importanti, quella più di tutte è il recupero di Pastore. Invece, la Lazio non è una sorpresa. Immobile è un giocatore clamoroso, non fa solo gol ma lavora tanto per la squadra”.

    Stavolta sono d’accordo con Adani 🤔

  10. Bello il tema esaustivamente sviluppato, Ben.

    Solo non ho capito perché dovrebbe/potrebbe essere considerato riduttivo il fatto il fatto che la Juve sia di Torino🤔

  11. ANNAKEE MOLENAR A MATTHIJS

    Con le mani sbucci le cipolle
    Me le sento addosso sulla pelle
    E accarezzi il gatto con le mani
    Con le mani tu puoi dire di sì
    Far provare nuove sensazioni
    Farti trasportare dalle emozioni
    È un incontro di mani questo amore
    Con le mani se vuoi, puoi dirmi di sì
    Le tue mani così all’improvviso
    (Le tue mani così all’improvviso)
    Si sono fatte strada fuori e dentro di me
    Con le mani preghi il Signore
    (Up with god, oh the god)
    Guarda un po’ più in basso, guardami
    Apri le finestre con le mani
    Con le mani se vuoi, puoi dirmi di sì
    Per provare nuove sensazioni
    Farti trasportare dalle emozioni
    È un incontro di mani questo amore
    Usa le tue mani su di me
    Le tue mani così all’improvviso

    Non toccare il pallone con le mani…tocca me.

    ahahah
    Buon pomeriggio

  12. O di riffa o di raffa, ho la sensazione che quelli ci staranno attaccati al culo fino alla fine.
    Anche perché li possiamo incontrare solo due volte in un campionato 😜

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web