La fortuna della Juve si chiama Szczesny

scritto da Cinzia Fresia

Come volevasi dimostrare, la Juventus .. ripete la vittoria, con la solita genialata della singolarità.
E’ Paulo Dybala a riconsegnare alla sua Juventus, il primo posto in classifica.
Lo stesso Paulo nel post partita, ammetterà un gioco non impeccabile dell’intera squadra, ma l’obbligo è vincere in qualunque modo, e la Juve, con uno o con l’altro riesce.

La juventus è comunque stanca, e Cristiano Ronaldo pare alla frutta, gia’ al 42mo, fa fatica e non è lucido, tutto sommato i compagni lo aiutano passandogli altrettanti palloni, ma nulla, non ce la fa.
Il Milan ha fatto cio’ che ci si aspettava, si e’ dato da fare, dimostrando di essere in vita, impegnandosi al massimo e vantando numerose palle gol, più della Juventus.
La squadra di Sarri, ha speso molte energie solo per il contenimento, la fatica ha inibito le inziative a centro campo di conseguenza la Juve continua a spendere troppe energie senza poterselo permettere.

Problema Ronaldo: non sta bene e non si può non vedere.
Un grande come lui, collega e giocatore tra i piu’ stimati al mondo, che all’atto della sostituzione lascia lo stadium per andare a casa, lasciando tutti basiti, no, così non va.
Comprendo l’arrabbiatura, la delusione, la tristezza, ma un atleta del suo calibro non puo’ribellarsi mancando di rispetto all’allenatore, ai suoi compagni, e soprattutto al suo pubblico.
Non è ammissibile che un calciatore dal compenso stellare, lasci il gruppo prima della fine della partita.
Maurizio Sarri, minimizza l’atteggiamemto del portoghese, anzi, lo giustifica, ringraziandolo, per essere sempre a disposizione nonostante non sia al 100 per cento.
Tuttavia, non è normale che Ronaldo si comporti così, i tifosi lo amano anche se non segna o se gioca male, ci auguriamo che il pluri-pallone d’oro, ci pensi e si scusi, con tutti.

Non è stata la serata solo di Paulo, autore dell’unico gol, ma altresì di un grande portiere polacco, dal buon carattere, concreto che non si perde in chiacchiere, che si concentra ogni qual volta viene chiamato in causa, e che non si fa tediare dalla minacciosa presenza di Buffon.
Per il resto la Juventus conosce i suoi limiti, d’altronde gli uomini sono sempre gli stessi, con l’aggravante della stanchezza, la buona notizia è stata di vedere De Light finalmente non accusato di fallo di mano o se preferite di braccio.

Maurizio Sarri, risponde a Conte, recuperando il primo posto, ai microfoni appare sorridente e rilassato, ma sa che dovrà recuperare la stima di Cristiano, per arginare una crisi che per la Juventus diventerebbe gravissima e che potrebbe spaccare in due lo spogliatoio.
Fino ad ora Maurizio Sarri ha dimostrato buon senso .. e si spera continui.

  1. NON GIOCO PIÙ…ME NE VADO…A CASA

    Un dubbio mi assale. La formazione.
    Non capisco il perché di tanta ostinazione a far giocare Matuidi e Bernardeschi…imposizione ?
    E perché ?
    Se va male non daranno la colpa a me, è perché ci sono quei due in campo, che mi faranno da parafulmine…il paraculo…alias CREBASTA.

    La volta scorsa ho osannato l’allenatore per aver avuto le palle di sostituire Ronaldo…questa volta, per quello che è successo la colpa la do a Sarri.

    Lo ha detto alla fine della partita contro il Lokomotiv che Cristiano aveva un problema al ginocchio…Ronaldo esce e si incavola…ieri sera lo ridice…perché aveva un problema alla gamba.
    No scusa, ma se sto cristiano ha problemi alla gamba che lo metti a fare ?
    Ora, inutile girarci attorno, tocca risanare il vaso rotto ma con un buon collante.

    Non dico che ha sbagliato a cacciarlo ma se non l’avesse schierato non avrebbe avuto la possibilità di cacciarlo.
    Ieri sera più dell’altra volta si è dovuto mettere i panni del pompiere per cercare di spegnere l’incendio…invece, se non l’avesse fatto giocare, avrebbe dovuto solo spiegare che non aveva giocato perché acciaccato.

    Altro che paragoni col passato.
    Buona giornata

    • Proviamo con Saratoga. Secondo la pubblicità sigilla tutto. Sarà vero?🤔

    • Sono d’accordo Barone,
      Dopo gli ammutinati di De Laurentiis anche noi abbiamo abbiamo subito la fuga del portoghese.
      Alla Juve minimizzano dicendo che, non avendo sudato, Ronaldo poteva saltare la doccia, ma, dico io, almeno una sciacquata veloce poteva farsela. Così aspettava i compagni per salutarli prima di andare in nazionale.
      E vabbè, è chiaro che dovevano lasciarlo in montagna un po’ di più, si sa che in autunno Ronaldo preferisce sfruttare la stagione per i funghi. In Spagna di questi tempi Zidane e il Bernabeu lo mandavano spesso…sulla Sierra madrileña.
      Mo’, come minimo, Sarri dovrà fargli trovare una bella cesta di porcini al suo rientro…

  2. WILLI SIGNORI

    “È un periodo strano, un periodo in cui alla Juve non piace giocare 90 minuti. Non le va. 45’ vanno gettati alle ortiche e la partita col Milan non fa eccezione.
    I bianconeri soffrono, soffrono come Bergomi quando commenta l’unica squadra che non dovrebbe commentare e prova a trattenersi.

    Si comincia subito con un calcio d’angolo battuto in modo indecente per non perdere l’abitudine.
    Si prosegue con le classiche giocate da svedese (o tedesca) di Bernardeschi: tacchi, tacchetti, tunnel e roba del genere di dubbia utilità.
    Segni particolari: mai una cosa utile.
    L’età biologia di CR7, che è un dato affidabile come le valutazioni di sofascore, in questo periodo si aggira intorno ai 60/65 anni. Lunedì 4 novembre scorso è stato visto presso l’ufficio postale di Via Bligny 8 a Torino con in mano il numero 43 in coda per ritirare la pensione.

    Per facilitare la manovra del Milan dopo mezz’ora di gioco Pioli manda Khedira a scaldarsi.

    Al minuto 55 esce Cristiano Ronaldo con 55 minuti di ritardo.

    Al minuto 60 esce Bernardeschi con 60 minuti di ritardo.

    Al minuto 68 esce Matuidi con 68 minuti di ritardo.

    Minuto 78: Dybala, gol. Assist perfetto di Higuain (again).
    La notizia non è né l’assist né il gol, ma che la joya scelga di tirare col destro.

    Minuto 95: l’arbitro fischia la fine e manda tutti a casa. Ronaldo si era già incamminato per evitare il traffico.

    Migliori in campo: per la Juve Szczesny, Bonucci, Higuain, Dybala
    Per il Milan: Krunic, Bennacer, Duarte, Matuidi, Bernardeschi.

    Parliamo ora di qualcosa che non c’entra nulla col calcio: Matuidi. Com’è diventato calciatore? Perché nessuno lo ha fermato? Chi ha permesso tutto ciò?”

    Buongiorno

  3. VINCERE IN TUTTI I MODI

    Siamo imbattuti nelle due competizioni è questo quello che conta.
    Vincere giocando male… ma vincere… questa è l’unica cosa che conta al momento.

    Contro un Milan che la classifica dice di una squadra mediocre la Juventus fatica a tirare in porta e solo una Juve assai sottotono riesce a far sembrare che sia più forte di quello che in realtà è.
    Il periodo no di CREBASTA continua da almeno 4 partite… contro il Genoa avrebbe meritato un voto insufficiente se non fosse stato per il guizzo finale e il relativo rigore della vittoria calciato con freddezza al 93°

    Il calo fisico di Ronaldo ci sta, l’abbandono dello stadio 3 minuti prima della fine della partita no.
    Bernardeschi e Matuidi… che velodicoaffà.

    Le note positive sono la buona prova di De Ligt e l’ingresso nuovamente decisivo di Dybala e Costa.
    In fondo queste ultime partite le stiamo vincendo proprio grazie ad una rosa troppo forte per le avversarie, al punto che chi entra risolve la partita…
    Si spera davvero che il famoso bel gioco arrivi presto… Per il resto accontentiamoci della cosa più importante… vincere.

    Oppure mangiamoci il brodo perché la carne costa cara.

  4. Come ho detto non l’ho vista, ma leggendo sono allarmato. Molto.
    Ronaldo: il suo atteggiamento fa rilevare che si e’ sbagliato con lui, adesso, o forse prima.
    Azz…
    Ma fino alla sostituzione abbiamo giocato in dieci? Chiedo eh..

    • No, Tino, fino alla sostituzione di Ronaldo abbiamo praticamente giocato in 5-6. La difesa, col codice fiscale in testa, e Higuain.
      Il resto era rimasto sulla transiberiana di ritorno da Mosca !😭

    • PS Scusa, a Higuain avevo dimenticato di aggiungere piedistorti Matuidi 🤪: grande volontà e capacità di leggere le azioni e dettare il passaggio, purtroppo i piedi sono montati al contrario !

  5. Mauro the Original

    La Juve sta viaggiando ad una media altissima. Continuando così arriva a circa 105 punti in campionato.

    Il problema si chiama Inter che corre come un dannato, non ci fosse, il campionato sarebbe già chiuso.

    A differenza di Napoli e Chelsea la Juve di Sarri riesce a fare risultato, meno sul gioco. In tutte le annate di Sarri si sono sempre verificati questi buchi critici e quindi nulla di preoccupante, si tornerà in forma al più presto.

    Nessuno comunque è perfetto. Tanto per dire, il grande Guardiola è stato già strapazzato più volte, Sarri finora ha fatto molto molto meglio.

    Attendiamo il ritorno di qualche giocatore infortunato e la piena forma di altri che per vari motivi sono in crisi.

    La domanda è: quanto durerà la corsa dell’Inter?
    Credo che Conte se la giochi tutta sul campionato per cui mollerà le coppe.
    Sarà quindi un’annata difficile fino all’ultimo per lo scudetto.

    Io come più volte scritto non mi stancherei sullo scudetto dove punterei a fare 85 punti e non di più, ma concentrerei tutte le forze sulla Champions.
    Dopo 8 anni uno scudetto si può anche perdere, la Champions è più importante.

    • andrea (the original)

      L’avversario della Juve è la Juve e il virus italianista che sembra attanagliare quelli che vengono ad allenarla.
      L’Inter gioca un calcio fisico, noi non dobbiamo perché abbiamo la tecnica e non i piloni da rugby.

  6. Si, sono d’accordo che Ronaldo non andasse schierato. E che sta succedendo qualcosa di brutto tra i due. La società è tra l’incudine e il martello farà fatica a prendere una posizione. E comunque i problemi della Juve sono i medesimi dell’altra settimana.

    • Luna
      Credo che uno solo in questo momento potrebbe ricucire lo strappo: l’attuale compagno della Ilaria.
      Ciao

  7. @Andrea
    Con un un’assistman come te andrei in goal sempre.
    No, dai, a parte gli scherzi: se tu mi scrivi che i giocatori che avevamo in campo di più non possono dare, sono piatti per caratteristiche…
    Ma erano piatti anche lo scorso anno o si sono appiattiti solo ora ?
    Ciao

    • L’anno scorso quei giocatori erano piatti per caratteristiche proprie e volontà dell’allenatore(halma ecc ecc).
      Quest’anno il nuovo allenatore vorrebbe trasformare i piatti in bicchieri: impresa titanica !🤣

      • Siccome sono uno molto attento, anche perché non ho nessun problema di sorta, anche ieri, in una rimessa laterale di Cuadrado il nostro Sarri ha fatto segno con le mani alla halma…il labiale parla chiaro.

        Posiamo i bicchieri per favore…ma che cazzo vogliamo difendere.

    • andrea (the original)

      Ne abbiamo già parlato Max.
      Erano e sono piatti, la differenza è che lo scorso anno facevano parte di una filosofia italianista di non gioco (a cui aggiungo Mandzukic) per cui la scelta era di lanciare la palla, randellate in attesa dell’episodio.
      Per i Dybala, Costa, il ruolo era secondario o comunque da mediano.
      Quest’anno deve essere diverso, è stato scelto un allenatore diverso per un gioco diverso, si è iniziata la stagione nel segno di tecnica, velocità, spettacolo, poi ci sono stati infortuni, ora li abbiamo recuperati e, a meno che davvero non abbiano davvero i 90′ devono giocare.
      Diversamente, ci sarebbe un cambio di mentalità da parte di Sarri che sono il primo a contestare così come contestavo lo scorso anno.
      Partite brutte possono capitare, partite che sai già vedendo la formazione saranno noiose no.
      E non regge l’alibi della stanchezza: Liverpool e City giocano il nostro stesso numero di partite, senza turnover e danno spettacolo.

      • andrea (the original)

        E ti confermo, proprio perché non sono prevenuto: vincere non è l’unica cosa che conta, a me vincere cosi non piace, non mi interessa, specie in Italia, dell’Inter scavalcata frega ancor meno, del testa a testa ancora meno e batterli o arrivare secondi mi è totalmente indifferente se si gioca male.

        • andrea (the original)

          E da ultimo, così spero non ne parliamo più, lo scorso anno mi faceva ridere quando si diceva che l’allenatore azzeccava i cambi e leggeva le partite, allo stesso modo mi farebbe ridere adesso questa panzana.
          Azzeccare i cambi con questa rosa son capace pure io, il punto è la formazione che schieri.

      • Beh, Andrea, dopo aver assistito a Liverpool-Manchester City nel pomeriggio, vedere Juventus-Milan ieri sera è stato abbastanza deprimente.

        Ho visto due mondi diversi, paragonarli è impietoso, e la vittoria finale non è servita affatto a lenire la delusione.

        • Ma almeno hai visto Liverpool contro il City. Così come magari Barca- Real se vuoi rifarti gli occhi con il calcio spagnolo, non lo schifo del giorno prima che tu e gli amici di merenda volete far passare per oro colato. 😀 😀
          Comunque in Italia di spettacolo come quello tra 2 squadre top non ne vedremo mai in Italia perchè la Juve ( anche quando fa letteralmente pietà come ieri) gioca da sola 😀 😀
          E, detto tra noi, non mi dispiace affatto 😆 😆 😆
          mentre guardavamo la partita incavolati e conseguentemente bestemmiavamo in tutte le lingue del mondo, un amico ( senza fare nomi , il Barone) diceva che la partita l’avremmo vinta lo stesso mentre eravamo sullo 0 a 0. Era una sensazione comune che il Sarri Allegrizzato avrebbe sbancato lo stesso.

      • Continui con gli assist, Andrea, gli infortuni ce ne sono stati anche lo scorso anno…vedi Costa…e vedilo ancora…un mese e mezzo fermo e mi pare che giochi col contagocce.

        Per forza di cose mi fai ritornare al passato…chiarisco…non sono quello che vieta un cazzo a nessuno, si è liberi di esprimere tutto ma a tutto c’è un limite.
        Analizziamo, quindi, queste 16 partite.
        Siamo primi, imbattuti e secondo te io non ne sono contento ?

        Ciao.

        • andrea (the original)

          Lo scorso anno, per espressa volontà dichiarata pubblicamente, non fregava niente giocar bene e la priorità era la fase difensiva.
          Mandzukic titolare inamovibile a prescindere dalle alternative presenti. Oppure tornando indietro, Van Bommel per Pirlo, Nocerino trequartista ecc.
          No, io non sono contento, non precipito le cose perché non esiste a questo punto ma, come detto, spero che la partita di ieri non presupponga un processo di italianizzazione dell’unico allenatore italiano che in questi anni aveva ridato una speranza al nostro calcio.
          Oltretutto, dovesse accadere proprio quando arriva alla mia Juve, mi darebbe proprio fastidio.
          Sarri vorrei cambiasse la Juve più che juventinizzarsi.
          L’ho detto questa estate quando si parlava di una necessita di Sarri di assorbire la Juve, lo ribadisco ora.

        • Lo scorso anno con questo punteggio avreste ballato allegramente il tango …
          Adesso fate gli schizzinosi …
          Se siete RISULTATISTI lo dovete essere sempre e comunque. A prescindere dal coglione che sta in panchina …

          Noi invece abbiamo sempre paragonato ed analizzato le prestazioni … E ovviamente continueremo a farlo … Anche se qualcuno si incazza 👹

  8. In questo mare magnum di descrizione del negativo, giustificato da un allarmante regresso della squadra, parliamo del gol di Dybala. Di destro oltretutto.
    Mi è sembrato abbastanza simile a quello di Higuain contro l’Inter. Un triangolo che si chiude al limite dell’area e mette l’uomo davanti al portiere.
    Lo stesso Higuain ha fatto l’assist decisivo, anche se c’era Costa dietro di lui che poteva fare lo stesso.

    Sono due partite che Pjanic è sotto ritmo e il centrocampo ne ha risentito molto, perciò questa volta credo la sosta arrivi a proposito.
    Inoltre il 23 novembre andremo a Bergamo contro l’Atalanta, forse l’avversario più ostico da affrontare per le nostre attuali caratteristiche.
    E in sovrappiù c’è la grana Ronaldo da risolvere in fretta.
    Non doveva giocare: con un calciatore di quel calibro Sarri decide con lui se gioca o no, evidentemente gli aveva dato rassicurazioni sulle sue condizioni.
    Perciò cacciarlo al 53′ è stato comunque un atto di coraggio.
    Piuttosto è su altre questioni che il nostro allenatore pare avere poco coraggio: il coraggio delle proprie idee a qualunque costo: tutto lo stadio si è accorto da tempo che Bernardeschi non è all’altezza, e lo dimostra manifestando il suo dissenso. Continuando a schierare il giocatore si fa del male a lui e alla squadra.
    Più comprensivi si può essere con Matuidi che ha una capacità di leggere le azioni molto migliore del carrarese, purtroppo i piedi sono storti altrimenti ieri poteva segnare due gol.

  9. Halma e sangue freddo, dopotutto i 3 punti che sono la cosa più importante sono arrivati.
    Intanto ci sono 15 giorni di riflessione e, come la notte portano consiglio pertanto se c’è qualche strappo, tutti gli interessati possono esaminare con calma come ricucirlo e venirne a capo.
    Ho visto ieri 2 partite, una inglese tra le migliori squadre che oggi calcano i campi di calcio e quella della Juve dove più che problemi di gioco, avvertirei qualche problema psicologico con tempi di gioco sfasati. Troppi errori nel palleggio e troppe incomprensioni in campo dove ogni passaggio sembrava essere destinato ad un compagno che voleva il pallone in modo differente. Irritante per ogni spettatore ma credo che sia l’inizio di un nuovo impianto di gioco che va metabolizzato con più calma e magari ieri non poteva essere ancora rodato in quanto il Milan ( per quanto scarso a livello di classifica momentanea) aveva una squadra tecnica e veloce nel saper leggere le intenzioni Juventine.
    Non butterei l’acqua con il bambino annesso, non sono mai stato paziente, ma visti i numeri ancora soddisfacenti, dico solo che possiamo migliorare. Questo perché se giocando male riusciamo a far tirare fuori un coniglio dal cilindro ad un fuoriclasse , penso che ne usciranno parecchi se giocheremo meglio in seguito. Inizia a farsi vedere De Ligt, questo, in una giornata un pó così, è già un buon segno.

  10. La Juve non è stanca Luna ma una squadra che non ha cambi di marce, schermato Pjanic il gioco si riduce ad un’estenuante litania di palleggi, ieri sera per di più anche zeppo di errori di misura. Il cambio marcia in realtà c’è stato, quando dopo Bernardeschi è uscito anche Matuidi, con Dybala e Costa è cominciata un’altra partita dopo più di un ora di calma piatta e i tanti pericolosi corsi contro un Milan grintoso e per niente intimorito. Vista la Juve di quest’ultimo periodo un andamento di gara preventivabile, come l’azione che ha portato al gol vittoria dopo una scambio alla velocità della luce fra Benta, Costa, Higuain e Dybala, un déjà-vu già descritto ieri in un mio post qualche ora prima della partita, questo: “alzare i ritmi a centrocampo per attaccare in velocità il loro pacchetto difensivo che non è certo fra i migliori della serie A.”

    • andrea (the original)

      Quindi confermi che il cambio di marcia lo avrebbe ma Sarri ci ha rinunciato.
      E continua a sorprendermi la cosa perchè Pjanic è il suo Jorginho di Napoli, corre gli stessi rischi di essere schermato ma a Napoli se accadeva le combinazioni veloci e offensive erano comunque garantite dalla presenza di altri giocatori tecnici.

    • Gioele, se fossi nei panni dei tifosi milanisti, li avrei picchiati! :mrgreen: perchè l’unica partita decente è stata con la Juventus!
      Comunque, scherzi a parte, il centro campo insufficiente non può risolversi in pochi giorni ..quindi la “tiritera” al momento e la stessa, finchè andrà bene.

    • Andrea, è il sospetto che ho avuto appena vista la formazione iniziale, ma a fine partita ascoltate le parole di Sarri sulla “fase difensiva di Bernardeschi che consente di reggere questo modulo”, il sospetto si è trasformato nel dubbio che la sua idea di calcio non sia poi così tanto diversa da quella di Allegri che utilizzava Mandzukic con la stessa finalità, con l’aggravante che in questo caso non ci vuol molto per capire che in quella posizione del campo perdere banalmente come fa Bernardeschi la stragrande maggioranza dei palloni non può essere di nessuna utilità difensiva alla squadra.
      E meno male, Luna, che non è uscito per infortunio Bentancur, perchè con Khedira a scaldarsi a bordo campo pronto a sostituirlo non immagino neppure pensare come sarebbe potuta finire la partita.

  11. Vabbè -visto che nessuno si impegna- mo lo dico:
    ieri sera Sarri ha azzeccato i cambi🤣

  12. Tino io non credo che devi essere preoccupato, almeno secondo il mio punto di vista certi spiego il xché; finora, e sottolineo finora, siamo l’unica imbattuta, prima in un campionato come quello italiano dopo 8 anni di successi, qualificati con 2 giornate di anticipo agli 8vi. Secondo te si possono raggiungere determinati traguardi senza giocare bene? X me no. Praticamente impossibile. Quindi primi mesi della gestione Sarri x me positivisissimi sotto tutti i punti di vista a cominciare dai risultati che è ciò che conta. Poi vedremo se camminando facendo cambierò opinione. Spero di no.

    • Cambierai opinione ad esclusivo computo dei risultati … Lo abbiamo capito fino allo sfinimento Germano 😅. Grazie.
      (Almeno sei coerente)

    • … determinati traguardi si possono raggiungere pur senza giocare un granché bene sei hai un paio di fuoriclasse che ti risolvono le partite con una singola giocata …

      • Sì? Veramente? Vincere 8 scudetti e battere (e anche perdere ovviamente xché ci sta.. ) tutte le + grandi d’Europa solo con la giocata del fuoriclasse? Miiiiii…..nchiaaaaaa.Lo sfinimento vale anche x te ovviamente. Abbiamo capito che non ti interessa vincere ma giocare in in certo modo e che il campionato inglese è il top dei top.

      • Azzzzz Germa’, e quanto ci hai messo a capirlo ?
        A me piace perdere ihihihihihih

    • D’ accordo ma che fatica. Non so che succede, ma sicuramente qualcosa da aggiustare c’e’, cosi’ mi da un senso di precarieta’.

      • andrea (the original)

        Più che precarietà (a cui saremmo già abituati) c’è un senso di smarrimento nell’impossibilità di comprendere ora se le scelte italianiste siano state un episodio o l’innesco di un processo.
        Le valutazioni globali si fanno a fine stagione, quella sul tipo di idea (offensiva o piatta) che vogliamo avere spero si capisca prima.

        • Mah,penso anche al fatto che arriva uno che si trova un gruppo gia’ imbastito e con uno score invidiabile al quale non e’ facile far digerire troppe cose da memorizzare e da fare. Non e’ esattamente normale,con gente che era sul mercato e con dei nuovi che si fa fatica a far giocare.
          A dimostrazione va detto che ieri Deligt era da 8.
          Non so se sia decaduta qualche teoria, so che praticamente ho visto diversita’ in due tre gare. Vinte.Anche quella con autogol col Napoli,perche’abbiam fatto un primo tempo marziano. Poi stop.
          Di colpo e’ svanita quella procedura,ecco,come quel primo tempo.

          Cambio di rotta o ci vuole tempo? Non so l’importante e’ andare avanti in tutte le competizioni in attesa di lumi. Ma ora c’e’ pure problemi con CR7 e vai col tango.

          • andrea (the original)

            Appunto, nelle partite con i giocatori tecnici si.
            Quindi non so se sia questione di rifiuto alla memorizzazione, perchè quelli che ieri non hanno eseguito son quelli meno bravi, quindi che dovrebbero eseguire visto che non hanno niente altro da dare.
            CR7 è un caso creato da CR7, perchè se non va via dallo stadio è uno dei mille casi di lamentela dei giocatori sostituiti.
            Dunque la cosa riguarda la Società, che spero faccia le cose per bene.

  13. Nelle ultime due partite gli avversari hanno giocato meglio di noi: ma Costa e un triangolo Bentancur-Higuain-Dybala ci hanno fatto vincere …
    Sta benedetta superiorità della Juve non si è vista nel gioco, ma nei singoli. Lapalissiano.

  14. Volevo aggiungere per Germano che indubbiamente lo score di Sarri e’ buono,anzi,in linea coin gli obiettivi da Juve. Ma come dicevo assistere ad una gara adesso,e. Senza per forza fare del belgioco un dogma,e’ una fatica perche’ non si capisce l’indirizzo della gara. Sembra che si dica: entrate,quello e’ il pallone,dovete buttarla dentro in porta possibilmente non nella vostra.
    Ma poi si vince, ma stress a. Go go.

  15. Forse ci dovremmo mettere in testa che ogni partita fa storia a se, che non si può sempre giocare alla stessa maniera, che ci sono anche gli avversari (tosti), che (piaccia o non piaccia come diceva un cret…vabbè lasciamo stare…) la società Juventus torna chiede prima di tutto di vincere. Se ci riesci dominando l’avversario bene, altrimenti va bene anche cosi.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web