Sesso Juve e Rock n’Roll s03 e07

Questa sera ore 22 come al solito io Corsa Fusco Leomina Toto Benny Nico la new entry Francesco Musina e ospite Arco di JTactics ore 22 si parte. Di seguito mettiamo il Link appena è pronto

 

  1. DOVE SONO I GOL ?

    Immobile 17
    Lukaku 10

    Ora, o i nostri attaccanti sono dei brocchi, o i suddetti sono supportati da centrocampisti migliori di quelli che ha la Juve. Tertium non datur.

    Oppure come dice questo utente:

    “Provate a immaginare se accanto a Dybala ci fosse una prima punta con fisico e velocità … sarebbe tutto più semplice.
    Oggi l’azione standard di CR è prendere la palla sulla sinistra, puntare il vertice dell’area, e: A) Perdere la palla; B) restituirla a Sandro o Matuidi; C) Provare tiri improbabili.
    Higuain al contrario è sempre spalle alla porta dove smista con intelligenza, ma purtroppo è totalmente privo di spunti atletici.”

    Ecco, proviamo a contraddire queste argomentazioni.
    Senza sparare caxxate ovviamente.

    • Scelte sbagliate…. se abbiamo a disposizione attaccanti con queste caratteristiche…
      poi si può contestare tutto come fa questo utente, ma CR7 ha segnato 700 goal… Sarri ha 60 anni ha vinto una coppa uefa…
      Solo Higuain è perfetto per il 433, gli altri due hanno caratteristiche atipiche, ma queste caratteristiche le avevano anche PRIMA…. se poi vuoi fare fuori Mario per tenerti 3 trequartisti, di cui due sembrano sempre rotti, anzi lo sono, ed uno gioca come gioca… e suo uno dei due rotti pensi di impostare la squadra… non c’è bisogno di risposte.
      La quadratura del cerchio è lontana, e la gestione della rosa è approssimativa.

    • Sul discorso delle caratteristiche dei giocatori ci siamo …
      Sul resto:

      -“Se poi vuoi fare fuori Mario”, invece, è una verità molto addomesticata. Perché da quello che è emerso da più fonti, e dalla caratteristiche psicologiche, nonché dal suo storico, emerge che il croato si è chiamato fuori da solo.

      -Ronaldo che ha fatto 700 gol è uno “storico”, a noi, cioè alla Juve, interessano i gol che fa adesso. Se ci riesce. La Palisse.

      • andrea (the original)

        Tanto lui se parli di geografia ci infila sempre il paracarro.

      • La Palisse non gioca a calcio, come Mario non si fa fuori da solo.
        Poi puoi scirere cosa vuoi

        • La Palisse non gioca a calcio !?

          -Non offenderti: se non capisci il riferimento, fattelo spiegare dal vicino di banco; rispondere cose a casaccio non mi pare una grande idea🥴.

          -Ripeto: voci di dentro, ma anche di fuori 😅, hanno confermato che Mario Mandzukic si è chiamato fuori da solo, specificando di volersi anche allenare da solo.
          Se a te questa realtà non piace, purtroppo non è in mio potere cambiarla.

          È calcio. Non fisica nucleare.

  2. Sono stato a sentire la radio di Ben…pare che tutti, o quasi, sono concordi nell’affermare che Ronaldo in questo momento non va.

    Come anche non imputano la colpa a Sarri e Allegri per i palloni che non vogliono entrare in che si sbagliano gosl fatti.
    Gli errori, dicono, sono individuali, cioè del singolo giocatore.

    Buona notte.

  3. Ronaldo premiato come migliore top 11…ora in diretta sky.

  4. IL DON BALON

    Non bastano i nostri giornali ora si apprendono notizie anche da quelli spagnoli, appunto, il Don Balon, dove si apprende la notizia che la Juventus a gennaio deve “liberarsi”, per far quadrare il bilancio, di alcuni giocatori cioè gli esuberi.
    Il primo della lista, oltre al già noto Mariolone, è Emre Can ancora deludente nell’ultima partita contro il Sassuolo…addirittura fischiato dal pubblico quando è stato sostituito da Matuidi.
    Il Don Balon evidentemente ha scambiato i fischi per fiaschi cioè gli applausi.

    Nella possibile trattativa, dice il portale spagnolo molto vicino
    alle vicende del Real, infatti potrebbe rientrare anche un giocatore delle merengues che a Madrid sta vivendo una situazione simile a quella di Can a Torino, cioè, non Gianfranco Zola ma Alvaro Odriozola.
    È un terzino di 23 anni, che è stato accostato alle grazie della Signora, il quale vive nell’ombra di Carvajal, non ha molto spazio e oltretutto, il prossimo anno, sarà ulteriormente chiuso dal probabile ritorno a Madrid di Hakimi.
    Ecco allora che potrebbe nascere un’idea di scambio tra Juventus e Real, visto che Paratici sarebbe alla ricerca di un laterale difensivo da regalare a Sarri.

    Ma Paratici pare intenzionato di mettere sotto l’albero altri regali per Maurizio.
    Ci sarebbero da “impacchettare” alcuni giocatori, i più probabili potrebbero essere: Allan, Pogba e Chiesa.

    Questi giocatori sarebbero già
    pronti per dire di sì a Paratici.

    Bisogna vedere se Sarri è contento dei regali o delle sorprese.

    Buongiorno

    • PS
      Credo che il più bel regalo da fare sarebbe quel gran bel terzino dato in prestito al Cagliari tali Pellegrini o come dice Andrea quel Spinazxola dato alla Roma…rotto ? Non so ma potrebbe essere una coincidenza sfortunata.

      Buona giornata.

  5. A bocce ferme ci sarebbero diverse considerazioni da fare.
    Ronaldo era un affare per ció che riguarda il marketing ma che se qualcuno pensava che avrebbe fatto sfraceli i un numero di goal sproporzionati, beh, l’Italia non è mai stata l’eldorado dei goleador. Qui è passato di tutto, da Zico a Platini ed Maradona ma le 60/70 reti annuali non le hanno battezzate mai neppure loro. Pertanto se Ronaldo vuole vincere i palloni d’oro si dovrebbe rifinire in modo diverso e come trascinatore perché qui, una volta prese le misure, non ti lasciano aria per respirare come in altre nazioni “ ipoteticamente più evolute” rispetto al nostro calcio.
    Se poi passi un periodo di forma non buona viene subito evidenziato quindi sarebbe il caso, vista pure l’età non più verde che si lasciasse riposare qualche settimana Cr7, anche perché diventa deleterio per la squadra dover giocare con un uomo in meno. Al più in questo momento potrebbe essere più utile se potesse entrare nei frangenti finali quando la stanchezza degli avversari potrebbe diventare un alleato.
    Non è certamente una soluzione pacifica perché il campione ha un carattere ed una personalità certamente non accondiscendente, ma un buon allenatore come credo sia Sarri deve prendersi la responsabilità di portare magari Cristiano d’avanti ad una tv per fargli vedere la partita appena disputata per chiarire meglio le idee.
    Nessuno discute il campione, sono peró dell’idea di ragionare e trovare le soluzioni quando le cose non vanno come dovrebbero.

  6. E non è , eccone un altro del telefono 😤😤

  7. CASO RONALDO

    Non mi è mai piaciuto il ruolo di Cassandra, ma le ultime dichiarazioni di Sarri non mi portano ad essere ottimista NEL BREVE sul “caso Ronaldo”.
    Mi sa che il suo estremo atto di coraggio per averlo sostituito contro il Milan difficilmente si ripeterà : “Ronaldo non è un giocatore come gli altri” …
    Parole giuste, ma temo che dette con quella faccia sottendono anche “difficilmente potrò permettermi di sostituirlo in futuro😭”.

    Lo stiamo vedendo: Ronaldo in questo momento non è il valore aggiunto per questa Juve.
    Piccoli acciacchi e una carta di identità non verdissima, hanno aperto delle crepe nel suo invulnerabile carisma di fuoriclasse assoluto.
    Qualcuno adombra che il supporto che gli dava una squadra come il Real, non glielo sta dando la Juve. Eppure nel suo secondo campionato in Italia, non ci si aspettava questa sua (speriamo momentanea) involuzione.

    Uno sguardo al passato:
    Platini risolse la questione con un taglio netto appena si accorse di un calo di rendimento, e si ritirò gloriosamente a 32 anni.

    Il rovescio della medaglia:
    appena ieri sera Quagliarella ha dato, a 38 anni, un altro saggio delle sue qualità balistiche segnando un bellissimo gol dopo essersi prodotto in una rovesciata degna di Parola.

    Il primo esempio non depone a favore di Ronaldo, il secondo invece sì.
    E noi tifosi ci aspettiamo di applaudire al più presto un Ronaldo stile old-goldman alla Quagliarella, protagonista in campo come il suo blasone reclama !

  8. Luigi,
    Senza dubbio l’utente che citi descrive alla perfezione la giocata che sempre piú spesso stiamo vedendo fare al portoghese. La questione é capire perché si trova sempre a farla…
    L’impressione é che né Allegri né, per il momento, Sarri siano riusciti a creare il contesto adeguato per sfruttare al massimo le potenzialitá del portoghese che, come diceva Zidane, in questa fase della sua traiettoria sono essenzialmente quelle di un terminale offensivo, letale soprattutto dentro l’area di rigore (che é invece spesso sguarnita).
    Sicuramente nelle difficoltá attuali influisce la condizione fisica non ottimale, ma anche un gioco che non riesce ancora a creare gli spazi dove Ronaldo possa fiondarsi e poter concludere a porta come piace a lui.
    A titolo di curiositá indico un vecchio articolo con alcune parole dette dal portoghese in un intervista in radio.
    Il pezzo, di fine maggio ’17 (qualche giorno prima di Cardiff) indica che: Cristiano tende sempre di piú ad occupare il centro dell’attacco della sua squadra in una stagione in cui ha compreso la necessitá di dosare le forze per arrivare alla retta finale in buone condizioni.
    Dice Ronaldo nell’intervista: “La mia posizione sará sempre la stessa. Quello che piú mi piace é giocare libero in attacco e Zidane mi sta dando questa opportunitá. Gioco libero. Al centro o sulla fascia? Vado dove ritengo di dover andare. In quanto al minor numero di partite giocate, é qualcosa di cui abbiamo parlato ad inizio stagione e sapevo di averne bisogno. Nelle ultime due stagioni mi sono sentito stanco nell’ultima parte di campionato e champions. Cosi che quest’anno ha riposato in qualche partita in piú rispetto agli anni precedenti e mi sento molto meglio in questo finale di stagione”.
    Noi juventini purtroppo qualche giorno dopo avremmo avuto la conferma che non mentiva…

    • Fai un giusto corollario a ciò che già nel 2017 disse Ronaldo, Kris.
      Il fatto è che lui nel Real in quella fetta di campo aveva come interlocutori, Modric e Marcelo.
      Gli scambi erano di una precisione assoluta.
      Ma soprattutto il ritmo era diverso: capovolgimenti di fronte che spesso non lasciavano scampo alla riorganizzazione della difesa avversaria.
      E Ronaldo era lo Sparviero che compariva in area solo per mettere il pallone in rete.

      Qui da noi, per tutta una serie di circostanze, queste condizioni faticano a realizzarsi. Ed ecco la “ripetitività” di quell’azione ronaldesca ben descritta da quell’utente.

      Ciao.

  9. Mauro the Original

    Secondo me Ronaldo non ha più stimoli.

    Quando un baco diventa farfalla poi non torna più indietro. Ormai giocare a calcio non è più il suo business primario ma altro.

    Speriamo in qualche sua bella partita in Champions e poi prepariamoci a salutarlo.

  10. andrea (the original)

    Luigi (SA)
    Prendo spunto da quanto affermato da quell’utente, dai commenti e soprattutto da quanto si legge sui social per qualche riflessione sul discorso Ronaldo.
    Premesso che, come già scritto, Ronaldo attraversi un momentaccio, molte considerazioni in qualche modo mi confermano la ristrettezza del pensiero italico, ancora convinto di rappresentare il centro di un mondo di cui invece, nei fatti, è un angolino quasi insignificante.
    Se Ronaldo non va è Ronaldo, per l’italicum e lui che non capisce l’Italia mica il contrario, un minimo di dubbio mai nonostante questo abbia fatto cose allucinanti in posti più importanti.
    Si parte con la litania per cui il campionato italiano sia più difficile degli altri: magari lo sarà stato, a oggi no. I fatti dicono che Lukaku, buon attaccante, non un fenomeno, arrivi da noi e sia quasi immarcabile. Da noi può fare 26 gol Quagliarella a 36 anni, Immobile vincerà probabilmente per la seconda o terza volta il titolo di cannoniere italiano ma, nelle sue esperienze estere, segnava quanto Bonucci. Se ne potrebbero fare tanti altri di esempi, per smentire un luogo comune e confermare che l’Italia non è più difficile, le difese non sono più forti (controlliamo i numeri in coppa), semplicemente si gioca un calcio opposto a quello mondiale, in cui non si sa mediamente attaccare perché non si vuole attaccare.
    E se Ronaldo è un terminale, il migliore del mondo come terminale e non come fantasista-terminale (tipo Messi), è il gioco che deve sfruttarlo per ciò che è. Si dirà che lui si deve integrare. Ok, in linea teorica si, ma se hai i numeri di Ronaldo forse può anche essere più credibile lui che gli italiani.

    Aggiungo le facili ricette sulla sua gestione da parte di media e gente. Facile, quando lo abbiamo avuto mai un Ronaldo ultimi 20 anni in Italia e quando mai nella storia lo ha avuto la Juve?
    Ti immagini Maradona in panchina perché siccome non sta rendendo deve sedersi? O ti immagini Ronaldo il brasiliano, che non lo facevano sedere nemmeno dopo aver avuto le convulsioni? La realtà è che noi a questa gente non siamo più abituati e ci lascia basiti il fatto che Sarri dica che Ronaldo non sia uguale agli altri.
    Non lo è, come non lo è Messi, per mille motivi e se prendi Ronaldo devi valutarlo prima, non pensare di cambiare le cose.

    Ciao

    • Bella perché equilibrata la tua analisi, Andrea.
      Non dare mai niente per scontato è sinonimo di intelligenza.

      Anche i sassi conoscono le caratteristiche di Ronaldo ormai.
      Ed è un bene per la Juve che, conoscendole, potrebbe sfruttare al meglio queste caretterische;
      paradossalmente invece, visto che queste caratteristiche le conoscono anche gli avversari, studiano le contromisure per neutralizzarle. Soprattutto in un campionato italiano che pur con tutti i suoi difetti, è molto tattico.
      E una spintarella qui, una tirata di maglietta lì, un raddoppio sempre, si cerca di neutralizzare il fuoriclasse.
      Il quale da parte sua, se ha qualche acciacco, chiude il cerchio di un rendimento non ottimale.

      Sul fatto che il campionato italiano sia ora “provincia” d’Europa, dopo esserne stato ombelico coi Maradona, Platini, Ronaldo il brasiliano ecc ecc., purtroppo non ci piove …
      Ma evidentemente siccome qui siamo un po’ tutti attempatelli, tendiamo sempre a rimembrare i bei tempi andati … Quando …

      “(…) Siede con le vicine
      Su la scala a filar la vecchierella,
      Incontro là dove si perde il giorno;
      E novellando vien del suo buon tempo,
      Quando ai dì della festa ella si ornava,
      Ed ancor sana e snella
      Solea danzar la sera intra di quei
      Ch’ebbe compagni dell’età più bella”.

      Il canto leopardiano “Sabato nel villaggio”, credo si attagli bene alle rimembranze dei fasti di certi fuoriclasse che giocarono sul suolo italico nel fulgore della loro carriera …

      Ciao.

    • Io me li immagino, Andrea. Forse per te Ronaldo è un Dio sulla terra, per me un semplice calciatore di pallone di 34 anni e nella fase discendente della sua carriera. Quello che è stato non giustifica le sue prestazioni attuali. Se è un vero campione deve capire come fece uno che tu non hai avuto il piacere di vedere tal Michel Platini, di ritirarsi, se ritiene di non poter essere all’altezza, sennó deve accettare i responsi del campo ed adattarsi, se vuole continuare a rimanere nei giochi. Invece la società è pure pure costretta a doverlo giustificare se fa le bizze da bambino viziato e non va ad una manifestazione dove è stato invitato ma che non riceverà il premio da primo della classe. Non credo che avrebbe meritato quel premio, perché da tifoso obbiettivo credo che il suo rendimento ed apporto alla Juve non è stato tale per poter meritare un premio come migliore al mondo. Lo scorso anno aveva un allenatore che non era all’altezza e che non era in grado di poter esaltare le sue doti e passa, ma in queste 18 giornate tra campionato e Champions quale sarebbe il suo alibi delle sue prestazioni sotto la media?
      È in azienda che cammina? D’accordo che la Juve ne approfitti finché tira la vendita di magliette e tutto altro, ma nel momento in cui questo business non tirerà più è bene che se ne disfi prima di andare ulteriormente in perdita se Ronaldo ha questi rendimenti. Quando il re è nudo ricordati amico mio che è giusto rilevarlo non aspettare che un bambino innocente te lo faccia notare

      • andrea (the original)

        Non è vero che il precedente allenatore non fosse all’altezza, semplicemente vede il calcio in maniera opposta rispetto alla tendenza europea.
        In questo momento è lo stesso limite che sta palesando Sarri per ragioni a noi sconosciute visto il suo passato.
        Non si tratta di infantilismo o deità, semplicemente se prendi il migliore devi metterlo nelle condizioni di farlo rendere, se poi non dovesse rendere lo stesso allora si fanno considerazioni differenti.

  11. E’ pensabile che Ronaldo,con le sue capacita’ notevoli,in ogni caso si fosse amalgamato almeno in parte alla nuova situazione. Invece nonostante parliamo di Juve,lui non si e’ adattato per niente.
    O quasi..

    Noi stiamo qui a indurire l’acqua quando una parte dell’opera forse spettava anche a lui.
    Nel real nel real ecc ecc. Allora diccelo,avremmo trattato anche Marcelo e quell’altro.magari! Eh?
    Sto servilismo mi sta facendo incazzare.
    Abbiamo preso uno che fa l’imprenditore e anche alla grande,allora si faceva societa’ e stop.

    • Precisazione
      Se uno e’ il migliore non credo che un allenatore che per altro cura meglio l’attacco dagli altri reparti, possa ricreare la stessa situazione di un real.
      Essere grandi vuol dire esserlo. Non e’ che diventi inutile e fai 5 gol. Puoi farne meno ma su,facciamo 10 invece che 20?
      Infondo e’ o non e’ un campionato di scarsi?

    • Beh, se vuoi sfuttarne le doti da fuoriclasse devi creare anche le condizioni giuste, altrimenti te lo tieni cosi come un Bernardeschi qualunque.
      Sfruttarlo al meglio non é un favore a Ronaldo ma alla Juve.

      • Non sta giocando nel Cuneo.
        L’ideale e’ che gli sforzi per i cambiamenti si fanno logicamente con impegno da ambo le parti.
        Un po’ per uno,in braccio alla mamma, se no allora, dovevamo comprare non l’attacco soltanto del Real, ma tutta la squadra.

        Ma poi sta cosa,salta fuori adesso? L’anno scorso Ronaldo dove giocava?
        L’anno scorso che andava meglio, mi pare che i giocatori fossero gli stessi o quasi.solo Manzu in piu’. E con Allegri il retogrado.

        L’allenatore,allora, o il suo sistema?
        Potremmo parlarne per sei mesi.

  12. L’apoteosi della grandezza
    Leggevo ora e poi mi ritiro, della battuta ironica di Van dijk su. Ronaldo che non si presenta alla cerimonia del pallone d’oro.
    Tutte le donne di famiglia sono intervenute in difesa di cristiano, in un confuso starnazzamento e svolazzo di piume.

    A me non piace che un Campione non sia presente quando sa di non vincerlo o che si rechi solo quando deve ritirarlo. Gia’ la seconda volta. Mi sembra poco sportivo e mi urta.

  13. Su Ronaldo.
    Per Sarri, CR7 non è un valore aggiunto per la sua idea di gioco. Anzi.
    È un mio parere ovviamente. Ma temo che sia evidente a tanti.
    Ciao

    • Enea,
      ma la sua idea di gioco… prevede CR7…
      CR7 ha bisogno di movimenti… se Higuain torna indietro… non serve a CR7… Benzema si muoveva in sincronia con CR7… poi con un 3/4 come Ramsey…. se giocasse e se fosse in condizione… qualche scambio rapido con CR7 si potrebbe proporre, Bernardeschi non fa sponda, entra poco in area… non ha le caratteristiche per integrarsi con CR7…
      E pensare che voleva fargli fare in capocannoniere… bho.
      La pratica meglio delle teorie tutte, bastava che Sarri si fosse andato a vedere con chi giocava meglio CR7 la scorsa stagione.
      Ciao.

      • In teoria non penso che sia Mandzukic il più adatto a fare la sponda con Ronaldo e per quanto possa valere la mia opinione, credo neppure in pratica.

      • andrea (the original)

        Intanto ha visto con chi giocava peggio …e si è liberato di lui finalmente

  14. Mauro the Original

    Tino

    Concordo in pieno.

    Ronaldo doveva presentarsi alla premiazione e applaudire sportivamente chi è stato premiato.

    Per uno come lui sempre sotto i riflettori era doveroso, ne avrebbe tratto beneficio la sua immagine.

    Invece un comportamento troppo arrogante può dar fastidio a molti, soprattutto ai suoi estimatori.

  15. Non so se sia più una questione di moduli o di gioatori, l’anno scorso col 433 fra centrocampo e attacco c’era un vuoto di 10-15 metri che Allegri ha pensato di colmare chiedendo a Dybala di giostrare da “tuttocampista”. Quest’anno la situazione non è molto cambiata, per attuare il suo tipo di gioco Sarri ha bisogno di giocatori in grado di fare per 90 e più minuti entrambe le fasi, ma alla Juve non ne ha e allora ha scelto di cambiare modulo passando ad un 4312 statico con un altro centrocampista a protezione della linea mediana, un’idea che in teoria allontana il possibile ritorno al suo 433 di movimento in cui ha giocatori come Costa e Ronaldo che preferiscono ricevere il pallone sui piedi, almeno fino a quando (oltre a Pjanic) non potrà disporre di altri centrocampisti con una visione e una capacità di costruzione di gioco superiore a quelli attuali.

  16. E non ho finito Andrea perchè hai messo tanta cane al fuoco che servirebbe un libro per risponderti esaustivamente a tutto. Un certo Salah oggi in Inghilterra è il capocannoniere e forse il miglior calciatore attuale in circolazione ( ecco uno che secondo me meriterebbe il pallone d’oro). Questo ha giocato in Italia perchè arrivò alla Fiorentina come ulteriore rimborso economico per la vendita di Cuadrado ( quello che oggi gioca con la Juve, specifico, per non lasciare dubbi per strada). Salah passò poi alla Roma dove fece un paio di buoni campionati, ma non credo che vinse mai la classifica dei cannonieri. In Inghilterra ha avuto a più di 25 anni la sua consacrazione ed ora è quello che segna di più, ma questo non significa assolutamente niente, perchè qualsiasi calciatore si adatta meglio o peggio in relazione a determinate situazioni contingenti in cui si trova. Quindi i paragoni con Immobile o con Quagliarella o con tutto quello che hai scritto riguardo ai campionati buoni rispetto a quelli di secondo ordine non hanno alcun riscontro.
    I campioni che ti ho citato Maradona, Platini, Zico, in Italia hanno tutti vinto la classifica dei cannonieri, e negli anni d’oro del calcio dove dettavamo legge. Strano ma vero, che in questo campionato di squadre di brocchi, Ronaldo lo scorso anno mi sembra sia arrivato forse terzo con una ventina di goal all’attivo. E meno male che gli hanno fatto tirare tutti i rigori e le punizioni cui ancora non vedo la rete gonfiarsi come ai suoi tempi migliori.
    Quanto alle squadre italiane che poi in Europa fanno figure barbine contro quelle del campionato più “green attuale”, proprio non più tardi di una settimana fa, una squadra che si chiama Napoli è andata a portarsi via un punto a Liverpool, e potevano anche essere 3, visto che vinceva in carrozza. Eppure questo Napoli oggi nel nostro campionato mi sembra sia messa malaccio in classifica, o no? Proprio tanto burini, visto che se la giocano alla pari con i primi della classe d’oltre manica e freschi vincitori di champions non mi sembra che siano, e se hai visto la partita non hanno neppure fatto brutta figura. Ritorniamo a noi dopo questa piccola parentesi per farti capire come sia vario e variegato il parere nel mondo del calcio. Personalmente preferisco vederlo sempre supportato dai numeri reali, perchè non mentono mai.
    Mi auguro che Cr7 ritorni a buoni livelli, e ti dirò di più, auguriamoci che Sarri da buon allenatore sappia portare la Juve a vincere perchè questo non è un un anno di transizione, ma da all-in , per chi gioca a poker ha capito a cosa mi riferisco e Allegri potrebbe trasformarsi in Robespierre se non si raggiungono determinati obbiettivi.

    • Agnelli non Allegri, questa volta lapsus e neanche freudiano fu. 😥 😥

      • Per il momento il Robespierre della Juve sarebbe Sarri… Ma temo che la paura del patibolo ne abbia un po’ smorzato le idee rivoluzionarie 😅

        • Non è facile il suo compito Kris, non vorrei proprio essere nei panni di Sarri che deve saper intermediarie tra società Cr7 con tutta la pressione dei media che aspettano come aguzzini che possa fare un passo falso. Come vedi basta un pareggio che si scatena l’inferno.

    • andrea (the original)

      Salah è allenato da uno che si chiama Jurgen Klopp, in grado di prendere un manipolo di buoni giocatori e farli diventare grandi.
      Ronaldo lo scorso anno giocava in una squadra difensiva, ha fatto una ventina di gol, non pochi…in coppa me ha fatti 6, guarda caso una tripletta (non al Frosinone) quando la Juve fece una partita d’attacco.

      P.s. direi che esaltare un punto preso a Liverpool o una eventuale qualificazione di 3/4 squadre dopo una quindicina di anni certifica il basso livello in cui è il movimento italiano..per le altre qualificarsi è la normalità.

  17. Virgil Van Dijk, ha smorzato isteriche polemiche dei parenti di Ronaldo con questa frase, via Twitter, rivolta a un giornalista inglese:

    @Cristiano
    “Hi Piers, If you don’t jump on the social media bandwagon and would listen to the whole interview then you would know I made a joke, and only got respect for those 2 😀”.

    Credo che in un blog poliglotta come questo non ci sia manco bisogno della traduzione (“quei due” sono la coppia Messi-Ronaldo)😁.

  18. LA PATERNALE SU RONALDO

    Non è possibile che se parlo di un giocatore nero devo premettere: lungi da me il razzismo non c’entra nulla e …bla bla bla.
    Se sto parlando di un atleta donna devo premettere l’antifemminismo non c’entra nulla altrimenti l’interlocutore s’ingrifa…e tanti altri casi ancora.

    Qui su se parlo di questo Ronaldo, l’attuale Ronaldo devo premettere che: guardate che si parla di un Campione, di uno che ha vinto tutto quello che il gioco del calcio potesse dare, credo di parlare con gente che specificare tutto questo sia superfluo.

    Detto questo, posso smuovere una critica, in questo momento, dopo 19 partite giocate con il nuovo allenatore e dove non cava, quasi, un ragno dal buco ?

    Non critico il fatto che Sarri abbia detto che Cristiano è diverso e che quindi, aggiungo io, questo non lo farà più uscire.
    Allora le cose sono due:
    1) Ha sbagliato a farlo uscire, a sostituirlo in quelle due partite.

    2) Ha sbagliato a dire che è diverso dagli altri e che non lo sostituirà più.

    Forse non si era capito il mio aziendalista a Sarri…ecco appunto…se tu torni sui tuoi passi e dici quello che hai detto vuol dire che qualcuno più in alto ti abbia imposto qualcosa.
    Io tutto credevo tranne che Sarri scendesse a tanto.

    Buona notte.

  19. Devo aggiustare il tiro per onesta’ intellettuale.

    Ronaldo ha dovuto presenziare alla premiazione Aic dove ha vinto e giustamente non poteva esimersi, Ieri non ci pensavo anche perche’ l’altra volta manco ci e’ andato al pallone d’oro.

    Pavan parla di complotto spagnolo, in fondo il portoghese ha vinto piu di Messi.
    Ma non possono evitare di accavallare le date di queste cose?
    Mauro stavolta ha ragione Ronaldo.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web