Chi avrebbe dovuto vincere il pallone d’oro?

Scritto da Cinzia Fresia

Stavo pensando, e mi chiedevo se fosse il caso di organizzare il gran Gala’del calcio concomitante l’assegnazione del “mitico Ballon d’or”, leggendaria festa del pallone, dove si premia, o si dovrebbe premiare i migliori calciatori al mondo.
Cristiano Ronaldo non ha vinto, ha vinto il suo acerrimo rivale, Leo Messi, Cristiano però in accordo con i suoi vari sponsor decide di non partecipare alla Kermesse francese, preferendo l’appuntamento italiano.

Il trionfo di Messi e il terzo posto a Ronaldo, dato così, per evitare troppe lamentazioni, ha destato non poche perplessità e dubbi circa l’onestà dell’assegnazione, perché pare che le due superstar internazionali non meritassero assolutamente il podio, e che il ballon d’or lo avrebbe dovuto ricevere Salah.

Non si comprendono più i criteri di assegnazione, si premia per politica o per il nome?
Giorgio Chiellini, che per logici motivi, parteggia per Cristiano, ha giudicato come un furto il pallone d’oro a Luka Modric, vinto nel 2018, parole pesanti da parte del capitano della Juventus, sicuramente Giorgio si è basato su dati certi, per dire ciò che ha detto, tuttavia le dichiarazioni ufficiali andrebbero trattate con delicatezza.
In un era dove i social hanno una certa importanza, la decisione di Cristiano di non partecipare alla cerimonia del pallone d’oro, preferendo come logico la manifestazione italiana, resta una scelta dell’atleta, la Juventus comunque era ben rappresentata da Nedved, e dal bravissimo De Ligt, premiato con il Kopa, ricevuto direttamente da Mbappè, il vincitore dello scorso anno.
Ormai, anche il pallone d’oro, così facendo sta diventando un riconoscimento da “operetta” dato per altri motivi che per merito reale dei giocatori.. tutto sommato non va nemmeno preso così sul serio da parte dei giocatori che non hanno vinto ..dovrebbe essere un momento di festa e celebrazione del bel calcio .. vissuto in leggerezza, anche se comandano gli sponsor.

  1. IL PALLONE SGONFIATO

    Credo di averlo scritto in altre occasioni, vado a stringere e dico, a me sembra che l’assegnazione del pallone d’oro sia diventata o l’hanno fatta diventare una disputa tra il portoghese e l’argentino.
    In questo caso vuol dire proprio che il nostro calcio non viene preso in considerazione.

    C’è stata però la parentesi Modric.
    Il Modric addirittura non nella sua stagione migliore.

    Non ha ragione Chiellini perché è andato a stuzzicare la squadra più vincente di sempre ? Forse si, ma la verità, riferita allo scorso anno dell’assegnazione di quel premio è quella che ha detto Chiellini…e con tutte le ragioni.

    Vuoi punire Cristiano perché ti ha lasciato ? Ok, ci sta pure, ma il pallone d’oro non puoi assegnarlo a Modric…è quella la forzatura e il dispetto.

    Io ho ancora negli occhi quella rovesciata fatta proprio contro di noi.
    Solo quel gesto atletico meritava non uno ma il doppio pallone d’oro.
    Buongiorno

  2. LE PAROLE PIÙ PESANTI

    Leo Messi ha appena vinto il suo sesto Pallone d’Oro, a detta di molti il meno meritato, il Liverpool campione d’Europa è rimasto a secco, Cristiano Ronaldo si deve accontentare del premio di miglior giocatore della serie A.
    Ma a tarda notte è Giorgio Chiellini ad aprire un altro fronte polemico con il prestigioso premio francese: «Il furto a Ronaldo è stato lo scorso anno — dice il capitano della Juventus, presente al Galà del calcio, ai microfoni di Sky —.
    Il Real Madrid ha deciso di non farglielo vincere.
    È stato palese.
    Modric non era nemmeno nel suo migliore anno.
    Quest’anno era invece difficile con Ronaldo, Messi e Van Dijk, è come scegliere tra Federer, Nadal e Djokovic… Se volevi premiare la Champions c’era Van Dijk, se volevi premiare il lavoro col club c’era Ronaldo.
    Poi c’è Messi che fa sempre benissimo col suo Barcellona.
    Noi Cristiano ce lo teniamo stretto.
    Il Pallone d’Oro l’anno scorso, secondo la logica, lo avrebbe dovuto vincere Griezmann o Mbappé.
    Cristiano era contento di esserci stasera al Galà Aic, perché altrimenti non sarebbe venuto. Non vivrà il periodo migliore della sua carriera ma è importante per noi».

    Saluti.

  3. UN CAMPIONATO POCO ALLENANTE

    Credo, non io, non l’ho mai detto, che il nostro campionato è scarso…forse lo poteva essere lo scorso anno secondo alcuni.

    Ma se lo si ripete anche in questo anno in corso si rischia di rimanere unico, perché lo sei per convinzione, e da solo.

    È scarso ? Si perché sabato a Roma si va a fare passeggiate romane ?

    Poi l’inter è talmente scarsa che fino ad ora ha perso solo con la migliore Juve.

    Senza contare questo Cagliari che proprio poco allenante non è…anzi possiamo dire che in questo momento è la squadra con cui allenarsi per un ravvicinato scontro europeo.

    E tutto questo, secondo me, capita in un periodo in cui la Juve non gira bene.
    Sono anche convinto e sicuro che presto Sarri troverà la quadra.

    Sicuramente lo aiuterà in tutto Cristiano Ronaldo quando si libererà la mente e la testa che ritornerà a dare capocciate più assestate al quel pallone che d’oro non è.

    #finoallafine

  4. Approfitto e faccio gli Auguri di un buon compleanno al nostro autore del blog…Auguri Ben !

    • Buongiorno Cinzia,
      Di anno in anno i dubbi sulla regolarità del concorso si fanno sempre più insistenti.
      Non so se a ragione o meno, qualcuno che si lamenta e denuncia imbrogli c’è sempre.
      Detto questo, le dichiarazioni di Chiellini avrebbero potuto essere più misurate. Ci sta di dire che l’anno scorso lo meritava Ronaldo, ci sta pure, al limite, di parlare di furto in senso figurato, come beffa diciamo. Quello che invece considero inopportuno sono il resto delle accuse al Real.
      Possiamo magari sospettare che ci sia stato lo zampino di Florentino, ma esternare questo pensiero senza dare ulteriori spiegazioni mi è parso fuori luogo da parte di un personaggio pubblico.
      Se, come dici, Giorgio si è basato su dati certi avrebbe dovuto spiegarli. Altrimenti le sue parole hanno lo stesso peso di un qualsiasi “Juve ladra” pronunciato da tanti nostri avversari e che tanto ci infastidisce.
      Il concorso in sé non mi ha mai attirato particolarmente, e mi pare che da da quando ci sono “quei due” abbia ulteriormente perso significato. Tuttavia, se la vittoria di Messi può contribuire a dare un’ulteriore carica al nostro Ronaldo, allora ben venga e viva il pallone placcato in oro!

  5. Buon compleanno Ben!
    …e grazie al Barone per ricordarcelo.

  6. andrea (the original)

    Credo Salah, altrimenti Ronaldo che ha vinto e da assoluto protagonista la Nations League, unica competizione ufficiale per le Nazionali del 2019.

  7. Auguroni Ben

  8. Alessandro Del Piero, credo tutti ricordano che giocatore sia stato l’ex capitano della Juve dal 1993 al 2012, applaudito in tutti gli stadi d’Europa, 2 standing ovation una al Bernabeu e una all’Old Trafford, uno dei piu’ forti nel suo ruolo ma mai fra i primi tre in corsa per il Pallone d’Oro. Nel 1996 con i suoi gol ha trascinato la Juve alla vittoria finale in CL e il suo bellissimo gol nella finale mondiale di Tokio l’ha portata sul tetto del mondo. Quell’anno il pallone d’oro è stato dato a Sammer, dopo una stagione in cui il suo rendimento costellato da infortuni non è stato certo da miglior calciatore al mondo, ma il peggio fu che Del Piero si classificò addirittura al 4° posto dietro Shearer. Da allora non ho più seguito nè espresso alcun parere personale su una manifestazione che nell’ultimo decennio è diventata vetrina esclusiva di calciatori che militano in una sola nazione, tradendo lo spirito di un premio che non va al piu’ forte di tutti ma a chi in ogni annata calcistica lo merita più di tutti.

    • @Gioele
      Da allora ho sempre detto che sto pallone d’oro è una pagliacciata e nemmeno ci credo più.
      Ciao.

    • andrea (the original)

      Però in realtà il grosso di quei gol arrivò nel girone, quindi a fine ’95.
      Forse l’anno in cui effettivamente poteva vincerlo era il ’98 ma purtroppo in nazionale non andò bene per le scorie di un infortunio.

  9. Il fatto che il pallone d’oro lo abbia vinto Messi, non è un problema in sé. Lui è un campione che resterà nella storia del calcio.
    Il problema è che non gli si può dare -solo per questo- il premio tutti gli anni.
    Soprattutto in annate in cui qualcun altro in termini di trofei ha fatto meglio di lui.
    Uno tra Salah, Van Dijk, Allison, avrebbe a mio parere meritato il premio quest’anno.

    • @Luigi
      Ecco, allora vuoi vedere che ho un po’ di ragione se dico che fino a quando resteranno sulla breccia sti due mostri resterà solo un premio per una volta a me e una volta a te.
      Ciao.

    • Appunto, lo sappiamo che sono i migliori. Ma poi è giusto vedere chi e cosa ha vinto il singolo giocatore durante l’anno di assegnazione.

      Ciao.

  10. https://www.sportmediaset.mediaset.it/calcio/calcioestero/uefa-ceferin-attacca-il-vare-propone-tolleranza-di-10-20-cm-sul-fuorigioco_11948508-201902a.shtml

    Il fatto che ci possa essere una tolleranza di 10 cm sui fuorigioco, mi pare una norma di buonsenso. L’anima della regola è quella che l’attaccante non debba avere qualche tipo di vantaggio.
    Ma appunto, calcolando che un giocatore abbia uno scarpino davanti a un altro, non si calcola un vantaggio: è una inutile precisione da entomologi.

    • PS Per tagliare la testa al toro, cercando di evitare stupide polemiche (ma in Italia non ci riusciremo mai), si potrebbe adottare la regola che “è fuorigioco quando c’è luce tra la sagoma dell’attaccante e quella del difensore”.

    • Ma Luí, esattamente quanta luce? E se poi si trattasse di un riflesso?
      La norma di buonsenso andrebbe bene per il resto d’Europa ma, come ben dici, in italia risolverebbe poco perché la polemica é proprio dentro alle persone. Chissá quale marchingegno potrebbero inventare per poter individuare presenza di luce tra le sagome!
      Noi qui della polemica ne facciamo scienza, o non hai ancora studiato la “Prospettiva Galliani”?

  11. Raga, penso che, trattandosi di un riconoscimento che i giocatori sentono molto,andrebbe utilizzato un criterio più preciso.
    Mentre ora, sembra un duello tra Spagna e Francia,e noi a guardare ..
    E’ ovvio che esiste una manipolazione del premio, e c’entrino altri fattori.

  12. andrea (the original)

    Paratici è un altro a cui il silenzio andrebbe imposto sul contratto.
    Invece di ingraziarsi i grandi club (e magari di imparare da loro) si mette a sparare a palle incatenate e per che cosa? Il Pallone d’Oro 2018…in pratica ha avuto un folgorazione dopo un anno?
    Poi se nasce il sospetto che gli si stia stringendo il fondoschiena all’idea che CR7 saluti vai a dar torto ai sospettosi.

  13. Auguri Ben!!!
    Il pallone d’oro e’ diventato una questione economica e la sua gestione strumentalizzata che scavalca i meriti oggettivi,lo dimostra.

    Ma sapete, l’opinione generata dall’assegnazione e’ radicata nella gente e produce i suoi effetti. Se poi andiamo sui fatti ci accorgiamo della buffonata.

    Triste ma vero. Da tempo e dopo alcuni episodi anche la CL mi sembra un po’ pilotata da esigenze di immagine e di fatturato complessivo che rende di piu’ a qualcuno, uefa in primis.

    Ah! Che tempi!

  14. LETTERA D’AMORE

    «Incomparabile, inarrestabile, coraggioso, anticonformista. Ci sono le cifre e i titoli, di tutto questo sei protagonista con i migliori risultati, come: la Nations League, la Supercoppa Italiana, il Campionato della Serie A, Miglior Giocatore della Serie A,tra gli altri.
    Ma per fortuna, i premi e i titoli non parlano solo per te, anche se li hai in abbondanza. Ciò che parla meglio di te sei tu, la tua passione, la tua fame di superamento, la tua compagnia, perché sei l’ispirazione del calcio e dello sport per milioni e milioni di persone.
    Non hai paura delle sfide, esci dalla tua zona di comfort e continui a superarti e a mostrare al mondo com’è essere il numero 1. Ti amo».

    Giorgina Rodriguez

    • LETTERA DI STIMA

      “Insostituibile, ‘un se mi’a come gli altri. Ci sono i video ed i labiali di quando t’ho ‘acciato e sei scappato dallo stadio!
      Cinque palloni d’oro, 700 gol, un mucchio di ‘oppe e proprio ora che so venuto io ti sei ammosciato…
      Per fortuna i premi ed i titoli non parlano solo per te, ma se me ne fai vincere ‘ualcuno pure a mme un sarebbe male.
      Ció che finora parla meglio di te sono le punizioni sulla barriera, i dribblin sul vertice sinistro, i lisci davanti alla porta che hanno fatto bestemmiare milioni di persone.
      Non hai paura delle sfide, ri’ordo quando ci si tuffava insieme dalla barca in Grecia. Un fa il bischero, torna il numero 1. Ti stimo!”
      Tuo Maurizio

  15. ALLENARSI DI PIÙ A PTENDERE LA PORTA

    Giuro che non l’ho fatto apposta. Riesco a farmi perdonare inviandoti una maglietta firmata della Juve?”.
    Così il centrocampista bianconero Emre Can ha risposto alla giovane studentessa che domenica è stata colpita da una sua “sassata” proprio sul volto.

    La ragazza, Rossella Borneo, 27 anni, aveva raccontato la disavventura sui social.
    Domenica era sugli spalti dell’Allianz Stadium di Torino per assistere a Juve-Sassuolo quando, durante il riscaldamento, una pallonata calciata dal centrocampista la colpisce in faccia.
    Risultato? Occhiali rotti e un trauma contusivo allo zigomo, come nel referto dello Stadium.

    Ma lei, invece di dispiacersi, l’ha raccontata con tanto di foto, ironizzando su come tra pioggia e punteggio finale del match 2-2 non fosse stata proprio una bella giornata.

    E proprio sui social il calciatore le ha risposto.
    Le ha chiesto scusa e proposto una maglietta firmata.
    “Mandami un messaggio in privato e ci mettiamo d’accordo”, le ha scritto.
    Ora magari la giovane tifosa cambierà idea sulla giornata.

    Alcuni mesi fa un episodio simile con Cristiano Ronaldo.
    Anche in quel caso il calciatore contattò la tifosa per chiederle scusa.

    ⚽️🤔😎

  16. Ecco, dichiarazione di Paratici che ci ha letto: ” Ronaldo resta alla Juve”.

    Non credo che avesse mai sostenuto il contrario sei mesi prima, poi….meglio cosi’ se fosse vero!

  17. GIUSTA LA BATTAGLIA DELLA JUVENTUS

    L’avvocato e noto tifoso della Juventus, Maurizio Paniz, Presidente del Juventus Club Parlamento, intervistato in esclusiva da tuttojuve.com, ha anche commentato il caso Calciopoli, che ha visto l’ex direttore generale bianconero Luciano Moggi pagare il prezzo più alto, in una vicenda con diversi punti ancora oscuri.

    Le parole di Paniz sul rapporto tra Antonio Conte e la società bianconera:

    “L’uscita di Conte di qualche anno fa non è stata così soft e rispettosa per quello che è il mondo Juve, non ci dobbiamo dimenticare di quello che gli era stato dato dalla società.

    Non penso che, al di là di tante parole, ci possa essere una riapparizione di Conte in panchina, in virtù di quello che è successo in passato”.

    Sulla nota vicenda Calciopoli, che tiene banco ormai da ben oltre 12 anni e che non accenna a vedere una conclusione, Paniz ha commentato:

    “Conosco tutti i ricorsi, letti e anche riletti più volte.

    A mio parere è stato sbagliato assegnare quello scudetto all’inter.

    È irrispettoso di ciò che il processo ha fatto emergere, degli atti processuali che sono stati scientemente tenuti in disparte per un lungo periodo di tempo, e che sono riapparsi in occasione della prescrizione sportiva che era maturata.

    Condivido totalmente la battaglia che la Juve sta continuando a fare, mi auguro che prima o poi ci sarà il rispetto della lealtà con cui si è mossa sul campo e della slealtà di qualche inquirente.

    Adesso ci sarà il prossimo passaggio, ovvero la presentazione del ricorso al Tar contro la decisione del Consiglio, che si è già espresso ritenendo inammissibile il ricorso.

    Io ho fiducia che il Tribunale Amministrativo Regionale possa dire di ripartire daccapo perché alcune cose non erano assolutamente regolari.

    È il mio punto di vista, il diritto non è una scienza esatta.

    Oltre a questo c’è poi il Consiglio di Stato ed altri eventuali passaggi.

    Mi auguro che questa decisione venga rimossa, perché la decisione presa da Rossi era sbagliata“.

    #bonapennicaatutti

  18. Proprio così, Cinzia. Gioele ricordava un pallone d’oro dato a Sammer, io ne ricordo uno addirittura dato a Papin. Ed è da allora che lo considero un mongolino d’oro per fare un pó di festa.

  19. alessandro magno

    Grazie ragazzi per gli auguri sono 47 morto che parla vota antonio vota antonio vota antonio
    Italianiiii

  20. Alessandro Magno

    pallone d’oro premio pacchissimo che non serve a nulla ormaid a molti anni. premio supercorrotto da sponsor e quant’altro. i gicoatori non dovrebbero presentarsi nemmeno a partecipar a questa sceneggiata

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web