Quell’insensata voglia di tridente

Articolo di Alessandro Magno

Quell’insensata voglia di equilibrio diceva la canzone. Equilibrio sul tavolo del quale Allegri ha sacrificato molto fantomatico ” bel gioco” per far giocare Mandzukic e Sarri sta facendo altrettanto per far giocare Bernardeschi. I due sarebbero e sono gli equilibratori. Parliamoci chiaro del bel gioco fine a se stesso frega abbastanza poco a tutti anche ai così detti ”belgiochisti”. Il bel gioco ha senso quando serve ad arrivare al risultato. Il bel gioco ha senso quando facilita il conseguimento del risultato vittorioso. In questo senso la strada da percorrere è quella giusta.

Con il Leverkusen aldilà della partita semiamichevole si sono avute un paio di conferme. Una che Demiral è un giocatore da non vendere neanche sotto tortura perchè è pronto e l’altra che il tridente è tutt’altro che mera utopia. La partita con Dybala dentro, e Higuain e Ronaldo contemporaneamente ha avuto una svolta. Credo che anche questa sia una strada da intraprendere con coraggio. Dybala Ronaldo e Higuain sono certamente intercambiabili perchè l’ultimo è capace di venire fuori area a dialogare con gli altri e i primi due sanno all’occorrenza fare la prima punta, anche senza esser dei centravanti veri. Ronaldo poi in area sarebbe devastante ancora per molti anni perchè se l’età anagrafica non è dalla sua parte quella di pensiero dice che lui è ancora più brillante di molti difensori. Ancora può arrivare primo su molti palloni e non è un caso che gli ultimi due gol con Lazio e Leverkusen è entrato in porta con la palla. Fra l’altro questi gol stile calcetto sarebbero la quinta essenza del tiki taka tanto caro a Sarri.

Il Barcellona da molti anni gioca con tre punte ed è arrivata a schierare Neymar con Suarez e Messi ma in passato ha giocato sempre con tre punte. La prima Juve di Lippi giocò con tre punte: Vialli Ravanelli e Del Piero, quindi è davvero un peccato dover rinunciare a una freccia del nostro arco per questioni di equilibrio. Fra l’altro schierando le tre punte si può e si deve irrobustire il centrocampo schierando giocatori dinamici e di forza quindi a maggior ragione troverebbero collocazione Matuidi e Bentancur affianco di Pjanic. Visto che non abbiamo i centrocampisti tecnici inutile inventarli almeno finchè non saranno a pieno regime Ramsey e Rabiot.

Il tridente deresponsabilizzerebbe anche Bernardeschi che finirebbe di fare l’uomo della provvidenza che non è e potrebbe giocarsi un ruolo importante da alternativa come a suo tempo se lo giocava e bene Michele Padovano. Avremmo in questo ruolo di quarto incomodo anche Mario Mandzukic se solo lo accettasse ma è un ruolo per cui si può andare a prendere un giocatore di esperienza e produttività senza svenarsi più di tanto. Un Inglese un Pavoletti. Uno che fa la panchina senza tante storie e che quando entra vede la porta. Ripeto Michele Padovano era l’incarnazione perfetta di questo ruolo da quarto in un tridente e ci ha dato enormi soddisfazioni. Senza contare che, se Dio vuole, recuperiamo prima o dopo sempre un Douglas Costa che è già in rosa e che, a partita in corso, sarebbe sempre devastante.

Il tridente a questo punto non è solo un desiderio ma è una necessità. Certo si corre il rischio. La Juventus di Lippi non tutti gli anni portava a casa lo scudetto e a volte era protagonista di alcuni tonfi pesanti (nell’anno della Champions ricordo un 4-0 proprio subito a Roma con la Lazio), tuttavia quella Juve vinse molto anche in Europa e soprattutto era vincente e bella. In un epoca dove ancora non c’erano le contrapposizioni fra ”risultatisti” e ”belgiochisti” e se c’erano erano confinate nei bar.

  1. IL TRIDENTE – 97′ insieme, 5 gol. Con la media di 4,6 ogni 90′. 0 gol subiti.

    Le coppie: DYBALA-HIGUAIN – 431′ insieme, 2.7 gol di media a partita, 0.6 subiti. HIGUAIN-RONALDO – 988′ insieme, 1.7 gol di media, 0.7 subiti. DYBALA-RONALDO – 77′ insieme, 1.9 gol di media, 0.9 subiti.

    Quando si hanno dei dubbi niente più che i numeri possono darci una fotografia reale della realtà.

    Mi sembra che il tridente sia doveroso.
    Certo se penso al tridente mi viene da pensare che manchino 2 giocatori in questa rosa.

    Una punta, capace di prendere il posto del Pipita. Uno che sappia giocare in area ma anche fuori. Uno che allo stesso tempo però sia la riserva.

    Confesso che al momento non mi viene in mente nessuno….

    Un mediano mediano. Non un Matuidi, che corre molto ma spesso a vuoto.
    Servirebbe più un Davids od un Bonini.

    Saluti alla compagnia.

  2. STRASCICHI DI LAZIO-JUVE

    L’ ex arbitro di Serie A, Luca Marelli, ha commentato su Twitter la nuova polemica che si è diffusa sui social: Fabbri fermato per aver commesso errori contro la Juve.

    Questo il suo pensiero: “La stupidata del giorno: Fabbri fermo in Serie A per aver commesso errori contro la Juventus.
    Vi svelo un segreto: Orsato è fermo dopo aver diretto benissimo Spal-Brescia. Rocchi è fermo dopo un eccellente Lecce-Genoa. Gli arbitri sono 21 per 10 partite. E’ normalissima turnazione. Va bene dover riempire paginate intere di siti spazzatura ma se credete a queste idiozie… beh, fatevele un paio di domande…”.

    Quella diffusa sui social non è una “polemica”, caro Luca Marelli, ma una constatazione: Fabbri ha arbitrato in modo orrendo Lazio-Juventus.
    E perfino la dirigenza arbitrale se n’è accorta.
    La difesa corporativa in questo caso finisce solo di affossare un arbitro che ha dimostrato, molto semplicemente, di non essere all’altezza di dirigere una partita del genere.

    PS Lo stesso Luca Marelli, sul suo blog, il giorno dopo, aveva strigliato l’arbitro e la Var per una direzione di gara ampiamente insufficiente di Lazio-Juventus.
    Quando si dice la coerenza …

    • Oltre alla partita con la Lazio, Fabbri, è stato fermato anche dopo la partita contro il Milan…parlo sempre della Juve…quindi la storia del turnover cade come una pera matura.
      A Marelli gli era sfuggito.

  3. Sembra che bentancur e costa siano arruolabili per udine. Vedremo se servirà l’ingresso del secondo e a quando il suo prossimo infortunio.

  4. @Luigis

    Ciao ti rispondo qui.

    Parlo del trequartista per colpa di Sarri, perché lui insiste con il trequartista, a me personalmente non è mai piaciuto si giocasse con tale ruolo.
    Vista la situazione del momento e lui vuol continuare con quel modulo ho espresso la mia, e cioè, potrebbe spostare Pjanic una ventina di metri più avanti anche perché ha un bel piede per tirare in porta.
    Tutto qui…poi se si decidesse una buona volta a schierare tre davanti o uno dei tre, non certo Higuain o Ronaldo, sulla linea dei quattro sarei più contento.
    Se rientrasse Costa, Cuadrado lo metterei terzino, dall’altra parte insieme ad Alex Sandro, Dybala…in questo caso i due centrali di centrocampo devono avere gamba per tenere botta.
    Con il 4-3-3 devi per forza giocare con Matuidi…in questo momento.
    Ciao

  5. COSA VORRESTI DA BABBO NATALE

    Caro Babbo Natale, sono stato un buon tifoso, mi sono comportato bene…ho preso solo un po’ per il culo l’inter, ma sono loro a portarti a farlo…ho tifato per la Juve nonostante Sarri e quindi tifo ora anche per lui.

    Per regalo vorrei un diavoletto nero, Douglas Costa, lo vorrei sempre integro e che non esca più se non per riposarsi.
    A parte gli scherzi, Costa è tornato ad allenarsi con la squadra quindi è alle dipendenze di Sarri quasi già da subito.

    Lo scorso anno fuori quando stava facendo la e le differenze ogni volta che giocava, poi la scellerata domenica contro il Sassuolo e la sua voglia di espellere quella saliva con uno sputo prendendo di mira Di Francesco figlio…poi i malanni post infortunio in Champions con il Valencia e che tali infortuni sono sulla sua tabella di marcia anche quest’anno sarriano.

    Inserirlo piano piano per farlo riprendere senza eventuali ricadute ? Lo suggerisco così giusto per dire la mia…se non dà fastidio a qualcuno.

    Buongiorno

  6. Mauro the Original

    Il ritorno di Costa è fondamentale per la squadra.

    Da inizio anno sono mancati 3 giocatori chiave che avrebbero potuto dare un contributo determinante alla squadra.

    Togliere giocatori come Costa Chiellini e Ramsey vuol dire dimezzare le potenzialità della squadra.

    Sicuramente senza di loro abbiamo perso almeno 4 punti in campionato.

    Urge il loro pieno recupero per gli ottavi di Champions. Senza la vedo dura poter arrivare in finale.

    • Mauro
      Ramsey e’ piu’ di un anno che cerchiamo di recuperarlo.
      Credo che il suo problema sia irreversibile.
      Purtroppo.

  7. Partita a rischio quella di Napoli…illuminazione.
    🤔⚽️🌨📸

  8. LA CONFERENZA STAMPA DI SARRI

    -Come spiega le difficoltà della Juve nelle partite dopo la Champions?-

    Dobbiamo migliorare da questo punto di vista. Le partite di Champions portano via energie dal punto di vista mentale e nervoso ma bisogna fare un passo in avanti da questo punto di vista.

    -La Juve a trazione anteriore piace: possibilità di vedere una Juve ancora più aggressiva?-

    “Aggressiva” non ha niente a che vedere con “offensiva”: offensiva è la mentalità, che non è certo mettere un attaccante in più o in meno. Pensate che per me il modulo più difensivo del mondo è il 3-4-3. Per il tridente ci devono essere i giusti presupposti e determinate condizioni, dovremo essere bravi noi a capirlo.

    -Douglas Costa e Bentancur: come stanno?-

    Stanno bene, ieri si sono mossi bene entrambi. Ma il primo è stato fermo 20 giorni, mentre Rodrigo è stato fermo 3. Perciò ho una riserva sulle condizioni di Douglas. Il futuro di Bentancur? L’ho detto più volte, diventerà un top. Ha qualità assolutamente sopra alla norma e sta crescendo. Se ha un’evoluzione normale diventerà un top.

    -Come sta Ramsey?-

    Il recupero procede bene, oggi farà una parte dell’allenamento con il gruppo e una personalizzata.

    -Gestione del turnover: come sono le condizioni di Ronaldo e può entrare in una logica di turnover?-

    E’ cresciuto molto come condizione fisica. Il recupero in questo momento è molto più rapido rispetto a tempo fa; la sensazione su di lui è di grande crescita.

    -Emre Can e Rabiot: entrambi hanno problemi a inserirsi nella squadra. Come li sta gestendo? Deluso da Rabiot in Champions?-

    No, deluso no. Rabiot ha avuto problemi normali a inserirsi nel nostro calcio. Ha bisogno di tempo, quando stava crescendo ha avuto un infortunio. Ha anche una struttura fisica notevole, perciò in questo momento gli manca un po’ di brillantezza. Ha qualità, ma è un introverso, impiegherà un po’ di tempo.
    Emre ha vissuto una delusione forte e ha fatto fatica ad andare oltre. Domani uno tra lui e Rabiot partirà titolare e sicuramente ci sarà spazio per entrambi nel corso della partita.

    -Punto sulla Champions delle italiane. Ha un’idea sul sorteggio?-

    Contento per il calcio italiano, 3 squadre agli ottavi possono essere un segnale di risveglio del nostro movimento. Il sorteggio mi interesserà da domani sera, in questo momento testa solo al campionato. Se sono il primo a parlare di Champions non do un gran segnale ai miei giocatori.

    -Differenze tra Juve di Champions e di campionato: perché?-

    Vero in parte, ma non credo che se una squadrasi chude quella forte della andare in difficoltà. Se bastasse chiudersi i grandi cicli non sarebbero mai esistiti…

    -Un giudizio sull’Udinese-

    E’ una squadra pericolosa, che sa chiudersi bene e fare densità. Ha attaccanti che lavorano bene e sanno essere pericolosi in diverse circostanze.

    In conferenza stampa Sarri parla, anche, del tridente (“Ci devono essere le condizioni”) e fa il punto sugli infortunati.

    Ha parlato anche sulle differenze tra Europa e Italia… “Per essere competitivi in Europa bisogna essere vincenti in Italia”.

    ‘O sapete che ve dico ? “A me, me piace” come la reclame der caffè.
    A parte gli scherzi, Sarri tiene bene i piedi per terra, molto saldi direi.

    Buon pomeriggio

  9. …E LA CONFERENZA CHE SALTA

    Saltata la conferenza stampa di Antonio Conte.

    L’inter si scaglia ancora contro il Corriere dello Sport dopo la polemica dei giorni scorsi per il titolo “Black Friday”.
    Oggi il club nerazzurro ha annullato la conferenza stampa di Antonio Conte alla vigilia della sfida con la Fiorentina a seguito di una lettera pubblicata ieri dalla testata diretta da Ivan Zazzaroni che avrebbe offeso il tecnico nerazzurro.

    Ecco la lettera pubblicata dal Corsport e “indirizzata” all’editorialista Italo Cucci: “Salve signor Italo, godo (si può dire?) nel vedere la grande inter surclassata dal Barcellona B che ha fatto vedere come si gioca a pallone a quell’esaurito del suo allenatore.
    Poi sentire i due telecronisti che continuavano a rimarcare le assenze di Barella e Sensi! Va bene che per salvare la pagnotta (stipendio) si può dire di tutto, però un po’ di onestà non guasterebbe! Giocavano contro il Barcellona B! Dimenticavo, non sono tifoso della Juve né di altre squadre di prima fascia, ma tifoso del Bologna, però contesto questa beatificazione di Conte che nella sua carriera, nonostante le vittorie, non ha mai fatto vedere un bel gioco. Tra l’altro si è lamentato della campagna acquisti ma mi sembra che l’inter abbia speso oltre 150 milioni (vedi Lukaku, Sensi, Barella, Lazaro, Sanchez, Godin etc.) praticamente più di ogni altra squadra italiana.
    Ma poi se non batti lo Slavia e perdi con il Borussia Dortmund che pretendi?”.

    Mah ! A certi li pubblicano pure sui giornali invece a me mi danno addosso sul blog.. 😜☕🤘

    • Ahahahahaha, che livello! Tra Inter e CDS non so chi sia peggio… La Juve avrebbe dovuto fare silenzio per anni con tutto quello che gli scrivevano ad Allegri e pure allo stesso Conte😅
      Grazie per il post, me lo sono goduto col caffè 😉

      • andrea (the original)

        Diciamo che la Società nel sopportare e supportare i ripetuti deliri di Conte (sempre coincidenti con un passo falso alla faccia della mentalità vincente che non dimostri quando vinci ma quando perdi), gli sta dando un grado di fiducia cieca, totale.
        E si assume un rischio perché con uno così puoi solo sperare che si vinca lo scudetto altrimenti sarebbero macerie, perché Conte non è uno che ha riconoscenza, solo pretese.

    • Annullare la conferenza stampa pre Fiorentina per una lettera del genere, fa capire il grado schizofrenia della dirigenza interista.
      O forse dell’intero calcio italiano, provinciale e permaloso.
      E mi fermo qui.

      La lettera non è elegante, ma i modi di Conte in campo, con quel gesticolare irrefrenabile, appaiono abbastanza parossistici per un professionista.
      Alla Juve mi sembra di ricordare fosse più tranquillo🤔.

      • Forse te lo ricordi più tranquillo quando l’hanno messo sottovuoto nella scatola di vetro😂

      • Ahahahah
        Ma no, dai, a parte gli scherzi, all’Inter mi pare senz’altro più stressato …
        E comunque mi pare che anche lui abbia detto, di recente, che per il carattere che si ritrova non crede di restare a lungo a fare l’allenatore.

        • andrea (the original)

          È uguale Luigi, gli juventini in passato non lo volevano vedere ma era identico a oggi e così come oggi, anche la Juve per un periodo ha concesso fiducia cieca e totale a una mina vagante come Conte, rischiando di uscirne con le ossa rotte.

  10. La lettera di insulto a Conte del tifoso del Bologna(?) pubblicata sul CDS e l’aggiunta dell’editorialista sono pubblicazioni giornalistiche quantomeno inopportune, ma la risposta dell’inter che ha preso le parti del proprio allenatore e ha deciso di annullare la rassegna “per dare un segnale a tutti i media che devono garantire il rispetto delle persone” è un’inaccettabile intimidazione alla libertà di stampa.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web