Sesso Juve e Rock n’Roll s3 e23

questa sera proveremo a parlare di calcio e anche un poco di altro  con Antonio Corsa Michele Fusco Benny Nico Francesco Musina Arco Lubrano conduce Ben

 

  1. La mamma di Pep Guardiola è morta all’età di 82 anni a causa del Coronavirus. L’annuncio è arrivato poco fa sui canali ufficiali del Manchester City, la squadra allenata attualmente dall’allenatore spagnolo. La signora Dolors Sala Carrió si trovava nella città di Manresa, in Catalogna.

  2. MONTALBANO, ARRESTA TU FRATELLO

    La gloriosa storia del Forlanini di Roma: il più grande ospedale al mondo dedicato esclusivamente alle malattie polmonari https://www.lastampa.it/salute/2020/04/06/news/la-gloriosa-storia-del-forlanini-di-roma-il-piu-grande-ospedale-al-mondo-dedicato-esclusivamente-alle-malattie-polmonari-1.38631054

    #iostosempreacasa

  3. MARCO LA VUOLE RIGIOCARE
    da Juventibus

    “Vi ho fatto vincere uno scudetto,
    vi ho fatto vincere uno scudetto”
    Marco Materazzi, ieri.
    Materazzi sul prato dell’Olimpico che, a cinque minuti dalla fine, piagnucola ricordando ai laziali che LUI due anni prima ha fatto il suo dovere giocandosela da professionista mentre ora che lo fanno loro diventa una colpa.
    Fantastico.
    D’altronde, non potendo recriminare per l’arbitraggio con qualcuno bisognava pur prendersela.

    “Rigiocherei la partita del 5 Maggio”

    Marco Materazzi, oggi.
    Un interista che non accetta il verdetto del campo? Non proprio un inedito.
    Quelle della Champions 2010 invece vanno bene? Ottavi e semifinali con Chelsea e Barcellona non le rigiochiamo?

    Certo, l’idea stuzzica.
    Una giornata del genere andrebbe senz’altro rivissuta.
    In piazza Castello quel giorno faceva caldo e c’erano migliaia di persone. Bellissimo.
    Sì, andrebbe rifatta una festa così.

    Ovviamente però bisogna fare le cose per benino.

    Intanto la rigiocherei solo a patto che in difesa ci sia ancora Materazzi.
    In panchina Sorondo, non vorrei mai marcasse meglio.
    A Gresko bisogna spiegare prima che i suoi compagni sono i nerazzurri perchè mi sa che ancora oggi non lo ha capito.
    A Peruzzi invece bisogna ridare gli stessi guanti, quelli con la sciolina, utilizzati sul corner del (forse) uruguagio Recoba per l’uno a zero nerazzurro.

    Poi #rigiochiamolaconSensi.
    Ah no, questa è un’altra. A rigiocare questa ci pensiamo la prossima volta.

    Andrebbe fatto anche un bel “funerale del calcio” il giorno prima, come successe a Roma nel 2000.
    Fatto bene, con i tifosi della Lazio gemellati non ci dovrebbero essere problemi.
    Loro sanno come si fa. Quello aiuta sempre.
    E poi tutti a tifare inter assieme all’Olimpico.
    Ronaldo (Luis Nazario da Lima, così non vi sbagliate) invece andrebbe convinto.
    L’avete già fatto piangere una volta, non accanitevi.

    Certo, se poi tutto dovesse finire allo stesso modo non ci sarebbero più scuse.
    Anzi, se Cesar invece di prendere il palo dovesse segnare, magari stavolta finirebbe perfino 5-2.
    Ancora meglio.

    E a saperlo prima la maglietta “Rivolete anche questo?” la facciamo noi.

    Però questa volta, caro Matrix, ai giocatori avversari bisogna ricordarlo PRIMA della partita che li avevi aiutati a vincere lo scudetto, non al novantesimo.
    Già me lo vedo nel sottopassaggio Materazzi dialogare con Simeone e compagni nel prepartita.
    “Oh, io vi ho fatto vincere uno scudetto”
    “E tu chi sei? Collina?”

    #iostosempreacasa

  4. michelleroi

    @Ben

    Stando a quanto si legge su quasi tutti i media che hanno riportato la notizia, la “minaccia” di cui parli nel topic precedente era contenuta in una lettera sottoscritta da Ceferin, Agnelli e Olson.

    Così riporta (tra gli altri) la Gazzetta:
    “Una lunga lettera a firma Aleksander Ceferin (presidente della Uefa), Andrea Agnelli (presidente dell’Eca, oltre che della Juventus) e Lars-Christer Olsson (European League) e diretta a tutte le Federazioni, a tutte le leghe e a tutti i club d’Europa: “Qualunque decisione di sospendere i campionati nazionali in questo momento sarebbe prematura e non giustificata”, il corpo del testo, proprio nel giorno in cui in Belgio annunciano di poter chiudere qui il campionato e incoronare il Bruges campione nazionale. Ma attenzione, perché Uefa ed Eca avvisano federazioni, leghe e club che “un eventuale titolo assegnato senza completare il campionato nella sua interezza potrebbe pregiudicare la partecipazione alle coppe delle squadre classificate nella stagione successiva”.”

    E’ evidente che la firma in calce di Agnelli certifica una volontà comune, rispetto alla quale il Presidente bianconero non può sottrarsi.

    • Alessandro Magno

      Non ho letto la lettera quindi non posso esprimermi sul contenuto so che la minaccia è venuta fuori a mezzo stampa, la minaccia è pessima se l’ha sottoscritta Agnelli è un errore grave, nè ceferin nè agnelli possono permettersi di sapere com’è la situazione sanitaria in Belgio fra l’altro certe decisioni spettano ai governi qui in Italia delaurentis e lotito volevano riprendere gli allenamenti è conte li ha stoppati con un decreto per cui vietava ogni attività sportiva fino al 30 aprile per cui se in belgio il governo belga decide di fermare lo sport davvero le minacce di ceferin fanno pena.

  5. QUEL GIORNO A PERUGIA 7-04-02

    La Juve aveva bisogno di sostegno, veniva da un pari 1-1 a Torino con la Lazio (Lopez, Trezeguet) e la giornata prima una sconfitta a Parma 1-0 (Lamouchi )…Perugia era una tappa da non perdere per me, vista la vicinanza da Terracina, e non potevo far mancare il mio sostegno alla squadra per vincere il 26° Titolo Italiano…la Roma incalzava, infatti arrivò ad un solo punto di distacco 71 noi e 70 loro e vicinissima anche l’inter a 69 punti.

    La partita finì con un perentorio 4-0 per noi ( Trezeguet, ADP10, Zenoni, ADP10).

    Quell’anno prevalse il 4-4-2 Lippiano con i 4 di mediana, forse, senza eguali: Zambrotta, Tacchinardi, Davids, Nedved !

    #iostosempreacasa

  6. Alessandro Magno

    recuperate la puntata di sesso juve e rock n roll che c’è da scompisciarsi dal ridere

    • È molto carino che continuiate a farle, va bene farsi due risate e cazzeggiare un po’. Bravi.
      È vero, è stata divertente, come anche l’anteriore 👏🏻 😉

  7. NON RIAPRITE QUELLA SERRANDA

    #finiràtuttobene…
    Finita la pandemia si ritorna al vecchio lavoro…anche quelli con le partite IVA ma non tutti…mi riferisco a quelli con le serrande.

    Tranquilli c’è sempre quel “benefattore” del nostro Stato che ha dato ordine alle banche di dare soldi a chi li chiede e anche subito.

    …Azz…e poi ?
    Metti conto che un ristoratore (faccio un esempio) sta già pagandone mutuo se ne accolla un altro ?
    Non credo. Quindi quella serranda continuerà a rimanere chiusa.
    A quel ristoratore gli converrà di più prendere il reddito di cittadinanza …

    #iostosempreacasa

  8. ANCHE I FUORITEMA…OGNI TANTO
    (per memoria)

    Luciano Moggi, in seguito a quanto apparso sul nostro sito (tuttojuve) nei giorni scorsi, ci ha mandato alcune righe che raccontano e precisano nuovamente quanto successo su Calciopoli.

    “Relativamente alla partita Fiorentina-Milan del 30 aprile 2005, Moggi ha sempre detto che i diffidati erano Nesta, Seedorf e Rui Costa e non Kakà.

    De Santis non è mai stato vicino alla Juve perchè, se cosi fosse stato,il dirigente addetto agli arbitri del Milan, Leonardo Meani, sarebbe stato alquanto ingenuo a chiamare un possibile nemico chiedendogli addirittura una cosa che prevede l’illecito.

    Questo il testo della sua telefonata (vietata) a De Santis il giorno prima della partita 29/4/2005, ore 1459 progr.12370:

    ‘Ti telefono per dirti che abbiamo tre giocatori diffidati, Rui Costa ,Nesta e Seedorf, non li ammonire perchè domenica prossima giochiamo a Milano contro la Juve’.

    De Santis non solo non denuncia la telefonata all’ufficio inchieste, addirittura non concede un rigore a favore della Fiorentina per fallo di Pancaro su Pazzini e il giorno dopo la gara, il 1 maggio 2005, è De Santis stesso a telefonare a Meani, progr.8190: ‘Hai visto sono stato capace di far fare il silenzio stampa alla Juve, non c’era mai riuscito nessuno nella storia del Calcio’.

    La risposta di Meani: ‘Sei un amico, lo dirò al capo’.

    Giova ricordare che De Santis nel camp.2004/5 arbitrò la Juve 4 volte, Palermo-Juve 1-0 , perde la Juve e De Santis non concede un rigore (Moviole del tempo) dando invece punizione da limite. Parma-Juve 2- 2, non concede un rigore alla Juve (Moviole del tempo) che poteva vincere la gara.

    Juve-inter 0-1 non solo non fa niente a favore ma addirittura fa squalificare Ibrahimovic per tre turni.
    In Juve-inter di Supercoppa annulla un gol valido di Trezeguet per fuorigioco inesistente e l’inter vince per 1-0.
    E addirittura nel campionato 2000/01, vinto dalla Roma, quindi in tempi non sospetti, fa perdere lo scudetto alla Juve, non annullando due gol dell’Atalanta in netto fuorigioco (moviole del tempo), la Juve perde 2-1 e addio scudetto.
    Se questo è un sodale meglio avere tanti nemici.

    Per quanto riguarda invece la partita Juve-Milan 0-0 del 19 dic.2004, arbitro Bertini si muove con congruo anticipo il designatore Bergamo, per la precisione il 9 dic.2004 , telefona a Meani: ”Senti Galliani e fatemi sapere se vanno bene gli arbitri che vorrei mettere in griglia per Juve-Milan del 19 dic: Collina, Paparesta , Trefoloni , De Santis’.

    Lo richiama Meani: ”Ho parlato con il Capo, ha detto di togliere De Santis e magari inserire Bertini’. Quindi Bertini era stata la scelta del Milan, e non possono quindi lamentarsi del suo comportamento addossando tra l’altro le colpe alla Juventus, anche perché l’arbitro toscano aveva nell’anno arbitrato 5 volte il Milan che aveva vinto 4 volte e un pareggio.

    Mentre aveva arbitrato 3 partite della Juve che ha vinto una sola volta e due pareggi.

    Il tutto per amor di verità che i tifosi conoscono.

    #iostosempreacasa

  9. Sinceramente Ceferin puo’ fare e dire quello che vuole.
    La cosa logica sarebbe annullare questo campionato e piantarla li.alle coppe serve una classifica? Ce l’hanno e poi chissenefrega bisogna vedere se rimarra’ qualcuno per disputarle.,come facciamo a preoccuparci di queste cose col casino nero che stiamo passando. Ci sono interessi grossi? Anche le aziende possono cappottare.
    Il calcio non avrebbe ragione di essere in un mondo devastato dal virus e con milioni di morti.
    Si chiude.stop.fine.
    Ci sono serie possibilita’ che dopo una pausa estiva con un miglioramento,ad ottobre si riparta con una feroce recrudescenza. Senza vaccino non facciamo nulla. Ho una conoscente medico a Milano. Si stanno attrezzando per l’autunno contro il covid.
    Ceferin vada a farsi fottere,non ha capito che ci troviamo di fronte all’apocalisse medico sanitaria, il calcio deve aspettare,solo parlarne mi indigna.

  10. mondo
    Covid-19 – Situazione nel mondo

    Il 31 dicembre 2019 la Commissione Sanitaria Municipale di Wuhan (Cina) ha segnalato all’Organizzazione Mondiale della Sanità un cluster di casi di polmonite ad eziologia ignota nella città di Wuhan, nella provincia cinese di Hubei. Il 9 gennaio 2020, il CDC cinese ha riferito che è stato identificato un nuovo coronavirus (SARS-CoV-2) come agente causale della malattia respiratoria poi denominata Covid-19. La Cina ha reso immediatamente pubblica la sequenza genomica che ha permesso la realizzazione di un test diagnostico in modo tempestivo.

    Situazione internazionale

    (Ultimi dati OMS. Fonte: Health Emergency Dashboard, 8 Aprile, ore 02.00)

    Globale

    1.282.931 casi confermati nel mondo dall’inizio dell’epidemia
    72.776 morti
    208 Paesi o regioni
    Cina

    83.071 casi confermati clinicamente e in laboratorio
    3.340 morti
    Europa

    (Ultimi dati OMS, inclusa Italia, fonte Dashboard Who European Region, 7 Aprile, ore 10)

    687.236 casi confermati
    52.824 morti
    Primi cinque Paesi per trasmissione locale in Europa

    Italia 135.586 casi, 17.127 morti *
    Spagna 135.032 casi, 13.055 morti
    Germania 99.225 casi, 1.607 morti
    Francia 74.488 casi, 8.896 morti
    Svizzera 21.574 casi, 715 morti
    (Regno Unito 51.608 casi, 5.373 morti)
          *Fonte: Dipartimento Protezione Civile

    America

    (Ultimi dati OMS. Fonte: Health Emergency Dashboard, 8 Aprile, ore 02.00)

    Stati Uniti 333.811 casi, 9.559 morti
    Canada 15.806 casi, 293 morti
    Messico 2.143 casi, 94 morti.

    Mi viene in mente il calcio…
    La Juve e’ una componente importante della mia vita.
    Ora ci sono delle priorita’ drastiche nelle quali lo sport non puo’ entrare.
    Non ho la testa per pensarci. Gli affetti,il lavoro,i legami e la loro vita sono in pericolo.
    Scusate,potevo anche non postare,direte. Vero, ma siete anche amici,e volevo comunicare come la penso e porre attenzione su problemi enormi che abbiamo e riceveremo.
    Riguardatevi, fate attenzione.

    • Ps
      Quando e se tutto questo schifo finira’ vorrei che ci incontrassimo ancora una volta tutti, noi del blog, per abbracciarci ancora piu’ forte,in senso affettivo e liberatorio.

    • Tranfaglia hai tutta la mia comprensione, ma dobbiamo pur ripartire e il calcio è una componente ludica che sfama tantissime persone direttamente e indirettamente. Allora io dico che come si dovrà tornare a lavorare, tra l’altro io non ho mai smesso, con tutte le precauzioni del caso è giusto che si torni anche a giocare.
      Anche perché dal poco che ho capito qui la questione sarà decisamente lunga, il vaccino non sarà disponibile prima del 2021, chi è immunizzato non sa per quanto lo sarà per un mese o per tutta la vita. Quindi la normalità è lungi da venire con l’aggravante di ridurre la nostra vita in casa-lavoro.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia