Derby del cuore … a Torino, tutti uniti per la SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica)

Derby del cuore … a Torino, tutti uniti per la SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica)

Ci siamo divertiti ad assistere a questo derby del cuore, Juventus e Torino da un po di anni a questa parte si incontrano per beneficenza, solitamente per aiutare i bambini, in questo caso sono scese in campo per sostenere  la ricerca su questa terribile malattia dall’esito infausto e diagnosi definitiva.

E’ stato bello per me Torinese vedere anche solo in televisione questo spettacolo, Il momento per le due squadre non è buono, lo sanno tutti. Le società calcistiche che rappresentano la nostra città, in questo momento vivono prigioniere all’interno di un annoso oblio calcistico senza vedere una luce.

Eppure quel mercoledì …. questa storia sembrava un po’ dimenticata. Il primo tempo divertente… entusiasmante vedere questi sessantenni con la voglia di fare,  ma anche di ridere e stare insieme ricordando i bei tempi, per non parlare dell’altra metà della partita, tutta Juventina. Zidane e Nedved insieme per la prima volta e non come avversari …ci hanno fatto sognare e commuovere al tempo stesso, vivendo tanta nostalgia.

Ma durante questa occasione di gioia non ci siamo fatti mancare niente, a fine partita la rissa tra tifosi con conseguenti denunce …beh mi chiedo …era il caso? Ne valeva la pena? Dobbiamo proprio sempre farci notare? Voi direte che è normale, beh non lo è. Forse essere tifosi e basta è complicato? Dobbiamo esprimere violenza e odio per l’altro anche durante una partita di beneficenza? Non so, già è discutibile durante il campionato. Era il caso di distinguersi in questo modo? Con metà delle squadre in campo fatte per lo più di persone anziane? Con bambini sugli spalti venuti per applaudire Campioni che non avevano mai visto se non nel racconto dei propri genitori.

A quanto pare la risposta non c’è, ed una festa così bella è stata rovinata da gesti di violenza gratuita che non porta ad alcun risultato logico, se non di allontanare la gente da questo splendido sport.

Peccato.

 

  1. Io ero allo stadio. non vi dico dove perchè mi ammazzereste(ho dovuto accontentarmi), ma non mi vergogno perchè in fondo era un derby di beneficienza e di fronte alla malattia non esiste colore di maglia. Peccato che alcuni cretini non l’hanno capito e questo mi ha molto delusa. Fischi e parolacce durante l’inno nazionale. Fischi e parolacce solo perchè Delpiero, senza guardare che, se non c’era quell’uomo in carrozzina, il derby a Torino non si sarebbe visto manco con il binocolo… insulti pesanti a gente che neanche può ribattere perchè morta allo stadio mentre andava a vedere una partita(juventus liverpool). Una delusione pazzesca! Non penso che gli ultrà bianconeri, per quanto anti granata nel sangue, abbiano mancato di rispetto all’Italia, ai malati e alla gente più vecchia di loro! Perlomeno spero proprio, nel mio cuore bianconero anche se poco tifoso di calcio, che loro si siano comportati meglio. Comunque è stata una bella partita piena di ricordi di ragazzina…
    ciao a tutti
    Germana

  2. Alessandro Magno

    che i granata fossero degli emeriti cretini lo sapevamo purtroppo devo registrare che i nostri ultras han trovato il tempo e il modo di ”chiarirsi” per lotte intestine alla curva , in questa giornata di festa. francamente se lo potevano risparmiare.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web