Quasi una pietra tombale sullo scudetto.

Articolo di Alessandro Magno

Con la vittoria a Pescara non difficile ma nemmeno scontata, e il relativo passo falso in casa delle Roma contro l’Atalanta, si è avvicinato tantissimo il sesto scudetto consecutivo. In questo momento, con la Roma a 8 punti e mancando 6 partite al termine, alla Juve potrebbero bastare 11 punti se la Roma le vincesse tutte. Addirittura 8 se la Juventus a Roma pareggiasse, finanche 7 se la Juventus passasse a Roma. Ultima ma non ultima, allungando di 2 punti un margine che era già di 6 sulla seconda, a 6 giornate dalla fine, vengono minate in maniera considerevole le ambizioni e la fiducia romaniste. D’altronde se la Juventus non demorde nemmeno dopo aver sprecato grandissime energie psicofisiche in una quarto di Champions contro il Barcellona sfido chiunque secondo a rimanere ottimista. Con il Pescara poteva sembrare facile e in realtà in parte lo è diventata giocandola, ma il calcio ci dice che mai nessuna partita è vinta in partenza e la storia è piena di scudetti persi contro ultime in classifica a volte anche già retrocesse, vedasi Roma – Lecce oppure Milan -Verona o Perugia – Juventus.

La partita è sta ben giocata dalla Juventus soprattutto nel primo tempo dove dopo una partenza un poco titubante ha preso le redini della situazione ed è passata in doppio vantaggio senza consentire al Pescara nulla. Il tutto attuando un massiccio turnover con 6 giocatori nuovi rispetto alla partita di Champions, diventati poi nel secondo tempo 7 , con l’entrata di Rincon al posto di Pjanic. Il match poteva esser morto e sepolto se l’arbitro non avesse tenuto in campo in modo artificioso sia Coulibaly che soprattutto Muntari autore di almeno 4 falli da giallo di cui almeno uno da rosso diretto, infatti lo stesso Zeman lo sostituirà dopo che per l’ennesima volta l’arbitro lo ha graziato. Lo stesso arbitro Di Bello nega un vistosissimo rigore con annesso fallo da ultimo uomo su Sturaro, insomma una prova dell’arbitro veramente sconcia. Sarebbe bastato forse ridurre in 10 il Pescara come meritavano e dare quel rigore che la partita sarebbe stata conclusa. Purtroppo questo atteggiamento intimidatorio avvallato dall’arbitro ci ha regalato l’infortunio di Dybala che pero’ pare, almeno così si dice, non sia nulla di grave.

Lo scudetto ora è quasi vinto anche se non è matematico. Bisognerà intanto vincere Domenica prossima in casa contro il Genoa per minare ulteriormente le speranze della Roma e ridurre ancora quei punti che mancano alla vittoria finale. Poi ci sarà un trittico dove probabilmente si deciderà lo scudetto noi avremo Atalanta e Roma in trasferta e il Torino in casa, la Roma avrà la Lazio il Milan a Milano e noi. Probabilmente dopo queste tre si sarà deciso il Campionato. So benissimo da me che tutti noi bruceremmo volentieri sull’altare della Champions, sia lo scudetto che la Coppa Italia, tuttavia bisogna esser ragionevoli e non c’è alcuna certezza che perdendo scudetto e Coppa nazionale poi si vinca la Champions; di conseguenza ora bisogna esser forti e coraggiosi e bisogna provare a vincere tutto. Saranno giorni per cuori forti. Forza Juventus facciamoci coraggio.

  1. Iuliana Giulia Bodnari

    IO sono contenta per Mister Allegri , una grande soddisfazione dopo tante critiche . Non pensavo che sarebbe restato alla Juve , convinta che avrebbe cambiato aria ed invece a firmato . Vuol dir che ci crede nel progetto JUve . Grazie a lui siamo anche noi un pò più allegri .

  2. yazidi free

    Alessandro te lo dico sinceramente.Quando è stato effettuato il sorteggio con il Barcellona ho pensato che saremmo andati fuori ma la soddisfazione di batterla a Torino me la volevo togliere anche con un gol di scarto.La partita ci ha regalato una sorpresona.Non capita tutti i giorni di incontrare il Barcellona e men che meno batterla con 3gol di scarto senza subirne.Capisco che hanno il potenziale per la remuntada però se vogliamo veramente vincere la coppa non possiamo lasciarci sfuggire l’occasione.Dobbiamo buttarli fuori e poi prendere la coppa per le sue grandi orecchie.Se non la vinciamo quest’anno non so se la vinceremo mai.Sulla mancata espulsione di ieri mettiamola così.L’arbitro ci ha avvantaggio visto che quest’anno ogni volta che siamo rimasti in superiorità numerica abbiamo sofferto?.

  3. Adesso viene il bello, in cui bisogna inserire il “il turbo” ed occuparsi di risolvere un problema alla volta. Allegri con il tempo la quadra in questa squadra l’ ha trovata, e considerando che tutta l’Italia godrebbe nel vederci fallire, dobbiamo sperare che nessuno si faccia male seriamemte. L’organico e’ ridotto e se ogni settimana “cade una “foglia” diventa difficile.
    La partita con il Pescara era praticamemte vinta sulla carta, perche’ il divario tecnico non si discute, e i nostri potevano vincerla nemmeno con i titolari, le concessioni arbitrali pero’ la stavano trasformando in un dramma.
    Temo, e non voglio essere pessimista, che da ora in avanti sara’ sempre peggio, e per noi l’arbitro sara’ uno che fischia esclusivamente contro.
    E non vorrei pesasse troppo psicologicamente sui ragazzi.

  4. Luna nessuna partita è scontata, ricordo la sconfitta col Parma per 1-0 che era, come il Pescara, ultimo in classifica.
    È capitato invece che dopo sabato ci siamo ulteriormente avvicinati al tricolore perché, di questi tempi, a quanto sembra chi soffre è la Roma e solo il nostro timore rende grigio ciò che invece in realtà appare luminoso. Dopo la squillante vittoria sul Barcellona abbiamo anche portato ad 8 punti il vantaggio sulla seconda ed a quanto sembra anche la caviglia di Dybala sta guarendo. Prendiamo le cose per quello che sono e la remuntada, questa volta, se la vedranno a binocolo invertito. La ns squadra giocherà per segnare e con la forza che sa sprigionare la davanti ci riuscirà senz’altro. Questo dobbiamo credere e non altro, siamo la Juve una squadra che anche in Europa ha la difesa meno battuta ed anche la prima in consolidamento nel Ranking UEFA del 2016/17. Questi numeri devono contare per allontanare quei timori che ci attanagliano. Le brutte storie di questa coppa ci stanno abbandonando ed i segnali si sono mostrati. Forza Juve Fino alla Fine.

  5. IL PELATO COLPISCE ANCORA

    Barcellona-Juve è Kuipers, l’incubo di Allegri.

    E’ l’olandese Bjorn Kuipers, l’arbitro designato per Barcellona-Juventus.

    L’arbitro olandese tabù per Allegri.
    Non avrà fatto gli scongiuri ma quasi… Kuipers non è un arbitro fortunato per l’allenatore della Juventus che, ai tempi dell’esperienza milanista, ingoiò un boccone amaro proprio contro il Barcellona.
    Nell’edizione 2011/2012 della Champions i rossoneri vennero sconfitti 3-1 al Camp Nou e furono eliminati.

    A pesare sull’esito dell’incontro furono 2 calci di rigori concessi ai blaugrana per fallo di Antonini su Messi e una trattenuta di Nesta su Busquets che sollevò polemiche.

    Intanto, Collina, visto che la Juve non ha mai vinto con questo arbitro olandese ( 4 volte, l’ultima volta proprio in questa Champions), avrà pensato, intanto non vince…hai visto mai che oltre a perdere…

    Forza Juve !

    • Grazie Mister per averci reso tutti Allegri. Ora andiamo a comandare.
      Barone questa è la risposta dei tifosi che hanno accolto Allegri a Vinovo.
      Il clima è quello giusto basta pensare al peggio. C’è sempre una nuova alba.

  6. Nessun arbitro in Europa ci ha favorito.

  7. Ok Luna ma non aggrappiamoci ai soliti alibi di chi non riesce a vincere per colpa di chi è lì solo per giudicare e punire i falli di gioco. Se dimostri di essere più forte solo i “Moreno” ti possono fermare. Lo scorso anno contro il Bayern non fummo particolarmente fortunati in determinate situazioni, ma siamo usciti fuori perchè siamo stati meno determinati della squadra tedesca e perchè abbiamo meritato di meno. Lasciamo che siano gli altri a lamentarsi sempre, noi non abbiamo lo stesso tipo di dna. La tifoseria Juventina assomiglia molto a quella americana dell’NBA ad esempio dove si vince e si perde e dove inizia tutto il giorno dopo. Una pera, come dice un amico, in una cesta di mele.

    • Antonio

      Scusami ma non sono d’accordo.
      Quest’arbitro dopo che la squadra di Allegri aveva vinto a Milano ha dato nella partita di ritorno due calci di rigori in favore del Barça…dicono che il secondo, fischiato su Nesta, non c’era.
      Questo è stato l’arbitro di Lione contro di noi in questa Champions.

      Lo scorso anno contro il Bayern allo Juventus Stadium io c’ero e i due goal del Bayern non sono sembrati regolari…poi quelli che dicono che ci hanno messo sotto…mi verrebbe da rispondergli…eh grazie ar cà…
      Forza Juve

    • Come la volta precedente, se gli fai tre gol, l’arbitro si può attaccare. E non è stato affatto corretto l’arbitro, domani sarà un po’ diverso. Spero con tutto il cuore che vada bene.

      • Ma no.

        La Juve a Torino ha battuto il Barça perchè è stata più forte. In tutto.
        A cominciare dalla disposizione in campo per finire col duello tra singoli.

        Bravo Allegri e bravi ragazzi.

        Se a Barcellona saremo più bravi vinceremo anche li.

        Perchè questa Juve liberata dal 352 e dalla BBC è fortissima.
        Allegri l’ha scoperta.
        Se togliamo qualche viaggio in economy.

        Quindi forza Juve!!!

        Ciao. Luca

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia