Per una volta divertiamoci


Scritto da Cinzia Fresia

Tirera’ un sospiro di sollievo Allegri teso e preoccupato per questa partita, l’ allenatore in conferenza stampa ha ribadito che il match valeva lo scudetto e che non avrebbe tollerato cedimenti o distrazioni, in virtu’ del risultato negativo della partita di andata. “Accontentato” un risultato pieno, netto che non fa discutere, 5 gol, di cui 1 annullato ed un autogol, meglio di così, Dybala e compagni non potevano chiedere.
E’ lontana la Juventus dal brutto gioco, è lontana la Juventus che mandava a “stendere” l’allenatore, oggi è un gruppo compatto e consapevole del proprio valore, che desidera solo una cosa, vincere.
Una partita di cui non c’è poco o nulla da commentare in quanto la Juventus troppo superiore, oserei dire stratosferica, i Genoani non hanno potuto nulla se non subire un’ armata che non ha avuto pietà, trascinati da un sempre meraviglioso Dybala, ma stasera una menzione va anche a Mandzukic che ha segnato uno splendido gol. Il croato non aveva cominciato la stagione nel migliore dei modi, dimostrando di non riuscire ad essere compatibile con nessuno in attacco,l’idea di piazzarlo dietro alle punte principali è stata buona, il giocatore ha trovato un ruolo congeniale e adatto alla sua personalità, Mandzukic non ha doti particolari se non la predisposizione di intervenire su tutti i fronti ed andare in aiuto nelle situazioni di bisogno e grazie anche alla sua fisicità, che gli consente di essere adeguato nelle azioni di disturbo, il segreto di questa Juventus è che ogni giocatore ha saputo adattarsi alle esigenze del caso, ed immedesimarsi in altri ruoli quando necessario. Stasera Mario, ha segnato un gran gol e se lo merita.
Un gran divertimento stasera anche per Bonucci che di gol ne ha segnati persino 2, uno annullato non si sa perchè. Ma quando si è troppo forti, poco importa, tolto un gol se ne fa un altro.
Dalla panchina, Massimiliano Allegri però è incontenibile ma soprattutto incontentabile, è un continuo gridare, urlare per farli stare sul pezzo.
Una bella serata per i nostri, che dopo tante tensioni si sono rilassati e divertiti, il Genoa si è spento e arreso quasi subito, subire 2 gol in così poco tempo ha messo la squadra con le spalle al muro.
La Juventus in casa, sta diventando una fortezza impenetrabile ed imbattibile.
Ma il relax durerà poco, la Juventus ha in programma diverse sfide, di cui una trasferta a Bergamo contro l’Atalanta e la sfida delle sfide, il Derby, per poi dedicarsi alle semifinali in Champions League.
Il triplete comincia a materializzarsi davanti ai nostri occhi, non vorrei essere eccessivamente ottimista .. coraggio ragazzi, il nostro cuore è con voi, ce la possiamo fare.

  1. Luigi(Sa)

    Dopo la sconfitta con la Fiorentina, da gennaio la Juve ha collezionato una serie di risultati positivi segnando 25 gol (oltre la metà nella prima mezz’ora) e subendone solo 4, dando spettacolo su tutti i campi e voi parlate solo di quelle del mese di aprile?

    • su quasi tutti i campi.

      • Gioele
        dai su. Allegri è un ottimo allenatore. Ma il suo gioco non piace.
        A me veder difendere per 80 min come a Napoli non piace.
        Mi oiace invece come la Juve ha affrontato il Barça. Giocando la prima partita a torino. Giocando il primo tempo a Barcellona e portando a casa il risultato solo nel seco do tempo.
        Non mi piace la Juve di Doha semplicemente vergognosa, e non per colpa di Dybala in panca per il 352.
        Mi è piaciuta la Juve contro il Genoa (ritorno) ed ho perdonato la juve contro il genoa (andata) perchè non si può essere sempre a mille. Non ho sopportato per contro la juve di Udine, le tante juve che hanno difeso l’uno a zero per intere partite. Non mi è piaciuta la juve di coppa contro il Porto che ha lasciato viva una squadra che poteva eliminare al primo incontro. Non mi è piaciuta una Juve che Batte il Barça ma non si qualifica subito nel gironcino di andata.
        Non mi è piaciuta la juve che perde contro il napoli. Dando fiato a quelli la. Juve che ha dato 3 gol al Barça contro un Napoli che ne ha presi 6 dal Real.
        Insomma questa Juve è forte ma dovrebbe farlo vedere sempre. Purtroppo risparmicchia e questo non lo dopporto.
        Ripeto io pago 30 e passa partite la juve ne ha giocate si e no una decina anche meno se contiamo i secondi tempi.
        Troppo speculativa.
        Io no critico e mai ho criticato le capacità.
        Ma permettimi sulla mentalità ho molto da dire e ridire.
        Oggi va tutto bene. Col Genoa abbiamo giocato a calcio. Sperem dicono in Brianza.
        Ciao. Luca

        • La prima formazione di Napoli non era la stessa di quella di coppa Italia, o pensi che che Buffon Alex Sandro, Cuadrado e Dybala non sono giocatori che spostano gli equilibri a differenza (con tutto il rispetto) di Neto, Asamoah, Marchisio e Lemina? o anche tu sei del parere (come quel tizio di cui non ricordo il nick) che Sacchi vinse 2 coppe dei campioni per il “bel gioco” con Bonetti, Di Bartolomei, Wilkins, Hateley, Galderisi e Manzo in campo al posto di Maldini, Donadoni, Ancelotti, Rijkaard, Van Basten e Gullit?

          La sconfitta di Doha? c’erano mille motivi per lasciare al Milan quella coppa.

          E per finire permettimi, ma leggere di una Juve che gioca al calcio solo da 2 settimane, è qualcosa che da tifosi juventini non si può scrivere.

          Notte.

          • Non c’era nessun motivo di lasciare quella coppa e la reazione di Allegri non è quella di uno che sa che deve lasciare la coppa.
            I sudamericani non li ha messi allegri, mica io. I sudamericani del napoli hanno giocato entrambe le gare. Ma gira e tuira il discorso è un altro.
            Bisogna sempre giocare dal primo all’ultimo minuto per poter gonfiare il petto ed andare fieri. Parallelamente per competre in Champion League devi avere altri giocatori e la Juve quest’anno li ha.
            Ecvo perchè ripeto una juve che ne rifila 3 al Barça non può fare quella partita contro il Napoli che ne ha presi 6 dal Real.
            Ciao. Luca

            • Motivi ce ne sono, il resto fa parte del gioco.

              Hai mai sentito parlare di rotazioni?
              Pare che Allegri sia quello che finora l’ha fatte meglio di tutti gli altri, per lui parlano i risultati per gli altri invece le eliminazioni dalle coppe e 8/12 punti di distacco in campionato.

              • si Gioele ma non parlo di risultati soprattutto in coppa dove Allegri ci ha dato la mentalità giusta. Ritrovata dai tempi di Lippi.
                Parlo fi un gioco e di uno stare in campo che si è visto solo contro il Barça e ripeto in una 30-ina di partite è un pò poco. Poi se è sufficiente il televideo ok. Ma a me piacerebbe vedere gioco e gol come fanno vedere il Bayern il Barça ed il Real.
                Ciao. Luca

              • ps
                tra juve genoa e real barça ho visto la seconda e non ne ho sofferto affatto anzi.
                la nostra l’ho vista in registrata. per colpa del genoa che è quello che è, non mi sono perso niente

                • Perdere una partita (quando sai che il pareggio tiene a distanza la più diretta concorrente al titolo) all’ultimo secondo prendendo gol in contropiede in un 5 (del barca) contro 3 (del real), secondo te è sinonimo di spettacolo di calcio?

          • non per caso

            Sei in malafede e falso, molto semplicemente parli e vedi da tifoso
            capire e’ una cosa diversa

            • Alessandro Magno

              Non per caso piano con le parole per cortesia in questo blog non avcettiamo che nessuno dica a un altro che ne capisce di piu e che l altro no. Tutte le opinione sono lecite il massimo consentito è “non la vedo come te” scusami ma te lo dovevo far notare

              • non per caso

                Mi scuso coi padroni di casa,
                peraltro difendo entrambe le frasi
                Gioele parla da tifoso e in questa sua ottica esalta solo il bianconero.
                Avrei comunque dovuto avere maggiore indulgenza.

                • A parlare è ciò che hai scritto, visto che secondo te Baresi (nella rosa dei campioni del mondo del 1982), Maldini, Donandoni, Tassotti e Virdis (capocannoniere di serie A 1986-87) erano “scarti da serie b”, con i quali però il Milan di Sacchi ha vinto uno scudetto e due coppe dei campioni insieme agli “sconosciuti” olandesi, due dei quali palloni d’oro, Gullit nel 1987 e Van Basten nel 1988 e nel 1989.

                  • non per caso

                    Ok, bravo hai ragione tu.

                    Mi sono scusato coi padroni di casa e non l’ho fatto per sola forma.

                    • E a quando quelle per le inesattezze che hai scritto finora?

                    • non per caso

                      Hai ragione, mi scuso per aver detto che Sacchi e’ stato un maestro.
                      in realta’ e ‘ stato solo un altro allenatore che ha proposto il calcio in auge in quegli anni, come la juve di Trapattoni, anche se in quegli anni la juve la allenava Marchesi. Bearzot stimava cosi tanto baresi da non convocarlo ai mondiali del 1986 e tu sai tutto.
                      Per favore, non rispondermi. Vorrei ricordarti con un minimo, per quanto scarso, di stima

                    • Altro falso storico, visto
                      che fu proprio Bearzot a far esordire Franco Baresi in nazionale a 22 anni in quello stesso 1982 in Italia-Romania (0-0) giocata a Firenze. Nei due anni successivi, pur impiegato in molte occasioni, Baresi non riuscì a conquistarsi un posto da titolare, anche perché utilizzato da Bearzot esclusivamente come centrocampista visto che in quel ruolo giocò il suo ultimo mondiale (quello del 1986) un certo Gaetano Scirea. Baresi tornò in nazionale con Azeglio Vicini che ne fece un punto fermo della sua squadra, tanto da promuoverlo titolare inamovibile nel ruolo di “libero” e partecipare da protagonista sia agli Europei 1988 che ai Mondiali 1990 giocati in Italia. Ultima chicca quella di aver definito Gullit uno “sconosciuto”, quel Ruud Gullit eletto pallone d’oro nel 1987, proprio l’anno prima del suo arrivo al Milan di Sacchi.

                      Precisazioni d’obbligo, su Sacchi poi ognuno è libero di continuare a pensarla come vuole, non è questo il punto, quello che risulta inaccettabile è la pretesa da parte tua di continuare a mistificare e distorcere realtà di fatti storicamente e oggettivamente indiscutibili.

  2. yazidi free

    Campionato non ancora chiuso.Decisive le prossime 2 partite.

  3. yazidi
    perdonami ma tu giudichi senza aver visto. E se hai visto hai visto male. Urge ripasso della teoria calcistica.
    Questo clasico è stata una delle più belle partite della stagione e lo dicono i titoli dei giornali.
    Se poi ti piace il catenaccio allegriano ed il possesso palla sterile di sarri è questione di gusti e mi ritiro in buon ordine.
    Ciao. Luca

    • yazidi free

      Hai visto tu e ho visto io ma chi ha visto male sono solo io e il mio collega tifosi del Barca.Il ritiro è scelta tua.Il classico è stato di piccoli sprazzi di buon gioco fatto più che altro dal giocatore più forte di tutti i tempi.

  4. Barone
    Baronissimo
    Come lo scorso anno all’inizio Allegri ci ha capito poco. Però il nostro è persona intelligente ed anche capace, ma chi coraggio non ha non se lo può dare. Anche se a mio avviso chi sa, paura non ha.

    In pratica prende la Juve di Conte ed a cuor leggero perchè nulla ha da perdere, la migliora e la porta in finale. Che perde per paura di tenere fuori Pirlo ma andiamo avanti.
    L’anno dopo ci capisce poco e torna al 352 suggerito dai senatori, mette Dybala titolare (“suggerito” da Nedved) rimonta e vince grazie anche all’infortunio di Evrà ed all’ingresso di AlexSandro. Ma esce col Bayern per paura di lasciare fuori Evrà. Si perchè il timore reverenziale di Allegri verso i senatori è palese.
    Quest’anno con la classe che si ritrova non può sbagliare ed infatti i risultati arrivano. Ma anche i coniglietti quando messi con le spalle al muro reagiscono. Si perchè la Juve vince ma ci sono mugugni un pò ovunque. Higuain in panca oppure mandzukic in panca per tacere di Dybala e Cuadrado dimenticandoci di Mr 30 e passa millioni Pjanic. Mentre i medianacci giocano sempre e vengono criticati da certo pubblico. Ed a Doha il corto circuito. E già perchè li Allegri sbotta ed in più il vice Pogbà si chiama Rincon!
    Mentre si preparano gli addii ed arrivano le critiche di DanyAlves e Dybala ecco che Allegri con le valige scrolla le spalle si da un contegno e forse fa quello che avrebbe dovuto e magari voluto fare da tempo.
    Evrà fuori. Difesa a 4 come gli schiaffi a Bonucci che reagirà tempo dopo. Ma soprattutto i più forti in campo. Più forti che attaccano ma difendono anche ed è Juve.
    E tutto ciò per dire cosa?
    Che quest’anno ce stato un prima ed un dopo e negarlo è un errore.
    Allegri è si sul carro ma ci è salito lui dopo che ha convinto societá e senatori che dovevano seguirlo e che aveva ragione lui.
    Si amico mio perchè la verita al fine è questa. Allegri ha svoltato perchè era già fuori dalla Juve ed allora perso per perso ha svoltato.
    Contro il Napoli ci è ricascato ma forse li la squadra qualche colpa ce l’ha.
    Ciao. Luca

    • Luca
      Credo che Allegri abbia dovuto, prima di tutto, seguire le direttive dei “grandi kapi” (nota la kappa).

      La Juve si deve mantenere da sola e conta solo vincere…lo spettacolo quando si può…e vince, azz se vince.

      Sei sicuro che Dybala fosse pronto per i grandi eventi già da Palermo ?

      Allegri lo ha gradatamente inserito fino a farlo esplodere calcisticamente parlando e farlo diventare il SIMBOLO di questa Juventus.

      Due scudetti, due Coppe Italia ( lascio stare le supercoppe che a me non piacciono così come vengono organizzate), un terzo scudetto pronto in scatola e la terza coppa Italia lì in quel di Roma ( altra boiata giocare una finale nello stadio delle romane quando una di loro sta in finale…bello sarebbe a campo neutro), una finale Champion disputata ( chi dice che il Barça ci ha annichiliti dice una grossa fesseria…come al solito si legge solo il risultato finale…, andiamo fuori con il Bayern disputando due bellissime partite ( giocato male il primo tempo a Torino perché ci è stato imposto di giocar male…vedi sviste arbitrali sui due goal tedeschi…, eppure riuscimmo a pareggiare la partita rimontandola, al ritorno la partita nella partita…se Evra…e se a Evra fosse riuscito quel dribbling sarebbero passati quei secondi sufficienti per passare il turno.

      Non posso leggere che siamo usciti perché loro marziani.

      E il Barone inizia a sopportare…poi quando leggo le probabilità di passare il turno sono lo 0’01%, scusami, ma iniziano a girarmi le orbite.
      Poi si continua con il Real ( buttato fuori Ronaldo e compagnia il primo anno di Allegri.
      Insomma io mi devo mettere a discutere la Juve con gli Juventini…ed è quello che sto facendo al bar…e i lupacchiotti ridono.

      Luca io voglio godermi la Juve vincere…come nun me frega…in modo da far schiattare quelli di Milano e quelli giallorossi de Roma.

      Ti prometto che se dovesse succedere ti ci faccio fare pipì dentro anche a te.
      Ciao e Forza Juve Allegramente.

      • Barone
        tu lo sai, lo ricordi che io sono un Allegriano della prima ora.
        Mai ho messo in dubbio il nostro ed ho sempre detto e lo ridico che è bravissimo.
        Come con il Trap ne ho criticato gli atteggiamenti. Quest’anno fino a Doha non l’ho capito tanto che poi ha cambiato pure lui.
        Sulla finale col Barça. Un pò rinunciatari noi fino al primo gol. Ma i catalani no ci hanno annichilito e chi lo dice non è in buona fede. Abbiamo perso per una dormita di Pogbà ed una mancata chiusura di Pirlo sul primo gol. Il secondo invece perchè proprio Pirlo si addormentò palla al piede nella metà campo blaugrana. Se fu “colpa” di Allegrfi lo fu per una sua forma di riconoscenza o di rispetto. Ma ho criticato la svelta non il tecnico.
        Col Bayern invece ce la siamo giocata. Prima loro poi noi un tempo a testa sul filo dei nervi.
        Poi Evrà messo in crisi da Coman già da qualche minuto non spazza, ed immagino Allegri cosa abbia potuto pensare.
        Prendo questi due esempi per descrivere la mentalità dell’allenatore criticandone un certo “conservatorismo” che non condivido.
        Ma semlre allegriano. Lo scorso anno pensavo avesse perso la squadra ma la Juve è la Juve e … Quest’anno invece proprio non l’ho capito. Ne posso immaginare gli intenti, ma perdonami il 352 con un fuoriclasse a turno in panca e Leminà in regia (per esempio) è un nonsenso. E resto e rimmarro critico sull’atteggiamento della squadra in campo.
        Vincere è tutto ma per vincere devi giocare. Ed infatti col Barça di Messi abbiamo vinto giocando.
        Oggi non vedo motivo per cambiare Allegri. Ma gennaio e dopo Napoli sognavo Guardiola o Klopp al quale anche tu volevi dare le chiavi della città.
        Un abbraccio. Luca

    • non per caso

      Io condivido molto di Luca967, ho una mia opinione di Allegri che adesso vi espongo.

      Nel mio modo di ragionare non si è bravi quando si vince e scarsi quando si perde, altrimenti sarebbe difficile trovare una sintesi per tutti gli allenatori.

      Io non sono mai stato prevenuto con il Mister, anzi. Ho cominciato ad avere un’opinione diversa alla finale di CL con il Barcellona, due anni fa.
      Mi rendo conto che sono frasi facili da esporre nel silenzio del proprio studio, ma avrei preferito che si giocasse con maggiore coraggio una partita che sembrava un’occasione unica e irripetibile: avrei voluto una formazione più battagliera, più vicina a quella attuale.
      Avrebbe significato fare delle esclusioni eccellenti ed esporsi a facili critiche. Ma avrebbe significato anche avere tanto, ma tanto fegato.

      Poi è venuta la partita con il Carpi e lo sbracamento che, per me è stato a uso e consumo delle telecamere, per far vedere che “lui” è un allenatore sempre “sul pezzo”, idem a Firenze.
      Poi per dare la soddisfazione a Mandzucick di essere in campo all’eliminazione del Bayern che lo ha scartato 2 anni prima si gioca la qualificazione. 🙂

      Io ho la convinzione che sia un allenatore con pochissima propensione al gioco, la sua idea di calcio è molto elementare: la difesa, due terzini che spingono, superiorità atletica e poi il gol arriva.
      Mi spiego così la frase che aveva detto due anni fa a proposito di cassano, che lui avrebbe visto pure da noi: è il miglior giocatore a passare la palla.

      Poi rimane un ottimo tattico.
      Ma non dando un gioco non si può mai sapere che partita sarà.
      Quest’anno abbiamo cambiato marcia da gennaio, e non so se Allegri ci ha messo del suo perché altrimenti non mi spiego Rincon.
      Mi sembra che mandzucick tornante sia stato un vero colpo di fortuna.
      Credo che lo spogliatoio lo ami poco, o che lui abbia delle sue remore ( altra frase sua ” l’allenatore nello spogliatoio a volte è meglio che non entri” ); non deve avere grandi doti in questo senso: a cagliari non si lasciò bene, a milano ha litigato con tuti i senatori, io credo che chi comanda la Baracca siano più i Buffon, i Chiellini e i Bonucci e siano loro che “stanno sul pezzo”.

      Manca un mese….poi può andare dove gli pare, io certo non sarò inconsolabile

  5. Raga, io non ho mai detto che stiamo giocando a pallone da 15 gg, ho detto che, la Juventus della prima parte di campionato, non so come facesse a vincere, ed avevo le mie ragioni per dirlo, poi e’ normale che se uno come Dybala, o Higuain tirano 100 volte in porta, qualcosa succedera’.
    Sono,abbastanza d’accordo sulla versione dei fatti di Luca, condividendo che ad un certo punto Allegri voleva mollare, ma la Societa ‘ ha drizzato chi si ribellava .

    • Luna
      Perdonami, ma se Higuain e Dybala tirano 100 volte in porta per vedere l’effetto che fa non è che tirano dal centro del campo ma arrivando nei pressi della porta avversaria con manovre ben giocate. Così a me sembra.

      Gentilmente se puoi dire quali erano le tue ragioni.

      Ciao.

    • Luna23, quella frase non è riferita a te.

  6. Trovo la tua analisi, Luca, pacatamente vicina alla realtà che ha avuto -come sottolinei- a Firenze la sua svolta.
    Allegri era già con le valige in mano perché coniglio con i senatori e cerbero con i più giovani che dovevano “maturare” in panchina come le mele sulla paglia.
    E così utilizzava Sandro in campionato, riservandosi nonno Erva (il mancato spazzatore di Berlino) per la Champions.

    La svolta si è avuta a Firenze perché la società è intervenuta pesantemente. Da molti sbuffi, da molte mezze parole si è intuito questo intervento, perché la Juve non è una società di quaquaraqua che fa uscire cose sui giornali.

    In parole povere al prudentissimo Allegri sono fischiate le orecchie, e a quel punto la qualità è stata messa tutta in campo e uno come Cuadrado ha cominciato a giocare in continuità, e non solo nei secondi tempi.

    Ecco, lungo il percorso Allegri ha trovato la strada del gioco, ma è stato aiutato da una società forte che lo ha dovuto spronare come un ronzino svogliato.

    Ora tutti i peana sono per Allegri, perché la memoria a breve termine -soprattutto nel calcio- fa aggio su tutto. Restano negli occhi sempre ultime immagini, ma come tu sottolinei questa Juve è stata per lunghi mesi nel sottobosco dell’indecisionismo, ombrato da una vera coscienza della sua forza.

    Buon 25 Aprile.

    • Realtà Romanzesca.
      Allegri ha sempre agito secondo il suo volere.
      La svolta è stata la tribuna di Bonucci da lui voluta.
      Poi le cose si sono sistemate e le sue arrabbiature sono drasticamente diminuite e la Juve ha cominciato a girare sempre nel verso giusto.
      Ora la Società sta facendo opera di persuasione affinché Allegri rimanga perché sa benissimo che questa Juve è sua e solamente sua. Ci saranno rinforzi in attacco quanto basta. Non occorre altro.

  7. Gioele
    mai chiesto lo spettacolo. Il circo lo ha tirato fuori il mister per smarcarsi dalle criticbe del dopo partita di Napoli.
    Ma li si criticava l’atteghiamento di una juve che dopo il gol non ha più giocato per 80 min!
    Lo spettacolo per contro il Clasico lo ha offerto per tutti i 92 min di gioco. Si perchè il 3a2 di Messi arriva dopo un azione sfumata del Real che segnando ed in questo caso vincendo avrebbe chiuso il campionato. Comunque vincendo il recupero il Real andrebbe nuovamente in testa e sarebbe nuovamente padrone del proprio destino. Cioè guardando la classifica perdere o pareggiare per i blancos cambiava poco solo la vittoria avrebbe chiuso il campionato.
    Ciao. Luca

  8. andrea (the original)

    Ho abbandonato questo blog qualche tempo fa spiegando che a me il cyber bullismo non piace ma mi corre l’obbligo di dover scrivere qualcosa perché leggo che tale pratica viene continuata addirittura con l’assente.
    Da una parte sorrido, perché onestamente siamo all’infantilismo puro, dall’altro resto basito, perché la pesantezza di certi riferimenti è davvero inspiegabile per un blog di pallone.
    Luigi ha citato un mio post, legittimo farlo, i motivi sono suoi..che quel post diventi oggetto di scherno boh..Yazidi free, sono io l’autore, vacci piano con le battutine su alcool perché non fai una gran figura se esci dal circolo. Tu hai visto tante buone partite? Io no, non sono il solo, va bene così?
    Poco conta che molti miei pensieri coincidono o sono simili a quelli degli ideatori del blog che però non mi pare ricevano le stesse invettive (come si chiama? Servilismo?), di altri blogger, di tanti addetti ai lavori. Peraltro, io non ho neanche elaborato teorie sui motivi del cambiamento, mi sono limitato a dire che un cambiamento c’è stato ed è palese. E se questo, se valutare progressivamente una realtà che non è statica ma si aggiorna è salire sui carri beh, quale carro non saprei ma contenti voi e Zuliani, ci si sale.
    Così come poco conta che Judoc anni fa vedeva da scudetto anche le Juve di Del Neri e Ferrara, quindi che presunte doti prospettiche da parte siano almeno opinabili, o che Allegri per me sia stato il miglior allenatore possibile nelle scorse due annate (nessuna recriminazione per l’uscita con il Bayern, tutte le sue scelte condivise, anche Padoin regista Barone).
    Poco conta che la Juve abbia fatto una impresa contro il Barca, inaspettata per molti, non solo per me. La logica del branco fagocita tutto, a volte anche distorcendo i pensieri altrui quando fa comodo.
    Non mi fate sentire così importante, sono un blogger (anzi qui ex blogger) come voi e comunque, su posizioni differenti, io non vi ho schernito né ho distorto quanto scrivevate.
    E’ un blog ragazzi, non un ring, non vincete niente, non perdete niente.
    Io me ne vado allo Stadium il 9, vi mando una foto del carro.
    Buona giornata

    P.s. se poi volete proseguire così io comunque non ho altre repliche.

    • yazidi free

      andrea (the original) ora so chi é l’autore dei post.Proprio perché siamo in un blog le battute devono essere prese per quel che sono.Se in un blog scrivo di alcool deve essere presa per quel che è.Una battuta che poi è in riferimento ai 6 mesi di camomilla da te scritti nel post.Una battuta che mi è venuta così.Le partite che ho scritto secondo te sono state da camomilla?Luca967 mi ha scritto che ho visto male il clasico.Dovrei intendere che sono cieco ed offendermi?

      • andrea (the original)

        Io qualche differenza ci trovo già solo per il fatto di essere assente ma ci siamo chiariti, va bene così.
        Si, io la vedo diversamente, ho visto un buon (buonissimo) primo tempo con la Fiorentina ad Agosto che mi lasciava sperare, qualche buona fase di partita in casa e tanta gestione narcotizzata abbinata a una miriade di scuse per cui sembrava che questa squadra non potesse correre, pressare e giocare a calcio.
        Ritenevo che invece questa squadra, a differenza delle scorse, potesse giocare a calcio e quindi la gestione di Allegri quest’anno non fosse adeguata a caratteristiche e potenziale della rosa.
        Oggi questa squadra invece dimostra che può attaccare anche a Barcellona, che difendersi non significa essere passivi ma anche ripartire, che può farlo anche dopo un match dispendioso di Coppa.
        Magari non c’eri ancora (era giusto risponderti per questo motivo) ma ci sono tante discussioni e approfondimenti nei vecchi topic, che pertanto non ripropongo nuovamente.

        Buona giornata

        • yazidi free

          Non credi allora che non va bene neanche riportare post di chi è assente?Per commentare che devo fare aspettare che l’autore del post riportato ritorni?E se anche non sei stato tu e non é stato scritto a me scrivere ad una persona che è malafede e capire è una cosa diversa va bene?Hai parlato di cyber bullismo?Su un blog sportivo dove ci può anche stare delle battute?Mi sembra esagerato.

        • yazidi free

          Hi spiegato i motivi per u quali la squadra ora riesce a fare quello che tu dici anche dopo una partita di coppa.Condizione fisica diversa giocatori che sono più convinti delle proprie potenzialità e tutto il resto e per me questo percorso di crescita è passato anche attraverso le sconfitte e li dimostra il fatto che dopo ognuna ls squadra non si è persa e ha ripreso sempre il cammino di crescita.

    • Bravo Amico mio…goditi la Juve giorno 9.
      Per quanto riguarda il blog prenditela con chi ti tira dentro.
      Non mi sono dimenticato il Padoin regista e da li fui il primo a scrivere Allegri vattene.
      Poi, purtroppo, questi ti porta a vincere lo scudetto e la decima e tutti i contorni e io faccio quel famoso passo indietro e chiedo scusa.
      Allegri non mi ha letto ne quando gli ho scritto vattene ne quando gli ho chiesto scusa…era solo una cosa su un blog…credo ci si comporti così…io, voi fate un po’ come catzo vi pare…ma la mia ve la dico eccome.

  9. Non mi va di continuare a parlare del sesso degli angeli. La juve vince e qualche volta non convince. Va bene, l’importante è che vinca, alla fine siamo quassù tutti juventini e litigare per quisquiglie mi sembra pure infantile.
    Mi sembra che Luigi abbia chiesto sulla polemica che si è scatenata tra i media per la frase di Massimo Mauro riguardo al tifoso dell’inter che preferisce farsi la dialisi piuttosto che vedere le partite dell’Inter.
    Frase non felice e poco avveduta visto che somma due avversità. La prima, quella più grave e seria,il problema della vita del’uomo costretto, così come tanti altri a poter vivere attaccati ad una macchina che giornalmente fa la pulizia del proprio sangue. E l ‘altra ” puerile” perchè si parla di calcio, ( ma negli ultimi anni diventato quasi un affare di stato) che parla delle batoste che sta prendendo l’inter in campionato. Per ciò che mi riguarda e senza ipocrisie, mi dispiace per la disgrazia di Ciccillo costretto alle dialisi, ma godo come un riccio ad ogni sconfitta dell’inter specie se eclatante. Certamente Mauro ha sbagliato ad uscire con una frase così poco impattante dove mette in risalto due situazioni del tutto agli antipodi,ma da quello che ho capito, sarebbero i tifosi dell’inter a chiederne il licenziamento e questo, sinceramente mi fa proprio ridere. Ad ogni modo Mauro, è stato proprio infelice a fare un accostamento così impattante e molto poco consono.

    • Da quello che si è capito l’unica leggerezza di Mauro è stata quella di aver “riportato” in TV le parole di un vecchio tifoso interista costretto sua a fare la dialisi che ad assistere alle partite dell’Inter.
      Il paragone “improprio” lo ha fatto il tifoso quando ha detto che era meglio la dialisi delle partite. Battuta che da parte sua ci sta tutta.

      Poco sensibile il riporto che ne fa in TV il buon Massimo, che non pensava di sollevare un tale polverone.

      Ciao.

  10. Caro Andrea t. o.
    La colpa non è tua ma di chi ti riporta spizzichi e bocconi.
    Io conosco il tuo pensiero e non lo approvo in quanto un tifoso deve essere sicuramente obiettivo ma deve trovare anche passione nel giudicare la propria squadra almeno quando se lo merita. Ha me non piace il catastrofismo ma giudicare in serenità quella che avrebbe voluto mostrare col tuo post Luigi e che evidentemente negli antefatti tanto non lo era potendo seguire pur non partecipando ad un altro blog in cui scrivi.
    Quindi non è mai opportuno riportare fatti altrui per propri scopi e mi riferisco aLuigi.
    Quanto alla Juve di Del Neri non penso proprio averLa giudicata da scudetto. Ciao.

    • Ovviamente ” a me non piace”

    • Caro Beppe,
      Gli “spizzichi e bocconi” confesso mi mancavano ?
      Ho riportato pacatamente/tranquillamente/serenamente qualche post di un amico. È proibito per caso ?
      E non credo di aver distorto il tuo pensiero.
      Che lui qui ha ora ribadito.
      Ergo, gli eventuali spizzichi e bocconi sono stati rimessi insieme. Ergo2, quali sarebbero le mie famigerate colpe ?

      Il vostro “partito” lo vedo anch’io un po’ sopra le righe, con un fuoco di sbarramento diuturno che aveva costretto l’Amico Andrea ad abbandonare.
      Così è se vi pare … ed anche se non vi pare … Ahahahahahah

      Siamo tutti felici questa per la Juve attuale. Godiamocela invece di cercare i non allineati per portarli alla sbarra.
      Fate passeggiate in questa primavera ritrovata …

      Ciao.

      • Sono contento che “gli spizzichi e bocconi” non ti manchino più.
        Per il resto sei intelligente e capirai quello che volevo dirti. Ciao.

        • Stavo per contestarti l’intelligenza… ma poi -lo confesso- per biechi interessi personali, ho preferito soprassedere !
          Ahahahahahahahah

  11. Luca967

    Torno a ripetere, nella quella di Napoli erano in campo Lemina, Marchisio, Asamoah e Mandzukic con un’infiammazione al ginocchio. Leggo nella cronaca del primo tempo del CdS (non è certo un quotidiano filojuventino) che: “il possesso palla Napoli risulta abbastanza sterile, la Juventus chiude bene tutte le linee di passaggio e le verticalizzazioni centrali per gli uomini di Sarri sono praticamente impossibili”, prova ne sia che le 2 occasioni più pericolose create dal Napoli nella prima frazione di gara nascono la prima da un errore di Chiellini in disimpegno e la seconda da una conclusione a giro di Insigne dopo che 3 giocatori partenopei avevano recuperato palla fallosamente su Higuian nella propria trequarti. Nel secondo tempo il gol del pareggio di Hamsik nasce da un errore di piazzamento della difesa e prima ancora da quello Lemina (come purtroppo ha fatto finchè è stato in campo) che non scala in copertura su Insigne dal quale parte l’azione, nient’altro degno di nota fino alla fine, ad eccezione dello sciagurato passaggio indietro di Asamoah che ha messo Mertens in condizione di..colpire il palo. Ennesimo dito puntato ovviemente contro Allegri, per la scelta di mettere in campo la quantità al posto della qualità in grado di “asfaltare” il Napoli senza contemplare il rischio di poterle poi prendere la settimana dopo dal Barcellona. Difficile stabilirlo a priori, facile invece immaginare nell’eventualità lo scenario, quello di milioni di tifosi juventini scatenati sui social a chiedere la testa di Allegri. Se da una parte dunque 80 minuti (come dici) non sono bastati al Napoli delle meraviglie per battere una Juve volutamente “decimata” da Allegri in campionato, dall’altra al Barcellona sono stati sufficienti gli ultimi 10 secondi per infilare un Real che in 10 contro 11 avrebbe portato a casa un preziosissimo pareggio con la possibilità di mantenere 6 punti di vantaggio in classifica, avendo una partita in meno rispetto ai rivali. E tutto questo credimi, specie nell’economia di un torneo come la liga dove la vittoria finale si conquista spesso sul fino di lana, ha molta più importanza di quanto tu possa credere.

    Ci sarebbe poi, per concludere, da approfondire il discorso sulla dirigenza che sarebbe intervenuta nei confronti di Allegri, a leggere qui pare ci sia gente informatissima su quanto accade (o è accaduto) all’interno delle segrete stanze della società), ipotesi che a leggere più attentamente i fatti lasciano quanto dubbiosi sulla loro effettiva valenza, è alquanto improbabile che influenze di vario tipo possano aver influito sulle scelte di formazione di Allegri senza tener conto del ritardo di preparazione, di condizione fisica (quasi tutti i giocatori erano reduci da Euro2016) e degli infortuni muscolari a catena subiti da Mandzukic, Dybala, Higuain e di altri giocatori che al momento non ricordo, da ottobre a dicembre 2016. Ma non lo faccio perchè il volume del post è già oltre i limiti consentiti, mi resta solo lo spazio per i saluti, Allegri andanti #finoallafine#.

  12. Alessandro Magno

    SONO STATO VIA E QUINDI NON HO POTUTO SEGUIRE TUTTA LA DISCUSSIONE TUTTAVIA RICHIAMO TUTTI A UNA MAGGIOR EDUCAZIONE E RISPETTO ALTRUI. NESSUNO HA LA VERITà IN TASCA SACCHI PUO’ PIACERE NON PUO’ PIACERE ALLEGRI PUO’ PIACERE NON PUO’ PIACERE SONO TUTTE OPINIONI.

    Opinione mia nessuno di questi è un Dio nè Sacchi nè Lippi che lo preferisco a Sacchi. Sacchi era così genio da andare a dire a Berlusconi di mandare via Van Basten tanto che gli disse o lui o Marco e Berlusconi preferi l’olandese era così genio che in nazionale non convocò mai Vialli che era nettamente piu’ forte di Casiraghi.

    Lippi per capricci suoi ce l’aveva con Panucci per altri bisticci suoi mando’ via Baggio dalla Juve o poi pure dall’Inter. Lippi per non far giocare Conte dall’inizio al posto di Nedved in finale con il Milan che era la scelte piu’ sensata stravolse la formazione con tudor libero Montero Terzino e Zambrotta a centrocampo per cui non parliamo proprio di perfezione di nessuno. INOLTRE non tutti gli allenatori nascono per cambiare il calcio. Trapattoni Capello Ancelotti hanno vinto tutto di tutto non mi pare abbiano cambiato il calcio. Per cui ripeto opinioni di tutti rispettabili ma nessuno ha la verità sono solo preferenze appunto opinioni. Probabilmente se parliamo con un interista Mourinho è il miglior allenatore dell’universo.

  13. Alessandro Magno

    un altra cosa. Non per caso sei in un blog di tifosi della juve e tiriamo fuori sempre il discorso Sacchi. Io capisco che per te Sacchi è il massimo del massimo ci sta e lo rispetto ma che senso ha voler a tutti i costi avere dagli Juventini una conferma di questo? E’ come se io vado in un blog di milanisti a dire che per me Lippi era meglio che per me Scirea era meglio di Baresi che per me Baggio Del Piero o Platini erano meglio di Rivera che Cabrini se la giocava con Maldini o che Tardelli lo preferivo ad Ancelotti. Ma secondo te in blog dfi milanisti quante probabilità ho che i milanisti mi diano ragione? Ma è evidente che ognuno è affezionato ai propri begnamini e ai propri colori ma mi pare la cosa piu’ normale di questo mondo. Ma una volta che ti è stato detto che Sacchi ha sicuramente cambiato il calcio italiano e che è stato un vincente con un grande milan cosa vuoi che ti dicano gli uenti che è il migliore di tutti? Non credo che lo otterrai mai. Pensalo tu come è giusto che sia ma non lo otterrai questo. Oltretutto non credo Allegri faccia a gara con Sacchi.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia