venerdi 28 Aprile 2017 Atalanta-Juventus ore 20.45 Stadio atleti azzurri Bergamo

scritto da Cinzia Fresia

Stasera la Juventus a Bergamo per continuare a combattere e sigillare un mattone in più per lo scudetto.
La “passione” della Juventus non è ancora finita, per la conquista delle semifinali e dello scudetto serve molta energia.
Massimiliano Allegri non ha intenzione di mollare e ritiene l’Atalanta tra le squadre meglio allenate e pericolose del nostro campionato, quindi l’intenzione è di schierare la migliore delle formazioni considerata la delicata partita di Champions.
Il tecnico ha già in mente la formazione che schiererà in campo, sostenendo che tutti i giocatori stanno bene e sono pronti per affrontare tutti gli incontri a venire.
Una stagione quella della Juventus alle stelle che sta arrivando al punto cruciale, le energie fisiche e mentali non devono mancare, gli obiettivi sono tre e nessuno prevale sull’altro. L

  1. In attesa della partita…

    Fra (sub)cultura dei lamentiis, agnosticismo e verità non rivelate.

    Forse pochi sanno che Higuain fu acquistato dal Napoli nel 2013 per 37 milioni di euro grazie anche alla clausola rescissoria, fissata fin da allora dalla società presieduta da De Laurentiis in accordo col giocatore, che diversamente non avrebbe firmato il contratto che lo avrebbe legato al Napoli per 3 anni. Si trattò dunque di una concessione fatta dalla società con lo scopo di ottenere il – si – del giocatore a sottoscrivere 3 anni di contratto, senza la quale è altamente probabile che Higuain non sarebbe mai arrivato a Napoli, A giugno del 2014 la clausola rescissoria venne quantizzata dallo stesso De Laurentiis (c’è un’intervista) a 100 milioni di euro, che poi si rivelerà essere di 94.5, nel caso in cui fosse stata esercitata da una club invece che dallo stesso calciatore (nel 2016 è stata la Juventus a farlo) dopo l’exploit dei 36 gol realizzati nel campionato scorso. In sostanza senza quella clausola è molto probabile che il giocatore si sarebbe rifiutato di andare al Napoli, condizione che qualora il suo valore avesse raggiunto livelli da top player (i 90 milioni e più milioni predetti) avrebbe garantito ad Higuain di tornare nel calcio delle squadre più “grandi”, che all’epoca nessuno avrebbe potuto minimamente immaginare potesse trattarsi della Juventus , società appena rinata dalle rovine del post-farsopoli. In poche parole, lui nel 2013 ha accettato volentieri il Napoli ma con la possibilità, qualora fosse stato richiesto da una grandissima, di potersene andare. E’ esattamente ciò che è successo e queste, checché ne dicano moralisti e benpensanti, sono dinamiche previste in ogni contrattazione ad ogni latitudine del pianeta calcio. Dunque se la tendenza è quella di addossare tutto il peso della “colpa” sulle spalle di Higuain, impropriamente accusato di aver “rescisso” il suo amore per il Napoli, nella stessa misura gli “agnostici” tifosi napoletani dovrebbero sapere che quella clausola ha permesso al Napoli Calcio di averlo per 3 anni (anziché non prenderlo proprio) e alla società, nella persona del suo presidente, di ricavare dalla sua cessione quasi 3 volte il prezzo d’acquisto.

    • Ciao Gioele

      Certo, sarebbe stato meglio per il Napoli non mettere proprio la clausola, ma c’è da dire che altrimenti probabilmente Higuain non avrebbe proprio firmato il contratto.
      Le clausole rescissorie sono concessioni che una squadra fa, pur di ottenere altro.
      In questo caso, è riuscita ad avere 3 anni di Higuain. Senza la clausola, è altamente possibile che non sarebbe proprio venuto in primo luogo.
      L’esistenza della stessa, comunque, essendo uno strumento pro-giocatore (esattamente come le opzioni di prolungamento contrattuale sono uno strumento pro-squadra) dimostrava che Higuain fosse venuto a Napoli già con determinate idee in partenza: qualora il suo valore fosse diventato così elevato, se ne sarebbe andato volentieri. Dopo i primi 2 anni il suo valore non si è neanche avvicinato a 90 milioni ed è rimasto senza batter ciglio. Dopo il terzo invece ci è arrivato e lui se n’è andato senza pensarci su due volte.

      Forza Aquilotti !

  2. yazidi free

    Gara di fondamentale importanza.Assolutamente da provare a vincere.

  3. Mauro The Original

    #!**:&&;;##!@@ @@*!#;;_(&;:####:;&&&_(*@@:##*@#:!:&:#__((;#!
    De Lamentis??? Non posso esprimermi??

    Intanto la Juve pareggia e va in vantaggio. Purtroppo però vedo Cuadrado molto ma molto stanco ed Higuain fuori forma.
    Non sarà facile a Monaco poiché loro fisicamente sono in forma strepitosa.

  4. Mauro The Original

    Brutto pareggio. Consumate troppe ma troppe energie. Sarà durissima contro il Monaco poiché dovremo correre il doppio. Troppi giocatori fuori forma che hanno bisogno di riposo per recuperare energie.
    Allegri purtroppo non aveva altre chance poiché mancano gli infortunati.
    Poi un rigore grande come una casa e non concesso.
    Vabbè dovremo almeno pareggiare anche nel derby per arrivare contro la Roma con almeno 4 punti di vantaggio.

  5. Mauro The Original

    Certo abbiamo incontrato una squadra tosta e fisicamente molto forte. Ci hanno fatto consumare tantissime energie. Credo avrebbero vinto contro qualsiasi altra squadra della serie A. Poi il rigore negato. . .
    Mi preoccupa Higuain palesemente fuori forma

  6. Poteva essere vittoria è stato invece pareggio. Dovuto a mancanza di concentrazione finale ben accompagnata dalla sfiga. C’era il rigore ma giustamente Allegri ha detto che non averlo ricevuto alla fine non è stato determinante per il risultato in quanto eravamo comunque in vantaggio.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia