Juventus-Atalanta 3-2: così non va bene.

 

Articolo di Alessandro Magno

Juventus-Atalanta una vittoria troppo sofferta che lascia molto amaro in bocca. Non è concepibile dopo Doha e dopo altre volte che è già successo, continuare a giocare più partite all’interno della stessa. A maggior ragione dopo aver dominato in lungo e in largo il primo tempo. Ieri si è passati da una partita da vincere 4-5 a zero a un quasi probabile 3-3. Ripeto è inaccettabile. La Juve non può permettersi questo, oltretutto è recidiva e lo è ancora di più nelle partite ad eliminazione. L’anno scorso idem, dopo aver dominato a Monaco di Baviera siamo riusciti a farci eliminare all’ultimo secondo perché ci siamo messi a difendere il risultato e perché Allegri ha fatto alcune scelte sbagliate come la sostituzione Mandzukic per Morata, fin lì migliore in campo.

Ora io dico basta. Basta con questo amministrare le partite quando si è in vantaggio, basta con il ritrarsi nella nostra metà campo a difendere il risultato. Basta con gente che parla più sui social che balla e canta e poi in campo non rende. Che poi gli viene il mal di pancia se gioca poco e non è convocabile e nemmeno vendibile perché ha un contratto onerosissimo e da top player, anche se gioca poco e male e top player non lo è più da tempo. E non lo si può convocare per la Coppa Italia perché non ha deciso il suo futuro, mentre la Juve gli paga lo stesso il suo onerosissimo stipendio. Vieni a giocare, non rompere le p…, ché la Juve non è un albergo oppure togli le tende e basta. Giocatori che si impongono al mister come titolari. Abbiamo pure quelli. Giocatori che “devono” giocare altrimenti gli viene mal di pancia e fanno il muso a discapito di altri più educati tipo Cuadrado, che sanno stare al loro posto e difatti ieri non ha giocato. Panchinaro in campionato e pure in coppa Italia. Basta con gente fuori ruolo e basta con giocatori mandati in campo per turn over. Ognuno il posto se lo deve guadagnare altrimenti fuori dalle balle.

Non vorrei vedere inoltre il talentuosissimo Dybala dichiarare a fine partita che non sa se resta a fine stagione e che sta venendo il suo procuratore a discutere di questo, come non vorrei vedere il nostro dg Marotta dichiarare pubblicamente su quali acquisti si muove la Juve salvo spesso e volentieri vedere i suddetti giocatori accasarsi da altre parti. Cosi come non vorrei vedere Allegri urlare come un ossesso ai giocatori e questi fare i cacchi che vogliono. C’è poco da urlare, chi non funziona lo tiri fuori non che con l’Atalanta si è finito con 3-4 giocatori completamente in apnea. Togli chi devi e giochi chi merita, siamo la Juve i giocatori lo devono sapere. Se non rendono c’è sicuramente qualcuno più forte che può giocare al posto loro.

Qualcuno penserà che sono troppo severo che in fondo sto parlando di una squadra che ha vinto tantissimo negli ultimi 5 anni e che qui viene descritta tipo un’Inter qualsiasi. È proprio questo quello che non voglio diventare. Qualcuno forse nella rosa pensa che il sesto scudetto è vinto, oppure sarà una passeggiata vincerlo quindi ha la testa ai soldi, ai social, ai minuti giocati. Vedo un appagamento che non mi piace a fronte di un potenziale enorme (quello del primo tempo), a volte ancora ampiamente inespresso. Non mi frega una mazza di quello che si è vinto. E’ stato bellissimo ma non viviamo di ricordi. Voglio un ulteriore salto di qualità. Voglio che andiamo tutti verso trofei se è possibile ancora più importanti. Basta secondi tempi come a Monaco, a Doha o come ieri sera. E lo dico proprio oggi dopo una vittoria per prevenire se è possibile qualche altra cocente delusione futura. Abbiamo in mano il nostro destino. Quando vogliamo siamo davvero fortissimi. Occorre però esser sempre sul pezzo e ultimamente troppo spesso non accade.

una faccia triste

Scritto da Cinzia Fresia

Forse, è la prima volta che vedo Allegri preoccupato, nonostante  vittoria e qualificazione,  intanto, bravi ai nostri che hanno vinto, ma  allo stesso tempo male per aver corso seriamente  il rischio di finire come a Doha.

Per fortuna è andata bene, ma per il nostro Mister qualcosa non sta funzionando, voce bassa e sguardo corrucciato non è riuscito nemmeno a recitare la parte davanti alla stampa, fa i complimenti ai suoi per la vittoria ma resta in silenzio quando si parla dei due gol recuperati dall’Atalanta a partita quasi chiusa. Il tecnico non usa la diplomazia e ammette la responsabilità della difesa sui 2 gol subiti, in aggiunta,  mi permetto di dire , con la complicità   del portiere sul secondo gol.

La partita è iniziata non benissimo dalla Juventus che ha patito l’irruenza ma soprattutto la preparazione atletica dei ragazzi di Gasperini, dopo, tra Dybala, Mandzukic e Pianic, la Juventus esce fuori, l’argentino quando è in partita fa la differenza e  vedendosi negare un rigore più che legittimo, segna un gol strepitoso subito dopo, sbloccando la partita, ecco che l’Atalanta si blocca, entrando in confusione. Dybala, Mandzukic e Pianic sono inarrestabili e al 35 mo accadrà il raddoppio questa volta firmato da Mandzukic, che dimostra che se ne ha voglia è capace.

Tutto bene, sembrava finita lì, Juventus che ha funzionato,  superiore in tutto persino troppo  ..invece.. no. E  in questo il tecnico ha peccato  di presunzione togliendo Dybala e Marchisio forse troppo presto, la partita viene riaperta al 71 mo da una rete di Konko e siamo 2-1, successivamente Lichtsteiner si procura un rigore che Pianic trasformerà in gol, quindi la Juventus in qualche maniera, recupera con un 3-1, ma la gioia dura poco, Gasperini convinto di farcela tenta l’ultima carta con l’entrata del giovanissimo Lath che ci farà gol, sul 3-2, per la Juventus si stava mettendo male, l’Atalanta riprendendo coraggio ci ha creduto fino alla fine, un po’ di fortuna e il tempo che si è esaurito, ci ha consentito la qualificazione.

Finisce con pochi sorrisi, se non la corsa verso la curva, Barzagli ai microfoni non si nasconde dietro ad un dito e ammette gli errori. D’altra parte, la partita l’abbiamo vista tutti e ciò che è accaduto anche. Non è comprensibile cosa succeda a questa squadra che subisce fluttuazioni di energia,  nella stessa partita è capace di arrivare a 1000 e repentinamente scendere allo 0. Massimiliano Allegri esaurito il repertorio di giustificazioni, si allontana visibilmente preoccupato, domenica prossima c’è la Fiorentina, squadra feroce e pericolosa. Il debutto di Rincon si può definire positivo, essendo la prima partita  non ha fatto faville, però soprattutto nel secondo tempo si è adattato alle esigenze della squadra, c’è perciò ampio spazio di miglioramento,  Piaca invece fa fatica, e Hernanes purtroppo non mantiene la lucidità che serve quando c’è bisogno di reagire.

Il rientro di Alex Sandro, sarà di buon auspicio per la formazione di Allegri che ci auguriamo continui a mantenere il suo primato.

 

Pagelle Juventus – Atalanta 3-2

 

Pagelle di Alessandro Magno
Neto 5 In una partita di ordinaria amministrazione riesce a farci prendere dal panico con un paio di rinvii ( soprattutto il secondo) veramente da incubo. In più sul secondo gol ( primo imparabile) ho l’impressione che non ci metta la mano per aver ”battezzato” fuori il tiro.

Lichtsteiner 5,5 Per un ora bene, almeno da 6,5, poi troppo grave la mancata marcatura del ragazzino che ci fa il 3-2. Troppo per un giocatore della sua esperienza.

Barzagli 6 Per un ora da 7 poi nel casino finale si perde anche un poco lui che dovrebbe tenere la difesa e tutti gli altri.

Rugani 6,5 Sbaglia meno di Barzagli questa sera e anche per lui un finale con molto lavoro.

Asamoah 5,5 Gioca bene finchè ne ha ma purtroppo per lui e per noi non ha l’autonomia di una partita intera. Alla fine è un ombra che vaga per il campo. Meglio comunque da terzino che da interno di centrocampo.

Rincon 6,5 Primo tempo anonimo poi piano piano viene fuori. Fa vedere di possedere una bella gamba tosta e anche discreti piedi. Nella battaglia finale utile come pochi.

Hernanes 5 Gioca discretamente bene finchè non si corre nessun pericolo, quando poi si mette male è il primo a naufragare, non la vede piu’ e sbaglia palloni e chiusure da normale amministrazione. Purtroppo per lui un occassione sprecata.

Marchisio 6,5 Da interno si riscopre il Marchisio vecchia maniera tutto corsa grinta e tiri dal limite. Un piacere ricevederlo schierato li e da capitano. Non un caso che esce lui e il centrocampo crolla.

Pjanic 7 Gioca una gran bella partita cercando sempre il dialogo di fino con Mandzukic e Dybala. Da campione si prende la responsabilità di tirare il rigore che dovrebbe risultare decisivo e non sbaglia. Peccato spesso quando è al limite dell’area cerchi l’imbucata per i compagni e quasi mai il tiro.

Mandzukic 7,5 Sicuramente il migliore in campo. Nel primo tempo da spettacolo con Dyabala e Pjanic con assist, gol , pali e colpi di tacco. Alla fine si sacrifica per aiutare la squadra a portare il risultato a casa.

Dybala 7 Eccellente primo tempo con colpi di alta scuola. Gol fantastico e assist per il Manzo con il contagiri. A un certo punto Allegri lo sostituisce per far giocare Pjaca ma non so se sia stata poi una scelta giusta.

 

Sturaro 6,5 Ci mette al solito grinta e impegno e il suo lo fa. Chiaramente rispetto a Marchisio ha molta meno qualità.

Pjaca 5,5 Entra riesce a dare qualcosina ma molto molto meno di Dybala. Era al rientro e ci puo’ stare ma alla Juve non aspettiamo nessuno. Non ce lo possiamo permettere.

Bonucci sv Entra per blindare il risultato. Si nota poco o nulla ma riesce nell’intento.

Juventus 6 Non si capisce come si possa interpretare una partita cosi bene nel primo tempo e cosi male nel secondo. La sufficienza è solo per la qualificazione perchè con un 3-3 non ci sarebbe stata ed è un vero peccato dopo aver giocato un primo tempo veramente notevole.

Allegri 4 Perde nettamente il confronto con Gasperini che sotto di 2 gol riesce a cambiare la squadra con l’ingresso di niente popò di meno che Konko. Grida a bordo campo come un ossesso ma sbaglia le sostituzioni e rischia di mandare al macero una qualificazione anche facile. Alla fine bisogna difendersi a 5 per contenere l’Atalanta. L’ha vinta perchè ha Dybala , Pjanic, Mandzukic eccetera che Gasperini non ha. Non è una cosa positiva per il mister.

Arbitro 5,5 Sbaglia a non dare un rigore clamorosamente netto sullo 0-0 così come sbaglia a non espellere Conti che non solo nel finale commette fallo ad ogni intervento ma lo manda pure a quel paese platelamente e gli mette anche le mani addosso. Per il resto fortunatamente riesce a non fare danni così gravi da compromettere il risultato. Il rigore dato è ineccepibile.

 

Mercoledi 11 gennaio 2017 Juventus-Atalanta ore 20,45 Juventus Stadium Torino-Coppa Italia

Scritto da Cinzia Fresia

Turno di Coppa Italia stasera allo stadium più gelato che mai, la Juventus incontra l’Atalanta, collocata in alta classifica di serie A e tra le più in forma del campionato, che non farà sconti.

Allegri in vista del “Big Match” contro la Fiorentina di domenica sera prossima, deve gestire le forze al millesimo per evitare di restare senza risorse per la sfida in campionato, ci sarà il debutto di Rincon, neo acquisto,  mentre in attacco il tecnico potrebbe affidarlo a Dybala e Mandzukic. Quasi certa la presenza di Cuadrado.

Come sempre, nessuna partita risulta “facile” per nessuna squadra soprattutto a temperature sotto lo 0,  perciò , massimo impegno e concentrazione.

 

“Ma che freddo fa…..”

Scritto da Cinzia Fresia

La Juventus si riprende il campionato in una  gelida serata,  la cui temperatura e’ sottozero.

Fa così freddo allo stadio della Juventus, che alcuni giocatori chiedono i guanti e indossano dell’abbigliamento  tecnico per poter stare in campo.  Nonostante la temperatura, la Juventus vince e convince battendo e annientando psicologicamente il Bologna con 3 reti a 0.  La formazione di Allegri con dei nasi simili a pomodori, ha assalito gli avversari limitandoli in  ogni spazio di manovra, i poveretti non hanno potuto assolutamente nulla se non soccombere.

Però qualcosa è cambiato durante la pausa di riflessione natalizia, finalmente, Higuain ha ricevuto palloni decenti che poi  lui ha trasformato in gol e si spera  che questo concetto resti chiaro fino alla fine di tutti i tornei, peraltro, il Pianic ieri ha giocato benissimo servendo assist su assist. Che Allegri abbia trovato una formazione definitiva?

Splendida prestazione di Higuain autore di due bellissimi  gol  e altresì Dybala segnato su rigore, anche se non felicissimo al 100 per cento, uscito  dal campo alquanto contrariato.   Considerato l’avversario inadeguato alla serie A protagonista di  un mezzo tiro in porta, la Juventus vuole   mettere una pezza sopra la perdita della Supercoppa, tuttavia, la sconfitta resta, perdere una finale dimostra che qualcosa non va, e la responsabilità va divisa al 50 per cento, metà all’ allenatore e l’altra metà alla squadra.  La si può vedere come si vuole, ci si può giustificare affermando che la Supercoppa non è poi quel gran che,  chi dice così, quasi sempre è chi ha perso, mentre i vincitori sostengono il contrario, ma il risultato non cambia, la finale è stata perduta. Dopo questa sconfitta, un po’ di malumore in casa Juve c’è sicuramente stato, e Spalletti ha fatto sapere, così .. tanto da mettere le mani avanti, che lui la Juventus in caso di bisogno  l’allenerebbe, nel frattempo  Allegri  raggiunge il record di 26 vittorie consecutive  ottenute  in casa, superando le 25 di Antonio Conte,   entrando così nella storia della Juventus, una piccola soddisfazione e una risposta ai futuri “pretendenti alla panchina più desiderata d’Italia”.

Comunque, dopodomani la Juventus torna in campo per la Coppa Italia per affrontare l’Atalanta. Anche se il gelo continua, è sempre vietato sbagliare.

 

 

Juventus Bologna 3-0 in scioltezza.

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Vittoria tranquilla senza nessun patema e senza nessuna ombra di dubbio, quella contro il Bologna. La Juventus inizia bene (gol al 7mo) e finisce bene. Il Bologna a parte qualche fumata grigia di Di Francesco piu’ coreografica che utile , non risulta mai pericoloso, tanto che Neto , chiamato a sostituire Buffon non effettua nessun intervento da menzionare. La Juventus ha iniziato bene l’anno centrando la 26ma vittoria di fila in casa e superando il precedente record che sempre ci apparteneva siglato dalla Juventus di Conte. Andare allo Juventus Stadium, o meglio abbonarsi, per chi se lo puo’ permettere, rappresenta sicuramente un ottimo investimento sul piano sportivo. La Juventus in casa in questi ultimi cinque anni ha una percentuale di vittorie pressochè totale.

Sulla partita ci sono state poche cose da sottolineare. Questa volta si è giocato anche un buon calcio sicuramente complice la debolezza del Bologna , ma credo anche per la contemporanea presenza di Pjanic e Dybala. Miralem soprattuto nel primo tempo è parso veramente ispirato e ha confezionato degli ottimi assist poi non tutti sfruttati. Dybala seppure non proprio da subito in partita, con i suoi movimenti ha contribuito a creare spazi e se ne è giovato soprattutto Higuain. Va da se che la Juventus almeno in attacco funzioni meglio con Higuain-Dybala che con il tandem HIguain – Mandzukic, due giocatori in parte simili. Come va da se che non si possono chiedere al buon Manzo quella giocate di classe che sono nelle caratteristiche di Dybala, di conseguenza con il croato in campo la Juve è sicuramente molto guerriera ma difetta in fantasia e in qualità. Una nota di merito anche per Asamoah che ha giocato bene dopo tanto tempo e per Khedira che è stato fra i migliori. Ineccepibile la difesa.

Uno sguardo alle altre ci dice che la Juventus , al rientro dalle feste, è stata quella che ha vinto meglio e senza discussioni. Questo aumenta a mio avviso il rammarrico per la sconfitta in Supercoppa. Non che quella coppa avesse particolare importanza in se stessa, ma alla fine quando vai a contare i titoli vinti conta sempre 1 come tutte le coppe, e averla persa contro una squadra senza ombra di dubbio piu’ debole, non mi fa piacere.

Tornando sugli altri campi pare che Inter , Lazio , Roma e soprattutto Napoli hanno dovuto godere di piccoli e grandi aiutini per tenere il passo. La sceneggiata di Reina a Napoli che ha portato all’espulsione di un giocatore della Sampdoria andrebbe sanzionata con prova Tv e squalifica. La sensazione così a pelle e che si voglia tenere vivo il Campionato ad ogni costo. D’altronde la Juve ha 4 punti di vantaggio con una partita in meno e questo va contro l’interresse di chi si è stancato di vederci vincere e vorrebbe trovare al piu’ presto un outsider credibile. Il girone di ritorno sarà molto duro e lungo. Speriamo che la Juventus migliori ulteriormente da Marzo come tutti ci aspettiamo. Per adesso, per alcune serate, ci basta dare la palla a Higuain.

Pagelle Juventus Bologna 3-0.

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

 

Neto 6 Al limite del senza voto una mezza parata a terra su un tiro strozzato a giro di Di Francesco veramente troppo poco. Avrà patito il freddo.

Lichtsteiner 6,5 Un poco frenato dall’ammonizione concede molto a Di Francesco per paura di esser espulso ma alla fine con la costanza ne esce vincitore. Bellissima la sua azione del 3-0.

Barzagli 7 Con Chiellini costituisce un muro invalicabile per tutti gli avanti rossoblu. Destro è praticamente annientato.

Chiellini 7 Fra i migliori. A differenza di Barzagli oltre a non sbagliare nulla dietro si prende anche qualche libertà in avanti.

Asamoah 6,5 Molto meglio da terzino oggi rispetto a quando ha giocato interno di centrocampo. Spesso si propone e riesce ad andare al cross.

Khedira 6,5 Alterna lunghe pause a giocate pregevolissime. Sempre abbastanza nel vivo dell’azione quando si tratta di offendere un poco meno quando deve ripiegare.

Marchisio 6 Prestazione positiva macchiata da un paio di palle perse in malo modo nel primo tempo su cui anche Allegri ha da ridire. Gioca in una posizione di campo dove non si possono perdere certi palloni.

Sturaro 6 Al solito croce e delizia. Croce quando sbaglia appoggi facilissimi anche di soli 2 metri , delizia quando si propone o quando recupera palloni. Nella sua solita confusione comunque prezioso.

Pjanic 6,5 Come Khedira gioca a corrente alternata tuttavia è in grado di tirare fuori dal cilindro palloni con il contagiri come quello dato ad Higuain sul primo gol. Assist veramente bello.

Dybala 6 Per molto tempo non trova la posizione si estranea spesso dall’azione. Nello stesso tempo riesce a creare spazi per Pjanic e soprattutto per Higuain. E’ chiaro che ci piace di piu’ quando ha la palla al piede. Comunque nel corso della partita trova qualche giocata e un buon gol su rigore.

Higuain 7,5 Agevolato dalla presenza di Dybala in campo giocatore diverso da lui e quindi maggiormente complementare rispetto a Mandzukic sforna un doppietta in tranquillità che poteva esser anche una tripletta o piu’. Difficile per coordinazione il tiro al volo sul primo gol. Piu’ semplice il secondo anche se si toglie la libertà di spiazzare Mirante.

 

Cuadrado 6 Entra con buona verve e c’è anche la possibilità di incrementare il bottino ma ormai la partita è virtualmente chiusa.

Mandzukic 6 Come Cuadrado entra volenteroso e crea ancora qualche azione da gol.

Rincon sv In tempo per saggiare il campo e collezionare la prima di quelle che alla Juventus diventaranno per lui una piacevole abitudine: La vittoria.

Juventus 7 Una vittoria per nulla sofferta e con il minimo sforzo giocando anche una partita piacevole e in scioltezza. La serata perfetta. 26ma vittoria consecutiva in casa.

Allegri 6,5 Formazione giusta partita sbloccata subito e tenuta bene senza alcun rischio. Bene tenere sulla corda Marchisio e Asamoah così come Sturaro per qualche passaggio errato di troppo. Bene i cambi. Avversario comunque debole.

Arbitro 6,5 La partita è facilissima da arbitrare ma un arbitro che da un rigore alla Juventus è onestamente diffiile da trovare visto che siamo alla fine girone e se non erro questo è appena il secondo.

Domenica 8 gennaio 2017 Juventus-Bologna ore 20.45 Juventus Stadium Torino

Scritto da Cinzia Fresia

E con l’Epifania “che tutte le feste si porta via” torna il campionato anche per la Juventus, che stasera incontrera’ il Bologna,

!a nostra squadra sconfitta ai rigori dal Milan durante la finale di super coppa si ripresenta acciaccata e sofferente da alcune assenze dovute  da infortuni, e a loro dire malanni di stagione.

La novita’ di maggiore spicco che ha allietato la pausa natalizia e’ l’arrivo del venezuelano Rincon a supportare il centro campo, mossa prevista e necessaria.

Vedremo percio’ come proseguira’ il cammino della Juventus in questa ripresa di campionato.

 

 

 

 

Sondaggio di fine anno.

buon natale juveScritto da Cinzia Fresia

Si e’ appena conclusa la prima parte di campionato con la Juventus in testa alla classifica, ma perdente in finale di super coppa.
Questa Juventus costruita secondo le volontà’ del suo attuale allenatore non convince completamente, e nonostante alcuni giocatori forti, non ha ancora trovato un’identità di gioco. E’ giunto il momento di tirare alcune somme, a voi la parola:

1) Avevi previsto la sconfitta in super Coppa?

2) Questa sconfitta, e’ stata semplicemente una serata storta o e’ un segnale che qualcosa in questo organico non va?

3) La Juventus ha necessita’ di un centrocampista creativo che sappia costruire gioco e passare palloni giusti agli attaccanti, chi vedresti oggi, bene in questo ruolo?

4) Quale è l’ipotetica causa dei numerosi e continui infortuni?

5) Higuain dimostra di non essersi completamente ambientato e i suoi colleghi spesso gli passano pochi palloni e di frequente sbagliati. E’causa dell’allenatore e di come lo abbina in coppia con altri o del carattere del giocatore?

6) Come vedi la squadra così assettata in Champions League?

7) Dopo l’episodio di Doha, pare che la panchina di Allegri non sia piu’ cosi sicura,vorresti in ogni caso la sua riconferma o se no chi vorresti dopo di lui?

8) Paulo Dybala, anatomia di un attaccante, e’ veramente un fuoriclasse?

9) Quali giocatori andrebbero sostituiti prima possibile?

10) L’acquisto di Rincon soddisfa secondo te le aspettative del pubblico e del mister?

11) Se Witsel sfumasse come pare ormai molto probabile che cosa dovremmo pensare e come la Juventus dovrebbe reagire?

12) In ultimo… la Juventus, quanti titoli riuscira’ a vincere in questa stagione?

 

Felice Natale a tutti

img_0467Scritto da Cinzia Fresia

Lo staff del  blog di Alessandro Magno augura a tutt gli amici e lettori un felice Natale ricco di amore, amicizia e salute, e prosperita’

 

 

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web