Le rivincite di fine stagione.

Articolo di Alessandro Magno

Va be lo dico a scanso di equivoci: sto godendo come un macaco del Giappone immerso nell’acqua termale mentre fuori cade la neve. Sto esagerando? Può essere ma va bene lo stesso. Diciamo subito vincere o perdere questa coppa al palmares mio che sono del 72 e a quello della mia squadra davvero poco aggiungeva, eppure a fine di questa travagliata stagione questa misera coppetta è diventata fonte di rivincita per molti.

La prima rivincita l’ha avuta la società. La società che ha venduto Bonucci al Milan per una quarantina di milioni e investito su Benatia. Si diceva che non si era sostituito Bonucci. Mi pare che lo si è sostituito alla grandissima. Bonucci è andato a Milano a spostare equilibri e ne ha spostati pochi. Voleva fare il Capitano da noi ma era quarto mi pare in graduatoria e non poteva aspettare. Adesso guarda i suoi ex compagni alzare trofei ma ha la sua bella fascia non conquistata sul campo.

E’ stata la rivincita di Benatia ingiustamente punito secondo me dopo Juventus Napoli come se fosse stato l’unico colpevole di quella sconfitta e gli altri fossero stati più meritevoli. Medhi è tornato, ha fatto una prova maiuscola condita da due gol, il primo che ha aperto e il terzo che ha chiuso l’incontro. Ha accettato la punizione con umiltà e da professionista ( e torniamo a Bonucci) e poi ha risposto sul campo.

E’ stata anche la rivincita di Allegri sul movimento che ha spinto per tutto l’anno il sarrismo. Sarri in tre anni di Napoli non ha vinto nulla di nulla. Nemmeno una misera supercoppa. Almeno Mazzarri e Benitez qualcosa avevano portato a casa. La questione è stata pompata all’inverosimile da tutti fino a convincere persino una nostra frangia importante di tifosi che quella è la strada maestra mentre la nostra è sbagliata. Invece il nostro mister ha perseverato e anche quest’anno ha portato a casa un double il quarto di fila. Impresa mai riuscito a nessuno per lo meno in Italia.

Infine questa è la rivincita di quei tifosi che ci hanno sempre creduto e sono stati vicini ai ragazzi. Quelli che hanno tifato a volte imprecato e anche spesso, spessissimo criticato quando si è giocato male, perchè la critica laddove è fatta a migliorare è sempre buona cosa, perchè è sotto gli occhi di tutti che quest’anno a differenza degli altri primi 3 di Allegri, nel gioco c’è stata una qualche involuzione, come è sotto gli occhi di tutti il contrario ovvero che non in tutti i 4 anni del mister si è giocato o sofferto così tanto. Questa coppa dicevo e il relativo prossimo scudetto non sono di chi ha scritto o detto di vergognarsi di questa Juve o di questo allenatore o di questi ragazzi o peggio di vergognarsi di esser Juventino. Questo double non è di chi ha insultato la squadra i giocatori e il mister nei momenti di difficoltà, degli isterici. Questo non lo accetto. Ne ho cancellati tantissimi dai miei contatti in questi mesi e ho avuto anche la disavventura di qualcuno che ha cercato di diventare mio stalker personale. Ora chissà dove sarà andato a nascondersi. Ecco questi hanno perso. Eccetto questi, tutti gli altri possono salire sul carro.

Victory!

Scritto da Cinzia Fresia
Temevo i supplementari, lo ammetto, per come si erano messe le cose durante la prima fase, la prosecuzione della durata regolamentare sarebbe stata per noi una rovina, per non parlare dell’ipotesi successiva, cioè andare ai rigori.
Dopo il solito primo tempo giocato un po’ a risparmio e in attesa di capire cosa poteva succedere, la Juventus come per magia, esplode e si scatena con 4 gol, due nomi: Douglas Costa e Benatia, il primo insostituibile il secondo autore di una doppietta da far invidia persino a Cristiano Ronaldo, si chiude la partita con l’autogol e la Juventus conquista per 4 anni di fila la Coppa Italia.
Un trionfo netto, senza macchie, senza sospetti ed illazioni, anche Rino Gattuso, umiliato e addolorato per i suoi tifosi, si è arreso alla forza devastante della Juventus.
Mi aspettavo una partita combattuta, entrambe le squadre volevano vincere, ma le singolarità della Juventus sono uscite fuori alla grande togliendo ogni dubbio.
Allegri ha schierato l’unica formazione possibile in base alle disponibilità, insistendo con Cuadrado terzino, mossa che non aveva entusiasmato in precedenza, in più sorpresa .. Higuain in panchina, Mario Mandzukic in campo, eppure questo gruppo ha messo da parte le tensioni della settimana facendo vedere cosa sa fare.
Il Milan, crollato psicologicamente, i rossoneri al terzo gol, capiscono che non ce la possono fare, e sperano che tutto passi più in fretta possibile, ma la Juventus non è mai sazia, il quarto gol (autogol) mette un sigillo alla vittoria, questa volta è veramente finita.
La motivazione non è stata sufficiente a far reagire il Milan, svuotato e psicologicamente distrutto, che decide di deporre le armi.
Una serata fantastica e una festa magnifica, per i nostri ragazzi, con la conquista dello scudetto, chiuderanno un’annata dai risultati non così scontati, mettendo una pezza per la mancata qualificazione in Champions.
Ma stasera vederli festeggiare nello spogliatoio con il loro allenatore è stata una gioia, godiamoci gli ultimi istanti di una stagione non superlativa ma dal finale inaspettato, si prevedono cambiamenti e vedremo come andrà a finire, nel frattempo abbracciamo i ragazzi vestiti con questa maglia, anche se li vorremmo per sempre alla Juve alcuni li perderemo .. peccato, la legge del successo prevede scelte profondamente dolorose, ma la Juventus deve andare avanti, e la consapevolezza del cambiamento è l’unica proiezione che ci permette di mantenere i risultati nel tempo.

Juventus Milan 4-0 Pagelle finale di Coppa Italia

Articolo di Alessandro Magno

 

Buffon 8 Para tutto. Riscatta la papera fatta con il Bologna con una prestazione da grande numero uno. Ma siamo sicuri che un portiere così non possa fare un anno da secondo? Da 10 e lode il gesto di far alzare la Coppa a Marchisio e Barzagli compagni di una vita.

Caudrado 7 E’ la sorpresa di Allegri di fine stagione. la gente chiede più spettacolo più propositività e lui a fine anno cala il terzino alla sudamericana. Ottimo.

Barzagli 6 Qualche incertezza. Consente qualche incursione e un tiro a Calhanoglu poi prende abbastanza le misure.

Benatia 9 Dietro prestazione impeccabile. Davanti doppietta da criminale. Si riprende la Juve dopo una mezza punizione pare dovuta a indisciplina. Lo diceva il sottoscritto che doveva giocare. E’ il nostro miglior difensore per rendimento.

Asamoah 7 Preferito ad Alex Sandro per contenere Suso lo contiene bene nel primo tempo e fino ad annullarlo completamente nel secondo tempo.

Khedira 6,5 Si fa valere come al solito per competenza tattica ma in certi frangenti del primo tempo serviva un poco più di gamba.

Pjanic 6,5 I suoi lanci e le sue aperture sono ottime e precise peccato sembri un poco svogliato e spesso non si smarchi o non cerchi di farsi dare il pallone dai compagni con maggior frequenza.

Matuidi 6 La nota dolente della squadra. Oggi è sufficiente al pelo. Troppi palloni persi e un quasi autogol. Alla fine incide anche il non grandissimo filtro fatto.

Dybala 8 Si scalda piano come un diesel dopo di che prende la squadra in mano e inizia una vera sassaiola contro Donnarumma. Sfiora un gol da metà campo. Ma soprattutto è autore di pregevoli duetti e suggerimenti con i compagni di squadra Douglas Costa in primis.

Mandzukic 6,5 Non è al meglio ma il mister gli chiede di giocare per sfruttarne il gioco aereo. La cosa gli riesce poco ma il suo impegno riesce a tenere il Milan abbastanza basso.

Douglas Costa 8 Come Dybala entrai n partita poco per volte complice una doppia marcatura che gli ha imposto Gattuso. Alla fine finisce anche sul tabellino dei marcatori.

 

Bernardeschi sv
Higuain sv
Marchisio sv Partecipano alla festa

Juventus 10 Primo tempo equilibrato. La Juve non sottovaluta l’avversario e gioca meglio di altre ultime volte nonostante non è che faccia cose trascendentali. Secondo tempo 3 gol in 8 minuti e tanta bel calcio e divertimento. Alla fine risultato anche un poco stretto se si contano almeno un paio di parate di Donnarumma non facili su Dybala. Si vince la quarta coppa Italia di fila quest’ultima addirittura  senza prendere un gol.

Allegri 8 Non la vince la stravince. Se dovesse lasciare lascia con 4 campionati vinti e 4 coppe Italia vinte di fila. Siamo sicuri che la strada da seguire sia il sarrismo che in 3 anni non ha prodotto nessun titolo? Almeno Mazzarri e Benitez a Napoli 2 coppette le avevano portate.

Arbitro 7 Partita abbastanza corretta e semplice da arbitrare. Non se ne va con la testa verso protagonismi inutili.

Mercoledì 9 maggio 2018 Juventus-Milan Finale Coppa Italia – Stadio Olimpico – Roma


Scritto da Cinzia Fresia

La Juventus quasi campione d’Italia non si ferma mai, gli ultimi sforzi e poi tutti al mare.
Domani si batteranno contro il Milan, per la conquista di uno degli obiettivi stagionali, la Coppa Italia, a Roma all’Olimpico.
Come ci arriviamo? La Juventus è giunta alla fine e domani sarà durissima perchè il Milan dalle scarse soddisfazioni si butterà a pesce per sottrarci il trofeo.
Vedremo se i ragazzi saranno in grado di non pensare e concentrarsi esclusivamente sulla gara, senza pensare allo scudetto, a chi parte e a chi arriverà, una certezza Gigi Buffon ai pali, niente portiere di riserva, come da abitudine per questo torneo, e in effetti è vero ma Gigi merita questa partita.
La Juventus dovrà essere come sempre più forte degli arbitri, non farsi prendere dalla stanchezza e lottare ad armi pari, senza cadere nella trappola della confusione.
Forza Juventus e forza ragazzi, ci saremo fino alla fine!!!!

Richiesta alla Juventus per il pulman scoperto per la festa scudetto.

Abbiamo con alcuni amici di altri siti inviato questa lettera alla Juventus. Sappiamo che ne stanno già discutendo ma abbiamo voluto ribadire come sito che questo scudetto numero 7 che è senza precedenti vada festeggiato.

 

Spett.le Juventus F.C. spa,

Mancano ormai pochi giorni alla conquista dell’ennesimo Scudetto, il 36esimo della nostra storia. Quest’anno è stato molto duro. Non sono stati pochi gli scossoni negativi che tutto l’ambiente juventino ha dovuto sopportare durante questa stagione. Ciò nonostante, ancora una volta, il lavoro ha pagato e alla fine il titolo di Campione d’Italia rimarrà ancora a casa nostra.
Con la presente lettera i gruppi firmatari chiedono alla società Juventus di organizzare nel post-partita di Juventus – Hellas Verona, un pullman scoperto con giocatori, settore tecnico e dirigenziale così da poter festeggiare nella maniera migliore questo grande traguardo.
Riteniamo di vitale importanza tale organizzazione così da poter ricompattare l’ambiente, dopo i fatti successi un anno fa in Piazza San Carlo.

 

Il Blog di Alessandro Magno

Tifosibianconeri.com

Paolo Superfly

Radio Meglio di niente

Quel gran genio del mio amico con un pallone nei piedi fa miracoli.

Articolo di Alessandro Magno

Forse ieri si è vinta la partita decisiva per questo settimo scudetto consecutivo. Roba allucinante. Quando ero piccolo sentivo parlare di Juve del quinquennio e di Grande Torino che avevano vinto 5 scudetti di fila e mi sembrava veramente, e lo era, si parlasse di un calcio di altri tempi, dove le partite finivano 10-2, il calcio era dei pionieri, dei palloni di cuoio marrone e delle scarpe a stivaletto. Non avrei mai pensato che nel calcio moderno la Juventus potesse arrivare a vincerne 6 di fila. Figuriamoci 6 e lottare per il settimo ( che non è ancora vinto). Figuriamoci poi dopo farsopoli. Comunque a parte la riflessione storica certo ieri avessimo fatto qualche passo falso ci saremmo complicati notevolmente la vita. Ad ora, che il Napoli deve ancora giocare , ma nel Toro non ripongo alcuna speranza, ci sono 4 punti di vantaggio sui 6 rimasti. Quindi direi che si va a Roma abbastanza tranquilli. Di mezzo una Coppa Italia da conquistare e che mi piacerebbe conquistare, perché questo Milan è piccolo e già gli abbiamo regalato una Superocoppa Italiana e direi che può bastare.

Che dire della partita di ieri. Abbiamo fatto tutto noi. Il rigore per cappellata di Buffon e la mezza dormita di Rugani. Un palo loro su mezzo miracolo di Buffon su altra dormita di Barzagli. Formazione iniziale rivedibile di Allegri. Coppia centrale che non mi piace e non mi da sicurezza. Attaccanti soporiferi. Questo era il quadro. Insomma si continua sulla strada di amministrare le forze ma questa squadra non riesce proprio più in questo. In un girone abbiamo preso mi pare 2 gol ora prendiamo sempre gol. E’ evidente che non si riesce ad amministrare. Come è evidente che c’è una fase difensiva che è peggiorata. Ora vorrei ci dicessero chiaramente perché non gioca Benatia. Voglio ricordare che dopo un periodo iniziale dove Allegri faceva ruotare un poco tutti a parte Howedes che ruotava fra l’ospedale l’infermeria e il lazzaretto, il mister aveva trovato la quadra con Benatia e Chiellini. Voglio ricordare anche che da quando si trovò questa quadra, per rendimento Benatia risultò il miglior difensore a disposizione , anche migliore dello stesso Chiellini sempre un poco frenato da qualche acciacco. Ora se Benatia ha fatto qualche cavolata ce lo dicano in modo che ne siamo tutti consapevoli perché ”non è successo nulla” e poi non gioca non va bene.
E veniamo al rigore. Lo dico molto chiaramente anche se gli antijuventini che vengono a sbirciare nei miei scritti non saranno d’accordo, rosicheranno o si arrabbieranno (a parte che di loro me ne frego altamente): il rigore per me non c’è. Dal vivo non ho alcun dubbio e per la dinamica lo avrei dato. Al replay è evidente che è un tuffo alla Cagnotto dell’attaccante del Bologna. Non c’è nulla di nulla, non c’è un tocco di piedi e nemmeno una spinta vigorosa, c’è appena un tocco con il braccio di Rugani sul collo dell’avversario. Una roba tipo carezza. Lo ha appena sfiorato,l’altro gli crollano le gambe come colpito da un fulmine. Mi è parso abbastanza curioso
1- che al var lo abbiamo concesso invece di ammonire per simulazione
2-che anche in tv hanno continuato a insistere sul fallo perché ripeto è evidente la simulazione.
A chi non piace questa mia spiegazione , l’ho detto nella parentesi di prima. Per quanto riguarda poi l’eventuale rosso dato che il rigore lo ha concesso mi pare che il regolamento fosse chiaro , oggi non è automatico ci deve esser l’intenzionalità di fare fallo e ci deve esser la chiara occasione da gol e mi pare che l’attaccante del Bologna stia andando verso l’esterno e non verso la porta.

E veniamo all’eroe di giornata: quel gran genio del mio amico Douglas Costa. Come non si può volere bene a questo ragazzo, piccolo, con la faccia da bambino e con la poesia nel sinistro? Infatti ha legato molto con Dybala e Higuain che da brasiliano verso due argentini non è proprio così scontato. Ha legato in verità con tutti perché è difficile vederlo protestare o fare qualcosa di scorretto. Fra l’altro sia quando gioca bene che quando non gioca bene e viene sostituito pare sempre molto sereno. Devo dire, così spezziamo una lancia in favore di Allegri, che Costa è veramente migliorato quest’anno e credo abbia raggiunto dei picchi che non aveva mai raggiunto prima neppure al Bayern Monaco. Ieri è entrato e ha spaccato la partita di brutto. In una decina di minuti ha messo più palle in area lui di quanto non avessero fatto 4 giocatori prima ovvero Sandro, Asa, Dybala e Cuadrado. E che palle. 4-5 assist al bacio , che sono stati fortunatamente sfruttati in alcuni casi da Khedira e Dybala. Il ragazzo ha un cambio di passo notevole, una velocità da imprendibile, un genio da fuoriclasse. Ieri un tocco di prima di esterno a dribblarne due, un cross di rabona che per poco fa gol e ( per chi l’ha notato) una palla dalla bandierina messa fuori area a rimorchio , quando tutti erano schiacciati sul portiere avversario, meritano veramente il prezzo del biglietto. Il ragazzo non solo è bravo nel dribbling e nell’assistenza ai compagni ( si gioca la palma di re degli assist con Luis Alberto della Lazio) ma vede spazi e corridoi che gli altri non vedono. Non è molto bravo a fare gol, è un ala pura direi vecchia maniera alla Garrincha, e nella sua testa privilegia l’ultimo passaggio alla realizzazione, e oltretutto, se lo fosse non ce ne sarebbe neppure per Messi, ma anche segnando poco riesce ad esser decisivo come una punta. Concludo con un commento dell’amico Luigi alle mie pagelle di ieri sera, che cita un tweet di Willy Signori, perché veramente merita.

“Douglas nostro che sei in panchina, sia santificato il tuo nome;
venga il tuo cross; sia fatta la tua rabona, come a destra così a sinistra.
Dacci oggi il nostro assist quotidiano, e rimetti in sesto i nostri risultati come noi li rimettiamo ai nostri avversari,
e non ci indurre in tentazione, ma liberaci dalle bestemmie
Amen”

 

Pagelle Juventus Bologna 3-1

Pagelle di Alessandro Magno

Buffon 5 La papera che commette sul gol del Bologna è da 0, il passaggio è corto e la colpa è maggiormente la sua, poi però salva il risultato su un tiro ravvicinato che devia sul palo e si guadagna la pagnotta. Però era una papera che ci poteva costare lo scudetto e lui proprio lui non la deve fare.

Cuadrado 6 Dietro ha delle pause non da difensore navigato infatti si prende subito un giallo, e anche davanti spesso non riesce a saltare l’uomo o rallenta troppo l’azione. Però è sempre uno di quelli che ci crede di più infatti su un suo cross facciamo l’1-1.

Rugani 5,5 Sul patatrac del rigore la colpa come è detto è più che altro di Buffon ma lui potrebbe esser più reattivo. Ho l’impressione che non commetta alcun fallo fra l’altro. Si guadagna quasi la sufficienza perchè poi nel finale ogni pallone di testa è il suo con grande sicurezza.

Barzagli 5,5 Sinceramente la coppia Barzagli Rugani non mi da fiducia e tranquillità e dopo aver fatto casini con l’Inter Allegri ce li ripropone con il Bologna. Inoltre Barzaglione che amo visceralmente ormai è arrivato e quando uno è arrivato è arrivato. Basta non può esser più titolare in serie A se ne rovina il ricordo.

Asamoah 6 Una prova diligente. Maluccio nel primo tempo meglio nel secondo quando da quel lato c’è Douglas Costa. Ma meno peggio degli altri nell’insieme.

Khedira 6 Si prende un 6 veramente risicato. La prova non è ottimale quasi sempre nascosto al gioco , ma ha la brillante prontezza di andare a fare il gol del 2-1. Gol importantissimo. Fra l’altro gol meno facile di quello che può sembrare perchè il rischio di spedirla sulla luna è altissimo. D’altronde anche giocando così così quest’anno spesso è stato decisivo.

Marchisio 6,5 Prova con qualche verticalizzazione a lanciare gli attaccanti, ma Dybala e Higuain sono davvero poco mobili. Con un lancio di questi mette già al settimo Higuain in condizione di sbloccarla. Comunque non sbaglia quasi nulla e si applica anche nella fase difensiva. Finisce un poco sulle gambe.

Matuidi 5,5 Nel primo tempo sono tutti da 5 o 5,5 per cui lui non era peggio di altri. Viene sacrificato allo scacchiere tattico ma non era peggio degli altri.

Dybala 6 Primo tempo gravemente insufficiente. Si incarta pure su un errore di Romagnoli che gli spalanca la porta. Fortunatamente si rivitalizza con l’ingresso di Douglas Costa quando da esterno va a giocare più in mezzo. Ha il merito di chiuderla con un bel gol.

Higuain 5,5 Pare pimpante e va subito al tiro. Poi pian pianino si spegne. Si mangia un gol dove si fa anticipare da Mirante in uscita quasi addormentandosi sul pallone. E poi oggi è davvero irritante per quanto tiene la palla e per quanti palloni perde.

Alex Sandro 6 Anche per lui un primo tempo non buono dove gioca sempre all’indietro e non salta mai l’uomo. Invece una piacevolissima sorpresa da interno di centrocampo molto molto meglio. Parò giocare dal lato di Costa questa sera è molto facile.

 

Doulgas Costa 10 Fenomenale. Entra e dopo 30 secondi mette un pallone al bacio per Cuadrado su cui Juan non arriva perchè probabilmente subisce fallo. Azione dopo salta tutti e va al tiro e impegna Mirante e Cuadrado non ci arriva per un pelo. Azione dopo serve assist al bacio per Khedira che fa 2-1 . Subito dopo serva assist a Dybala per 3-1. Dopo questa a momenti segna di rabona. Insomma 10 ma se segnava di rabona 11 o 12. Un impatto sulla partita devastante. Extraterrestre.

Lichtsteiner 6,5 Entra sul 3-1 ma entra molto molto bene.

Bernardeschi 6,5 Anche lui entra molto bene e salva anche un azione pericolosa con una sforbiciata in area. Segno che c’è grande voglia di sacrificarsi. Se sta bene corre il triplo di Dybala. Da valutare bene in questo finale di stagione.

 

Juventus 6 Non posso andare oltre perchè la Juve non mi è assolutamente piaciuta nel primo tempo anche se abbiamo fatto tutto noi nel bene e nel male. Ottima reazione però ora basta. Cerchiamo di svegliarci prima e vincerle meglio fin da subito. Capisco che dopo un 3-1 possa apparire severo ma davvero non si possono giocare tutti questi bonus. Anche oggi abbiano dovuto rimontare. No da basta!

Allegri 5 O ci faccia capire perchè non gioca più Benatia così ce ne facciamo una ragione tutti o davvero lasci perdere questa coppia Rugani Barzagli che fra tutte le coppie centrali possibili che possiamo schierare è quella meno efficace. Poi la sfanga con Douglas Costa. E menomale che Douglas Costa c’è.

Arbitro 5 Sarò di parte ma il rigore l’ho visto e rivisto 100 volte e più lo vedo e più non mi sembra rigore. Tocchi con i piedi non ce ne sono, tocchi con le mani nemmeno. C’è un leggero braccio di Rugani che va sul collo dell’avversario ma a vederlo attentamente con replay si vede come il giocatore del Bologna arrivi sul pallone pianti i piedi in terra e si butti. E’ un tuffo alla Cagnotto. Non solo non c’è rigore e non c’è neppure espulsione ma ripeto rivendendolo mi pare una gran simulazione e mi stupisco che al var lo abbiano concesso perchè si vede molto chiaramente. Un rigore c’è invece per la Juve quando Cuadrado viene abbracciato, e anche questo è molto chiaro in tv, e gli viene impedito di raggiungere un pallone. Si potrebbe pure annullare il gol di khedira per una spintarella ma se non ha dato rigore su Cuadrado direi che ha usato lo stesso metro.

Sabato 5 maggio 2018 Juventus- Bologna ore 20.45 Allianz Stadium Torino


Scritto da Cinzia Fresia
Scorrono inesorabili le lancette dell’orologio del nostro Campionato, domani un’altra sfida, vincere contro il Bologna, poiche’ il Napoli in casa contro il Toro non perdera’, le due squadre giurandosi amore eterno, uniti dal risentimento e rancore contro la Jvuentus, non sprecheranno occasione per farci perdere punti , la quale dovra’ affrontare una squadra ferocissima e dichiaratamente anti-Juve.
Siamo alla fine, e la Juventus deve impegnarsi allo spasimo se desidera il 7mo scudetto, ormai, il repertorio delle scuse sono finite, come andra’ andra’.
Allegri spera che vada tutto bene, si rende conto che la squadra e’ agli sgoccioli, e che lui stesso piu’ di tanto non ha piu’.
Sebbene voci da corridoio lo vorrebbero lontano dalla Juventus, il tecnico sorride negando ogni evidenza, “alla Juventus sto bene e ho un contratto per ancora 2 anni”
cosi dice Massimiliano Allegri.
Intanto, non possiamo non pensare all’ipotetica cessione di Dybala, rovinosa per noi, ma non per le nostre cassa.

Sesso Juve e Rock n’Roll No.23

 

Immagine anteprima YouTube

 

 

Di seguito la scaletta:

Calcio

Inter Juventus
Polemiche
Cucchi lascia DS
Juventus Bologna

Donne
Le Spagnole
Penelope Cruz
Paz Vega
Ines Sastre
Clara Lago
Sara Carbonero
Ursula Corbero

Rock
Compleanno
Maurizio Solieri ( chitarrista di Vasco Rossi)
James Brown

Anniversario
Mick Ronson (chitarrista Bowie)
Jeff Hanneman (chitarrista Slayer)
Leonardo Da Vinci

Fallimento imminente Gibson

Curiosità
Riunione Abba
Tour finale per i Kiss
Dichiarazioni curiose Noel Gallagher

Consigli disinteressati per disadattati

Senza Speranza

scritto da Cinzia Fresia

Si continua a parlare di Juventus-Inter nel bene, ma soprattutto nel male, le ultime notizie indicano che la procura FGCI non ha trovato gli estremi per avviare un’inchiesta circa la lettura del labiale tra Massimiliano Allegri e l’arbitro Tagliavento.
Tuttavia il mancato provvedimento ha inasprito ancora di più gli avversari, i quali continuano le accuse contro la Juve. Da Sarri a Spalletti e tutti gli altri.
Eppure un interista nel DNA come Mazzola, difende la Juventus, stranamente l’ex giocatore nerazzurro, carica la sua Inter come stessa responsabile della sconfitta, assolvendo totalmente l’arbitro che a suo dire ha diretto bene la gara, anche Graziano Cesari, notoriamente non Juventino, non condivide il vittimismo dell’Inter e anzi, rivede e segnala tutti gli errori pro-Juve.
Eppure non basta, la Juventus ruba! Comprando tutto e tutti.
E’ per questo principio, che le varie tifoserie dichiarate contro la Juventus abbiano il cervello piccolo come quello di un passero, vi spiego perchè: premettendo che come ha detto più volte il giornalista Cruciani, l’antijuventinismo è diventato un mestiere anche molto ben pagato, non si va gratis a sparlare della Juventus, se la Juventus avesse “comprato” gli scudetti ecc. ecc. oggi sarebbe in bolletta, gli costava meno Cristiano Ronaldo, e tutto il Real Madrid, che i presunti favori arbitrali di tutti questi anni, risparmiava pure .. ma immaginate quanto costa “comprare il silenzio della gente?” Evidentemente no.
Poi .. chi parla così, non conosce l’ambiente Fiat- Juventus come si dice a Torino, “verdi come una gaggia”, se non abbiamo mai vinto la champions ci sarà un motivo, con 2 giocatori non si puo’ fare un granchè tanto meno vivere di parametri 0.
Però è comodo pensarla così…ecco la Juventus ha rubato .. cari interisti, ma scusate, ammettere che il vostro allenatore ha fatto una scemenza a togliere Icardi?
E’ colpa nostra se Dybala ha fatto due assist da gol?
Capitolo allenatori: questa è la nota dolente, perchè qui non so chi scegliere, inserendo anche il nostro: Adesso sono diventati anche permalosi e vittimisti.. Secondo voi, un giornalista sportivo dopo una partita, cosa chiede all’allenatore? Il perchè sì o no di certe scelte, è il loro mestiere, è grazie anche alla carta stampata che il calcio è diventato ciò che è .. e siamo altresì consapevoli che l’obiettivo di un giornalista è mettere in difficoltà il suo interlocutore .. ma questo fa parte del lavoro, rispondere da uno che piglia xxx milioni di euro l’anno, “sapete tutto voi” “come osate ..?” “volete andare voi?” Oh povere vittime, quasi quasi .. gli giro il 5 per 1000 dalla pena che mi fanno.
Sembra non sia importante neppure tenere in considerazione almeno i tifosi a cui bisognerebbe rendere conto, già ci trattano come “gli scemi del villaggio”, da sempre e forse oggi di più, “tacete e pagate” ma paghiamo per vedere cosa? Per seguire la nostra squadra, siamo costretti a prenderci tutto il circo, incluse le idiozie dei commentatori nonchè conduttori sky, siamo costretti .. quali le alternative? Nessuna.
Tornando all’arbitro, un’idea: togliamoli del tutto, risparmiamo quei 30000 ad ogni partita, mettiamo dispositivi elettronici che fischiano ad ogni infrazione .. gli interisti, napolisti, torinisti, milanisti, romanisti .. e tutti gli altri avranno il coraggio di dire che compriamo anche quello?

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia