Sesso Juve e Rock N’Roll No.27

Nuova puntata di Sesso Juve e Rock n’Roll. Le modalità sono le soliite verso le 22-30 si parte. Se c’è qualche ritardo non disperate perchè in qualche modo si parte sempre.

Immagine anteprima YouTube

 

 

 

 

 

 

 

 

 

JUVENTUS

29 Maggio 85 Tragedia stadio Heysel
Calcio mercato – Zidane via dal Real Cr7 forse. Scambio Higuain/Icardi.

DONNE
Allison Robertson, Nita Strauss, Joan Jett, Lita Ford, Poison Ivy, Ruyters Suys, Orianthi,Courtney Love.

ROCK N’ROLL

Compleanni
Rich Robinson (Black Crowes), Bob Dylan, Paul Weller (Jam e Style Council), Miles Davis, Stevie Nicks (Fleetwood Mac), Lenny Kravitz, Siouxie Sioux (Siouxie and the Bansheens), Killye Minogue, Francis Rossi (Status ), Noel Gallagher (Oasis),Tom Morello (Rage against the Machine),John Bonam (Led Zeppelin).

Anniversari
Gene Clark ( Byrds), Duke Ellington, Elmore James,Gregg Allman (Allman Brothers), Massimo Riva (Vasco Rossi , Steave Rogers Band)

Morto Phil Emmanuel
Curiosità
24 May 68 esce il singolo dei Rolling Stones Jumpin jack flash
25/5/73 esce Tubular bells di Mike Oldfield primo disco della Virgin Records
Jimmy Page vs Robbie Williams problemi di vicinato.
Guns n’Roses torneranno nella line up originale almeno per qualche data. Reintegrando Steven Adler
Tommy Lee (Motley Crue) si sposa per la quarta volta

Consigli disinteressati per disadattati

Venerdi’ 25 maggio 2018 Commemorazione a Cherasco 39 vittime dell’Heysel

Scritto da Cinzia Fresia

Venerdi 25 maggio, alle 19.30 ha avuto luogo la commemorazione dei 39 caduti dell’Heysel a Cherasco, presso il Monumento 39 vittime, situato dietro al Santuario del Santo Rosario, nel giardino della Madonnina. La celebrazione e’ un appuntamento sacro per noi juventini al quale non possiamo mancare. Una tiepida giornata di sole, ha fatto da cornice ad un evento breve ma dalle emozioni intense.
la serata organizzata dall’amministrazione comunale, dai gruppi e associazioni di tifosi, e’ stata profonda e commovente, 30 minuti bastano per ricordare quella terribile tragedia, che ogni singolo juventino si porta dentro.
Mi hanno colpita e sinceramente emozionata le parole di Gianluca Pessotto, come rappresentante della societa’ Juventus, il quale ricordando l’immane tragedia, ha sostenuto che il fatto non debba essere di pertinenza esclusiva dei tifosi della Juventus, ma di appartenenza collettiva assoluta.
Eppure, sempre a dire di Pessotto, si viene ancora derisi, e in certi stadi succede anche di peggio.
Toccante il discorso del dirigente della Juventus che ha esposto in modo pacato e sincero il nostro stato d’animo, che e’ anche il suo, e altrettanto della Societa’.
Importante l’oratoria di Beppe Franzo, leggendario presidente dell’associazione Quelli di Via Filadelfia 88, sempre in prima linea in difesa delle 39 vittime ha annunciato per martedi’ 21 maggio 2018 l’inaugurazione di una p.zza dedicata ai caduti Heysel finalmente a Torino.
Alle 20 la funzione finisce, e’ il tramonto, il cielo si tinge di riflessi dorati, uno sventolare di bandiere bianconere ci saluta dandoci appuntamento al prossimo anno, e con gli occhi lucidi ..io torno a casa.
Il blog di Alessandro Magno, ricorda la celebrazione al Monumento 39 vittime dell’Heysel a Reggio Emilia – Stadio Mirabello domani domenica 27 maggio 2018, organizzato dal Comitato “Per non dimenticare Heysel”.

Sesso Juve e Rock n’Roll No,26


Immagine anteprima YouTubeBene ragazzi questa sera nuova puntata di Sesso Juve e Rock n’Roll come al solito verso le 22 in questo post mettiamo il link. Si parte ore 22-30 circa . La scaletta :
 

0:00 Festa scudetto
8:23 Interviene Enzo
10:20Le polemiche Sul video di Douglas Costa
17:00 Interviene Ben
Ancelotti/Napoli
23:46 Interventi chat ascoltatori
25:53 Ricordo commemorazione Heysrl a RE
26:00 Saluti per Gabry e suo gruppo Facebook
28:40 Sarri/Conte
34:49 Juventus Woman Campioni d’Italia
36:29 Interviene Toto
37:27Addio Buffon
45:40 Interventi dalla chat degli ascoltatori e mercato Juve
56:30 Morata
1:04:07 interventi dalla chat degli ascoltatori
Caldara/Masiello

1:10:35 Attici rumene
Alexandra Dinu ; Ana Caterina Morario ; Catrinel Marlon ;Cristina Cepraga ; Madalina Ghenea ; Ioana Flora ; Ghenea Madalina ; Ramona Badescu

1:30:59 Rock
Robert Fripp (King Crimsom)
Krist Novoselic (bassista Nirvana)
Alberto Camerini
Laura Pausini
Janet Jackson
Rick Wakeman
Notorius Big
Joe Cocker
Busta Rhymes
Cher
Marracash
Morrisay

Anniversario
Ronnie James Dio
Ian Curtis (Joy Division)
Chris Cornel
Robin Gibb
Renato Carosone
Ray Manzarek m

2:01:58 Consigli disinteressati per disadattati

Bee Gees – One million years
App Cell – Light X
Like a stone – Chris Cornel
Smart print d90
Toto – Ronnie James Dio – Holy Diver
Velvet Underground – Squeeze
Processo Carminati rapina cavo su Youtube

Pagellone di fine stagione

Scritto da Cinzia Fresia
E’ tempo di pagelle, tocca a voi a dare i voti di fine stagione:

Gianluigi Buffon

Wojchiech Szczesny

Carlo Pinsoglio

Mattia De Sciglio

Giorgio Chiellini

Medhi Benatia

Lobo Silva Alex Sandro

Andrea Barzagli

Benedict Howedes

Daniele Rugani

Stephan Lichtsteiner

Miralem Pianic

Sami Khedira

Claudio Marchisio

Blaise Matuidi

Kwadwo Asamoah

Stefano Sturaro

Rodrigo Bentancur

Juan Cuadrado

Gonzalo Higuain

Paulo Dybala

Douglas Costa

Mario Mandzukic

Federico Bernardeschi

Allenatore Massimiliano Allegri

Juventus società

Come promesso. Per ridere un po di questo scudetto.

Immagine anteprima YouTube

Farewell .. Gigi Buffon

scritto da Cinzia Fresia
Questo scudetto sarà ricordato per anni, non tanto per la sua tormentata conquista, quasi per il “rotto della cuffia” e nemmeno per le polemiche. Era nell’aria .. e poi l’annuncio ufficiale: Gigi Buffon lascia la Juventus.
Quello tra Gigi e la Juve sembrava un matrimonio indissolubile, una storia d’amore eterna, Gigi oltre ad essere dipendente ne è stato il primo tifoso che ha difeso tutto della società, anche quando le cose andavano male, persino quando un certa gestione sciagurata si era intestardita a volerlo cedere al Milan.
Si sono dati vicendevolmente sostegno in determinati momenti non proprio felici. Mai uno screzio, mai un litigio, e proprio lui difese a spada tratta l’arrivo di Massimiliano Allegri.
Diversa l’uscita di scena di Alex Del Piero, che fu molto triste, il rapporto con la società incrinato, finito bruscamente, indusse il nostro Capitano ad andarsene sbattendo la porta con gli occhi lucidi davanti alla disperazione dei tifosi.
Gigi Buffon lascia la Juventus sì in lacrime ma di immensa felicità, l’idillio non è finito.
Per il nostro caro portiere e Capitano, è stata una carriera incredibile, mi dispiace che vada via con diversi lutti nel cuore, uno fra tutti, l’eliminazione dalla Champions, voleva Gigi quella coppa e penso ancora se non fosse stato espulso e parava il rigore a Ronaldo, il pallone d’oro questa volta sarebbe stato suo, la mancata qualificazione ai mondiali della sua Italia, e in ultimo ma per questo non meno importante, la morte di Astori.
Tutto questo ha reso Gigi fragile e forse ha compreso di non farcela più, e che era giunto il momento di dedicarsi ad altro.
Ma chi è Gigi Buffon ..
Non rientrava tra i miei giocatori preferiti, sebbene l’abbia stimato molto come sportivo e uomo di squadra. Faceva da padre a tutti, un supporto per l’allenatore e per i compagni, sempre pronto ad intervenire in occasione di tensioni e problematiche da spogliatoio, vice allenatore in campo e fuori, quell’uomo di fiducia che tutti i tecnici avrebbero voluto avere.
Perfetto e preciso sul lavoro, quanto sopra le righe e un po’ maldestro a nella vita privata, negli ultimi tempi eccessivamente ostentata.
Gigi purtroppo è caduto in diverse bravate da scuola media che forse per alcuni versi hanno influito su un certo obiettivo di lavoro mai ottenuto nella sua comunque sempre brillante carriera. Anche in queste fasi, la Juventus è sempre stata dalla parte del giocatore.
Il bello di Gigi, è che non ha mai voluto dare colpa ad altri per i suoi errori, in fondo ha sempre pagato di persona mettendoci la faccia, e questo è un pregio che lo faceva apprezzare da tutti, anche dagli avversari.
Un uomo che ha combattuto senza nascondersi contro alcune fragilità caratteriali raccontate in modo sincero in una recente autobiografia. Insomma un uomo normale, con pregi e contraddizioni.
Purtroppo la Juventus, che sta ancora festeggiando la conquista del leggendario e mitico settimo scudetto consecutivo, perde altri due giocatori, Stephan Lichtsteiner e Kwadwo Asamoha.
E’ così, anche se si spera che nessuno se ne vada mai, purtroppo accade.
Le esigenze di squadra impongono a quegli elementi non più adatti ad andarsene, Stephan peraltro, è stato un artefice della rinascita, dell’uscita dall’oblio di quel periodo che vorremmo tanto dimenticare, un difensore con doti offensive, e velocità di gioco, Stephan ha anche sofferto di una patologia cardiaca poi risolta. Era usuale incontrarlo nel quartiere dove abitava, un ragazzo normale, per nulla divo, che portava la sua bambina al parco giochi e faceva la spesa. Ci mancherà anche lui, gli rimprovero solo una cosa, le eccessive proteste in campo che gli hanno valso diversi gialli evitabili.
E adesso che si fa?
Siamo in attesa di cosa succederà alla Juventus prossima ventura, se Massimiliano Allegri proseguirà il suo contratto con la Juventus, e quali saranno i candidati a sostituire le numerose cessioni, si parla di Dybala, di Marchisio .. chissà chi altri.
La Juventus, sebbene tutte le complicazioni del caso riconferma di essere ancora la prima in Italia, conquistando scudetto e Coppa, ma non si può dire lo stesso in Europa, quindi se la Società intende raggiungere anche questo obiettivo dovrà progettare una “macchina” adeguata, onde evitare di fallire di nuovo.

Con questa festa si conclude il campionato di serie A, noi del blog di Alessandro Magno non andiamo in vacanza e come di consuetudine vi faremo compagnia in estate, seguendo le vicende della Juventus e del suo calcio mercato, stay tuned!

Caro Buffon resta con noi.

 

Articolo di Alessandro Magno 

 

Ovviamente è stata la giornata di Buffon. E’ stata anche la festa scudetto ma di scudetti ne abbiamo tanti di Gigig Buffon ne abbiamo uno solo. La partita poi è stata solo passerella. La festa al Capitano invece è stata molto emozionante. Sentita. Molti tifosi hanno pianto. Alcuni giocatori come Barzagli e Marchisio hanno pianto mascherati dalla pioggia. Lo stesso Buffon è stato spesso inquadrato fra le lacrime. Allegri emozionatissimo come non lo avevo visto mai. La memoria torna agli addii di Nedved e a quello di Del Piero.  Devo dire che forse perchè questo è stato l’ultimo di questi grandi addii mi ha emozionato leggermente meno. Ho avuto anche io un  nodo in gola a vedere certi struggenti abbracci ma forse appunto dopo Pavel e Alex ci ho fatto l’abitudine. O forse le parole in conferenza stampa di Gigi e di un suo possibile proseguimento della carriera mi han lasciato un poco interdetto. E’ stato detto tutto di Buffon. E’ stato il miglior portiere di tutti i tempi e probabilmente è stato il giocatore italiano più forte di tutti i tempi anche se di ruolo portiere. E’ stato importante per la Juve quando è sceso in B da Campione del mondo e importantissimo in tutti i trofei vinti. Fra i tanti ben 11 scudetti. Una stella da solo. E’ stato fondamentale nella rinascita e superbo come Capitano dopo aver ereditato la fascia da Del Piero. Mi è piaciuto sempre. Quando ha parlato pacatamente e quando invece si è incavolato.

Io a Del Piero consigliai di smettere e ora faccio altrettanto con Buffon. Gli consiglio di finire qui. Del Piero poi fece una scelta diciamo da ricreazione, ovvero andare a giocare in un campionato divertente (per lui) ma non certo troppo impegnativo. Diciamo che la scelta ci sarebbe anche potuta stare se non avesse poi finito la carriera in India dove era assolutamente illogico. Fu  una scelta anche un poco amarcord che ricordava quella di un’altra grande bandiera ovvero Bettega che finì in Canada. Buffon pare si voglia riciclare in una squadra forte e ambiziosa. Io credo che a parte il lauto ingaggio abbia tutto da perdere e niente da guadagnare. In Francia non troverà la difesa granitica della Juve ed è un errore che ha già commesso il suo ex compagno di squadra Bonucci, andato al Milan pensando lui di spostare cose e invece poi finire spostato. Se proprio vuol giocare ancora scelga un campionato facile magari in Cina come Iniesta. Li si, può ancora fare grande differenza per qualche anno. Non esageri perchè davvero le brutte figure poi sono dietro l’angolo. Senza contare che poi ci sarebbe anche il mezzo incubo di trovarsi contro in Champions League in uno scontro fratricida che farebbe male a entrambi. Sarebbe bello invece smettesse, tanto dopo questa festa e questa carriera non credo che abbia molto da chiedere. Ha vinto tutto tranne la Champions può anche ritirarsi senza vincerla. Non è la Champions che fa grande il Campione. Tantissimi come Maradona, Ibarhimovic e Nedved, Baggio non l’hanno vinta e sono sopravvissuti. Altri come Cruijff non hanno vinto il Mondiale e neppure l’Europeo eppure sono ricordati lo stesso fra i più grandi. In un mondo ideale Buffon farebbe il preparatore dei portieri. Magari nelle giovanili a insegnare ai giovani. Ma è talmente grande il personaggio e il giocatore che pure trovargli un ruolo consono alla levatura non è arte da poco.

In ultimo se si ritirasse, se dicesse:” Ok dopo questa festa fra la mia gente ho capito che indossare un altra maglia ancora non avrebbe alcun senso” vivrebbe di rendita nell’Olimpo dei tifosi, lui che è già annoverato sia fra i 5 SAMURAI ovvero quei 5 grandi Campioni che han fatto la B (Lui,Nedevd, Del Piero, Trezeguet, Camoranesi) sia fra i 5 MOSCHETTIERI ovvero quelli che hanno vinto tutti e 7 gli scudetti di fila (Lui, Lichtsteiner, Barzagli, Chiellini, Marchisio). Oltre a tutti gli svariati record che non sto qui a elencare. Davvero Gigi pensi che il PSG o un altra possano aggiungere qualcosa alla tua splendida carriera? Davvero pensi che a 40 anni suonati valga ancora la pena inseguire quella dannata coppa? In ogni caso come disse Rocky Balboa a suo figlio: ”Io ti vorrò sempre bene perchè tu sei TU e non può esser che così”. L’unica cosa se dovessimo poi trovarci contro in una finale di Champions League o tu a noi o noi a te, qualcuno darà all’altro un dispiacere. Pensaci se ne vale la pena.

2000!!

scritto da Cinzia Fresia
2000 articoli sritti e chi se lo aspettava?
Succede che un’ idea venga a due persone che non si conoscono neanche, diverse, anzi diversissime e di fronte ad una tazzina di caffe’, alle dieci del mattino di un mercoledì qualunque.
A volte perche’ le cose funzionino basta solo una cosa, guardare nella stessa direzione.
Un blog, si’ .. ma come?
Semplice, 2 tifosi: 1 uomo e 1 donna, 2 emisferi e 2 diversita’. Sembrava ieri che pubblicavamo i primi commenti, e quando il tempo trascorre bene, vola.
E oggi? Sempre qui … e non solo, il blog si e’ arricchito di radio e tv che condividiamo con lettori e amici, parola d’ordine: mollare mai, crescere sempre.

E siamo arrivati all’ultima di campionato, una partita cosi’ pro-forma, in attesa della festa scudetto e ultima partita per Gigi Buffon che lascera’ la maglia della Juventus. Sara’una festa con tante lacrime, nella speranza che Gigi non si allontani dalla Juventus, quindi da noi.

Iniziativa per una statua allo Jstadium

Chiediamo a tutti i tifosi di aderire. Sarebbe davvero bellod avanti allo stadio avere le statue di chi non ha mollato quando tutti scappavano.

Se una notte d’inverno un viaggiatore.

Articolo di Frank Ciano

Se una notte d’inverno un viaggiatore, è il titolo di un libro scritto da Italo Calvino (che consiglio di leggere).
Italo, è noto come scrittore per i suoi racconti brevi, in questo caso ha raccolto una serie di racconti
intrecciandoli tra di loro, rendendo, così, unica la trama che lega le varie storie. Questo accade anche nel calciomercato, dove varie storie personali si vanno intrecciando tra di loro, potendo rendere con un po’ di fantasia, la sessione di mercato, un unico racconto romanzato. Il nostro viaggiatore, in questo caso, immaginiamo sia il caro Beppe Marotta che non in inverno ma tra l’imbrunire della primavera e il sorgere dell’estate, pensa alle esigenze, (che molti confondono con scelte sbagliate) sogni e volontà, così cerca di allestire una rosa competitiva per la prossima stagione, tendendo anche in conto tutti quei parametri necessari richiesti dalle varie istituzioni (liste Uefa, Liste serie A ecc. e accordo Mediapro permettendo).
Non entriamo assolutamente sul costo delle cessioni, e degli acquisti, sarebbe impossibile portare una
previsione credibile con le leggi dell’attuale mercato (cioè nessuna) vedi acquisto Neymar non preventivabile da nessuno o cessione Bonucci, entrambe impensabili fino a maggio 2017, senza considerare le cifre dei cartellini. Pertanto cerchiamo solamente di imitare le scelte fatte dalla Juventus nelle ultime sessioni di mercato, ovvero cessioni importanti e acquisti mirati reparto per reparto.

Cessioni e/o svincoli e fine carriera
Non mi soffermo sul valore emotivo, dovrei scrivere un libro per questo, ma l’articolo in questione vuole
esprimere a mente fredda ed in modo cinico come si comporterebbe il nostro Marotta nel dover affrontare
l’allestimento della prossima Juventus 18/19.
Sotto la rosa attuale con ingaggi al netto al lordo e scadenza.
(i Valori sono espressi in milioni i dati sono stati presi da Calcio e Finanza)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cominciamo dai Pali, Buffon acclarato il suo ritiro a fine stagione (libro pianti). Barzagli ritiro a fine stagione (libro pianti). Höwedes ritorno allo Schalke 04 dopo il prestito (mi piace immaginarlo come figura mitologica sospesa ancora in aria al gol contro la Sampdoria). Lichtsteiner svincolato a parametro zero (mi piacerebbe regalargli un guardialinee gonfiabile, in modo che possa sfogarsi nei momenti più difficili che lo porteranno al termine della sua carriera (libro e pianti anche per lui). Alex Sandro Cessione (spero possa rientrare come contropartita per un acquisto che vedremo più avanti, ne caldo ne freddo, forse un tè tiepido), Rugani Cessione (provo una totale indifferenza verso questo ragazzo, forse pari alla sua voglia di imporsi
come titolare nell’anno in cui c’è stata la cessione di Bonucci e gli acciacchi di Chiellini),
Khedira svincolato a parametro zero (il giocatore più intelligente che tatticamente abbiamo avuto negli
ultimi 20 anni difficile da clonare A DIEU MON AMOUR) Sturaro Cessione ( ha fatto cose straordinarie come stuprare Sergio Ramos nella partita Juventus Real del2015 gol al Bayer nel 2016, e cose che non gli competevano come fare il terzino, ma non per colpa sua, ragazzo d’oro umanamente, troppo mortificato dalla tifoseria in modo eccessivo ed immeritevole) Marchisio Cessione o svincolo a parametro zero (qui si piange tanto, perché come età potrebbe dare ancora moltissimo, ma fisicamente questa stagione ha purtroppo sancito la fine della sua carriera a certi livelli, ciao mio piccolo grande Principino ti vorrò sempre bene, ma per sentirti vicino mi basterà aprire Istagram), Cuadrado cessione (uno di quelli che nella stessa partita può farti letteralmente impazzire di gioia, vedi gol allo scadere con Torino e Inter, oppure farti calare tutti i santi col calendario in mano, ciao bella chioma), Mandzukic cessione (buchi tempeste silenzi assordanti gol pesanti, guerriero vero, non ti vendere mai mai mai, anche solo per far esplodere i tuoi detrattori che non hanno mai mai capito la tua importanza ciao amore mio), Dybala cessione ( …….. non dico nulla perché francamente non ho capito quanto vali, spero mi auguro di non doverti rimpiangere mascherina io ti conosco).

Ricapitolando tra cessioni svincoli e fine carriera se ne andrebbero ben 12 giocatori dell’attuale rosa

Vedi Tabella B (in Giallo)
Buffon, Barzagli, Höwedes, Lichtsteiner, Alex Sandro, Rugani, Khedira, Sturaro, Marchisio, Cuadrado,
Mandzukic e Dybala

Dell’attuale rosa rimarrebbero esattamente 12 giocatori
Pinsoglio, Szczęsny, Chiellini, Benatia, Asamoah (purtroppo regalato), Desciglio, Bentancur, Matuidi, Pjanic, Douglas
Costa, Bernardeschi e Higuain
Vedi Tabelle B (in Verde)
(i Valori sono espressi in milioni i dati sono stati presi da Calcio e Finanza)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Passiamo agli acquisti, ma voglio fare una premessa, in questi anni la Juventus ha ampiamente dimostrato,
che gli acquisti di per se non sono un problema, si riesce sempre a trovare la formula che accontenta tutti
(compreso De Laurentis), il vero problema è la sostenibilità in termini di ingaggio della rosa, è quello che
pesa sui bilanci delle società, perché a differenza degli acquisti non si possono ammortare negli anni.
Questo pezzo tratta ed è stato pensato principalmente a dimostrare la sostenibilità della rosa più che alla
potenza di fuoco d’acquisto, tenendo in considerazione i parametri per le liste Uefa e Serie A e accordo
Mediapro permettendo.Pertanto , quando si vedranno alla voce giocatori acquistati (cioè ipoteticamente da comprare) che vi sembrano impensabili, ho tenuto conto soprattutto dell’ingaggio con una variante (vedi tabella D). I prezzi di acquisto del cartellino sono solo ipotetici, in quanto non ho riportato il valore delle possibili cessioni imprevedibili dal punto di vista delle entrate visti i prezzi pazzi che abbiamo appurato nelle ultime sessioni di mercato.

Cominciamo dai Pali AUDERO costo 0 ingaggio 1 milione poco più di quanto percepisce ora.Il ritorno di Audero (primavera) ritorno dal prestito al Venezia, andrebbe a fare il secondo del Polacco e Pinsoglio il terzo. Spinazzola costo 0 ingaggio1 milione attualmente all’Atalanta percepisce 700mila (primavera) rientro dal prestito biennale dall’Atalanta, sostituirebbe la partenza di Alex Sandro oltre come terzino sinistro sa
benissimo fare l’esterno nel centrocampo a 5. Caldara acquistato a gennaio 2018 ingaggio 1 milione attualmente all’Atalanta percepisce 700mila rientro dal prestito dall’Atalanta TITOLARE FISSO.
Pjaca costo zero ingaggio 1,5 milioni rientro da prestito dallo Shalke 04 giocatore dalle potenzialità
immense se non si fa male, può fare sia la prima punta all’occorrenza, e l’esterno in un attacco a 3. Moise Kean costo 0 ingaggio 1 milione attualmente percepisce 800mila euro rientro da prestito dal Verona questo se esplode farà vedere i sorci verdi a tutta Europa anche lui può fare sia la prima punta sia
l’esterno in un attacco a 3. Skriniar costo ipotetico 25 milioni ingaggio 2,8 milioni attualmente da quelli li ne prende 2,2, obiettivamente non tanto per i soldi ma quanto dalla provenienza dell’attuale club in cui milita,
l’operazione avrebbe dell’incredibile Titolare Fisso previa doccia disintossicante. Darmian non mi entusiasma, ma tant’è. Andrebbe a sostituire lo swiss express lottando per la maglia da titolare con Desciglio. Pellegrini ingaggio 1,5 milioni alla Roma ne prende 1 costo CLAUSOLA RESCISSORIA DI 28 milioni che ve lo dico a fa ? Emre Can a parametro zero svincolato dal Liverpool, da fargli prendere la residenza a Torino a qualsiasi condizione quanto vuole 6 milioni ? Diamoglieli. Fin qui nulla di impossibile, e considerando le cessioni ed il risparmio di ingaggio dalle stesse, stiamo proprio coi tir carichi di soldi.
”MO” si staccano gli assegni
Pogba costo 100 milioni ingaggio QUINDICIMILIONIOTTOCENTOMILAEURO POGBA’ ???? Si proprio LUI il POLPO, che dopo Iniesta è il più forte centrocampista a terza gamba al MONDO, noi siamo più minkioni dello UNITED che lo ha perso a zero per ricomprarselo a 110 per poi rivendercelo a 100, qui c’è ovviamente lo zampino del pizzaiolo italoolandese più odiato al mondo, oltre che la stupidaggine tattica dello special one che dopo 2 anni non ha ancora capito dove farlo giocare. SE PO FA. In alternativa se il polpo scegliesse lidi diversi (perché se l’ammanettato portoghese non va via, e via non va il polpo PARTE) ci sarebbe il sogno erotico di mezza Europa Sergej Milinkovic Savic. Lotito a meno DI 100 milioni non ti fa vedere neanche la sagoma, al massimo ti manda una foto di lui sotto ladoccia su whatsapp.*di Lui (Lotito). E’ il fratello bianco di Pogba, fisicità e tecnica a disposizione di un centrocampo stratosferico, quella fisicità che ci è mancata ed ha visto in questi ultimi 2 anni il SACRIFICIO DI MARIONE MIO. Ingaggio 6 milioni e spicci.  Alvaro Morata, proprio perché se dobbiamo farle bene le cose facciamole fino in fondo, insomma l’Inghilterra è na via de mezzo. Se magna male piove sempre, e Alice lo porta al centro commerciale. Alvarone nostro vuole tornare a casa. Madrid ? Ma quando mai casa sua è alla JUVENTUS costo 60 milioni magari ci infiliamo come contro partita il brasiliano in rotta con la moglie, a Londra ritroveranno l’amore. Ingaggio 9 milioni lo stesso di quello che percepisce sotto la guida tecnica di belli capelli sotto tutti i punti divista. Se per gli acquisti una formula si trova, molti si chiederanno ma come facciamo a pagare ingaggi del genere? Bene vi sorprenderà sotto 2 tabelle C e D la variante con SERGEJ al posto del Polpo. Attualmente la Juventus versa come ingaggi al netto un totale di 80,1 milioni e al lordo 148,24 milioni (veditabella A) con la soluzione Pogbà andrebbe ad avere un costo totale al netto di 82,1 milioni e al lordo di 151, 91 con un incremento al netto di 2 milioni e al lordo di 3,67 milioni, non un enormità se paragonata ad oggi, se invece si guarda la variante SERGEJ (tabella D) vedremo addirittura un risparmio al netto di 7,8 milioni e 14,46 milioni al lordo sotto il profilo di sostenibilità queste 2 possibili rose sono ampiamente
sostenibile, nella seconda addirittura al risparmio.

 

 

 

 

 

 

La mia vuole semplicemente essere una fantasia vedi Pogba e una prossima realtà vedi Darmian, ma che si
cimenta in dati che ineluttabilmente la società a fine stagione dovrà necessariamente affrontare. Potrebbe
questa essere una soluzione, che va ad agire direttamente sulla rifondazione della squadra che è a mio
personale parere è sia inevitabile che necessaria, tenendo conto dei costi e di quel che ci si può oggi
permettere. Questo per rimanere competitivi non solo in Italia ma anche e soprattutto nei confronti con le
nostre grandi avversarie europee. Non essendo un giornalista non considerate questo come un articolo, gli articoli li fanno quelli bravi, ma solo un passatempo pomeridiano ragionato.

N.B. Lo squadrone 2018/2019 sarà guidato naturalmente da MASSIMILIANO ALLEGRI qualcuno si farà esplodere in piazza, problema suo. Ciao e alla prossima. Anzi no.

 

 

 

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web