Domenica 1 dicembre 2019 Juventus-Sassuolo ore 12.30 Allianz Stadium Torino

scritto da Cinzia Fesia

A Maurizio Sarri, non viene il mal di testa quando deve scegliere chi far giocare del suo super trio in attacco, il tecnico raggiunto l’obiettivo dì qualificarsi prima nel girone in Champions League, torna alla carica in Campionato. E sarà Lunch Match, Juventus-Sassuolo si giocherà domenica alle 12.30.
In conferenza stampa il tecnico della Juventus, esprime la sua idea su Ronaldo: all’unanimità, si sa che il giocatore non è al top, tuttavia Sarri ha fiducia e auspica il ritorno di “Brillantezza”z Alla domanda su chi vincera il pallone d’oro, Sarri risponde, spero lo vinca Rinaldo, ma un giorno anche Paulo Dybala.

Cosa ho da chiedervi

 

 

 

Alessandro Magno

 

 

Buona sera ragazzi velocissimamente. Da qualche tempo come avete visto la mia presenza sul blog nei commenti si è  molto diradata , pubblico sempre ogni articolo ( non ho mai saltato una sola partita) ma dopo un poco di commenti lascio campo libero a voi e anche posso dire libero sfogo. Questo è dovuto principalmente a due fattori uno di natura imprescindibile ovvero il mio lavoro e l’altra a un fattore di mia scelta personale. Per quanto riguarda il lavoro in questo ultimo periodo è aumentato di parecchio con relativi guadagni maggiori. Niente di trascendentale ma ho famiglia se lavoro di più e quindi più ore e porto a casa qualche soldino in più ne giova tutta la mia famiglia. Per quanto riguarda la mia scelta personale devo dire che non amo le battaglie muro contro muro non ho nè l’ambizione nè la presunzione di dover per forza convincere gli altri della bontà delle mie idee. Fra l’altro io per primo nutro dei dubbi sulle mie stesse idee di conseguenza dopo che mi sono confrontato va bene cosi.

Vengo al punto; da un poco di tempo ricevo più lamentele del solito tramite la mia mail. A tal proposito ringrazio molto chi invece di far caciara sul blog mi scrive in privato per segnalarmi un problema anche se questo per qualcuno può sembrare fare la spia e non esser figli di Maria. La metto un poco anche sul ridere per non tediarvi troppo ma funziona così se c’è un problema lo si segnala e ci penso io a fare un poco di ordine. D’altronde credo di avere ormai la fiducia di tutti per quanto riguarda il mio modo di comportarmi. Io quello che vi chiedo è di cercare di non esser pesanti e pressanti nei confronti di nessuno. Ribadisco quanto ho sempre sostenuto in questo blog: QUI NON CI SONO MAESTRI Nè PROFESSORI DEL CALCIO ognuno è libero di dire la propria anche se dice una cazzata. Questo ficcatevelo bene in testa perchè ci crediamo tutti professori del calcio ma non è così tutti sbagliamo o abbiamo da imparare.

Detto questo vi dico: io il blog continuo a farlo esistere perchè dopo 9 anni è parte di noi sopratutto di me e Cinzia che ci abbiamo dato l’anima per arrivare qui ma anche un poco di voi che siete arrivati dopo ma ormai siete qui da anni. Fra l’altro credo a questo punto che siamo anche il blog juventino più vecchio del web. Io nel blog continuerò a monitorare le discussioni e cercare di intervenire il meno possibile o comunque solo se lo riterrò necessario. Voi vi prego però di metterci tutti un poco di testa in più perchè ripeto certe discussioni a volte sono andate un poco oltre e anche lo scherzo a volte è diventato sberleffo verso qualcuno e questo non va bene. Dall’ironia alla presa in giro è un attimo.

Vi ho detto tutto , siamo tutti adulti e vaccinati mi raccomando.

La meglio gioventù

Articolo di Alessandro Magno

In anticipo sui tempi la Juventus, in verità in un girone non complicatissimo, centra il secondo obiettivo stagionale, dopo la qualificazione agli ottavi di Champions, il primo posto nel girone. Piegato un buon Atletico che nel secondo tempo ha cercato con maggior convinzione il gol del pari ma è stato ben limitato dai nostri.

Sarri ha schierato una formazione più offensiva con Ramsey, seppure ha rinunciato all’ottimo Higuain visto con l’Atalanta. Ronaldo è tornato titolare in verità senza brillare ma sappiamo quanto sia necessario per noi recuperare al meglio questo straordinario giocatore. Gli straordinari li han fatti in due: Dybala e De Ligt. Il primo, Dybala, giocatore eccellente recuperato da Sarri e dalla Juventus. Nessuno mi toglie dalla mente che il cambio di rotta lo abbia fatto per primo lui nella sua testa. Non so di cosa patisse l’anno scorso ma non di certo della lontananza dalla porta. Oggi Dybala corre a tutto campo, spesso viene ben oltre la nostra metà campo, finanche ad aiutare i difensori. In area di rigore, e basta volerle vedere queste cose, ci entra pochissimo. Nonostante questo è rinato. Molto probabilmente il fatto di essersi quasi “giocata” la Juve, ed esser stato messo sul mercato questa estate, ha fatto risvegliare in lui la voglia di combattere. E questo più di maglie numero 10 fasce di capitano e titolarità. Infatti è curioso come l’anno scorso titolare inamovibile faceva lo scontento e oggi a ruotare con Higuain lo si vede allegro e sorridente. È maturato lui. Buon per tutti. Il gol che ha fatto è da straordinario campione anche e soprattutto per il fatto di averlo pensato.

La seconda menzione è per De Ligt. Prova straordinaria la sua dopo quella contro l’Atalanta. Assurda la campagna denigratoria che si è fatta contro questo giocatore, come se esser giovane o esser stato pagato tanto fosse una colpa. Ieri il ragazzo ha fatto una prestazione di concentrazione rara. Sempre sul pezzo. Ho avuto piacere di vedere come il pubblico godesse di ogni suo intervento. L’apoteosi è stato l’intervento a salvare su Correa quasi a colpo sicuro. Tempismo, coraggio, rudezza, tempra che si chiede a un difensore della Juve. Mi ricorda Barzagli. Certo ha rischiato il rigore ma chi non risica non rosica. La differenza fra un gran gol e il nulla è sottile e lo sa Bernardeschi autore di una percussione che è finita sul palo invece che in gol.

Alla fine bene così. Tutti promossi.    

 

 

 

Obiettivo: arrivare primi nel girone=Raggiunto

scritto da Cinzia Fresia

Niente da fare Paulo Dybala sta vivendo uno stato di grazia, implacabile, e determinante, veloce come un vero “furetto”. La Juventus dei giovani sta uscendo fuori, prestazioni superlative anche di Deligt.

Ci sono allenatori che impongono le proprie idee supponendo siano giuste, ce ne sono altri che invece osservano e ascoltano rimettendosi in discussione, se si pensa a come giocava Paulo l’anno scorso, paragonandolo ad ora, ci pare un miracolo, o forse no, perché lui non è cambiato: un mix di genialità e fantasia che oggi è finalmente libero di esprimere ciò che sa fare, e di essere apprezzato e approvato dal suo allenatore.
Basta malumori e bronci da panchina, Paulo è un uomo nuovo, rinato e consapevole, e vuole la Champions.

L’Atletico ci ricordiamo, è un pessimo cliente, che da un sacco di botte e che i nostri si sono prese senza lamentele.
La Juventus sapeva che il ritmo di gioco e la tensione imposta sarebbe stata alta, l’Atletico corre molto e conosce a menadito i nostri difetti, la Juventus per non cadere in trappola reagisce e resiste alla stanchezza, conservando la lucidità.
Molto bene Sczezsny e tutta la difesa, un po’ meno bene il centro campo, l’unico reparto sofferente, che necessiterebbe di innesti al più presto.

Strepitoso invece l’attacco, e ogni parola su Paulo è superflua, e Cristiano Ronaldo?
Il portoghese non è in forma e si vede, nella condizione in cui è soffre troppo la marcatura non riuscendo più a divincolarsi dalla morsa di almeno 4 Giocatori evidentemente preoccupati a non farlo muovere, tuttavia ha fatto il suo dovere, senza strafare, con qualche bella giocata. A tal proposito, condivido Alex Del piero, il quale da opinionista, spiega che anche un calo così vistoso in un fuoriclasse, rientri nella normalità, sempre secondo l’opinione di Alex, Ronaldo presto, tornerà più performante, detto ciò, lasciamo in pace Cristiano, il quale ha fatto poco .. è vero, però non ha commesso errori, un giocatore della sua esperienza è sempre utile.

Ma oltre a Paulo, è stata la serata di Mattis Deligt, Il giovane sta sbocciando, quindi migliorando, e promette di diventare un grandissimo Campione.

Si nota come la Juventus in Champions League si stia comportando da grande squadra, senza risparmiarsi, e puntando esclusivamente al risultato, merito altresì dell’ ottima sinergia tra i giocatori.

Ma il bello deve ancora venire, e vedremo come la Juventus si destreggerà tra infortuni e acciacchi vari, i quali non fanno assolutamente preoccupare Maurizio Sarri, che troverà sicuramente una soluzione.

Pagelle Juventus – Atletico Madrid 1-0

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6,5 Una sola grandissima parata in due tempi su un tiro fra una selva di gambe poi tanta normale amministrazione fra uscite alte tempestive e tanta sicurezza. Grandi lanci di piede.

Danilo 6,5 Una bella scoperta sulle palle alte dove spesso svetta a togliere castagne dal fuoco. Ci aspetteremmo un poco più di spinta ma non so che consegne gli aveva dato Sarri forse preferiva spingere dal lato di De Sciglio.

Bonucci 7 Bella risposta dopo la prestazione un poco opaca contro l’Atalanta. Una prestazione di spessore anche in qualità di Capitano contro una squadra maestra di provocazione.

De Ligt 7,5 Mi ricorda ”The Wall” Barzagli stessa corsa poco elegante , stesso tempismo, stessa efficacia. Moltissime belle chiusure ma fantascientifica quella su Correa che si prestava a concludere quasi a botta sicura.

De Sciglio 7 Gran bella prestazione anche per De Sciglio che ha la corsia spesso libera e per un oretta la sfrutta abbastanza. Bravo. Sta crescendo.

Bentancur 6,5 Per un tempo e mezzo è favoloso. Corsa, contrasto, grinta. Tutto quello che serve a metà campo in una partita così. Gli manca a questo ragazzo il tiro dal limite per esser un centrocampista di livello vero. In ogni caso esce con la maglietta più che sudata.

Pjanic 6,5 Io da lui mi aspetto molto di più. Non ha demeritato e l’Atletico è una squadra bravissima a non farti giocare però ripeto lui si deve far dare tutti i palloni. Devo dire quasi meglio nel secondo tempo da mediano.

Matuidi 6 Se dovessi dare un insufficienza in questa partita la darei a lui anche se non me la sento questa sera. Tuttavia il buon Blaise ha proprio i piedi montati al contrario.

Ramsey 6,5 Inizia molto bene e si fa trovare spesso fra le linee grazie ai suoi movimenti. Va spegnendosi pian piano. Comunque una prestazione incoraggiante e soprattutto bravo Sarri a lanciarlo in una partita importante così.

Dybala 8 Grandissima serata per lui- Punizione alla Del Piero nell’anniversario della vittoria in coppa intercontinentale contro il River Plate quando Del Piero segnò un gol anche un poco simile anche se su azione. Davvero un bellissimo gol di alta classe e tante altre belle giocate. Sarri gli concede la standing ovation dello stadium non so … era ancora in palla forse poteva restare in campo.

Ronaldo 6 Non è in forma e forse inizia a patire un poco la squadra che non è tutta per lui. Nonostante questo fa ammattire e prendere ammonizioni gratuite gli avversari perchè resta sempre un bello spauracchio. Deve comunque lavorare e fare un ulteriore salto di qualità. Può dare ancora molto a questa squadra ma soprattuto questa squadra può fare ancora tantissimo per lui.

Bernardeschi 6,5 Buon ingresso. Pronti via prende un palo incredibile che avrebbe chiuso i conti. Peccato per lui un gol che gli avrebbe dato un incredibile fiducia.

Higuain sv

Khedira sv

Juventus 7 Juventus di personalità. Primo tempo dominando secondo tempo soffrendo ma neanche troppo. Pochi tiri concessi all’Atletico. Partita condotta in porto abbastanza agevolmente contro un avversario di rango. 13 punti su 15 nel girone primo posto centrato. Tutti promossi.

Sarri 7 Mi è piaciuta la formazione iniziale e buono il primo tempo. Non sono convintissimo sulla sostituzione di Dybala e anche sulla titolarità di Ronaldo che forse poteva esser anche più utile a partita in corso. Di contro un allenatore deve esser anche psicologo e non cercarsi di continuo rogne. Per questo la Juve l’allena lui e non io.

Simeone 0 Si è fatto riconoscere per aver detto ai suoi di non restituire la palla dopo che Bonucci l’aveva messa fuori di proposito. Che personaggio da quattro soldi e che squadra squallida allena; a sua immagine e somiglianza.

Arbitro 5 Arbitraggio allo ndo cojo cojo non mi è piaciuto. In ogni caso Cambiasso non può arbitrare la Juve.

Martedì 26 novembre 2019 Juventus-Atletico Madrid ore 21 Allianz Stadium

scritto da Cinzia Fresia

Tutti pronti per la Champions League, la Juventus già qualificata, vuole arrivare prima nel suo girone, perciò le tocca vincere.
Maurizio Sarri potrà contare sulla presenza di Cristiano Ronaldo, la cui esperienza europea farebbe sicuramente comoda.

In apparenza il portoghese, sembra rientrato nel gruppo e si sia correttamente allenato con tutti, anche i rapporti con l’allenatore paiono distesi. Vedremo quindi la formazione che andrà in campo. considerati infortunati e contusi.
anche l’Atletico dal canto suo, ha diverse assenze importanti.

per La Juventus ogni partita non è una passeggiata e il timore di perdere aleggia nell’aria, ci aspettiamo quindi si giochi una buona partita.

Sesso Juve e Rock n’Roll s03 e06

Torna alle 22 su youtube come ogni lunedi sera Sesso Juve e Rock n’Roll con Antonio Corsa Benny Nico Michele Fusco Leomina Toto Cafasso e Francesco Musina presenta al solito BEN

La Juve deve crescere ancora.

 

 

Articolo di Alessandro Magno

Purtroppo non si può parlare di calcio in Italia. E’ un peccato perchè Atalanta e Juventus hanno dato vita a una partita combattuta e piacevole. Potevano vincere entrambe alla fine perchè la Dea ha fatto un ora veramente alla grandissima, mentre la Juve è stata devastante nel finale. Poteva uscire anche un pari se alcuni gol dei bergamaschi non fossero stati negati da Szczesny, De Ligt e De Sciglio. Neppure Gasperini si è lamentato dell’arbitraggio anzi ha detto chiaramente che non era molto d’accordo sul rigore assegnatogli in quanto in altre occasioni così non li avevano dati di conseguenza la regola rimaneva cervellotica. Niente. La polemica della settimana è un fallo di mano del tutto involontario di Cuadrado nella nostra metà campo, avvenuto un minuto e mezzo prima del gol. Fra l’altro l’Atalanta per una frazione di secondo ha pure riconquistato palla prima di riperderla in favore di Higuain. E’ un vero peccato che televisioni e giornali pompino a dismisura su questo argomento perchè avvelenano sempre di più il calcio, un calcio che in Italia è ormai senza speranza. Un po’ di anni addietro feci una petizione per far giocare la Juventus in un campionato estero. Resta ancora un mio sogno oltre che una provocazione. Sarebbe bello ma sono assolutamente certo che qual’ora la Juve sparisse dall’Italia entro pochi anni il suo ruolo verrebbe rimpiazzato da un altra squadra, nuovamente odiata e accusata di ogni malefatta. La verità è che l’Italiano non accetta la sconfitta. E’ sempre colpa dell’arbitro o del sistema o dell’allenatore o dei giocatori scarsi. Mai è merito degli avversari più bravi. La Juve vince da 8 anni cosa mai riuscita a nessuno. E non sono capaci di applaudire!

Fatta questa premessa proviamo a parlare della Juventus. La Juve contro l’Atalanta ha fatto un gran finale dimostrando al solito un grandissimo carattere. La squadra ha delle individualità forti non c’è nulla da dire. Ci sono molti dubbi sulla bontà del gioco. Il modulo con cui sta giocando Sarri secondo me è sbagliato. Bernardeschi non va bene come trequartista e adottare il modulo con il trequartista senza avere il trequartista buono non ha nessun senso. Qualcuno sostiene che per Sarri il trequartista è una specie di mediano avanzato. Non mi piace lo stesso. Questo è un modulo che penalizza in modo incredibile le fasce e oltretutto non abbiamo delle fasce fortissime. Soprattutto quando da un lato manca Alex Sandro. Inoltre la squadra con questo modulo continua a cercare di sfondare per vie centrali finendo di imbottigliarsi sempre di piùnel mezzo. Dei tre gol dell’Atalanta nessuno dei tre è avvenuto con tiki taka centrale. Il primo e il secondo ci sono stati cross di Dybala e Cuadrado dall’esterno destro, il terzo addirittura è arrivato con il più classico dei contropiedi. Non che mi faccia schifo il contropiede ma direi che è l’antitesi del tiki taka. Credo che la Juve possa migliorare iniziando con un cambio di modulo, con l’eliminazione del trequartista e tornando a un più classico 433 o 442. Inoltre credo che a Sarri fino ad oggi sia mancato il coraggio di perseguire le proprie idee. Far giocare sempre , quando c’è, e Khedira, è un rifugiarsi sul sicuro in nome del risultato. Questo abbiamo visto negli ultimi anni come sia un qualcosa che va bene finchè va, salvo poi presentare il conto alla fine quando si incontrano squadre veramente forti e che giocano. E mi riferisco alla coppa ma con l’Atalanta di oggi ne abbiamo avuto un assaggio.

La Juve stava dando segni di un buon cambiamento a inizio stagione ora in nome dell’equilibrio e del risultato Sarri sta diventando sempre più allegriano. Non ho nulla contro Allegri anzi l’ho sempre stimato, tuttavia per fare Allegri non c’era bisogno di prendere Sarri mi tenevo l’originale. Abbiamo preso Sarri credo per cercare di portare alla Juve un qualcosa in più o di diverso che dir si voglia che evidentemente i nostri già non sapevano. Se vogliamo evitare di fare la fine dell’anno scorso in coppa, bisogna fare un salto di qualità iniziando a far giocare giocatori con più tecnica, Ramsey e Rabiot e con più gamba e fisicità, Emre Can su tutti. Non ci sono altre strade da seguire. Oltretutto non si dice, perchè ad oggi siamo ancora in luna di miele con il mister, ma la campagna acquisti estiva al momento è ancora totalmente sconfessata se si eccettua De Ligt che probabilmente senza l’infortunio di Chiellini sarebbe ancora una riserva. Era una delle mie preoccupazioni su Sarri, quella di far uso dei soliti 15 stile Conte. Anche questo non mi sta piacendo. Alla Juve c’è una rosa importante con giocatori importanti e costosi. Usala.

Happily ever after

Vorrei esaminare la partita, parlando dell’arbitraggio, a mio parere, e forse sbaglierò, inadeguato.
Secondo l’allenatore dell’Atalanta, Gasperini, tra le nuove regole sul fallo di mano e l’uso del Var, gli arbitri sono entrati in confusione, medesimi i commenti in studio, dove il l’ospite Adani addirittura sostiene che anche con il Var, si sbaglia esattamente come prima.
Beh allora per quale motivo usarlo se poi a decidere sono alla fine gli uomini?
Altro problema.. una conduzione di gara eccessivamente nervosa dalla conseguente valanga di gialli in una partita già tesa di suo, non è sembrata una buona gestione, tant’è che si è sfiorata la rissa più di una volta.
Che l’Atalanta non ci stesse a perdere .. ok, ma si trattava pur sempre della Juventus.

La partita: le vittorie continuano ad arrivare attraverso le genialate dei singoli, e da un portiere strepitoso, la rimonta è stata incoraggiata da un episodio giudicato fortunato, e da lì è nato tutto.

Finalmente De Ligt, l’olandese ha giocato alla grande, organizzando una vera e propria resistenza al pressing d’assalto avversario.
Maurizio Sarri ha una conferma: un centro campo inesistente, soprattutto se si ostina a schierare Khedira, che spero non me ne voglia, poiché gli vogliamo tutti un gran bene .. ma non è più quello di prima, capisco che a Sarri piaccia tanto, ma con Emre Can a fare la seta e che gioca pure in nazionale, perseverare con Khedira è uno sproposito.

La mossa di Sarri che mi è piaciuta moltissimo è l’aver visto Dybala titolare, finalmente … era ora: sebbene la squadra abbia giocato male soprattutto nel primo tempo, anche a causa di un arbitraggio troppo nervoso, Paulo è il giocatore che ha mantenuto maggiore lucidità costruendo assist da gol, e che lui stesso ne ha segnato uno da incorniciare.. Con Paulo dall’inizio la squadra gira molto bene, anche nelle fasi più critiche, lui sempre molto generoso, persino troppo, dovrebbe tirare di più.
Non possiamo che dire bravi a tutti, dai reduci acciaccati dalle Nazionali e anche al povero Bernardeschi, che da tre quartista non ne vuole proprio sapere.

Una partita al cardio palma densa di episodi, con colpo di scena finale, possiamo dire che non ci siamo fatti mancare niente, l’Atalanta dimostra di essere in forma e la “solita brutta bestia” per la Juventus.
Si torna a casa con la giusta carica utile per la partita dì martedì’, e con tre punti in più, conquistati con estrema fatica, ma con forza di volontà.
La Juve pero’ andando avanti ha bisogno di un centro campo diverso più forte e creativo di supporto agli attaccanti.

Pagelle Atalanta – Juventus 1-3

 

 

 

 

Szczesny 7,5 Non tantissime parate in verità ma almeno una miracolosa quella con la manona a fil di palo. L’Atalanta produce molto ma tiri pericolosi non ne arrivano tanti, anche per merito della difesa. Tek comunque si fa trovare pronto.

Cuadrado 7 Ha un bruttissimo cliente Gomez forse il più difficile degli avversari e non ha alcun aiuto da Khedira. Esce alla grande alla distanza impreziosendo la sua prestazione con l’assist per il secondo gol.

De Ligt 8 Trovo molto difficile oggi trovare un migliore in campo perchè ci sono 3 o 4 che lo meritano ma voglio premiare lui che oggi è stato un muro salvando 3 occasioni da gol marcando sempre ferocemente e giocando anche con un braccio mezzo lussato.

Bonucci 5,5 Partita bruttina con diversi svarioni che potevano diventare pericolosi, menomale oggi c’è un De Ligt enorme al suo fianco.

De Sciglio 6,5 Inizia alla grande facendo alcuni interventi davvero pregevoli fino a salvare anche un gol su un tiro a botta sicura. Poi nel secondo tempo forse complice una ancora non buona condizione sparisce un poco.

Khedira 4 Contro un avversario assatanato non si possono metter in campo giocatori che camminano. Lui non da una mano a Cuadrado e non riesce a proporsi neanche mai in attacco. Causa un rigore. Direi che sarebbe ora che giocassero altri al posto suo.

Pjanic 5 Gli capiterà spesso di esser marcato a uomo a tutto campo. L’unica soluzione è correre molto per smarcarsi. Oggi non lo ha fatto e quando manca il suo genio la Juve ne risente.

Bentancur 6 E’ l’unico centrocampista vivo su tre contro una squadra che quando fa salire gli esterni in mezzo gioca a 5 il compito è impossibile e lui si applica con tutto se stesso. Alla fine senza infamia ne lode se la cava meglio di altri.

Bernardeschi 4,5 Non è il suo ruolo corre tocca mille palloni non ne azzecca una direi che basta con questo esperimento Berna trequartista. Siamo arrivati e mi dispiace a ringraziare che si sia fatto male così entra un altro. No non ci siamo.

Dybala 7,5 Primo tempo maluccio soprattutto perchè si lascia innervosire per un giallo preso da sciocco, poi nel secondo tempo sale in cattedra ed è uno dei migliori. Aggiungo che bisogna guardare oggi da dove è partito tutte le volte e quanto poco sia stato in area che è la cosa che gli chiedeva l’anno scorso Allegri. Bene ora è chiaro come quella che giocasse lontano dalla porta forse una scusa. E’ bastato far capire a Dybala che se continuava con quell’atteggiamento poteva anche esser venduto che abbiamo ritrovato un grande giocatore. Doveva cambiare lui nella sua testa. Menomale che lo ha fatto.

Higuain 8 Indomito. Imprendibile. Un altro che doveva esser un giocatore finito. Sta giocando una stagione memorabile. Oggi è encomiabile per impegno. Il primo a lottare su ogni pallone. Viene premiato da una doppietta da centravanti vero e la ciliegina sulla torta è l’assist di 30 metri per Dybala sul terzo gol. Una giocata da campione per una serata da campione.

 

Ramsey 6,5 Difficile giocare in questa partita ma lui entra e fa subito buone cose. Poi va a corrente alternata ma sicuramente non lo agevola il fatto di esser così poco utilizzato dal mister. In ogni caso riesce a fare più assist lui in una mezz’ora che Bernardeschi dall’inizio dell’anno. Non ci voleva molto in verità ma è qualcosa.

Emre Can 6,5 La chiave di volta della vittoria. Inspiegabile la sua esclusione contro una squadra cosi cattiva e dinamica coma l’Atalanta. Il suo atletismo serviva come il pane. Infatti Gomez fa il bello e il cattivo tempo per un ora poi entra Can e sparisce completamente. E’ il centrocampista migliore che abbiamo dopo Pjanic. Sarri si dia una sveglia.

Douglas Costa 6 Non ha fatto granchè ma pare che non stesse bene e Sarri lo abbia buttato nella mischia tipo mossa della disperazione. Fatto sta che con lui e Can dentro e Khedira e Berna fuori la Juve vince. Sarà un caso?

 

Juventus 6 La vittoria fa godere ce la prendiamo ed è pure meritata in quanto merita di vincere chi fa i gol. Sul gioco stendiamo un velo pietoso per un ora si è visto un disastro. La squadra è stata tenuta in partita da Szczesny e De Ligt ed ha vinto per Higuain e Dybala quindi diciamo che non è proprio una prestazione di squadra. Da salvare la voglia di soffrire e la voglia di vincere nonostante tutto.

Sarri 5 Tre punti pesantissimi in un campo dove li prenderanno in pochi tuttavia le sue scelte non mi sono piaciute e nemmeno l’atteggiamento della Juve in campo che non solo perdeva meritatamente ma ha rischiato anche dopo di prendere il secondo, se non segnava il pari Higuain anche in modo fortunoso non so se si potesse raddrizzare. Il calcio su certe cose è davvero un gioco semplice a iniziare dal far giocare i migliori. Ecco Sarri inizia a far giocare i migliori.

Arbitro Rocchi 6,5 Noto che i bergamaschi volevano 7/8 rigori mentre io mi chiedo sempre quando giochiamo contro questi come sia possibile che finiscano in 11. Squadra cattiva sarà il nerazzurro ma solo con l’inter abbiamo preso altrettante botte. Tuttavia devo dire che le decisioni dell’arbitro mi sono sembrate tutte corrette. Avrei da dire solo sul giallo a Cuadrado che mi pare un fallo normale ma non da giallo tuttavia sono sottigliezze. Sul secondo gol da annullare alla Juve per un fallo di mano avvenuto due ore e mezza prima nella nostra metà campo rido fino a domani. Ma pensate a giocare a pallone.

Ronaldo 0 L’ho anche difeso dopo il borbottio con Sarri dicendo che sono cose che accadono e confermo , tuttavia il calcio come nella vita è fatto di priorità, il Portogallo doveva qualificarsi ma giocava contro Lussembrugo e Lituania due squadre che potevano esser vinte senza Ronaldo o con Ronaldo a mezzo servizio. Lui seppure infortunato le ha giocate quasi tutte e due per 90 minuti per inseguire i 100 gol in nazionale salvo poi farsi trovare infortunato per Bergamo. Ecco su queste cose bisognerebbe tirargli le orecchie non perchè esce dal campo borbottando che me ne frega assai poco.

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia