Sesso Juve e Rock n’Roll S02 E21

Questa sera ore 22 come al solito Sesso Juve e Rock n Roll per chi volesse interagire con noi c’è una chat o il num whatsapp 3311552985 Al solito cliccare nella foto sotto si parte alle 22.

Immagine anteprima YouTube

 

 

 

 

 

Versione mp3

 

.

La Juve riparte dalla Ronaldomask

 

Articolo di Alessandro Magno

E’ stata una serata tutto sommato tranquilla per la Juventus a Sassuolo, nonostante un bello spavento iniziale. Su quella palla data indietro da Pjanic in modo scriteriato e gestita da Rugani in modo osceno Szczesny si è dovuto superare e fare una parata stratosferica rischiando rigore ed espulsione. Bravissimo Szczesny anche se nel secondo tempo effettuerà un uscita sconsiderata a metà campo giusto per darci un altro poco di suspance. Eccetto questi due episodi che ci han fatto venire un poco i capelli bianchi la Juve ha giocato veramente in scioltezza segnando 3 gol, andando vicino ad altre segnature e rischiando davvero poco, tanto che il nostro portiere non ricordo se ha fatto delle parate. Il problema chiaramente è la coppia centrale Caceres Rugani che non da molte garanzie. L’uruguagio è appena arrivato, gioca in un ruolo non suo, centrale a due di sinistra quando ha sempre giocato centrale a tre e a destra, ci mette personalità e grinta, è andato anche meglio che con il Parma dimostrando per lo meno carattere ed esperienza, ma non è ancora calato nei meccanismi e d’altronde non potrebbe neanche esserlo. Rugani sta facendo peggio. Purtroppo per lui si è capito perchè l’anno scorso non si è preso un posto da titolare. Rugani sembra sempre quel incompiuto, quel ragazzo che ha tutto per fare bene ma non fa. Ad oggi mi spiace esser severo con lui, ma senza un Chiellini vicino è poca cosa. Se non si da una buona svegliata e tira fuori la necessaria personalità che ci vuole per giocare nella Juve potrà esser un serio problema per noi quest’anno soprattutto se chiamato a giocare in coppa. La Juve ha avuto grandissimi difensori in passato ma ha avuto tanti buoni ”mestieranti” mi vengono in mente i Porrini, i Juliano ma anche lo stesso Brio che non è che fosse un fenomeno. Pero’ anche questi buoni difensori non difettavano mai di personalità. Rugani la deve finire di fare il coniglio bagnato se vuole restare con noi, altrimenti ci sono squadre buone di metà classifica in cui lui può fare un figurone. Mi auguro che migliori ma le premesse di queste prima partite da titolare non sono state delle migliori; anche se questa sera dopo lo svarione iniziale si è ripreso abbastanza bene. Resta da considerare che difronte c’era il Sassuolo e non certamente il Real Madrid.

In queste ultime partite è mancata la coppia centrale difensiva ed è mancato anche tanto Mario Mandzukic. Nonostante l’errore nel finale con il Parma il buon Marione ha fatto capire a tutti perchè è indispensabile. Attaccante sempre, difensore aggiunto e centrocampista aggiunto, spalla ideale per Ronaldo che non deve giocare per forza in mezzo con Manzo, abile giocatore di sponda per tutti i compagni, duro quanto basta con gli avversari. Per molti il calcio è fatto di tecnica e piroette. Indubbiamente sono parte del calcio anche queste ma non si possono trascurare corsa, grinta, combattività e ferocia agonistica, tutte qualità che escono da tutti i pori della pelle del nostro buon Mario. Non è un caso che la Juve senza di lui abbia avuto una flessione. Infine vorrei spendere una parola per Cr7 uno che è stato spesso definito un egocentrico rompipalle e spacca spogliatoio. Personalmente, se ormai non mi stupisce più la fame di vittorie e la voglia di segnare di questo fenomeno, mi ha stupito molto in positivo il gesto della Dybalamusk rivolto prima ai compagni e poi a Dybala in panca. Cristiano è un leader ed è anche un uomo spogliatoio che cerca di coinvolgere tutti i suoi compagni. Dybala può solo imparare e migliorare vicino al migliore del mondo. A tal proposito è entrato bene è ha contribuito alla realizzazione del terzo gol. Dybala è un talento. Tuttavia il talento non basta. Giocatori di talento finissimo come Cassano o Balotelli sono arrivati fino ad un certo punto proprio perchè dotati del solo mero talento. Dybala ha tante fortune, gioca nella Juventus ha la maglia numero 10 ha anche spesso la fascia di Capitano. Io mi auguro lui voglia diventare in futuro un nuovo Messi e credo lo possa diventare e non accontentarsi di esser uno dei tanti Saviola o Riquelme qualunque.

Pagelle Sassuolo Juventus 0-3

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6 La parata che compie dopo alcuni minuti su un disastro della difesa è una parata salva risultato veramente fenomenale. Oltretutto non facile rischiando anche il rigore e il rosso. Poi quell’uscita davvero insensata a metà ripresa dove va a farfalle e non ce ne era alcun bisogno visto che sul pallone comunque ci stava Matuidi.

De Sciglio 7 Una prova di sostanza. Attento in difesa e con molte sgroppate in avanti. Spesso salta l’uomo e va al cross. Intercetta anche lui il pallone che poi porta al 3-0. Quando questo ragazzo è in salute e in fiducia è una garanzia altro che chiacchiere.

Rugani 6 Pronti via e combina un bel pasticcio con Pjanic poi non si riscatta del tutto ma resta teso per molta parte del primo tempo quasi il pallone gli scottasse fra i piedi. Strada facendo tuttavia migliora fino a una quasi sufficienza. Diciamo 6-

Caceres 6,5 Brutta partenza anche per lui dove seppure non partecipa al patatrac iniziale patisce il clima di tensione. Tuttavia la sfanga alla grande con l’esperienza e spesso gioca con ottimi anticipi. Sicuro.

Alex Sandro 6,5 Mi è piaciuto, molto tambureggiante sulla fascia e abbastanza attento anche in difesa. Un poco meno preciso di De Sciglio pero’ in ripresa.

Khedira 7 lo sottolineiamo  spesso è un giocatore di un utilità tattica unica. Sa sempre dove arriva la palla e ha un senso della posizione per cui potrebbe dare lezioni a moltissimi centrocampisti più bravi di lui. Oggi è bravo nell’inserimento sul primo gol che di fatto inizia già a tagliare le gambe ai neroverdi. Poi è bravo altre volte sia ad andare vicino al gol che a dare manforte a Pjanic e Matuidi.

Pjanic 6 Prima palla disastrosa. Veramente un errore gravissimo per cui si meriterebbe solo per quello un bel 4. Fortunatamente non subiamo gol e si riprende. Mette la gran palla a Ronaldo da cui nasce il gol di Khedira e poi gioca una partita diligente e intelligente.

Matuidi 6 Utile e anonimo. Si sacrifica nel ruolo che è consono al mediano. Corre per tutti recupera palloni. Li cede a quelli dai piedi buoni. Fa quello che deve fare e infatti il centrocampo pur senza strafare sostiene bene la squadra.

Bernardeschi 6,5 Parte esterno nel 433 ma poi Allegri lo sposta trequartista in primis per marcare Sensi che è il loro regista arretrato e poi per imbeccare gli attaccanti. In questo secondo ruolo gioca una partita molto molto intensa facendo bene quello che Allegri gli aveva chiesto.

Ronaldo 8 Un fenomeno. Non tocca tanti palloni ma ogni volta è come un falco in agguato. Propizia il primo gol con un tiro fortissimo che Consigli non trattiene, segna un gol fra l’altro bellissimo , annullato per fuorigioco. Segna il gol del 2-0 con un possente stacco in terzo tempo saltando più alto di tutti e inserendosi con una perfetta scelta di tempo. Propizia il terzo gol dando l’assist ad Emre Can dopo un eccellente duetto con Dybala. Ma la cosa più bella è l’esultanza con la Dybalamask ripetuta per ben due volte, prima ai compagni di squadra che lo andavano ad abbracciare e poi verso Dybala che era seduto in panchina. Non male per uno che era definto un egocentrico spaccaspogliatoio.

Mandzukic 6,5 Non è un caso che la flessione avuta con Lazio e Atalanta in coppa Italia sia coincisa con la sua assenza. Mandzukic è insostituibile per la mole di lavoro sporco che fa recuperando mille palloni e spesso andando a dare fastidio a tutti gli avversari. Inoltre con la sua caparbietà spesso apre spazi per Ronaldo tanto che, piaccia o no, ad oggi è il suo partner ideale in questa Juve. Chi lo critica dovrebbe andare a vederlo allo stadio, quando dal vivo vedendo tutto il campo e non come in tv solo l’immagine che passano le telecamere, si può apprezzare veramente quanto questo corre in lungo e in largo per ogni dove.

 

Bentancur 6,5 Entra molto bene in partita con buona gamba e contribuisce a non far rimpiangere un ottimo ma stanco Khedira.

Dybala sv Non metto mai voti a giocatori che giocano per meno di 20 minuti tuttavia oggi Dybala va applaudito perchè è entrato bene e fatto vedere che i colpi da trequartista li ha. Deve solo volerlo. Ha la maglia numero 10 e a volte la fascia di Capitano della Juve. Ha grande responsabilità. Deve smettere di fare i capricci da bimbominchia e tirare fuori il carattere per elevarsi a leader. Lui solo puo’ decidere se diventare uno dei più forti giocatori in circolazione o rimanere solo un bel giocatore di talento.

Emre Can sv Entra e fa gol. Un bel gol. Bravo.

 

Juventus 6,5 25 minuti non buoni forse spaventati dalla cavolata iniziale, poi Allegri mette Bernardeschi su Sensi e il Sassuolo inizia ad avere difficoltà a costruire azioni. Colpiti loro, di fatto alla prima azione, la squadra entra in modalità fiducia e non c’è francamente più partita.

Allegri 6,5 Si poteva desiderare di patire meno e siamo stati vicinissimi ad una Domenica di paura con quell’uscita di Szczesny nei primi minuti. Evidentemente la squadra è ancora un poco psicologicamente convalescente e insicura dopo le ultime opache prestazioni. Sarà anche a causa della poco collaudata coppia centrale che pero’ tuttavia oggi non prende gol. Dal primo gol nostro in poi pero’ la Juve ha dominato e giocato anche un bel calcio. Il terzo gol nasce da una bellissima azione fra De Scigio Dybala Ronaldo e Can.

Abritro 7 Devo dire che ha arbitrato molto bene ben coadiuvato dal var che questa volta ha analizzato bene gli episodi caldi. Sul rigore richiesto dal Sassuolo Szczesny prende la palla. Su un rigore richiesto dalla Juve per fallo di mano il pallone batte sul gomito del difensore ma il braccio è attaccato al corpo anzi è proprio a protezione dello stomaco. C’è un rigore per una trattenuta vistosa su Mandzukic che viene affossato ma l’arbitro non l’ha vista e il var non l’ha rilevata. Inoltre manca un giallo a Peluso per un brutto fallo sempre su Manzo ma sono due episodi che comunque non hanno compromesso in nessun modo il risultato.

Domenica 17 febbraio 2018 Sassuolo-Juventus ore 18 Stadio Mapei -Reggio Emilia

scritto da Cinzia Fresia

Nonostante la maretta di questa settimana, Massimiliano Allegri, guarda avanti, in sttesa della partita di domani contro il Sassuolo, squadra pungente soprattutto in casa.
Nella partita precedente, Il tecnico ha perso 2 punti, con un pareggio a rimonta, con il Parma, e l’obiettivo e’ di recuperarli.
Problematiche di spogliatoio sembrano investire il tecnico toscano, il quale, in conferenza stampa minimizza le versioni dei fatti.
l’insofferenza di Dybala e l’indifferenza di Douglas Costa, Pone un dubbio su cosa realmente stia accadendo alla Juventus e al suo spogliatoio e quali possono essere le tensioni con il tecnico, e tra poco ci sara’ il turno in Champions.
Allegri, ha spiegato ai giornalisti di aver dovuto riprendere Dybala circa l’abbandono della panchina una volta sostituito, ricordandogli delle regole e del ruolo conferitogli dalla maglia n.10, e dal fatto di ricoprire il ruolo di Capitano in assenza di Chiellini.
Stessa sgridata a Douglas Costa, autore di comportamenti fuori dal campo poco edificanti.
Insomma, un momentaccio in casa Juve, dove pare sia in procinto una sommossa, dal dopo esclusione della Coppa Italia.
Ci auguriamo che la squadra ritrovi la via maestra , e soprattutto l’intesa e l’entusiasmo dell’inizio stagione.

I calciatori e l’executive

L’aviazione executive o generale e’ un servizio di volo privato di jet o elicotteri, di altissimo livello, possedere un aeromobile, con posti limitati, resta appannaggio per pochi, e’ rivolto in primis a dinastie di industriali, personaggi della politica, dello spettacolo, e oggi anche dello sport. Ma possedere anche un solo Jet o elicottero, e’ una spesa enorme, non solo per l’onere del velivolo di per se’ ma per i costi di mantenimento e gestione che sono altissimi, e spesso vengono venduti preferendo l’affitto di ore di volo presso compagnie specializzate.
Alcuni calciatori sono diventati i nuovi utenti di questo servizio, le star del calcio come Ronaldo e Lionel Messi, hanno investito su un Jet Privato, per uso personale.
Il giocatore portoghese ha comprato un Gulfstream-150 e pare abbia speso 19 milioni di euro, idem il suo collega Messi, ha altresì (pare) acquistato un velivolo dello stesso tipo, ma piu’ grande, un Gulfstream-500.
L’aereo privato e’ uno status, un servizio di lusso, Ronaldo peraltro, lo mette a disposizione , quando non lo utilizza, concedendolo in affitto appunto per abbattere i costi, tramite compagnie di aereo-taxi, nate proprio per soddisfare le esigenze di una clientela di lusso, che vuole effettuare spostamenti in sicurezza senza condividerne gli oneri.

Gli aeroplani executive piu’ conosciuti sono i Falcon-Dassault, Gulfstream e i Global Express della Bombardier, velivoli dall’avionica avanzatissima e dagli interni eleganti, predisposti ad affrontare tutte le rotte aeree, e naturalmente super-sicuri.
Le compagnie di Aero-taxi forniscono al cliente nella quota di affitto, il mezzo compreso l’equipaggio, servizio in cabina, personale addestrato e certificato, tutto bene dunque.. purtroppo non sempre finisce così.

La tragica storia di Emiliano Sala, disperso nel volo del 21 gennaio 2019, al largo di Adelrney-isole del Canale , durante la traversata da Nantes a Cardiff, ci fa capire che non tutti i servizi di volo privati sono affidabili:
Il mezzo: un Piper Malibu, un aereo da turismo mono-motore, concepito come aero-taxi leggero dalle prestazioni in sicurezza, a costi contenuti pari ad un aereo bimotore.

Il pilota: il Piper e’ un aereo a 1 pilota solo, il professionista a bordo, pare non fosse in possesso, della licenza commerciale, quindi non abilitato al trasporto pubblico passeggeri, significa che si’ aveva un brevetto ma che non consentiva di lavorare in questo ambito, ma non solo: non era abilitato al al volo strumentale, il may day, l’s.o.s lanciato dal pilota, non e’ stato sentito dai controllori di volo, questo significa che il velivolo a “vista” quindi troppo basso, per essere sentito.
Sala, nel triste accorato sms mandato al padre, parla di un aereo che cadeva a pezzi .. ma la sfortuna vuole che questo tipo di aereo non abbia la scatola nera.
La famiglia Sala, attraverso finanziamenti privati, ha ingaggiato un professionista che cerca relitti, il quale ha trovato il mezzo inabissato, localizzando altresi’ i due corpi, del ragazzo e del pilota.

In attesa delle verita’ ufficiali, ci chiediamo come sia stato possibile affidarsi ad un volo cosi’, chi ha effettuato le trattative e chi ha accettato di far volare una persona con questa modalità, e si teme sia stato solo per il prezzo, una magra speculazione in cui si sono perse due vite.
Come era ovvio, c’ è stato un fuggi fuggi generale circa questa responsabilita’ di chi aveva organizzato e consigliato questo vettore, le societa’ calcistiche al quale ,Emiliano era legato negano qualsiasi coinvolgimento.
I giocatori argentini non vogliono arrendersi e si sono stretti alla famiglia di Sala aiutando finanziariamente le ricerche dei rottami dispersi in mare.
E’ tutto molto triste e penoso, un’esperienza che insegna a fare attenzione ad affidare la propria vita e stare attent al “risparmio” in un ambito cosi’ complesso e serio come l’aviazione.

Inviato da iPad

Il bollettino dell’allenatore

Dato che il tema mister è molto sentito ho creato questo sondaggio che di tanto in tanto riproporrò.

 

 

 

 

 

 

Allegri deve continuare oppure dopo Giugno lui e la Juve si devono separare?

  • Continuare (65%, 55 Votes)
  • Separarsi (35%, 30 Votes)

Total Voters: 85

Loading ... Loading ...

Sesso Juve e Rock n Roll S02 E20

Quest sera nuova puntata di sesso Juve e Rock n Roll ore 22 come al solito cliccare nella foto. Il numero per chi vuol mandarci domande è lo 3311552985 via sms o whats app cerchiamo di rispondere a tutti. Mandateceli prima della puntata perchè in diretta è complicato.

Immagine anteprima YouTube

La scaletta e l’immagine di copertina.

 

 

 

 

 

 

 

Versione mp3

La calma è la virtù dei forti.

 

 

 

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Partita strana quella con il Parma. Per lunghi tratti nel secondo tempo soprattutto si è giocato all’attacco e creato molto, con trame di gioco anche piacevoli. 2 pali e 3 gol un intervento prodigioso di Sepe su Khedira su un tiro a giro. Sembrava una serata in cui si potesse avere una svolta rispetto alle due prestazioni precedenti che forse anche in parte c’è stata, e invece ancora una volta il risultato non ha detto bene. Sembrava una partita condotta senza particolari problemi e invece abbiamo subito la bellezza di 3 gol. Il calcio non è matematica ed è curioso come a volte vinci partite che non meriteresti di vincere, come con la Lazio, mentre pareggi partite in cui meriteresti chiaramente la vittoria. La differenza alla fine l’ha fatta una bruttissima difesa. Il Parma è sceso verso la nostra porta credo non più di tre o quattro volte eppure ci ha segnato 3 gol. 6 gol subiti in tre giorni non mi ricordo neppure da quanto tempo non succedeva una cosa simile. Bisognerà chiaramente lavorare sulla fase difensiva. Anche se mancano i due difensori centrali titolari non è consueto e neppure accettabile che la difesa della Juventus subisca tanti gol così.

In generale invece questa partita ha dimostrato che non c’è un metodo per ogni stagione. Attaccare a testa bassa per 90 minuti non necessariamente paga. C’è secondo me una grandissima differenza fra giocare bene e il cosiddetto calcio spettacolo e questo è dove spesso il tifoso equivoca. Io sono propenso a credere in base alle mie esperienze personali anche di ex giocatore, che le partite giocate bene, almeno sul piano sportivo, sono quelle in cui non si commettono errori. Quindi si capitalizza tutto e non si rischia nulla. Cose che sono tanto care alla metodologia del nostro allenatore. Questa con il Parma è stata giocata bene solo dal punto di vista offensivo, in realtà da quello difensivo è stato un disastro. Tuttavia quelli che pensano che il bel gioco sia solo lo spettacolo dovrebbero esser coerenti ed esser, non dico contenti, ma per lo meno non lamentarsene oggi, visto che la Juve questa sera è stata spettacolare e a differenza di altre volte invece di anestetizzare la partita sul 3-1 ha continuato a giocarla. Quell’amministrare tanto caro al nostro mister in questa partita è venuto meno. Non so se Allegri abbia ceduto per una volta alle voci dei tifosi che vorrebbero una Juve più arrembante, e neanche so se è stata una scelta voluta dettata dalla consapevolezza di avere una difesa mal assemblata. Tuttavia il risultato è stato un 3-3 in casa. Male da questo punto di vista.

Credo che sia un periodo no dove bisogna fare quadrato intorno alla squadra in attesa che guarisca un poco di gente. Sembra effettivamente che ogni errore si paghi a caro prezzo. Forse a caldo è una partita difficile da analizzare perchè sarebbe bastato che Mandzukic, autore di una prova straordinaria, avesse gestito meglio quell’ultimo pallone non rimettendolo in area nostra. In caso di vittoria per 3-2 è probabile che tutti i giudizi, anche quelli del sottoscritto, sarebbero meno severi. Certo è che è anche uno strano destino quello della Juventus. Ogni qual volta gioca una partita arrembante il risultato non è mai dalla sua. Poi ci si domanda perchè per questa squadra il risultato è l’unica cosa che conta e non va bene lo spettacolo pur che sia.

Pagelle Juventus Parma 3-3

Pagelle di Alessandro Magno

Perin 6 Subisce tre gol su cui non può nulla visto che sono tutti regali dei suoi difensori. Sul terzo prova a metterci una pezza da zero metri e quasi la tiene ma onestamente dovrebbe fare un miracolo.

Cancelo 5,5 La sua fase offensiva è buona come altre volte però è il maggiore responsabile del primo dei tre gol parmensi.

Rugani 5,5 Insicuro anche lui ha sulla coscienza un paio di gol. Mezzo voto in più per il gol segnato ma nell’insieme una prova incolore. Gioca poco e se ne è lamentato ma se i risultati sono questi.

Caceres 5 Non male finchè impostiamo noi poi nel tu per tu con Inglese perde sempre. Anche lui ha sulla coscienza un paio dei gol avversari. Al momento non all’altezza di giocare titolare nella Juve. periamo migliori.

Spinazzola 6 L’unico che gioca bene in difesa a tratti anche molto bene. Peccato forse alla fine gli manchi la gamba e lasci solo Mandzukic senza assistenza su quel pallone finale.

Khedira 6,5 Gioca una grande partita colpisce anche due sfortunatissimi pali. Non riesce lui a chiudere sul buco lasciato da Cancelo sul primo gol.

Pjanic 6,5 L’uomo che è mancato in queste ultime partite alla Juventus. Sempre criticato oggi si capisce perchè è invece indispensabile. E’ l’unico con fosforo e idee e trame di gioco. Peccato abbia le polveri bagnate in zona tiro.

Matuidi 6 Lottatore. Si esalta su un campo pesante e non tira mai indietro la gamba. Non è in un periodo brillante ma il suo sacrificio è importante per la squadra. Serve a Ronaldo la palla della prima rete.

Douglas Costa 5 Un altra prova da titolare sprecata. Peccato per lui e per noi che non riusciamo a ritrovare quel giocatore devastante dell’anno scorso. E’ un vero peccato constatare che sembra oggi il cugino scarso di Gervinho.

Mandzukic 6 Gioca una partita encomiabile, è dovunque, recupera palloni e cerca insistentemente Ronaldo fino a servirgli l’assist del 3-1. Meriterebbe un voto alto almeno 7. Purtroppo la difesa sfortunata e scellerata di quell’ultimo pallone è decisiva ai fini del risultato. Poteva buttarlo piuttosto fuori.

Ronaldo 7 Segna una doppietta ed è molto volenteroso ad aiutare sempre la squadra. Purtroppo oggi non è servito a vincere. Ma il suo segnare con costanza aiuta comunque la squadra in questo momento no.

 

Bernardeschi 6 Sicuramente meglio i Costa tuttavia anche lui poteva fare di più questa sera.

Bentancur sv

Emre Can sv

 

Juventus 6 Saranno contenti quelli del calcio spettacolo oggi la Juve ha giocato sempre all’attacco, forse consapevole di una difesa così così e ha prodotto moltissimo. 3 gol, 2 pali, un intervento miracoloso di Sepe, 1 rigore dato e poi tolto. Peccato sia finita 3-3. Evidentemente qualcosa in questo periodo  non va. Diciamo meglio delle ultime prove ma ancora convalescenti.

Allegri 5,5 Non mi pare possa fare molto con quello che ha a disposizione. Ha provato a cambiare diversi di quelli che sono andati molto male con Lazio e Atalanta. La difesa nei suoi elementi centrali è obbligata. Uno dei cambi tattici Spinazzola per Sandro è forse uno dei cambi che funziona meglio. Perin non prende gol per colpa sua ma di tutta una difesa ballerina. Prendiamo anche 2 pali. Purtroppo è un periodo che non gira e bisogna fare quadrato intorno alla squadra finchè non recuperano un po tutti.

Arbitro 6 Non mi è piaciuta la permissività con i parmensi riguardo a molti falli da giallo. Il rigore che prima ha dato e poi la var ha tolto mi sembra una decisione corretta.

Sabato 2 febbraio 2018 Juventus- Parma ore 19.30 – Allianz Stadium Torino


Scritto da Cinzia Fresia
La Juventus torma in campo dopo l’umiliazione subita a Bergamo per l’esclusione dalla Coppa Italia, la squadra e’ stata visitata dal Presidente Andrea Agnelli, il quale non ha risparmiato la sua insoddisfazione, ne’ ai giocatori e nemmeno all’allenatore, quindi dovra’ rimboccarsi le maniche e tornare con i piedi per terra, non smarrendo gli altri importanti obiettivi della stagione.
Osservato speciale, Martin Caceres, il quale potrebbe gia’essere presente dal primo minuto, mentre in attacco torna Mandzukic il quale giochera’ con Ronaldo, e un terzo tra Dybala, Costa, e Bernardeschi.
Vincere contro il Parma e’ doveroso, i giocatori della Juventus in quanto tali, devono essere sempre pronti a fare la differenza anche in tempi difficili.
Gli infortuni, stanno minando la salute della squadra, la quale dovra’ presto, affrontare un avversario di forza e determinazione.

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia