Giochi di prestigio

Articolo di Cinzia Fresia

 

Vincere, anche all’ultimo minuto, con una prestazione molto al di sotto della media puo’ succedere solo alla Juventus, un piccolo gioco di prestigio inventato in quei spamosdici secondi che aveva visto la squadra sino a quel momento, effettuare una delle peggiori partite de quando l’ha presa in mano Sarri non ha prezzo.

Non possiamo che riconfermare i complimenti a Douglas, che ha portato la squadra verso una vittoria importantissima, fino a qui tutto bene, ma prima?

Una partita ai limiti dell’imbarazzante, per la Juventus fornita della presenza di uno dei giocatori più forti al mondo: la Juve comincia bene, anzi benissimo, da una punizione, battuta da Cristiano Ronaldo, finalmente non contro la barriera, ne esce un gol che ha del bizzarto, il portiere perde la palla e Ramsey con una pedata mette in rete.. ma dopo pochissimo .. causa un rilassamento della difesa paregggia il Lokomotiv, e da quel momento che la partita si trascina con un ritmo insopportabile, al limite del soporifero, senza grinta e con una sequenza di errori tale da far rabbrividire.

Cosa non ha funzionato?
La formazione sicuramente, è probabile che il tecnico abbia pensato di impiegare i meno stanchi, ed in effetti l’idea poteva essere corretta, il risultato è stato uno sfacelo.
Maurizio Sarri è consapevole di avere un centro campo lento e prevedibile, il cui uomo migliore Aaron Ramsey dura al massimo mezz’ora, quindi inutile per gli attaccanti, per non parlare dell’inadeguatezza della difesa, senza il capro espiatorio De Ligt.

Dopo due tempi, soporiferi e inconcludenti, l’allenatore decide di effettuare i tanto attedi cambi, .. commettendo la prima trasgressione: sostituisce Cristiano: gelo in campo più di quello che c’era.
Allora, un’allenatore fa come vuole, Cristiano è un giocatore come gli altri che se non sta facendo bene, va correttamente sostituito e senza lamentarsi, al suo posto Dybala, sebbene l’argentino giochi bene non cambia sostanzialmente nulla, sara’ poi Douglas Costa allo scadere del recupero che confezionerà il piccolo miracolo, che dara’ “senso ad una partita perché un senso non c’è l’ha”.

E dopo questa riflessione “vascologica”, l’impressione e’ stata che a Maurizio sia andata di lusso, nonostante abbia sbagliato tutto, e che sia accaduto quel colpo di fortuna che solo la Juventus sa afferrare.

La Juve non riesce a liberarsi dalla “tradizione” di affidarsi al “singolo in serata”, e a quanto pare al momento ci sta andando bene, ma la verità è un altra: siamo talmente prevedibili, da farci bloccare da una Lokomotiv qualunque, giochiamo male e difendiamo peggio, spero Sarri non me ne voglia ..

Pagelle Lokomotiv Mosca – Juventus 1-2

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6 Una serata di normale amministrazione. Qualche parata facile a terra. Sul gol non so se parte un attimo in ritardo ma il pallone è davvero angolato. Forse fosse stato in porta invece che sul palo lo avrebbe preso.

Danilo 5 Non mi è piaciuto molto. Non ha mai cercato il fondo e i suoi cross sono sempre stati molli. Le migliore cose le ha fatte in chiusura sui nostri calci d’angolo giocando da ultimo uomo.

Bonucci 6,5 Il gol è principalmente colpa sua che non marca abbastanza stretto l’attaccate russo. Poi si riprende e ha buoni e precisi lanci per i nostri attaccanti ma il riscatto definitivo arriva con il tiro di Joao Mario salvato sulla linea. Un salvataggio che vale un gol.

Rugani 4 Una tragedia. Ogni volta che interviene o fa fallo o fa passare gli avversari. Il non giocare gli ha fatto sicuramente danno ma lui gioca con una grande fifa che non lo aiuta e non ci aiuta.

Khedira 4,5 In una partita giocata a 2 all’ora dovrebbe trovarsi bene tuttavia non combina nulla. Squadra statica centrocampo peggio.

Pjanic 5,5 Lui non brilla e neppure la Juve. L’impegno c’è ma sarà il campo o la marcatura a uomo ma davvero questa sera si vede poco. Brutti anche tutte le punizioni e gli angoli buttati sempre sul portiere.

Rabiot 5,5 Sembra vorrei ma non posso. Alcuni momenti non è proprio in partite altre fa delle cose che sembra avere nelle corde un qualcosa più degli altri. Peccato non sbocci mai.

Ramsey 6,5 Uno dei migliori sicuramente. Si inserisce bene , segna un gol da condividere con Ronaldo e soprattutto il portiere avversario. Sembra in buona serata ma Sarri lo toglie forse per preservarlo. Almeno lui un poco di luce la dava.

Higuain 7 In attesa spasmodica come un cobra è sicuramente difficile giocare centrale contro una difesa schierata in 11 davanti alla porta. Tuttavia lui si muove molto e si rende utile a dare infinite sponde a tutti fra cui la bellissima finale di tacco a Douglas Costa. Partita di sacrificio e di intelligenza.

Ronaldo 5 Molle e svogliato come tutta la squadra. Tutta la sua partita è un tiro bello e improvviso di controbalzo che il portiere devia in angolo in tuffo. Per Mr. Champions è un po’ poco.

 

Bentancur 6 Dovrebbe esser promosso titolare al posto di Khedira. Non che faccia sfaceli ma almeno ha più corsa più grinta e più contrasto. Da lui vorremmo anche qualche tiro da fuori.

Douglas Costa 8 Gioca solo 20 minuti ma ha totalmente un altro ritmo rispetto a tutti compagni e avversari. Segna un gol alla Maradona scartando tutti. Quando Costa gioca così è veramente un giocatore straordinario. Il gol è di rara bellezza oltre che decisivo. C’è tutto velocità, freddezza ,dribbling, istinto, tecnica.

Dybala Sv Entra molto bene.

Juventus 5 Gioco deludente. La più brutta partita di quest’anno dopo Firenze. Risultato immeritato sul piano delle occasioni ma alla fine la si sfanga con una grandissima azione personale a sottolineare quanto la rosa della Juve sia una rosa importante.

Sarri 5,5 Qualificazione presa dopo 4 partite e imbattibilità che prosegue tuttavia la Juve questa sera è stata troppo deludente. Credo che Khedira sia cotto e che a questa squadra poteva servire un Emre Can che oggi anche da centrale difensivo è migliore di Rugani. Vince e siamo contenti ma non convince. Mezzo voto in più per i cambi e per il coraggio di togliere Ronaldo e non Higuain.

Arbitro 5 Non fa danni ma giuro in vita mia non ho mai visto tanti pestoni ( almeno 10) in una partita tutti sempre graziati dal giallo.

nMercoledì 6 novembre 2019 Lokomotiv Moska -Juventus Champions League ore 21 Rdz stadium

Appena finito un derby, ecco la Champions: dopo il chiacchieratissimo incontro con i granata, la Juve si prepara a visitare il Lokomotiv, il quale tenterà’ il tutto e per tutto per una residua qualificazione.

Maurizio Sarri, come sempre vago sulla formazione, mette in dubbio Dybala incerto a causa di un disturbo gastrointestinale, stessa cosa per DeLigt il quale accusa problemi ad una caviglia.
Considerato ciò’ Sarri annuncia cambiamenti.
La Juventus arriva carente di energia, e già molto stanca, vedremo perciò quale tattica intenderà utilizzare il tecnico bianconero.

Sesso Juve e Rock n’Roll s03 e03

 

Questa sera ore 22 qui e su youtube  ancora sesso Juve e Rock n’Roll con Ben Michele Fusco Leomina Toto Cafasso Benny Nico e Antonio Corsa

Il derby fra il piacere e il fastidio e Matteo De Luce

 

 

Articolo di Alessandro Magno

Ha sempre il suo fascino per noi di Torino il derby della mole. Spiace che molte volte tifosi della Juve di altre regioni non capiscono l’importanza del derby per quanto riguarda i tifosi di Torino. Ragazzi la Juve è la fidanzata d’Italia ma questa fidanzata è nata a Torino ed è torinese. Molti fanno di peggio però addirittura provano simpatia per i colori granata. Inaccettabile. Sarà che non conoscono abbastanza questi simpaticoni  dei granata perchè non ci convivono. Diciamo subito alcune cose fondamentali , intanto e non mi stancherò mai di dirlo, non è assolutamente vero che a Torino i granata sono di più. Balle. Leggende metropolitane create ad arte per crearsi una visibilità e una giustificazione di esistere. Sono meno. Certo i granata li trovi quasi solo esclusivamente qui e dove li vuoi trovare? Secondo, nonostante sportivamente non li sopportiamo e loro non sopportino noi, a Torino è consueto nella stessa famiglia avere sia granata che juventini.  Per fortuna devo dire non nella mia dove siamo tutti gobbi. Grazie a Dio. Quindi nella vita di tutti i giorni niente da dire tutto normale. Terzo è chiaro che la Juventus è più forte e la cosa non è messa in discussione nel caso di sconfitta in un derby, nè si soffre più di tanto per gli sberleffi eventuali di una manica di sfigati, tuttavia la Juve il derby lo deve vincere perchè vincere il derby per la Juve è normale mentre per il Toro è un fatto eccezionale. Quarto i granata non sono simpatici. Sul piano del tifo sono loro che hanno inventato l’antijuventinità gia a fine anni 70 ben prima di romanisti, napoletani, milanisti e interisti. Noi troviamo normale che un giocatore della Juventus anzi l’attuale Capitano Bonucci abbia un figlio granata conclamato. Noi siamo quelli che ognuno tifa chi gli pare. Ai nostri giocatori chiediamo impegno non di convertire famigliari e parenti. I granata sono quelli che chiedono le dimissioni del loro allenatore Mazzarri perchè è inaccettabile che citi come esempio di impegno sportivo Chiellini (Capitano della nazionale e della Juve quando c’è). Gli stessi granata che però giudicano corretto che Sarri da mister della Juventus abbia promesso di andare a omaggiare il grande Torino a Superga, come ha sempre fatto tra l’altro, e farà. Ovviamente nessun gobbo si è azzardato a chiedere a Sarri di non farlo. Ovviamente noi siamo i cattivi del calcio loro sono i buoni. Finisco con le premesse. Comprendo che al Toro è rimasta solo la retorica ma che due palle però. Sarebbero anche la curva più bella del mondo. Ma quando mai sono una curva che se il biglietto costa più di 10 euro non entra nessuno a vedere il Toro. Si riempiono la bocca del grande Torino gente che non l’ha mai visto neppure in video come se io decantassi le gesta di Napoleone Bonaparte.  Questi sono i granata.

Ma veniamo alla partita. Il Toro ha fatto una partita discreta. Ha vinto la gara degli angoli. Ben 9. Tanta roba per chi spesso non riesce a passare la metà campo. Capisco so’ soddisfazioni ma a fronte di questi angoli tutti battuti a cavolo di cane, io ricordo un solo tiro in porta di Ansaldi, che Szczesny ribatte fuori con un piede. Fra l’altro dopo il nostro vantaggio. Non ricordo altri tiri. Han recriminato per un rigore che non c’è nè ora nè mai come non c’era quello di Lecce anche se ce lo hanno dato contro. Nemmeno si danno rigori per somma di tocchi di mano. De Ligt la può toccare altre mille volte in quel modo e mai sarà rigore. Fra l’altro sull’azione c’è un fallo evidente di Belotti su Bonucci che nessuno si è preso la briga di rilevare perchè il calcio è bello così, raccontarlo a casino. Menzione d’onore per la simulazione di Izzo che sfiorato da un gomito di Ronaldo ha fatto una ”mariomerolata” di 15 minuti per terra con spasmi e difficoltà respiratorie. Gli onesti. Potremmo dargli un Oscar come miglior attore drammatico. Ad oggi ricordo che l’unico che ha pagato con tre giornate di squalifica una simulazione è stato Milos Krasic della Juve. Certo la Juve di contro non ha fatto una grande partita ma è obiettivamente difficile giocare i derby dove si butta tutto sulla tensione e poco sulla tecnica. I derby giocati bene e vinti bene sono stati spesso quelli completamente non giocati dal Toro, e non è questo il caso a onor del vero. Seppure i granata non han combinato molto in attacco questa volta sono stati molto bravi a bloccare le nostre iniziative. Nonostante questo la Juventus ha avuto 5 clamorose occasioni da gol sventate da Sirigu che per una sera era in versione miglior portiere dell’universo. Le elenchiamo perchè a molti addetti ai lavori sono completamente sfuggite tanto che qualche mattacchione su ”La Stampa” di Torino ha osato titolare : ”Il Toro meritava di vincere ma ha bisogno di uno psicologo”. Credo onestamente che dello psicologo abbia bisogno chi ha scritto questa porcata. E veniamo all’elenco delle 5 occasioni da gol della Juve di cui 4 enormi parate di Sirigu:
1 – Primo tempo su tiro ravvicinato di piatto a botta sicura di Del Ligt, Sirigu respinge con una sola mano aperta.
2 – Secondo tempo Ronado riesce a trovare un buonissimo diagonale anche qui praticamente a botta sicura, Sirigu si distende fino a terra e con la mano destra devia in angolo
3 – Sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla trequarti Higuain colpisce al volo con rara potenza e precisione Sirigu in volo devia la palla oltre la traversa.
4 – Sugli sviluppi di quell’angolo De Ligt segna in mezza rovesciata.
5 – Su un azione di contropiede Ramsey si trova a tu per tu con Sirigu uscito tempestivamente dai pali. Il portiere di piede riesce a deviare anche questo pallone e a sventare l’occasione.

A fronte di queste 5 occasioni chiare e limpide, di cui 4 sventate da Sirigu, ripeto il Toro ha avuto una sola occasione neanche troppo nitida con quella percussione di Ansaldi. In conclusione no il Toro non meritava affatto di vincere la Juve non ha giocato certo la sua miglior partita della stagione va detto, ma da li a raccontare altre cose ce ne passa. Ora al solito come un fastidioso raffreddore siete passati. Ci si ritrova al ritorno. Intanto Matteo De Luce s’è sbloccato. Bel segno del destino gol nel derby di Torino. Ci volevate voi per farlo sbloccare.

Pagelle Torino – Juventus 0-1

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6,5 Molto preciso su tutte le uscite alte che in genere sono una sua pecca e poi una sola ma importante parata su Ansaldi subito dopo il vantaggio. Attento.

Cuadrado 7 Eccellente come nelle ultime uscite. Un giocatore che ha trovato la sua consacrazione definitiva come terzino. Trovano tutti lungo dal suo lato e non disdegna di scendere a crossare. Fa ammattire Belotti

Bonucci 6,5 Tanta esperienza al servizio della squadra. Intelligente e preciso in tutte le decisioni prese. Tanti palloni tolti agli avversari con un tocco di punta. Questa sera è stato chirurgico.

De Ligt 7 Per me non era rigore neanche a Lecce e neanche questo poi ormai sui fali di mano fanno come vogliono. E’ autore di una grandissima prestazione prima vincendo quasi tutti i corpo a corpo soprattutto sfruttando il fisico e l’anticipo e poi un gol da attaccante vero dopo che Sirigu gliene aveva già tolto uno bello e fatto. Sono felice per lui.

De Sciglio 5 Un disastro totale. Si fa saltare di continuo. Spesso si porta la palla fuori insomma una spina nel nostro fianco. Il primo tempo è anche da 4 per fortuna si riprende un poco alla distanza e chiude un poco meglio. Io capisco che mancava da un po’ e che la fascia sinistra non è proprio la sua ma deve fare meglio.

Bentancur 6 Non una partita di grande visibilità però una prestazione generosa. Molto intelligente a spendere i cartellini gialli quando sono essenziali. Giocatore di altri tempi forse unico in questo genere.

Pjanic 6,5 Piedi di velluto e cervello fino. In una partita come il derby dove è difficile giocare, in questo campo poi, dove c’è un prato indegno per la serie A, lui ricama ricama e ricama. Anche senza fare lo show le sue giocate qua e la danno la luce. La sua presenza è indispensabile per la Juve.

Matuidi 6 Giocatore da derby. Grinta corsa combattività. In queste partite è difficile non metter in campo almeno uno con le sue caratteristiche altrimenti gli altri che sono tutti dei Matuidi ti sovrastano fisicamente.

Bernardeschi 5 Non disastroso come De Sciglio ma anche lui ci fa giocare uno in meno in fase di possesso. Comprendo il lavoro sporco però davvero un trequartista così è depotenziato. Ha una palla d’oro sul destro e non tira. Si vede più per le cose che non fa che per quelle che ci si aspetti faccia.

Dybala 6,5 Gioca una buona partita e nel primo tempo soprattutto è uno dei pochi a rendersi pericoloso. Non gradisce la sostituzione perchè ha capito dinon aver giocato male ma a conti fatti ha ragione Sarri.

Ronaldo 6 Un 6 risicato. Non gioca una buona partita ben bloccato da Izzo che non solo lo marca a uomo ma usa tutti gli espedienti leciti e non compreso grottesche simulazioni. In ogni caso pure in una sera opaca riesce a trovare due occasioni da gol chiare una di testa che esce di poco l’altra con un bel diagonale che gli disinnesca Sirigu.

Higuain 7 Primo cambio di Sarri che cambia la partita Higuai per Dybala. Paulo s’è detto non ha giocato male ma l’ingresso di Pipita, che ha caratteristiche diverse, cambia davvero le cose. Il Toro davvero non trova le contromisure per limitare il Pipita. L’assist per il gol è di notevole fattura di piatto al volo fra un nugolo di giocatori, ma soprattutto il tiro al volo su cui Sirigu si supera è una perla di rara bellezza,

Ramsey 6,5 Il suo ingrasso ha sempre un bel impatto sulle partite perchè è un dinamico di qualità e riesce a inserirsi fra le linee con facilità e raramente sbaglia. Anche su di lui Sirigu fa un mezzo miracolo.

Khedira 6 Diciamo che fa rifiatare un poco la squadra e sostituisce Benta che era già ammonito. Anche lui si prende qualche fallo con esperienza.

Juvenuts 6 Bene per la vittoria e il carattere, male perchè si regala sempre un tempo agli avversari. Anche oggi primo tempo in vacanza. Sul bel gioco sinceramente nei derby non me lo sono mai aspettato neanche prima di oggi. Per giocare bene un derby occorre che il Toro o rinunci a giocare o non ci metta tuttala grinta e l’ostruzionismo che in genere ci mette.

Sarri 6 Ha indovinato i cambi certo che è facile con in panchina certa gente. Però togliere Dybala per Higuain non so quanti di noi l’avrebbero fatto. Si sta dimostrando bravo a utilizzare quasi tutta la rosa. Forse poteva esser una partita buona per la fisicità di Emre Can. Il voto è basso perchè la Juve non è che ha giocato bene.

Arbitro 7 Esce da una partita molto spigolosa con colpi proibiti, simulazioni e qualche polemica per un rigore che per me come dice Guidolin non è rigore questo come non era rigore a Lecce. Non mi è piaciuto devo dire solo dopo il nostro gol quando nel finale si è dimenticato del tutto i cartellini gialli. Ci sono stati per lo meno 4/5 palloni giocati con le mani, una gomitata di Zaza a De Ligt e Baselli già ammonito che ferma tirandolo per la maglia Ramsey che ripartiva in contropiede. Regolamento alla mano andava espulso. Comunque capisco che era già un finale sull’orlo di una crisi di nervi forse ha voluto evitare altri casini tuttavia il regolamento parla chiaro.

Tre questioni da sottolineare

 

Articolo di Alessandro Magno

Di questa partita non parlerei più di tanto visto che è un film già visto. D’altronde che cosa potremmo aggiungere che non abbiamo già detto o visto contro la Lokomotiv Mosca o il Lecce? A questo punto mi soffermerei più che altro su tre questioni che mi piace sottolineare e capire che cosa ne pensa chi mi legge.

1 – La differenza di avere o non avere Ronaldo.

Salta subito all’occhio come con Ronaldo in campo per 90 minuti contro i russi e il Genoa si è vinto mentre invece a Lecce senza Ronaldo si è pareggiato. Questo nonostante in questo periodo non sia brillantissimo. Certamente non chiedo che giochi sempre ne convengo con Sarri che bisogna trovare il modo e il tempo di fare rifiatare pure lui, tuttavia è assolutamente evidente come la sola presenza di Ronaldo in campo , se da parte degli avversari incute un certo timore, dalla parte dei nostri obbliga i suoi compagni a dare quel qualcosa in più. Ero allo stadio e ho visto dopo l’ennesimo gol sbagliato di testa CR7 ci ha voltato le spalle restando a testa bassa qualche minuto con le braccia lungo il corpo in un’ aria sconsolatissima mentre tutto lo stadio lo incitava. E questo è l’uomo dei record e dei 700 gol segnati in carriera primatista in champions e nella sua nazionale. E se la prende così tanto per non aver fatto gol al Genoa? Inoltre al 90mo dopo aver segnato il gol vittoria che gli viene annullato ha ancora la cazzimma di andarsi a prendere un rigore e segnarlo al 96mo dopo polemiche perdite di tempo e chi più ne ha più ne metta. Ronaldo davvero patrimonio dell’umanità.

2 – La difesa ballerina

Ieri è entrato Rugani e per usare un eufemismo le cose non sono andate benissimo. Rugani era fermo da tempo e purtroppo ha pagato questa lunga inattività. Salta all’occhio come quest’anno si sia particolarmente vulnerabili in difesa. Ora va detto che nonostante ciò la Juve resta la miglior difesa del campionato e che ha preso quasi gol solo o su rigore o su gollonzi come quello del Genoa nel quale il giocatore segna scalciandosi da solo. Non è certo una giustificazione ma è la cronaca di quello che abbiamo visto fino ad ora. A causa di questa vulnerabilità è stato messo particolarmente sotto accusa il sarrismo, ovvero la mentalità del mister di giocare sempre alto e attaccare sempre anche quando a rigor di logica si potrebbe gestire. La verità , e l’ho già detto in qualche articolo passato, è che l’assenza di Chiellini si sta facendo sentire enormemente più del cambio di mentalità. Allegri quasi sempre ha avuto Chiellini che a detta di tutto si gioca con Ramos il ”titolo” di miglior marcatore del mondo. Spesso in anni addietro ha avuto anche Benatia uno che normalmente sapeva giocare e piuttosto bene ne corpo a corpo. Oggi noi giochiamo senza un marcatore di ruolo perchè l’unico che abbiamo è Demiral che è piuttosto acerbo. La nostra difesa è di fatto composta da due ali che fanno i terzini, Cuadrado e Alex Sandro, e due ex centrocampisti che fanno i centrali, De Ligt (in questo caso Rugani) e Bonucci. Va da se che abbiamo una difesa che spinge e produce ma difetta qualcosa in fase difensiva. Siamo dietro una specie di Brasile tanto per intenderci ed è così che andrebbe vista la difesa della Juventus oggi.

3 – Il concetto di sofferenza

Uscendo dallo stadio ma anche sui social ho riscontrato frasi del tipo ”si ma che sofferenza” o la variante ”così si soffre troppo però” e devo dire sono rimasto abbastanza sorpreso sul concetto di sofferenza. Io ieri ho imprecato, mi sono arrabbiato, ho maledetto la sfortuna e l’imprecisione, ma in nessun momento ho sofferto. Il concetto di sofferenza per me è un concetto relativo alla passività. Se sto attaccando e sto cercando di segnare starò anche sulle spine, al massimo perchè passano i minuti, ma non sto soffrendo. Soffro più quando gli altri mi schiacciano dietro e ad ogni pallone rischio di prender gol. In entrambi i casi è evidente che il risultato finale influisca sulla contentezza finale. Godo sia a vincere al 96mo arrembando che al 90mo arroccando, tuttavia ripeto il concetto di sofferenza per quanto mi riguarda lo vivo solo nella seconda ipotesi, ma capisco anche che potrebbe esser un problema mio, magari qualcuno gode anche in modo particolare difendendosi e ci starebbe non siamo tutti fatti allo stesso modo. Certo mi piacerebbe sapere dai mie lettori quale è il loro concetto di sofferenza e a fronte di una vittoria di un gol di scarto e di un possibile pareggio , se soffrono di più a vincere come ieri 2-1 all’ultimo respiro rischiando di non farcela e restare 1-1 oppure se soffrono di più a difender strenuamente e portare a casa un 1-0 rischiando comunque di prendere fino alla fine il gol del pari?

Dare ripetizioni di come si segna su azione

scritto da Cinzia Fresia

Allora .. abbiamo vinto Complimenti.
Ma parto da qui: La Juventus di Maurizio Sarri, sta diventando sinceramente “terapeutica” per tutta la serie A, a parte l’Inter, naturalmente.
Basta psciologi, mental coach, e via dicendo, venite a Torino a giocare .. che vi psicanalizzera’ Ronaldo in persona, facendovi sentire per 90 minuti i primi della classe.
Anche la “stra – ultima” si sente rifiorire anche solo con un calcio d’angolo o una rimessa laterale .. sara’ la qualità del calcio italiano, che propone ormai un campionato da operetta, che anche Cristiano Ronaldo non ne azzecca più neanche una, ma la differenza è che lui è furbo e gli altri no.

Allora, non so come si senta Sarri in questo momento, io gli invidio questa calma serafica, che lo porta al massimo ad alzare il sopracciglio, in un clima come ieri sera, dove sembrava di assistere al film ” mosche impazzite fermatevi” anche in superiorità numerica, avrei gridato di dolore per 2 ore .. lui invece no, prende appunti, e questo ammetto è un punto a suo facore.
Perché mi sentirei malissimo, alla fine di un 2-1 strascicato, rimediato alla ben e meglio, risicato con un dispendio di energie folle dopo aver tirato in porta 2000 volte senza centrare la porta nemmeno per sbaglio e contro una squadra di bassa classifica ringalluzzita dalla mancata cattiveria.

Perciò .. urge organizzare corsi di recupero su:

– come segnare un gol su azione

– recuperare la consapevolezza recitando il mantra “Io gioco nella Juventus”

– come calciare una punizione non contro la barriera

– fare una formazione che funzioni

E .. lasciare Buffon in panchina, grazie.

Non so se, se ci sarà tempo per “ripassare” tutte queste cose, con il derby alle porte, a meno che non inizino da subito a chiudersi in ritiro e uscire domenica, i granata oltre a non vedere l’ora .. non aspettano altro a darci un sacco di botte, quindi che arrivi alla svelta la cattiveria se non vogliamo ritrovarci tutti all’ospedale.

Pagelle Juventus Genoa 2-1

Pagelle di Alessandro Magno

 

Buffon 6 Una sola parata bella sugli sviluppi di un calcio di punizione poi prende un gollonzonon per colpa sua ma l’attaccante del Genoa si scalcia da solo e ne viene fuori una traiettoria assurda.

Cuadrado 7 Fra mi migliori un continuo martello su quella corsia. Anche nel finale quando onestamente non ce la fa più cerca di arrivare su ogni pallone. Generosissimo.

Bonucci 6,5 Partita di ordinaria apprensione con Rugani vicino. Segna anche il gol del vantaggio ma è abbastanza dura oggi con un compagno così indeciso.

Rugani 4 Mi dispiace umanamente dargli questo voto anche perchè aveva iniziato in modo tranquillo. Poi è stato un crescendo di errori fra l’altro sia quello della punizione dove para poi Buffon sia quello del gol avversario lui ci entra dentro in maniera importante.

Alex Sandro 6 Non mi è dispiaciuto. Soprattutto nel primo tempo quando la squadra gioca abbastanza male lui è uno dei pochi che invece si salva. Male anche lui sul gol la decisione di giocare quella palla orizzontale in area è una forzatura che paghiamo con il gol del pareggio.

Khedira 5 Emblema di un primo tempo di giro palla palloso. Al solito senza particolari errori ma anche senza strappi. Dalle sostituzioni , quindi compreso la sua, la partita svolta.

Bentancur 6 Partita discreta e giocata in modo diligente. Quasi scolastico. Fra lui e Pjanic soprattutto in questo ruolo c’è un abisso.

Matuidi 6 Piedi montati al contrario ma si fa valere nel primo tempo per un gran numero di palloni recuperati. Davvero riconquistiamo quasi sempre palla con il pressing suo, tuttavia in fase di costruzione giusto qualche sgroppata.

Bernardeschi 6 Primo tempo imbarazzante. Un ombra. Praticamente non si vede mai. Secondo tempo invece è uno dei più vivaci e va anche un paio di volte vicino al gol con conclusioni dal limite. Magari se segnasse si sbloccherebbe.

Dybala 7 Sicuramente con Cuadrado è stato il migliore in campo. Non solo prova a far gol ma anche a servire assist al bacio per Ronaldo. Molto reattivo a saltare l’uomo e a creare superiorità numerica. Gli è mancato solo il gol.

Ronaldo 6,5 Gioca una brutta partita. Primo tempo inguardabile. Secondo tempo alla fiera del gol mangiato e lui se ne divora tre di testa che sono davvero facili facili. Poi improvvisamente segna due gol nel recupero. Uno da rapace che gli viene annullato e l’altro su rigore che si era procurato con grande intelligenza. Un fenomeno vero.

Ramsey 6,5 Credo sia il giocatore che più di tutti ha cambiato la partita. Sa incredibilmente giocare in mezzo a molti avversari in modo assolutamente naturale. Non ha fatto alla fine niente di eclatante però davvero il suo ingresso e quello di Rabiot hanno messo dentro tanta qualità.

Rabiot 6 A me era piaciuto. Pronti via si era involato al tiro con un secco dribbling e l’aveva incrociata anche mica male. Viene espulso per doppia ammonizione, secondo me il secondo giallo non c’è perchè prende in pieno il pallone e non mi è sembrato gioco pericoloso.

D. Costa sv al primo pallone che tocca a momenti fa gol. Poi anche lui ha immesso tanta qualità nel match.

Juventus 6 Primo tempo davvero brutto con giro palla sterile e quasi zero occasioni. Secondo tempo invece all’arrembaggio ma con scarsa mira visto che anche questa volta soffriamo troppo per vincerla, tuttavia vittoria ampiamente meritata anche questa volte. Mi è piaqciuta comunque la determinazione. Non è facile vincere una partita in cui ti hanno annullato un gol nel recupero.

Sarri 6 Squadra del primo tempo equilibrata ma statica ed eccessivamente diligente. Secondo tempo con al potere la fantasia e decisamente meglio. La vince secondo me con i cambi ma è anche facile con questi cambi.

Arbitro 6,5 Ero allo stadio quindi non ho replay. L’espulsione di Cassata è severa ma giusta da regolamento. Cassata gioca troppo con e mani e a tirare maglie. Era anche già stato perdonato per una trattenuta evidente e volontaria su Dybala non poteva pensare di esser sempre perdonato. L’espulsione di Rabiot dallo stadio invece mi è parsa sbagliata. Iovho visto il pallone completamente cambiare direzione e il giocatore genoano rovinare addosso al nostro. Sensazione mia. Il rigore invece è avvenuto proprio sotto la mia postazione e mi è parso netto anche se Ronaldo se l’è cercato. I gol annullati quello di Dybala era nettissimo il fuorigioco di Ronaldo su quello di Ronaldo dal vivo pareva buono ma mi fidiamo del var. Se ha preso tutte queste decisioni e sono buone tutte anche 7.

Mercoledi 30 ottobre 2019 Juventus-Genoa ore 21 Allianz stadium

Scritto da Cinzia Fresia

Maurizio Sarri, e’ chiamato a rispondere delle criticità della Juventus, che domani sera affronterà, il Genoa.
Gli errori, gli indisponibili e gli infortuni, sono argomenti in cui il tecnico glissa, dando risposte generiche.
La fortuna è stata dalla parte della Juventus, riferendosi al pareggio dell’Imter, ma domani potrebbe non accadere, e la Juve deve vincere.
Vedremo quindi come andrà’ a finire, e soprattutto chi sara’ in campo, e come risponderà la squadra rispetto l’ultima partita, sopratutto se si riuscirà ad essere sufficiente cattivi per fare gol.

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web