Sesso Juve e Rock n’Roll s03 e02 ore 22-00

 

Nuova puntata di SESSO JUVE E ROCK N’ROLL

CON Ben Antonio Corsa Michele Fusco

Toto e Benny Nico

Non c’entra nulla il sarrismo

 

 

 

Gol annullato a Ronaldo contro il Parma

 

 

 

 

 

 

Gol convalidato a Lukaku sempre contro il Parma

 

 

Articolo di Alessandro Magno

Pariamoci chiaro partite come quella con il Lecce accadono sempre nell’arco di una stagione. Non è la prima non sarà l’ultima. Soprattutto accadono in concomitanza con gli sforzi di coppa. Non è un caso che anche Napoli eInter abbiano pareggiato. Se Sparta piange Atene non ride. Chiaro non sono contento. Delle tre la Juventus è quella che è andata più vicino alla vittoria e avrebbe potuto facilmente allungare sull’Inter che invece con il Parma ha rischiato seriamente di perdere. E’ mancata la mira non è mancato certo il gioco. Non mi piace attaccarmi all’arbitro ma c’era un rigore netto su Emre Can sullo 0-0 molto più netto di quelli che ha dato mentre quello che ha dato al Lecce non era affatto rigore De Ligt ha il braccio lungo il corpo e gli devia la palla con la coscia un giocatore leccese davanti a lui. Anzi dal replay si vede chiaramente l’olandese che cerca di togliere il braccio portandolo indietro. Sia chiaro non si è pareggiato per colpa dell’arbitro Dybala, Bernardeschi, Danilo, Bonucci e Higuain hanno sprecato azioni clamorose soli davanti a Gabriel. Bastava farne anche solo uno di questi. Tuttavia mi spiace come gli arbitri cerchino di aggiustare le partite sempre contro la Juve ultimamente. Ieri è stato dato all’Inter un gol clamorosamente in fuorigioco. Credo che se un addetto var avesse dato il gol del 2-2 dell’Inter alla Juve si sarebbero scatenati i giornali e sicuramente questo arbitro sarebbe stato fermato. Con l’Inter siamo a: ”sicuramente c’è un softwere che sicuramente vede meglio di noi. Sarà ma con il Parma e anche con l’inter sono stati annullati gol a Ronaldo per fuorigiochi microscopici Candreva in Inter Parma ha tutto in fuorigioco eccetto i piedi e il braccio sinistro.

Ma veniamo a noi e al perchè non sono preoccupato. Dicevo queste partite capitano. Capitavano anche l’anno scorso. Juventus Genoa con i genoani presi a pallonate per un ora e mezza e poi pareggio preso su una distrazione ( palla in angolo o no). E’ capitato anche l’anno scorso dopo aver rimontato l’Atletico di perdere 2-1 con la Spal quindi non è un fattore così inconsueto trovare duro dopo le coppe e faticare a volte pur creando tanto. La ricetta però del creare tanto è quella giusta. Statisticamente è molto più alta la percentuale di possibili gol quanto sono più numerose le azioni da gol. In soldoni sto dicendo che se fai due tiri in porta in una partita o segni in quelle due occasioni o nulla se ne fai 20 chiaramente è maggiore la possibilità di realizzare reti. Non ho trovato neanche la Juve leziosa questa volta. Ho trovato semplicemente una squadra poco lucida. Non ho visto copi di tacco o virtuosismi fini a se stessi. Danilo invece di tirare lamette al centro ma non è voler fare bel gioco è solo un eccesso di altruismo per uno che comunque resta un difensore.

Non darei nemmeno colpe particolari a Sarri e al ”sarrismo” non ho sentito mai ancora una volta il nostro mister dichiarare cose tipo ”preferisco pareggiare giocando bene” oppure ”mi sono divertito lo stesso anche se non si è vinto” , Sarri sa benissimo dove è capitato, sa benissimo che deve vincere, tuttavia sta esclusivamente portando la sua filosofia. Mi stupirei se la rinnegasse dopo due mesi di Juve. D’altronde i numeri parlano assolutamente in suo favore: 12 partite fra coppa e campionato 9 vittorie 3 pareggi 0 sconfitte. Primo in entrambe le competizioni. Ora se qualcuno soffre particolarmente nel pareggiare ( anche se il Lecce è una matricola), questo non può esser un problema di Sarri. Siamo umani e non si possono vincere tutte anche se ci si prova. Ultimo ci tengo a chiarire la questione schemi che tanto appassiona i tifosi. Gli schemi sono un mezzo per arrivare al risultato sono una parte del gioco ma non sono l’unica variabile. Oltre agli schemi bisogna metterci grinta, preparazione atletica e mentale, intelligenza , voglia di vincere e bravura dei singoli e del mister nella gestione della partita e della rosa. Tutte queste cose fanno vincere non una sola di queste. Chiudo e spero sia chiaro una volta per tutte: Sarri non è stato preso per gli schemi o perchè Allegri non li avesse o ne avesse in numero minore. Sarri è stato preso intanto perchè Allegri è stato considerato alla fine di un ciclo quindi a ciclo esaurito comunque sarebbe arrivato un altro al posto suo. Nella rosa di nomi che la Juve poteva prendere è stato scelto un allenatore italiano che era considerato fra i migliori e che fosse diverso da Allegri ma non perchè più bravo o meno bravo. Semplicemente perchè per prender il clone di Allegri tanto valeva tenersi l’originale vi pare? Ecco perchè la Juve ha preso Sarri. La favoletta degli schemi e/o del bel gioco è solo un grande scemata.

Non sparate su Deligt


Scritto da Cinzia Fresia

Avevamo appena finito di dirlo, che non sarebbe andata sempre bene, ed ecco puntuale la caduta.
Peccato, perché la Juventus avrebbe avuto la funzionalità, di vincere la partita a punteggio pieno.
Non vorrei, che l’assenza di Cristiano sia pesata molto più del dovuto, ma non tanto per i gol falliti, ma per l’interpretazione della partita, totalmente sbagliata.
La Juventus e’ superfluo dire, che fosse di gran lunga, piu’ forte del Lecce e che poteva vincere 10 a 0, ma anche solo 2 gol potevano bastare.
E’ mancata la mentalità, e insistere da parte di Sarri, con Bernardeschi, è diabolico.
Non ho idea di cosa succeda al giocatore, ma non e’ all’altezza degli altri, ed ha creato notevoli inconvenienti, che hanno condizionato il risultato.
L’uscita di scena di Pianic, (non ci voleva) ha aggravato la posizione di centro campo.
Con tutto il rispetto per Khedira, e per il suo glorioso passato, attualmente più che passare la palla al vicino non fa.
Purtroppo, uno scivolone così, può costare caro, se prima non avevamo avversari adesso c’e’, ed è lì.. come un avvoltoio in attesa che la preda esali l’ultimo respiro.
E’ mancata la cattiveria? Non penso, e’ mancata la mentalità e la precisione, o forse e’ mancato il buon esempio di colui che fa stare tutti sul pezzo, Che non si arrende mai e trova un’alternativa e trascina quando necessario.
Beh, si’, il valore di Ronaldo è proprio questo, l’immensa presenza sul campo, poi .. non spariamo su Deligt, tecnicamente piu’ di una valutazione non lo ritiene un rigore, il pallone rimbalza su di lui, gliene succedono di tutti i colori, e comunque, non troviamo alibi dando la colpa ad un altro, abbandoniamo questo stile tutto italiano, la squadra ha avuto numerose occasioni da gol, come detto prima, potevano vincere 10-1.

Pero’ come per magia, succede che l’acerrimo nemico, che vince sempre, sbagli anche lui, guarda caso con una squadra di bassa classifica, un po’ di fortuna non guasta.
Ma ora che fare?
Innanzitutto, la tegola in testa di Pianic mette in crisi il centro campo, Ramsey è infortunato, Khedira ha un rendimento discontinuo, Can puo essere utilizzato solo in campionato, non ci resta che Bentancur, da ora in avanti le prossime settimane, saranno saranno ricche di impegni.
Tanto lavoro perciò per Mr. Sarri, una rosa cosi forte non puo’ permettersi di non recuperare un risultato con na squadra al limite del modesto.

Pagelle Lecce – Juventus 1-1

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6 Non particolarmente impegnato ma bravo a respingere il tiro nei primi minuti.

Danilo 6 Gioca una buona partita con buona corsa e si propone spesso nelle sovrapposizioni. Peccato in una di queste invece di tirare crossa in mezzo.

Bonucci 5,5 Nulla da dire sulla fase difensiva purtroppo anche lui partecipa malamente alla sagra dei gol facili sbagliati.

De Ligt 6 Gioca una partita ordinata e non sbaglia gli interventi difensivi. Il rigore che procura semplicemente non è rigore si vede chiaramente che cerca addirittura di togliere il braccio che oltretutto è lungo il corpo. Sfortunato capitano tutte a lui.

Alex Sandro 7 Fra i migliori in campo. Grandi recuperi e forte propulsione peccato non sempre i cross siano precisi ma davvero sulla fascia è inesauribile.

Emre Can 6 Abbastanza bene finchè ne ha. Reclama un rigore neanche visto al var che probabilmente è il più rigore della partita. Fa il Matuidi ma con maggiore qualità di palleggio.

Pjanic 7,5 Giganteggia e mette palloni splendidi per tutti che tutti sprecano in malo modo. Si infortuna e la Juventus con la sua uscita perde lucidità. Sarà una perdita pesante.

Bentancur 7 Bella partita anche la sua. Utilizzato prima da mezzala sinistra e poi da play basso non sfigura mai e fa valere la sua forza fisica nei contrasti e la sua progressione negli strappi.

Bernardeschi 4 Una tragedia. Mi spiace perchè gioca anche una buona partita fra le linee e al solito si fa un mazzo tanto a fare pressing e recuperare palloni tuttavia i due gol che si mangia sono troppo gravi. Il primo si incespica davanti al portiere il secondo addirittura tira sul palo a porta vuolta. No così non va bene.

Dybala 6,5 Fino ai venti metri è il migliore in campo come Pjanic poi davvero anche lui spreca troppi gol anche se è bravo a segnare il rigore. Infatti degli spreconi ha il voto più alto.

Higuain 5 Un poco i discorso fatto per Bernardeschi. Si fa un mazzo incredibile e gioca una buona partita però gli errori sotto porta pesano tantissimo.

 

Cuadrado 6 Entra benino e non fa rimpiangere Danilo tuttavia nel finale la Juve perde veramente lucidità e fiato.

Khedira 5,5 Entra per Pjanic e la Juventus cambia modulo. Lui non si vede quasi mai.

Rabiot 6 Almeno più vivo di Khedira ma anche lui non riesce a dare più di tanto una scossa.

 

Juventus 5 Comprendo che sono partite stregate che ogni tanto capitano tuttavia la Juve ha creato tantissimo e davvero non può fare un solo gol e su rigore. Meritare di vincere non basta bisogna vincere. E’stata anche bella da vedere in alcune azioni tuttavia se non vinci non va bene. Peccato per due punti buttati via.

Sarri 5 Non è particolarmente colpa sua se davanti si mangiano l’impossibile tuttavia Ronaldo in panchina per un eventuale forcing finale lo poteva portare. Forse ha sottovalutato il Lecce e ha pagato pegno.

Arbitro Valeri 3 Una catastrofe. Un rigore nettissimo su Emre Can nemmeno guardato al Var. Il rigore alla Juve invece fischia fallo fuori area e lo devono correggere. Il rigore al Lecce non esiste proprio in nessun regolamento. Nel finale per me poteva esser anche rigore su Higuain quando il portiere gli rovina addosso rompendogli la testa. Diciamo che non l’abbiamo pareggiata per lui perchè abbiamo sbagliato almeno 5/6 gol fatti certo lui ci ha goduto non poco a condurla in pari.

Sabato 26 ottobre 2019 Lecce-Juventus ore 15 Stadio Ettore Giardiniero Lecce

Scritto da Cinzia Fresia

Senza Cr7 ma con Dybala e Higuain, a Lecce oggi, sotto il sole con una temperatura di 25 gradi. Ce la faranno i nostri eroi a portare a Torino il risultato?
Noi speriamo di si.
Conte le sta vincendo tutte e la Juventus son un solo punto di vantaggio, è comdannata a vincerle tutte, anche senza Cr7.

Come sostiene Maurizio Sarri, il riposo, prima o poi va concesso a tutti, la decisione e’ di far riposare il portoghese in questa partita considerata di routine.
Le piccole pero’ sanno far male se glielo si lascia fare, ci affidiamo quindi alla nostra coppia in attacco definita ormai storica, con la speranza che le conidizioni territoriali non influiscano sul rendimento.

Well come back ..Paulo


Scritto da Cinzia Fresia

E pensare che era in partenza e che stavamo perdendo un giocatore che ieri ha fatto vedere cosa vuol dire essere da Juve.
E’ probabile che fosse necessario un cambio di allenatore, per far tornare la motivazione, il sorriso e la voglia di divertirsi in quel della continassa, lo stesso Cristiano Ronaldo ha testimoniato parole di stima nei confronti del nuovo tecnico che si sta rivelando sempre più gradito ai giocatori.
La partita contro il Lokomotiv però, ha evidenziato alcune problematiche, nonostante l’avversario di caratura modesta, la Juventus, ha fatto fatica a tenere a bada i moscoviti, subendo alla prima azione, un gol.
Persistono perciò le critiche in difesa, nella fattispecie su Deligt, il quale pubblicamente risponde difendendo, a ragione la sua prestazione.
Insomma ..una squadra rimasta intrappolata nella sua area per troppo tempo dove i difensori avversari, chiudevano tutti gli spazi.
Altro problema .. le punizioni .. tre punizioni respinte dalla barriera .. ed in ultimo il problema di finalizzazione, 28 tiri e un’alta percentuale di possesso palla ha prodotto solo due gol.
Sarri vuole di più, e lo ha detto .. e ci vorrà lavorare sopra, al momento la Juventus resta imbattuta in Europa, ma non potrà andare sempre bene.

Ma tutto ciò è stato cancellato, dalla spumeggiante serata di Paulo Dybala, lui il partente, lui il reietto, il bambino viziato ..colui che usciva dal campo con il broncio voltando le spalle al suo allenatore, oggi .. ha regalato con due gol meravigliosi, una vittoria che diventava sempre di più improbabile.
Finalmente in “vero” Dybala .. quello che ricordiamo, con tanta fantasia .. e voglia di fare gol, il recupero di quella libertà tattica, che non lo vede più confinato in un ruolo a lui non affine lo ha fatto rinascere, e quindi riecco quel giocatore che sistemò a dovere il Barcellona, di Messi.
Ieri è stata una vera Dybala night, è bastato il pareggio ad aver trasformato le sorti di una partita ormai condannata, ma la Juventus risorge sempre grazie alla qualità dei singoli.

Una bella serata e tanto materiale sul quale lavorare, è il prossimo compito di Maurizio Sarri.

Nessuna partita è facile.

 

Articolo di Alessandro Magno

La Juventus ha ribaltato una partita onestamente molto complicata. La Juventus è l’unica squadra in Europa ancora imbattuta che vuol dire bene ok, ma vuol dire anche che è normale possa trovare difficoltà come le altre. Ha giocato bene la Juve? E chi lo può dire? ”bene” è un opinione come tante. Sicuramente se per bene si intende una partita spettacolare e ricca di emozioni allora no la Juve non ha giocato bene. Certo se si intende una squadra con il pallino del gioco costantemente in mano, ordinata e concentrata certamente si. Almeno al 99% è stata concentrata. Solo al gol preso abbiamo perso le posizioni. Questo non significa che vada tutto bene così. Abbiamo perso il vizio di farci rimontare e abbiamo preso quello di farci fare gol alla prima occasione. Così come abbiamo preso tutti la sindrome di Ronaldo di non segnare una punizione neanche a morire. Ieri Pjanic e Dybala anche loro hanno preso la barriera.

La partita è stata sicuramente segnata da una squadra che era venuta a Torino per il pari e aveva già piazzato al primo minuto il pullman davanti alla porta. Se poi a una squadra di questo tipo si concede anche il lusso di passare in vantaggio apriti cielo. Normale che la Lokomoltiv Mosca abbia usato queste armi non avendo qualità migliori da mostrare. Lo aveva detto anche Sarri in conferenza stampa che avrebbero giocato in questo modo. Non è certo colpa di Sarri se Bonucci che oltretutto sta facendo una stagione strordinaria si fa uccellare da Joao Mario e invece di spendere un cartellino giallo facendo un fallo tattico, tenta un improbabile intervento di tacco che spiana la strada al loro vantaggio.

E’ ingeneroso nei confronti di Sarri parlare di partita risolta dai singoli e non dagli schemi. Questa guerra sarebbe anche ora di finirla. La guerra per cui gli schemi o sono tutto o non sono nulla. Gli schemi sono uno strumento per metter in condizione i giocatori di esprimersi al meglio. Uno strumento che non è neanche l’unico. Non giochiamo solo noi con gli schemi giocano anche i nostri avversari con i loro. E se i loro sono atti a contrastare i nostri o a depotenziarli abbiamo i campioni apposta. Li abbiamo comprati di proposito, altrimenti non ci sarebbe stata nessuna differenza fra i nostri giocatori e i loro. Di conseguenza se Dybala tira fuori dal cilindro due grandissimi gol perchè è bravo è cosa buona e santa, non è che Sarri non capisce nulla e posso allenare io al suo posto.

Davvero inizio a esser un poco stufo di questi continui distinguo invece di godersi le partite passo per passo. Ma davvero qualcuno pensava che un cambio di allenatore non bisognava di un poco di tempo per rodarsi? Ma davvero qualcuno pensa che Sarri stia facendo male con primo posto in classifica in coppa e in campionato e zero sconfitte? Suvvia siamo seri. Sono affezionatissimo anche io ad Allegri. Lo stimo ancor prima come uomo che come mister però basta questi continui riferimenti al passato. Il passato non torna. Non decidiamo noi le scelte della società. La società ha deciso di dare un cambio dopo 5 anni bene, credo che un minimo di credito glielo dobbiamo dopo averci portato dagli anni di Del Neri a 8 scudetti di fila. Godiamoci le partite una per uno. Una volta anche il nostro vecchio mister si esaltava per queste vittorie che lui stesso definiva ”sporche” perchè sudate a dimostrazione di carattere e di forza della squadra. Facciamo davvero meno gli schizzinosi che sono anni bellissimi.

Pagelle Juventus Lokomotiv Mosca 2-1

 

Articolo di Alessandro Magno

Szczesny 5 Lo so la parata fatta non è semplice anzi è una bella parata ed è anche l’unica, tuttavia temo che dovesse cercare di respingerla verso l’esterno e non in mezzo al campo. Anche un uscita approssimativa.

Cuadrado 7 Anche se è responsabile in parte del gol dove arriva con ritardo a chiudere è uno dei più intraprendenti della Juventus e dal suo lato è un motorino instancabile.

Bonucci 5 Oggi una sciagura. L’intervento tentato di tacco invece di spendere un cartellino giallo non è da giocatore di esperienza. Forse questo lo manda in tilt ma sembra sempre assai insicuro.

De Ligt 6 Ordinato ma neanche troppo intraprendente. Molto bravo nel corpo a corpo a non concedere soprattutto falli un poco da rivedere sui colpi di testa dove spesso si fa anticipare.

Alex Sandro 7 Come Cuadrado da quel lato è un bel martello. Forse leggermente meno intraprendente perchè Ronaldo spesso va a giocargli davanti impedendogli di avanzare nello spazio. Protagonista nella bomba che produce il gol vittoria.

Khedira 6 Al solito la sua partita la fa non si può dire che abbia sbagliato nulla di che anzi spesso si propone fra le linee molto fitte avversarie. Credo che esca per scelta tattica più che per demerito personale.

Pjanic 6,5 Marcato praticamente a uomo per 70 minuti cerca di smarcarsi moltissimo e ci riesce spesso bene. Riesce a trovare anche i compagni nella fitta rete avversaria ma è una partita davvero dispendiosa per lui dal punto di vista fisico.

Matuidi 5,5 Serve ordine e pazienza in questa partita e lui non è bravo nè in una cosa nè nell’altra essendo un giocatore di foga.

Bentancur 6 La media è tra il 5 del primo tempo da trequartista davvero difficile per lui e il 7 del secondo tempo da mezzala. Ritrovato nel finale.

Dybala 10 Voglio esagerare. Due gol bellissimi in una partita molto difficile per il fatto di non avere mai spazi sufficienti . Ma gli do un voto altissimo perchè finalmente ha convinto nel ruolo dove tutti lo pensavano e dove non aveva mai convinto ovvero il trequartista. Quindi può giocare in quel ruolo.

Ronaldo 5,5 Questa sera non era in partita. Con il Bologna è stato sontuoso oggi è stato evanescente. E’ sempre un pericolo se gli si lascia spazio ma oggi il Lokomotiv lo ha ben limitato.

 

Juventus 6,5 Primo tempo non bene e soprattutto l’ennesimo gol preso alla prima azione e questa volta su contropiede dove dovrebbero esser situazioni studiate. Evidentemente vanno studiate meglio. Secondo tempo molto intelligente a un ritmo superiore senza perdere la testa. Molto importante. La squadra ha carattere.

Sarri 6 Il voto è la media fra la squadra del primo tempo che è stata sbagliata con l’esperimento Bentancur trequartista fallito e i cambi del secondo tempo che di fatto hanno alzato la qualità della squadra e la potenza di fuoco e hanno permesso alla squadra di vincere la partita.

Arbitro 7 Finalmente un arbitro che non fa picchiare e che non fischia ogni svenuta. Poteva ammonire il portiere avversario invece di redarguirlo solo verbalmente ma nel complesso mi pare sia stato equo.

Martedì 22 ottobre 2019 Juventus-Lokomotiv Moscow Champions League Ore 21 Allianz Stadium -Torino

https://www.brevenews.com/wp-content/uploads/2019/10/Dove-vedere-Juventus-Lokomotiv-Mosca.jpg
Scritto da Cinzia Fresia

Riprende il percorso europeo della Juventus, che accoglie il leggendario Lokomotiv Mosca, allenata da juri Semin, settantaduenne mitico allenatore, dai numerosi avvicendamenti sempre in questa panchina.

La fazione moscovita non allarma la Juventus ma induce Sarri a non sentirsi così tranquillo, poiché per il tecnico è una squadra forte, che sa difendere bene e recuperare palla. Dybala o Higuain? I due attaccanti sono in forma, e il tecnico risponde che qualunque scelta, sarà serenamente giusta.
Ramsey non giocherà, il giocatore non vuole rischiare la condizione in quanto
ancora sofferente per il vecchio infortunio.
Vedremo perciò come andrà, questa prova, ennesimo test su Maurizio
Sarri.

Sesso Juve e Rock n’Roll stagione 03 episodio 01

 

 

 

 

 

 

Si riparte questa sera ore 22

con Ben Michele Fusco Leomina Toto Benny Nico e Antonio Corsa

se non ho fatto casino il link per vederci è questo. ore 22

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia