In silenzio se n’e’ andata Marella Agnelli

scritto da Cinzia Fresia

Marella Agnelli si è spenta in silenzio, fedele a se stessa e al suo stile di vita. Aveva 92 anni, La vedova di Gianni Agnelli, è stata fotografa, giornalista e scrittrice, dall’avvocato ha avuto due figli Edoardo e Margherita.

Marella era una Principessa napoletana, discendente di una famiglia nobile, i Caracciolo di Castagneto, per uno strano gioco del destino, sposo’il capo della piu’ importante e molto chiacchierata dinastia industriale, appunto Gianni Agnelli, che la scelse per la sua bellezza, e per il portamento regale innato, era chiamata “The swan” il cigno, per il suo collo lungo, flessuoso .. come un cigno.

Marella assunse il ruolo di rappresentanza a fianco del marito nelle occasioni ufficiali e divenne in poco tempo, riconosciuta come la vera first lady in Italia.

Bella, bellissima, fredda e distaccata, così appariva, così le veniva imposto di essere.
C’e’ sempre stata severità nei confronti delle donne in casa Agnelli, nessuna opinione ufficiale, nessun giudizio, lamentazione, opinione, dichiarazione, nessuna parvenza di dolore solo silenzio assoluto.
Ma questa donna cosi’ silenziosa, di opinioni ne aveva, non poteva esprimerle perche’ il codice lo vietava, ma lei le aveva.
Se avesse potuto parlare chissa’ cosa avrebbe detto, di se stessa, del suo dolore per la scomparsa dell’amatissimo fragile figlio, dello scandalo che travolse suo nipote, e dell’essere trascinata in tribunale dalla sua ormai unica figlia a causa di una disputa sull’eredita’ del padre.
Ma lei non poteva dimostrare nulla, ne’ dolore ne’ gioia, in funzione di un ruolo pagato troppo caro.
Marella Agnelli, ora riposa vicino a chi ha amato profondamente, ad un marito troppo sfuggente e ad un figlio che avrebbe voluto salvare.
Ci chiediamo, se Marella avesse potuto parlare, come avrebbe reagito alle critiche e accuse, che la identificavano come una madre assente e distratta a tratti inadeguata.
Ma Marella Agnelli, ha saputo andare oltre, ha fatto del silenzio uno stile,
di vita, la gente comune l’amava.
La Principessa Caracciolo se n’è andata in punta di piedi, e con lei un altro pezzo di questa famiglia, che ogni Juventino si porta nel cuore.

3 punti buoni ma …

 

 

Articolo di alessandro magno

La Juventus ha giocato a Bologna la sua peggiore partita della stagione. Era prevedibile o forse no avere un contraccolpo pesante dopo la sconfitta contro l’Atletico. Era auspicabile una forte reazione. La Juventus per lunghissimi tratti ha subito il gioco avversario che non si è concretizzato più che altro per la poca forza offensiva dei nostri avversari. La Juve ha giocato prevalentemente di rimessa senza peró quasi mai esser pericolosa se non nell’azione del gol.  Allegri ha provato Cancelo alto a destra e non è stato un bell’esperimento. Ha dato un mezzo turno di riposo a Dybala e Pjanic ma per vedere un poco di luce è dovuto entrare l’argentino.

Benino Bernardeschi e Bentancur un poco male tutti gli altri. Bene anche Perin che nel finale evita il gol del pari con un doppio intervento e l’aiuto del palo. Alla fine per poter portare a casa i tre punti utili al campionato Allegri opta addirittura per Chiellini al posto di Berna e la difesa a 5. Si diceva che la vera Juve si sarebbe dovuta vedere ora fra Febbraio e Marzo quando saremmo dovuti andare a mille. Credo che qualcosa si sia sbagliato.

Pagelle Bologna Juventus 0-1

Pagelle di Alessandro Magno

Perin 6,5 Molto attento nel controllare palloni che escono di poco e nelle uscite alte. Il Bologna è molto impreciso ma si guadagna il voto nel finale con una doppia parata.

De Sciglio 5,5 Abbastanza diligente sia a destra che a sinistra ma piuttosto timido.

Bonucci 6 Mancando Pjanic è lui che cerca di illuminare il gioco con qualche lancio. Attento in difesa.

Rugani 5 Indeciso e incostante. Alcuni suoi passaggi sono sbagliati e di molto specie quelli di sinistro.

Alex Sandro 5 Pressoché inesistente si guadagna un punto in più salvando sulla linea un gol a botta sicura.

Cancelo 5,5 Da ala destra inguardabile. Si nota solo per i palloni persi. Meglio nel secondo tempo da terzino. Più a suo agio.

Bentancur 6 Almeno lui non è colpito dalla fifa di squadra e lotta. Recupera molti palloni anche se non sempre li gestisce bene.

Matuidi 5 Corre dietro tutti e per la grinta che ci mette è encomiabile purtroppo è completamente fuorigiri e disordinato a tal punto che a volte nella foga fa più danno che altro.

Bernardeschi 6 Utilizzato nella stessa partita in più ruoli è sicuramente fra i migliori. Non sempre lucido ma per lo meno sempre presente.

Ronaldo 5 Forse la prestazione peggiore da quando è arrivato. Pare molto demotivato.

Mandzukic 5 Da una grossa mano dietro ma è davanti che è impalpabile. Spesso sfiancato dal tanto correre finisce sempre per arrivare un attimo dopo.

Dybala 6,5 Entra e fa vincere la partita. A parte il gol ha ottime giocate salta l’uomo spesso rilancia l’attacco. Bene.

Pjanic sv

Chiellini sc

Juventus 4 La peggiore Juve della stagione. Vittoria fortunosa davanti a un Bologna che non la mette dentro neanche a porta nuova. È bastata una giocata in contropiede. In ogni caso non si puó chiudere in difesa a difendere l’1-0 così. C’è qualcosa che non va.

Allegri 4 Bene la vittoria e i tre punti. Bene per il campionato ma questa Juve vista oggi in ottica Champions non ha alcuna possibilità di ribaltare l’Atletico. Non sono pessimista sono realista.  Occorre assolutamente cambiare registro da qui ad allora a iniziare da Napoli Juve di Domenica.

Arbitro 6,5 A parte un paio di gialli mancanti uno per parte mi pare se la sia cavata egregiamente.

Domenica 24 febbraio 2019 Bologna-Juventus ore 15 Stadio Dall’Ara – Bologna

Scritto da Cinzia Fresia

E’ scomparsa Donna Marella Caracciolo vedova Agnelli, la moglie dell’avvocato aveva 92 anni. L’Italia, Torino e la Juventus perde un pezzo di storia.
In questa giornata di lutto, la Juventus dopo la rovinosa caduta di mercoledì scorso, raccoglie i cocci, e si prepara per la prossima partita, contro il Bologna.
La terz’ultima in classifica e’ da tradizione acerrima nemica della Juve e in lotta per la salvezza, tentera’ l’impossibile per portare a casa il risultato.
La Juventus in cerca di riscatto puntera’ alla vittoria.
La squadra sta vivendo istanti di incertezza, il tecnico Massimiliano Allegri, sebbene ottimista, non si pronuncia circa la qualificazione agli ottavi di finale, e questo preoccupa i tifosi.

“Al ritorno sara’ diverso”

Scritto da Cinzia Fresia

In sintesi, do ragione ad Andrea Pirlo, quando dice che e’ stata una Juventus senza personalita’, ed e’ stato pure gentile, perche’ avrei detto qualche cosa d’altro decisamente di peggio.
Niente da fare, non ce la facciamo proprio, a me dispiace per Ronaldo, lo dico con tutta sincerita’.
Probabilmente credeva di trovarsi in un posto molto diverso, purtroppo da noi Luka Modric non c’e’, erano belli i tempi del Real dove dormiva sonni tranquilli.
Allora, io non valuto i giocatori uno ad uno, perche’ passerebbe solo Ssczezny, e comunque, la partita e’ stata gestita malissimo.
Non tutto e’ perduto, e questo e’ vero, ma ci hanno fatto 2 gol, e per non andare ai supplementari la prossima volta, la Juventus, dovrebbe’ segnarne almeno 3, e’ fattibile, senz’altro, ma da cosa ho visto ieri, che la Juventus segni 3 gol, e’ improbabile ma non impossibile.
Purtroppo il conto da pagare e’ salato, avere un talento come Cristiano senza una squadra adeguata, fatta di uomini pari livello, vuol dire non valorizzarlo come merita e per come ci servirebbe.
Abbiamo diversi problemi:
– assenza totale di gioco, Fabio Capello, faceva giustamemte osservare che la tattica era scontata e ripetitiva: sempre i soliti passaggi: raso terra e cross
– preparazione atletica insufficiente, i nostri non reggono 2 tempi da 45 minuti.
– Ronaldo aiutaci tu .. è mica Superman!

La Societa’ Juventus deve decidere cosa vuole fare, ed evitare sproloqui di scambi improbabili.
L’Atletico ha dimostrato di saper vincere, di colpire i punti deboli, e di annientare una squadra dalle forti singolarita, non e’ chiaro, per quale motivo, Cancelo non e’ stato messo dal primo minuto, era una partita per lui, e perche’ Mandzukic non in serata, non e’ stato inserito ..

Interrogativi senza una risposta logica, i nostri si sono complicati la vita, e il ritorno comunque vada non sara’ una passeggiata.
Se si dovesse uscire dal torneo, direi alla Societa’ che i Campionati si vincevano anche prima senza Ronaldo.

Non ci guarisce neanche Ronaldo

Articolo di Alessandro Magno

Non so più che cosa dire non so più che cosa pensare, non so più a che santo votarmi. Solito copione già visto e rivisto tante altre volte in questa competizione. Una Juve che entra in campo gioca bene o almeno gioca la sua partita, rimane concentrata per buona parte dell’incontro, salvo poi crollare nel finale. L’ho già visto a Monaco di Baviera quando perdemmo 4-2, l’ho rivisto a Cardiff, l’ho rivisto l’anno scorso a Madrid quando vincevamo 3-0 e anche lì siamo crollati negli ultimi minuti. Oggi verrà processato Allegri e probabilmente sarà lui il capro espiatorio. Se evidentemente la squadra continua a non avere una mentalità europea è anche perché lui non gliel’ha data. O non gliel’ha data del tutto. 

Il problema è che a questa Juve questa mentalità europea manca da sempre non gliela diedero Capello e Ancelotti, non gliela diedero neanche Trapattoni e Lippi  spesso autori di ottimi percorsi salvo perdersi miseramente in finale. Speravo con tutto me stesso che Ronaldo ci desse quel pizzico di volontà in più, quella voglia di vincere questa competizione, senza paura,  cosa che lui ha sempre avuto e che a noi è sempre mancata. Mi sembra di vedere piuttosto che noi abbiamo guastato lui e non viceversa. Mi aspettavo di vedere una Juve come quella che ha giocato nei gironi contro il Manchester invece è stata una Juve che per un’ora ha controllato l’avversario e si è fatta controllare, ma quando l’Atletico Madrid ha avuto un cambio di marcia importante, si è persa miseramente nella confusione. È mancata al solito la fortuna, due gol su mischia presi dai loro difensori centrali è un Oblak sugli scudi anche nei minuti finali, ma anche questa non è una novità per quanto riguarda la Champions League almeno le nostre. 

La società ha sicuramente la sua parte di responsabilità, il centrocampo della nostra squadra ha gli uomini contati e non sembra avere la qualità necessaria per giocare a grandi livelli in questa competizione, è stato preso Ramsey che sembra un ottimo elemento ma il suo arrivo è stato posticipato a Giugno quando evidentemente serviva subito. Non voglio dire che Ramsey sia la panacea di tutti i mali , abbiamo visto Emre Can  quanto è stato inseguito e quanto in realtà poco utile si stia rivelando. Servirebbe un poco Pogba, servirebbe un Pirlo qualora esistesse da andare a prendere. Certo l’investimento CR7 è stato importante ma si doveva fare ancora uno sforzo a Gennaio. Ora per non spendere alcuni milioni per avere subito il gallese si rischiano di perdere tantissimi milioni da un uscita precoce in CL. Con un danno assai maggiore.

Oggi è molto difficile essere fiduciosi, mi verrebbe voglia di scrivere che c’è ancora un ritorno da giocare con la grinta, la rabbia e con la bava alla bocca, tuttavia anche questo è un copione già visto, trito e ritrito. Probabilmente giocheremo al ritorno una gara in cui metteremo sotto l’Atletico Madrid per poi uscire magari miseramente per un gol preso nel finale o magari per un gol preso subito alla prima occasione loro o magari nell’unica occasione loro. Mi sarei anche stufato di tutto questo. Mi chiedo perché non si riesca ad affrontare gli avversari stranieri con la stessa grinta la stessa rabbia, la stessa voglia di vincere con cui si affrontano quelli italiani? Mi chiedo come mai in coppa siamo sempre noi quelli impauriti e siano sempre puntualmente gli altri quelli con gli attributi? Sono arrabbiato, sono deluso, non so neanche con chi prendermela. Mi piacerebbe scrivere che passeremo lo stesso il turno ma questa mattina sinceramente non mi sembra il caso di fare previsioni.

Pagelle Atletico Madrid Juventus 2-0

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 7 Tiene in piedi la Juve con una grandissima parata su Griezmann deviando la palla sulla traversa.

De Sciglio 6 Gioca una partita diligente con grande attenzione su Diego Costa dimostrando che la sua scelta non era campata in area. Sul presunto rigore è una simulazione di Costa non era neppure punizione.

Bonucci 6 Per un ora gioca una partita a dir poco perfetta con Chiellini,per poco non fa gol di testa a inizio gara e nell’occasione di Costa solo lanciato a rete ha la costanza di inseguirlo e ostacolarlo, poi crolla nel finale.

Chiellini 6 Non mi sento di dare insufficienza alla coppia centrale perchè davvero per quasi 80 minuti sono stati impeccabili. Purtroppo due gol su mischia e su palla da fermo con nessuno che salta di testa, qualche responsabilità li in mezzo c’è.

Alex Sandro 4,5 Credo sia il più deludente. Per tutta la partita sbaglia moltissimo. Era in forma aveva riposato doveva esser una spinta per la squadra ma davvero non ne azzecca una.

Bentancur 5,5 Questa sera uno dei reparti che è stato più messo sotto è il centrocampo. Poco lucido e troppo lento Benta, ma almeno ha lottato.

Pjanic 6 Pure acciaccato per la febbre e senza strafare la verità è che la squadra ha retto fino a che lui ha retto . Dopo la sua uscita c’è stato il crollo.

Matuidi 5 Anche lui molto deludente. Viene sempre saltato dai nostri avversari e spesso fatto correre a vuoto. Non si risparmia ma non è utile come altre volte.

Dybala 5,5 Gioca secondo me un ottimo primo tempo. Purtroppo nel secondo è uno dei primi a crollare, non so se per un fatto fisico o mentale. Forse andava sostituito prima.

Mandzukic 5 Non riesce a dare il suo apporto. La squadra quando viene avanti lo cerca poco per cui anche in quelle 4/ 5 occasioni che costruiamo non riesce ad esser protagonista. Sfortunato nelle azioni dei loro gol.

Ronaldo 6 Ci crede fino all’ultimo che si può segnare almeno un gol certo non siamo neanche fortunati in alcuni casi mentre in altri è bravo il loro portiere.

Emre Can 5,5 Entra nel momento peggiore e non riesce ad arginare l’urto dell’Atletico Madrid non certo per sua esclusiva colpa ma purtroppo per lui è partecipe del crollo.

Bernardeschi sv Prova il gol

Cancelo sv

Juventus 5 Per circa 80 minuti è stata una buona Juventus che soprattutto nel primo tempo aveva costruito delle palle gol e che aveva arginato l’Atletico che nella prima frazione è pericoloso solo su punizione di Griezmann che fra l’altro non c’era. Nel secondo tempo la partita inizia anche bene per noi dove nei primi 10 minuti sembra si sia preso campo invece prima uno svarione difensivo lancia Diego Costa che di fatto si mangia un gol fatto poi  dopo la traversa invece è sopraggiunta una paura sbagliata che è diventato un crollo psicologico dopo il loro 1-0. Bella ma tardiva la risposta nel finale con la palla gol di Berna e quel colpo di testa di Ronaldo. Per quello che ha fatto l’Atletico nel finale direi che ha meritato la vittoria, forse per quello che si è visto in tutta la partita il 2-0 pero’ è un poco severo.

Allegri 5 Secondo me l’aveva preparata bene e infatti per un ora la partita è equilibrata e non ci sono grosse occasioni da una parte e dall’altra, poi Simeone la  vince con i cambi ai quali Allegri non trova subito delle contromosse adatte. Ora ci sarà la lunga discussione sui nostri cambi fatti in ritardo eccetera ed è anche giusto come l’allenatore che verrà messo sul patibolo anche questo giusto. La verità è anche che i due gol loro nascono da due rimpalli su mischia. In questa competizione a noi spesso manca anche la sorte. L’impressione che ho avuto io questa sera è che c’è poca qualità a centrocampo. Uscito Pjanic la Juve ha smesso di giocare con la testa. Forse la Juve ha fatto un grande sforzo economico a prendere Ronaldo ma ne serviva uno altrettanto forte per il centrocampo. Lo stesso Ramsey non dico potesse esser il salvatore della patria ma certo serviva subito.

Arbitro 5 Diciamo che lui non ne azzecca molte, sbaglia sul rigore che assegna che, primo non è fallo e poi è almeno un metro fuori area, come sbaglia sul gol di Morata che convalida, e forse sbaglia anche sul primo gol dell’Atletico dove c’è una manata in faccia a Bonucci. Sbaglia anche a consentire agli spagnoli di protestare sempre in ogni circostanza, grazia almeno Diego Costa due volte da un secondo giallo e anche Thomas che probabilmente è da rosso già su Dybala oltre che anche lui plurigraziato. Sbaglia anche a non ammonire Juanfran per un pestone molto brutto su Ronaldo dove non assegna neppure la punizione e fischia una marea di cagate in favore dell’Atletico che sono sempre per terra. Insomma lui è un mezzo disastro. Per sua fortuna c’è un addetto al Var che è veramente bravo e attento e gli aggiusta un poco la prestazione.

mercoledì 20 febbraio 2019 Atletico Madrid-Juventus ore 21 Estadio Wanda Metropolitano – Madrid

scritto da Cinzia Fresia
Puntuale come una cambiale in scadenza, è arrivato il match verità: per la Champions League la Juventus è volata a Madrid per affrontare l’Atletico, la squadra che nessuno avrebbe voluto incontrare.
Massimiliano Allegri, annuncia la mancata convocazione di Sami Khedira, il giocatore ha accusato un problema cardiaco, un’aritmia atriale, che imporrà ulteriori accertamenti.
Prima convocazione in Champions per Leonardo Spinazzola, rimasto fuori dalla lista per il girone d’andata, e per Martin Caceres, tornato in bianconero a gennaio.
Il tecnico bianconero annuncia che Paulo Dybala giocherà, supponiamo con Ronaldo e Mandzukic, un trio ormai collaudato, a centro campo mancando Khedira, è probabile l’inserimento sicuramente di Pianic, Bentancur, Matuidi.
Mentre in difesa, Allegri potrebbe puntare su Chiellini, Bonucci, Alex Sandro e Cancelo ai lati.
Perdere all’ultimo minuto Khedira è stata una doccia fredda, un evento inaspettato, la Juve perde il giocatore con la massima esperienza europea, ma il tedesco di origine turca, pare abbia un problema di salute serio, che va indagato al più presto.
A questo punto e con la formazione migliore che Allegri possa concretizzare, la Juventus se la gioca, e vedremo come andrà a finire.
In apparenza, tra il gruppo pare andare tutto bene, sebbene l’Atletico sia una squadra la cui tattica è di non far giocare gli avversari, la Juventus è consapevole che può farcela.
Perciò non possiamo augurare ai nostri che una buona fortuna, e di crederci fino in fondo, se l’obiettivo è la conquista dell’ambito trofeo.

Sesso Juve e Rock n’Roll S2 E22

Questa sera ore 22 nuova puntata di Sesso Juve e Rock n Roll al solito all’ora cliccare sulla foto.

Immagine anteprima YouTube

Impressioni dallo Stadium 05

 

Finalmente CR7 dal vero.

Articolo di Alessandro Magno

Questa è la mia prima allo stadio quest’anno. Ci sono stati problemi con il rinnovo della tessera del tifoso. Ci ha messo mesi per arrivare. Lasciamo perdere. Siamo io e mio figlio Fede non siamo distanti dallo stadio ma partiamo lo stesso in orario tipo alle 7. Prima tappa e già la tangenziale è intasata. Possibile ci sia tutta questa gente di Venerdì sera con il Frosinone? Va be esco dalla tangenziale faccio un percorso alternativo per le campagne passo per Villaretto per chi è pratico, poi arrivo fino a dietro Venaria e ”colgo” lo Stadium alle spalle. Casina nostra quanto mi sei mancata. Parcheggiamo nelle vicinanze un 150 metri a piedi un po’ di coda ai tornelli e siamo dentro. Non fa neanche troppo freddo anche se io la mia sciarpona del Comitato Heysel di Reggio Emilia me la porto estate e inverno. Lo stadio non è troppo pieno le curve si, i settori laterali meno. Si spengono le luci parte la presentazione con giochi di luce e colpi di cannone. Immagino i giocatori del Frosinone come si stiano cagando sotto e me la rido. Poi l’inno cantato a squarciagola e le squadre in campo. Non doveva esserci Chiello invece non solo c’è ma è bello pimpante. Passano pochi minuti e Dyabala dopo uno scambio con Ronaldo fa un gran gol. Un tiro secco sotto l’incrocio. Poi festeggia con Ronaldo mischiando le esultanze con lui.

E’ tutto molto in discesa. Noto che la Curva Sud non canta. Noi siamo in Nord proprio dietro la porta. La Juve è in palla il gioco è piacevole. Mi giunge notizia che la Sud è in sciopero per il caro biglietti, probabilmente. Non entro nel merito di chi va allo stadio sempre tuttavia credo che la Juve abbia sostenuto una spesa molto alta per prendere il numero uno al mondo di conseguenza un aumento era prevedibile. Inoltre nessuno è obbligato ad andare. Io non sono abbonato e mi accontento di vedere anche Juve Frosinone ad esempio. Comunque da li a poco Bonucci fa il raddoppio. Non ci abbiamo capito un granchè abbiamo solo visto Bonucci esultare e poco prima visto Sportiello fare un miracolo per respingere un tiro che poi da casa scopriremo sia di Mandzukic in tuffo. Da li in poi la partita è  una specie di allenamento. Dybala è ispiratissimo e fa numeri da circo dimostrando al mondo e in primis a se stesso che in quel ruolo può giocare eccome. Il Frosinone scende giù e mette il muso nella nostra metà campo. Un certo Ciano del Frosinone scaglia un tiro che per poco non mi prende ma riesco a deviarlo con una mano. Tutti gli amici davanti alle tv iniziano a messaggiarmi che mi han visto e mi mandano il video su whatsapp. Siamo in una postazione invidiabile peccato due gol sono stati fatti dall’altra parte.

Inizia la seconda frazione speriamo di vedere qualcosa sotto la nostra porta. Ronaldo freme vede gente scaldarsi e ha capito che presto uscirà per riposare un poco. Non vuole uscire senza lasciare il segno. Dybala dal limite entra in area ma lo fermano, cade il Frosinone riparte e Dybala resta i un poco sconsolato. Nel silenzio gli urlo ”Forza Paolino che stai andando alla grande” lui senza voltarsi gira il braccio destro e mi fa il pollice su. E poi manca solo la ciliegina sulla torta alla serata. E arriva. Ancora Dybala recupera palla e la sporge a Mandzukic sulla fascia. Il buon Manzo va sul fondo come un cavallo e la rimette a rimorchio per Ronaldo che di prima intenzione la scaglia in gol proprio sotto i nostri occhi. Poi corre verso la bandierina e tutto lo stadio fa ”siuuuuuuuu” e ancora Ronaldo e Dybala si scambiano le esultanze. Poi tutti ad abbracciare Manzo. Sembra proprio che i nostri ragazzi vadano molto d’accordo fra di loro. E’ una bella serata. Anche se è solo il Frosinone. Il tempo di fischiare e zittire i tifosi avversari che volevano intonare cori contro Chiellini che fra l’altro era già uscito dal campo da un pezzo e la partita si chiude. Mentre tanti vanno via noi aspettiamo ancora i ragazzi che ci vengono a salutare sotto la curva. Era solo il Frosinone ma mi sono divertito parecchio. Ho visto Dybala tornare al gol e in grande spolvero. Ho visto la squadra giocare bene e vincere. Ho visto il miglior giocatore al mondo e l’ho visto segnare. Quando è uscito dal campo tutto lo stadio gli ha tributato una grande standing ovation 2/3 minuti ininterrotti di applausi. Sia io che Fede siaml felici.

E’ proprio bello il nostro stadio. Sono proprio belli e forti i nostri ragazzi. E’ proprio bello esser gobbo fino a dentro il midollo. Contro tutto e tutti fino alla fine.

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia