Mercoledi 11 Aprile 2018 Real Madrid – Juventus Champions League – Santiago Bernabeu Stadium -Madrid

scritto da Cinzia Fresia
E’ giunta l’ora, la Juventus si gioca la qualificazione ai quarti sotto di tre gol, e con Dybala squalificato.
Non e’ un gran che, ma nel calcio tutto e’ possibile, lo ha dimostrato stasera una super motivata Roma che all’Olimpico, si qualifica dopo una rocambolesca super remuntada, sbattendo fuori Messi e compagni, dalla Champions.
Eppure, dopo aver visto la Juventus con il Benevento sabato scorso, non ci ben dispone a sperare che qualcosa del genere succeda anche s noi.
Sara’ difficile che Cristiano Ronaldo resti li’ impassibile a guardare cosa facciamo, sebbene l’impresa sia improbabile ma non impossibile, e’ nostro dovere essere realisti.
La Roma sogna una finale con la Juventus, e io dico che i sogni muoiono all’alba.
Ma torniamo a domani, cosa fara’ Allegri?
Non avendo Dybala, Allegri sara’ costretto a scoprire le sue carte con tutto cio’ che ha, i due attaccanti davanti, Mandzukic, Higuain insieme a Douglas Costa, potrebbero essere una buona ipotesi, a centro campo rientra Pianic, e in difesa .. tanti auguri, con la speranza che chiunque venga messo, sia sveglio e non commetta errori.
Mon possiamo che aspettare domani, ma senza farci grandi illusioni.
Auguro ai nostri di reagire .. e non subire passivamente il verdetto della settimana scorsa, se e’ riuscita la Roma a maggior ragione ce la puo’ fare anche la Juventus.

Se Atene piange, Sparta non ride.

 

Articolo di Alessandro Magno

E’ stato un turno tutto sommato difficile per entrambe le contendenti alla vittoria finale. La Juventus ha faticato moltissimo contro il Benevento. Per il Napoli non è stato certo più facile avere ragione di un ottimo Chievo. La Juventus contro il Benevento ha riscoperto una fragilità difensiva che non si vedeva da moltissime partite (almeno in Campionato). In questo non ha aiutato il turnover necessario che mister Allegri ha dovuto fare, visto che in questi giorni c’è stata di mezzo la Champions. Inoltre se vincere aiuta a vincere non è stato certo semplice ripulirsi dalle scorie che la partita persa nettamente contro il Real aveva lasciato. Mettiamoci qualcuno che non è proprio in uno stato di forma ottimale come Mandzukic, qualcun altro che è abulico da un po’ di tempo come Alex Sandro, e qualcun altro che ha imbarcato la prestazione come Benatia e Rugani e la ricetta per complicarsi la vita è servita. Fortunatamente Dybala ha fatto il Dybala e anche alcuni altri, Pjanic, Cuadrado, Szczesny, Higuain , Douglas Costa hanno risposto presente e la partita è stata condotta in porto anche con risultato abbondante nonostante le difficoltà.

Anche il Napoli ha avuto le sue difficoltà ed è riuscito ad aver ragione di un Chievo gagliardo solo nei minuti finali anche in modo rocambolesco. Se a noi la Coppa porta via energie psicofisiche e si vede (vedi anche Roma che ha perso in casa contro Fiorentina), per il Napoli il problema sembra proprio la rosa corta. Non è un mistero che da loro giocano sempre i soliti 12/13 anche se Sarri questa volta, e credo sia la prima volta in carriera per lui, l’ha vinta con 2 riserve: Milik e Diawara. Potrebbero esser per lui una risorsa in più. A questo punto invece la nostra risorsa potrebbe esser la quasi sicura uscita dalla Champions. Parliamoci chiaro li serve un miracolo. Non so se il Real ha preso mai 3 gol in casa in Champions ma sicuramente so che un passaggio del turno dopo aver subito un 3-0 in casa non è mai riuscito a nessuno. Se poi ci mettiamo che dovrebbe riuscire a noi contro i migliori del mondo direi che è abbastanza difficile. Non è pessimismo è realismo. Da questo punto di vista avere 3 partite in meno da giocare potrebbe voler dire avere più forze fresche per il Campionato.

Per quanto riguarda lo sprint finale , non ho la sfera di cristallo ma considerando che entrambe le squadre non brillano più di tanto in questo periodo, il prossimo, potrebbe esser un turno favorevole alla Juventus. Noi andremo ad affrontare la Samp che ha ancora qualche velleità di qualificazione in EL (in verità poche), ma che non pare venire da un momento particolarmente esaltante. Inoltre noi allo Stadium lasciamo pochi punti a tutti. Il Napoli invece va a giocare a Milano contro un Milan che dopo una bella striscia di risultati utili consecutivi in cui sembrava aver avvicinato la zona Champions, ha subito una battuta di arresto contro di noi e un pareggio nel derby contro l’Inter. Di contro la Fiorentina gli si è avvicinata moltissimo. Ora il Milan è l’ultima qualificata all’EL e la zona Champions è distante ma non lontanissima, perdendo contro il Napoli non gli direbbe addio ma fallirebbe certo un altra possibilità per accorciare visto che l’Inter ha perso ed ora è appaiata con la Lazio. Ma soprattutto non fare punti contro il Napoli significherebbe mettere in serio rischio anche la qualificazione all’EL in quanto hanno subito dietro una lanciatissima Fiorentina che è impegnata in casa contro la Spal. Non credo Gattuso voglia questo quindi mi aspetto soprattutto a Milano una partita tiratissima e chissà che il turno non sia veramente favorevole a noi. Ovviamente sono ipotesi che il campo dovrà confermare, intanto ora andiamo a tentare questo miracolo a Madrid e poi chi vivrà vedrà.

Nessun regalo al Napoli

Niente da fare! il progetto “regalo al Napoli” dichiarato senza mezzi termini è fallito, una tripletta di Dybala è la risposta ai partenopei attualmente allungati di 7 punti.
Però… che fatica battere sto’Benevento ringalluzzito dalla presenza del gigante Diabatè, motivato e in partita che ci ha fatto vedere i sorci verdi.
Una match sofferto e tribolato, dalla difesa la cui affidabilità sta perdendo colpi, esattamente come contro il Real Madrid.
Non è certo il caso di esaltarsi per aver vinto contro il Benevento, questo è chiaro, anzi, avremmo dovuto risolvere prima, prendere meno gol o addirittura nessuno, e risparmiare energie preziose dedicandole all’incontro di mercoledì.
Alcuni dei nostri non ci sono proprio, Mandzukic e Alex Sandro un disastro e difesa imprecisa e colpevole sui gol segnati, risultato Allegri furibondo.
La fortuna ha voluto un Douglas Costa fantastico e ispiratissimo, che ha chiuso una partita che stava prendendo una pessima piega, e anche l’uscita del Maliano ci ha tolto un bel problema.
Come da consuetudine di questa annata, la Juventus si toglie dai pasticci grazie ai singoli, in questo caso Dybala e Costa, la squadra subisce troppo reagendo spesso in ritardo.
Lo svolgimento della partita è stato viziato da un arbitraggio non all’altezza della serie A, i soliti due pesi e due misure. La rete annullata a Mandzukic per presunto fallo di mano, ha lasciato parecchi dubbi, soprattutto per l’ammonizione obiettivamente eccessiva.
Sarà stato il caldo improvviso o l’evidente ostilità, che per conquistare tre punti importanti per il campionato, si è dovuto recuperare il risultato per ben 2 volte e con l’ultima in classifica.
Chiudiamola così senza rancore, salutiamo il Benevento e facciamogli tanti auguri, la Juventus al “Vigorito” non tornerà tanto presto.
Saremo in campo già mercoledì per la “mission impossible”, è vero che tutto può succedere e che sarebbe nostro dovere credere nei miracoli, come ci indica l’incontro di oggi, il calcio sa essere imprevedibile.

Pagelle Benevento Juventus 2-4

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6,5 Alcune parate anche difficili anche se non da proprio sensazione di eccessiva sicurezza. Forse lo si è tenuto troppe partite nel limbo. In ogni caso abbastanza efficace e incolpevole sui gol.

Lichtsteiner 5,5 Sul primo gol non riesce a chiudere e nel secondo tempo soffre abbastanza le azioni del suo diretto avversario. Parzialmente giustificato dal fatto che Cuadrado proprio oggi sulla difensiva è un disastro.

Rugani 5 Non mi è piaciuto. Quando si hanno queste opportunità bisogna bruciare la terra e mangiarsi l’avversario. Anche lui sul primo gol non chiude come Lichtsteiner e Alex Sandro.

Benatia 5,5 Un poco meglio di Rugani ma meno efficiente del solito e colpevole sul secondo gol dove uno della sua esperienza non puo’ farsi sovrastare così.

Alex Sandro 6 In una partita fra alti e bassi forse è quello che commette meno errori almeno dal suo lato non passano piu’ di tanto anche se pure lui sul primo gol si fa beffare. Ha anche la bravura di metter un paio di bei cross come quello sfruttato da Cuadrado e Dybala sul nostro primo gol.

Cuadrado 6,5 In attaCco è molto vivace e presente spesso nelle nostre azioni. Mette anche dei buoni cross. Non ha ancora la gamba per tornare a difendere e questo fa si che metta in difficoltà Lichtsteiner dal loro lato. Si mangia un gol anche clamoroso. Nell’insieme comunque fra i meno peggio.

Marchisio 6 Una partita abbastanza diligente e ordinata con un paio di bei lanci, uno su Cuadrado che non arriva per un pelo e l’altro per il rigore su Pjanic. Vale un poco il discorso fatto per Rugani, non ha tante opportunità vorrei facesse di piu’ per mettersi in mostra.

Pjanic 7 Soprattutto nel primo tempo distribuisci palloni con il contagiri, quasi sempre sprecati da Cuadrado e Mandzukic. Si scambia il ruolo di Playmaker con Marchisio e su un duetto di questi si va a prender un bel rigore con un gioco di prestigio. Bella prestazione la sua.

Matuidi 5,5 La sua utilità è nella corsa e anche se non è un esterno si presta. Almeno aiutandosi con Alex Sandro e scambiandosi spesso, da una parte impediscono al Benevento di avanzare a destra e dall’altra, alcune volte, riescono a proporsi. Certo fra lui e il brasiliano è il festival del disordine, ma almeno come si dice in gergo, da quel lato fanno ”densità”.

Dybala 8 Un gol meraviglioso diversi falli conquistati ( anche da giallo) e due rigori battuti da manuale del calcio palla da una parte portiere dall’altra , meno male che c’è. E’ un Campione. Non è un extraterrestre ma di extraterrestri mi pare ce ne siano solo 2.

Mandzukic 4,5 Lento e impacciato così non serve proprio. Riesce a fare un gol clamorosamente bello che l’arbitro annulla inspiegabilmente ma è l’unico lampo in una partita veramente abulica.

 

Douglas Costa 7 Buttato nella mischia secondo me in colpevole ritardo non fa moltissimo ma cava dal cilindro un gollazzo che chiude una partita molto sofferta.

Higuain 6,5 Ci vuole poco a fare meglio di questo Mandzukic non ha palloni giocabili ma si conquista un rigore anche con furbizia. I napolisti han poco da lamentarsi che a Mertens e Calleijon ne han dati di peggiori almeno qui Gonzalo non sviene da solo.

Khedira Sv Pochi minuti per cercare di tenere palla e per metter un poco di ordine e ci riesce.

 

Juventus 4 Nell’insieme è stata una partita bruttissima e soffertissima. Approccio buono ma dopo l’1-0 siamo andati in vacanza. La nostra proverbiale fase difensiva si è andata a far benedire e se prender 3 gol dal Real Madrid non è disonorevole prenderne 2 dal Benevento e quasi 3 si lo è. Capisco una distrazione ma una, una sola, invece ce ne sono state troppe e solo alcuni giocatori sono stati in partita altri meglio lasciare perdere. Bisogna svegliarsi che il campionato non è vinto.

Allegri 5 Fa giustamente un poco di turnover e d’altronde se non lo fa contro il Benevento con chi lo deve fare? Non tutti rispondono presente. I cambi sono assolutamente ritardati. Almeno Douglas Costa se non Costa e Higuain dovevano esser fatti entrare subito al 45mo, invece di aspettare il 2-2. In piu’ bisognava trovare il modo di marcare Diabatè piu’ strettamente non è normale che questo ci faccia 2 gol. Fortunatamente i subentrati gli danno una mano e ha Pjanic e Dybala in grande spolvero.

Arbitro Pasqua 3 Peggiore in campo. In malafede. I  primi 3 falli della partita su Matuidi diventano 3 falli di Matuidi. Non ammonisce almeno un paio dei loro per falli cattivi su Dybala e non ammonisce nemmeno Pjanic. Il gol di Madzukic è buono il tocco di mano in caduta è assolutamente involontario e al var si vede bene, nemmeno un giocatore di pallacanestro poteva dinamicamente aggiustarsi la palla con la mano rotolando a terra. L’ammonizione a Mandzukic poi è clamorosamente inventata essendo un tocco involontario. Inoltre c’è da capire se c’è un rigore su Mandzukic in quest’azione cosa che non viene presa minimamente in considerazione evidentemente a Manzo piace rotolarsi per il campo. Ma non finisce mica qui. Non vede il rigore su Pjanic che è clamoroso, lo vedrebbe anche un cieco bendato e lui è a non piu’ di 2 metri e fa cenno che non è avvenuto nulla, deve richiamarlo l’addetto al var perchè davvero il fallo è macroscopico. Anche in questo caso essendo Pjanic praticamente in porta manca per lo meno il giallo al suo avversario. Il gol del 2-2 del Benevento nasce da un angolo inventato. Non c’è alcuna deviazione è un tiro calciato direttamente fuori da uno dei loro. Per lo meno da rivedere se ci potrebbe esser un fallo di Diabatè su Benatia. Probabilissimo. Il rigore che da alla Juventus del 3-2 anche questo poteva andarlo a vedere al var non mi sembra così clamoroso diciamo che Higuain toccato si lascia cadere, forse aveva sulla coscienza tutte le cappellate fatte prima. A condimento di tutto questo scempio ha permesso al Benevento mille e una trattenuta per la maglia e per le braccia che a termini di regolamento sono tutte ammonizioni. Insomma si è dovuto giocare pure contro un arbitro scarso. E la cosa bella è che poi finiranno per dire che è juventino visto che ha dato 2 rigori. Clamorosamente inadatto.

Sabato 7 aprile 2018 Benevento-Juventus ore 15 stadio Ciro Vigorito – Benevent

scritto da Cinzia Fresia

La Juventus arriva a Benevento con le ossa rotte e il morale a terra, anche se il campionato e’ un’altra storia, non bastano pochi giorni per dimenticare la piu’ brutta sconfitta dell’anno.
L’obiettivo e’ sfogare la rabbia, vincendo per mantenere il primato in campionato, e per sopire il dispiacere per una probabile mancata qualificazione.
Certo, vincere con il Benevento sara’ meglio di niente, una conferma delle potenzialita’ della squadra, sebbene sappiamo, quanto sia difficile con le piccole vincere.
In campionato non bisogna fare passi falsi, e con le ultime in classifica, e’un rischio che si puo’ correre, ma la Juventus non buttera’ via altri punti, mi aspetto una partita giocata in modo attento, e con la giusta umilta’

Sesso Juve e Rock n’Roll No.19

PROBLEMI TECNICI INDIPENDENTI DA NOI CI HANNO CREATO DIVERSI GRATTACAPI E ABBIAMO DOVUTO DIVIDERE LA PUNTATA IN DUE PERCHè ERA SALTATA LA LINEA (EVIDENTEMENTE ANCHE IL SERVER NON VOLEVA PARLASSIMO TROPPO DI REAL MADRID ). CI SCUSIAMO CON GLI AMICI CHE CI SEGUONO DOMANI CERCHEREMO DI DIVIDERE LE DUE COSE E PUBBLICARLE ENTRAMBE. NOI IN OGNI CASO ABBIAMO FATTO DEL NOSTRO MEGLIO PER FARE LA SOLITA PUNTATA DIVERTENTE E RICCA DI CONTENUTI. A DOMANI ORA SI DORME CHE è TARDI.

Immagine anteprima YouTube Si parte 22-30.

CALCIO

0:00 Campionato Benevento – Juventus
2:50 Conferenza stampa Allegri
8:35 Arbitro Ceccarini su contatto Ronaldo – Iuliano
10:10 Petizione per eliminare titolo Campionato di serie A primavera a G.Facchetti in favore di Astori.
12:10 Accenni su Inter di Simoni, calcio spettacolo e pratico,centrocampo Juventus , Bentancur, D.Costa, Alex Sandro.

GNOCCA
LA Gnocca della settimana MILF (3a e forse ultima parte).
16:20 Jessica Alba, Alessia Fabiani, Alessia Mancini, Liv Tyler, Moran Atias, Emanuela Folliero, Susanna Messaggio, Fanny Cadeo.

RnR
28:49
Tony Banks (Genesis)
Keith Emerson – Carl Palmer (ELP)

Compleanno per
Johnny B Good (canzone), Mrs Robinson (canzone), Jimmy Cliff, Angus Young, Jeff Porcaro (batterista Toto), Muddy Waters, Francesco De Gregori, Method Man (rapper), Mike McCready (chitarrista Pearl Jam), Pharrel Williams, Agnetha Faltskog (Abba)

Compleanno e anniversario morte Marvin Gaye
Morte Layne Staley (Alice in chains), Cozy Powell e Kurt Cobain

CONSIGLI DISINTERESSATI E DISADATTATI
Toto – Trilogy LP degli Emerson – Lake and Palmer
Frank – Fatevi una canna.
Ben – Hey Hey what can I do – canzone dei Led Zeppelin
Enzo – Vanilla Sky – Paul Mc Cartney

 

 

Perdere contro i migliori fa male ma non è disonorevole.

Articolo di Alessandro Magno

La delusione è tanta, la rabbia forse è un poco scemata. Come tanti ho dormito poco e male. Questa maledetta Coppa ci riserva sempre dei finali amari, sebbene a volte come contro il Tottenham ci siano anche serate esaltanti. A mente fredda cercherò di fare un analisi obiettiva e lucida. Mi pare di poter dire che il Real Madrid ci è superiore e lo ha dimostrato. Non credo ci sia moltissimo superiore nel gioco, anzi direi che in questo ci somiglia molto, palleggia, resiste agli attacchi degli altri, poi colpisce inesorabilmente e implacabilmente, mentre devo dire che nei singoli la differenza è tanta. Probabilmente i loro giocatori da noi sarebbero tutti titolari mentre i nostri da loro forse solo un paio e nemmeno di questi tempi, mi riferisco a Buffon, Chiellini o Barzagli per esempio. Già questa è una considerevole differenza, inoltre aggiungi un pluri-pallone d’oro come Ronaldo (che noi non abbiamo), un abitudine/attitudine a questa competizione che noi non abbiamo e non abbiamo mai avuto, e il contesto storico in cui queste partite si giocano, ovvero un periodo dove la Spagna domina e infligge sconfitte schiaccianti a compagini come l’Argentina, mentre di contro la nazionale italiana non si qualifica neppure per i Mondiali, e direi il quadro è completo. Che questo sia il tutto mi pare assodato, altrimenti non si spiegherebbe come fra l’altro hanno vinto 3 Champions League delle ultime 4, di cui 2 di seguito e si dividano Champions con il Barcellona da una decina di anni a questa parte.

Era difficile era obiettivamente difficile, e forse noi ci si illudeva che questo gap fosse meno di quello che è in realtà, perchè ci siamo tolti lo sfizio di aver eliminato Barca e Real Madrid 2 volte negli ultimi 3 anni. E queste sono state due imprese poco celebrate tuttavia non basta. Anche ieri la partita è stata estremamente equilibrata fino al 2-0 di Ronaldo che fra l’altro che gol ha fatto? Applaudito da tutto lo stadio che ne ha riconosciuto il grandissimo valore. Fino a quando giocheranno Ronaldo e Messi la vedo dura per tutti vincere la Coppa. Ieri fondamentalmente il portoghese fino al 2-0 aveva toccato 2 palloni. E aveva fatto 2 gol. La Juventus per un ora è stata in partita ha giocato e nel secondo tempo aveva preso anche il sopravvento a livello territoriale conquistando campo e giocando nella metà campo avversaria. In un paio di circostanze erano stati bravi Navas e Ramos a togliere le castagne dal fuoco al Real. In un altra occasione li ha aiutati l’arbitro non concedendo un rigore abbastanza netto per fallo di mano. Forse sull’1-1 (qualora avessimo segnato il rigore) avremmo potuto giocare una partita diversa finendo magari meno surclassati. Il 2-0 è arrivato nel nostro miglior momento poi l’arbitro ancora lui ci ha messo del suo dando un secondo giallo a Dybala francamente inspiegabile. In 10 contro 11 poi ci hanno dominato in lungo e in largo e fatto un altro gol che potevano esser anche 2 o 3 ma fino al 2-0 io ho visto una Juventus giocare alla pari e non meritare quel passivo.

Alla fine usciamo domati ma non credo ridimensionati. Ci sono 2 squadre che sono superiori a tutti e sono Real e Barca e lo si dice sempre molto chiaramente salvo che forse poi qualcuno in realtà non ci crede. Non sarà mai facile per nessuno eliminarle nè tanto meno batterle in finale a meno che non passino degli anni e cambino i tempi. Il sorteggio non è stato benevolo ma tanto andare avanti e trovarsele poi , non cambiava la sostanza delle cose. Questi poi te li ritrovi facilmente in finale. Cosa deve fare la Juventus per colmare questo grosso gap che ripeto intanto è un gap che c’è fra il calcio italiano e quello spagnolo? In primis bisogna svecchiare la squadra. Credo che Buffon e Barzagli se restano devono avere dei ruoli da comprimari. Facciano da chioccia ai giovani. Nessuno è eterno e bisogna iniziare a investire su uno svecchiamento della rosa. Da questo punto di vista Bentancur è stato ieri una bella novità. Poi bisogna tenersi i Campioni. So che molti non condivideranno questo che sto per dire ma se non puoi arrivare ai Messi, ai Ronaldo, ai Neymar sarebbe importante riuscire a trattenere quelli che hai. Quanto sarebbe stato importante ieri ad esempio avere un Pogba o un Vidal? Terzo bisogna iniziare a studiare cosa fanno le spagnole e in questo anche in Germania a livello giovanile perchè tutto parte da questo. In Italia da anni si investe su gente che ha il fisico a cui si vuol insegnare a giocare a calcio. Poi dobbiamo andare a cercare i palleggiatori e i giocatori tecnici all’estero.

Infine la società se vuole realmente vincere questa Champions dovrebbe 1-alzare l’asticella del mercato perchè di fatto i campioni costano cari e pagare 40 milioni il buon Matuidi che poi non ti gioca ieri per scelta tecnica, sono 40 milioni non spesi bene, 2-puntare veramente a questa Coppa per portarla a casa. In questo dovrebbero esser bravi anche i tifosi perché sento parlare sempre di volontà di puntare alla Champions poi succede che alla prima partita dell’anno perdi la supercoppa italiana e vengono fuori gli strali e i mezzi suicidi. In questo devo dire ieri, almeno allo stadio, prova di grande maturità del tifo: standing ovation per Ronaldo per il gran gol fatto e cori e applausi per la squadra al 90mo. Perdere fa male sempre ma perdere contro i migliori può farci imparare.

Un altro pianeta


Confesso, mi dispiace molto, ci speravo … ma non si puo’vivere solo di fortuna, o di supposta superiorita’, e’ arrivato il conto da pagare .. molto salato.
Niente da fare, il Real Madrid ha singolarita’ provenienti da un altro pianeta, i nostri no.
Non è stato errato l’approccio, perche’ la Juventus ha giocato e combattuto, ma la squadra non c’era proprio, troppi errori in difesa e marcatura, numerose le défaillance comunicative e innumerevoli le disattenzioni, idem per il reparto in attacco che non e’ stato da meno, attivo solo a fasi alterne e caduta in disgrazia dopo l’espulsione di Dybala.
Un avversario forte e lucido ci ha steso e annullato psicologicamente, il Real ha effettuato un pressing tale che ci ha impedito di ragionare.
In ultimo, la ricerca spasmodica di un calcio di rigore ha fatto cadere in trappola la squadra, causando l’espulsione di Dybala.
Anche l’arbitro ci ha messo del suo, ma e’ un capro espiatorio ormai inutile.
Dobbiamo prendere atto che le magagne di cui abbiamo parlato da mesi a questa parte
Sono venute fuori tutte, la mancanza di gioco e una qualita’ di uomini affidabili ma solo ed esclusivamente per il calcio italiano sempre piu’ in ribasso, ci ha prepontentemente fatti tornare alla realta’, mi dispiace dirlo ma sono d’accordo con chi consigliava a Buffon di occuparsi dei suoi ragazzi, stasera e’ stata anche causa sua, stessa cosa per Chiellini e Barzagli, non piu’ idonei per partite cosi.
Anche davanti male, Forse non e’ stata la serata giusta ne’ per Higuain ne’ per Dybala, ma un autentico campione dovrebbe uscire, soprattutto in serate cosi.
Male tutti, l’unico che mi sento di salvare e’ proprio Bentancur, il quale contro ogni previsione ha disputato una Prova niente male.
A riguardo di Allegri, non voglio dire niente se non cio’ che ho gia’ detto sempre, correndo il rischio di essere ripetitiva, con la consapevolezza del risultato, il tecnico ha deposto le armi da subito, e i cambi effettuati sono stati piu’ di facciata che altro.

A questo punto siamo messi male, e’ maggiore la possibilita’ che un cammello passi per la cruna di un ago che la Juventus a Madrid ribalti il risultato, possiamo permetterci solo di sognare, altro che vendetta, altro che Cardiff.
Ammetto di non essere delusa, perche’ e’ dall’inizio dell’anno che qualcosa non va e che prima o poi sarebbero venute fuori, per me siamo andati anche troppo oltre, sperare in una giornata negativa di Ronaldo, e’ un atteggiamento fatalista poco affidabile.
Bene, la chiudiamo qui, stasera in Juventus sapranno di cosa parlare e anche noi.

Pagelle Juventus Real Madrid 0-3

Pagelle di Alessandro Magno

Buffon 6 Anche se è in parte responsabile del secondo gol con Chiellini, ci mette un paio di pezze su altre conclusioni e sui 3 gol non puo’ nulla.

De Sciglio 6 All’inizio qualche incertezza ma ha il cliente piu’ in forma di loro ovvero Isco, e soprattutto Douglas Costa lo aiuta poco in fase difensiva quindi spesso si trova a fronteggiare Marcello e Isco e non sempre se la cava male.

Barzagli 5 Non voglio infierire perchè forse il voto sarebbe anche piu’ basso purtoppo il nostro Barzaglione è stato un grandissimo pero’ a questi livelli ha fatto il suo tempo. Serata veramente brutta per lui.

Chiellini 5 Combina il pasticcio del secondo gol che è gravissimo perchè stavamo facendo bene fino a quel momento e dovevamo fare l’1-1 senza prendere il secondo. E’ un errore molto grave purtroppo che ci costa partita e qualificazione.

Asamoah 6 Anche lui non mi è dispiaciuto. Tanto impegno tanta corsa. I cross non sono dei migliori ma anche tanti palloni recuperati.

Douglas Costa 5,5 Poteva esser la sua partita e nel primo tempo da anche un paio di strappi dei suoi che creano scompiglio, purtroppo esce troppo presto dal contesto della partita.

Khedira 7 Per un ora è il migliore in campo con Bentancur poi certo con il 2-0 e in 10 se era difficile prima poi diventa impossibile. Comunque una partita sugli scudi per il tanto criticato Khedira.

Benatancur 7 Una gara con il piglio da leader. Sbaglia pochissimo e ha grinta da vendere. Corre tanto e cerca di dare idee al gioco e spesso ci riesce. Bravo, vedo un futuro da titolare molto presto per lui.

Alex Sandro 5 Molto anonimo. Meglio nel primo tempo quando ha qualche iniziativa poi spostato dietro quasi non si vede piu’.

Dybala 6 Non mi era dispiaciuto, si prendeva la palla cercava il dialogo con i compagni, saltava l’uomo e si procurava punizioni e superiorità numerica. L’arbitro inspiegabilmente gli da due gialli veramente severi.

Higuain 5,5 Volenteroso ma molto poco lucido perde molti palloni forse troppi. Riesce in ogni caso a effettuare due tiri in porta dove è veramente bravo il loro portiere.

 

Matuidi 5,5 Entra che la squadra è in 10 e dovrebbe dare piu’ equilibrio ma a quel punto è troppo facile per il Real. Cerca di limitare i loro centrocampisti.

Mandzukic 5 Non credo tocchi molti palloni.

Cuadrado 6 Almeno ci mette la grinta. C’è un rigore su di lui proprio all’ultimo secondo che l’arbitro ovviamente ignora.

 

Juventus 5 Mi spiace dare questo voto perchè la Juve per un ora ha giocato assolutamente alla pari del Real e nell’insieme sono convinto che non meriti questo passivo. Purtroppo errori dei singoli sia in fase difensiva che offensiva hanno portato a questo risultato. Si sa che contro queste squadre non devi sbagliare nulla altrimenti non ti perdonano e si è sbagliato troppo questa sera. Resta comunque l’ottima prova fatta fino al rosso di Dybala. E’ curioso come il Real ci batta con la stessa strategia con cui noi battiamo gli altri in campionato ovvero lasciando giocare e colpendo al momento giusto quando deve colpire. Forse che i loro singoli sono piu’ forti dei nostri? Il mio voto è severo e lucido e anche dispiaciuto ma non li biasimo piu’ di tanto in quanto han perso contro un avversario piu’ forte e ho visto molto impegno.

Allegri 6 Mette in campo una formazione quadrata con quello che ha. Cuadrado non è al meglio e Pjanic e Benatia sono squalificati. Col senno di poi l’assenza di quest’ultimo sarà pesantissima. Vince la scommessa Bentancur mentre credo mandi in campo Sandro perchè Cuadrado e Mandzukic ancora non sono al top. Non saprei cosa rimproverargli. Si è affidato a Barzagli invece che a Rugani onestamente lo avrei fatto anche io. Con il rosso a Dybala ridisegna la squadra ma a quel punto sotto di due gol in 10 ci vorrebbe un mago contro questo Real.

Arbitro 4 Inadatto e non all’altezza, rispeditelo in Turchia a calci nel culo. Il Real Madrid è la squadra piu’ forte del mondo con il Barcellona e ha i giocatori fra i migliori del Mondo sempre insieme ai catalani, non ha bisogni di alcun aiuto per vincere le partite. Il rigore per fallo di mano mi pare incredibile così come le ammonizioni date a Dybala e a Betancur che mi sembrabo tutte eccessiva. Alla fine c’è un rigore su Cuadrado ma fischia la fine della partita. Insomma un arbitro protagonista come non dovrebbe mai essere. Chiaramente avremmo perso lo stesso perchè non è l’arbitro che ti fa perdere pero’ magari avremmo perso un poco meno.

Martedi 3 Aprile 2018 Juventus – Real Madrid quarti di finale – Champions League ore 20.45 Allianz Stadium -Torino

Prova del nove per la Juventus stasera che affrontera’ il Real Madrid di Zidane, per i quarti di finale di Champions League.
Qualcuno in conferenza stampa ha parlato di vendetta in ricordo di Cardiff, in realta’ la Squadra sta pensando solo a come perseguire l’obiettivo champions, affrontare Real, Barca e Bayer, per i nostri e’ diventata una consuetudine stagionale, quasi un’abitudine, anche se giocare con un certo tipo di squadra, non ci si abitua mai.
Sara’ una bella partita, dove la Juventus cerchera’ di emergere sfruttando il terreno di gioco favorevole, e puntando alla vittoria del match.
Un inizio di torneo con il botto per la Juventus, impegnata gia’ con la prima della classe, i ragazzi avranno bisogno di tutto il sostegno del pubblico e dei tifosi per caricarsi e puntare alla vittoria.
Ovvio che l’ago della bilancia cada verso il Real, soprattutto per la qualita’ dei singoli, ma anche noi avremmo le medesime chance, se la Juventus si mettesse a giocare e tenesse un ritmo di giocao evitando di mandare la palla indietro, potrebbe addirittura vincere.
Cio’ che non deve fare è bloccarsi come spesso e’ successo in campionato, aspettando che succeda qualcosa, questa strategia ci porterebbe dritti all’eliminazione.

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia