Pagelle Torino Juventus 0-1

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6,5 Partita molto tranquilla con 2 soli sussulti un colpo di testa di de Silvestri parato a terra e un tiro da fuori di Iago Falque. In entrambe le occasioni si fa trovare pronto. Da molte tranquillità a tutto il reparto.

De Sciglio 6,5 Spinge poco ma nel mezzo dell’incontro gli capita forse il piu’ brutto cliente: Niang. Lo contiene bene con le buone e le cattive e anche con un fallo tattico che gli costa un giallo ma che è di grande intelligenza difensiva e senso tattico.

Rugani 6,5 Molto tranquillo riesce sempre ad avere la meglio su Belotti. Molto bravo in una situazione di 2 contro 1 a restare fra i 2 granata mettendo ansia ad entrambi.

Chiellini 6,5 L’inizio non è buono perde qualche contrasto e soprattutto sbaglia il rinvio che lascia solo Rugani 2 contro 1. Cresce alla distanza e nel secondo tempo è uno dei migliori.

Asamoah 6,5 Partita molto ben giocata sul piano difensivo dove non sbaglia nulla per almeno un ora. Nel finale patisce un poco l’intraprendenza di Iago Falque ma alla fine gli concede un solo tiro.

Khedira 6 E’ troppo bravo, intelligente e ha troppa classe ed esperienza per patire il Toro. Da solo a 40 all’ora vale in qualità tutto il centrocampo del Toro messo insieme. Purtroppo lo dico, in Europa c’è un altro livello.

Pjanic 6,5 La media è fra il 5, 5,5 del primo tempo e il 7 del secondo . Nel primo tempo anche perchè malmenato e marcato a uomo da Baselli, è nervoso e sbaglia qualche appoggio di troppo. Nel secondo tempo si libera della marcatura, diventa padrone del centrocampo e non sbaglia nulla, inoltre gestisce i palloni con eleganza ed efficacia da giocatore di un altra categoria.

Sturaro 6 Una buona prova qualche pallone sbagliato nel giro palla, perchè i piedi sono quelli che sono, ma tanti altri recuperati e soprattutto tante iniziative del Toro stoppate con grinta. Questo è Sturaro un lavoratore del centrocampo. E va apprezzato per questo. C’è chi gioca di fioretto e chi di vanga. Servono pure questi giocatori.

Douglas Costa 6,5 Molto a intermittenza. E’ un giocatore che ha una qualità mostruosa nei piedi peccato non tiri quasi mai e soprattutto si perda in pause veramente evidenti. Oggi parzialmente giustificato perchè dopo 15 minuti deve giocare prima punta che non è proprio il suo ruolo.

Higuain Sv Peccato perchè aveva gli occhi della tigre.

Alex Sandro 7 Allegri lo preferisce a Bernardeschi che è un poco acciaccato e Sandro lo ripaga con il gol vittoria e tante belle giocate, un tunnel, un sombrero, insomma tira fuori tutto il brasiliano che è in lui. Peccato l’ho visto un poco calare nel finale in ogni caso ottimo oggi.

Bernardeschi 7 Per continuità ha giocato pure meglio di Alex Sandro andando a fare il terzino proprio quando era il caso e come piace al mister. Ha un dribbling e un fisico eccellente e sta crescendo sotto il piano della personalità e della continuità. Io me lo sarei giocato anche in mezzo con Costa al lato ma secondo me Allegri ora come ora preferisce Berna di lato perchè aiuta di piu’ nella fase difensiva.

Dybala 6,5 Ha un bellissimo impatto sulla partita entra e si crea subito 2 occasioni. Peccato i tiri in entrambi i casi non siano buoni. Comunque aiuta la squadra a restare alta e nel possesso palla.

Lichtsteiner sv

Juventus 6,5 Non è che ci vuole molto a battere questo Toro va detto pero’ i rischi di un contracolpo psicologico dopo la partita di coppa ci potevano essere, invece la Juve mi è parsa soprattutto tonica sul piano mentale nonostante le numerose assenze.

Allegri 7 Be vincere un derby dopo una partita di coppa andata maluccio e con tutte queste assenze è una buona cosa. Vincerlo poi senza rischiare nulla e giocando anche piuttosto bene ancora meglio. Io saro’ noioso ma se Allegri in Italia sta dimostrando di esser il numero 1 e lo è io vorrei che lo si dimostrasse anche in Europa.

Arbitro 6,5 Applica un metro unico a tutti. Fin da subito lascia correre tanto è vero che non fischia fallo su un entrataccia di Ansaldi a piedi uniti su Pjanic che è minimo da giallo. Non fischia fallo nemmeno su molti contrasti su Higuain e su Sturaro che se ne lamentano. Il fallo su Ansaldi in occasione del gol fra l’altro non c’è, Bernardeschi non tocca il granata con nessuna parte del corpo se non che ha una mano sulla sua pancia. Ansaldi sarà per lo meno 1,80 per 80 kg dubito che vada a terra per una mano sulla pancia. Facciamola finita col rompere le palle ad ogni gol della Juve. Inoltre passano 16 secondi e il fallo è nella nostra metà campo. Fatevi furbi.

Compatibile con il quadro

scritto da Cinzia Fresia

 

Mi aspettavo la vittoria, forse un po’ troppo sofferta considerato l’attacco del Toro alquanto scadente, ma pensando a come siamo messi in infermeria è andata bene così.
Contentissima per Bernardeschi e Alex Sandro e naturalmente la Juventus, pensando al sollazzo Napolista con la Spal.
Quando arriva lo sventurato autobus con dentro la Juventus, sembra di tornare indietro nel tempo in quegli anni chiamati di piombo, quando avvenivano gli scontri tra classe operaia e polizia, ecco che per mezza giornata la nostra bella città si trasforma in una Beirut di tanti anni fa .. sassi, polizia, insulti, assalti e via dicendo … e non è certo colpa di quelli della Juve.
Detto questo, la loro squadra è esattamente lo specchio compatibile della loro tifoseria: violenta.
Allora .. mi lascia perplessa alquanto la sig.ra D’Amico turbata dalla manata in faccia data a Belotti, si è dimenticata forse della botta data a Higuain, dicono per contrasto di gioco ..boh! e alle successive a Bernardeschi, Dybala fresco da infortunio e tutti gli altri? e che Belotti faccia la vittima per un buffetto in faccia .. insomma .. siete uomini no? il calcio è un gioco maschio? No?
Tuttavia, ce l’abbiamo fatta, con un po’ di fiatone ma siamo riusciti, potevamo fare meglio sicuro, ma nel derby prendiamo e portiamo a casa senza lamentarci.
Migliori in campo sicuramente Bernardeschi e Alex Sandro tornato agli antichi splendori, ottimo Sturaro ed Asamoha. Qualche errore De Sciglio ma in definitiva bene, male ..malissimo Khedira, che troppo spesso perde la palla, diventando un problema anche per i suoi compagni.
A riguardo del Toro, niente da fare, non riesce proprio a metabolizzare la Juve, anche Mazzarri immediatamente “indottrinato” dall’ambiente pieno di malesseri granata, si è subito adattato a produrre una squadra che con gli anni non cambia di una virgola e che vive di gemellaggi anti-juve e calci dati ai giocatori. Comprendo che vivere solo di due partite all’anno non sia un gran che, ma e’ così.
Comunque, bella la vittoria ma male l’infermeria, non ne usciamo per niente indenni. Vedremo l’entità dell’infortunio a Higuain, ma chi preoccupa seriamente è Bernardeschi, nuovo astro nascente del calcio italiano, auguriamoci che si riprenda alla svelta perche’ ci aspetta un calendario pesante.

Domenica 18 febbraio 2018 Torino-Juventus ore 12.30 Stadio Olimpico – Torino


Scritto da Cinzia Fresia
Domani alle 12.30 per pranzo sara’ servito il Derby della mole, allo stadio Olimpico, la casa del Torino. I nostri sempre piu’ rimaneggiati, e sicuramente irritati dai fatti di martedi’, scenderanno in campo col desiderio di vincere la partita-seccatura dell’anno.
Il Toro, d’altro canto rinvigorito dall’arrivo del neo allenatore Mazzarri non vede l’ora di incontrarci per suonarcele come si deve,
Il nostro tecnico Massimiliano Allegri, dichiara di voler lasciare a riposo Buffon, e che Mandzukic ha 38 o 39 di febbre.
A centro campo, Khedira con Pianic e poi vediamo.
In attacco … Boh .. qualcuno ci sara’.
Con queste premesse la Juventus si accinge ad affrontare non tanto una partita difficile quanto un avversario terribile, ostico e pieno di vendetta che effettua gemellaggi con tutte le squadre che odiano la Juventus, percio’ raga! Attenzione alle gambe e a tutto il resto e siate consapevoli che non avranno pieta’ anche perche’ ci sara’ un arbitro che li lascera’ fare. Dovranno essere non solo piu’ forti del Toro, ma piu’ forti dell’arbitro.
E’ possibile che Dybala in rientro possa essere parzialmente impiegato.
Massimiliano Allegri rassicura, dalla prossima settimana, tutti presenti, meno Cuadrado.
Nella speranza di uscirne indenni e vincitori, auspichiamo in una bella partita e non 95 minuti di calci e pugni,

Sesso Juve e Rock n’Roll No.12

Questa sera ore 22-30 – Qui. ovviamente si parlerà di Juve Tottenham e di altro. Ospite Cinzia.

Immagine anteprima YouTube

 

Il braccino atavico della Juventus in Champions.

 

Articolo di Alessandro Magno

Cerchiamo di analizzare con calma la partita di Champions di ieri sera. L’avversario si è rivelato quello che era. Forte dalla cintola in su e organizzato. Molto meno forte anzi direi abbastanza debole in difesa. I nostri giocatori presi uno ad uno probabilmente sarebbero quasi tutti titolari nel Tottenham, gli Inglesi da noi molto meno. Allegri ha utilizzato un vecchio modulo che in Europa l’anno scorso aveva funzionato fino alla finale il 4231, ma che quest’anno aveva abbandonato perchè ci faceva prendere troppi gol. Questo modulo rispolverato per l’occasione causa infortunio di Matuidi e per la mancanza di fiducia per vari motivi in Marchisio , Sturaro, Bentancur come terzi di centrocampo. Pronti via sembra che il voler aggredire, perchè il 4231 si fa per aggredire, abbia dato subito i suoi frutti. 10 minuti e si è 2-0. Il Tottenham è annichilito, da li a poco in un contropiede Higuain sfiorerà il 3-0. Poi succede che inspiegabilmente si spegne la luce e si va in vacanza. Il Tottenham che fin li non ha giocato ed è alle corde e che potrebbe prendere un imbarcata di 4 o 5 gol a zero riassetta le idee, o meglio , in pieno stile Inglese esser sotto uno o due o cinque a zero per loro non fa differenza. Nello spirito del loro calcio si gioca sempre con ogni risultato e se si è sotto 5-0 chissà magari si finisce per perdere 5-3 e si esce pure fra gli applausi del proprio pubblico. Noi invece si comincia a fare i calcoli. Così dal possibile 3-0 nostro fino alla fine del primo tempo si smette completamente di giocare tanto che il Tottenham riesce ad arrivare a una percentuale di possesso palla del 73%, in casa nostra, una roba indegna, e soprattutto riesce a fare il 2-1 che li rilancia e li mette ancora piu’ in corsa. Noi per non farci mancare nulla riusciamo pure a fallire il rigore del possibile 3-1. Fino a li è stato per 35 minuti un monologo del Tottenham che viene in casa nostra e invece di cagarsi sotto ci caghiamo sotto noi. Una cosa molto brutta da vedere.

Nel secondo tempo grazie alle sostituzioni effettuate da Allegri e tolto Khedira che non puo’ giocare in un centrocampo a 2 ma che molto probabilmente sarebbe da pensionare del tutto, la partita è piu’ equilibrata. Abbiamo piu’ volte l’occasione di fare il 3 soprattutto con tiri di Bernardeschi e concediamo abbastanza poco a loro che pero’ trovano il pari su un episodio dove il bravo Buffon del primo tempo commette un grave errore di posizionamento della barriera. Il 2-2 finale per quello che si è visto in campo sembra corretto, ma il Tottenham si è fatto preferire per intensità e propositività. Per la Juve resta una mezza sconfitta. D’altronde non potrebbe esser così se pareggi dopo esser in vantaggio per 2-0 al decimo minuto e dopo che ti danno due rigori in un tempo. Occasioni uniche sprecate. Grave gravissima la mancanza di fame nel voler dare il colpo del Ko all’avversario alle corde. La Juventus resta incompiuta in Champions. Si soffre sempre oltre il lecito contro tutti e da sempre. Manca quella propositività e quella voglia di giocarsi le partite che nemmeno Allegri, dopo 2 finali disputate, ci ha dato. La cosa curiosa è che è quello che temevo che ho scritto nell’articolo di Fiorentina Juventus e ho ribadito in tv a Top Planet quando sono andato Lunedì. Non mi fido della Juventus in Champions e non mi è piaciuta nemmeno la conferenza stampa di Allegri che spesso invece mi sembra lucido davanti ai microfoni. In sostanza ha detto che ci sono 9 squadre piu’ ricche e quindi piu’ forti di noi o per lo meno piu’ attrezzate a conseguire la vittoria finale nonche che la Coppa è difficile. Va detto che di queste 9 a parte le solite 3 il resto sono squadre che per storia dovrebbero aver paura di incontrare la Juventus e non viceversa. Se poi la mettiamo sulla storia dei soldi e dei fatturati allora dobbiamo rivalutare tutte le lamentele di Sarri e i racconti sui ristoranti da 100 euro di Conte che fino a qui ci hanno fatto ridere e francamente non mi va.

Non prendiamo gol !!! Li abbiamo presi.

Scritto da Cinzia Fresia

Prima cosa da fare domani per Allegri, fissare un programma di un’ora al giorno di ripetizioni su “come si segna un rigore” perchè non è possibile che sul più bello succeda sempre qualcosa.
Lasciando da parte un secondo i commenti da bicchiere mezzo pieno, cioè “un pareggio con il Tottenham non è così male” “i ragazzi sono stati fantastici” e si deciderà tutto a Londra, analizziamo con obiettività la partita.
Confesso che mi dispiace tanto per come sono andate le cose stasera, e chi se lo aspettava una rimonta, dopo due gol segnati uno dopo l’altro, lasciando basiti gli inglesi a guardarsi le scarpe?
Ammetto che ho creduto in una goleada come se non ci fosse un domani. Sembrava tutto così predisposto .. niente da fare .. l’errore del rigore ha fatto perdere la bussola, e non è la prima volta.
E che dire?

Dopo il vantaggio, pensavo li avremmo massacrati segnandone altri 2 o 3, Higuain era incontenibile e la Juventus sembrava volare sul campo tre metri sopra il prato, invece no.
Kane e soci, piano piano, poco per volta, mattone su mattone, ha organizzato la rimonta, la squadra si è riavuta ed è riuscita a recuperare il risultato, semplicemente studiando le nostre mosse.
Gli inglesi poi non marcano a uomo come succede nel nostro calcio, mi chiedo se fosse così difficile resistere e vincere.

Non vorrei che questi gol “pronti via” abbiano seduto la squadra, ma l’esperienza insegna che non bisognerebbe sottovalutare mai l’avversario, il quale non è che abbia fatto un partitone ma ha rimesso i puntini sulle i.

Sono d’accordo che non bisogna deprimersi per un 2-2, ci viene ricordato ad ogni partita che il calcio è imprevedibile, però, una squadra come la Juventus pari al Real e Barcellona, che incontra un avversario che gioca a mio parere un calcio abbastanza elementare, che non dovrebbe sorprendere più di tanto i nostri i quali sono forti e di esperienza, sia stata incapace di reagire senza innervosirsi, rimanendo in balia di se stessa, beh .. forse bisognerebbe veramente sentire “uno bravo”.
La Juventus di quest’anno cade in crisi un po’ troppo spesso, soprattutto di identità quando messa alle strette.
Detto questo, si deciderà tutto a Londra, va bene, e a questo punto per forza.

Va ammesso, e spero che Allegri lo veda, che la squadra non ha funzionato, soprattutto il centro campo si è disgregato senza riuscire a combinare più nulla.
Ma niente drammi, perchè domenica abbiamo una seccatura che ci aspetta, il Derby, chissà che un po’arrabbiatura non metta un po’ di turbo al motore.

Pagelle Juventus Tottenham 2-2

 

Pagelle di Alessandro Magno

Buffon 6,5 La prova è da sette abbondante ma ho l’impressione che abbia posizionato male la barriera sul gol del pari e questo purtroppo incide parecchio sul risultato finale.

De Sciglio 6,5 Dal suo lato fa ottime chiusure sia di piede che di testa e i Londinesi non sfondano , cerca di proporsi anche qualche volta in attacco, peccato per qualche pallone non gestito al meglio.

Benatia 6 molto meno convincente di altre volte. E’ vero che Kane è un brutto cliente ma piu’ di qualche volta mi sembra indeciso. Anche lui male nella gestione del pallone.

Chiellini 7 Fra i piu’ positivi. Oltre a difendere al solito da guerriero cerca, lui che non ha proprio i piedi, di rilanciare l’azione in contropiede.

Alex Sandro 6 Ha un bel da fare , dal suo lato il Tottenham scende spesso. Se la cava quasi sempre ma ha sbagliato la linea del fuorigioco sul primo gol.

Khedira 5 Quasi sempre a terra , quasi sempre saltato. Il Tottenham ha un ritmo troppo superiore al suo e lui è sempre fuori giri. Alla fine si fa anche male ma in mezzo abbiamo patito tantissimo.

Pjanic 5,5 Un poco meglio di Khedira per iniziativa e qualità generale ma anche lui questa sera troppi passaggi sbagliati. E dire che aveva iniziato con quel delizioso assist sul primo gol di Higuain.

Bernardeschi 6,5 Alla fine è uno di quelli che va piu’ al tiro. Allegri lo tiene tutta una partita a destra dove rientra e tira ma io qualche volta lo avrei anche utilizzato al centro.

Higuain 7 E’ sicuramente il migliore in campo, realizza una doppietta porta la squadra sul 2-0 e lotta come un leone contro tutta la difesa avversaria. Peccato il secondo rigore calciato.

Mandzukic 5,5 Prezioso su qualche colpo di testa e in difesa peró anche da lui si ptetende di piu in fase offensiva.

Douglas Costa 5,5 Utilizzo lo stesso metro che ho utilizzato per Pjanic. Ha qualità è fa 2 ottime cose sul primo rigore e su un altra occasione nel finale ma per uno della sue qualità è davvero pochino.

 

Bentancur 6 Meglio di Khedira almeno si fa sentire fisicamente.

Sturaro 6 Anche lui entra bene in partita lottando come deve fare.

Asamoah sv

 

Juventus 5 Quando dopo 10 minuti sei in vantaggio di 2 gol e non la vinci vuol dire che hai sbagliato. Se ti danno anche 2 rigori e non la vinci idem. Sul 2-0 quando hai tutta la possibilità di giocarla come vuoi vai in gestione , cosa che non devi mai fare contro una squadra inglese visto che questi non mollano mai. Secondo tempo giocato meglio ma si doveva vincere.Problema atavico di braccino della Juventus in Champions ancora non risolto e 2 gol presi nella stessa partita dopo che in Italia se n’è preso 1 in 16. Allora o si capisce che la Champions è un altra competizione e bisogna fare diversamente oppure lasciamo perdere.

Allegri 5 Il 4231 si è rivelato sbagliato. La scelta di attaccare era giusta ma la squadra non ha attaccato come il modulo faceva presagire. Questi hanno fatto vedere grosse lacune difensive e ci hanno concesso 6 o 7 palle gol. Purtroppo il centrocampo non ha retto. Khedira e Pjanic sono stati surclassati dai nostri avversari. Sbagliato anche non cambiare rigorista quando già il primo il portiere lo ha intuito. In Inghilterra bisognerà giocarsela perchè contro queste squadre non si puo’ amministrare. Io sono convinto che siamo piu’ forti ma sul 2-0 per noi non te la puoi fare sotto e lasciare il pallino del gioco in mano a loro.

Arbitro 7 Molto bravo sia sui rigori che sulla gestione dei cartellini anche se poteva starci un giallo ad Aurier sul rigore poi sbagliato come è bravo a vedere sul contatto Kane Benatia che è l’Inglese che va sul nostro anche se a velocità normale poteva starci. Qualche fuorigioco secondo me sbagliato ma nell’insieme un buon arbitraggio.

Martedì 13 febbraio 2018 Juventus-Tottenham Hotspurs – Champions League – Allianz Stadium Torino

Scritto da Cinzia Fresia

Adesso viene il bello!
Queste le parole di Giorgio Chiellini in apertura di conferenza stampa, domani, una squadra, un’altra partita.
Un momento magico per la Juventus, coinvolta in tutti i tornei, Campionato, Coppa Italia e Champions, uscita vincitrice e parzialmente illesa da Firenze, è pronta a riprendere il percorso più complicato della stagione, la Champions League.
Molte le domande e riflessioni su quale formazione adotterà Massimiliano Allegri, per vincere contro una squadra a suo dire tattica e fisica, quindi completa.
Sarà il solito primo tempo interlocutorio e il secondo tempo arrembante?
Riuscira’ Giorgio Chiellini a domare Harry Kane?
Domani avremo le risposte, e vedremo se Allegri ci consiglierà di consultare “uno bravo”.
Lo spirito competitivo della Juventus è a 1000, l’unico problema e rammarico è l’indisponibilità di alcuni giocatori veloci, come Dybala e Cuadrado. Dall’altra parte, il Tottenham per conto del suo allenatore, l’argentino di origine piemontese, Mauricio Pochettino, è felice di incontrarci, la sua famiglia gli ha trasmesso l’amore per la nostra squadra, e sostiene che Dybala sia un Campione, e che la Juventus gioca in modo diverso senza di lui.
Tanti complimenti e attestati di stima indica che il tecnico argentino, non teme la Juventus ma la rispetta e confessa di ispirarsi proprio al nostro club, secondo lui di pari livello con il Real Madrid e Barcellona.

Qui nessuno molla.

Articoli di Alessandro Magno

La Domenica calcistica non ha portato le sorprese sperate. Un ottimo Napoli ha battuto in rimonta una Lazio che è durata solo un tempo. Gli ingredienti per il sorpasso c’erano tutti, la Juve vinceva a Firenze su un campo storicamente ostico, il Napoli dopo 3 minuti era sotto 1-0. Invece la Lazio si è spenta e il Napoli dopo il pareggio ha vinto in scioltezza. Se questo doveva esser un turno favorevole alla Juventus, visto che la viola di quest’anno è poca cosa, direi che è stato l’esatto contrario. Il Napoli ne esce sicuramente rafforzato sul piano della consapevolezza e del morale. In ogni caso in questa corsa serratissima la Juve tiene il passo. In ottica scudetto non saprei dire chi possa avere un vantaggio. La Juve ha lo scontro diretto in casa e il Napoli allo Stadium ha sempre perso. Il Napoli si è fatto buttare fuori dalla Coppa Italia e ancor prima dalla Champions per scelta strategica e credo presto si farà buttare fuori anche dall’Europa League per puntare tutto sul Campionato. Un impegno solo a settimana contro i 3 della Juventus potrebbe consentire ai partenopei di utilizzare sempre gli stessi giocatori come stanno facendo dall’inizio senza dover fare nessun turnover.

La Juve a Firenze ha giocato una partita bruttina (primo tempo orrendo) ma molto intelligente e proficua, cercando di limitare i danni creati dalle mosse tattiche di Pioli (marcature a uomo su Mandzukic e Pjanic). Certo gli amanti dello spettacolo avranno storto il naso ma la Juventus è rimasta in partita e ha colpito con cinismo da grande squadra nel secondo tempo. Allegri lo ha ribadito in conferenza stampa non c’è spazio in questa Juve , nella sua Juve, per inutili fronzoli. Ha parlato di play station, altre volte aveva parlato di circo. A chi non piace puo’ dedicarsi a un altra squadra. La Juve non è mai stata una squadra troppo amante dell’estetica, l’unico che alcune volte ha giocato un calcio spettacolare è stato Lippi nella sua prima gestione (le prime due annata), poi questa società ha sempre puntato tutto sui risultati. Ad oggi Allegri è l’allenatore con la piu’ alta percentuale di vittorie della storie del club cioè oltre il 70%, ripeto a chi non piace puo’ dedicarsi ad altro perchè questo è prendere o lasciare. I conti si faranno alla fine e si vedrà se il Napoli riuscirà ad arrivare prima della Juventus. Al momento la Juventus sta facendo qualcosa di incredibile e cioè per il quarto anno di fila a Febbraio è impegnata su tutti i fronti, nonostante stia viaggiando in campionato a una media punti altissima. Scusate se è poco.

Personalmente non invidio nulla al Napoli neanche il gioco, preferisco di gran lunga esser in Champions piuttosto che no. Qualcuno ha qualche complesso di inferiorità verso i partenopei è un problema suo, io se dovessimo perdere il Campionato non ne farei un dramma visto che credo, dopo 6 di fila potrebbe esser pure naturale che lo vinca qualcun altro. Discorsi sulla Var non mi interessano. Sull’episodio di Firenze si è consolata tutta la poca ”intellighenzia” antijuventina. Peccato persino i piani alti del calcio hanno assolto Guida e finanche giornali non proprio amici come la Gazzetta dello Sport hanno sentenziato che la decisione di non dare quel rigore sia stata corretta. E’ un campionato avvincente per molti aspetti, sarebbe bello si cercasse di non avvelenarlo con isterismi e dietrologia da quattro soldi. Capisco che per il Napoli giocarsi lo scudetto sia una rarità in ogni caso tutto questo veleno non è un buono spot per il calcio Italiano e per chi lo tiene a cuore.

La Juventus Martedì gioca in Coppa contro un avversario temibile e in buona forma , questo Tottenham. Sarà un banco di prova per chi dice che il calcio inglese è tanto avanti al nostro. Io sinceramente ogni partita che ho visto di questi d’oltremanica ho visto sempre obbrobri difensivi da terza categoria. Speriamo li facciano anche contro di noi. Certo a questi piace tenere un ritmo infernale e correre come matti su ogni pallone. Anche questo sarà da verificare, ovvero se la Juve accetterà quel ritmo o viceversa abbasserà i giri delle giocate per costringere gli avversari a un calcio piu’ lento e manovrato e meno dinamico tanto caro al vate della ”Halma”. Sono curioso ma anche fiducioso. L’unica cosa che temo è il braccino, ma con Allegri devo dire che, per lo meno nei turni a doppio confronto, non si è quasi mai visto. Chi vivrà vedrà.

Maremmaaaaa!!!!!


Scritto da Cinzia Fresia

Caro Federico Bernardeschi, hai passato l’esame di maturita’ e sei stato promosso a pieni voti, bravo!
Allegri non ha avuto dubbi, sul fatto di voler rendere Federico Bernardeschi protagonista di questa partita, la piu’ difficile, la piu’ dura. Vuoi essere da Juve? Dimostralo .. e il giovanotto altro che se lo ha dimostrato.

La Juventus a Firenze, e’ come una prova in una fossa di Leoni affamati, c’e’ un prima, dopo e durante, l’odio e una rivalita’ eccessiva prendono il sopravvento, sempre troppi falli e troppa violenza. I nostri lo sanno, eppure da li bisogna passarci.

Sembrava, di voler buttare un ragazzo in pasto ai lupi, e qui da casa, eravamo un po’ preoccupati, per i falli che avrebbe subito, per i cazzotti impuniti che potevano fargli male, e non e’ che abbiamo tutti sti giocatori da poterci permetterne un altro infortunato. E invece no.

Federico ha affrontato una partita brutta, dal primo tempo a tratti insopportabile, bloccato e inesorabilmemte noioso, al secondo tempo reattivo dove finalmente la grinta della Juve e’ uscita fuori.
La situazione sembra mettersi male, un rigore concesso e poi ripudiato, grazia la la nostra squadra, sara’ poi la zampata dell’ ex a sbloccare il risultato di un match che sembrava interminabile, che si temeva finisse in pareggio, ma la Juventus e’ imprevedibile e’ bastata una punizione chirurgica, precisa, tagliente come una lama a sconvolgere i viola, non sembra vero, che un ragazzo dal volto di un bambino appena arrivato in una realta’ apparentemente piu’ grande di lui, buttasse all’aria i progetti di una squadra sicura che fosse finito tutto li’.

La Fiorentina, sotto di un gol, percepisce di essere nei guai e reagisce, cominciando a farsi avanti, i nostri difendono e con un po’ di fortuna contengono e respingendo gli assalti avversari, il risultato e’ sempre di 1 a 0, la Juventus pero’ non si arrende, vuole il secondo gol, che finalmente arrivera’: siamo a partita quasi finita, un errore della difesa permette ad Higuain di trasformare un passaggio in un gran gol, cosi’ facendo, la Juve chiude la partita.
Non e’ stata la goleada “come se non ci fosse un domani” non e’ stata una partita spettacolare, e’ stata la rincorsa alla vittoria, una battaglia verso il primo posto.
Comunque Il riposo durera’ poco.
La prossima settimana ci attende un’ altro obiettivo, la Champions League.

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia