Sabato 29 settembre 2018 Juventus-Napoli ore 18 Allianz Stadium – Torino

Scritto da Cinzia Fresia

Seccatura numero 1: la prima della stagione, prepariamoci.
Arriva il Napoli a Torino, allo Stadium, la prima di una lunga serie di seccature.
Arriva l’anti-Juve per eccellenza, perchè questa non è solo antipatia, è qualcosa che nasce dal profondo.
Massimiliano Allegri sfodera il suo senso dello humor in conferenza stampa, a tratti decadente, e con battute da terza media, ma è dura far ridere quando non c’è niente da ridere.
“la partita è difficile per tutti e due, il Napoli è una grande squadra e il suo allenatore anche, ma se si perde non cambia niente.” la sintesi più o meno è questa e direi che sia giusta.

Massimiliano Allegri deve decidere chi affiancherà Ronaldo, se sarà Mandzukic o Dybala, pare siano sicuri Bonucci, Chiellini, Alex Sandro, Pianic e Matuidi, dopo di che si vedrà.
Per mettere sotto il Napoli la squadra dovrà correre parecchio, e bisognerà prestare attenzione a Ronaldo che non venga riempito di botte.
Massimiliano Allegri, tra una battuta e l’altra, minimizza la tensione, sostenendo che anche gli scontri diretti rientrano nella normale amministrazione, l’unica differenza è il pathos e le aspettative dei tifosi.
Comunque .. auspichiamo una partita interessante e soprattutto divertente, che i due avversari si “scontrino” senza ferocia e “possibilmente” con correttezza, puntualizzo che il possibilmente non è un sarcasmo.

Una Juventus quasi perfetta

Articolo di Alessandro Magno

Un ottima Juve ha dominato in lungo e largo il Bologna, che pur veniva da un’ottima vittoria contro la Roma. Le scelte di allegri si sono rivelate quanto mai azzeccate, il 352 rispolverato dopo molto tempo è stato efficace e vincente. La Juventus è partita con la lena giusta, ha sbloccato subito la partita e l’ha chiusa poco dopo con un uno due che non ha dato scampo ai nostri avversari. Si è visto a sprazzi anche finalmente un bel gioco e la partita è stata piacevole, certo agevolato dal fatto che in campo fossero schierati contemporaneamente moltissimi giocatori dai piedi buoni. Unica eccezione l’utilissimo Matuidi giocatore da sempre imprescindibile sul piano dinamico che per non farsi mancare nulla ha segnato. 

Si è rivisto finalmente Dybala ai suoi fasti. Il giocatore ha sfruttato appieno l’occasione che il mister gli ha concesso realizzando un ottimo gol e moltissime belle giocate,  tanto da risultare il migliore in campo. Finalmente. Questo è quello che ci si aspetta da lui.  E’ stato invece risparmiato per i prossimi incontri l’uomo del momento Federico Bernardeschi entrato solo nel finale.

La partita è stata sicuramente facilitata dal fatto di averla sbloccata subito, il Bologna non ha potuto opporre una grande resistenza, anzi anche sul 2-0  ha continuato a difendersi onde evitare un passivo maggiore.  Fa sorridere l’intervista post partita di Inzaghi dove dichiara che nel secondo tempo ha pensato di poterla riaprire. La Juve nella seconda frazione ha giocherellato come il gatto con il topo e non ha infierito solo perché non necessitava di sprecare energie visti i prossimi impegni. Non l’hanno vista mai. Diciamolo chiaramente. Il possesso palla della Juve è stato notevole, sfiorando l’80%. Alla fine si contavano circa 700 passaggi per la Juve meno di 200 per il Bologna. Da sottolineare inoltre le moltissime giocate di prima e gli scambi fra i nostri giocatori, con lunghissimi periodi dove il Bologna non è riuscito proprio a conquistare la palla. 

Senza Mario Mandžukić il gioco è cambiato, si è giocato decisamente più palla terra e con triangolazioni, gli stessi attaccanti si sono scambiati di ruolo più volte senza di fatto giocare con un reale centravanti. Il modulo seppure era un 352, in avanti ha ricordato un po’ il Barcellona di Guardiola quello con il finto nueve. La prova in definitiva è stata molto positiva per quasi tutti, chi più chi meno, nessuno ha demeritato e credo che i giocatori si siano anche divertiti. È mancato il gol di Ronaldo che ogni volta che non segna vive un piccolo psicodramma personale, ma sappiamo che il giocatore vive di questi momenti come sappiamo che il grosso delle sue potenzialità le esprime in Champions League da Gennaio in poi, come sappiamo che è stato preso principalmente per questo. Si tratta solo di essere pazienti che il bello deve ancora venire. 

Mi ha stupito in verità un rigore abbastanza clamoroso per fallo di mano non concesso su azione di Cancelo. Passino le spinte più o meno evidenti su Matuidi e di Benatia su uno dei loro. Diciamo che in quei frangenti si è usato lo stesso metodo ma il mani?  In altri campi vedo rigori dati in abbondanza con manica larga per presunti tocchi di mano non verificabili neanche dalla televisione, qui con un braccio a terra che stoppa il pallone e lo toglie di fatto al nostro giocatore, non viene fischiato nulla. Siamo alla sesta giornata e la Juventus nonostante un dominio totale su tutte le avversarie, non ha avuto ancora un rigore a favore. E questo è perlomeno un fatto curioso visto che episodi controversi ce ne sono stati. Ma arbitri e Var han preso sempre decisioni contrarie a noi.  Ho come l’impressione che agli arbitri italiani sia stato chiesto di non aiutare la Juventus perché è già forte di suo, tuttavia gli arbitri italiani dovrebbero applicare semplicemente il regolamento e fischiare cosa c’è da fischiare. Preferisco sempre sottolineare queste cose quando si vince perchè nelle sconfitte parlare di un errore arbitrale si fa sempre la figura di chi cerca alibi. 

 Il Napoli ha vinto nettamente la sua partita e dopo il colpo a vuoto contro la Samp è tornato ad esprimersi su alti livelli, ci sono tutti gli ingredienti per cui Juventus Napoli sabato sera sia una partita eccellente è spettacolare. La Juve ci arriva senza Douglas Costa e Khedira ma nonostante questo, con molte frecce al proprio arco. Tutti i riflettori sono puntati sullo Stadium. Non è ancora decisiva ma potrà dare un segnale. In un senso o nell’altro. 

Attenti a quei a due!

Scritto da Cinzia Fresia
Finalmente una partita come si deve! E chi lo dice che con le piccole si deve soffire? Dove sta scritto?
La Juventus è stata quello che è, la più forte del Campionato. Basta scuse, giustificazioni, stanchezze ecc.
Un bel gioco e due gol e a dormire contenti.
Massimiliano Allegri riesuma il buon vecchio 3-5-2 ritrovando Dybala, insieme a Cancelo, i migliori in campo.
Ci aspettavamo una maggiore agressione da parte del Bologna già vincente con la Roma, gli uomini di Allegri non hanno minimanente patito l’avversario, anzi hanno invaso la loro metà campo per tutto il primo tempo e buona parte del secondo, la Juventus stasera è stata devastante, non concendendo spazio, la minima speranza e dominando sempre.
La squadra, stasera, si è divertita a giocare a calcio, passaggi precisi e buona costruzione di gioco, il tutto coronato da due gol spettacolari.
Allegri riconquista Dybala, il quale dimostra un ottimo affiatamento con Ronaldo, i due in campo pare vadano molto d’accordo, Paulo ha fatto il possibile per far segnare Ronaldo, questa sera senza gol.
Ma non è obbligatorio che Ronaldo segni sempre, il portoghese non ha disputato tra le migliori partite, ma non è nemmeno andato così male, certo la scena è stata di Dybala, che ci ha fatto rivedere cosa sapeva fare.
Ricapitolando, la partita è andata benissimo, la Juventus ha giocato alla grande vicendo e divertendo il pubblico, un’iniezione di ottimismo per la sfida di sabato contro il Napoli.
Nulla da dire a nessuno, buono il debutto di Perin che non ha preso gol, la Juventus può permettersi due portieri di assoluto valore, ma se vogliamo trovare il “pelo nell’uovo”, forse Pianic vittima del nervosismo e anche Cuadrado non sempre preciso nei lanci.
Una vittoria più che meritata e una risposta sul campo alla fatica di domenica scorsa con il Frosinone.
La Coppia Dybala-Ronaldo si può e potrebbe rendere alla grande, devono giocare insieme, perchè solo con l’affiatemento si raggiunge una maturità utile alla conquista di Champions e Campionato.

Pagelle Juventus – Bologna 2-0

Pagelle di Alessandro Magno

Perin 6,5 Nessun intervento difficile pero’ sempre pronto e ben posizionato e ottimo nel gioco di piedi. Debutto da imbattuto.

Barzagli 6,5 Poco impegnato strappa applausi a scena aperta su un paio di uscite palla al piede. E’ sempre unbel vedere.

Bonucci 6,5 Anche lui pochissimo impegnato delega ad altri l’impostazione del gioco e si limita ad una partita attenta. Pero’ è suo il lunghissimo lancio sul primo gol.

Benatia 6,5 Piu’ impegnato degli altri due perchè il suo avversario è giovane e peperino tuttavia anche Medhi si disimpegna sempre senza problemi.

Cuadrado 6,5 Al solito è volenteroso e intraprendente. Questa sera mi pare abbia qualche difficoltà a saltare l’uomo anche se è comunque positivo.

Bentancur 6,5 Un passo avanti rispetto alla scorsa volta. Certo il ragazzo avrebbe bisogno di giocare di piu’, ma deve anche imparare a ritagliarsi questi piccoli spazi importanti per crescere.

Pjanic 7 A me è piaciuto parecchio. Ha controllato la regia con sangue freddo e ha giocato moltissimi palloni senza sbagliare mai. Una partita intelligente.

Matuidi 7 Ancora una grande prestazione del francese. Recupera mille palloni ma si propone e segna. Bravissimo.

Cancelo 8 Per piu’ di un ora assolutamente devastante. Salta gli avversari con incredibile facilità e sceglie quasi sempre la soluzione corretta.

Dybala 8 Un bel gol e tanto altro. Una prestazione finalmente come ci aspettiamo da lui. Sul 2-0 sono molto belli i suoi duetti con Ronaldo. Il Dybala che vogliamo sempre vedere. Occasione sfruttata al meglio.

Ronaldo 6,5 Il giocatore lo conosciamo vive per il gol e spesso nella stessa partita si accende e si spegne , tuttavia i suoi tocchi, i suoi uno due, i suoi salti altissimi a prendere palle di testa da rimettere per i comagni sono tutti numeri di alta scuola. Un giocatore non ancora perfettamente integrato ma già utilissimo.

Emre Can 6,5 Mi è piaciuto moltissimo. IL suo impatto sulla partita è stato veramente ottimo forse con un poco piu’ di intraprendenza poteva segnare.

Bernardeschi sv

Alex Sandro sv

Juventus 7 Un ottima Juventus che ha chiuso la partita molto presto e poi l’ha controllata ottimamente. Superata la prova del modulo obsoleto 3-5-2. Zero rischi e questa sera anche diverso bel gioco.

Allegri 7 Voleva una vittoria con il minimo sforzo e l’ha ottenuta. Bene il modulo senza un centravanti di ruolo ma con tutti gli attaccanti a inserirsi a turno. Ottimo ilr ecupero di Dybala.

Arbitro 6 Io ho visto un paio di rigori per noi. Almeno quello di mano mi sembrava netto. Tuttavia non combina disastri.

Mercoledì 26 settembre 2018 Juventus-Bologna ore 21 Allianz Stadium Torino

Scritto da Cinzia Fresia

La settimana della Juventus inizia presto, precisamente domani alle 21, i bianconeri saranno alle prese con il Bologna allenato da Filippo Inzaghi.
Massimiliano Allegri avvisa la Juventus che il Bologna ha battuto la Roma e che sarà impegnativo vincere, Ronaldo giocherà, Dybala anche e tra i pali sarà il turno di Perin.
La Juventus già dalla scorsa stagione ha sofferto le ultime in classifica, le quali senza speranza puntano a difendere ma soprattutto, a bloccare nei movimenti gli attaccanti avversari.
Vedremo come i nostri affronteranno la partita di domani e se ripeteranno la gestione come domenica scorsa: a risparmio e risolta negli ultimi minuti di gioco.
Fondamentale sarà non perdere punti, non dimentichiamo che Sabato c’è il big match con il motivatissimo aspirante al titolo Napoli.
Avendo visto Bernardeschi in grande spolvero auspichiamo che il giovane ci faccia vedere buone cose, Massimiliano Allegri ha dato ad intendere che potrebbe adattarsi come mezz’ala, perciò vedremo domani cosa accadrà.

Sesso Juve e Rock n’Roll terza puntata

Immagine anteprima YouTube

 

Questa sera nuova puntata di SJR

 

In questo post verso le 21-30 il link per seguirci alle 22 si parte. Vi aspettiamo. Potete intervenire e farci domande in chat.

Questa la scaletta.

CALCIO

Frosinone Juventus

Mandzukic Dybala Bernardeschi

Juventus Bologna

MUSICA

Faida East Coast West Coast Hip hop

Gibson Les Paul

SEX

Martina Stella Ariana Grande

2 uomini a sorpresa

L’insostenibile difficoltà di essere i più forti

Articolo di Alessandro Magno

Che fatica ragazzi! Anche contro il Frosinone assedio a Forte Apache. Certo, lo capisco, è il prezzo da pagare però davvero si gioca contro squadre che si schierano per il pari. Per qualcuno potrebbe esser addirittura ormai onorevole prenderne pochi. Dopo il 5-5 del Sassuolo, ieri abbiamo visto un 5-4-1 praticamente tutti in area di rigore. E va bene ok, era il Frosinone, ma anche con la Lazio, che è una squadra di alta classifica, il copione è stato il medesimo. Credo fermamente che per giocare bene a calcio bisogna essere in 2. Inoltre, trovo una certa sciocca complicità arbitrale nel tollerare il gioco duro. Ieri moltissimi falli su Cristiano Ronaldo non sono stati fischiati. Mi chiedo se gli arbitri debbano agevolare i calci o il calcio? Se devono proteggere io giocatore di talento o il fabbro? Con rispetto del fabbro.

Così c’è voluta tutta la pazienza e la calma allegriana per scardinare tale saracinesca. Un poco di fortuna (vedi linea del fuorigioco sul primo gol), e soprattutto i cambi. Benedetti i cambi. Allegri ha giocato con una formazione sperimentale, prova ne è il continuo scambiarsi di posizione fra Can e Pjanic. Rugani bene. Bentancur maluccio. Dybala così così. ma ancora rimandato. Mandzukic scarico. Devo dire che sono in sintonia con il mister. Se non fai turnover contro il Frosinone allora non lo fai mai. Sono i giocatori che giocano meno che invece devono dare risposte. Non è umanamente facile, ma giocano nella Juve non nel Caltagirone.

Con il Frosinone sono stati tenuti fuori 3 dei 4 migliori di Valencia ovvero Matuidi, Cancelo e soprattutto Bernardeschi (il quarto era Chiellini). Oggi tenere fuori questi è veramente un lusso. E se per Matuidi, vecchio mestierante del centrocampo, si potrebbe anche soprassedere, per Cancelo e Berna è quasi un delitto. La qualità che i due stanno garantendo alla squadra in questo inizio di stagione è sotto gli occhi di tutti. Entrambi hanno avuto una crescita esponenziale rispetto all’anno scorso. Bernardeschi addirittura sembra un altro giocatore. Sicuramente è quello che è stato più migliorato dall’effetto Ronaldo. Cultura del lavoro della Juve e ossessione per il perfezionismo di CR7 è una miscela esplosiva. È abbastanza evidente che sarà l’anno della consacrazione di Federico. Speriamo sia l’anno buono per molti altri.

Bernardeschi superstar!

scritto da Cinzia Fresia

Come volevasi dimostrare, è stata una partita molto più difficile del previsto, la nostra squadra ha avuto non poche difficoltà ad imporre il risultato, che non poteva essere che una vittoria.
Ad un mese dall’inizio di Campionato si parla già di stanchezza, turn over ecc. ecc., va beh ..gestire le forze è un must, sebbene Allegri sia già alle prese con complicazioni dovute da infortuni e squalifiche.
La gestione del Frosinone era piuttosto prevedibile, Allegri dall’alto della sua esperienza maturata, sa come si comportano queste squadre di bassa classifica dal gap tecnico incolmabile, puntare al massimo ad un pareggio, il cui valore equivale ad una vittoria, capirete contro la Juventus di Ronaldo, in caso di riuscita c’era da festeggiare per un mese.
Partendo dalla formazione, già si capiva che non poteva funzionare, Alex Sandro .. ha fatto fatica a Valencia, era una possibilità lasciarlo riposare, la difesa in questo caso avrebbe retto anche senza i titolari, poteva essere un’opportunità per schierare Benatia, che nel frattempo sta facendo “le ragnatele” e non avrei messo Cuadrado in difesa, “pover òm” (pover uomo) perchè proprio non c’entra una mazza con quel ruolo, se per inserire un difensore in più forse a spanne avrei messo qualcun altro, magari avrei lasciato Mandzukic anche in panca, che male non gli avrebbe fatto, mettendo Bernardeschi da subito, e perchè non provare il tridente Bernardeschi-Ronaldo-Dybala? Il Frosinone non è stato un pericolo mai per i nostri difensori, se lo è stato non è causa loro, che hanno tirato in porta pochissimo in quanto troppo impegnati a non farci fare gol e devo dire meno male, che un briciolo di fortuna ci ha dato una mano.
Questo genere di avversari il cui risultato dovrebbe essere scontato, ci mettono in troppo in difficoltà, per colpa di errori evitabili: Una squadra troppo lenta e senza gioco, a riposo sullo 0-0, e con alcuni giocatori in palese difficoltà, costringe Allegri a correre ai ripari, dovendo velocizzare a tutti i costi, e considerato che Douglas Costa, non era a disposizione, si è giocato le opportunità, Cancelo, Matuidi e Bernardeschi, e soprattutto l’ultimo ha fatto la differenza.
Vittoria, è l’unica cosa che conta, Ronaldo sblocca il risultato e Bernardeschi a pochi minuti dalla fine, lo mette al sicuro, finalmente è finita.
Non è il caso di esaltarsi per aver vinto a Frosinone, certo che no, però, tre punti messi via fanno sempre comodo.
Ora ci si rende conto come sia mancato uno come Douglas Costa.
E’positivo non aver preso gol! Non fa una grinza.
Questione Dybala: sta bene, anche fisicamente, ma non riesce in questa Juve a tornare come prima, come se avesse l’ansia da prestazione, tuttavia averlo tenuto in campo fino a termine partita è stato corretto.
E’una settimana di passione, mercoledì saremo di nuovo in campo e sabato c’è il Napoli, che pare stia benone.

Pagelle Frosinone Juventus 0-2

Pagelle di Alessandro Magno

 

Szczesny 6 Direi politico. Si fa notare per qualche presa aerea in ottima scelta di tempo.

Cuadrado 6,5 Sicuramente uno dei piu’ intraprendenti anche se crossa sempre un poco da troppo lontano senza mai andare sul fondo. Certo se non ci fossero i suoi cross nel primo tempo non ci sarebbe proprio nulla.

Rugani 6,5 Una partita facile dove con Chiellini giganteggia sul nulla avversario. Per poco non la sblocca con una pregevole e difficile rovesciata.

Chiellini 6,5 Un po’ stanco e impreciso nel finale ma ci vuol ben altro per impensierire il Capitano che gli avanti del Frosinone.

Alex Sandro 6,5 Oggi abbastanza intraprendente anche se gli manca in diverse occasioni sia la precisione che la velocità. Pero’ come Cuadrado crossa molto. Piu’nel secondo tempo che nel primo.

Bentancur 5,5 Una partita difficile per il ragazzo dove il centrocampo del primo tempo non ha brillato troppo.

Pjanic 6,5 Da lui mi aspetto molto di piu’ ovvero quel tocco di fantasia ad illuminare la scena. Oggi per molti minuti non mi è piaciuto. Per fortuna non si è arreso ed è venuto fuori nel finale. Bel segnale ha dato partendo in contropiede al 95mo.

Emre Can 6 E’ ancora abbastanza fuori dal contesto anche se fa valere moltissimo la sua fisicità nel recuperare la palla. Certo lo abbiamo comprato dopo un lunghissimo conrteggiamento che ci fa aspirare ad altre e piu’ alte prestazioni.

Dybala 6 Il ragazzo si impegna tantissimo e si muove molto su tutto il fronte del gioco, tuttavia non riesce quasi mai a trovare la giocata vincente o il tiro. Lo dico da suo fan così è ancora troppo poco.

Mandzukic 5 Dopo Sassuolo dove era stato insufficiente e Valencia dove si era salvato con una prestazione stoica in 10 contro 11 per piu’ di un ora forse meritava un giusto riposo. Oggi combina pochino. Giusto alcune sponde di testa. Un po poco.

Ronaldo 6,5 E’ il piu’ intraprendente dei titolari con Cuadrado. Prova piu’ volte la soluzione vincente e alla fine la sblocca con un guizzo. Qualche giochetto di troppo sullo 0-0 ma è Cr7 e ci dobbiamo abituare.

 

Bernardeschi 7 Dopo la grossa prestazione di Valencia meritava una maglia da titolare Allegri lo sacrifica per dare una giusta opportunità a Dybala ma il Berna non si scompone, anzi entra e spacca la partita di brutto. Tante tante belle giocate e il gol finale.

Cancelo 7 Come Berna entra e spacca la partita e la difesa avversaria. A differenza di Cuadrado riesce spesso ad andare sul fondo e risulta anche piu’ imprevedibile.

Matuidi sv

 

Juventus 6 Per un oretta una Juventus bruttina. Manca il ritmo giusto che è veramente fiacco e soprattutto pare manchino le idee. Pjanic e Dybala sembrano abbastanza abulici e il solo CR7 cerca di cavare ragni dal buco. Fortuna già nei primi minuti del secondo tempo si vede una maggiore verve e soprattutto i cambi risultano devastanti.

Allegri 6 Capisco il turnover d’altronde se non lo attua contro il Frosinone qualcuno come Rugani rischia di non giocare mai. Purtroppo la formazione titolare non ha funzionato molto. Per fortuna si è vinto alla distanza altrimenti sai le critiche?

Arbitro 6,5 A parte qualche fallo invertito fisiologico direi un arbitraggio che non ha lasciato il segno. Quindi positivo.

23 settembre2018 Frosinone-Juventus ore 20.30 Stadio Benito Stirpe – Frosinone

Scritto da Cinzia Fresia

la Juventus domenica sera, ritorna in campo in quel di Frosinone, capoluogo della Ciociaria, praticamente invaso da supporter Juventini, i quali hanno offerto tutto il loro affetto e simpatia per la squadra.
L’espulsione di Cristiano, è ormai acqua passata, il portoghese vuole vincere e segnare tanti gol.
Massimiliano Allegri, invita alla calma e riflessione, ricordando la pericolosità di questi episodi dove la penalizzazione condiziona il risultato, la Juventus deve mantenere la fila di successi, e non calare proprio in questo momento. Domani, potrebbe essere il giorno di Dybala, magari si vedrà già dal fischio di inizio.
Queste sono occasioni per non perdere punti, ci si aspetta la fazione ciociara desiderosa di farsi notare, i nostri risponderanno a tono verso le aggressività, imponendo il loro ritmo, e speriamo un una bella goleada firmata Cristiano Ronaldo.
Un’occasione per Paulo Dybala per ritrovare se stesso e il suo ruolo in Juventus.

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia