Pagelle Olympiacos Juventus 0-2

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 7 Pochi interventi ma molto utili. Uno veramente bello di piede anche se l’azione sembra viziata da un fuorigioco non segnalato. Altre parate a terra su cross o uscite tempestive. Qualche giocata con i piedi un poco troppo avventurosa.

De Sciglio 7 Difficile trovare qualche sbavatura in questa partita. Se inizia a spingere un poco di piu’ ne vedremo delle belle anche perchè ora con la serenità ritrovata sta facendo vedere di avere piedi molto educati.

Benatia 7 Contribuisce alla tenuta granitica della difesa con la ruvidezza necessaria al caso. Anche se c’è da prendersi un giallo non si tira indietro. Continua il suo momento felice. Un gigante.

Barzagli 6,5 Spesso è lui a impostare l’azione lascia il lavoro piu’ sporco a Benatia e lui si limita quando puo’ a giocare di fino.

Alex Sandro 6 Primi 20/25 minuti davvero bene fino a collezionare anche l’ottimo assist per Cuadrado, poi pian piano si esaurisce fino ad un secondo tempo quasi da festival degli orrori.

Khedira 6 Ordinato e combattivo. Non aiutato secondo me dalla scelta tattica di Allegri di giocare con lui e Matuidi a 2. Meglio con il centrocampo a 3 quando entra Pjanic.

Matuidi 6 Tanta corsa , tanti palloni recuperati. Purtroppo nel disordine lui ci sguazza e l’Olympiacos è squadra disordinatissima.

Cuadrado 6,5 Gran bel gol di velocità è tempismo che mette la partita in discesa poi a corrente alternata. Forse non è ancora al meglio della forma.

Dybala 5 Un primo tempo così così poi tanto tanto male nella ripresa. Alla fine Allegri lo toglie giustamente perchè sta perdendo tutti i palloni e ci fa giocare uno in meno.

Douglas Costa 5,5 Alex Sandro 2.0 Parte bene si perde male riesce ad avere ogni tanto sprazzi di luce e metter buoni cross ma in definitiva non troppo incisivo questa sera.

Higuain 7 Alla gara dei palloni recuperati arriva primo. Non tante palle buone da scagliare in porta ma tanto tanto sacrificio.

 

Pjanic 6,5 Entra e rimette in ordine squadra e centrocampo. Pur senza strafare la Juve con lui è piu’ quadrata.

Rugani 6,5 Anche lui entra molto bene in campo. Da capire sulla traversa se è piu’ un suo errore farsi anticipare o se è piu’ un suo intervento di disturbo a portare il giocatore greco a colpire in modo scoordinato e prender la traversa.

Bernardeschi 7 Un gol sontuoso. Alla Robben. Pochi minuti giocati per lui e diversi gol segnati quest’anno. Alla faccia di chi dice che non è buono.

Juventus 6,5 La Juventus vince in Grecia dove non è proprio una passeggiata di vita. Clima ostico Greci abbastanza cattivi. Resta la solita prestazione un po’ così. Bene all’inizio. Qualche ansia di troppo durante. Per fortuna questa volta qualcuno la chiude sul 2-0.

Allegri 6,5 Squadra secondo me non troppo bilanciata con tanti che difendono poco in campo. Finchè c’è il sacrifico di tutti la cosa funziona, anche perchè l’avversario non è un fulmine di guerra. Appena Dybala inizia ad esse un poco appannato schiera Pjanic e 4-3-3 e le cose vanno meglio.

Arbitro 5 Tutte ma proprio tutte nessuna esclusa , le spallate dei greci sono irregolari. Quando si va spalla contro spalla non ci deve esser nessun movimento del braccio.Ogni volta che si allarga il braccio è fallo. Forse voleva arbitrare all’ingese ma così è arbitrare alla scarpone.

Martedi 5 dicembre 2017 Olimpiakos-Juventus ore 20.45 Atene


Scritto da Cinzia Fresia
Terminati i festeggiamenti dedicati alla vittoria contro il Napoli, la Juventus fa le valige e vola ad Atene, per la conquista del primo obiettivo di stagione, il passaggio di turno in Champions.
Massimiliano Allegri vuole vincere la partita, ed e’ per questo che spera di avere i migliori in forma.
L’aver battuto il Napoli non significa nulla di definitivo se non un’occasione per recuperare punti, domani sera sara’ diverso, se si sbaglia si rischia di restare a casa, percio’ Allegri chiede alla sua Juventus altissima concentrazione.
I ragazzi dovranno mettercela tutta, poiche’ la posta in palio e’ alta, e Allegri, ha tutta l’intenzione di riscattare la Juventus dai fallimenti precedenti. La Juventus ci ha abituato a sorprenderci, speriamo si ripeta domani.

Higuain sta a 1 le chiacchere e i chiacchieroni stanno a 0

 

Articolo di Alessandro Magno

Tenetevi forte e chi non ha il fegato non legga, si fermi qui, perchè m’aggia scfugà. Napoli Juventus è finite 1-0 per noi, la Juve che vince sei scudetti di fila è andata sul campo degli imbattuti capolisti con mentalità provinciale. Umile. Come spesso è umile Allegri. Sarri invece ci voleva spezzare le reni. Superbo come tutta la sua città, i suoi tifosi, la sua squadra. Infatti hanno perso. Tutto l’amore, il colore, il sapore , la poesia e la modernità e il futuro del calcio, spernacchiato dal gioco cazzuto mordi e fuggi, dal gioco tutti compatti e uniti e portarsi a casa i 3 punti. Mi viene in mente Eduardo quando fa la pernacchia. Ecco arriva il Napoli del bel gioco totale, galattico, universale, champagne, sole , amore e poesia ….prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr prrrrrrrrrrr prrr prrrr prrr prrrr. O Maronna mia.

Che poi diciamola tutta, questa poesia e amore per il calcio a Napoli non esiste. E’ solo la solita spocchia trita e ritrita di chi se la canta e se la suona da solo. Quando la volpe non arriva all’uva dice che non è buona. Così quando il Napoli non vince nulla, e fino ad oggi non ha vinto nulla, ci si inventa il calcio champagne made in margellina, il calcio spettacolo de pane amore e fantasia. Si come no. Non si è visto nulla di tutto questo. Si è vista un ottima squadra nulla da ridire, che pero’ privata delle sue peculiarità, resta una squadra mezza persa. La verità è che Sarri è un bravo allenatore ma è un pessimo stratega. Riesce a perdere anche le partite, che con un poco di accortezza e meno spregiudicatezza, potrebbe pareggiare. Perchè al Napoli bastava un punto per restare a piu’ 4 e invece ha perso. Sarri è un ottimo vice allenatore. Quello che fa fare il mazzo ai giocatori in campo e gli da qualche dritta. Poi la strategia è un altra cosa. Quella è bene che la faccia un mister che non è solo un uomo di campo con la tuta aderente. Perchè anche nel dopo partita non gli è passato nemmeno per la testa un momento che la Juve è stata dietro per strategia. Che così facendo ha cercato di non dare campo aperto alle loro punte. Perchè la Juve da squadra intelligente teme i punti forti degli avversari per cui teme Insigne, Mertens e Calleijon, invece loro no, loro sono il calcio totale e infatti prendono gol su contropiede da Higuain uno che li purga sempre. E’ andato via l’altro giorno già gli ha fatto 5 gol. Ma Higuain a loro non serve scherzi.

Se la vogliamo dire tutta, il calcio del Napoli è fare bene 4-5 cose e basta. Pero’ le fanno molto bene e le fanno sempre bisogna dirlo. Peccato che gli avversari cambino e non sempre il medesimo gioco da gli stessi risultati contro ogni avversario. Va da se che il Napoli è riconoscibile e ha un idea di gioco ben individuabile. Questo a volte è un pregio altre un difetto. Giocano a memoria. Vero. Se gli blocchi quelle 4-5cose che sanno fare a memoria pero’ non sanno fare altro. Di contro la squadra nostra è versatile e camaleontica. Sa cambiare e sa adattarsi. Sa giocare in attacco come contro Benevento e Crotone, e sa soffrire e giocare dietro come contro Barcellona e Napoli. Non ha ancora dato il meglio di se ma è anche vero che Allegri cambia 5-6 giocatori a partita. Un poco per infortuni, un altro perchè vuol centellinare le forze di tutti. Il Napoli fa giocare sempre gli stessi e spesso fanno bella figura, peccato che quando si fa male Rui entra Maggio che sarà stato imbalsamato un paio di anni per far numero oggi. Peccato che si fa male Insigne e non c’è uno straccio di altro attaccante in panchina che possa entrare. Invece Allegri vada a giocare a Napoli senza Mandzukic, Lichtsteiner, Howedes e con Bernardeschi, Cuadrado e Higuain acciaccati ma non accampi scuse, ma tiri fuori lo stesso un ottima formazione, mentre Sarri che si lamenta di ogni cosa ogni 3 per 2 , non è in grado di sfruttare nemmeno i giocatori che ha in panca, tanto è vero che Giaccherini che con noi vinse pure degli scudetti con Sarri è sportivamente defunto. Ma Sarri è il genio e Allegri il pirla. Questo per tutti anche per molti dei nostri. Poi Sarri contro Allegri ha vinto una sola volta, in Coppa Italia quando la sua vittoria se l’è fatta fritta con il capitone a Natale, visto che è stato eliminato lo stesso. Sarri ha parlato di superiorità territoriale. Peccato che la superiorità territoriale è un apostrofo azzurro ciuccio fra le parole non serve a un cazzo se non vinci. Sarri ha la superiorità territoriale, il possesso palla, più tiri verso la porta, più calcio champagne, più tutto ma ha perso. Mi viene in mente la scena di Toto’ turco napoletano, quando Toto’ da un calcio nel sedere a Carluccio uomo di ferro: ”Pasquà hai visto? Antò hai visto? Concettì hai visto? Lui pero’ l’ha sentito”. Sarri l’ha sentito.

E poi il calcio raccontato da giornalisti come Varriale mamma mia Signore. Varriale che fa un tweet accusando Higuain di esser un uomo piccolo per aver risposto agli insulti dei suoi compaesani. Sarebbe bello avere un tweet anche contro i suoi paesani Napolesi visto che Higuain non è andato a insultare nessuno di sua iniziativa ma appunto ha risposto a provocazioni varie. Ma a Napoli non si provoca il Napolese ha sempre ragione a prescindere. Il suo è colore , ironia. Gli altri insultano i Napolesi, non il contrario ci mancherebbe. Il nordico è sporco , brutto e cattivo e razzista. Il Napolese quando fa lo stronzo è solo per ironia. Che non si dica mai male del tifo più bello del mondo. Fra poco sono piu’ salvaguardati dei Panda ma con la simpatia di un gatto attaccato ai coglioni. Che poi io mi chiedo che tipo di contratto ha questo Varriale con la Rai, a vita? Mah! Non c’è da stupirsi questo è l’amore dei Napolesi, si respira amore quando si arriva a Saigon per la partita. Anche i cori contro Higuain augurandogli la morte a lui e ai suoi famigliari sono amore e colore e simpatia. Anche il fatto che sono 5 anni che non possono andare i tifosi bianconeri nel loro fatiscente stadio che non è nemmeno il loro ma è del comune, anche quello è amore. Anche il fatto di inseguire il pulman della Juve con motorini con lancio di oggetti sempre amore, come amore è aver costruito un tunnel appositamente per impedire il lancio di oggetti sui giocatori della Juventus come avvenuto in passato. Ovviamente è un lancio d’amore e poetico, è una manifestazione d’affetto calorosa nei confronti dei nostri ragazzi. Che poi l’albergo dove dormono i giocatori sia blindato e che ci sia gente che disturbi tutta la notte il sonno dei nostri calciatori è amore, poesia ma non solo, e anche civiltà e soprattutto sportività.

Ma non dobbiamo esagerare perchè anche il pessimo sindaco che hanno e quando dico pessimo esprimo un mio libero giudizio sul sindaco che per me da cittadino evidentemente può esser pessimo, dicevamo di costui che da ex magistrato aizza la folla anche lui ed è assai permaloso e mica interviene per dire qualcosa contro i suoi concittadini, no magari fosse …. lui pero’ magari gli segnalano questo articolo, lo legge, e ci da filo da torcere. Sempre in modo sportivo e poetico chiaramente. A Napoli l’amore e la poesia esce dai tubi di scappamento delle auto mica come a Torino che c’è lo smog. Da loro dagli scooter dove si viaggia in 4 senza casco esce la brezza marina. Il sindaco ha fatto l’assessorato per la difesa della città per cui forse stiamo dicendo qualcosa di male e ci dobbiamo limitare. Che poi questa difesa della città fa per lo meno sorridere, hanno una squadra di mercenari peggio che peggio. Pare una barzelletta . Ci stanno 4 spagnoli, un belga, un albanese, un portoghese uno slovacco e un italiano (Insigne). Dai quale difesa della città?  Menomale che Insigne è napoletano, almeno uno su 30.

Noi ce ne torniamo da Saigon con la vittoria. Consapevoli che dobbiamo crescere e migliorare, nonostante 6 scudetti vinti pensiamo ancora che si possa migliorare. Consapevoli di aver fatto un eccellente primo tempo e aver difeso bene il gol nel secondo tempo. Si poteva fare meglio. Si poteva fare come il Manchester City che li ha demoliti dopo averli fatti sfogare. In questo non siamo stati bravi o non siamo stati abbastanza stronzi. A loro probabilmente lasciamo la consapevolezza che sono i migliori dell’universo e di tutte le galassie e dei sette mari, che anche se non vinceranno nulla saranno sempre i più belli , ammirati, poetici, ironici, spassosi e soprattutto simpatici e che sotto al Vesusvio scorre un fiume di champagne dove solo loro si dissetano. D’altronde Juventus e Napoli fanno due sport diversi. Noi giochiamo al calcio giocato. Quello che si gioca 11 contro 11 a volte si soffre, altre si soffre meno, e vince sempre chi fa un gol più degli altri. Il Napoli gioca al calcio chiacchierato. In quello ad oggi sono ancora i numeri uno.

Una punizione esemplare

Serie A, Napoli-Juventus alle 20:45 (elaborazione)

Una beffa: il Napoli contro ogni massima previsione perde, caduta nella trappola della Juventus, nella trappola di Gonzalo di Higuain.
L’ex, tempestato di fischi tutto il periodo in cui si e’ trovato a Napoli, ha detto basta alle cattiverie, ai fischi e alle brutture di un pubblico che non vuole perdonarlo e lo ha fatto segnando un gol.
Dopo di che, la Juventus tutta arroccata in difesa, amministra il risultato portandosi ad un punto dalla prima classifica.
Come e’ potuto accadere?
A volte la rabbia, il senso del dovere e l’orgoglio prendono il sopravvento sulla razionalita’, il Napoli ritenuto super favorito, con un bel gioco e altresi’ bello a vedere, sebbene l’immediata reazione non è riuscita a rimontare il risultato.
Durante il secondo tempo gli uomini di Sarri hanno combattuto caricando di tiri e obbligando la Juventus nella sua meta’campo senza quasi mai uscire, ma nulla da fare contro Gigi Buffon.
Pubblico ferito e senza parole con lo sguardo perso nel vuoto.
Grande prova di carattere per i nostri, i quali, senza sostegno, rimaneggiati e incerottati conquistano una vittoria sulla carta impossibile, lasciando il San Paolo tra le risate, le loro.
Nessun episodio sospetto, nessun favoritismo, solo bravura ed un pizzico di fortuna.
Ma ora che succede?
Parere personale: La Juventus ha reagito di rabbia, senza attaccanti e con centrocampisti non particolarmente in forma, e come unica opzione ha giocato in difesa e in questo caso è andata bene, devo dire che dal Napoli mi aspettavo molto di più soprattutto in casa, complimenti ai ragazzi che se la sono giocata, buttandosi a capofitto nell’impresa, senza farsi intimidire da un ambiente totalmente ostile, la vittoria inaspettata ha sorpreso in positivo l’organico il quale puntava almeno a non perdere.
Tuttavia, Massimiliano Allegri, spegne gli animi, con la Juventus ad un punto dalla prima, domenica, l’Inter in caso di vittoria potrebbe scavalcare le prime due e ritrovarsi prima, considerando sempre favorito il Napoli per la conquista scudetto.
Ritengo che, con margini così poco significativi la lotta scudetto è ancora lunga e riguarda al momento quattro squadre.

Pagelle Napoli Juventus 0-1

 

Pagelle di Alessandro Magno

Buffon 7,5 Non fa parate particolarmente difficili ma disinnesca tutto con calma olimpica e classe da par suo, sia di mano che di piede. Non rischia mai la presa ma preferisce respingere credo che ci fosse qualche problema di scivolosità della palla. Forse umidità.

De Sciglio 6 Gioca un primo tempo sontuoso, veramente veramente bene, esce spesso palla al piede e con tocchi precisi, Insigne è sempre ben stoppato e non riesce quasi mai ad arrivare al tiro. Nel secondo tempo perde man mano di lucidità fino a rischiare piu’ di qualcosa con distrazioni stupide. Alla fine Allegri deve toglierlo prima che combini qualche guaio.

Benatia 6,5 Anche lui pronti via non azzecca un rinvio,soprattutto di testa, poi piano piano acquista autorevolezza e la sua prestazione migliora fino a finire alla grande.

Chiellini 5,5 Mi spiace dargli un insufficienza perchè gli voglio bene come a un fratello, ma ho contato per lo meno 5 rilanci sbagliati e regalati agli avversari. Davvero troppi per uno della sua esperienza.

Asamoah 6,5 L’uomo in piu’ di Allegri stupisce con una prestazione veramente convincente soprattutto in difesa dove non concede niente a Calleijon.

Khedira 6 30 minuti veramente bene dove prende palla imposta e la porta nella metà campo avversaria, poi black out e sparisce completamente. Forse chissà si sarà fatto male. Cerca di sfangarla con il senso della posizione ma alla fine esce perchè non riesce ad intervenire piu’ su nessun pallone.

Pjanic 6,5 Pronti via una palla persa da fesso poi sale in cattedra e sbroglia molte situazioni e spesso gioca da difensore aggiunto. Non era facile per lui giocare con il Napoli sempre in pressione spece nel secondo tempo, infatti anche lui non riesce a trattenere molto il pallone ma si rende lo stesso utile.

Matuidi 6 Collabora al controllo difensivo della partita con grande abnegazione. Lui, che per senso della posizione non è un mostro, riesce a scalare e raddoppiare sistematicamente dal lato di Asa e gli da grande aiuto. Peccato i piedi sono quelli che sono perchè ha un ottima occasione per fare il gol del 2-0.

Douglas Costa 7 Una partita eccellente sia dal punto di vista offensivo che difensivo. Sul gol opera un taglio che porta via parte della difesa ad Higuain. Molte volte parte palla al piede e o si conquista fallo o riesce a creare qualcosa. E’ diventato un arma importante. Se inizia a segnare …

Dybala 7 Ottimo l’assist per Higuain ha anche una palla per fare il 2 ma tira fuori. In mezzo tanta abnegazione in pressione su Jorginho e su Koulibaly quando avanzano. Primo difensore. Una prestazione di grande sacrificio a lui che spesso si rimprovera di esser leggero.

Higuain 8 2 occasioni un gol e mezzo. Nel suo ex stadio fatiscente, contro il suo ex pubblico per nulla sportivo e il suo ex presidente odioso come un gatto attaccato alle palle. Odiato da tutti come la peste. Una goduria immensa per lui e per noi il suo gol e il tabellino che recita Napoli Juventus 0-1 Higuain. Da sbattere in faccia a tutta Napoli e ai Napolesi.

Marchisio 6 Il cambio piu’ desiderato visto che Khedira in quel momento cammina. Non ha modo di mettersi in mostra ma almeno aiuta la squadra.

Cuadrado 6,5 Allegri stupisce tutti sostituendo un grande Douglas Costa per metter Cuadrado ma Cuadrado lo ripaga con una prestazione difensiva eccellente.

Barzagli 6 Mette la sua esperienza al servizio della squadra e della difesa. La Juve finisce non rischiando quasi nulla.

 

Juventus 6,5 Il primo tempo credo che sia il miglior primo tempo della Juventus di quest’anno, squadra che difende con criterio e attacca con veemenza. Il secondo tempo a me non è piaciuto. All’italiana catenacciara o alla Mourinho o alla cholismo. Tutti a difendere il risultato quando si poteva pure tentare di chiuderla. Alla fine sono dovuto stare tutto il tempo a guardare il cronometro e alla fine quasi partorisco. Se penso che era solo il Napoli secondo me un secondo tempo eccessivamente giocato dietro.

Allegri 7 Vince a Napoli 1-0 e infligge la prima sconfitta del Napoli in campionato. Vince dove la Juve mi pare non vinca da 4 anni e infligge l’ennesima sconfitta a Sarri che contro il nostro mister ha vinto solo una volta in coppa Italia vittoria fra l’altro inutile perchè il Napoli verrà in quel frangente eliminato. Ok tutto giusto. Pero’ secondo me si poteva soffrire un poco meno.

Orsato 8 Non lo amo come non amo tutti gli arbitri italiani che trovo molto paraculi ma devo dire che ha arbitrato magnificamente senza farsi prendere la mano dalle proteste, ammonendo secondo regolamento e giudicando bene ogni situazione. Migliore in campo sicuramente con Higuain.

Venerdi 1 dicembre 2017 Napoli – Juventus ore 20.45 Stadio San Paolo – Napoli

Serie A, Napoli-Juventus alle 20:45 (elaborazione)

scritto da Cinzia Fresia
la Juventus inaugura la prima notte di dicembre a Napoli allo stadio San Paolo: un buon test, cosi considera Massimiliano Allegri, la partitissima contro la piu’ in forma della classifica.
Una notte da incubo si preanuncia per i bianconeri a caccia di una vittoria al San Paolo, perdere vorrebbe dire allontanarsi dalla vetta di 7 punti, di contro il Napoli ha la sicurezza della posizione in classifica e la consapevolezza che gli uomini della Juventus non sono al top.
La criticita’ del match non facilita il pronostico, il Napoli e’ favorito, ma l’imprevedibilita’ di una squadra come la Juventus potrebbe ribaltare tutto, un pareggio accontenterebbe l’una e l’altra, perche’ non cambierebbe nulla.
La Juventus se intende vincere, dovra’ essere arrabbiata e spietata, e puntare dritto al bersaglio.
Buona fortuna ragazzi, vedremo se Allegri schierera’ Higuain, grande atteso e forse grande assente, a causa dell’infortunio subito alla mano.
Ci aspettiamo una grande partita, combatutta e giocata con correttezza, nella speranza che i nostri tornino a casa tutti interi.

Una vittoria scaccia pensieri….anzi no.

Articolo di Alessandro Magno

 

Ci è voluto un tempo a piegare la strenua resistenza del Crotone. La partita era apparsa subito secondo il copione prestabilito Juve all’attacco, Calabresi arroccati nella propria metà campo, anzi negli ultimi 25 metri. Alla fine la Juventus era pure stata abbastanza imbrigliata tanto che nel primo tempo le occasioni sono state solo 4 e di queste solo un tiro è stato veramente pericoloso, quello di Alex Sandro dal limite , che ha costretto il loro portiere a un bel tuffo . Troppo lenta la manovra , troppo compassata la squadra. Il Crotone ha avuto sempre il tempo di organizzare la difesa. Ovviamente i deliri dei tifosi si sono sprecati soprattutto dopo il primo tempo. Io non comprendo davvero perchè oggi si voglia tutto e subito. Non era lecito immaginare una partita di questo genere? C’è una percezione delle cose distorte. Premetto non è che la Juve faccia vedere un calcio spumeggiante, tuttavia si vedono cose negative anche nel momento in cui queste mancano. Ieri ad esempio fra le tante, anche di amici che stimo, ho letto che noi facciamo fatica a segnare mentre Napoli e Inter fanno 5-6 gol a partite, poi siccome sono un rompicoglioni curioso vado a controllare e la Juventus ha il miglior attacco della serie A. Altre cose che leggo è che le altre contro le piccole le partite le sbloccano già nei primi minuti e chiudono le prime frazioni già 2-3 a zero, anche questo controllo e non è vero solo Ieri la Roma contro il Genoa segna dopo un ora, l’Inter dopo mezz’ora e il Napoli, idem dopo mezz’ora su un rigore anche inventato. Ripeto è una percezione che tutto quello che fanno gli altri vada meglio, forse dovuta al fatto che si è persa l’abitudine a inseguire. Oggi la Juventus in Campionato ha 34 punti su 14 partite che portano a una previsione di oltre 90 punti a fine campionato, una media ampiamente da scudetto. Di conseguenza se ci sono altre 2 squadre che vanno piu’ forte , evidentemente brave loro piu’ di noi ma non per questo la Juve sta viaggiando male. E per male intendo a livello punti e classifica.

Il secondo tempo è stato nettamente migliore. E’ bastato sbloccarla come sempre è in queste occasioni e poi si è dilagato in scioltezza. Ottimi quasi tutti. Bene aver visto finalmente Howedes , come dice qualcuno: ”Allora esiste”. Un po a corrente alternata Alex Sandro e Lichtsteiner ma direi tutti sopra la sufficienza. Sono stato devo dire molto contento del gol di De Sciglio giocatore anche questo eccessivamente attaccato da tifosi che evidentemente non hanno meglio da fare che insultare i propri giocatori. La ciliegina sulla torta sarebbe stato il quarto gol di Sturaro e allora mi sarei messo il cappotto e sarei andato casa per casa di qualcuno che anche a Stefano gli ha rotto l’anima da sempre, ma non si puo’ avere tutto dalla vita, per il gol di Sturaro dovro’ attendere. Niente c’è poco altro da dire, salvo che qualche malato mentale che per fortuna non è fra i miei amici ha avuto anche da ridire ieri sera dopo la vittoria, storpiando un pensiero di Allegri che volendo elogiare la difesa che non ha concesso occasioni ha detto: ”L’importante è avere un assetto difensivo importante perchè tanto davanti con i giocatori che abbiamo il gol prima o dopo arriva”. Pare una cosa scontata eppure a questi frigidi di Juve che non godono mai neppure quando vincono è arrivato il messaggio ”ecco vedi ha ammesso di non avere schemi”. Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.

La Juventus ha qualche problema di gioco lo ammetto anche ieri nel primo tempo si è stati troppo lenti e prevedibili. Abbiamo battuto il Crotone per carità non è il Real Madrid ed è venuto a Torino per cercar di strappare un punto. Siamo migliorabili anzi direi che ancora c’è da migliorare. Pero’ raga nemmeno si puo’ aver sempre da ridire e fatevela ‘na risata qualche volta.

De Sciglio night!

 

scritto da Cinzia Fresia

Vinta! E a punteggio pieno.
Bravi!
Un primo tempo non brillantissimo, giocato un po’con il freno a mano, non ha offuscato la prestazione della Juventus che vince con punteggio pieno, 3-0 contro un Crotone dignitoso e per nulla rinunciatario. Un risultato giusto considerato il divario tecnico tra le due squadre, e accettato anche dagli avversari.
Stasera però, è stata la notte magica di De Sciglio, che ha segnato il suo primo bellissimo gol, un’espolosione di gioia in campo ha invaso tutto lo Stadium e grande felicità da parte di tutti i compagni juventini accorsi ad abbracciarlo, compreso il super Capitano Gigi Buffon. De Sciglio arrivato in Juve dopo l’operazione Bonucci, conquista finalmente il cuore dei tifosi.

In assoluto Mandzukic protagonista del match nonchè autore del gol che ha sbloccato il risultato.
Senza dubbio, non è un’impresa titanica per la Juventus battere il Crotone, ma considerate le prestazioni precedenti, va bene così.
La partita si è svolta con totale dominio Juventino, messo in difficoltà nel primo tempo dagli avversari i quali come unica tattica possibile ed efficace è stata quella di chiudersi in difesa a contrastare gli assalti della Juventus, successivamente la nostra squadra, ha recuperato la supremazia di campo e tecnica affermandosi con tre reti, una meglio dell’altra.
Questa partita per Allegri, un pre-allenamento prima dell’arrivo di incontri molto importanti, indica che la squadra sta tentando di reagire, notevole la prestazione di Howedes, anche se breve, e quella di Benatia che segnerà il terzo gol, l’obiettivo era di ricompattare la difesa, e in effetti, nelle ultime 2 partite non ha preso gol.
Adesso però, viene il bello, in poco tempo la Juventus affronterà il vertice di classifica, e già si parla di partite scudetto.
Sebbene Allegri ritenga che a Napoli non sarà decisivo, non si potrebbe perdere altri punti perchè se la Juve dovesse cadere il Napoli si allontanerebbe di 7 punti di difficile recupero.
Il tecnico dovrà affrontare una prova del 9 piuttosto complicata, il recupero della prima posizione in campionato e il passaggio del turno in Champions,
La Juventus a Napoli deve vincere .. e sarà la partita di Higuain.

Pagelle Juventus Crotone 3-0

Pagelle di Alessandro Magno

Buffon 6 Una partita quasi in totale riposo poi un intervento al 75mo che fa si non sia senza voto.

Barzagli 6,5 Non ha particolari compiti difensivi visto che il Crotone attacca con un solo attaccante. Allora si sgancia piu’ di qualche volta e riesce a metter qualche ottimo cross come nell’azione del gol di Mandzukic.

Howedes 6 Una buona prestazione certamente non troppo faticosa e impegnativa. Fa vedere pero’ che ha ottimo posizionamento e gioca bene la palla con entrambi piedi.

Benatia 7 E’ in periodo di forma veramente eccellente . Cresce alla distanza e scardina palloni dai piedi avversari con veemenza. Alla fine anche la gioia del gol.

Lichtsteiner 6 Abnegazione totale che lo porta persino a trovarsi in posizione da centravanti. Prestazione positiva ma nella norma.

Marchisio 6,5 Buona prestazione non perde quasi mai palla e cerca sempre la giocata fra le linee per Costa o Dybala. Un po bacchettato dal pubblico per qualche retropassaggio di troppo.

Matuidi 6 Molta corsa , molti palloni recuperati, molta confusione. Insomma molto di tutto nel bene e nel male. Peccato sbagli un gol facile facile dall’area piccola.

Alex Sandro 6 Fa cose buone e cose meno buone. Corre tanto e cerca di metter al servizio della squadra cross e sovrapposizioni. A volte perde qualche palla per dribbling avventurosi.

Dybala 6,5 A me è piaciuto molto questa sera anche se continua ad avere le polveri bagnate.Ha corso si è cercato la palla fra le linee ha cercato l’uno due con i compagni.

Mandzukic 7,5 Trascinatore vero. Già nel primo tempo aveva tentato un paio di stacchi alla fine la porta la trova , e poi da li è un altra partita, per lui e per gli altri.

Costa 7 Finalmente una partita continua con 90 minuti sempre nel vivo del gioco.

De Sciglio 7 Entra e segna un eurogol alla faccia di tutti i suoi detrattori.

Pjanic 6 20 minuti per scaldare un poco i motori.

Sturaro sv E’ mancato il suo gol se lo faceva andavo a prendere casa per casa i suoi detrattori e quelli di De Sciglio.

Juventus 6,5 Un primo tempo giocato troppo a basso ritmo. Vero che si è sempre avuto il pallino del gioco ma così compassati si permetteva agli avversari di organizzare la difesa. Nel secondo tempo fortunatamente si scende in campo con un altro piglio e la vittoria è netta.

Allegri 6 La partita che tutti ci aspettavamo con la Juve avanti e il Crotone arroccato dietro. Nel primo tempo la squadra non mi è piaciuta molto pero’ appena accellerato non c’è stata partita. Ottimo il turnover.

Arbitro 6 Nulla di particolare la partita è corretta ma ho qualche dubbio su un rigore per fallo su Alex Sandro sul finire del primo tempo sul risultato di 0-0. A me dalla tv mi è parso rigore ma non capisco perchè gli arbitri si rifiutino di vedere le cose pro Juve alla Var.

Domenica 26 novembre 2017 Juventus-Crotone Ore 20.45 Allianz Stadium – Torino

scritto da Cinzia Fresia

La Juventus prosegue il campionato affrontando una partita che dovrebbe essere, almeno sulla carta facile, ma nulla è facile per la Juventus, anche con le ultime in classifica, per vincere il gruppo non deve e non può abbassare la guardia. Percio’ non faro’ previsioni, se non un calcolo di probabilita’ che vedrebbe la Juventus vincitrice. Allegri si dice sollevato dal pareggio contro il Barcellona e rifiuta il concetto di una Juventus in crisi, nonostante le recenti perdite di punti.
Allegri esclude qualunque ipotesi di sconfitta, la Juventus e’ viva e sta bene, e per farla funzionare serve un gruppo ideale.
Secondo le parole dell’allenatore, la Juventus sta vivendo un periodo di adattamento e di ottimizzazione delle forze, per uscire fuori allo scoperto ed imporsi in Campionato ed in Champions League.
A noi tifosi, non resta che attendere tempi migliori, anche se analizzando le partite sorgono numerose perplessità, sullo “stare bene” della squadra.

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web