Archivi Tag: Il Blog

Un punto guadagnato

Partita difficilissima come sempre accade a Bergamo. Di tutte le trasferte questa ultimamente è la trasferta più dura. Sarà perchè lo juventino Gasperini ha qualche conto in sospeso con la sua squadra del cuore, fatto sta che ogni volta a Bergamo è una guerra. Alla faccia di quelli che dicono che contro di noi le avversarie si scansano. E’ così da un poco di anni a questa parte dove puntualmente su questo campo si svolgono partite fin troppo combattute. Quando poi a una squadra di invasati come erano oggi gli atalantini, dai il vantaggio di avere un arbitro impreparato che si fa condizionare da uno stadio e dalle proteste dei giocatori bergamaschi, il tutto è molto più semplice. In primis va detto che siamo stati picchiati dall’inizio alla fine impunemente. Non credo che Real e Barca abbiano arbitraggi così in Spagna. In Italia invece ogni tanto capita l’arbitro che vuol far vedere a tutti i costi che non è bianconero. E’ successo alla penultima con Massa ora è capitato con Banti. La gestione dei cartellini in questa partita è stata sciagurata e surreale con gli atalantini sempre graziati da un secondo giallo come N’Zonzi nella partita con la Roma, con Mandzukic e Chiellini ammoniti per falli non commessi, come assai rivedibile è il primo giallo a Bentancur. Fra l’altro l’unico ammonito per aver fermato una ripartenza quando gli atalantini fanno questo fallo in modo sistematico. Va ben detto dell’arbitraggio eccessivamente casalingo che a volte capita nella vita, la Juve ha giocato tutto sommato una partita gagliarda. Non so quante squadre escono imbattute da Bergamo giocando un intero secondo tempo in inferiorità numerica nel mentre sono sotto di un gol. La Juve invece dimostra ancora una volta di esser una squadra molto solida e dopo qualche aggiustamento tattico, gioca la partita a viso aperto quasi senza rischiare di capitolare, ma anzi non solo pareggia, ma va addirittura a vincerla con gol che poi verrà annullato per fuorigioco.

Dovevano riposare Ronaldo e Pjanic ma dato gli eventi sono dovuti scendere in campo. Douglas Costa titolare, così come Emre Can, sono stati buoni in alcuni momenti ma rivedibili in altri, Khedira è parso invece molto indietro. Ronaldo al solito ha fatto vedere perchè lui gioca sempre ed è imprescindibile. Entra e trova quel guizzo vincente in mezzo a tutti gli altri perchè lui è dove arriva la palla e la palla arriva dove lui sa che arriva. I due si amano alla follia è scritto nel destino. Sono attitudini dei grandi bomber. Servirebbe una mano un poco da tutti ora che la squadra è stanca delle molte partite disputate, invece si sono fermati Matuidi e Kean oltre che Bernardeschi nell’ultima settimana, indi per cui giocano sempre più o meno gli stessi. Concludo con le ingenuità varie. Sicuramente quella di Bentancur è la più giustificabile visto che il ragazzo è giovane e spesso è fin troppo maturo per la sua età. Certamente ha calcolato male e pensava di arrivare sula palla, certo da ammonito devi pensare che a volte la gamba è meglio non metterla. Quelle di Bonucci invece sono un poco troppo consuete e danno noia per questo motivo. A Bonny un anno di Milan ha fatto malissimo. Non è mai stato un fenomeno come marcatore certo che farsi ”perculare” così da Zapata insomma è troppo. Chiudiamo con quella di Allegri. Questa volta non è stato tempestivo nel cambio. Espulso Bentancur doveva chiamare subito il cambio e togliere una punta per metter Pjanic. L’ha ritardata ed han fatto 2-1.L’Atalanta ha capitalizzato subito la superiorità numerica. Per fortuna la Juve non ha sbandato ma invece è riuscita a riordinare le idee. Per fortuna che in panca c’era ancora da giocarsi la carta CR7. A proposito gli atalantini spavaldi volevano Ronaldo in campo. L’hanno avuto.

Atalanta – Juventus 2-2 Pagelle

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 5,5 E’ sempre molto attento anche sui calci piazzati. Poco prima del loro 2-1 effettua un uscita bassa molto buon con tempistica efficace. Mi trova un poco interdetto sul secondo gol atalantino quando prende gol praticamente dall’area piccola. Forse un uscita di pugni sarebbe stata auspicabile.

De Sciglio 6,5 Uno dei migliori, in un periodo di forma eccellente. Senza sbavature una prova attenta. Sempre sul pezzo per tutti i 90.

Bonucci 4,5 Molto male in fase difensiva. Patisce la fisicità di Zapata in modo incredibile. Sul primo gol tenta un anticipo che non gli riesce anche per un poco di sfortuna. Sul secondo si perde il giocatore di testa che è diventata una pessima costante. Gli ho alzato il voto per il gol della vittoria nel finale annullato.

Chiellini 6 Fatica anche lui questa sera dove ci sono da fare gli straordinari. Gasperini opta per Zapata dalla parte di Bonucci e Gomes da quella di Chiello. Fabuona guardia il nostro ma a volte la differenza di passo evidenzia qualche affanno.

Alex Sandro 6 Nel primo tempo è uno dei più brillanti , nel secondo tempo va pian piano spegnendosi anche se intelligentemente cerca di spingere meno e aiutare più dietro.

Bentancur 5 La sua ingenuità probabilmente costa due punti alla squadra ed è grave, A parziale scusante mi pare che il primo giallo non ci fosse anche se il secondo invece è molto netto e lui sapendo di esser già ammonito avrebbe dovuto desistere dall’intervenire. Peccato perchè la sua prova non era male e coglie anche una traversa che poteva esser il 2-0.

Emre Can 5,5 Ci metto tantissimo fisico in ogni contrasto e questo sul piano difensivo risulta positivo. Non risulta però equivalente sul piano propositivo dove la carente preparazione mette in luce ancora qualche limite. Ovviamente deve giocare per poter acquisire la necessaria ”gamba”.

Khedira 5 Impalpabile, evanescente. Corre quasi sempre a vuoto a differenza di Emre Can con cui condivide una preparazione atletica ancora deficitaria non riesce a rendersi utile.

Douglas Costa 6 Gioca un buon primo tempo saltando gli uomini per proporsi al cross o al tiro. La Juventus finchè lui ne ha, attacca prevalentemente sulla catena di sinistra dove sia lui che Alex Sandro si dimostrano vogliosi di fare. Nel secondo tempo inizia a calare (anche lui non ha i 90 nelle gambe come diversi oggi) e alla fine Allegri in 10 Allegri sceglie di sacrificare giustamente lui in quanto gli altri due sacrificabili Dybala e o Mandzukic garantiscono qualcosa di più sul piano realizzativo.

Mandzukic 6 Lotta corre prende botte e le da. Si sacrifica su ogni pallone soprattutto quando si resta in 10. Non è la sua migliore partita ma se la squadra non patisce troppo l’inferiorità numerica è per merito di chi come lui si sacrifica dando il 110%.

Dybala 6 Anche lui ha disputato una partita un poco in calando. Bene all’inizio e via via spegnendosi. Di positivo c’è però che in queste partite oltremodo fisiche lui prima tendeva a sparire. Oggi invece resta in campo fino al 90mo combattendo con gli altri. Il prossimo step è esser decisivo in questi frangenti.

Pjanic 6 Allegri ha un unico centrocampista in panchina che è lui quindi il cambio appena espulso Bentancur è obbligato. Entra per cercare di dare un poco di ordine in parte ci riesce in una partita molto disordinata.

Ronaldo 6,5 Qualcuno si chiedeva perchè non riposasse mai oggi lo sa. e’ un giocatore imprescindibile che ha il go nel sangue. Pure quando la partita si mette male può tirare fuori il coniglio dal cilindro.

Juventus 6,5 Nell’insieme è un punto guadagnato. L’Atalanta in casa propria è uno dei maggiori scogli del campionato. Oggi come era già capitato l’anno scorso coadiuvati da un arbitraggio indecente. Se una squadra che randella come non ci fosse un domani dai anche l’apporto dell’arbitro venire fuori con un pari in svantaggio e in inferiorità numerica è un miracolo. Per come si era messa un punto assolutamente guadagnato.

Allegri 5,5 Con il senno di poi forse Bonucci avrebbe dovuto lasciare il campo a un più fisico Benatia. Zapata al nostro lo ha veramente ridicolizzato. Forse a parziale scusante c’era che riposava Pjanic per cui senza Miralem nè Bonucci sarebbe mancata totalmente la regia. Sull’espulsione di Bentancur deve fare il cambio immediatamente per dare nuovo equilibrio tattico alla squadra non aspetta 5 minuti anche se qui temo che il cambio sia stato ritardato dal quarto uomo che non ha chiamato l’arbitro ecco il gesto di Max di buttare il cappotto dopo il 2-1 subito.

Arbitro 0 Una vera schifezza. Sbaglia tutto. Delle prime tre ammonizioni ai nostri non ce n’è una. Non fanno fallo nè Benta nè Chielllo nè Manzo. Arbitra in simbiosi con gli ululati dello stadio. Noi restiamo in 10 e a loro grazia più volte da un secondo giallo sia Mancini che Pasalic che Freuler. Un disastro cosmico. Due punizioni dal limite per loro entrambe inventate per giocatori atalantini che svengono in procinto di entrare in area. Le uniche due cose che piglia sono il secondo giallo a Benta ( ma anche quello se lo fa prima ”consigliare” dal pubblico) e il gol annullato nel finale che forse lui aveva pure convalidato. Arbitro veramente ottimo per portare le pecore a pascolare. Per fortuna abbiamo pareggiato e posso scriverlo senza sensi di colpe. Per colpa sua si è giocata una partita di wrestling.

Una Juve carro armato.

Articolo di Alessandro Magno


E arriva l’ennesima vittoria, questa volta con un poco di sofferenza, al cospetto di una Roma che nel primo tempo doveva capitolare, ma che invece nella ripresa ha conquistato campo e reso più complicata la serata ai nostri giocatori. Nel primo tempo come detto c’è solo la Juve. Pronti via i nostri conquistano subito campo e mettono in seria difficoltà i giallorossi che spesso sono costretti a buttare la palla fuori per paura di giocarla sotto la pressione bianconera. E’ un primo tempo di grande dispendio di energie che meriterebbe sicuramente un risultato più rotondo se non fosse che i nostri trovano difronte un Olsen davvero bravo in alcune occasioni e miracoloso per lo meno su un tiro a tu per tu di Alex Sandro. Nella Juve sono positivi un poco tutti. Dybala a tutto campo come piace al mister, Ronaldo, Alex Sandro volitivo, si vede galvanizzato dal fresco rinnovo. Un poco più in ombra Bentancur, che ha da lottare con Zaniolo che è il migliore dei loro, e Mario Mandzukic che trova davvero pochi palloni giocabili con i romanisti tutti dietro. Come spesso accade però da un iniziativa di un davvero ottimo De Sciglio, Marione nostro viene fuori alla grande saltando quel attimo prima e rubando il tempo a Santon. Un gol alla Trezeguet che spesso si assentava dal gioco di squadra per poi mettere segno la zampata decisiva. Il primo tempo si chiude con un risultato meritato ma assai stretto.

E anche questo copione lo conosciamo bene- Come spesso accade quando non chiudi la partita, complice un poco di stanchezza nei nostri e qualche aggiustatura tattica di Di Francesco la Roma prende, nel secondo tempo, campo e coraggio. La Juve si difende bene e non rischia mai nulla. C’è quasi mai la sensazione del peggio, anzi si vede solidità. Szczesny farà una sola parata, più coreografica che difficile al 90mo, tuttavia ci sarà molto da lavorare per la difesa. Per lo meno dal punto di vista della concentrazione. Per fortuna Chiellini e Bonucci si esaltano. Allegri mette muscoli in campo con Emre Can e toglie a 10 minuti dalla fine Dybala preferendolo a un quasi ormai spento Ronaldo. In questo periodo salgono in cattedra in 2: Mandzukic , che come spesso accade quando segna, diventa giocatore in ogni dove e di fatto te lo trovi dappertutto pure in porta e l’arbitro Massa. La giacchetta gialla per due volte grazia N’Zonzi per un più che probabile secondo giallo. In un occasione, il fallo su Dybala al limite dell’area, non concede neanche il fallo per dare un vantaggio inesistente a Ronaldo. Sempre Massa annulla un gol per fallo sul portiere che nessuno vede e non si prende neppure la briga di andare a controllare al Var dove probabilmente si sarebbe accorto che è una papera di Olsen che va a farfalle da solo, mentre annulla un gol a Douglas Costa per un contatto veniale avvenuto 10 minuti prima a centrocampo. Ad oggi sono stati annullati due soli gol per falli avvenuti parecchi secondi prima a centrocampo: uno in Juve Roma e un altro in un Atalanta – Juve per un presunto fallo di Lichtsteiner a Gomes. Evidentemente esiste una var speciale per i falli a centrocampo che però funziona solo con la Juventus.

Alla fine la sfanga la Juve con grinta e con merito. La Roma è stata a due volti, troppo timida nel primo tempo, troppo poco pungente nel secondo tempo. Gli resta l’esser usciti dallo Stadium a testa alta. La Juve aldilà dei 3 gol segnati, spreca troppe occasioni e questo è un costante; ha trovato però una solidità difensiva che sicuramente in Italia paga. 16 vittorie su 17 partite e un solo pareggio avvenuto più che altro per disgrazia. Io una roba così non me la ricordo da quando sono nato. A parere mio Allegri, seppure capisco che voglia mantenere il bel distacco accumulato dal il Napoli, dovrà rischiare di fare un poco di turn over con Atalanta e Sampdoria. Ci sono alcuni giocatori logori che hanno giocato troppe partite di seguito come Bentancur , Ronaldo e Pjanic. Ci sono altri, che seppure ora non hanno di questi sintomi, potrebbero averli a breve Alex Sandro, De Sciglio , Matuidi ,Mandzukic. Dobbiamo correre il rischio e far giocare necessariamente il resto della squadra altrimenti rischiamo che qualcuno si fermi e poi dover giocare con gli altri per forza di cose.

I derby si vincono non si giocano.

   Articolo di Alessandro Magno  

Li ricordo francamente tutti così i derby di Torino. Sarà perchè noi del posto li viviamo diversamente. Sarà perchè noi i granata li vediamo da vicino e non proviamo per loro alcuna simpatia (in generale). Chiaro qui a Torino abbiamo tutti amici granata qualcuno ha anche qualche parente ma a livello generale non abbiamo un buon rapporto con loro anche perchè per la maggior parte sono malati di un’ antijuventinità molto grave. Chi non è di Torino non ha mai sentito infatti uno dire ”puttana la Juve” come imprecazione o esclamazione al posto di un più consono ”porca Eva”. Questi sono i granata di conseguenza non ci sono troppo simpatici a noi gobbi di Torino. Il granata mediamente è il primo tifoso della Juve anche se è un antitifoso ovvero, non si perde neppure una partita della Juve nella speranza di vederla perdere. Immaginatevi il livello di masochismo! Vi siete mai chiesti perchè i giocatori granata spesso la mettono sulla rissa? Pensate sia solo un limite tecnico? Ve lo spiego io. Fin dal primo giorno che un giocatore approda al Torino, fin dalla presentazione i propri tifosi non gli chiedono di giocare bene ma di battere la Juve e gli chiedono di sputare sangue con la Juve. Prima dei derby gli ultras granata, ma non solo gli ultras, vanno a ”minacciare” i propri giocatori al campo che guai se manca impegno con la Juve. L’altra cosa che chiedono ai giocatori loro è di romperci le gambe in caso di sconfitta. Ovvero nel caso in cui non riescano a vincere, cosa assai consueta, di spaccarci almeno le ossa. Uno come Pasquale Bruno che era chiamato ”O’Animal” è un loro grandissimo idolo e lo è per due motivi: esser antijuventino dichiarato, ed esser stato un picchiatore. Questo è uno che chiese a Zoff di portarlo alla Lazio quando giocava da noi e a cui Zoff disse che visto i problemi che creava in campo sarebbe stato l’ultimo giocatore che si sarebbe portato con se. Per dirvi il livello di Pasquale Bruno se uno non se lo ricordasse. Se voi andate a vedere i giocatori che stanno entrando in campo ieri sera, e vi invito a farlo, mentre aspettano nel tunnel del sottopasso, si vedono chiaramente Perin e Chiellini che salutano e sorridono e abbracciano tutti e si vedono molto chiaramente Sirigu e Rincon con la faccia cupa con lo sguardo arrabbiato e carico di odio verso i nostri. Cioè da una parte ci sono i giocatori della Juve che stanno andando a una partita di calcio pur sentita, dall’altra ci son dei giocatori caricati a molla che stanno andando alla guerra . Anzi che stanno partendo per una missione di guerra kamikaze una missione senza ritorno. Sapranno che perderanno e dovranno darne conto all’ambiente. Ora vi dico e ne sono sicuro, lo ”Juventino” Zaza tanto desiderato in estate perchè loro pur odiandoci si caricano di ex giocatori della Juve (Zaza, Molinaro , Falque, Moretti, lo stesso Bruno, Daniele Fortunato eccetera la loro storia ne è piena) dicevo Zaza, per aver causato il rigore sarà unto della vergogna del ”gobbo di merda” e dovrà andarsene proprio come han fatto con Quagliarella, altro prima tanto desiderato e poi cacciato come traditore, fra l’altro Quagliarella ex-Juve ultimo eroe che gli fece vincere un derby dopo 20 anni e oltre di digiuno.

E dopo questa lunghissima premessa veniamo alla partita. Partita brutta come lo sono tutti i derby di Torino per i motivi elencati sopra. Dove loro cercano la rissa e noi cerchiamo di uscire vivi e vittoriosi. Perchè fondamentalmente per giocare una buona partita bisogna esser in due. Questa Juve non è bella va bene va detto, pero’ è maledettamente forte perchè non fai 46 punti su 48 se non sei maledettamente forte. E’ un record europeo che nessuno aveva mai fatto ed è ancora migliorabile. Il calcio è principalmente uno sport dove due si affrontano per superarsi e vince chi segna di più, e vince i titoli chi arriva avanti alla fine. Andrebbe ricordato. Non è estetica. Per me la Juve può vincerle pure tutte così 1-0 su rigore mi va benissimo. Sarà un limite mio, ma quando guardo la Juve, la mia concentrazione è volta a quando la mia squadra segna, a quando non prende gol, a quando l’arbitro fischia la fine e usciamo vincitori, non vado a vedere la Juve per vedere una bella partita vado a vedere la Juve per vederla vincere. Se voglio vedere una bella partita mi guardo gli altri dove non mi frega nulla del risultato. L’ho scritto tante volte lo sport è questo è uno che supera gli altri. Questa Juventus è Rocky Marciano uno dei pochi pugili che riuscì a ritirarsi da imbattuto. Ebbene Marciano non era affatto un esteta della box, non era affatto uno stilista, ma metteva tutti Ko con la potenza del suo pugno. La gente andava ai suoi incontri per vederlo mettere al tappeto gli avversari e vincere non per vedere i giochi di gambe o lo show che fece anni più tardi Alì e di cui Marciano se ne fotteva altamente. E’ vero Alì è ricordato come più grande di Marciano ma è anche vero che Marciano si ritirò imbattuto e Alì no. Posso accettare il discorso sul bel gioco solo quando mi si dice che probabilmente con il bel gioco si soffre meno e si vince più facile. Oppure quando si dice che con i campioni che abbiamo si potrebbe giocare meglio. Questi si sono discorsi che si possono fare che hanno ragione di esistere. Ma lamentarsi perchè si è fatto 46 punti su 48 e non piace il gioco francamente no. La differenza che mi passa fra vincere un derby 5-0 e 1-0 su rigore per quanto mi riguarda sta solo nello sfottò ai ”cugini” ( a proposito non ho parenti). Nel primo caso dirò ai granata ”siete scarsi peggio della merda” nel secondo gli dirò ”siete scarsi e pure sfigati”. Il godimento da gobbo di Torino è esattamente il medesimo.

Una vittoria che quasi uccide il campionato

Articolo di Alessandro Magno

E’ passata un poco sotto traccia la vittoria di Venerdì sera contro l’Inter. La contemporanea vittoria del Napoli per 4-0 sul Frosinone e la buona prestazione dei nerazzurri hanno rivitalizzato gli animi dei nostri avversari e fatto dimenticare invece i numeri di questo campionato. In primis va detto che battendo l’Inter la Juventus si porta a +14 punti da questa che è a tutti gli effetti e con merito, la terza forza del campionato; e quindi la esclude definitivamente dalla lotta scudetto. Non è infatti credibile una rimonta dell’Inter di ben 14 punti su questa Juve. Va detto anche che la Juventus ha totalizzato 45 punti su 43 eguagliando il record europeo del Manchester City fra l’altro battuto ieri per la prima volta quest’anno in Campionato dal Chelsea di Sarri. Resta la Juve ad oggi l’unica grande d’Europa imbattuta in campionato. Inoltre la Juve nelle due battute di arresto quella con il Manchester in coppa e con il Genoa in campionato non ha affatto demeritato ma anzi ha pagato a caro prezzo sia qualche piccola disattenzione che una certa mancanza di lucidità sotto porta. E’ curioso come tutti gli addetti ai lavori abbiano tirato un sospiro di sollievo per i confermati -8 del Napoli sulla Juventus. Di contro la Juve ha vinto solo 1-0 ma a parte 5 minuti centrali nel primo tempo ha mostrato una grande solidità. L’impressione è che le nostre avversarie fatichino moltissimo a tenere a bada la Juventus e alla lunga si esauriscono. A parte il Manchester in casa nostra la Juve ha messo in campo sempre dei secondi tempi notevoli.

Che cosa aggiungere su Juventus Inter? Fondamentalmente due cose. Intanto che Ronaldo ha un peso specifico enorme in quanto pure quando non è in serata di grazia e Venerdì non lo era, costringe i nostri avversari a raddoppiarne e a triplicarne la marcatura consentendo agli altri di avere più campo libero. Di questo se ne sta agevolando più di tutti Mario Mandzukic che ha già segnato 8 gol (7 in campionato 1 in coppa) di cui 3 su assist di Ronaldo. Mario Mandzukic che nelle sue annate alla Juventus non aveva mai segnato così tanto in avvio (13 -11-10 gol a stagione) e invece di questo passo si avvia a superare le realizzazioni delle annate precedenti con annessa seconda o terza giovinezza per questo highlander alla faccia di quelli che vorrebbero vederci a tutti i costi qualche attrito con CR7.

La seconda cosa è Dybala. Il ”tuttocampista” con l’Inter è una cosa che ha funzionato a tratti. Dybala ha giocato un eccellente primo tempo toccando moltissimi palloni e intervenendo in tutte le azioni della Juve. Tuttavia questo lavoro lo ha sfiancato e forse non è un caso che sia stato poco lucido sotto porta. Inoltre non avendo innate questa caratteristiche nel secondo tempo è stato pressoché nullo. La domanda che mi faccio a questo punto è se vale la pena davvero snaturare una punta per trasformarlo in trequartista oppure se non sarebbe più lecito far giocare qualcun’altro in quel ruolo visto che Paulo fatica ad adattarsi. Inoltre mi chiedo se arrivasse davvero Pogba come tutti ci auspichiamo Paul sarebbe occupato in un ruolo di mezzala o andrebbe a prendere quel posto di raccordo fra centrocampo e attacco ruolo per cui davvero appare più tagliato dell’argentino?

Impressioni dallo Stadium E03

CRONACA DI UN CUORE CHE BATTE

 

 

Articolo di Andrea (The Original)

 

 

 

 

(Nella foto Andrea The Original e Barone50)

 

 

Tanti discorsi, su tattica, allenatori, giocatori, prospettive, calcoli.
Ma poi si va allo Stadium, per una partita che è sempre più di una partita; sì il campionato è chiuso, dico sempre così ma quella partita mi spaventa e non posso vederla da casa, devo viverla.

700 km in auto, la mia compagna di viaggio è quanto di meglio si possa sperare: non sa nulla di calcio, per lei il J Museum è il museo della Fiat, mai entrata in uno stadio. Quindi si può ingannare l’attesa senza far previsioni o scaramanzie ma cercando di introdurla all’evento, che sarà unico, come unica è la Juve. Al Museo mi sento una sorta di Cicerone, spiegandole cosa è la Juve circondato da immagini, colori, suoni.

L’incontro con il mio amico Barone: la sera prima ho scritto su un post che pagavo io, segnava Mandzukic e facevamo la foto assieme. Beh alla fine abbiamo pagato in due, perché i cicchetti servivano per riscaldarsi ma per il resto è stata una profezia.

Entriamo, dico alla mia compagna di viaggio “Benvenuta allo Juventus Stadium, ora fai tutte le foto e i video che vuoi, goditi lo spettacolo, io per 2 ore sarò un altro”.

La presentazione delle squadre è sempre meravigliosa, qualche tifoso interista sporca il minuto per Radice, che pure era stato un loro mister. Ah, neanche più la storia riconosciamo.

Prima di iniziare mi arriva un messaggio inatteso, di mia madre: “se incontri CR7 digli di far loro quello che ha fatto a noi l’anno scorso, la rovesciata”. Ecco, siamo davvero tutti.

Inizia la partita, che fatica: temo di prendere gol, due minuti per riprendermi dal palo di Gagliardini. Ho dietro due tifosi interisti, parlano a bassa voce ma si capiscono. In fondo allo Stadium si può stare anche insieme senza problemi, non accade ovunque, nonostante noi saremmo quelli delle discriminazioni territoriali.

Ah ecco, loro, i tifosi avversari: noi stiamo soffrendo e parte il loro coro “tornerete in Serie B”.
Ah, la Serie B, credo che ormai la ricordino solo loro quella vicenda ma dopo quel coro la ricordo anch’io e mi sale la garra. No, qui stasera bisogna vincere.

Prima del gol avrei scritto: “finalmente Allegri ha accolto il mio appello e non ha fatto giocare Mandzukic”. Eh sì perché non l’aveva mai sfiorata. Ma poi il croato è lì, come effettivamente capita spesso quando conta di più e allora parte il countdown verso la fine, ogni retropassaggio e un respiro che si blocca (servirebbe un altro cicchetto).

Finisce, è finita, ancora una volta vinciamo noi, possiamo andar via..anzi no, ricordo qualcosa, un “tornerete in Serie B”.

E mi accorgo che non sono il solo a ricordare perché la buonanotte è il coro che si alza dalla Sud verso di loro: “Vincerete il tricolor”.

Grazie di averci rinfrescato la memoria.
Si torna a casa, a parlare di tattica.

Pagelle Juventus Inter 1-0

Szczesny 6 Qualche presa sicura su alcuni cross e il grande spavento sul palo ma non è mai realmente impegnato.

Cancelo 7 Solita prestazione da fenomeno. Questa sera molto diligente anche in difesa. In attacco ormai invece è una costante.

Bonucci 6 Poco attivo per quanto riguarda la sua migliore giocata ovvero il lancio lungo. Sulle marcature sulle palle alte è sempre in ritardo ma per lo meno salta a disturbare. L’ho visto meglio altre volte.

Chiellini 8 Partita maschia e allora lui al solito si esalta. Icardi è annientato. Migliore in campo.

De Sciglio 6,5 Qualcosa soffre nel primo tempo ma esce in ogni caso alla distanza. Molto migliorato. Termina l’incontro veramente fra gli applausi.

Bentancur 6,5 Anche lui l’ho visto meglio altre volte tuttavia svolge quel lavoro oscuro su tutti i centrocampisti avversari che alla fine premia il nostro centrocampo.

Pjanic 6 Anche per lui una prestazione in crescendo. Parte abbastanza male ed è sempre ben marcato dai giocatori dell’Inter, poi con il passare dei minuti i nostri avversari corrono meno e lui inizia a trovare trame di gioco.

Matuidi 7 Eccezionale dal punto di vista dinamico. Perde qualche pallone e ne recupera cento. Nel secondo tempo encomiabile quando rincorre tutti anche quando è a 10 metri di distanza. Ti aspetti che sia stanco e te lo trovi a fare inserimenti in area. Fra i migliori.

Dybala 6,5 Oggi non ha ancora il fisico per fare il centrocampista per tutti i 90. Gioca un ottimo primo tempo dove finisce per esaurirsi. Nel secondo tempo è già fin da subito più in ombra. Forse Allegri tarda un poco nel sostituirlo.

Mandzukic 7 In ombra per buona parte della serata fa a sportellate ma fatica a trovare la palla. poi si trova come spesso accade al posto giusto al momento giusto e segna con la specialità della casa ovvero il colpo di testa.

Ronaldo 6,5 Non brillantissimo questa sera tuttavia costringe quelli dell’Inter agli strardinari. Sempre raddoppiato e triplicato peccato non sempre siamo lucidi da trovare gli altri liberi.

 

Juventus 7 Una Juve di sostanza contro un ottima Inter. Aldilà del palo che a me è sembrato un fatto estemporaneo, la Juve ha sempre condotto la gara. Più di quello che dice il risultato.

Allegri 7 Ennesima vittoria della sua squadra che viaggia a ritmi vertiginosi. A parte il cambio di Dybala un poco ritardato azzecca tutte le mosse.

Abitro 6 Ha arbitrato discretamente bene non interferendo sullo svolgimento del gioco tuttavia trovo sia stato troppo tollerante verso il gioco duro a tratti intimidatorio dell’Inter.

Sesso Juve e Rock n’Roll s02 e11

Questa sera nuovo appuntamento con sesso juve e rock n’Roll. Gli argomenti che andremo a trattare più varie ed eventuali. Verso le 22 al solito si parte.

Ore 22 cliccare sull’immagine sotto per seguire lo streaming

Immagine anteprima YouTube

 

 

Juve Spal Campionato Napoli Chievo

L’allungo Parole di Catone all’università

Juventus Valencia

Problema cori anche con le ragazze a Firenze

 

Musica : Il sintetizzatore (seconda parte)

 

Donne:

Izabel Goulart, Abigal Ratchford, Cristiana Capotondi, Madelina Ghenea

 

Juve Spal e altro ancora.

 

Articolo di Alessandro Magno

Premessa: gli spallini sono una delle poche tifoserie di matricole che non sopporto. Peggio di loro solo i veronesi. Questo perché so per certo che sono antijuventini e non si capisce perché visto che non abbiamo mai mangiato insieme e oltretutto simpatizzanti interisti. Detto questo,sulla partita, se non era da addormentarsi poco ci mancava . La Juventus ha vinto con una facilità disarmante. Va detto che la squadra di Semplici ha giocato un buon calcio ed è stata tutt’altro che arrendevole, ma la facilità con cui ha vinto la Juventus è saltata lo stesso agli occhi impietosa. Semplici in conferenza stampa dirà che contro la Juve devi dare il massimo e forse pure accontentarti di non prendere una goleada, perché evidentemente questa squadra, che spesso è così sorniona da sembrare impegnata in un allenamento neanche troppo intenso, risulta poi letale ad ogni minimo errore avversario. Il risultato è stato tondo un 2-0 senza appello. Un palo, un gol annullato, un altro paio di occasioni sprecate. Poteva esser per lo meno più rotondo. Nella Juve al solito si è messo in luce Ronaldo e non è una novità, e sono stati sopra gli scudi Bentancur e soprattutto Douglas Costa, finalmente vivace e determinante come l’anno scorso. Direi bene anche i due esterni bassi De Sciglio e Alex Sandro, anche se c’è da considerare poco impegnativa la partita dal punto di vista difensivo. Si è rivisto Rugani dopo l’uscita del papà. I padri si sa fanno il tifo per i figli e da padre lo capisco, certo io considererei anche che suo figlio gioca nella Juve, quindi non proprio nella ”bau bau micio micio” e inoltre percepisce uno degli stipendi più alti d’Italia fra i difensori italiani. Capisco che potrebbe esser titolare in una Roma in un Milan o Inter e/o in un Napoli, tuttavia perderebbe anche un bel bonus alla voce premi. Si è rivisto anche Perin ma ha fatto più che altro lo spettatore. Gli altri chi più chi meno senza infamia ne lode.

Per quanto riguarda le nostre rivali in Italia, l’Inter ha vinto nettamente e si è rimessa in carreggiata dopo la scoppola subita a Bergamo, la Roma ha preso un altra doccia fredda dimostrando come , se non si ha una squadra completa e strutturata in ogni reparto come può esser la Juve, le partite pre o post Champions rappresentano un problema non facile da risolvere. Il Napoli seppure a pareggiato ha preso una doccia ancora più fredda visto che a iniziare dal loro presidente e per finire a molti loro tifosi vip che ammorbano le televisioni e social la Juve fino ad oggi aveva avuto un grande alleato nel calendario. 0-0 contro l’ultima in classifica in casa. Applausi. I campioni delle scuse, se non ci fossero dovremmo inventarli. Le nostre rivali in Europa invece, il Valencia ha vinto 3-0 contro il Rayo che è una delle ultime, mentre il Manchester di ”orecchio lesto” Mourinho, non è andato oltre un mesto 0-0 contro la matricola Crystal Palace che ha un solo punto in più della zona retrocessione, ed oggi si è staccato in maniera siderale dal City primo in classifica. Questo potrebbe esser anche un problema per il prosieguo della stagione in quanto il Manchester, seppure non accreditato moltissimo per la vittoria finale, potrebbe rappresentare una mina vagante qualora la Champions diventasse il loro unico obiettivo stagionale. Non aiuta il calendario che Martedì purtroppo metterà in campo Juve -Valencia e United – Young Boys. Una vittoria contemporanea della Juve e degli Inglesi qualificherebbe entrambe le compagini con una partita di anticipo rendendo di fatto inutile l’ultima e ben più tosta Valencia – Manchester se si dovesse giocare con il Valencia ancora in odore di qualificazione. Non si può negare che Mourinho sia un mister fortunato. La vittoria insperata e immeritata a Torino gli ha salvato la panchina e gli ha dato una ragione di vita per la stagione e una qualificazione ai gironi quasi certa.

E chiudiamo con i cori della curva Sud. Il mio punto di vista è molto chiaro. Tolleranza zero sui cori contro. Nessun coro contro deve esser permesso e l’antisportività nel calcio va combattuta dalle basi fin dai campi di periferia, onde evitare che poi rettori universitari e professori universitari trasformatisi in ultras discutano con studenti invece che del futuro e di come migliorare la vita di tutti attraverso lo studio, di partite di calcio e di errori arbitrali. Evitare fin da subito, dai primi calci che genitori si trasformino in ultras e rovinino bambini che poi saranno adulti pessimi e magari andranno a lavorare in Rai Mediaset Sky e giornali vari. Ho molti amici fra gli ultras e forse gli dispiacerà leggermi ma credo che anche loro o si modernizzano e cambiano modo di pensare la vita ultrà o per conto mio sono destinati a scomparire ed è giusto che sia così. Se avere un clima acceso vuol dire rischiare la guerriglia che si sta avendo in River Plate – Boca Juniores grazie ma anche no. Se avere ogni 3 per 2 una curva squalificata e vuota (per fortuna la Juve la riempie di bambini) perché gli ultras della Sud ricattano la società intonando cori pur sapendo che produrranno la squalifica della curva anche no. Che poi alcune battaglie come quella sul caro biglietti sono giuste e vadano fatte e sostenute sono d’accordo, come sono d’accordo di eliminare la discriminazione territoriale finché non c’è la tolleranza zero perché questa crea una discriminazione nell’insulto, ovvero ci sono tifosi e tifoserie che possono esser insultate e altre che sono difese come i panda in Cina. Comprendo che la soluzione non sia facile e non si possa risolvere qui in due righe sulle pagine di un blog, certo avere sempre la curva squalificata e continuare a pagare multe perché un gruppo ha deciso così non si può proprio più.

Sesso Juve e Rock n’Roll s02 e09

Immagine anteprima YouTube Ore 22 si parte. Con i soliti 3 piu’ Fusco piu’ Superfly piu’ Graziano Campi.

 

0:00 Juventus – Manchester
Milan Juventus
11:35 Bonucci Benatia Higuain
25:00 Interventi degli ascoltatori al 3311552985 e dalla chat
26:30 Bentancur
32:20 Ronaldo
36:10 Panchina d’oro ad Allegri
41:10 Interventi dalla chat
49:00 Del Piero Nedved Camoranesi
1:02:00 Gestione cartellini show Superfly
1:07:30 Marcelo Pogba

1:25:00 Il sintetizzatore

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia