Archivi Tag: cuadrado

Juve in riserva?

 

 

Articolo di Alesandro Magno

Una Juve bruttina ha avuto ragione di un Cagliari caparbio. Dopo Genoa ed Empoli la Juventus ha continuato ad offrire in campionato prestazioni discutibili. Nel mezzo la bella vittoria in Coppa a Manchester. Se contro il Genoa è sembrato piu’ che altro un incidente di percorso, contro Empoli e Cagliari si è visto invece una differenza di passo fra noi e loro assolutamente preoccupante. Ad oggi la nostra squadra è una squadra che cammina per il campo (anche se corre in classifica). Fortunatamente grazie alla classe dei nostri campioni riesce a portare a casa i risultati ma, anche contro il Cagliari allo Stadium, si è stati messi alle corde nel finale e si è rischiato piu’ di qualche volta di prendere il secondo gol. Ora, già non è normale che il Cagliari a Torino venga a fare un gol ma addirittura due direi anche no. Bravo bravissimo Benatia a immolarsi poco prima dell’angolo che poi ha portato al nostro terzo gol, molto molto bene Szczesny su un tiro ravvicinato di Pavoletti a botta sicura e su tante troppe uscite alte che ha dovuto effettuare sui cross avversari, sempre con scelta di tempo perfetta. Certo con un portiere così in palla subire sempre gol fa riflettere.

Io vedendo camminare per il campo gente come Dybala o Costa sono propenso a credere che questo sia un problema di preparazione dovuto al fatto che la squadra deve per forza durare fino a Giugno e deve arrivarci pure bene. Questa potrebbe anche esser una riflessione smentita dal fatto che seppure alcuni sono stati utilizzati tanto, come Bonucci, Pjanic, Cancelo, ultimamente Bentancur e Matuidi viste le assenze a centrocampo, ci sono altri che sono in palla e corrono, uno su tutti Ronaldo. Tuttavia questo aspetto potrebbe esser dovuto a un problema di preparazione a lungo termine che evidentemente non tutti assorbono alla stessa maniera avendo ognuno la propria struttura fisica oppure agli infortuni che qualcuno dei nostri ha dovuto subire rispetto ad altri. Piccoli acciacchi che ne hanno ritardato o allungato i tempi di preparazione rispetto ad altri. Questo potrebbe esser il caso di Costa, ieri apparso veramente fermo dopo solo alcuni minuti. Altresì se così non fosse mi viene da pensare a un problema mentale dove la squadra mostra svogliatezza contro squadre non di rango e questo sarebbe molto molto grave. Un errore di presunzione che potrebbe esser il nostro piu’ grande nemico. Essendo noi la Juve, e avendo una cultura del lavoro e del rispetto per ogni avversario, mi piacerebbe poterlo escludere.

In queste partite si sente molto la mancanza di acume tattico di Khedira, giocatore capace con i suoi inserimenti di proporsi al gol e sbrogliare situazioni intricate, ma anche chiudere linee di passaggio agli avversari, cosa che gli riesce molto bene, avendo un senso della posizione notevole. L’altra soluzione che manca è quella della palla lunga per la testa di Mandzukic. Con il 433 visto ieri, fatto da giocatori tutti bravi tecnicamente e brevilinei , i giocatori davanti devono esser inevitabilmente molto mobili , giocare palla a terra, e inserirsi fra le linee di difesa e centrocampo avversario. Dybala e Costa nel primo tempo non lo hanno mai fatto. Nel secondo tempo con Cuadrado che guarda caso correva, è andata meglio. Quando non riesci a trovare 2 dei tre attaccanti che hai, chiaro che la fase offensiva diventa molto complessa, ecco perchè un Manzo che puo’ ricevere il lancio lungo sia da Bonucci che da Pjanic e smistarlo per Ronaldo, oppure metterla a terra e far salire la squadra diventa assolutamente necessario.
Le note liete oltre Szczesny Benatia e Cuadrado, direi un Bonucci concentrato, Matuidi e Bentancur instancabili, un Ronaldo sempre fuori concorso. Ottimi i due gol. Entrambi di pregevole fattura. Anche il fatto di segnare sempre anche quando non si gioca bene è positivo. Maluccio l’arbitro. Maran si è lamentato del rigore non concesso a loro, rigore fra l’altro assai presunto e con la Juve già in vantaggio per 1-0. Ovviamente si è dimenticato di citare il piu’ evidente rigore negato alla Juve che se dato a termini di regolamento avrebbe lasciato il Cagliari in 10 per la doppia ammonizione del giocatore in questione. Dettagli? Mica tanto. Certo che abbiamo avuto un solo rigore in 11 partite di Campionato nonostante con il Napoli siamo il migliore attacco del torneo. Il bello è che pure su quell’unico che ci hanno dato hanno avuto da ridire.

Pagelle Juventus Cagliari 3-1

 

Pagelle Alessandro Magno

 

Szczesny 6,5 Molto bravo presente e sicuro . Estremamente preciso sulle uscite in presa alta che sono un punto di forza del Cagliari che schiera Pavoletti. Ennesimo gol preso non per colpa.

Cancelo 6,5 Gioca una buonissima partita. Meno devastante del solito ma sempre tanto propositiva. Peccato sul gol non marchi bene l’uomo. Capisco che la fase difensiva non è il suo forte ma deve migliorare.

Benatia 6,5 Gli capita Pavoletti come cliente che è il migliore del Cagliari. Spesso riesce a contenerlo anche con qualche maniera forte. Salva il possibile gol del 2-2 con un intervento quasi disperato.

Bonucci 6,5 Molto bravo in tutte le fasi soprattutto quando nel secondo tempo uscito Pjanic si prende la briga di verticalizzare cercando Dybala e spesso Cuadrado.

De Sciglio 6 La fascia sinistra non è il suo forte si applica in maniera diligente. Non commette errori ma una prestazione sempre abbastanza anonima.

Bentancur 6,5 Corre molto e nel primo tempo soprattutto nella prima fase è fra i migliori. Poi si perde e si ritrova a sprazzi certo si applica moltissimo e soprattutto prova a inserirsi piu’ volte alla Khedira.

Pjanic 6 Aveva cominciato bene secondo me. Smistava palloni con efficacia e precisione. Poi forse complice una botta va via via spegnedosi fino a chiedere il cambio.

Matuidi 7 L’unico di quelli che ha giocato dal primo minuto che è veramente indomabile. E’ ovunque. In attacco, in difesa , a centrocampo. Veramente un giocatore instancabile. 75 presenza con la nazionale francese e diverse anche da Capitano non sono bruscolini.

Douglas Costa 5 Ennesima occasione sprecata di un giocatore che ha un talento infinito per il dribbling ma che soffre di due malattie gravi: La discontinuità e la collocazione tattica. Spesso in queste partite dove gli si chiede di piu’ lui si eclissa. Ha giocato bene solo 15 minuti poi si è rivisto per una bella palla data a Ronaldo nell’azione che prende il palo poi nulla.

Ronaldo 6,5 Complice il terreno scivoloso spesso ha difficoltà nel controllo di palla tuttavia è un giocatore a cui bastano veramente pochi palloni giocabili per rendersi utile. Colpisce un palo con un gran tiro di collo pieno. Serve l’assist a Cuadrado con tempistica perfetta, lucidità, altruismo. Non lo scopriamo oggi ma è giocatore che veramente sa giocare a calcio.

Dybala 6,5 Un grandissimo gol da attaccante di razza con annessa finta a mandare tutti per le terre e tiro nell’angolino, peccato poi giochi un primo tempo immondo dove non si vede praticamente mai, sempre cammiando e sempre nascondendosi dietro qualche avversario. Per fortuna nel secondo tempo si rivivacizza forse complice cazziatone del mister nell’intervallo, e spesso prende palla e cerca di rendersi utile.

 

Cuadrado 7 Sostituzione azzeccatissima. Con la sua vivacità rivitalizza la Juventus e tiene in apprensione il Cagliari. Grazie alla sue scorribande la Juve crea qualcosa si buono nel secondo tempo e la vince. Bravo nel terzo gol a crederci , a non finire in fuorigioco e anche a calciare in porta con forza e precisione.

Alex Sandro 6 Entra piu’ che altro per dare una mano in fase difensiva poi dopo poco viene dirottato mezz’ala. Diciamo fa il suo. Senza infamia e senza lode.

Barzagli sv

 

Juventus 5,5 Juve brutta coma quella di Empoli ma vincente allo stesso modo ovvero con grande sofferenza. Il Cagliari gioca bene e ci mette in difficoltà. Da migliorare. Ottimi i 3 gol che in una serata storta sono tanti. Pessimo ancora il gol subito nell’ormai conseuto momento di catalessi.

Allegri 6 Questa volta non lo posso colpevolizzare se la squadra appare svogliata. Fa i cambi e turnover. Fa riposare gli acciaccati e da chanse a chi giocava meno come Costa e De Sciglio. Un bel momento è giusto che anche i giocatori si assumano le proprie responsabilità quando non giocano bene.

Arbitro 6 Diciamo che ha dovuto valutare 3 casi limite e mi è parso che cercasse di accontentare un po tutti. Io li ho visti così il gl di Dybala è in linea e in linea non è fuorigioco seppure è una questione di centimentri. Il fallo di mano di Benatia credo che da regolamento non sia mano mai perchè Benatia la palla la prende di testa e le braccia sono larghe in modo dinamico a una persona che salta. Spesso in tiri che vanno prima sulla coscia e poi sul braccio non si fischia quindi presumo sia giusto utilizzare lo stesso metro. Sul rigore non fischiato alla Juventus a me sembra braccio e non spalla quindi rigore e probabilmente anche giallo visto che è fallo volontario e va sanzionato con il giallo e di conseguenza rosso visto che era già un giocatore ammonito se non erro. Ecco forse l’arbitro non se l’è sentita. Capita spesso quando arbitrano la Juve.

Quel gran genio del mio amico con un pallone nei piedi fa miracoli.

Articolo di Alessandro Magno

Forse ieri si è vinta la partita decisiva per questo settimo scudetto consecutivo. Roba allucinante. Quando ero piccolo sentivo parlare di Juve del quinquennio e di Grande Torino che avevano vinto 5 scudetti di fila e mi sembrava veramente, e lo era, si parlasse di un calcio di altri tempi, dove le partite finivano 10-2, il calcio era dei pionieri, dei palloni di cuoio marrone e delle scarpe a stivaletto. Non avrei mai pensato che nel calcio moderno la Juventus potesse arrivare a vincerne 6 di fila. Figuriamoci 6 e lottare per il settimo ( che non è ancora vinto). Figuriamoci poi dopo farsopoli. Comunque a parte la riflessione storica certo ieri avessimo fatto qualche passo falso ci saremmo complicati notevolmente la vita. Ad ora, che il Napoli deve ancora giocare , ma nel Toro non ripongo alcuna speranza, ci sono 4 punti di vantaggio sui 6 rimasti. Quindi direi che si va a Roma abbastanza tranquilli. Di mezzo una Coppa Italia da conquistare e che mi piacerebbe conquistare, perché questo Milan è piccolo e già gli abbiamo regalato una Superocoppa Italiana e direi che può bastare.

Che dire della partita di ieri. Abbiamo fatto tutto noi. Il rigore per cappellata di Buffon e la mezza dormita di Rugani. Un palo loro su mezzo miracolo di Buffon su altra dormita di Barzagli. Formazione iniziale rivedibile di Allegri. Coppia centrale che non mi piace e non mi da sicurezza. Attaccanti soporiferi. Questo era il quadro. Insomma si continua sulla strada di amministrare le forze ma questa squadra non riesce proprio più in questo. In un girone abbiamo preso mi pare 2 gol ora prendiamo sempre gol. E’ evidente che non si riesce ad amministrare. Come è evidente che c’è una fase difensiva che è peggiorata. Ora vorrei ci dicessero chiaramente perché non gioca Benatia. Voglio ricordare che dopo un periodo iniziale dove Allegri faceva ruotare un poco tutti a parte Howedes che ruotava fra l’ospedale l’infermeria e il lazzaretto, il mister aveva trovato la quadra con Benatia e Chiellini. Voglio ricordare anche che da quando si trovò questa quadra, per rendimento Benatia risultò il miglior difensore a disposizione , anche migliore dello stesso Chiellini sempre un poco frenato da qualche acciacco. Ora se Benatia ha fatto qualche cavolata ce lo dicano in modo che ne siamo tutti consapevoli perché ”non è successo nulla” e poi non gioca non va bene.
E veniamo al rigore. Lo dico molto chiaramente anche se gli antijuventini che vengono a sbirciare nei miei scritti non saranno d’accordo, rosicheranno o si arrabbieranno (a parte che di loro me ne frego altamente): il rigore per me non c’è. Dal vivo non ho alcun dubbio e per la dinamica lo avrei dato. Al replay è evidente che è un tuffo alla Cagnotto dell’attaccante del Bologna. Non c’è nulla di nulla, non c’è un tocco di piedi e nemmeno una spinta vigorosa, c’è appena un tocco con il braccio di Rugani sul collo dell’avversario. Una roba tipo carezza. Lo ha appena sfiorato,l’altro gli crollano le gambe come colpito da un fulmine. Mi è parso abbastanza curioso
1- che al var lo abbiamo concesso invece di ammonire per simulazione
2-che anche in tv hanno continuato a insistere sul fallo perché ripeto è evidente la simulazione.
A chi non piace questa mia spiegazione , l’ho detto nella parentesi di prima. Per quanto riguarda poi l’eventuale rosso dato che il rigore lo ha concesso mi pare che il regolamento fosse chiaro , oggi non è automatico ci deve esser l’intenzionalità di fare fallo e ci deve esser la chiara occasione da gol e mi pare che l’attaccante del Bologna stia andando verso l’esterno e non verso la porta.

E veniamo all’eroe di giornata: quel gran genio del mio amico Douglas Costa. Come non si può volere bene a questo ragazzo, piccolo, con la faccia da bambino e con la poesia nel sinistro? Infatti ha legato molto con Dybala e Higuain che da brasiliano verso due argentini non è proprio così scontato. Ha legato in verità con tutti perché è difficile vederlo protestare o fare qualcosa di scorretto. Fra l’altro sia quando gioca bene che quando non gioca bene e viene sostituito pare sempre molto sereno. Devo dire, così spezziamo una lancia in favore di Allegri, che Costa è veramente migliorato quest’anno e credo abbia raggiunto dei picchi che non aveva mai raggiunto prima neppure al Bayern Monaco. Ieri è entrato e ha spaccato la partita di brutto. In una decina di minuti ha messo più palle in area lui di quanto non avessero fatto 4 giocatori prima ovvero Sandro, Asa, Dybala e Cuadrado. E che palle. 4-5 assist al bacio , che sono stati fortunatamente sfruttati in alcuni casi da Khedira e Dybala. Il ragazzo ha un cambio di passo notevole, una velocità da imprendibile, un genio da fuoriclasse. Ieri un tocco di prima di esterno a dribblarne due, un cross di rabona che per poco fa gol e ( per chi l’ha notato) una palla dalla bandierina messa fuori area a rimorchio , quando tutti erano schiacciati sul portiere avversario, meritano veramente il prezzo del biglietto. Il ragazzo non solo è bravo nel dribbling e nell’assistenza ai compagni ( si gioca la palma di re degli assist con Luis Alberto della Lazio) ma vede spazi e corridoi che gli altri non vedono. Non è molto bravo a fare gol, è un ala pura direi vecchia maniera alla Garrincha, e nella sua testa privilegia l’ultimo passaggio alla realizzazione, e oltretutto, se lo fosse non ce ne sarebbe neppure per Messi, ma anche segnando poco riesce ad esser decisivo come una punta. Concludo con un commento dell’amico Luigi alle mie pagelle di ieri sera, che cita un tweet di Willy Signori, perché veramente merita.

“Douglas nostro che sei in panchina, sia santificato il tuo nome;
venga il tuo cross; sia fatta la tua rabona, come a destra così a sinistra.
Dacci oggi il nostro assist quotidiano, e rimetti in sesto i nostri risultati come noi li rimettiamo ai nostri avversari,
e non ci indurre in tentazione, ma liberaci dalle bestemmie
Amen”

 

Pagelle Juventus Bologna 3-1

Pagelle di Alessandro Magno

Buffon 5 La papera che commette sul gol del Bologna è da 0, il passaggio è corto e la colpa è maggiormente la sua, poi però salva il risultato su un tiro ravvicinato che devia sul palo e si guadagna la pagnotta. Però era una papera che ci poteva costare lo scudetto e lui proprio lui non la deve fare.

Cuadrado 6 Dietro ha delle pause non da difensore navigato infatti si prende subito un giallo, e anche davanti spesso non riesce a saltare l’uomo o rallenta troppo l’azione. Però è sempre uno di quelli che ci crede di più infatti su un suo cross facciamo l’1-1.

Rugani 5,5 Sul patatrac del rigore la colpa come è detto è più che altro di Buffon ma lui potrebbe esser più reattivo. Ho l’impressione che non commetta alcun fallo fra l’altro. Si guadagna quasi la sufficienza perchè poi nel finale ogni pallone di testa è il suo con grande sicurezza.

Barzagli 5,5 Sinceramente la coppia Barzagli Rugani non mi da fiducia e tranquillità e dopo aver fatto casini con l’Inter Allegri ce li ripropone con il Bologna. Inoltre Barzaglione che amo visceralmente ormai è arrivato e quando uno è arrivato è arrivato. Basta non può esser più titolare in serie A se ne rovina il ricordo.

Asamoah 6 Una prova diligente. Maluccio nel primo tempo meglio nel secondo quando da quel lato c’è Douglas Costa. Ma meno peggio degli altri nell’insieme.

Khedira 6 Si prende un 6 veramente risicato. La prova non è ottimale quasi sempre nascosto al gioco , ma ha la brillante prontezza di andare a fare il gol del 2-1. Gol importantissimo. Fra l’altro gol meno facile di quello che può sembrare perchè il rischio di spedirla sulla luna è altissimo. D’altronde anche giocando così così quest’anno spesso è stato decisivo.

Marchisio 6,5 Prova con qualche verticalizzazione a lanciare gli attaccanti, ma Dybala e Higuain sono davvero poco mobili. Con un lancio di questi mette già al settimo Higuain in condizione di sbloccarla. Comunque non sbaglia quasi nulla e si applica anche nella fase difensiva. Finisce un poco sulle gambe.

Matuidi 5,5 Nel primo tempo sono tutti da 5 o 5,5 per cui lui non era peggio di altri. Viene sacrificato allo scacchiere tattico ma non era peggio degli altri.

Dybala 6 Primo tempo gravemente insufficiente. Si incarta pure su un errore di Romagnoli che gli spalanca la porta. Fortunatamente si rivitalizza con l’ingresso di Douglas Costa quando da esterno va a giocare più in mezzo. Ha il merito di chiuderla con un bel gol.

Higuain 5,5 Pare pimpante e va subito al tiro. Poi pian pianino si spegne. Si mangia un gol dove si fa anticipare da Mirante in uscita quasi addormentandosi sul pallone. E poi oggi è davvero irritante per quanto tiene la palla e per quanti palloni perde.

Alex Sandro 6 Anche per lui un primo tempo non buono dove gioca sempre all’indietro e non salta mai l’uomo. Invece una piacevolissima sorpresa da interno di centrocampo molto molto meglio. Parò giocare dal lato di Costa questa sera è molto facile.

 

Doulgas Costa 10 Fenomenale. Entra e dopo 30 secondi mette un pallone al bacio per Cuadrado su cui Juan non arriva perchè probabilmente subisce fallo. Azione dopo salta tutti e va al tiro e impegna Mirante e Cuadrado non ci arriva per un pelo. Azione dopo serve assist al bacio per Khedira che fa 2-1 . Subito dopo serva assist a Dybala per 3-1. Dopo questa a momenti segna di rabona. Insomma 10 ma se segnava di rabona 11 o 12. Un impatto sulla partita devastante. Extraterrestre.

Lichtsteiner 6,5 Entra sul 3-1 ma entra molto molto bene.

Bernardeschi 6,5 Anche lui entra molto bene e salva anche un azione pericolosa con una sforbiciata in area. Segno che c’è grande voglia di sacrificarsi. Se sta bene corre il triplo di Dybala. Da valutare bene in questo finale di stagione.

 

Juventus 6 Non posso andare oltre perchè la Juve non mi è assolutamente piaciuta nel primo tempo anche se abbiamo fatto tutto noi nel bene e nel male. Ottima reazione però ora basta. Cerchiamo di svegliarci prima e vincerle meglio fin da subito. Capisco che dopo un 3-1 possa apparire severo ma davvero non si possono giocare tutti questi bonus. Anche oggi abbiano dovuto rimontare. No da basta!

Allegri 5 O ci faccia capire perchè non gioca più Benatia così ce ne facciamo una ragione tutti o davvero lasci perdere questa coppia Rugani Barzagli che fra tutte le coppie centrali possibili che possiamo schierare è quella meno efficace. Poi la sfanga con Douglas Costa. E menomale che Douglas Costa c’è.

Arbitro 5 Sarò di parte ma il rigore l’ho visto e rivisto 100 volte e più lo vedo e più non mi sembra rigore. Tocchi con i piedi non ce ne sono, tocchi con le mani nemmeno. C’è un leggero braccio di Rugani che va sul collo dell’avversario ma a vederlo attentamente con replay si vede come il giocatore del Bologna arrivi sul pallone pianti i piedi in terra e si butti. E’ un tuffo alla Cagnotto. Non solo non c’è rigore e non c’è neppure espulsione ma ripeto rivendendolo mi pare una gran simulazione e mi stupisco che al var lo abbiano concesso perchè si vede molto chiaramente. Un rigore c’è invece per la Juve quando Cuadrado viene abbracciato, e anche questo è molto chiaro in tv, e gli viene impedito di raggiungere un pallone. Si potrebbe pure annullare il gol di khedira per una spintarella ma se non ha dato rigore su Cuadrado direi che ha usato lo stesso metro.

Noi siamo ancora qua. E già.

Articolo di Alessandro Magno

Una partita surreale come a volte capitano nel calcio. A volte succede che all’interno di una stessa partita se ne giochino diverse. E’ accaduto in Inter – Juventus, una vera girandola di emozioni. Siamo passati dalla convinzione di esser ancora in palla , al baratro, alla resurrezione e allo sfinimento fisico. Prova ne sono state le interviste post-partita dei due mister apparsi veramente provati. Questo verrebbe da dire è il bello del calcio, tuttavia in Italia il bello del calcio è quando perde la Juve. Curioso come una partita bruttina come Juventus Napoli con pochissime occasioni da gol da una parte e dall’altra sia stata iper celebrata per la vittoria del Napoli, avvenuta poi su calcio d’angolo quindi una situazione come si suol dire da palla ferma, e qualcuno si è spinto oltre, arrivandola a definire una vittoria ”da Juve”,quando poi la stessa è costantemente vituperata per il gioco poco appariscente. Evidentemente si può vincere da Juve a patto che non sia la Juve stessa. Dicevo curioso come invece la vittoria di ieri con 5 gol, 2 rimonte con non tantissime occasioni da gol ma diverse emozioni, ottime le parate di Buffon su Candreva e Handanovic su Dybala ad esempio, dicevo curioso e strano come passerà alla storia per una non bella partita. Anzi per le polemiche. Sono pronto a scommettere che fino al 2-1 era bellissima. Infatti San Siro si prodigava in standing ovation ai propri beniamini nerrazzurri a ogni sostituzione. Gli abbiamo rovinato la festa. Pensavate fossimo morti e invece no. Spiace per voi.

Veniamo a noi. La Juventus ha iniziato molto bene , pimpante. L’inter anche in 11 non sembrava gran cosa. Allegri ha messo una difesa secondo me sbagliata ma il pallino del gioco lo avevamo in mano noi. Cuadrado e Alex Sandro insieme si possono mettere solo in un 3-5-2 a mio parere, Cuadrado poi in fase difensiva, nonostante l’impegno ha sbagliato molto. Sandro quest’anno non na azzecca una meglio, veramente meglio Asamoah. Non mi piaceva e non mi ha convinto la coppia difensiva. Fuori Benatia per me è una follia e spero non sia stata una scelta punitiva. Barzagli non ha piu’ la forza per giocare titolare gli anni passano per tutti, almeno titolare senza una roccia come Chiellini vicino. Rugani ha giocato troppo poco e il ruolo delicato di centrale difensivo richiede un maggiore collaudo. Tuttavia la difesa alla bene e meglio ha tenuto abbastanza. L’Inter poi ha fatto 3 tiri in tutta la partita e ci siamo fatti un autogol e preso il solito gol da calcio da fermo. Cosa che mi ha stupito in negativo è stato il crollo del nostro centrocampo. Non è possibile che in superiorità numerica non si riesca a tenere noi la palla. Khedira molle , Pjanic incredibilmente e stupidamente nervoso e irritante. Matuidi generoso ma l’ordine non è il suo forte. Hanno completato l’opera la coppia Mandzukic-Higuain che per buona parte della partita sono stati inguardabili. Davanti solo un vivace Douglas Costa dava segni di vitalità e infatti segnava.

Con questo casino tattico che non mi spiego se non con la voglia di metter in campo una formazione ultra offensiva per assecondare la critica , cosa che un mister non dovrebbe mai fare, non poteva che finire che si perdeva il bandolo della matassa. Così ci si mette a palleggiare e cazzeggiare e a giocare a 2 all’ora e si consente a un Inter di passare addirittura in vantaggio, Inter che ribadisco, salvo qualche solista, è veramente poca cosa. Ora non so come si sia rimontata questa partita. Indubbiamente ai ragazzi non manca il carattere e gliene va dato atto. Senza attributi queste partite aspetti solo che l’arbitro fischia per andarti a nascondere negli spogliatoi. Fortunatamente non è il caso dei nostri ragazzi. Indubbiamente Allegri è bravo a fare i cambi e/o obbligato e/o fortunato ad avere dei cambi così di valore, perchè avere Dybala e Bernardeschi e Bentancur da buttare dentro è cosa buona. Alla fine di riffa e di raffa fra un redivivo Cuadrado e un rinato Dybala, fra la voglia di Berna e Benta fra il sudore, il sangue , la faccia nella polvere, la forza della disperazione e tanta tanta tantissima buona sorte si è raddrizzato un Campionato che all’87mo pareva buttato nella pattumiera. C’è molto moltissimo da rivedere. Non so se con questo abbiamo esaurito davvero tutti i Jolly. Io mi auguro veramente che a questo punto ci sia un qualcosa di psicologico che sia cambiato a nostro favore, perchè davvero la squadra è sulle gambe, ma è forte. Questa Juve se i giocatori tornano a giocare ai loro standards è veramente forte.

Pagelle Inter Juventus 2-3

Pagelle di Alessandro Magno

Buffon 6 Credo sia al limite del senza voto. Non ricordo altri tiri in porta dell’Inter a parte i gol. A si un tiro a sorpresa di Candreva dalla distanza. Per il resto veramente normale amministrazione e sui gol non puo’ nulla.

Caudrado 7 La prova difensiva è abbastanza insufficiente si prende un giallo dopo soli 4 minuti ed è molto responsabile sul gol del 2-1, purtroppo non è un terzino che puo’ giocare nel campionato italiano, al massimo sarà buono come terzino per l’estero ma qui non è proprio cosa e io lo avevo già detto da prima. Pero’ serve un gran numero di cross su uno pesca Douglas Costa per l’1-0. Fortunatamente quando c’è l’odore del sangue e la bava alla bocca è uno dei migliori e si prende le responsabilità fino a realizzare il gol del pari.

Rugani 5 Non commette gravissimi errori ma la palla gli scotta sempre fra i piedi e da sempre l’impressione di esser troppo sotto pressione. Anche nel contrastare Brozovic sul gol del loro 2-1 mi sembra timido.

Barzagli 5 Rischia quasi un rosso su Icardi commette l’errore dell’autogol del 2-1 e gioca sempre un poco al limite del crollo, io credo che continuare a farlo giocare titolare a questi livelli sia veramente volergli male. Quasi mi dispiace perchè le sue lacrime sul gol del nostro 2-3 mentre abbraccia Buffon vogliono dire quanto ci tiene a questa maglia.

Alex Sandro 5 Continua ad esser l’ombra di se stesso. In fase difensiva anche se la cavicchia ma davanti non riesce mai a saltare l’uomo e mai a metter un cross decente.

Khedira 4,5 In 10 contro 11 non puo’ saltare completamente il centrocampo. Spesso quest’anno è stato in versione o palla al piede o uomo in piu’ , questa sera è stato palla al piede.

Pjanic 4 Sul piano della costruzione del gioco neanche malaccio ma sul piano mentale veramente sotto zero. Rischia in un paio di casi di farsi espellere e lasciare la squadra in 10. E’ assolutamente nervoso di un nervosismo pure sciocco perchè prende un giallo nemmeno 5 minuti dopo che è stato espulso Vecino. Esce lui e la Juve vince. Da rifletterci.

Matuidi 5 Almeno lui ci mette grinta e voglia anche se purtroppo la sua indisciplina tattica lo porta a sbagliare 2 volte. Quando segna in fuorigioco che è abbastanza netto e quando tiene forse lui tutti in gioco sul gol del pari di Icardi. Per fortuna almeno sul primo gol non la tocca.

Douglas Costa 6,5 Disputa un bellissimo primo tempo segnando anche un bel gol. Nel secondo tempo Spalletti gli mette spesso Cancelo a uomo e trova molte piu’ difficoltà anche se cambiando spesso di fascia cerca di trovare qualche spazio e qualche giocata.

Higuain 6 La prova è stata lungamente insufficiente e devo dire questa sera mi ha fatto bestemmiare come non mai in vita mia. Lo avrei preso a calci soprattutto per aver sbagliato il gol del 2 nostro dopo aver superato in dribbling il portiere e tirato a porta vuota. Poi pero’ arriva prima di tutti sul gol del 3-2 e puo’ esser il gol scudetto.

Mandzukic 4 Prestazione pressoché inutile. Un colpo di testa indietro per Matuidi poi un fallaccio preso che ne compromette la serata. Veramente poco per Marione questa sera.

Dybala 6,5 Entra molto timido che quasi non si vede poi prende coraggio e palloni. Sfiora il gol su punizione e serve l’assist del gol del pareggio e del gol vittoria. Quindi molto meglio delle ultime volte.

Bernardeschi 6 Anche lui molto pimpante. Entra con caparbietà nel match.

Bentancur Sv Ottima personalità anche per lui.

Juventus 6 Il voto è politico e dato dall’insieme di tutto quello che è successo. Un primo tempo ben giocato ma dove si sbaglia a non affondare il colpo come sempre di questi tempi. Solito errore solita punizione nel secondo tempo in 10 contro 11 si permette all’Inter addirittura di vincere. Poi la reazione finale miracolosa ma anche voluta. Almeno gli ultimi 20 minuti piu’ recupero sono stati un vero assedio.

Allegri 6 Il voto è come quello della squadra un 6 politico. La formazione che ha messo in campo chi mi segue nei miei canali sa che l’ho molto criticata. Cuadrado, Barzagli, Rugani, Alex Sandro, una difesa impresentabile. Prevedevo patimenti sulle fasce e così è stato. Fortunatamente l’Inter non è fortissima e poi ci siamo trovati in 10 contro 11. Nonostante questo grande vantaggio siamo riusciti prima a pareggiare e poi addirittura a perdere. Fortunatamente c’è stata quella grande reazione finale. Se è colpa del mister la fase soporifera della parte centrale della partita probabilmente è merito suo anche la reazione. E forse pure dei cambi disperati quando ormai in campo c’erano ben 5 attaccanti.

Arbitro 5 Caso per caso tutti gli errori che ha fatto. Il rosso a Vecino è severo anche se ci puo’ stare al var in quanto Vecino mette proprio i tacchetti di proposito diciamo fallo da arancio tendente al rosso. Gol annullato alla Juve giusto ma forse c’è un rigore su Higuain nell’azione. Giallo a Pjanic quando entra con ginocchio sul petto c’era, quindi graziato. Fallo di Barzagli su Icardi secondo me è corretto il giallo in quanto non c’entra nulla con quello di Vecino. Barzagli cerca la palla e prende Icardi con la punta del piede non con i tacchetti e piede a martello per cui direi giallo corretto. Rigore richiesto di Icardi per fallo di Barzagli mi sembra un poco generoso sono in uscita dall’area e cercano entrambi il pallone in ogni caso ci poteva pure stare. Espulsione finale per Skriniar per fallo da ultimo uomo su Higuain è nettissima. Questo è quanto ne ha sbagliate un poco per parte certo il rosso a Vecino è stato quello piu’ penalizzante per l’Inter pero’ Vecino i tacchetti ce li mette di proposito non è che non ce li mette e c’è una var oggi , una var tanto voluta per cui …. In ogni caso all’87mo è vero che l’Inter ha un uomo in meno ma sta vincendo e mancano 3 minuti alla fine.

Una Juve chirurgicamente cinica

 

Articolo di Alessandro Magno

Juventus Milan è iniziata nel pomeriggio. Il Sassuolo come qualcuno aveva predetto è, insieme al Chievo, la bestia nera del Napoli, e lo ha dimostrato anche questa volta. E’ arrivato un pari a sorpresa come fu a sorpresa quello nostro con la Spal. Devo dire che mi ha sorpreso pensavo più a Di Francesco come problema Napoli che al Sassuolo. E invece il calcio è strano. Napoli e Juve in ogni caso stanno procedendo a velocità altissime per questo per lo meno era facile prevedere un calo di una o di entrambe. Sarebbe stato impensabile due squadre che a fine campionato avessero totalizzato entrambe più di 100 punti e infatti così è stato. Ora il Napoli non ci può arrivare più, ma cosa più importante, la Juve con il pareggio dei partenopei del pomeriggio e un eventuale vittoria sul Milan avrebbe avuto nuovamente l’occasione per allungare. Il Milan altresì veniva da 10 risultati utili consecutivi e aveva grande voglia di misurarsi contro di noi. C’erano belle premesse. La partita non è stata semplice. Combattuta il giusto soprattutto nel primo tempo.

La Juve è partita meglio creando subito due occasioni e andando in vantaggio con Dybala. Il Milan non si è scoraggiato ma l’ha messa sulla grande corsa e la grande grinta ed è pervenuto al pareggio. La partita avrà in seguito vari volti. Alti e bassi. Il Milan si è fatto preferire per tutta la parte centrale del primo tempo. La Juve troppo sorniona e troppo compassata è stata eccessivamente lenta forse a cercare di spezzare il ritmo indiavolato degli avversari. Nel secondo tempo con il cambio Douglas Costa si è vista da subito una Juve migliore è più padrona del campo, anche se il Milan ha fatto due ripartenze importanti una in cui ha colpito una traversa con un gran tiro da lontano, e l’altra in cui Bonaventura ha tirato alto. Nei tiri che sono arrivati nello specchio sia nel primo tempo che nel secondo invece Buffon si è fatto trovare pronto. La Juventus altresì ha continuato a crescere come un Diesel mentre il Milan ha iniziato inesorabilmente a calare. La differenza l’han fatta i cambi. Noi con Costa e Cuadrado abbiamo spaccato la partita oltre ad aver scompaginato le carte arrivando nella stessa partita ad usare 3 moduli diversi e mettendo in grossa difficoltà il Milan nel pervenire alle marcature. L’altra grossa differenza l’ha fatta la diversa esperienza fra Allegri e Gattuso. Ringhio l’ha messa tutta sulla grinta e sull’intensità e finchè han tenuto han giocato alla pari. Allegri l’ha interpretata a piacimento accelerando e rallentando quando doveva e quando voleva. Il capolavoro è stato tenere in campo Khedira che lo ripagherà con un gol e un assist. Va detto a onore degli avversari che la nostra rosa con tutti gli infortunati del caso è nettamente migliore della loro. Se Suso è forte , Douglas Costa e Cuadrado a confronto sono Maradona e Pelè tanto per dire.

Un ultima considerazione la voglio fare sul 442. In tempi non sospetti ho detto che questa squadra con Costa ben inserito nei maccansmi e Cuadrado guarito, ha una spiccata vocazione per il 442. Con 2 centrocampisti di cui uno Pjanic e l’altro un interdittore, 2 attaccanti veri che pensano a fare gol, e 2 ali come Cuadrado a destra e Costa a sinistra, si puo’ esser davvero equilibrati e fantasiosi allo stesso tempo. Oggi Allegri lo ha potuto provare per la prima volta e mi pare che le cose siano andate discretamente bene. Ultima per dovere di cronaca il sig. Bonucci che ha segnato ed ha esultato. Francamente me ne infischio di lui. E’ venuto a farci vedere il suo nuovo corso che è un corso peggiore del nostro quindi è andato a peggiorarsi salvo il lato economico. L’anno prossimo difficilmente farà la Champions e se così sarà saranno 2 anni di fila. Auguri. Forse la sua squadra fallirà e allora si dovrà trovare un altra squadra che lo accolga per fare il capitano chissà. Intanto potrà forse dire si esser stato l’ultimo capitano del Milan. Di una squadra fallita. Intanto questa sera dopo i fischi è uscito battuto e soprattutto fra gli olè dei nostri tifosi durante la melina dei minuti finali. Al momento non mi pare abbia spostato tanti equilibri nè i suoi nè i nostri. Ci si vede in finale di Coppa Italia genio.

Missione compiuta.

Articolo di Alessandro Magno

Qualificazione presa senza particolari problemi. Alla Juventus sono bastati i soliti 20 minuti ben fatti per aver ragione di un Olympiacos volenteroso e pasticcione. I primi minuti della Juventus sono stati in assoluto controllo della situazione. Al primo affondo poi Cuadrado l’ha chiusa. A quel punto credo che la Juventus si sia messa in posizione stand by aspettando notizie da Barcellona che puntualmente sono arrivate. In quel mentre con la vittoria della Juve e il relativo vantaggio blugrana le speranze dello Sporting Lisbona sono praticamente morte, così forse si è mollata un poco la tensione e si è concesso al solito qualcosa di troppo ai Greci. Va detto che questo Olympiacos è davvero poca cosa e si è avuta sempre la sensazione che la Juventus potesse affondare il colpo a piacimento. Va anche detto che loro ce l’hanno messa tutta caricati da un ambiente, stadio tutto pieno, nonostante nessuna velleità di classifica, neppure per l’Europa League. Complice un arbitro un poco eccessivamente permissivo c’è stato qualche scontro di troppo. Ne hanno fatte le spese alcuni dei nostri che sono usciti acciaccati come Barzagli. Qualcuno ha dovuto finire stringendo i denti tipo Benatia. Ottimo è stato Szczesny. Ottimo nel disinnescare quelle poche palle gol create dai nostri avversari. Bene anche Higuain, Benatia, De Sciglio sempre piu’ sorpresa positiva e Bernardeschi e Pjanic quando entrati. Abbastanza sufficienti tutti gli altri. Un poco altalenanti Costa e Sandro. Unica nota stonata un Dybala veramente fuori dal coro. E dire che con il Napoli oltre all’assist per il gol aveva fatto anche una prestazione di grande intensità e sacrificio. Forse deve rifiatare. Con un Bernardeschi così ce lo possiamo anche permettere. Federico è entrato e ha chiuso la partita con un grandissimo gol dopo esserci andato vicino pochi minuti prima.

Sottolineerei  come questa sia stata una delle qualificazioni davvero meno sofferte della Juventus che non è che goda di grandi momenti nei gironi di Champions League, anzi spesso ci si è complicati la vita. Quest’anno invece mi pare che la qualificazione non sia stata mai in discussione, nemmeno quando ci fu la sonora sconfitta contro il Barca, che in ogni caso resta l’unica del girone e ci puo’ anche stare. Oggi in attesa del Napoli e delle altre , hanno perso il Chelsea che ha perso anche la testa del suo girone in favore della Roma che addirittura si classifica prima in un girone assolutamente difficile, e ha perso soprattuto il Psg che ha preso una chiara legnata dal Bayern di Monaco. Parigini che si qualificano primi in virtu’ della partita di andata ma che sono stati abbastanza ridimensionati. Ad oggi in attesa delle altre partite la Juventus potrebbe pescare una fra Manchester United, Psg, Manchester City, Tottenham e Besiktas l’ultimo girone in cui ancora c’è da decidere il primo posto se lo giocheranno Liverpool, Siviglia e Spartak Mosca. Insomma a parte un paio di possibilità saranno sicure sfide toste. Evitate in ogni caso Real, Chelsea, Barcellona già affrontato e Roma. Vedremo domani cosa ci diranno gli altri gironi. Poi concentrati per l’Inter. Non sarà semplice perchè loro riposano dopo aver giocato contro il Chievo e noi invece veniamo da due partite comunque ad alta tensione come Napoli e Olympiacos. Ci hanno messo anche la sfida di Sabato invece che di Domenica sera. Tuttavia questa Juventus non bella, sta dimostrando di esser divenuta molto molto molto pratica. Vincere con l’Inter dopo queste ultime due vittorie sarebbe una cosa davvero interessante. Vedremo.

Pagelle Olympiacos Juventus 0-2

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 7 Pochi interventi ma molto utili. Uno veramente bello di piede anche se l’azione sembra viziata da un fuorigioco non segnalato. Altre parate a terra su cross o uscite tempestive. Qualche giocata con i piedi un poco troppo avventurosa.

De Sciglio 7 Difficile trovare qualche sbavatura in questa partita. Se inizia a spingere un poco di piu’ ne vedremo delle belle anche perchè ora con la serenità ritrovata sta facendo vedere di avere piedi molto educati.

Benatia 7 Contribuisce alla tenuta granitica della difesa con la ruvidezza necessaria al caso. Anche se c’è da prendersi un giallo non si tira indietro. Continua il suo momento felice. Un gigante.

Barzagli 6,5 Spesso è lui a impostare l’azione lascia il lavoro piu’ sporco a Benatia e lui si limita quando puo’ a giocare di fino.

Alex Sandro 6 Primi 20/25 minuti davvero bene fino a collezionare anche l’ottimo assist per Cuadrado, poi pian piano si esaurisce fino ad un secondo tempo quasi da festival degli orrori.

Khedira 6 Ordinato e combattivo. Non aiutato secondo me dalla scelta tattica di Allegri di giocare con lui e Matuidi a 2. Meglio con il centrocampo a 3 quando entra Pjanic.

Matuidi 6 Tanta corsa , tanti palloni recuperati. Purtroppo nel disordine lui ci sguazza e l’Olympiacos è squadra disordinatissima.

Cuadrado 6,5 Gran bel gol di velocità è tempismo che mette la partita in discesa poi a corrente alternata. Forse non è ancora al meglio della forma.

Dybala 5 Un primo tempo così così poi tanto tanto male nella ripresa. Alla fine Allegri lo toglie giustamente perchè sta perdendo tutti i palloni e ci fa giocare uno in meno.

Douglas Costa 5,5 Alex Sandro 2.0 Parte bene si perde male riesce ad avere ogni tanto sprazzi di luce e metter buoni cross ma in definitiva non troppo incisivo questa sera.

Higuain 7 Alla gara dei palloni recuperati arriva primo. Non tante palle buone da scagliare in porta ma tanto tanto sacrificio.

 

Pjanic 6,5 Entra e rimette in ordine squadra e centrocampo. Pur senza strafare la Juve con lui è piu’ quadrata.

Rugani 6,5 Anche lui entra molto bene in campo. Da capire sulla traversa se è piu’ un suo errore farsi anticipare o se è piu’ un suo intervento di disturbo a portare il giocatore greco a colpire in modo scoordinato e prender la traversa.

Bernardeschi 7 Un gol sontuoso. Alla Robben. Pochi minuti giocati per lui e diversi gol segnati quest’anno. Alla faccia di chi dice che non è buono.

Juventus 6,5 La Juventus vince in Grecia dove non è proprio una passeggiata di vita. Clima ostico Greci abbastanza cattivi. Resta la solita prestazione un po’ così. Bene all’inizio. Qualche ansia di troppo durante. Per fortuna questa volta qualcuno la chiude sul 2-0.

Allegri 6,5 Squadra secondo me non troppo bilanciata con tanti che difendono poco in campo. Finchè c’è il sacrifico di tutti la cosa funziona, anche perchè l’avversario non è un fulmine di guerra. Appena Dybala inizia ad esse un poco appannato schiera Pjanic e 4-3-3 e le cose vanno meglio.

Arbitro 5 Tutte ma proprio tutte nessuna esclusa , le spallate dei greci sono irregolari. Quando si va spalla contro spalla non ci deve esser nessun movimento del braccio.Ogni volta che si allarga il braccio è fallo. Forse voleva arbitrare all’ingese ma così è arbitrare alla scarpone.

Pagelle Juventus Benevento 2-1

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 3 Mi spiace molto perché trovo che sia in prospettiva un ottimo portiere titolare al posto di Buffon. Sarà che gioca poco ma la barriera messa oggi nemmeno in terza categoria. Il Benevento sfiora l’impresa grazie a questa cavolata.

De Sciglio 6,5 Il migliore in campo. E’ vero che è solo il Benevento ma lui gioca con lucidità e calma olimpica e produce, produce, produce, fino a effettuare il cross del pari. Molto bene. Si attendono conferme contro squadre piu’ blasonate.

Rugani 6 Chiellini si sgancia parecchio e lo lascia spesso solo. Il Benevento tenta qualche ripartenza pressando forte su di lui. La sbroglia sempre discretamente bene. Si limita a difendere ma non corre troppi rischi.

Chiellini 6 Al festival della confusione partecipa anche lui da protagonista, resta sempre valido sul piano della grinta e dello scontro fisico. Ancora una volta con il turbante. Stoico Capitano.

Alex Sandro 5 Una specie di giocatore da testa o croce o da rosso e nero alla roulette. Puo’ farti una cosa buona come puo’ andarti male e fare una cavolata. Fra le tante cavolate almeno azzecca il cross per Cuadrado, ma veramente non è l’Alex Sandro che conosciamo. Ancora una brutta prova.

Marchisio 6 Cerca di metter ordine in una partita completamente disordinata e a volte anche ci riesce. Non se la cava proprio malaccio. Non sono sicuro se sulla punizione, leggermente si toglie dalla traiettoria del pallone. Se fosse uno 0,5 in meno sul voto.

Matuidi 6 Come tutti gli altri è veramente un casinista di primo ordine. Lo salva la grande corsa, che fra l’altro gli consente di andare a prendere e rimettere in mezzo il cross di De Sciglio, per il gol del pareggio. Spende bene anche svariati falli. Non bello ma in queste partite dove occorre cazzima ci vuole.

Cuadrado 5,5 Al limite della sufficienza per il gol. Un gran bel gol da centravanti. Prima molti errori e tanti troppi palloni persi, tante palle giocate a tu per tu con il portiere avversario, sprecate in malo modo.

Dybala 4,5 Primo tempo così così, almeno è vivo, anche se sbaglia un paio di gol. Nel secondo tempo si spegne. Sbaglia anche 3 punizioni dalla sua mattonella. Periodo no. Stia sereno torneranno tempi migliori ma non pretenda di giocare sempre perchè così a volte ci fa giocare in 10. Telecamere Mediaset in primo piano sulla bocca durante la sostituzione 0, roba da segaioli guardoni.

Douglas Costa 6,5 Per molti minuti è il migliore in campo. Prende una traversa , quasi segna su un tiro cross. Alla fine è un poco stanco e Allegri lo toglie per Mandzukic ma ha fatto il suo, anche se da sempre l’idea di esser un corpo estraneo alla squadra e di giocare per proprio conto.

Higuain 6,5 Con De Sciglio e Costa l’unico veramente bene. Segna il gol scaccia incubi del pareggio e lotta e corre come non mai. Il solito esempio per tutti.

Mandzukic 5 Devo dire che l’ho a lungo acclamato per via delle possibili mischie e cross in area di rigore. Entra già sul 2-1 quando il suo ingresso non è piu’ determinate. Fa solo cose sbagliate.

Bernardeschi sv In tempo per prendersi un giallo quasi rosso. Certo che la squadra non lo aiuta niente. Ogni volta che entra lui si smette di giocare la palla dal suo lato. Sarà antipatico a qualche compagno?

Bentancur sv Almeno dei subentranti è quello che entra con la testa giusta, e sfiora il gol del 3-1.

 

Juventus 6 Di rifa o di rafa questa squadra prende troppi gol. Oggi su un errore veramente scolastico. La reazione c’è ed è veemente. I ragazzi ci credono di poterla raddrizzare e ce la fanno. Da questo lato sono encomiabili. Certo magari giocare meglio da subito senza complicarsi le partite no e?

Allegri 6 Non ha colpe sul fatto che il Benevento passi in vantaggio. Fa un turnover anche intelligente non stravolgendo tutta la squadra. Ancora una volta starà sulla graticola ma oggi fanno tutto i ragazzi nel bene e nel male. Certo ora pero’ bisognerebbe iniziare a cambiare brutte abitudini tipo quella di subire gol.

Arbitro 5 Tollera un eccessiva ruvidità da parte dei giocatori del Benevento anche se i falli li fischia. Tuttavia è un mezzo miracolo che non ci sia nessun espulso dei loro visto che sistematicamente colpiscono i nostri quando hanno già dato via il pallone. E’ un gioco a intimorire gli avversari visto e rivisto che possiamo anche comprendere nel Benevento. Come sfugga all’arbitro è invece incomprensibile.

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia