Archivi Tag: Higuain

Lezione di vita.

Articolo di Alessandro Magno

Inter Juventus è stata una bellissima partita prima di tutto. Ben giocata da entrambe ma soprattutto dalla Juventus che nel secondo tempo è venuta fuori prepotente e ha vinto meritatamente. L’Inter ha tenuto botta con le qualità tanto care al suo mister. Grinta, corsa, volontà. Peccato che queste qualità sono solo una parte di quello che concerne giocare a calcio e non siano il tutto. Peccato che queste qualità vadano maggiormente esaltate laddove non c’è qualità tecnica o ce ne sia poca. E da questo punto mi pare assai evidente che la qualità tecnica della rosa è nettamente a favore della Juventus. Mi sono divertito da gobbo a vincere ma mi sono divertito ancora di più ad osservare le lagne di Antonio Conte. Ha sciorinato tutto il repertorio classico: ” Siamo indietro e dobbiamo lavorare”, ”la juve è due categorie sopra”, il sempre verde ” stiamo portanDo la macchina a mille” ( questa la dice addirittura dai tempi di Siena), ma il top è stato l’esempio della Juventus che nel corso di questi anni è andata avanti mentre le altre sono andate indietro e, non solo ora è qualcosa di insormontabile, come un palazzo di venti piani, ma è addirittura un grattacielo. Rido. Quindi da un ristorante da 10 euro siamo diventati un grattacielo nel giro di soli 5 anni. Agghiacciante.

Cinque anni prima quando la Juve era considerata un ristorante da 10 euro l’allenatore era proprio Antonio Conte che si dimise di sua volontà a ritiro in corso. Ora la Juventus per parola di questo stesso allenatore è diventata una corazzata e una delle squadre più forti d’Europa (prendo sempre spunto da sue dichiarazioni pubbliche) mentre lui è tornato ad allenare una squadra che a suo dire è molto indietro. Forse una squadra da 10 euro? Chissà. Ma che carriera ha fatto Antonio Conte lontano dalla Juventus mentre la Juve ”pam , pam , pam (cit.) cresceva anno per anno? Antonio Conte ha raccolto un campionato inglese con il Chelsea che però ne aveva vinto uno due anni prima con Mourinho (anche se Conte prese la squadra che era arrivata decima) e una Coppa d’Inghilterra. In mezzo una bella esperienza con una delle Italie peggiori di sempre, che si conclude con un bel campioni di uscire a testa alta. Notevole! Ma non va in bacheca. La Juventus di contro senza Conte e con Massimiliano Allegri vince 11 trofei ovvero 5 scudetti 4 coppe italia e 2 supercoppe italiane, inoltre giunge due volte in finale di Champions perdendo nettamente entrambe le volte va detto, tuttavia giunge in fondo a una competizione in cui Conte non ha mai disputato neppure una semifinale.

Quindi la Juventus nel corso degli anni ha continuato a crescere mentre la carriera di Conte diciamo non ha avuto alcuno sprint. Forse lasciando la Juve si illudeva di esser chiamato dal Barcellona o dal Real Madrid, ma ad oggi è stato chiamato solo da squadre inferiori alla Juventus per storia, vedi il Chelsea, ma se non vogliamo denigrare troppo i nostri avversari dell’Inter, che hanno un palmares internazionale e nazionale sicuramente migliore del Chelsea, almeno per condizioni attuali della squadra ( ri-sottolineo che sono parole dette dallo stesso Conte). Però il buon Antonio a causa di una stampa sempre molto amorevole e indulgente con lui (da quando ha lasciato la Juve perchè prima era da radiare) ha avuto un’impennata mostruosa del suo stipendio. Lasciò la Juventus con un fresco rinnovo a 3 milioni di euro a stagione e ora dopo 5 anni in cui ha vinto assai poco, ha uno stipendio all’Inter di 12 milioni l’anno risultando il più pagato della serie A. Stipendio quadruplicato per aver vinto una Premier League? Pure Ancelotti l’ha vinta, Mancini e finanche Ranieri che ha fatto una impresa storica maggiore della sua. Tanto per parlare di denaro Sarri ne guadagna 6 e Allegri ancora sotto contratto 7,5. Praticamente con quello che la Juventus, ovvero il grattacielo, paga 2 allenatori, il ristorante da 10 euro ne paga uno. Curioso. Ma questo chef del ristorantino da 10 euro è davvero così bravo da meritare uno stipendio da ristorante a cinque stelle?

Non voglio fare le pulci all’Inter è giusto che spendano i loro soldi come meglio credano e neanche voglio dire che Conte sia un cattivo allenatore. Lungi da me. Però Conte è stato da noi per 20 anni e dire che lo conosciamo bene è un eufemismo. Lo conosciamo come le nostre tasche. Conte è molto bravo in alcune cose dove anzi eccelle. Preparazione atletica e motivazionale dove è in assoluto il numero uno. Le squadre di Conte corrono a mille e riesce a far dare il 150% a quasi tutti i giocatori soprattutto i medi o mediocri che dir si voglia, che hanno bisogno di avere tanta fiducia e tanto sprone da parte del loro allenatore. Quello è il suo pane. In altre questioni invece ahimè è mediocre anche se nessuno lo dice, come la lettura delle partite ad esempio. Mai un cambio indovinato sempre cambi ruolo per ruolo. Mai un invenzione un colpo di genio. Penoso anche l’utilizzo del modulo di gioco. Ad oggi credo sia l’unico allenatore al mondo che non ha una valida alternativa al modulo primario della squadra. Lui gioca 352 contro tutti gli avversari che siano il Real o il Lecce e soprattutto cosa grave, gioca con questo modulo in ogni situazione indipendentemente da ciò che fanno gli avversari se usano o meno un maggior numero di attaccanti o difensori. Per lui è sempre 352. Valverde e Sarri cambiando la disposizione delle pedine in campo lo han mandato in tilt.

Altra questione su cui è veramente scarso è la tenuta della squadra. Lui manda sempre la macchina a mille anche quando rischia di fondere. Infatti con il Barca e con la Juve han tenuto un tempo. Allora uno si chiede perchè non farli andare meno? Ci sono dei momenti della partita in cui le forze vanno gestite e se l’obiettivo è durare 90 minuti se scoppi dopo 45 non sei bravo. Ancora più scarso è nella scelta dei giocatori. Veramente Conte di giocatori non ne capisce nulla. Alla Juve era innamorato di Giovinco e Vucinic e si voleva far prendere Iturbe e Jovetic. All’Inter mi auguro che il mercato glielo abbia fatto Marotta ma sostituire Icardi con Lukaku è da fessi. Icardi come bomber vale 10 Lukaku che è un buon giocatore ma ha delle lacune tecniche evidenti. Altra cosa e ultima dove è veramente il peggiore in campo sono le dichiarazioni post partita. E’ una continua lagna e quel continuo lamentarsi della squadra e dei giocatori che stanno facendo il massimo ma quelli sono, alla lunga logora l’ambiente. Di fatto sono una scusante alle sue capacità che non devono mai esser messe in discussione. Se lui allena giocatori scarsi che colpa ne ha, infondo è già tanto quello che riesce a cavare da queste rape. All’inizio i giocatori sono contenti di lui si butterebbero nel fuoco come dichiarato da Barella (immaginate voi CR7 dichiarare ”mi butto nel fuoco per Conte” fa già ridere), poi invece questo atteggiamento da superuomo sempre con il mal di pancia stanca e infatti spesso accade che i giocatori non lo seguano più. E quando ha stancato i giocatori stanca anche la società che si trova, non un collaboratore fedele, ma un continuo rompiscatole a cui non va bene mai nulla. Uno che di fatto per giustificare se stesso mette in difficoltà la società davanti ai tifosi.

Indubbiamente Conte all’Inter è l’uomo giusto al posto giusto. Sono in una situazione di ricostruzione e gli serve un uomo così. Altrettanto indubbiamente Conte lasciando la Juve ha fatto la cazzata della vita perchè è evidente che se fosse stato più bravo e più paziente avrebbe potuto avere lui i titoli di Allegri e ora si troverebbe sul grattacielo e non nel ristorantino. Io da tifoso concludo che si sono stato ”contiano”. Addirittura lo invocai con Perinetti quando prendemmo Ferrara e c’era Secco, quindi sono stato ”contiano” prima di tutti. Però ora non lo invidio e non lo rimpiango. Anzi ringrazio che ora siamo diventati così forti da aver bisogno ”solo” di un allenatore bravo e non di un Masaniello. Buona vita Conte. Grazie di tutto ma preferisco Sarri.

Pagelle Inter Juventus 1-2

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6,5 Sicuro nelle uscite una parata in tuffo e una parata salva risultato nel finale. Intuisce il rigore. Peccato la palla data a sorpresa a Pjanic.

Cuadrado 7 In una partita dalla grande intensità commette qualche errore ma è anche uno stantuffo sulla fascia.

Bonucci 7 Una buonissima partita con un paio di incertezze ma nell’insieme ottimo. Molto impegnato da Lukaku e Lautaro.

De Ligt 6 Alcune incertezze ma anche alcuni buoni anticipi. Partita dal coefficiente di difficoltà enorme. Lotta e non si perde molto aiutato da Bonucci. Per me il rigore non c’è.

Alex Sandro 7 Quasi perfetto. Migliorassimo nella fase difensiva e spinge il giusto intercambiandosi bene con Matuidi.

Khedira 6,5 Combattivo come non mai e sempre diligente dal punto di vista tattico. Sopperisce con la solita intelligenza alla veemenza di Sensi e Barella.

Pjanic 7,5 Un paio di sbavature ma una partita di un intelligenza unica. È un piacere vederlo giocare. Sontuose alcune giocate come l’assist a Dybala

Matuidi 6,5 Straordinario per intensità corre veramente per tre per tutta la partita e anche per questo spesso è poco lucido.

Bernardeschi 4,5 L unico che in una grande partita di squadra sembrava un pesce fuor d’acqua. Gli do mezzo voto in più per aver impegnato Handanovic in un tiro.

Dybala 7,5 Gol bellissimo e lampi di classe nel palleggio. Gioca un poco a sprazzi ma sono bei lampi.

Ronaldo 7 Anche lui gioca a sprazzi ma entra sempre nelle azioni chiave. Segna un gol annullato di un nulla prende una grande traversa.

Higuain 7,5 Entra si mette al servizio della squadra sudando nel pressing e viene premiato con un gran bel gol

Bentancur 7 Ottimo ingresso bello l assist a Higuain di prima

Emre Can 7 Anche lui entra cazzutissimo.

Juventus 7 Conte dice che ha guardato le statistiche ma le ha guardate male perchè la vittoria è stata più netta di quello che il risultato dica. Abbiamo fatto 3 gol su azione e una traversa contro uno su un rigore dubbio.

Sarri 8 Migliore in campo la vince con il suo gioco e facendo cambi giusti con soluzioni tattiche intelligenti.

Arbitro 3 Il peggiore in campo mi limito a questo.  Se perdevamo o pareggiavamo gli davo 6 perchè non voglio dare alibi alla squadra abbiamo vinto e gli do 3 di stima.

Pagelle Juventus Bayer Leverkusen 3-0

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny SV Non mi pare effettui alcuna parata o almeno non ricordo. Nel finale effettua un uscita sconsiderata che si poteva risparmiare. Ora ho capito perchè non esce mai.

Cuadrado 7,5 Terzino destro titolare a divinis. Ormai è nettamente più affidabile sia di Danilo che di De Sciglio. Migliora giorno per giorno in fase difensiva ed è sempre propositivo.

Bonucci 7 Sempre più difensore e meno regista ma più organizzatore. Mi piace questa nuova versione del giocatore.

De Ligt 7 Personalità da vendere. Ha avuto ragione Paratici a pagarlo tanto. Nella nostra difesa di vecchietti è un grande investimento per il futuro. Ha tutto per diventare il difensore del futuro.
Alex Sandro 6 Non è molto attivo in fase di spinta e neanche troppo impegnato in fase difensiva. Non commette errori ma si limita allo stretto necessario.

Khedira 6,5 Ordinato come sempre riesce a dare il suo contributo importante fra l’altro recuperando molti palloni e non disdegna di alcune incursioni.

Pjanic 7,5 Partita di qualità straordinaria. Disegna geometrie per tutti i compagni. Alcuni palloni sono assolutamente poesia. Ho letto che Mediaset gli ha dato 6. Folli.

Matuidi 6 Con Bernardeschi e quello che mi è piaciuto meno. Al limite dell’insufficienza. Davvero tantissimi i palloni controllati male o passati male. Resta a galla con il solito impegno e la solita intensità.

Bernardeschi 6 Sono sincero gli voglio bene ma la sua partita non mi è piaciuta. Quasi sempre ha perso i tempi di gioco e fatto la scelta sbagliata della giocata, cosa che ultimamente gli capita sempre. Si è rifatto poi con il gol e un altro paio di azioni per cui gli do 6.

Higuain 8 Gol assist corsa grinta. Tutto. Insomma partita da migliore in campo. Per ora Sarri sta gestendo i nostri avanti in maniera ottimale. Che gioia vederlo uscire sotto una standing ovation dopo averlo visto triste e depresso in quella squadraccia rossonera.

Ronaldo 6,5 E’ vero sbaglia due gol facili ( fra l’altro uno glielo avrebbero annullato per fuorigioco di Higuain) tuttavia è sempre indomito. Alla fine mette il timbro con un bel gol ma mette il suo nome anche nell’azione del gol di Berna con un bell’uno due con il Pipita. Anche quando non è in particolare serata il cartellino lo timbra.

Bentancur 6 Entra per dare sostanza e il suo lo fa senza infamia e senza lode.

Ramsey SV Meglio di Berna si vede che è più a suo agio di Federico nel ruolo di trequartista.

Dybala SV Ottimo entra e prova subito un gol a giro e anche se doveva crossare mi fa capire che ha ritrovato fiducia nei suoi mezzi. Poi l’assist al bacio per Ronaldo.

Juventus 7 A me è piaciuta anche nel primo tempo. Forse molti sono troppo schiavi di parole vuote come sarriball o sarrismo e si aspettano di vedere gli Harlem Globetrotters invece che la Juventus. Io mi aspetto sempre prima di tutto che la Juve vinca esattamente come me lo aspettavo con Allegri. Poi se vince e convince ancora meglio. Ecco perchè non mi ha affatto stupito una Juventus più guardinga nel primo tempo e più feroce nel secondo.

Sarri 7 Bravissimo a capire cosa chiede la Juve a lui. Non siamo al cinema e neanche al circo. La Champions più esser dura ( vedi il Real che ha pareggiato contro il Bruges in casa o il Tottenham finalista che ne ha presi 7 in casa). La cosa più stupida che si potesse fare e mettersi a fare i giocolieri sullo 0-0. Mi pare che Sarri stia mischiando la sua filosofia con quella di Allegri proprio come fece Max con quella del suo predecessore. Cosa che trovo estremamente intelligente.

Arbitro 5,5 Sarà un problema mio ma trovo la gestione dei cartellini imbarazzante anche questa sera in cui almeno 4-5 volte veniamo interrotti volontariamente nelle ripartenze e il giallo non viene mai mostrato.

Sta nascendo una bella Juventus.

 

 

 

Articoli di Alessandro Magno

Ieri sera mi sono proprio divertito. Al netto della rimonta del Napoli che mi ha fatto esclamare e lo dico senza vergogna: ”vuoi vedere che questa la perdiamo?’. Nel complesso la squadra mi è piaciuta e anche la partita. E mi sarebbe piaciuta anche qualora avessimo pareggiato. Non dico perso ma pareggiato si. Dico questo perchè sto vedendo e apprezzando le nuove disposizioni che stanno portando Sarri e Martusicello. Ho visto per un ora una Juve arrembante che ha dominato il Napoli in lungo e in largo e lo ha anche decisamente intimorito. Ho visto una Juve con una mentalità più offensiva non fermarsi, nè sull’1, nè sul 2, nè sul 3-0, e se si è fermata sul tre è perchè sono venute meno le energie. Ho visto un cambio che non ti aspetti, ovvero entrare una punta verso la fine: Dybala. Una punta per vincere o comunque per non dare la sensazione di difendere. Sono cose a cui non eravamo abituati. Diciamola tutta poi su questa rimonta: loro hanno iniziato a crederci sul 3-2 perchè neanche loro sapevano in quel momento come era possibile che si trovassero 3-2 senza aver fatto praticamente un tubo di niente. Eppure il calcio è strano molli la presa un attimo, abbassi la tensione, si perde qualche marcatura, e una partita chiusissima ritorna in discussione. Forse è anche il bello del calcio. Francamente ho sofferto di più in altri momenti a difendere gli 1-0, e lo dico da uno che ha sempre avuto e tuttora ha la massima stima di Allegri.

Difronte va detto che non c’erano 4 scappati di casa ma il Napoli quella che ad oggi, ancora è la seconda forza del campionato, e di questi ultimi anni. La squadra che due anni fa è andata vicinissimo a vincer lo scudetto e che almeno sulla carta si è ulteriormente rafforzata. E’ vero che han preso 7 gol in due partite ma ad Agosto ad esempio Manolas/Koulibay veniva descritta come una delle coppie di difensori più forti del mondo. Invece per un ora non c’è stata partita e se la partita fosse finita al gol di Ronaldo ci sarebbe stata una standing ovation per tutti. Questo al netto dell’infortunio gravissimo di Chiellini a pochi minuti dal match (stagione e carriera forse finite), e dell’infortunio dopo pochi minuti di De Sciglio che ha ridisegnato la difesa. E veniamo alla difesa la tanto vituperata difesa. Capisco ci si aspetti tutto e subito tuttavia per quanto si voglia non è così. Partiamo da De Ligt. E’ chiaro che somiglia molto di più a Bonucci che a Chiello, ed è per questo più propenso a impostare che a difendere. Martusicello avrebbe potuto schierare Demiral con Bonucci sicuramente sarebbe stato più funzionale. Tuttavia De Ligt è costato la bellezza di 85 milioni. Sarebbe stata una bocciatura precoce e autolesionista. Il ragazzo non può fallire e va aiutato psicologicamente all’impatto con il nuovo calcio. Inoltre l’olandese può migliorare in marcatura solo giocando non di certo guardando gli altri. L’altro nuovo della difesa era Danilo. Il brasiliano ha fatto gol quindi non è andato malaccio, ma anche lui in difesa ha qualche lacuna. La linea difensiva di ieri era composta da Danilo – Bonucci – De Ligt – Alex Sandro, ovvero due terzini che spingono e due centrali che impostano. Praticamente di 4 non c’è un difensore puro. Non c’è nessun marcatore vero. Ripeto con le nazionalità e non è una barzelletta: c’erano due brasiliani, un olandese e un italiano che non sa marcare. Questa è la difesa della Juve sotto accusa. Capisco che forse qualcuno sia legato a Gentile, Scirea, Brio e Cabrini, anche a me piaceva moltissimo, ma non ne nascono tutti i giorni e in più i tempi cambiano.

Ora va da se che se hai una difesa più propensa a costruire gioco che a spazzare la palla in tribuna sicuramente avrai più facilità di manovra e spinta e si è visto ampiamente ieri, ma è altrettanto vero anche che lascerai qualcosa all’avversario. E’ normale e fisiologico. Con questo non giustifico i gol presi. Sopratutto i due da palla ferma. Bastava un poco più di attenzione in marcatura. Tuttavia non è che questi gol siano questa novità assoluta e figli del sarrismo. Almeno i due presi da calcio di punizione. L’anno scorso però si imputavano a Bonny, Gol del 1-2 su punizione del Manchester a Torino, a Rugani gol di De Ligt su angolo a Torino, oppure anche a Benatia, gol di Koulibaly del Napoli a Torino l’anno prima. Diciamo che su queste situazioni anche la Juve di Allegri pativa parecchio. Stranamente quando li marca Chiellini gli altri non segnano su palla da fermo. E capirai. Ce ne fossero di marcatori come Chiellini in giro!

Ma la Juve dopo il 3-3 ha reagito e vinto. Certo con un pizzico di fortuna ma la fortuna non è quella che aiutagli audaci? E la fortuna fino a quel momento non aveva aiutato il Napoli? Le due traverse prese dalla Juve. Alcune decisioni dell’arbitro Orsato discutibili come un probabile rigore su Ronaldo e la mancata espulsione di Di Lorenzo per un fallo bruttissimo a metà campo su Alex Sandro, Di Lorenzo che segnerà poi il gol del pareggio. Allora la fortuna da e toglie e indubbiamente nel finale ha sorriso alla Juventus ma certamente il Napoli si trovava sul 3-3 senza meritarlo più di tanto. Pensate Lozano ha fatto un tiro in porta in tutto un tempo che ha giocato. Solo quello del gol.

Concludendo, io sono fiducioso e lo dico chiaramente. Dobbiamo ancora inserire i nuovi. Sarri ha fatto già un egregio lavoro su due vecchi che l’anno scorso sono mancati tantissimo: Douglas Costa ed Higuain. Posso tranquillamente sperare che faccia presto altrettanto con Dybala. Non vedo perchè la cosa non debba avvenire. Abbiamo una squadra molto forte con almeno 18/20 titolari. Purtroppo non si ha voglia di aspettare. Non si ha voglia di pazientare ed è un peccato perchè 8 anni di vittorie con 8 scudetti di fila ci hanno viziato terribilmente. Ora si pensa che bisogna sempre vincere ad ogni amichevole ad ogni partita ad ogni competizione anche se si fa il torello in allenamento. E’ un peccato che si è persa la voglia e la spensieratezza di godersi la partita e magari la vittoria.

Pagelle Juventus Napoli 4-3

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 7 Premetto partendo dal portiere che er un ora i voti sarebbero tutti altissimi ma devo considerare anche la rimonta del Napoli. Comunque Szczesny fra i pali eccellente. Ho qualche dubbio che potesse fare qualcosa sul terzo gol magari un uscita a pugni uniti.

De Sciglio Sv Aveva iniziato bene.

Bonucci 5,5 Purtroppo è protagonista in negativo su tutti i gol anche se non ha giocato una brutta partita. Mi è piaciuto moltissimo il suo incitare la squadra e cercare di togliere responsabilità e peso a De Ligt che era all’esordio e forse sentiva la pressione di dover sostituire Chiellini. Mi è piaciuto anche l’andare a consolare Koulibaly cosa che nessuno racconterà perchè noi siamo quelli brutti sporchi e cattivi mentre tutti gli atri sono i buoni.

De Ligt 5,5 Stessa cosa di Bonny gioca una buona partita per un ora poi le dormite sui gol si susseguono. E’ un centrale di difesa di stampo europeo ovvero molto propenso a fare gioco e a giocare la palla senza buttarla via. Deve imparare a marcare a uomo quando serve cosa che probabilmente non ha mai fatto in vita sua. Ma qui ha ottimi maestri.

Alex Sandro 6,5 Anche Sandro c’entra su qualche gol ma è anche bravo su alcuni gol fatti e azioni ficcanti. Anzi aldilà di qualche errore ha una bella gamba e la spinta sulla sua fascia fra lui e Matuidi è abbastanza costante.

Khedira 7,5 Aveva qualcosa da farsi perdonare dalla scorsa partita e gioca un gran match. Prende una traversa incredibile e si mangia un gol per eccesso di sicurezza ma davvero finchè ne ha, la prestazione è notevole.

Pjanic 7 È partito un poco con il freno a mano tirato forse preoccupato di sbagliare poi come un diesel ha preso plan piano le redini del gioco. Mi piace il suo esser sempre presente e il suo palleggio di prima. Ha perso un solo pallone sul pressing avversario, deve arrivare a non perderne neanche uno.

Matuidi 7 Non mi stancherò mai di dire che non è bello da vedere peró in mezzo a “fare legna” serve maledettamente. Classico giocatore che fa sempre la sua parte. In questo momento della stagione dove le forze durano circa un ora, è fondamentale.

Douglas Costa 8 Per me il migliore in campo. Dribbling, assist, gol sfiorati insomma assolutamente imprendibile per gli avversari. Stranamente e non è scontato nel suo caso, questa volta fa quasi tutte le scelte giuste. Cosa a lui non consueta.

Higuain 7 Segna un gol alla Higuain dribblando e piazzando il tiro. Ancora poca autonomia ma si sta ritrovando. Se torna l’Higuain di due anni fa facciamo un grande acquisto.

Ronaldo 7 Gioca la partita alla Ronaldo sempre cercando palla e cercando di suonare la carica. Infatti il primo squillo di tromba è suo con un gran sinistro dal limite. Chiude anche la partita con un altro sinistro chirurgico a giro a fare 3-0 ma poi la gara prende una piega strana.

Danilo 6,5 In fase di spinta ha giocato una gran partita e questo l’ha portato anche a sganciarsi per il primo gol con un bel coast to coast. In difesa da rivedere. Ha partecipato attivamente al disastro generale con marcature allegre.

Emre Can 6 Poveraccio entra e si trova sul 3-3 quasi senza accorgersene eppure ha lottato da par suo, ma il Khedira di oggi è difficile da sostituire. Spero entri presto nei meccanismi della squadra perchè c’è bisogno della sua fisicità.

Dybala Sv Bentornato

 

Juventus 7 Al netto degli errori in difesa, soprattutto quelli di marcatura sui due gol da calcio piazzato e del regalo finale di Koulibaly senza cui non avremmo vinto, a me la Juve per un ora è piaciuto moltissimo e se dopo un ora di gioco fossimo stati 4 o 5 a 0 non ci sarebbe stato nulla da ridire. Chiaro che tenere quel ritmo per tutta la partita sarà sempre una cosa difficile, bisognerà quindi imparare a gestire meglio questi momenti di stanca.

Martusciello/ Sarri 7 La formazione la trovo corretta e anche i cambi. Bisognerà lavorare molto sulle marcature ma la Juve ha fatto vedere un bel calcio davvero. Menomale che si è vinto perchè con il 3-3 molti avrebbero rotto le scatole.

Arbitro 5 Per me il rigore chiesto da Ronaldo è più rigore di quello tanto famoso di Juliano su Ronaldo quello falso, anche se onestamente quello non era rigore e questo lo è molto poco. Ma fra i due, visto che su quello ci hanno fatto i libri di storia, nettamente più rigore questo. Inoltre non mi sono piaciuti i cartellini. Koulibaly neanche giallo per gomitata a Bonucci ( non importa se involontaria da regolamento gomito alto è giallo di conseguenza) così come il mancato rosso a Di Lorenzo per un fallaccio a metà campo su Alex Sandro da rosso diretto. Scivolata a piedi uniti (Di Lorenzo che poi farà il 3-3). Idem manca un altro giallo per un fallaccio su Douglas Costa, e manca un altro giallo a Mertens per l’ennesima simulazione grottesca fuori area ma sempre simulazione resta.

Il punto sul calcio mercato Juve – quinta puntata

 

Articolo di Alessandro Magno

Mancano pochi giorni ormai alla fine del calcio mercato e tutte le squadre fremono per sistemare gli ultimi colpi e migliorare le rose. Non fa eccezione la Juventus anche se dal suo direttore sportivo Paratici emergono parole di grande sicurezza e tranquillità. Effettivamente la Juventus già così ha un ottima rosa ma l’impressione è che qualcosa ancora si vuole fare. Veniamo al solito al dettaglio.

Portieri

Capitolo portieri continua il monitoraggio per trovare una squadra a Perin. Il problema non sono le richieste ma il fatto che il portiere rientrerà dall’ennesimo infortunio solo a Novembre. Ora chi compra un portiere infortunato? Nessuno appunto. Si sta discutendo con il Monaco con cui si hanno in ballo altre questioni. Vedremo.

Difensori

Anche in difesa le scelte sono state fatte Pellegrini è andato in prestito al Cagliari e come vice Sandro si punta sul fatto che sia De Sciglio che Danilo possono esser adattati a sinistra nell’evenienza. Nonostante Chiellini non garantisca un numero di presenze adeguate la Juventus pare intenzionata a sacrificare Rugani. C’era in ballo la Roma ora pare ci sia anche il Monaco.

Centrocampisti

Sono circolate voci per cui Khedira sarebbe confermato ed Emre Can fosse sul mercato. Voci. Khedira partirà e molto probabilmente anche Matuidi. Sul francese c’era il Manchester United con cui erano in ballo tante cose ora pare più probabile un suo ritorno al PSG. Per Khedira invece molto più probabile lo svincolo. Si cerca un acquirente ma in questo momento a parte gli USA non si vede una soluzione. La Juve non ha rinunciato ancora a Pogba ma in questo momento è un ipotesi al limite dell’impossibile. Intanto perchè non vendendo la Juve avrebbe difficoltà a soddisfare le richieste dello United tutte in contanti e poi ad ora con il mercato in entrata chiuso l’United non avrebbe possibilità di arrivare a un sostituto. Per quanto concerne questi sogni ad oggi è molto più probabile per Pogba il Real o restare a Manchester ancora una stagione.

Attaccanti

Douglas Costa è rientrato nel progetto. Sarri non è affatto scontento di tenersi sia Higuain che Dybala mentre dovrebbe uscire quasi sicuramente Mandzukic a cui in verità le richieste non mancano. I problemi per la vendita del croato sono fondamentalmente due, il suo ingaggio e il costo relativamente basso. Al momento difficile che la Juve ricavi più di una decina di milioni. L’intrigo Dybala/Icardi resta sempre sulle medesime posizioni. La Juve vuole liberarsi dell’argentino ma per una cifra considerevole e nello stesso tempo vuole Icardi, ma non intende cedere Dybala all’Inter se non con un conguaglio a proprio favore. Di contro l’Inter vuole cedere Icardi ma non alla Juve. Lo scambierebbe anche volentieri con Dybala alla pari ma Dybala non vuole andare all’Inter, mentre Icardi alla Juve ci verrebbe e di corsa. E’ un rompicapo di difficile soluzione. Ultimamente si è vociferato di uno scambio con Dzeko con un forte conguaglio in favore dell’Inter. Difficile ma non impossibile. Sul capitolo Neymar invece la Juve non c’è e non c’è mai stata. Troppo alte le cifre. Anche per Neymar la Juve non è un opzione. Si stanno sfidando le due spagnole. La speranza è che vada al Real e questo sblocchi qualcosa sul fronte Pogba. In ogni caso anche le due grandi di spagna hanno problemi di esuberi molto costosi da piazzare.

International Champions Cup Juventus Tottenham 2-3

 

Articolo di Alessandro Magno

Prima uscita della Juventus e prima sconfitta di misura contro il Tottenham che ricordiamolo subito è comunque vice campione d’Europa. Partita giocata in un clima torrido con un’umidità dell’80%. Primo tempo appannaggio dei londinesi che imprimono un ritmo elevato e pressano la Juventus fino a dentro la propria area. Su alcuni palloni persi i principali pericoli degli Spurs oggi in maglia blu. Tuttavia una grande supremazia territoriale degli inglesi non si traduce in altrettante azioni pericolose. Un paio di tiri calciati fuori. Sul finire del tempo però su una palla persa a centrocampo da Matuidi il Tottenham riparte in azione di 4 contro 3 e nonostante una grandissima parata di Buffon è Lamela a realizzare il gol del vantaggio sulla ribattuta. Migliori del primo tempo sicuramente De Sciglio Cancelo e Ronaldo. In difficoltà il centrocampo e Mandzukic che pure è autore dell’unico tiro della Juve con un bel colpo di testa parato a terra.

Nel secondo tempo la Juve cambia e anche il Tottenham i ritmi si abbassano e la Juve prende il comando delle operazioni. Prima Higuain porta i nostri sul pareggio poi Ronaldo completa il sorpasso. La Juve ha buone trame di gioco Higuain è in palla e da li a poco avrà il colpo del Ko che purtroppo non chiuderà. Qualcuno come Bernardeschi ha ingranato un altra marcia rispetto al primo tempo. Tuttavia su un altro svarione difensivo questa volta di De Sciglio che fino ad allora era stato impeccabile i londinesi pareggiano con Lucas. La partita prosegue con una buona Juventus che si fa preferire in questo secondo frangente. Il risultato sembra andare verso un giusto pari e i calci di rigore come prevede il regolamento ma al 92mo su un errore di Rabiot che anche lui era stato impeccabile fino a quel momento Kane si inventa il gol de secolo. Fa partire un pallonetto da centrocampo che sorprende Szczesny che giustamente era schierato al limite dell’area. Vince così il Tottenham 2-3 su una Juvenus che però ha destato un ottima impressione. Migliori del secondo tempo ancora Ronaldo e soprattutto Higuain che ha indossato anche la fascia di capitano.

Juventus: (4-3-3): Buffon (46′ Szczesny); Cancelo, Bonucci (63′ de Ligt), Rugani (46′ Demiral), De Sciglio; Emre Can (46′ Rabiot), Pjanic (76′ Kastanos), Matuidi (76′ Muratore); Bernardeschi, Mandzukic (46′ Higuain), Ronaldo (63′ Pereira). A disp. Toure, Pinsoglio, Di Pardo, Beruatto, Coccolo, Frederiksen, Mavididi, Loria. All. Sarri.
Tottenham (4-2-3-1): Gazzaniga; Walker-Peters (71′ Marsh), Alderweireld (46′ Foyth), Tanganga (46′ Vertonghen), Georgiou (71′ White); Winks (63′ Roles), Skipp; Lamela (63′ Ndombele), Dele Ali (46′ Sissoko), Son (46′ Lucas Moura); Parrott (46′ Kane). A disp. Eriksen, Whiteman, De Bie, Lyons-Foster, Bowden, Rodrigues. All. Pochettino.

Il punto sul calcio mercato Juve – seconda parte.

Articolo di Alessandro Magno

Portieri

Al momento sono 4. Sicuri al 100% Buffon e Pinsoglio. Per quanto riguarda Szczesny c’è stato un vociferare su un possibile suo approdo al Manchester United al posto di De Gea che non rinnova, questo per generare una plusvalenza importante e prendere Donnarumma. Per fortuna la cosa pare superata con il milanista in direzione PSG e il polacco ancora a difendere i nostri pali. Per Perin c’è un interessamento del Benfica oltre che quello della Roma ma la Juve ha chiesto 25 milioni e i portoghesi sono rimasti un poco di sasso.

Difensori

Si è parecchio irrobustito il reparto difensivo. Al momento sono stati messi sotto contratto Romero, Demiral, Tourè e Pellegrini. Potrebbe non restare nessuno visto che sono tutti giovani e hanno molte richieste e bisogno di crescere. Tourè è già stato dato in prestito a Sassuolo mentre Romero pare sicuro tornerà al Genoa. Per gli altri due si valuta. Per Demiral l’ago della bilancia potrebbe essere se resta o meno Bonucci (richiesto del City). Per Pellegrini le eventuali partenze di Cancelo e o Cuadrado. Finalmente pare sia arrivato il momento di De Ligt che non è stato convocato dall’Ajax per la tourneè austriaca. Potrebbe arrivare a Torino in questo fine settimana ed esser annunciato a borse chiuse. Cancelo non si trova l’accordo economico con il Manchester City a questo punto se non dovesse generare un importante plusvalenza potrebbe pure restare.

Centrocampisti

Il reparto di centrocampo con Rabiot e Ramsey sembra a posto. Emre Can e Bentancur confermatissimi. Bisogna cedere. Per Khedira si è aperto un discorso con il Fenerbahce. Matuidi dovrebbe anche esser messo fra i partenti ma al momento si attende di parlare con il giocatore anche perchè ha un contratto in scadenza nel 2020 quindi o parte ora o rinnova. Pogba al momento è un utopia. Si è parlato a lungo di un giro con Milincovic Savic al Manchester, Pogba al Real e Isco alla Juve. Al momento sono chiacchiere. Se dovesse arrivare un centrocampista importante (Pogba o Isco) potrebbe esser sacrificato Pjanic. Questioni economiche.

Attaccanti

Anche qui molti nodi da sciogliere. Si sono uniti al gruppo fra gli altri Higuain e Pjaca. Entrambi verranno ceduti. Per il primo che non voleva giocare in Italia c’è l’interesse solo di Roma e Fiorentina. All’esterno non ha mercato. I viola non vogliono cedere Chiesa per cui è difficile gli si giri il pipita. Potrebbe verificarsi un circolo con Higuain a Roma, Dzeko all’Inter e Icardi alla Juve. Icardi ha avuto un abboccamento con il Napoli ma pare sia desideroso si vestire il bianconero. Alla Juve piace ma la scoietà gioca sul fatto che è fuori dal progetto Inter per cui aspetta di prenderlo in saldo. Pjaca verrà girato in prestito a qualche società amica ( Sassuolo Genoa?). Per Mandzukic anche lui in lista di partenza, alcune proposte tedesche. Borussia ma anche Bayern, anche se qui gli si è chiesto di fare la riserva, cosa a lui molto poco gradita. Il sicuro al ”mil por siento” è Ronaldo. Dybala anche se piace all’Inter dovrebbe restare, in quanto la Juve non vuol cederlo ai nerazzurri e neanche Paulo è desideroso di andare a giocare da loro. Per ora anche Douglas Costa sembra confermato.

Il punto sul calcio mercato puntata 6: Bonucci – Caldara- Higuain

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Mai come quest’anno il calciomercato della Juventus è stato veramente vivace. Dopo l’incredibile colpo di Ronaldo si è fantasticato fra Pogba-Marcelo e Milinkovic Savic ma alla fine l’ultima settimana ha stravolto tutto. Rugani e Higuain destinati al Chelsea, uno è rimasto (per ora), l’altro è approdato al Milan in un operazione surreale che ha portato Caldara sulla sponda rossonera (ed era giudicato incedibile) e riportato Bonucci all’ovile (la capra). Sul piano tecnico tattico diciamo che è uno scambio che conviene piu’ che altro al Milan. Prendono un centrale per un altro centrale e prendono soprattutto quel centravanti da molti gol l’anno che cercavano. Sul piano economico indubbiamente ci guadagna la Juventus. Oltre all’iper valutazione di Caldara, incassa anche una ventina di milioni per il prestito di Higuain e pare l’anno venturo, possa incassarne ancora 35 o riprendersi il giocatore. Su Caldara pare non ci sia nessun diritto di ricompra ed è perso definitivamente ma va detto che era improbabile esercitare una recompra per un 24enne proveniente dall’Atalantae e venduto (valutato) 40 milioni. Inoltre è bene ricordare perchè qualche milanista ma anche qualche Juventino lo ignora, che i soldi non pagati ancora per l’acquisto di Bonucci verranno comunque pagati non è che vengono abbuonati. E sono 28 milioni. La matematica non è un opinione.

Chi ci guadagnerà da questo cambio lo dirà il campo certo è abbastanza chiaro che la Juventus ha aiutato il Milan in un loro grosso momento di difficoltà e in questi ambienti gli aiuti non si fanno per beneficienza ma prima o poi capiremo il prezzo che il Milan dovrà pagare. Dal punto di vista emotivo Bonucci trova un ambiente molto ostile, l’80% dei tifosi era contrario al suo arrivo compreso me. Dovrà riguadaganrsi la fiducia dell’ambiente speriamo abbandonando definitvamente atteggiamenti da superuomo e soprattutto senza ulteriori colpi di testa, perchè altrimenti speriamo che il mister lo sgabello glielo dia in testa.

Sui restanti fronti Rugani appare in stand by. Il Chelsea di fatto non ha venduto nessuno e comprato nessuno per cui la loro situazione è veramente in stallo. Alla fine potrebbe restare anche se i centrali sono con Barzagli 5 va detto che Rugani è l’unico sotto i 30anni e l’unico con Bonucci che è sempre sano fisicamente. Sul fronte centrocampo è lotta a 2 fra Pogba e Milinkovi Savic con il primo in vantaggio sul secondo. Sembrava fatta per il serbo con cui c’è già un accordo per un contratto di 4 anni a 3,5 milioni l’anno ma le resistenze di Lotito potrebbero aver stancato del tutto la Juventus.

In Attacco pare ci sia un interessamento del Barcellona per Dybala che comunque a questo punto credo non si muoverà. Morata pare non interessare piu’.

Noi siamo ancora qua. E già.

Articolo di Alessandro Magno

Una partita surreale come a volte capitano nel calcio. A volte succede che all’interno di una stessa partita se ne giochino diverse. E’ accaduto in Inter – Juventus, una vera girandola di emozioni. Siamo passati dalla convinzione di esser ancora in palla , al baratro, alla resurrezione e allo sfinimento fisico. Prova ne sono state le interviste post-partita dei due mister apparsi veramente provati. Questo verrebbe da dire è il bello del calcio, tuttavia in Italia il bello del calcio è quando perde la Juve. Curioso come una partita bruttina come Juventus Napoli con pochissime occasioni da gol da una parte e dall’altra sia stata iper celebrata per la vittoria del Napoli, avvenuta poi su calcio d’angolo quindi una situazione come si suol dire da palla ferma, e qualcuno si è spinto oltre, arrivandola a definire una vittoria ”da Juve”,quando poi la stessa è costantemente vituperata per il gioco poco appariscente. Evidentemente si può vincere da Juve a patto che non sia la Juve stessa. Dicevo curioso come invece la vittoria di ieri con 5 gol, 2 rimonte con non tantissime occasioni da gol ma diverse emozioni, ottime le parate di Buffon su Candreva e Handanovic su Dybala ad esempio, dicevo curioso e strano come passerà alla storia per una non bella partita. Anzi per le polemiche. Sono pronto a scommettere che fino al 2-1 era bellissima. Infatti San Siro si prodigava in standing ovation ai propri beniamini nerrazzurri a ogni sostituzione. Gli abbiamo rovinato la festa. Pensavate fossimo morti e invece no. Spiace per voi.

Veniamo a noi. La Juventus ha iniziato molto bene , pimpante. L’inter anche in 11 non sembrava gran cosa. Allegri ha messo una difesa secondo me sbagliata ma il pallino del gioco lo avevamo in mano noi. Cuadrado e Alex Sandro insieme si possono mettere solo in un 3-5-2 a mio parere, Cuadrado poi in fase difensiva, nonostante l’impegno ha sbagliato molto. Sandro quest’anno non na azzecca una meglio, veramente meglio Asamoah. Non mi piaceva e non mi ha convinto la coppia difensiva. Fuori Benatia per me è una follia e spero non sia stata una scelta punitiva. Barzagli non ha piu’ la forza per giocare titolare gli anni passano per tutti, almeno titolare senza una roccia come Chiellini vicino. Rugani ha giocato troppo poco e il ruolo delicato di centrale difensivo richiede un maggiore collaudo. Tuttavia la difesa alla bene e meglio ha tenuto abbastanza. L’Inter poi ha fatto 3 tiri in tutta la partita e ci siamo fatti un autogol e preso il solito gol da calcio da fermo. Cosa che mi ha stupito in negativo è stato il crollo del nostro centrocampo. Non è possibile che in superiorità numerica non si riesca a tenere noi la palla. Khedira molle , Pjanic incredibilmente e stupidamente nervoso e irritante. Matuidi generoso ma l’ordine non è il suo forte. Hanno completato l’opera la coppia Mandzukic-Higuain che per buona parte della partita sono stati inguardabili. Davanti solo un vivace Douglas Costa dava segni di vitalità e infatti segnava.

Con questo casino tattico che non mi spiego se non con la voglia di metter in campo una formazione ultra offensiva per assecondare la critica , cosa che un mister non dovrebbe mai fare, non poteva che finire che si perdeva il bandolo della matassa. Così ci si mette a palleggiare e cazzeggiare e a giocare a 2 all’ora e si consente a un Inter di passare addirittura in vantaggio, Inter che ribadisco, salvo qualche solista, è veramente poca cosa. Ora non so come si sia rimontata questa partita. Indubbiamente ai ragazzi non manca il carattere e gliene va dato atto. Senza attributi queste partite aspetti solo che l’arbitro fischia per andarti a nascondere negli spogliatoi. Fortunatamente non è il caso dei nostri ragazzi. Indubbiamente Allegri è bravo a fare i cambi e/o obbligato e/o fortunato ad avere dei cambi così di valore, perchè avere Dybala e Bernardeschi e Bentancur da buttare dentro è cosa buona. Alla fine di riffa e di raffa fra un redivivo Cuadrado e un rinato Dybala, fra la voglia di Berna e Benta fra il sudore, il sangue , la faccia nella polvere, la forza della disperazione e tanta tanta tantissima buona sorte si è raddrizzato un Campionato che all’87mo pareva buttato nella pattumiera. C’è molto moltissimo da rivedere. Non so se con questo abbiamo esaurito davvero tutti i Jolly. Io mi auguro veramente che a questo punto ci sia un qualcosa di psicologico che sia cambiato a nostro favore, perchè davvero la squadra è sulle gambe, ma è forte. Questa Juve se i giocatori tornano a giocare ai loro standards è veramente forte.

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia