Archivi Tag: juventus

Che bella festa

Articolo di Alessandro Magno

Juve Atalanta verrà probabilmente ricordata solo per la bella festa. La partita è stata un poco inutile anche se la Juve ci ha tenuto a non perderla. Da sottolineare Ronaldo peggiore in campo autore di almeno 4-5 passaggi sbagliati che hanno causato ripartenze oltre ad essersi mangiato due gol abbastanza semplici per uno come lui, entrambi calciati in tribuna. Da segnalare ancora un bel Dybala tuttocampista motivato proprio nella giornata di addio ad Allegri. Non casuale direi. Ma che Dybala potesse giocare da vero numero 10 e non da 9 e mezzo si sapeva, purtroppo le motivazioni a volte fanno la differenza. Da sottolineare anche diversi battibecchi fra lui e Ronaldo segno forse di un rapporto con quache scintilla anche se nel finale su un contropiede dove entrambi si sono fatti tutti il campo di corsa si sono poi fermati a sorridere fra loro. Non mi spaventa che un giocatore abbia carattere. Anzi ben venga. Purchè sia volto al bene della squadra. A proposito di carattere era il giorno dell’addio di due grandi uomini e professionisti: Barzagli e Allegri. Curiosamente hanno in comune di esser arrivati fra lo scetticismo generale. Se poi Barzagli ha avuto modo di conquistare i tifosi con le sue prestazione, il suo esser combattente, la professionalità e la generosità, ad Allegri non è riuscita l’impresa di entrare nel cuore di tutti, nonostante tante vittorie. Ad Allegri è stato rimproverato sempre il gioco un poco a risparmio, figlio di una modalità italiana che spesso ha dato frutti, ma non sempre. Soprattutto in Europa non si è avuta quella consacrazione che forse la società meritava e chissà se questa mancanza è figlia poi tutta di Allegri o anche del fatto che ci si è trovati due avversari nettamente più forti. La controprova ce la darà la società che ha deciso di voltare pagina come era giusto e come credo tutti ormai si aspettavano. Non saranno due sostituzioni facili nè quella di Barzagli nè tanto meno quella di Allegri.

La festa è stata bellissima ci sono state anche le ragazza , bellissime e simpaticissime a cantare e ballare con noi sotto la curva. Altra vittoria della Juventus che sta costruendo con il calcio femminile qualcosa di importante e soprattutto lo fa prima di tutti. Grande festa per entrambi Allegri e Barza che si è commosso più volte. Bello e appassionato il giro di campo. Belle le parole usate dal Presidente per lui. Bella la sostituzione con standing ovation di compagni e avversari. Non credo al mondo ci sia chi odi Barzagli e per un giocatore della Juve non è un fatto scontato. Il pubblico lo ha più volte acclamato. Anche per Allegri serata da ricordare e congedo da incorniciare. Con questa mossa dell’annuncio si è passati da tanti e tanti insulti immeritati e spesso imbeccati dai mass-media a dimostrazioni di affetto e di stima oltre ogni più rosea previsione. Bravi Andrea Agnelli nei tempi e nei modi. Allegri ha salutato anche lui con giro di campo mettendosi più volte la mano al cuore. E’ stato bello davvero lasciarsi così. Se il mister merita le critiche per il lavoro che svolge, come è giusto che sia, l’uomo davvero merita solo applausi. Arrivato fra la diffidenza generale ha lavorato spesso a testa bassa senza mettersi sciarpe al collo o fare dichiarazioni d’amore paraculesche. Ha poi preso tante critiche che sono sconfinate negli insulti più beceri anche in questo finale di stagione eppure è rimasto più tranquillo possibile a fare il suo lavoro e non era facile per niente. Eccetto qualche screzio tipo quello con Adani che gli possiamo perdonare, davvero Allegri ha avuto sempre un comportamento quasi perfetto. Mi piace sottolineare come io dicessi che se fosse stato per il presidente questo matrimonio sarebbe continuato a dispetto dei santi, in quanto fra i due si è instaurato un rapporto sincero di profonda amicizia e questo lo ha detto lo stesso Agnelli in conferenza stampa. Sono stato uno dei pochi a sottolineare questo aspetto. Purtroppo o per fortuna il Presidente è prima di tutto un manager e deve ragionare da tale per cui anche lui si è reso conto che la scelta giusta fosse questa.

A conclusione io credo che con Allegri sia un arrivederci e non un addio. Quando Allegri si sarà stancato di allenare chissà che Andrea Agnelli noi gli proponga un ruolo in società. Ripeto se il bilancio come mister è abbastanza buono il bilancio sull’uomo Allegri è ottimo. Lo stesso Allegri ha detto di voler fare un esperienza all’estero e poi smettere dato che non avrebbe voglia di invecchiare in panchina. Chissà se quel giorno sarò stato buon profeta .

Sesso Juve e Rock n’Roll s02 e35

Questa sera ore 22 youtube con Frank Jfc @Superfly Michele Fusco Benedetto Alessandro Magno Croce @Benny Nico e forse Antonio Corsa e Leomina

 

Immagine anteprima YouTube

Parleremo di Allegri post Allegri e Barzagli soprattutto

Sarà dura arrivare alla fine con questa voglia.

 

 

Articolo di Alessandro Magno

E’ difficile analizzare partite che sono affrontate con lo spirito delle amichevoli estive. Si dice onorare la maglia. OK. La Juve ci ha provato per un ora, stoppata da un ottimo Mirante e da un piede in fuorigioco di Ronaldo. L’unico che vuol vincere sempre. Pure a tre sette. Poi la Juve ha mollato la presa e una Roma, non meritevole, l’ha fatta sua e portata a casa. Questo è il calcio. Non mi arrabbio neppure per una sconfitta simile, tuttavia è un peccato vedere partite così. Un campionato stradominato e finito ad Aprile, rischia di trascinarsi via stancamente lasciando anche un cattivo ricordo. Curiosa la vita. Credo che la Juve debba chiarire al più presto la situazione mister perchè davvero così è sfiancante resisterà ancora 15 giorni. Inoltre si stanno sviluppando situazioni surreali. Nedved che delegittima il mister davanti ai microfoni. Giocatori come Mandzukic sempre presenti prima, che improvvisamente diventano totalmente irrecuperabili. Feste scudetto inspiegabilmente rinviate dove la società ci dice prima che i campionati vinti vanno comunque festeggiati e poi Lei stessa disattende cio’ che dice. Siamo arrivati probabilmente, come era naturale, alla fine di un ciclo. Otto di fila sono parecchi e stancherebbero chiunque. Non è arrivata la consacrazione Europea che tutti si aspettavano giusto voltare pagina. Tuttavia occorre farlo con stile. E in questo momento non ne vado abbastanza.

Si è voltato pagina con le nuove maglie. Anche la scelta di farle esordire in trasferta in questo clima da rompete le righe, scetta scellerata. Esordio di maglia con sconfitta. Che dire? Applausi. In un mondo come quello del calcio dove la scaramanzia ha un ruolo importante, questa maglia rischia di esser bocciata e bollata ancora prima di esser venduta. Comunque il fronte non è proprio da buttare. Diciamo: innovativo. Il retro invece è uno scempio. Pare che abbiano attaccato all’ultimo momento una pezza nera gigante per metter il numero. Davvero uno scempio. Sembra il lavoro di una sarta dell’ultima ora per attaccare i numeri che s’erano dimenticati. Inoltre è una maglia straordinariamente non performante. L’avranno studiata su Higuain ai tempi per nascondere la panza. Non è possibile una maglia che casca dritta senza una forma davvero come fosse la casacca dei fantini del palio di Siena. Se ci sono voluti mesi di studio per creare questa roba imbarazzante, forse conveniva andare in un asilo, che qualche bambino di 4 anni sicuramente l’avrebbe disegnata meglio. Ripeto vista frontale senza strisce , avveniristica OK, ci faremo l’abitudine. Vista retro scarabocchiata. Vestibilità tipo accappatoio. Se all’Adidas non han previsto la pezza con il numero sono veramente degli allucinati. Se la vestibilità era questa tipo abito cinese sono degli sconclusionati. Vedevo le foto dei manichini e devo dire ci stavo facendo l’occhio. L’ho vista indossata ed è veramente veramente brutta.

 

Volevano vincere ma Ronaldo non era d’accordo.

 

Articolo di Alessandro Magno

Ero allo stadium in occasione del derby. Curva Nord. Quasi vicino ai nostri avversari. Stranamente il settore ospiti era pieno. Già. Dovete sapere che i granata non amano venire a portarci denaro. Almeno così dicono. Come se noi quando andiamo a vedere il derby di andata il denaro a loro non lo portiamo. La verità è che il vecchio cuore granata batte forte fino a che si entra alla partita con 15/20 euro come al Comunale (e si quello stadio è del comune di Torino, i nostri avversari non ce l’hanno uno stadio loro), mentre quando si devono pagare 50 euro per una partita il vecchio cuore granata non batte più. Però quest’anno sono in lotta per un posto nelle coppe. Rischiano addirittura di fare la Champions League. Ullalà. Allora erano in tanti, quasi tutto il loro spicchio pieno. Va be la partita non è stata un granchè. Loro sono abbastanza scarsi. Basti dire che il migliore in campo è stato Ansaldi. Forse il migliore che hanno è Sirigu ma non lo abbiamo impegnato molto anzi quasi nulla. Noi fra incerottati e spirito da dopolavoristi siamo scesi in campo tipo scapoli ammogliati. Dicevo loro non sono per niente forti e Mazzarri sta facendo un miracolo a portare questa squadra che ha nelle coppe. Oppure il campionato italiano è diventato cosi’ di basso livello che una squadra da media bassa classifica come il Toro riesce a fare questi exploit. Credo che se non dovesse rinforzarsi a dovere il Toro farà pochissima strada in Europa l’anno venturo.

Detto ciò per fortuna ci han pensato Cancelo e Pjanic a movimentare la serata altrimenti sarebbe stato molto probabilmente uno 0-0 molto scialbo. Almeno dall’1-0 loro si è vista una partita in cui una squadra non ci stava a perdere e l’atra difendeva strenuamente il proprio vantaggio. Un po di ”garra”. Almeno quello. Un paio di episodio sono stati particolarmente deprecabili: al 65mo una parte della Curva Sud ha esposto uno striscione ”ONORE AI CADUTI DI SUPERGA” tutto lo stadio si è alzato in piedi ad applaudire per 3/4 minuti mentre la curva del Toro ha continuato con tamburi e cori ininterrottamente a incitare la propria squadra come se non ci fosse un domani. Nessun segno di distensione nei confronti degli juventini ma principalmente nessun applauso da parte loro a quello striscione. Un gesto inqualificabile. Vincevano e pensavano solo a quello. Purtroppo per loro non han vinto ma lo hanno preso in quel posto. L’altro gesto deprecabile visto che anche noi siamo tutt’altro che santi alla sostituzione di Cuadrado una miriade di fischi. Ora è vero Juan ha fatto una bruttissima partita sbagliando di tutto un po’ tuttavia alla sua sostituzione tutto uno stadio che fischia proprio non lo meritava e non si può sentire. Chiedo scusa io a Cuadrado per tutti questi cretini. Un giocatore che ha sempre dato tutto che ha rifiutato il Chelsea per venire da noi e che ha lasciato spesso le gambe. Non si può fischiare uno come Cuadrado. Ci sono stati due altri episodi che io non ho visto dalla mia postazione. Pare un tifoso del Toro abbia mostrato alla curva Nord una sciarpa del Liverpool. Non lo so e non ve lo posso confermare. La foto che gira potrebbe esser anche vecchia. Cori sull’Heysel i granata non ne han fatti. va detto. Li avrei sentiti. Invece pare vero che uno dei nostri che ha fatto a loro il gesto dell’aeroplano abbia avuto il daspo. Bene così. Dobbiamo imparare a rispettare i defunti. Di qualsiasi colore essi siano. Rivalità si anche accesa ma la morte non ha bandiere.

Le note liete sono state invece alcune. Lo stadio non ha fischiato Massimiliano Allegri come molti sostengono. Hanno messo in giro una una fake news. Sugli spalti come sui social il dibattito è acceso e aperto e senza esclusioni di colpi ma all’annuncio del mister tutti hanno gridato ”Allegri”, quindi bene. E’ una patata bollente che risolverà la società. L’altra cosa bella è stato il gran gol di Ronaldo con una bella elevazione e anche la prestazione di Spinazzola incoraggiante. Non c’è nulla da fare è bello vedere Ronaldo. Ha le stimmate del fenomeno. E’ palese come a differenza degli altri trova sempre una motivazione. Segna e va a prendere la palla in porta e la porta a centrocampo mentre gli altri dormono. Alla fine è quasi lui che striglia tutti a un arrembaggio che nessuno vorrebbe fare. Ripeto giocatore straordinariamente forte che non si pone mai limiti , che vuole vincere anche a briscola. E’ il più forte di tutti già nella testa prima che nelle gambe. Può risultare antipatico agli avversari o senza pietà, invece risulta un cannibale come i grandi sportivi della storia. Uno che non si pone limiti che non è mai sazio. Gli altri non han nessuna voglia ormai sono in vacanza. Lui che è più forte di tutti e guadagna spesso 4/5 volte gli altri vuole vincere la classifica cannonieri. Cosa cambia nella carriera di CR7 vincer una classifica cannonieri in più o in meno? Nulla. Ma lui ce l’ha nel dna che deve primeggiare. E’ questa la differenza enorme fra lui e gli altri.

Pagelle Juventus Torino 1-1

Pagelle di Alessandro Magno

Sczcesny Sv Francamente non effettua nessuna parata. Sul gol si trova l’avversario a tu per tu per un grossolano errore di Pjanic non credo abbia il tempo nemmeno di uscire.

Cancelo 5 Nel primo tempo è un disastro fra l’altro coautore della papera del gol granata con un fallo laterale dato a Pjanic marcato. Poi nel secondo tempo soprattutto nel finale con De Sciglio dietro migliora un poco .

Bonucci 6,5 Una prova abbastanza ordinata. Manca un poco di acuti ma non è facile per lui fare il suo gioco di lanci quando il Toro dopo il vantaggio è tutto schierato dietro. Devo dire che cerca con alterne fortune di tirare la carretta per gli altri.

Chiellini 7 Giganteggia. Anche quando sbaglia un intervento (uno solo) mette fuori causa il suo avversario con la sua presenza. Insostituibile e insuperabile.

Spinazzola 7 Migliore in campo per distacco. Corre come un pazzo. Punta sempre l’uomo e va via sia a destra che a sinistra. Non tutti i cross sono buoni e precisi ma in confronto al resto della squadra questa sera un alieno.

Cuadrado 4 Sbaglia veramente tutto. E pensare che aveva iniziato bene dando quella palla a scavalcare su cui Ronaldo si scontra con Sirigu e chiede un rigore che non c’è. Completamente fuori fase ha sbagliato l’impossibile. Ingenerosi in ogni caso i fischi dello stadio alla sua sostituzione. Un ragazzo d’oro che ha sempre dato tutto lo sa benissimo che ha giocato male.

Pjanic 3 Combina un casino con Cancelo con una palla che comunque lui difende molto male. Dopo sparisce dalla partita invece che avere una reazione tanto che deve essere Bonucci a prender le redini della squadra. Allegri un certo momento lo mette proprio mezzala ma il risultato non cambia. Veramente male. Se l’errore può capitare, il non riuscire a rientrare in partita è ingiustificabile.

Matuidi 6 Per 35 minuti è il migliore in campo. L’unico che ha nel sangue la garra di come si gioca un derby senza che nessuno debba spiegarglielo. Purtroppo il giallo ne limita di parecchio l’efficacia. Dovendo scegliere di non rischiare di lasciare la squadra il 10 limita i suoi interventi e risulta depotenziato.

Bernardeschi 5 La corsia di sinistra funziona un poco meglio anche grazie alla sua corsa ma spesso torna indietro o cerca un passaggio di troppo quando potrebbe tirare. Anche lui questa sera non mi ha convinto.

Kean 6 Il ragazzo ha una fisicità che lo rende utile a una squadra che vuol giocare con una punta di riferimento. Il primo tempo soprattutto è molto buono. Nel secondo tempo va scomparendo forse non è ancora pronto per fare 90 minuti da titolare in A nella Juve. Pero’ un occasione da gol se la crea nel finale e impegna Sirigu.

Ronaldo 7 Anche se non gioca una partita brillantissima lui c’è e i suoi gol sono pesanti. Basta dargli in fondo un paio di palloni. Peccato con un colpitore di testa così straordinario dotato di un elevazione da rapace oggi arrivino quasi tutti cross alla dove viene viene.

 

Pereira 6,5 Il ragazzo ha una dote molto buona e che a questa squadra serve: sa giocare di prima.

De Sciglio Sv Entra bene. Meglio degli altri due.

 

Juventus 6 Partita bruttina e gol a loro regalato. Tuttavia considerando mezza squadra infortunata e la poca voglia di rompersi la gambe una partita diciamo sufficiente. Con una supremazia territoriale molto evidente e un pari meritato. Anche se con poche occasioni create.

Allegri 6 Diciamo che la formazione è obbligata. La squadra domina il Toro pur giocando in modo incasinato. Forse il gol del Toro è stato un bene perchè ha risvegliato un poco di orgoglio perchè l’impressione era che si giocasse quasi per lo 0-0.

Arbitro 5 Non fa nulla di particolarmente grave ma ho l’impressione che prenda sempre decisioni pilatesche. I mani non sono mani le gomitate non sono rossi nel dubbio non fischia nulla. L’apoteosi e quando fischia la fine e poi si accorge che ha sbagliato e fa giocare ancora 2 minuti.

Per una volta che non c’era polemica ci han pensato Adani ed Allegri.

Articolo di Alessandro Magno

 

La partita Inter-Juventus è stata una delle partite più belle degli ultimi tempi. Le premesse non è che fossero delle migliori. La mancanza di stimoli per un campionato già vinto da parte della Juventus di contro il fatto che l’Inter potesse metter in qualche modo in pericolo il suo terzo posto, faceva si che l’ago della bilancia fosse spostato pesantemente vero i nerazzurri. Se poi ci mettiamo che giocavano in casa e che la Juve si presentava pesantemente rimaneggiata davvero c’era tutto perchè si passasse una brutta serata. E in effetti è iniziata piuttosto male come da copione. Inter arrembante e Juve distratta. Presto in vantaggio con un bel gol di Nainggolan dove qualcuno ci ha visto un incertezza di Szczesny, portiere nostro che avrà modo di riscattarsi con alcune belle parate che manterranno inalterato il risultato fino al termine della prima frazione. Juve che si è vista poco e solo con qualche conclusione da lontano. Il secondo tempo sarà diverso complice qualche sostituzione e aggiustatina tattica la Juve ha giocato meglio dell’Inter preso in mano la partita e pareggiato con merito con un gran gol di Ronaldo. Handanovic è stato impegnato da altre conclusioni e la Juventus è andata anche vicino a vincerla con qualche buona chanse nel finale. Alla fine un tempo per parte e risultato giusto così. La Juve salva l’onore il pareggio invece non assicura ancora all’Inter la matematica del terzo posto ma anzi avvicina la Roma.

La serata si è conclusa con la rissa Allegri Adani. Personalmente dico che Adani si è comportato da provocatore che ad oggi è il ruolo che gli riesce meglio interrompendo Allegri e dicendogli che non è credibile e che dice cose senza senso e francamente mi pare inaccettabile. Di contro Allegri ha sbagliato a perder le staffe e ad andarsene stizzito perchè ha fatto il gioco di Adani che infatti poi sorrideva sotto i baffi compiaciuto. Questo è il livello delle tv attuale. Allegri è evidentemente molto stressato per la stagione ed ha perso le staffe in un intervista, cosa assai poco consueta riguardo a se. Spalletti che aspettava di intervenire, infatti nel fuori onda, sottolineava il fatto che se si arrabbia Allegri, che in genere è uno calmo, la misura è colma. Detto ciò tutto questo sono solo note di colore. Non succederà nulla di che se non che Adani continuerà a fare il fenomeno e il fautore del calcio champagne, cosa che non ha mai fatto vedere da giocatore e nemmeno da allenatore visto che non ha mai allenato. Allegri probabilmente farà le valige con buona pace di tutti compresa la sua. Sembra assai improbabile una sua permanenza per il prossimo anno non fosse altro perchè l’ambiente ha bisogno di aria nuova.

Pagelle Inter Juventus 1-1

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 8 Sorpreso sul gran gol di Nainggolan sfodera una prestazione veramente maiuscola con parate importanti su Icardi e De Vrij e Perisic insomma salva più volte il risultato.

Emre Can 7 Inizia il match come terzo di difesa poi la Juve dopo il gol preso si rimette subito a 4 dietro. L a sua è la solita prestazione di qualità e quantità. E’ incredibile quanto sia forte fisicamente questo giocatore. Davvero nel corpo a corpo è difficile da superare. Bene nel due in mezzo con Pjanic.

Bonucci 6 Fra lui e Chiellini Icardi è ben imbavagliato resta il fatto un po’ incredibile come sui calci d’angolo e punizioni non ne prendiamo una di testa nemmeno per sbaglio.

Chiellini 6,5 Come Bonucci forse un poco più propositivo. Salva comunque un gol quasi fatto dopo un primo salvataggio di Matuidi.

Cancelo 6 Giocatore che è palesemente inadatto al solo difendere infatti nel primo tempo è abbastanza disastroso. Nel secondo tempo complice il risultato da ribaltare spinge di più, che è quello che sa fare meglio, ma acquisendo fiducia difende anche meglio. Il voto è una media fra i due tempi ma il secondo tempo suo è veramente buono.

Cuadrado 5,5 Santa confusione. Alterna buoni recuperi in aiuto dietro a scelte sempre completamente sbagliate davanti. A volte sta in mezzo alle scatole o a Bernardeschi o a Kean o a Ronaldo. Veramente apprezzabile solo l’impegno. Per Allegri può giocare interno di centrocampo. Per me no. Almeno non dall’inizio.

Pjanic 7 Primo tempo di enorme sofferenza come tutta la squadra tuttavia nell’uscita palla ha terra è veramente uno dei pochi su cui si può contare. Mezzo voto in più perchè serve un assist di tacco al bacio a CR7.

Matuidi 5 Ha esaurito le pile. Arriva sempre un attimo dopo. La cosa migliore è quando ferma un gol fatto deviando di deretano un pallone. Il che la dice lunga sulla partita fatta.

Alex Sandro 6 Ha la colpa di giocare il primo tempo dove la Juve patisce tantissimo. In realtà l’Inter sfonda di più dal lato di Cancelo quindi lui con Politano più che altro fa pari e patta.

Ronaldo 7 Mister 600 gol in carriera. Segna un grandissimo gol. Da calcetto. Tocco di fino di sinistro a pelo d’erba. Handanovic nemmeno ci prova. Giocatore di un altro pianeta. Da una sua iniziativa per poco non la vinciamo con gol del 98.

Bernardeschi 5,5 Un misto fra Cuadrado e Matuidi ovvero pile scariche e confusione. Anche lui apprezzabile per l’impegno. Almeno esce sfinito.

 

Spinazzola 6,5 Lui e Kean sono i cambi che danno maggiore spinta e voglia alla Juventus. Un buonissimo approccio al match. Gli è mancato solo il guizzo giusto ovvero è stato autore di tante piccole buone cose ma se avesse fatto un assist vincente allora la sua prova sarebbe stata notevole.

Kean 6 La squadra gioca meglio con una prima punta in campo che da profondità e anche CR7 gioca meglio con una prima punta e non a fare lui la prima punta. Mi pare ormai assodato. Kean senza fare sfaceli si rende utile.

Pereira Sv Colpo di tacco smarcante e quasi gol vittoria. Be direi buon biglietto da visita.

 

Juventus 6 Un tempo regalato all’Inter e un altro se non proprio dominando l’avversario per lo meno con autorità. Il sei mi pare scontato ma non di più perchè nel primo tempo ci ha dovuto tenere in partita Szczesny e questo non va bene. Capisco che per noi ormai sono amichevoli ma la Juve per sua natura non deva mai amare perdere.

Allegri 6 Primo tempo squadra senza anima e svuotata l’aggiusta nel secondo tempo con i cambi e forse con qualche discorso nello spogliatoio. Il campionato è vinto ma le restanti partite vanno onorate. Gli esperimenti: Emre Can può fare il difensore centrale. Cuadrado interno fa solo casino. Bernardeschi oggi meglio esterno che punta. Mi domando non sarebbe stato meglio un 4-4-2 dall’inizio con Cuadrado e Bernardeschi esterni e Kean in coppia con Ronaldo come nel secondo tempo?

Arbitro 6,5 Tutto sommato non incide sulla partita. Credo manchino diversi gialli per pestoni. Uno di Pjanic l’altro cmi pare di DeVrij ma in generale ha usato lo stesso metro. Tutti i rigori chiesti per contatti in area o falli di mano mi pare di poter dire che nessuno fose rigore.

Viva Top Planet del 24-04-2019 con Benedetto Alessandro Magno Croce

Immagine anteprima YouTube

Sondaggio Maglia Juventus 2019/20 Cosa Ne pensate?

Cosa ne pensi della nuova maglia della Juventus?

  • Non mi piace (62%, 21 Votes)
  • Al momento non saprei (29%, 10 Votes)
  • Mi piace (9%, 3 Votes)

Total Voters: 34

Loading ... Loading ...

Il giorno in cui la Juve non vincerà nemmeno lo scudetto avverrà l’apocalisse.

 

 

Articolo di Alessandro Magno

E’stata una settimana difficile. L’eliminazione dalla Champions ha lasciato tante scorie. Anche nella partita contro la Fiorentina. Per fortuna si è vinto è si è chiusa la pratica scudetto. Ero allo stadio sono stato contento della vittoria e di festeggiarlo. Andrò anche contro l’Atalanta a vedere la premiazione all’ultima giornata. L’eliminazione dalla Champions è stata cocente seppure a fronte di un risultato di uno scarto minimo. La Juve ha sofferto troppo l’Ajax ed è arrivata all’appuntamento con la storia in non buone condizioni. Qualcosa si è sbagliato. E’ evidente e nessuno si è nascosto dietro a un dito. Delle decisioni andranno prese. Sicuramente Ronaldo resterà perchè ha giurato amore a questa maglia e perchè non è uno che si tira indietro davanti alle sfide o lascia le cose a metà. Inoltre la coppa manca francamente più a noi che a lui che ne ha vinte tre di fila, anche se non sarà felice del fatto che il suo avversario Messi forse ne vincerà un altra con relativo pallone d’oro a corredo.

I tifosi non hanno mostrato tutti grande maturità. Tanti ma non tutti. Si passa dall’euforia dell’asfaltiamo tutti all’isteria del avverrà l’apocalisse. Oggi si schifano gli scudetti quando poi in campionato pareggi contro il Genoa in modo rocambolesco alla centoventiquattresima giornata dopo che ne hai vinte centoventitré e parte lo sclero totale pubblico per un gol preso e due punti persi. Non si ha coerenza. Non si ha obiettività nel capire uno sport dove uno vince e un altro perde dove le variabili sono tante e spesso il destino è bizzarro. Con l’Ajax ad Amsterdam palo di Douglas Costa e non la vinci e oggi un palo e una traversa per la Fiorentina e rimonti su un autogol. Ma di cosa parliamo?

Ogni anno la Juve gioca 4 trofei e negli ultimi anni ne ha portati a casa sempre una buona fetta anche se è mancato il più ambito. Da otto anni vinciamo almeno lo scudetto, quando non facciamo double, quando addirittura non ne vinciamo 3. Quest’anno altri due trofei in bacheca mentre gli altri guardano noi e l’unico trofeo che possono ambire e aspettare la nostra sconfitta. Bella vita che fanno. Purtroppo la storia con quella coppa è una storia difficile. Il tifoso dovrebbe saperlo invece di farne una malattia. Le coppe che gridano vendetta sono quelle perse da Trapattoni e da Lippi quando la Juve poteva comprare i migliori giocatori del mondo e perse almeno 4 volte contro degli outsider da favorita. Quando la coppa si svolgeva in 8 partite e non in 13. Quando ti capitava di incontrare solo una squadra forte per nazione. Chiedete a Boniperti perchè si è snobbata la Coppa dei Campioni almeno fino al 1982. Tuttavia sembrerà banale ma vincere non è mai facile neanche in Italia. Ecco perchè bisognerebbe godere di quello che si ottiene piuttosto che soffrire per quello che non si riesce ad avere. Si può anche fare la fine di quelle star suicide che riescono a soffrire di depressione nonostante la fama il denaro il successo. Perchè l’infelicità è una malattia.

Cambieremo corso spero. Sono d’accordo con il cambiare corso anche io, anche se il presidente pare deciso a continuare con Allegri. Io cambierei. Vorrei dare nuova linfa, nuova energia a un percorso che mi pare al momento arrivato. Ringraziare Allegri per quanto fatto perchè piaccia o no rimarrà uno dei mister più vincenti della nostra storia mi pare un atto dovuto e proverei altre strade ugualmente. Però non iniziate a rompere le scatole pure con l’altro al primo pareggio.  Prenderei un mister straniero. La Juve nei suoi primi 70 anni di storia prese argentini molti ungheresi, inglesi e scozzesi, paraguaiani, brasiliani e anche jugoslavi e cecoslovacchi poi si è voluta italianizzare ad ogni costo. Ma il calcio italiano in Europa non ha mai avuto un grandissimo successo e spesso è stato soggiogato da scuole di pensiero diverse. La Spagna è 10 anni che domina il calcio europeo e mondiale e le coppe le ha vinte tranne in un caso (Ancelotti) sempre con allenatori stranieri. Inoltre il calcio spagnolo è ampiamente riconoscibile aldilà del mister che allena la squadra e ad oggi è superiore al calcio nostrano. Quanto tempo bisogna aspettare perchè si impari la lezione? Chi vuol migliorare impara. E’ forse questo l’ultimo step che manca per arrivare alle migliori d’Europa?

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia