Archivi Tag: ronaldo

Volevano vincere ma Ronaldo non era d’accordo.

 

Articolo di Alessandro Magno

Ero allo stadium in occasione del derby. Curva Nord. Quasi vicino ai nostri avversari. Stranamente il settore ospiti era pieno. Già. Dovete sapere che i granata non amano venire a portarci denaro. Almeno così dicono. Come se noi quando andiamo a vedere il derby di andata il denaro a loro non lo portiamo. La verità è che il vecchio cuore granata batte forte fino a che si entra alla partita con 15/20 euro come al Comunale (e si quello stadio è del comune di Torino, i nostri avversari non ce l’hanno uno stadio loro), mentre quando si devono pagare 50 euro per una partita il vecchio cuore granata non batte più. Però quest’anno sono in lotta per un posto nelle coppe. Rischiano addirittura di fare la Champions League. Ullalà. Allora erano in tanti, quasi tutto il loro spicchio pieno. Va be la partita non è stata un granchè. Loro sono abbastanza scarsi. Basti dire che il migliore in campo è stato Ansaldi. Forse il migliore che hanno è Sirigu ma non lo abbiamo impegnato molto anzi quasi nulla. Noi fra incerottati e spirito da dopolavoristi siamo scesi in campo tipo scapoli ammogliati. Dicevo loro non sono per niente forti e Mazzarri sta facendo un miracolo a portare questa squadra che ha nelle coppe. Oppure il campionato italiano è diventato cosi’ di basso livello che una squadra da media bassa classifica come il Toro riesce a fare questi exploit. Credo che se non dovesse rinforzarsi a dovere il Toro farà pochissima strada in Europa l’anno venturo.

Detto ciò per fortuna ci han pensato Cancelo e Pjanic a movimentare la serata altrimenti sarebbe stato molto probabilmente uno 0-0 molto scialbo. Almeno dall’1-0 loro si è vista una partita in cui una squadra non ci stava a perdere e l’atra difendeva strenuamente il proprio vantaggio. Un po di ”garra”. Almeno quello. Un paio di episodio sono stati particolarmente deprecabili: al 65mo una parte della Curva Sud ha esposto uno striscione ”ONORE AI CADUTI DI SUPERGA” tutto lo stadio si è alzato in piedi ad applaudire per 3/4 minuti mentre la curva del Toro ha continuato con tamburi e cori ininterrottamente a incitare la propria squadra come se non ci fosse un domani. Nessun segno di distensione nei confronti degli juventini ma principalmente nessun applauso da parte loro a quello striscione. Un gesto inqualificabile. Vincevano e pensavano solo a quello. Purtroppo per loro non han vinto ma lo hanno preso in quel posto. L’altro gesto deprecabile visto che anche noi siamo tutt’altro che santi alla sostituzione di Cuadrado una miriade di fischi. Ora è vero Juan ha fatto una bruttissima partita sbagliando di tutto un po’ tuttavia alla sua sostituzione tutto uno stadio che fischia proprio non lo meritava e non si può sentire. Chiedo scusa io a Cuadrado per tutti questi cretini. Un giocatore che ha sempre dato tutto che ha rifiutato il Chelsea per venire da noi e che ha lasciato spesso le gambe. Non si può fischiare uno come Cuadrado. Ci sono stati due altri episodi che io non ho visto dalla mia postazione. Pare un tifoso del Toro abbia mostrato alla curva Nord una sciarpa del Liverpool. Non lo so e non ve lo posso confermare. La foto che gira potrebbe esser anche vecchia. Cori sull’Heysel i granata non ne han fatti. va detto. Li avrei sentiti. Invece pare vero che uno dei nostri che ha fatto a loro il gesto dell’aeroplano abbia avuto il daspo. Bene così. Dobbiamo imparare a rispettare i defunti. Di qualsiasi colore essi siano. Rivalità si anche accesa ma la morte non ha bandiere.

Le note liete sono state invece alcune. Lo stadio non ha fischiato Massimiliano Allegri come molti sostengono. Hanno messo in giro una una fake news. Sugli spalti come sui social il dibattito è acceso e aperto e senza esclusioni di colpi ma all’annuncio del mister tutti hanno gridato ”Allegri”, quindi bene. E’ una patata bollente che risolverà la società. L’altra cosa bella è stato il gran gol di Ronaldo con una bella elevazione e anche la prestazione di Spinazzola incoraggiante. Non c’è nulla da fare è bello vedere Ronaldo. Ha le stimmate del fenomeno. E’ palese come a differenza degli altri trova sempre una motivazione. Segna e va a prendere la palla in porta e la porta a centrocampo mentre gli altri dormono. Alla fine è quasi lui che striglia tutti a un arrembaggio che nessuno vorrebbe fare. Ripeto giocatore straordinariamente forte che non si pone mai limiti , che vuole vincere anche a briscola. E’ il più forte di tutti già nella testa prima che nelle gambe. Può risultare antipatico agli avversari o senza pietà, invece risulta un cannibale come i grandi sportivi della storia. Uno che non si pone limiti che non è mai sazio. Gli altri non han nessuna voglia ormai sono in vacanza. Lui che è più forte di tutti e guadagna spesso 4/5 volte gli altri vuole vincere la classifica cannonieri. Cosa cambia nella carriera di CR7 vincer una classifica cannonieri in più o in meno? Nulla. Ma lui ce l’ha nel dna che deve primeggiare. E’ questa la differenza enorme fra lui e gli altri.

Pagelle Juventus Torino 1-1

Pagelle di Alessandro Magno

Sczcesny Sv Francamente non effettua nessuna parata. Sul gol si trova l’avversario a tu per tu per un grossolano errore di Pjanic non credo abbia il tempo nemmeno di uscire.

Cancelo 5 Nel primo tempo è un disastro fra l’altro coautore della papera del gol granata con un fallo laterale dato a Pjanic marcato. Poi nel secondo tempo soprattutto nel finale con De Sciglio dietro migliora un poco .

Bonucci 6,5 Una prova abbastanza ordinata. Manca un poco di acuti ma non è facile per lui fare il suo gioco di lanci quando il Toro dopo il vantaggio è tutto schierato dietro. Devo dire che cerca con alterne fortune di tirare la carretta per gli altri.

Chiellini 7 Giganteggia. Anche quando sbaglia un intervento (uno solo) mette fuori causa il suo avversario con la sua presenza. Insostituibile e insuperabile.

Spinazzola 7 Migliore in campo per distacco. Corre come un pazzo. Punta sempre l’uomo e va via sia a destra che a sinistra. Non tutti i cross sono buoni e precisi ma in confronto al resto della squadra questa sera un alieno.

Cuadrado 4 Sbaglia veramente tutto. E pensare che aveva iniziato bene dando quella palla a scavalcare su cui Ronaldo si scontra con Sirigu e chiede un rigore che non c’è. Completamente fuori fase ha sbagliato l’impossibile. Ingenerosi in ogni caso i fischi dello stadio alla sua sostituzione. Un ragazzo d’oro che ha sempre dato tutto lo sa benissimo che ha giocato male.

Pjanic 3 Combina un casino con Cancelo con una palla che comunque lui difende molto male. Dopo sparisce dalla partita invece che avere una reazione tanto che deve essere Bonucci a prender le redini della squadra. Allegri un certo momento lo mette proprio mezzala ma il risultato non cambia. Veramente male. Se l’errore può capitare, il non riuscire a rientrare in partita è ingiustificabile.

Matuidi 6 Per 35 minuti è il migliore in campo. L’unico che ha nel sangue la garra di come si gioca un derby senza che nessuno debba spiegarglielo. Purtroppo il giallo ne limita di parecchio l’efficacia. Dovendo scegliere di non rischiare di lasciare la squadra il 10 limita i suoi interventi e risulta depotenziato.

Bernardeschi 5 La corsia di sinistra funziona un poco meglio anche grazie alla sua corsa ma spesso torna indietro o cerca un passaggio di troppo quando potrebbe tirare. Anche lui questa sera non mi ha convinto.

Kean 6 Il ragazzo ha una fisicità che lo rende utile a una squadra che vuol giocare con una punta di riferimento. Il primo tempo soprattutto è molto buono. Nel secondo tempo va scomparendo forse non è ancora pronto per fare 90 minuti da titolare in A nella Juve. Pero’ un occasione da gol se la crea nel finale e impegna Sirigu.

Ronaldo 7 Anche se non gioca una partita brillantissima lui c’è e i suoi gol sono pesanti. Basta dargli in fondo un paio di palloni. Peccato con un colpitore di testa così straordinario dotato di un elevazione da rapace oggi arrivino quasi tutti cross alla dove viene viene.

 

Pereira 6,5 Il ragazzo ha una dote molto buona e che a questa squadra serve: sa giocare di prima.

De Sciglio Sv Entra bene. Meglio degli altri due.

 

Juventus 6 Partita bruttina e gol a loro regalato. Tuttavia considerando mezza squadra infortunata e la poca voglia di rompersi la gambe una partita diciamo sufficiente. Con una supremazia territoriale molto evidente e un pari meritato. Anche se con poche occasioni create.

Allegri 6 Diciamo che la formazione è obbligata. La squadra domina il Toro pur giocando in modo incasinato. Forse il gol del Toro è stato un bene perchè ha risvegliato un poco di orgoglio perchè l’impressione era che si giocasse quasi per lo 0-0.

Arbitro 5 Non fa nulla di particolarmente grave ma ho l’impressione che prenda sempre decisioni pilatesche. I mani non sono mani le gomitate non sono rossi nel dubbio non fischia nulla. L’apoteosi e quando fischia la fine e poi si accorge che ha sbagliato e fa giocare ancora 2 minuti.

Per una volta che non c’era polemica ci han pensato Adani ed Allegri.

Articolo di Alessandro Magno

 

La partita Inter-Juventus è stata una delle partite più belle degli ultimi tempi. Le premesse non è che fossero delle migliori. La mancanza di stimoli per un campionato già vinto da parte della Juventus di contro il fatto che l’Inter potesse metter in qualche modo in pericolo il suo terzo posto, faceva si che l’ago della bilancia fosse spostato pesantemente vero i nerazzurri. Se poi ci mettiamo che giocavano in casa e che la Juve si presentava pesantemente rimaneggiata davvero c’era tutto perchè si passasse una brutta serata. E in effetti è iniziata piuttosto male come da copione. Inter arrembante e Juve distratta. Presto in vantaggio con un bel gol di Nainggolan dove qualcuno ci ha visto un incertezza di Szczesny, portiere nostro che avrà modo di riscattarsi con alcune belle parate che manterranno inalterato il risultato fino al termine della prima frazione. Juve che si è vista poco e solo con qualche conclusione da lontano. Il secondo tempo sarà diverso complice qualche sostituzione e aggiustatina tattica la Juve ha giocato meglio dell’Inter preso in mano la partita e pareggiato con merito con un gran gol di Ronaldo. Handanovic è stato impegnato da altre conclusioni e la Juventus è andata anche vicino a vincerla con qualche buona chanse nel finale. Alla fine un tempo per parte e risultato giusto così. La Juve salva l’onore il pareggio invece non assicura ancora all’Inter la matematica del terzo posto ma anzi avvicina la Roma.

La serata si è conclusa con la rissa Allegri Adani. Personalmente dico che Adani si è comportato da provocatore che ad oggi è il ruolo che gli riesce meglio interrompendo Allegri e dicendogli che non è credibile e che dice cose senza senso e francamente mi pare inaccettabile. Di contro Allegri ha sbagliato a perder le staffe e ad andarsene stizzito perchè ha fatto il gioco di Adani che infatti poi sorrideva sotto i baffi compiaciuto. Questo è il livello delle tv attuale. Allegri è evidentemente molto stressato per la stagione ed ha perso le staffe in un intervista, cosa assai poco consueta riguardo a se. Spalletti che aspettava di intervenire, infatti nel fuori onda, sottolineava il fatto che se si arrabbia Allegri, che in genere è uno calmo, la misura è colma. Detto ciò tutto questo sono solo note di colore. Non succederà nulla di che se non che Adani continuerà a fare il fenomeno e il fautore del calcio champagne, cosa che non ha mai fatto vedere da giocatore e nemmeno da allenatore visto che non ha mai allenato. Allegri probabilmente farà le valige con buona pace di tutti compresa la sua. Sembra assai improbabile una sua permanenza per il prossimo anno non fosse altro perchè l’ambiente ha bisogno di aria nuova.

Pagelle Inter Juventus 1-1

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 8 Sorpreso sul gran gol di Nainggolan sfodera una prestazione veramente maiuscola con parate importanti su Icardi e De Vrij e Perisic insomma salva più volte il risultato.

Emre Can 7 Inizia il match come terzo di difesa poi la Juve dopo il gol preso si rimette subito a 4 dietro. L a sua è la solita prestazione di qualità e quantità. E’ incredibile quanto sia forte fisicamente questo giocatore. Davvero nel corpo a corpo è difficile da superare. Bene nel due in mezzo con Pjanic.

Bonucci 6 Fra lui e Chiellini Icardi è ben imbavagliato resta il fatto un po’ incredibile come sui calci d’angolo e punizioni non ne prendiamo una di testa nemmeno per sbaglio.

Chiellini 6,5 Come Bonucci forse un poco più propositivo. Salva comunque un gol quasi fatto dopo un primo salvataggio di Matuidi.

Cancelo 6 Giocatore che è palesemente inadatto al solo difendere infatti nel primo tempo è abbastanza disastroso. Nel secondo tempo complice il risultato da ribaltare spinge di più, che è quello che sa fare meglio, ma acquisendo fiducia difende anche meglio. Il voto è una media fra i due tempi ma il secondo tempo suo è veramente buono.

Cuadrado 5,5 Santa confusione. Alterna buoni recuperi in aiuto dietro a scelte sempre completamente sbagliate davanti. A volte sta in mezzo alle scatole o a Bernardeschi o a Kean o a Ronaldo. Veramente apprezzabile solo l’impegno. Per Allegri può giocare interno di centrocampo. Per me no. Almeno non dall’inizio.

Pjanic 7 Primo tempo di enorme sofferenza come tutta la squadra tuttavia nell’uscita palla ha terra è veramente uno dei pochi su cui si può contare. Mezzo voto in più perchè serve un assist di tacco al bacio a CR7.

Matuidi 5 Ha esaurito le pile. Arriva sempre un attimo dopo. La cosa migliore è quando ferma un gol fatto deviando di deretano un pallone. Il che la dice lunga sulla partita fatta.

Alex Sandro 6 Ha la colpa di giocare il primo tempo dove la Juve patisce tantissimo. In realtà l’Inter sfonda di più dal lato di Cancelo quindi lui con Politano più che altro fa pari e patta.

Ronaldo 7 Mister 600 gol in carriera. Segna un grandissimo gol. Da calcetto. Tocco di fino di sinistro a pelo d’erba. Handanovic nemmeno ci prova. Giocatore di un altro pianeta. Da una sua iniziativa per poco non la vinciamo con gol del 98.

Bernardeschi 5,5 Un misto fra Cuadrado e Matuidi ovvero pile scariche e confusione. Anche lui apprezzabile per l’impegno. Almeno esce sfinito.

 

Spinazzola 6,5 Lui e Kean sono i cambi che danno maggiore spinta e voglia alla Juventus. Un buonissimo approccio al match. Gli è mancato solo il guizzo giusto ovvero è stato autore di tante piccole buone cose ma se avesse fatto un assist vincente allora la sua prova sarebbe stata notevole.

Kean 6 La squadra gioca meglio con una prima punta in campo che da profondità e anche CR7 gioca meglio con una prima punta e non a fare lui la prima punta. Mi pare ormai assodato. Kean senza fare sfaceli si rende utile.

Pereira Sv Colpo di tacco smarcante e quasi gol vittoria. Be direi buon biglietto da visita.

 

Juventus 6 Un tempo regalato all’Inter e un altro se non proprio dominando l’avversario per lo meno con autorità. Il sei mi pare scontato ma non di più perchè nel primo tempo ci ha dovuto tenere in partita Szczesny e questo non va bene. Capisco che per noi ormai sono amichevoli ma la Juve per sua natura non deva mai amare perdere.

Allegri 6 Primo tempo squadra senza anima e svuotata l’aggiusta nel secondo tempo con i cambi e forse con qualche discorso nello spogliatoio. Il campionato è vinto ma le restanti partite vanno onorate. Gli esperimenti: Emre Can può fare il difensore centrale. Cuadrado interno fa solo casino. Bernardeschi oggi meglio esterno che punta. Mi domando non sarebbe stato meglio un 4-4-2 dall’inizio con Cuadrado e Bernardeschi esterni e Kean in coppia con Ronaldo come nel secondo tempo?

Arbitro 6,5 Tutto sommato non incide sulla partita. Credo manchino diversi gialli per pestoni. Uno di Pjanic l’altro cmi pare di DeVrij ma in generale ha usato lo stesso metro. Tutti i rigori chiesti per contatti in area o falli di mano mi pare di poter dire che nessuno fose rigore.

Il giorno in cui la Juve non vincerà nemmeno lo scudetto avverrà l’apocalisse.

 

 

Articolo di Alessandro Magno

E’stata una settimana difficile. L’eliminazione dalla Champions ha lasciato tante scorie. Anche nella partita contro la Fiorentina. Per fortuna si è vinto è si è chiusa la pratica scudetto. Ero allo stadio sono stato contento della vittoria e di festeggiarlo. Andrò anche contro l’Atalanta a vedere la premiazione all’ultima giornata. L’eliminazione dalla Champions è stata cocente seppure a fronte di un risultato di uno scarto minimo. La Juve ha sofferto troppo l’Ajax ed è arrivata all’appuntamento con la storia in non buone condizioni. Qualcosa si è sbagliato. E’ evidente e nessuno si è nascosto dietro a un dito. Delle decisioni andranno prese. Sicuramente Ronaldo resterà perchè ha giurato amore a questa maglia e perchè non è uno che si tira indietro davanti alle sfide o lascia le cose a metà. Inoltre la coppa manca francamente più a noi che a lui che ne ha vinte tre di fila, anche se non sarà felice del fatto che il suo avversario Messi forse ne vincerà un altra con relativo pallone d’oro a corredo.

I tifosi non hanno mostrato tutti grande maturità. Tanti ma non tutti. Si passa dall’euforia dell’asfaltiamo tutti all’isteria del avverrà l’apocalisse. Oggi si schifano gli scudetti quando poi in campionato pareggi contro il Genoa in modo rocambolesco alla centoventiquattresima giornata dopo che ne hai vinte centoventitré e parte lo sclero totale pubblico per un gol preso e due punti persi. Non si ha coerenza. Non si ha obiettività nel capire uno sport dove uno vince e un altro perde dove le variabili sono tante e spesso il destino è bizzarro. Con l’Ajax ad Amsterdam palo di Douglas Costa e non la vinci e oggi un palo e una traversa per la Fiorentina e rimonti su un autogol. Ma di cosa parliamo?

Ogni anno la Juve gioca 4 trofei e negli ultimi anni ne ha portati a casa sempre una buona fetta anche se è mancato il più ambito. Da otto anni vinciamo almeno lo scudetto, quando non facciamo double, quando addirittura non ne vinciamo 3. Quest’anno altri due trofei in bacheca mentre gli altri guardano noi e l’unico trofeo che possono ambire e aspettare la nostra sconfitta. Bella vita che fanno. Purtroppo la storia con quella coppa è una storia difficile. Il tifoso dovrebbe saperlo invece di farne una malattia. Le coppe che gridano vendetta sono quelle perse da Trapattoni e da Lippi quando la Juve poteva comprare i migliori giocatori del mondo e perse almeno 4 volte contro degli outsider da favorita. Quando la coppa si svolgeva in 8 partite e non in 13. Quando ti capitava di incontrare solo una squadra forte per nazione. Chiedete a Boniperti perchè si è snobbata la Coppa dei Campioni almeno fino al 1982. Tuttavia sembrerà banale ma vincere non è mai facile neanche in Italia. Ecco perchè bisognerebbe godere di quello che si ottiene piuttosto che soffrire per quello che non si riesce ad avere. Si può anche fare la fine di quelle star suicide che riescono a soffrire di depressione nonostante la fama il denaro il successo. Perchè l’infelicità è una malattia.

Cambieremo corso spero. Sono d’accordo con il cambiare corso anche io, anche se il presidente pare deciso a continuare con Allegri. Io cambierei. Vorrei dare nuova linfa, nuova energia a un percorso che mi pare al momento arrivato. Ringraziare Allegri per quanto fatto perchè piaccia o no rimarrà uno dei mister più vincenti della nostra storia mi pare un atto dovuto e proverei altre strade ugualmente. Però non iniziate a rompere le scatole pure con l’altro al primo pareggio.  Prenderei un mister straniero. La Juve nei suoi primi 70 anni di storia prese argentini molti ungheresi, inglesi e scozzesi, paraguaiani, brasiliani e anche jugoslavi e cecoslovacchi poi si è voluta italianizzare ad ogni costo. Ma il calcio italiano in Europa non ha mai avuto un grandissimo successo e spesso è stato soggiogato da scuole di pensiero diverse. La Spagna è 10 anni che domina il calcio europeo e mondiale e le coppe le ha vinte tranne in un caso (Ancelotti) sempre con allenatori stranieri. Inoltre il calcio spagnolo è ampiamente riconoscibile aldilà del mister che allena la squadra e ad oggi è superiore al calcio nostrano. Quanto tempo bisogna aspettare perchè si impari la lezione? Chi vuol migliorare impara. E’ forse questo l’ultimo step che manca per arrivare alle migliori d’Europa?

Han vinto loro perchè sono stati più bravi.

Articolo di Alessandro Magno

La delusione è tanta. Tantissima. Adesso inizieranno i processi su di chi è la colpa. Ovviamente di colpevoli ce ne sono più di uno anche se il capro espiatorio sarà il mister. In primis è colpevole la società che in inverno ha fatto scelte scellerate sostituendo Benatia con Caceres e rimandando ad Giugno l’arrivo di Ramsey che oggi sarebbe servito come il pane. Allegri non è esente. Il suo calcio molto pratico funziona a meraviglia in Italia ma in Europa ha sempre segnato il passo. Spesso siamo passati in turni in cui si è giocato solo un tempo e si è difeso l’altro. Cosa che si è ripetuta in varie eliminazioni con Bayern, Real l’anno scorso, ma anche in finale a Cardiff. Se la squadra non ha capacità di giocare 90 minuti qualche problema c’è. La colpa è anche di diversi giocatori che sono in fin dei conti dotati di scarsa personalità. Questi dell’Ajax sono tutti giovanissimi eppure giocavano come veterani. I nostri a un certo punto hanno il braccino. Hanno paura di giocare la palla. Non tutti chiaramente ma diversi si. Anche loro sono in parte colpevoli. Quando si vince e quando si perde colpe e meriti vanno divisi equamente.

Certo abbiamo buttato al vento il primo di tre match point visto che CR7 ha tre anni di contratto. Sulla partita c’è poco da dire la Juventus ha giocato un ottimo primo tempo e meritava il vantaggio. Ha preso gol in modo rocambolesco e fortunoso da parte dei nostri avversari, il loro giocatore sarebbe stato in netto fuorigioco se non ci fosse stato Bernardeschi attardato verso la bandierina. Da li in poi è iniziata un altra partita. Nel secondo tempo niente da dire loro ci sono stati nettamente superiori, noi via via siamo andati calando. Allegri l’ha anche provata a vincere mettendo Cancelo. Il risultato è stato che loro hanno avuto ancora più campo. Ma in fondo è giusto così perchè tanti parlano di calcio ma poi pochi, pochissimi ne capiscono. La verità è che loro nell’arco delle due partite sono stati più bravi e anche più fortunati negli episodi. Mi riferisco al palo di Douglas Costa o al pari di questa sera, o anche solo al fatto di temere di perdere De Jong recuperato e poi di fatto utilizzato per tutta la partita mentre noi abbiamo perso Douglas Costa e Mandzukic oltre a non aver recuperato Chiellini. Mi riferisco al fatto che due arbitri in due match decidano entrambi di non dare rigore su due rigori che ci potevano stare. Questa coppa maledetta si vince anche con la sorte e spesso a noi ci è avversa.

Spero che la Juventus in quanto società punti veramente tanto l’anno prossimo a questa competizione. Acquisti come Joao Felix e Ruben Dias sarebbero auspicabili. Giovani e di grande futuro. Si potrebbe pescare anche qualcosa qui nell’Ajax anche se pare abbiano una corsia preferenziale col Barcellona. Si potrebbe prendere il mister ad esempio. Anche per cambiare sistema. Ci vorrebbe anche il ritorno di un centrocampista formidabile come Pogba anche lui questa sera tristemente eliminato e impiegato in un Manchester tutt’altro che trascendentale. Per concludere non ho visto una Juventus così disastrosa questa sera. Forse sarò l’unico a scriverlo. Certo se tu giochi da 6 massimo 6 e mezzo e gli altri giocano da 7/8 è normale che vincano gli altri. Mi dispiace per il godimento creato agli antijuventini e mi dispiace per gli juventini che ora come di consueto daranno il peggio di loro. Le critiche ci stanno e sono volte a migliorare. Gli insulti questa roba qui non è da tifosi. Non è da chi ama questi colori. Mi spiace molto per questa eliminazione. Mi spiace perchè con l’Atletico si era fatta una grande impresa e pensavo che forse poteva esser l’annata buona. L’anno prossimo ci riproveremo. Non conosco altra ricetta se non quella di provarci ogni anno.

Pagelle Juventus Ajax 1-2

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 7 Con EmreCan sicuramente il migliore in campo se la Juve non capitola subito nel secondo tempo è merito di due sue grandissime parate. Uno dei pochi a giocare 2 tempi.

De Sciglio 6 Soluzione intelligente di Allegri che con un difensore vero può permettersi di tenere più alto Dybala. Non demerita. Il fatto che tanti lo criticano perchè capiscono più di playstation che di calcio. La verità è che esce lui e perdiamo.

Rugani 6 Anche Rugani non demerita anche se è sovrastato da De Light sul gol del loro vantaggio. Tuttavia lui salta alla ricerca del pallone per cui non si può parlare di errore quando di bravura dell’avversario a trovare la palla.

Bonucci 6,5 Importante come playmaker quando Pjanic è marcato gioca una partita attenta e davanti a lui non passano.E’ costretto dagli attaccanti dell’Ajax a non sganciarsi mai.

Alex Sandro 6,5 Un buonissimo Alex Sandro come non si vedeva da tempo soprattutto nel primo tempo spinge moltissimo. Alla fine pur provatissimo è ancora li che si sgancia in avventure solitarie sulla fascia. Lascia qualcosa dietro ma Alex Sandro questo è.

Emre Can 7 Una partita da leader assoluto a tutto campo. Combatte su ogni pallone cerca di dare del filo da torcere a ogni avversario. Spesso salta più di un avversario in percussione. Per uno che non stava bene fa veramente molto. Assenza che è pesata molto ad Amsterdam.

Pjanic 5,5 Allegri lo fa giocare leggermente più avanzato rispetto alla solita posizione e trova più palloni e campo libero nonostante questo non riesce a dare grandi palloni davanti. Protagonista di un grosso errore su cui Szczesny ci mette una pezza ma anche di un grandissimo recupero difensivo. Alti e bassi. L’impressione è che è un giocatore dai grandi piedi ma dalla poca personalità.

Matuidi 6 Anche Blaise gioca una partita dignitosissima arrivando a sfiancarsi sulla fascia insieme ad Alex Sandro. Soprattutto nel primo tempo chiude la strada a tantissimi di loro. Tuttavia la storia di questa partita è scritta.

Dybala 6 Secondo me non sta bene perchè non è possibile che prenda un calcio sul ginocchio e chieda il cambio. Aveva giocato discretamente comunque. Bene nel non consentire a De Jong di impostare, un poco meno bene nell’uno contro uno. Comunque mi sembrava vivace. E’ autore di un bel tiro che impegna il portiere avversario sullo 0-0.

Ronaldo 6,5 Lui segna sempre e il cartellino lo timbra anche questa sera. Si crea un altro paio di occasioni con un tiro da fuori e un altro colpo di testa. Avrebbe bisogno di maggiore supporto li davanti. La quadra è troppo spesso lontana da lui.

Bernardeschi 5 L’eroe dell’Atletico questa sera non c’è. Forse esaurito dal giocare troppo e troppo a tutto campo. Nel primo tempo non è lucido. Purtroppo dopo aver tenuto in gioco il loro sull’1-1, cosa che neppure gi rimprovero più di tanto visto il recupero fino alla nostra bandierina, purtroppo dicevo dopo questo errore sparisce dal campo.

Kean 5,5 Ha un tempo per mettersi in mostra e anche lui lotta su ogni pallone, spesso tiene troppo palla sbagliando. Ha una buona occasione ma la spara fuori malamente. Un altra di testa in cui poteva fare meglio. E’ ancora acerbo per la Champions.

 

Cancelo 6 Purtroppo entra e dopo pochi minuti prendiamo il gol. Spinge abbastanza non sempre è lucido pero’ qualche cross dalle sue parti arriva. Il destino è a volte crudele. Il cambio per vincerla e prendi gol dopo 2 minuti e la perdi.

Bentancur Sv

Juventus 5 I giocatori singolarmente non hanno disputato una cattiva partita anzi nel primo tempo l’Ajax non meritava il pari. Tuttavia nel secondo tempo la squadra si è seduta ed è una consuetudine per le squadre di Allegri. Questo ha consentito ai nostri pur bravissimi avversari di fare quello che volevano. Inoltre questo 5 lo do anche alla società che non ha sostituito all’altezza Benatia prendendo un giocatore Caceres che di fatto non è stato utile in coppa, idem per non aver fatto uno sforzo per prendere subito Ramsey. Siamo arrivati a questa sfida tutti incerottati evidentemente non è solo sfortuna. Se prendi Ronaldo e non finirò mai di ringraziarli per questo, devi anche supportarlo al meglio. Questo quest’anno non è stato fatto.

Allegri 5 Sulla partita veramente non ho nulla da dire alla fine han vinto loro perchè sono stati più bravi, lui ha messo su una squadra ben messa in campo con quello che aveva ed il primo tempo l’Ajax non ha fatto granchè. Pero’ la Juve nel secondo tempo è crollata e troppo spesso in Europa è capitato di giocare un tempo solo, inoltre ci sono troppi troppi infortuni. Non so se questo dipende dal fatto che si vanno a comprare giocatori gracili di fatto siamo arrivati a questa partita che era uno stillicidio. Un vero peccato aver vanificato la grande rimonta contro l’Atletico. Rimonta che non servirà a nulla.

Arbitro 5 Chiaramente non abbiamo perso per l’arbitro ma perchè l’Ajax è stato più bravo tuttavia la mancata ammonizione a Schone dopo 12minuti non ha alcun senso come il rigore negato alla Juventus al 90mo per fallo di mano. Tuttavia ripeto non è assolutamente lui artefice dell’eliminazione. Solo poteva fare meglio.

Dura battaglia ad Amsterdam

Articolo di Alessandro Magno

Partita strana con l’Ajax. Molto sofferta in certi momenti. Che lascia l’amaro in bocca perché poi la sensazione è che alla fine si potesse pure vincere. Gran bella squadra questo Ajax con un gioco barcelloneggiante e tanti giovani di sicuro avvenire. Forse un tantino leziosi e presuntuosi ma sicuramente coraggiosi e consapevoli dei propri mezzi. La Juve fortemente incerottata ha contenuto abbastanza bene. Forse solo nei primi 20 minuti del secondo tempo, subito dopo il loro pari, la Juve ha sofferto davvero tanto. Di contro la Juve sia sullo 0-0 che sull’1-1 ha avuto alcune occasioni per fare altri gol. Bernardeschi è arrivato un paio di volte in area quasi a tu per tu con il portiere e in una ha sfiorato il palo con una girata. Ronaldo oltre al gol è stato sempre vivo come un falco pronto a cogliere un eventuale errore loro che non c’è stato. Douglas Costa nel finale ha preso un palo. La sensazione è che dietro non siano dei fenomeni e gol ne possano subire sempre. Quello che è mancato alla Juve è il cinismo. Questa partita una squadra di Mourinho ad esempio l’avrebbe vinta. Perché occorre difendere bene e questo c’è stato, ma occorre anche affondare il colpo quando il momento lo richiede.

Bisognerà tenere d’occhio più di qualche giocatore di questo Ajax e il suo allenatore perché ne sentiremo parlare ancora. Una squadra soprattutto, che seppur giovane, ha dimostrato molto carisma. A tratti più della Juve stessa, che più di qualche volta in Champions, è affetta da “braccino”. Hanno fatto bene alcuni che non dovevano esser titolari come Rugani e Bentancur. Una prova superata a pieni voti per loro. Mi è parso ottimo il rientro di Douglas Costa. Sarà importante il brasiliano per il ritorno nella speranza di riavere anche Emre Can e Chiello. Allegri mi pare abbia fatto bene nell’insieme tenendo conto di tutti gli infortunati che aveva, ma nel ritorno bisogna fare meglio. Sicuramente sarebbe un grosso rischio giocare per lo 0-0. L’Ajax sul campo si è dimostrata più forte dell’Atletico Madrid e se dovesse passare con noi credo possa far vedere i sorci verdi anche all’inglese di turno, per cui bisogna stare molto attenti. Questa Champions si sta rivelando più tosta di ciò che sembrava, ma forse è un bene perché almeno allena.

La Juve al ritorno dovrà giocarla come nel 3-0 all’Atletico. A questi bisogna 1- togliere il possesso palla, 2- costringerli a difendersi. Quindi come all’Atletico bisognerà togliere il respiro e ogni velleità. Se la Juve farà questo credo che passerà. Il nostro tasso tecnico è maggiore. I nostri giocatori individualmente sono più bravi anche se loro ne hanno 3/4 discretamente dotati. Se si analizza bene il loro gioco, a fronte di un grande palleggio, non sono arrivati molte volte al tiro, e più di qualche tiro fatto è finito sulla Luna. Producono tanto ma finalizzano molto meno e soprattutto hanno un gioco molto dispendioso. Sono bravi ma il vantaggio è che si sa esattamente come giocano e fanno sistematicamente solo quello che sanno. Questo li rende prevedibili, ecco perché Costa alla fine li ha messi in seria difficoltà. Perché non sono in grado di porre rimedio a quello che non è nelle loro corde. In questo caso un giocatore che sappia saltare più di un uomo.

Le uniche due preoccupazioni oltre al recupero di qualcuno è che temo i calcoli. Spero vivamente che non si giochi per lo 0-0 lo ribadisco. Sarebbe gravissimo. Sarebbe un suicidio. L’altra preoccupazione che ho è che ho visto le altre giocare e noto tutte squadre che corrono molto. Di tutte quelle dei quarti ho come l’impressione che la Juve sia quella che corra meno di tutte. Spero vivamente che sia una scelta strategica per correre quando sarà necessario, magari ad esempio al ritorno. Tuttavia la differenza la faranno la fortuna e il cinismo, questa coppa è così. Da questo punto di vista l’1-1 in trasferta e tutt’altro che da buttare. La storia di questa competizione lo insegna.

Pagelle Ajax Juventus 1-1

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 7,5 Due sole parate ma abbastanza decisive. Una nel primo tempo quando devia sulla traversa un tiro a giro e l’altro nel finale di partita quando blocca a terra un tiro ravvicinato. Ottimo.

Cancelo 5 senza l’assist bellissimo per il gol di Ronaldo sarebbe forse 0. Tanti troppi palloni persi, non spinge quasi mai e Allegri lo ha fatto giocare per questo. Gi do molti voti in più giusto per quell’assist al bacio.

Bonucci 7 Per fortuna oggi la coppia centrale è granitica. Sbaglia la misura di qualche assist e questa sera sarebbe servito ma purtroppo la velocità degli attaccanti dell’Ajax impedisce di stare troppo tempo a riflettere.

Rugani 7 Prova di maturità superata. Non fa rimpiangere Chiellini. Molto lucido in tante situazioni complesse e soprattutto ho visto venire meno finalmente quella apprensione tipica sua. Bene.

Alex Sandro 6,5 Allegri lo preferisce a Spinazzola e Sandro risponde con una delle sue migliori prestazioni dell’ultimo periodo. Spinge parecchio ed è sempre abbastanza attento dietro a non farsi saltare.

Bentancur 7,5 Per me il migliore in campo. Ha corso come un dannato andando a fare pressing spesso da solo ed è stato un problema per tutti i centrocampisti dell’Ajax inoltre a differenza di molti dei nostri ha cercato spesso di saltare l’uomo per creare superiorità numerica. Il taglio sul primo palo sul gol di Ronaldo vale mezzo gol. C’era un rigore su lui.

Pjanic 6,5 Parte molto male sembra distratto. Poi carbura e migliora. Molto bene sul piano difensivo dove spesso è una sorta di terzo centrale, un poco meno come regista. Nel campionato italiano è più determinato.

Matuidi 6,5 Tanto sacrificio come suo solito e tanta corsa a cercare di spingere e appoggiare la spinta di Alex Sandro.

Bernardeschi 6,5 Anche lui molta corsa e molto dinamismo. Tanto sacrificio in aiuto alla squadra e qualche occasione da gol che non sfrutta appieno. Stranamente penalizzato dall’arbitro che non gli fischia 3/4 falli abbastanza netti.

Ronaldo 7 Mister Champions League nonostante un poco acciaccato risponde presente e segna un grandissimo gol oltre a giocare una buona partita con i compagni.

Mandzukic 5 Sullo stesso livello di Cancelo perchè è pur vero che commette meno errori del portoghese pero’ è anche vero che questa sera non è proprio un granchè utile.

 

Douglas Costa 6,5 E’ tanto che non gioca e ci mette un poco a carburare. Sbaglia qualche cross ma da una sua percussione per poco non arriva il match point

Dybala Sv

Khedira Sv

 

Juventus 6,5 L’impressione è che dato quello che si è sofferto in alcuni momenti sia andata tutto sommato bene. Di contro io ho visto un Ajax tutt’altro che irresisitbile in difesa.

Allegri 7 Aldilà del risultato opta per alcune scelte coraggiose Cancelo e non De Sciglio, Alex Sandro e non Spinazzola, Bentancur e non Khedira. Contando che gli vengono a mancare due titolari all’ultimo ovvero Chiellini ed Emre Can tutto sommato possiamo parlare di scelte azzeccate. Col senno di poi forse dovrebbe fare giocare Kean al posto di Manzo in questo momento. Anche i cambi si rivelano azzeccati e anche abbastanza audaci per chi ritiene Allegri un difensivista Matuidi fuori per Douglas Costa è un cambio per vincere. Nel finale ci sono in campo di fatto 4 attaccanti Berna Costa Dybala e Ronaldo e infatti la squadra va vicino alla vittoria. Unica nota negativa, ho visto tutte le squadre e noi mi pare siamo quelli che corriamo meno. Strategia?

Arbitro 5 Non mi è piaciuto . Eccessivamente casalingo. Non fischia molti falli alla Juve e fischia ogni cosa all’Ajax. Non va a rivedere e sbaglia un rigore su Bentancur.

”La Juventus per me è l’amore di una vita intera” (Giovanni Agnelli)

 

 

Articolo di alessandro Magno

Che nottata ragazzi! Il giorno dopo ancora l’adrenalina è tanta. Troppa. Sono stato sveglio fino alle 2 a rivedermi tutto a chattare con gli amici di ritorno dallo Stadium a fare pagelle, mai così alte. Grazie per avermi e averci regalato una serata simile. Abbiamo fatto qualcosa di epico, qualcosa di mai realizzato. Noi tutti con in alto i nostri cuori, le nostre emozioni, le speranze. Il pianto , la gioia. Gli esorcismi li abbiamo provati tutti. Chi l’ha vista, chi l’ha sentita per radio con l’immenso Franco Repice. Chi l’ha vista dal cielo: il nostro amato avvocato Giovanni Agnelli nel giorno del suo compleanno, San Massimiliano che non so chi santo fosse ma evidentemente ha protetto il nostro condottiero Massimiliano Allegri per una sera ispiratissimo come non mai. Dall’alto sono sicuro hanno gioito con noi i nostri tanti angeli quelli dell’Heysel, Gaetano Scirea , Ale e Ricky, Andrea Fortunato, Erika e Marisa. C’è stata fin da subito un connubio di intenti e di anime. Di santi in cielo e di soldati in campo. Di sangue e sudore. I pianeti sembravano allineati. Le congiunzioni astrali erano tutte favorevoli. Perchè diciamolo siamo andati al patibolo quasi senza speranza. Ci credevamo tutti nel fondo del nostro cuore ma ci speravamo poco. Quante volte questa coppa maledetta ci ha girato male? Quante volte ci è sfuggita di mano sul più bello. E diciamolo quante cazzo di rimonte abbiamo fatto e abbiamo ricevuto la beffa nel finale? Quindi siamo andati al boia che tanto si sapeva che si doveva morire. E invece poi è scattata dentro quella molla quella voglia, quella rabbia che ti dice: ” no cazzo io voglio vivere”. ”Voglio vendere cara la pelle”. ” Boia sono qui sono io e sono gobbo, e sono anche parecchio incazzato, e ora vediamo se è veramente arrivato il mio momento oppure no”.

No questa volta no. Questa volta dal primo all’ultimo minuto la squadra ha giocato all’arma bianca. Questa volta no. Questa volta passiamo noi. E’ la sera nostra. L’Atletico è stato annientato non gi abbiamo concesso neppure un calcio d’angolo. Gli occhi della tigre , gli occhi della tigre questa volta ce li avevamo tutti noi. Solo noi. Emre Can , Spianzzola, Cancelo, gente che forse per tanti motivi non te lo aspettavi. Persino Pjanic ha corso tutto il tempo come un pazzo. E poi tutti uniti. Dybala, Kean chi gioca e chi non gioca. Negli spogliatoi ci sono Cuadrado rotto e fuori lista Champions, Alex Sandro squalificato. Chi gioca e chi no la squadra è un corpo unico. Questa sera siamo un carro armato. Questa sera passiamo sopra ogni cosa che troviamo davanti. Questa sera siamo inarrestabili. E Max questa sera le azzecca tutte. Lui che ha subito uno smacco e uno schiaffo anzi due dal ”Cholo” Simeone, lui che è con due piedi fuori dalla Juve. Anche lui decide che queste è la sera perfetta. La sera che occorre osare. 352 a volte 343. Emre Can difensore centrale e terzino all’occorrenza. Nel finale Kean il giovane Kean in campo senza paure, un bel momento sul 2-0 Dybala al posto di Spinazzola alla tutti dentro, alla tutti per tutti senza paura, senza temere nulla. E’ la serata perfetta. E’ la tempesta perfetta. E si abbatte sui nostri avversari.

E poi lui anzi loro. Perchè a fronte di un grandissimo Cristiano Ronaldo un Apollo sceso dall’Olimpo per scatenare sui poveri mortali tutta la sua ira, a fronte di Apollo Dio della bellezza delle arti e della profezia , c’è Marte Bernardeschi il Dio della guerra. Forse colui che più di tutti ha capito e fatto tesoro dell’acquisto di CR7. Colui che ne ha tratto maggiore giovamento. Colui che ammirato da CR7 ne ha assorbito più di tutti le doti e i segreti. Lo dicevamo questa estate a inizio campionato quando Federico ”il terribile” ci aveva già fatto vedere grandi cose in tandem con il portoghese … e poi l’infortunio e la difficile risalita fino a trovarsi pronto al posto giusto al momento giusto. Questa sera. La sera. Che dire di Ronaldo che non è già stato detto invece? Un giocatore nato per vincere. Una fame smisurata. Una voglia di vincere che va oltre la natura umana che forse va oltre la Juve perchè la Juve è squadra vincente per storia e tradizione ma questo lasciatemelo dire non è umano. Cr7 non è umano, è un alieno, un extraterrestre, un matto uno che non è comprensibile a noi umani mortali. Questo gode più di noi di ogni singolo gol che realizza, di ogni trofeo che alza, di ogni minuto giocato. Gode più di noi nonostante la ricchezza e la vita agiata, la bellezza. E non gli basta mai. Cazzo non gli basta mai! Questo vive per godere e farci godere. Clonatelo. Dio ti ringrazio per aver illuminato il nostro amatissimo Presidente Andrea Agnelli quando ha comprato Cr7.

Alle fine ce l’abbiamo fatta tutti. E’ la vittoria di tutto un popolo, il popolo bianconero. Contro i gufi. Contro la sfiga. Contro le incomprensioni. Contro le divisioni interne. Tutti uniti come fratelli. Lo Stadium e la Sud finalmente una voce sola. Dio che sera che abbiamo vissuto! Grazie a tutti. Grazie ai giocatori, a Max, al Presidente Agnelli. Grazie a chi era allo Stadium ed è uscito senza voce. Grazie a chi a casa non ha voluto guardare il rigore o i minuti finali. Grazie a chi pregava che CR7 non sbagliasse a chi ha spinto davanti alla tv Bernardeschi sfinito a quell’ultimo scatto. A quell’ultimo assalto. Grazie per l’amore e per le lacrime di ogni tifoso. Non lo so se la vinceremo ma so che abbiamo fatto qualcosa di epico. So che la squadra se gioca così non teme nessuno. So che sono orgoglioso di questa squadra e di questi ragazzi. So che ringrazio ogni singolo giorno della mia vita per esser nato gobbo. Gobbo fino al midollo. Immensamente gobbo. Non quantificabilmente gobbo. Non so cosa faremo e dove arriveremo ma vi amo tutti ragazzi miei vi adoro. Avrete sempre il mio sostegno qualsiasi cosa accada ora per sempre contro ogni nemico e avversità. Vi porto nell’anima e nel cuore. Sempre ogni giorno ogni minuto della mia vita. FINO ALLA FINE.

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web