Archivio Autore: Alessandro Magno

Chiusura commenti fino a data da destinarsi

Sono sconcertato da quello che è successo, un blog che per sua natura dovrebbe esser inclusivo pare sia diventato terreno privato per qualcuno.

Avete fatto in modo di allontanare una persona che non c’entrava nulla per capricci vostri di cui non mi frega nulla e che nulla hanno a che vedere con le regole del blog. Mi accusate di cose che non ho fatto tipo cancellare o censurare messaggi senza nemmeno chiedermi se è vero o meno perché continuate a litigare come i ragazzini dell’asilo tirandomi dentro storie di cui non mi frega nulla.

Sono giunto a conclusione che parecchi di voi stanno abusando dello spazio che gli è concesso e ai fatti non lo meritano.  Lavoro 20 ore al giorno perché ho una vita reale dura nonostante ciò non salto un articolo una pagella scrivo a volte all’una di notte o alle 6 del mattino come ora per che cosa? Per avere critiche e rotture di scatole? Per esser continuamente tirato in ballo da una parte o dall’altra. A volte intervengo per metter pace o ordine e nemmeno va bene. Siamo arrivati al punto che nel mio blog ho meno diritto di parola di voi che devo fare io la classica parola in meno altrimenti qualcuno si offende io che il blog lo gestisco.

Con il baronecausio si è toccato veramente il fondo uno che non c’entrava nulla e voleva partecipare si è fatto in modo di scocciare a primo impatto e che si allontanasse. Complimenti davvero applausi a chi ha permesso che ciò avvenisse.

Questo ultimo avvenimento ha fatto si che a mio avviso si sia toccato il fondo e la mia pazienza abbia superato il limite. A questo punto valuto se il blog diventi di sola lettura quindi per il momento i commenti saranno chiusi fino a data da destinarsi forse per sempre.

Ps. La mia mail per comunicare è bettocroce@libero.it per chi avesse la voglia e la decenza di scusarsi e magari voglia di farmi cambiare idea, il mio cellulare chi ce l’ha non lo usi perché non rispondo più a nessuno a questo punto non sono amico di nessuno. Buon proseguimento.

Non so se sono più deluso più incazzato o entrambi.

SJR stagione 03 puntata 37

Torna questa sera Sesso Juve e Rock n’roll con BEN MICHELE FUSCO BENNY NICO E ARCO LUBRANO TOTO CAFASSO

ore 22 al link sotto

 

Ho visto un’ altra partita.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Articolo di Alessandro Magno

Parto subito con un titolo provocante e mi espongo alla battuta altrui anzi la anticipo. Ho visto davvero un’altra partita e sono convinto di aver visto quella giusta. Partiamo dalla ”fantasmagorica” Atalanta. Oggi l’Atalanta è una bella realtà, non è più una provinciale è una squadra da rispettare. Non solo si è confermata in Campionato e rischia seriamente di arrivare seconda, ma ha fatto anche strada in Champions complice qualche sorteggio fortunato, ma con pieno merito. Al netto di questo l’Atalanta è da intendersi come una diretta concorrente che è arrivata a Torino sperando di vincere e riaprire se possibile il campionato. Nulla di diverso dal Napoli di Sarri, o dalla Roma di Garcia, o al Milan di Allegri, per fare un esempio di degne avversarie del passato che giocavano contro di noi alla pari. Una squadra appunto che contro la Juve se la gioca senza timore di sorta. Al netto di questo l’Atalanta è esattamente come me l’aspettavo. Ora l’Atalanta ha dominato la Juventus e meritava di vincere? Direi sulla prima no assolutamente, l’Atalanta ha dominato per lunghi tratti del primo tempo ma nel secondo tempo ha subito e anche parecchio la Juventus. Sul meritare invece ognuno faccia come creda ma secondo me quando una squadra vince merita davvero, se non vince è sempre perchè qualche cosa ha sbagliato vale per loro vale per quando perdiamo noi.

Un’altra domanda è se l’Atalanta è stata penalizzata dall’arbitraggio e la risposta è assolutamente no. Al secondo minuto Toloj poteva esser espulso per un entrata a forbice su Dybala appena fuori area non è stato neppure ammonito. Sul primo gol c’è un netto fallo a centrocampo su Dybala non rilevato nemmeno dal var, ricordo che in un Atalanta Juventus di qualche anno fa fu annullato dal Var un gol buono alla Juventus per un fallo precedente di Lichtsteiner su Gomez avvenuto molti secondi prima. I rigori della Juve ci sono? Beh secondo il metodo di oggi ci sono entrambi come ci sono stati quelli per il Torino e per il MIlan. A mio parere non è rigore nessuno di questi 4 ma il mio parere non è il regolamento. Anche su questi rigori l’Atalanta ha avuto il vantaggio di non avere nessuno dei due giocatori ammoniti cosa accaduta invece a De Ligt con il Toro e Bonucci con il Milan e ricordo che l’ammonizione di De Ligt fece scattare la squalifica per la partita dopo. Oggi si vogliono cambiare le regole ma fino a quando questi rigori erano dati contro la Juve le regole andavano bene a tutti anzi erano santificate. Cito ancora la classifica dei rigori a favore e contro: Juventus 12 – 10 Lazio 15 – 6 Atalanta 9 – 6 Inter 10 – 4 Napoli 3 – 5 Roma 9 – 9 Milan 7-7 Mi pare evidente come i due dati che diciamo sono più sospetti siano i soli 3 rigori per il Napoli ma addirittura i 10 contro della Juventus che da prima in classifica ha quasi il doppio dei rigori contro di tutte le sue concorrenti.

Ma torniamo alla partita. Sul piano dei tiri la Juve ha tirato di più in porta 5 volte contro le sole 2 dell’Atalanta che ha avuto il merito di fare due tiri e due gol. Gollini ha dovuto fare almeno un intervento importante quello su Ronaldo mentre Szczesny non ha effettuato nessuna parata. L’Atalanta ha chiuso il primo tempo con il 72% di possesso palla contro il 28 della Juve facendo in ogni caso un solo tiro in porta. Il dato finale sul possesso palla pero’ dice 47 % Juventus 53 % Atalanta. Ora la matematica come noto non è un opinione quindi per riportare questo dato dal 72 al 53 e dal 28 al 47 significa che il possesso palla relativo al secondo tempo è stato per lo meno oltre il 60% in favore della Juventus, altrimenti non si spiegherebbe un così importante recupero. La Juve è stata fortunata si ad avere due rigori e forse non l’avrebbe raddrizzata senza, tuttavia il secondo gol dell’Atalanta è venuto su un clamoroso errore di disimpegno nostro quando la Juve era in pieno controllo della partita ed anzi aveva appena sfiorato il vantaggio con Ronaldo. Sono quasi sicuro che se la Juve avesse fatto il 2-1 prima del gol di Malinovsky avrebbe probabilmente vinto la partita. A volte il calcio è episodico e l’inerzia di una partita cambia da una parte o dall’altra per un inezia e si è visto clamorosamente contro il Milan. Alla fine della fiera la Juve ha trovato un pareggio secondo me meritato faticando contro un avversario difficile che però è la seconda volta che con noi cade alla distanza. Anche all’andata l’Atalanta dopo un primo tempo importante ed esser andata sul 1-0 e aver anche sbagliato un rigore poi era crollata nel finale e la Juventus era riuscita a imporsi per 1-3. Saranno entrambi un caso?

Pagelle Juventus Atalanta 2-2

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 5 E’ vero due tiri abbastanza imparabili ma io lo vedo un poco troppo passivo ultimamente. In entrambe le occasioni non mi sembra abbia tentato la parata della vita. Alla Juve è richiesto. Mi pare più reattivo Buffon ultimamente.

Cuadrado 6,5 E il buon Juan è un gran combattente. Credo che sia la partita in cui ha preso più botte. Commette alcuni errori ma è davvero un motorino instancabile.

De Ligt 6,5 Gioca una gran partita facendo delle chiusure di peso contro un giocatore di peso come Zapata. Un mezzo punto in meno perchè si fa uccellare da Gomez in occasione del primo gol ma credo che sia anche una questione di fisico. L’altro è troppo piccolo e veloce per il nostro.

Bonucci 6 Alcuni bei lanci illuminanti ma anche al solito la chiusura molle sul primo gol che è una cosa che non si può proprio vedere.

Danilo 5,5 Non che abbia particolari colpe tuttavia non ha nemmeno particolari meriti. Sulla sua corsia non riesce a spingere.

Rabiot 6,5 Buona partita del nostro anche a destra. Ha trovato corsa e fiducia e corre molto che è una dote che ci serve parecchio. Restiamo sempre scarni sui tiri in porta ma con il Milan ci era riuscito vediamo se ci riprova.

Bentancur 6 Una prova fra alti e bassi. Alcuni grandissimi recuperi. Altri errori da principiante. Ha sulla coscienza forse entrambi i gol. Sul primo dovrebbe lasciare andare Zapata in fuorigioco probabilmente. Sul secondo fa un gran recupero poi esce palla al piede e la perde e prendiamo gol. Se limita gli errori diventerà un bel giocatore. Oggi anche un apertura molto bella su Dybala.

Matuidi 5,5 Credo mandato in campo per un problema fisico di Pjanic si impegna ma il risultato è che spessissimo corre a vuoto.

Bernardeschi 5 Utile sul piano difensivo a raddoppiare a destra e aiutare soprattutto Cuadrado. Davvero poco utile in avanti quando quasi sempre fa la scelta sbagliata. Sembrava aver trovato una sua dimensione in questo 4-4-2 atipico ma oggi un passo indietro.

Dybala 6,5 Gioca una gran partita anche se secondo me è limitato dalla botta che gli rifila Toloj dopo un minuto. Non so se lo avrei tolto visto che aveva già riposato col Milan.

Ronaldo 6,5 Non è che giochi di per se una gran partita però impegna Gollini poco prima che l’Atalanta raddoppi e soprattutto segna entrambi i rigori che ci consentono di prendere un punto che oggi vale davvero oro.

 

Alex Sandro 5 Entra decisamente meglio di Danilo e la sua prova è positiva poi rovina tutto con una chiusura estremamente ritardata su tiro di Malinovsky mi chiedo se non si immaginava che quello tirava. Dove pensava di esser in crociera invece che a una partita?

Costa 6 Niente di che ma sicuramente meglio di Bernardeschi anche se questa sera ci voleva davvero poco.

Higuain 6 Corre molto e cerca di rendersi utile. Non tocca molti palloni ma si adopera parecchio nel pressing e nel recupero degli stessi.

Ramsey SV

 

Juventus 5,5 Una prova disastrosa nel primo tempo viene raddrizzata con fortuna una prima e una seconda volta. Nel secondo tempo dopo il calo naturale dell’Atalanta sull’1-1 sembrava la partita potesse esser condotta alla fine in scioltezza se non con una vittoria almeno con un pareggio e poi si prende un gol veramente da stupidi. Buono il finale comunque a cercare di trovare il pari. Prova a corrente alternata.

Sarri 6 Nel primo tempo Gasperini gli da una lezione di calcio tuttavia questa Atalanta corre davvero un poco troppo rispetto a tutti gli altri. Nel secondo tempo con i cambi di Sandro e Costa invece la stava incartando ai bergamaschi se non fosse che l’abbiamo rischiata poi di perdere per un gol preso proprio da fessi.In questi casi si dice buono che abbiamo saputo soffrire e si dice anche quando non puoi vincere cerca almeno di non perdere. Ci è riuscito a raddrizzarla e forse è il pari che vale lo scudetto.

Arbitro 4 Allora pronti via c’è un fallo da rosso su Dybala che viene falciato mentre sta per andare in porta anche se da posizione defilata è rosso da regolamento. Per l’arbitro non è nemmeno giallo. Bernardeschi viene ammonito per un fallo che non fa entrando nettamente in anticipo sulla palla di contro appena dopo Bentancur non viene ammonito per un fallo da giallo. Zapata mena come un fabbro su De Ligt gli viene perdonata ogni cosa. Il primo rigore come quello della settimana scorsa per il Milan a mio modesto parere non c’è in quanto come quello la posizione delle braccia è consona alla protezione dello stomaco chiunque abbia giocato a calcio lo sa non era rigore con il Milan e non è nemmeno questo a mio parere poi chiaro che se me lo danno lo segno ma il mio parere non cambia. Personalmente non darei neanche il secondo visto che i giocatori sono molto vicini tuttavia secondo i canoni attuali questi li danno e a De Ligt soprattutto ne han fischiati un infinità. Quando li danno contro la Juve questi rigori piacciono e si osanna il var. Diciamo che è già più rigore del primo va. Personalmente preferivo quando un mani era un mani e lo dico oggi che li abbiamo avuti a favore a scanso di equivoci ma su 10 rigori contro che abbiamo preso quest’anno ce ne saranno 8 così come quelli di questa sera.

Un incubo durato mezz’ora (speriamo)

MILAN, ITALY – JULY 07: Federico Bernardeschi (R) of Juventus FC competes for the ball with Franck Kessie (L) of AC Milan during the Serie A match between AC Milan and Juventus at Stadio Giuseppe Meazza on July 7, 2020 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Articolo di Alessandro Magno

Partita incredibile ieri sera a San Siro. Giocata bene per un ora e di fatto chiusa, riaperta per un rigore diciamo generoso e persa in malo modo con una goleada. La Juve ha preso 4 gol in 20 minuti credo che sia un evento assolutamente raro. Era un qualcosa che più o meno si era vista spesso a inizio anno, una Juve non sempre capace di chiudere le partite e di farsi spesso rimontare, ma sembrava una questione legata all’apprendere il nuovo modo di giocare e all’assenza di Chiellini con relativo inserimento del giovane e appena arrivato De Ligt. A 8 partite dal termine sembrava una questione superata. Invece non solo la Juve è caduta nuovamente sui medesimi errori ma addirittura ha perso in maniera esagerata prendendo una goleada che ha rischiato di esser anche più clamorosa. Incredibile davvero l’ultima mezz’ora con i giocatori completamente smarriti. Qualcuno ha provato a risolverla da solo con risultati non buoni ma la follia di Alex Sandro (praticamente un cross nell’area nostra) ha vanificato le pur minime speranze di agguantare almeno un pareggio.

La Juventus ha dimostrato grande fragilità mentale, in primis del suo allenatore che di fatto dimostra di non avere un piano B e ha dimostrato grandissima immaturità. Il calcio è uno sport e in quanto tale è una gara dove uno vince e l’altro perde, forse in Inghilterra dopo una partita di questo genere vanno tutti al Pub a farsi allegramente una bevuta, in Italia se una gara così non la porti a casa fai la figura del fesso e poco conta l’ora giocata veramente bene. Devo dire che a mio modesto parere le assenze di De Ligt e Dybala sono state molto pesanti. A conti fatti più la prima della seconda visto che 2 gol li avevamo fatti e ci eravamo portati sul 2-0. Senza l’olandesino invece Rugani, ma soprattutto Bonucci autore fin qui di una grande stagione , sono andati completamente nel pallone. Forse qualcuno dovrebbe rivedere il suo giudizio su De Ligt un giocatore che non è solo buono a costruire ma è anche particolarmente arcigno da superare.

Nell’assurdità di questa serata c’è la nota positiva della Lazio che ha perso. Pur perdendo anche noi e sprecando l’opportunità di andare a +10, ieri abbiamo ”tolto” altri 3 punti alla Lazio. Mancando 7 partite ed  ogni turno che passa è un turno a nostro favore. Se prima di ieri sera dovevamo fare 18 punti in 8 partite da ieri pur perdendo abbiamo la situazione di dover fare 15 punti in 7 partite. Se la Juve dovesse viaggiare alla media che ha viaggiato fino ad oggi quindi non ci dovrebbero esser problemi di sorta. Ora chiaramente abbiamo sprecato un match point notevole e la prossima abbiamo l’Atalanta in casa che non sarà propriamente una passeggiata. Sarebbe opportuno non perdere ancora punti soprattutto per dare un segnale più che per altro. Un segnale che siamo ancora vivi e questo è solo stato un episodio. La situazione sarà più chiara dopo lo scontro diretto. La classifica ci dirà se abbiamo buttato un campionato, se sarà lotta fino alla fine oppure se il nono scudetto sarà messo in saccoccia.

Pagelle Milan Juventus 4-2

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 5 Credo potesse fare un poco meglio sul secondo e terzo gol anche se su quest’ultimo c’è una deviazione di Rugani tuttavia è sul suo palo.

Cuadrado 5 Come tutta la Juve gioca una buona partita per un ora poi incredibilmente stacca la spina e si dimentica di difendere.

Rugani 4 Capisco la ruggine ma giocando così non può proprio pensare di restare alla Juventus.

Bonucci 4,5 Nel marasma generale affonda anche lui. Manca tantissimo la risolutività di De Ligt.

Danilo 4 Giochicchia per un ora quasi discretamente bene poi anche lui assente ingiustificato.

Bentancur 6 Difficile dare qualche sufficienza oggi ma mi pare il meno peggio.

Pjanic 6 Ha giocato una gran partita per un ora forse una delle sue più belle partite degli ultimi tempi poi come gli altri.

Rabiot 6 Un gol da cineteca e una prestazione incoraggiante prima del crollo.

Bernardeschi 4,5 Tanta corsa poca sostanza molte volte al solito la scelta sbagliata.

Higuain 4 Ha la palla buona per l’1-0 ma non la sfrutta poi il nulla.

Ronaldo 4 Gioca una buona partita ma la palla persa a metà campo che da il via al loro 3-2 è quasi grave come quella di Alex Sandro.

 

Costa 5,5 Prova a fare qualcosa ma vorrebbe trovarsi da un altra parte.

Matuidi 5 Entra lui sul 3-2 è già una nota stonata di per se.

Ramsey 4 Fantasma sul 4-2 manca di chiudere.

Alex Sandro 2 L’assist sul gol del 4-2 è un obbrobrio calcistico che non si dovrebbe mai vedere in serie A.

Muratore sv

 

Juventus 0 Da quando sono nato ne ho viste due o tre partite così e mi sono bastate. Capitano ma non devono capitare. Allucinante. Non credevo che le assenze di Dybala e De Ligt potessero esser così pesanti.

Sarri 4 Un ora davvero bella con la Juve padrona del gioco anche contro un Milan arcigno poi il rigore ha cambiato l’inerzia del match ma non si capisce come una squadra esca completamente dalla partita in questo modo. Lui non è riuscito nè a capire che la squadra aveva staccato la spina nè ad apportare modifiche adeguate. Aveva la possibilità di andare a +10 e non l’ha sfruttata, è grave e soprattutto questo di non sfoderare i colpi definitivi pare una brutta abitudine.

Arbitro 5 Premessa il rigore per me non c’è ma non giustifica il crollo della Juve. Faccio solo notare come la squadra che guida la classifica in Italia ha avuto ad oggi 10 rigori a favore e 11 contro. Io credo che sia un caso più unico che raro. Detto ciò ribadisco si era in vantaggio 2-1 e non si capisce perchè mollare così.

SJR stagione 03 puntata 36

Con Arco Lubrano Antonio Corsa Michele Fusco Toto e Ben

Avevamo fatto quaterna … e poi subito tombola

 

 

Articolo di Alessandro Magno

Turno estremamente positivo quello appena passato. La Juve ha domato senza troppi patemi il Toro e ha salvato le gambe che non è poco in queste occasioni, Lazio e Inter sconfitte con un bel +7 sulla seconda. La vittoria della Juve è stata più netta di quello che dica il risultato e Longo che ha visto evidentemente un’altra partita. Il Toro senza un rigore molto generoso non avrebbe mai segnato e senza Sirigu, che onestamente è il loro migliore uomo, avrebbe preso gol con il pallottoliere. Derby già dimenticato come da tradizione, noi per loro siamo un evento loro per noi una scocciatura e una perdita di tempo. D’altronde il Toro degno di portare il suo nome forse è morto intorno ai primi anni ’90. Sono trent’anni che sono diventati dei fantasmi mai un sussulto mai una stagione che so alla Palermo o alla Udinese o alla Atalanta sempre e solo piattume nemmeno capaci di prendere il treno dell’Europa da ultimi una volta ogni 6/7 anni. Per noi di Torino il Derby ormai vale giusto per le 48 ore successive per lo sfottò per quelli non di Torino credo sia una partita quasi del tutto inutile.

Aldilà delle beghe cittadine una Juve ancora in crescita con voglia con buon atletismo e finalmente con buona continuità di tiri in porta. Bene anche gli oggetti misteriosi Rabiot e Danilo il che è tutto dire. Dybala, che fra l’altro ha avuto il Covid, sempre sugli scudi e ormai è un trascinatore. Bello che Sarri voglia che lui e Ronaldo dialoghino in campo sempre di più, mi sembra una buona cosa. In serata è arrivato anche il regalo del Milan. Va detto che la Lazio da quando è ripresa la stagione ha fatto vedere più cose negative che positive. È stata tenuta in vita in classifica dai soliti rigorini. È bene sottolineare che la Juve prima ha avuto 10 rigori a favore e 9 contro al cospetto della Lazio che ne ha avuti 15 a favore e 4 contro. Senza punte con fuori Immobile e Cajcedo la Lazio contro il Milan ha fatto pena. Il risultato è stato 0-3 ma poteva esser 0-5 se Theo Hernandez non si fosse mangiato due gol fatti. Chissà se ha ancora fiato Diaconale per dire cavolate visto a suo modo di pensare voleva uno scudetto per meriti raggiunti sul campo pur non essendo mai stato prima in classifica.

La Domenica anche l’Inter ha visto bene di crollare miseramente. Al sopravvalutatissimo Conte è bastato dover inserire uno (Eriksen) e cambiare modulo dal 352 al 3412 per andare nel pallone e non capirci più niente. Ora come da par suo sta dando la colpa a destra e manca ovviamente tranne a se stesso. L’ho sempre detto Antonio Conte grande preparatore atletico e grande motivatore ma come mister molto limitato. Soprattutto limitato da una grande presunzioni che fa si di credersi un genio che in realtà non è. Comunque come piangina vedo che ha trovato il suo ambiente naturale. L’uomo giusto nel posto giusto. D’altronde 12 milioni l’anno sono un ottimo motivo. Parigi val bene una messa.

A questo punto lo scudetto è veramente a un passo. 7 punti sulla seconda in classifica a 8 giornate dalla fine con lo scontro diretto da giocare in casa sono un ottimo vantaggio. Un vantaggio che la Juve potrebbe amministrare soprattutto nelle prossime 4 partite Milan Atalanta Sassuolo e Lazio. La classifica dopo queste 4 sarà estremamente importante. La Juve in questo è stata sempre tradizionalmente brava. Vediamo se anche Sarri lo sarà. Ora pare aver trovato il bandolo della matassa il futuro è dalla sua.

Pagelle Juventus Torino 4-1

 

Pagelle di Alessandro Magno

Buffon 6,5 Un poco arrugginito all’inizio quando ho l’impressione che non esca un paio di volte poi si scalda e si merita una sufficienza piena.

Cuadrado 7,5 Per me è assolutamente il mattatore del match. Sulla fascia chiude sempre bene e si propone con costanza spesso saltando l’uomo. Sul gol dimostra fra l’altro grande personalità andando a concludere da solo nonostante Ronaldo si sbracci in mezzo per chiedere la palla. Ottimo anche il dribbling e il tiro sul gol.

De Ligt 6,5 Ineccepibile come sempre . Peccato per il rigore che a mio avviso non c’è in quanto la posizione delle braccia è assolutamente congrua e vuol proteggere lo stomaco da una pallonata. Chi ha giocato lo sa. In ogni caso è un piacere da vedere perchè in certi momenti veramente giganteggia.

Bonucci 6,5 Ormai le partite in sintonia con De Ligt sono così pulite e senza errori che per dargli un voto altissimo devono andare a segnare. Rendono semplice ogni situazione difensiva e questo è anche soprattutto merito di Bonny che si è adattato a sinistra alla grande.

Danilo 6 Dai almeno questa volta ordinato e attento dietro. Visto che a sinistra non è proprio la sua fascia direi che è bene limitarsi al compito.

Bentancur 7 Partita tosta d’altronde uno che è cresciuto alla Bombonera figuriamoci se si spaventa del derby di Torino contro i nostri cugini scappati di casa. In fase di interdizione e pressing è semplicemente indispensabile.

Pjanic 6,5 Gioca una buona partita nonostante nei primi 20 minuti sia marcato praticamente a uomo. Riesce comunque sempre a farsi trovare in appoggio ai compagni e ha gamba per fare anche lui il pressing alto o altissimo come vuole Sarri. Credo che esca per il giallo o forse per qualche problemino fisico non credo per demerito.

Rabiot 6,5 Dai anche lui in crescendo e finalmente riesce a fare una partita intera. Oggi in fase di non possesso lui Pjanic e Benta hanno fatto un gran pressing. Menomale. Speriamo anche che qualcuno del centrocampo si ricordi ogni tanto di tirare in porta.

Dybala 7 Un altra grande partita e un altro grande gol. E’ stato con Cuadrado secondo me il migliore in campo tuttavia il giallo preso per simulazione insomma sul 3-1 poteva evitarlo anche se poteva evitarlo pure Maresca. In mezzo a questo tante belle cose come alcuni stop volanti dopo lanci lunghi e la palla stop e vai sul contropiede su cui si realizza il secondo gol. E’ un piacere vederlo giocare.

Ronaldo 6,5 Inizia bene con un bel tiro e un assist di quasi tacco a Bernardeschi poi serve anche la palla per il 2-0 a Cuadrado ( forse anche in colpevole ritardo) , poi Sarri lo accentra un poco per far giocare Dybala un po’ più esterno e inizia la sua personale partita capricciosa contro il ruolo di centravanti. Per fortuna indovina una gran punizione e si quieta perchè stava diventando irritante. Comunque al netto di tutto anche oggi un gol e un assist diciamo che nel tabellino ci entra sempre.

Bernardeschi 6 Faccio fatica sul 4-1 a dare insufficienze ma Berna diciamo che gli do 6 proprio per incoraggiamento perchè dopo alcune buone partite oggi è tornato un poco il casinista di sempre. Bene che di fronte c’era solo il Toro.

 

Matuidi 6 Sono proprio buono oggi. Il solito Blase generoso. Certo che recuperare una palla in pressing ed esserein 3 contro 1 e riuscirla a passare giusto a quell’uno del Toro neanche davvero in seconda categoria.

Costa 6,5 Gli è mancato solo il gol e lo meritava con quell’elastico e tiro su cui Sirigu si è superato ma davvero al solito quando lui subentra fa il diavolo a quattro. Io sono fermamente convinto che questo sia il suo ruolo ma col Milan viste le assenze di Dybala per squalifica e forse la sostituzione di Bernardeschi perchè un poco annebbiato ipotizzo un tridente Costa Higuain Ronaldo dall’inizio.

Higuain sv. Pochi minuti comunque fatti bene.

 

Juventus 7 Molto bene. Diciamo che a parte 5 minuti all’inizio del secondo tempo dove il Toro prende quella traversa con Belotti fra l’altro in fuorigioco non si è mai rischiato nulla e la partita è stata sempre in perfetto controllo.

Sarri 7 Contro le piccole la squadra è andata forte adesso c’è il Milan, poi ci saranno Atalanta, Sassuolo e Lazio. Credo che da queste 4 partite si decideranno le sorti del Campionato quindi è ora il momento di dimostrare che siamo cresciuti definitivamente.

Arbitro 4 Tanti falli non fischiati su Bernardeschi, ammonizioni solo per noi fra l’altro Bonucci e Dybala ammonizioni estremamente severe, addirittura su De Ligt giallo inventato. Il rigore a mio modesto parere non c’è e non andava dato , il braccio è congruo e davanti al corpo e De Ligt si sta voltando per non prendere una pallonata, inoltre la palla gli batte prima sicuramente sulla coscia e forse poi anche sul petto. Ripeto per me un rigore inesistente che se lo avessero dato per la Juve avrebbe scatenato polemiche e sorrisini. Fra l’altro rimette in forse una partita che non era da metter in forse praticamente è un regalo al Torino.

 

 

Una rondine non fa primavera ma forse tre …

 

Articolo di Alessandro Magno

Bella Juve ieri sera devo dire che mi è piaciuta davvero. Premessa il Genoa è una squadraccia che si crogiola come altre tipo Samp Udinese e Toro, sul fatto che ci siano due squadre già con un piede e mezzo in B come Brescia e Spal. Dicevo il Genoa è una squadraccia e questo rende il test non troppo attendibile tuttavia è pur vero che 1 – in Italia in trasferta non è mai scontato vincere 2 – la Juve aveva battuto già bene il Bologna in trasferta e il Lecce in casa, 9 gol nelle ultime tre uscite e uno solo subito fra l’altro già a partita chiusa. Sembra da queste ultime uscite che la Juve abbia aumentato i giri e la ”gamba”. Dopo Milan e Napoli in cui ahinoi abbiamo perso un titolo e in cui la Juve soprattutto ad alcuni come me era apparsa tutt’altro che trascendentale, mi pare di poter dire che le cose si siano messe a girare un poco per il verso giusto probabilmente grazie  al sopraggiungere di un poco di condizione fisica.

Ieri è stato un bel monologo fin da subito con la Juve padrona del campo ma senza quel possesso palla fine a se stesso che aveva caratterizzato le prime uscite post ripresa da covid. Il Genoa è stato impegnato con tiri fin da subito altresì le azioni di rimessa dei nostri avversari sono state limitate se non del tutto annientate. Ora da questo punto di vista difficile capire quanto sia dovuto alla nostra bravura in fase difensiva e quanto alla mancanza di attaccanti del Genoa che non schierava dall’inizio nè Destro, nè Pandev, nè Iago Falque credo per scelta tecnica, tuttavia mi è parsa evidente la grossa voglia di applicarsi al pressing della nostra squadra che recuperava palloni fin da subito dentro l’area avversaria costringendo i nostri avversari spesso all’errore in disimpegno o al fallo. E’ probabile un poco entrambe le cose con Nicola che ha rafforzato alla grande il centrocampo e la difesa nel tentativo di giocarsela in contropiede.

Mi piace menzionare un paio di cosette curiose della partita di ieri entrambe decisamente interessanti.  La prima è come nella partita dove si è visto un maggior gioco corale poi le tre reti siano state realizzate tutte da azioni personali. Uno slalom di Dybala, e due tiri da fuori area. Questo aspetto per me è fondamentale visto che non credo particolarmente in un calcio fatto di soldatini dove ognuno applica i propri movimenti all’infinito ma piuttosto dove il campione o anche il giocatore normale, all’interno di uno spartito ben definito, possa muoversi secondo le proprie caratteristiche. La seconda è quella appunto dei tiri da fuori cosa di cui pensavo ci fossimo dimenticati. Quando hai un muro davanti e in Italia capita spesso, non ci sono molte alternative, o si tira da fuori, oppure si va sulle fasce e si crossa per la testa di qualcuno. Se hai mille gambe avanti a te è normale che tu cerchi di passarci sopra dove gambe non ne trovi. Questo spesso non lo abbiamo fatto, evidentemente sbagliando. L’essere vari nell’ambito calcistico e avere più soluzioni è sempre un arma in più.

Chiudo con una nota di demerito così non ci facciamo solo elogi quest’oggi. Ieri dopo aver dominato in lungo e in largo ed esserci anche messi a fare un poco di sciocca accademia sul 3-0, abbiamo quasi riaperto tutto con la distrazione del gol e un’ altra scellerata distrazione di Ramsey che poteva portare la partita sul 2-3. Se fosse accaduto credo che il finale sarebbe diventato incandescente. Questa è evidente una pecca ancora da limare e in parte si è già limata ieri, visto che poi dopo l’errore di Ramsey la Juve si è rimessa a fare bene e non ha rischiato nulla, tuttavia questi cali di concentrazione che erano prerogativa soprattutto della squadra a inizio di stagione, non sembrano del tutto superati. E’ un qualcosa su cui bisogna lavorare perchè ci sono squadre in Italia come la Lazio, ma anche soprattutto in Europa, che non ti permettono cali di concentrazione e che se non sono abbattute del tutto, sono sempre pronte a rientrare in partita. Credo che Sarri ancora su questo dovrà necessariamente lavorare.

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia