Giovedi 23 luglio 2020 Udinese-Juventus ore 19.30 stadio Friuli -Udine

Scritto da Cinzia Fresia

Stasera festa scudetto?
forse.. e Maurizio Sarri spera ..
A Udine la Juventus se vince, con il suo condottiero il discusso Maurizio Sarri potrebbe salire sul trono d’Italia e ottenere  il campionato.
Con lo Champagne in frigo, la compagine bianconera è partita per Udine con la speranza d tornare vincitrice e parzialmente rilassarsi concentrandosi su un altro obiettivo: La Champions.

La Società che non sta  vivendo  una realtà economica soddisfacente punta sul risultato ..e i giocatori anche, anche se  oramai sono abituati a vincere, per Sarri la festa varrebbe doppio:  il suo primo scudetto in Italia, e tanti sassolini dalla scarpa tolti e gettati addosso a qualcuno.
Rimandiamo la festa a più tardi, e pensiamo alla formazione con la speranza di rivedere la coppia super stellare Dybala e Ronaldo .. facendo i conti con le condizioni fisiche il tecnico non potendo sbagliare dovrà schierare le singolarità più forti

Missione compiuta.

 

Articolo di Alessandro Magno

Diciamo la verità era importante vincere e per fortuna si è vinto. Anche se al solito con qualche patema si è vinto. Si perchè se non si fosse vinto il segnale dato alla concorrenza sarebbe stato davvero brutto. Ho sempre detto che nella vita tutti noi veniamo giudicati per i risultati. A scuola, sul lavoro, persino in famiglia. Poi ok ci sono vari modi per arrivare ai risultati ma i risultati sono quelli che contano. Ora era assolutamente necessario dare questo segnale perchè Sarri seppure in bacheca vanti una Europa League con il Chelsea che non è poco, si portava dietro sempre l’aureola di perdente. D’altronde arrivava alla Juve con uno scudetto perso in albergo, la supercoppa persa e anche male, la coppa Italia persa ai rigori. Adesso aldilà dell’allungo post lockdown da +1 a +5 che non era malvagio, ma match point sprecato con il Milan idem con l’Atlanta e ancora poi con il Sassuolo … direi che la misura era colma. Se non si fosse vinto con la Lazio sarebbe stato giusto parlare di allenatore delle occasioni perse, perchè ripeto quando c’è da vincere si deve vincere e basta senza se e senza ma. Questa è la differenza fra una grande squadra e una grande società e tutte le altre.

Ma veniamo alla partita. Intanto è stata giocata in un caldo davvero infernale, sono di Torino e lo so. Questo credo abbia agevolato principalmente la Lazio che ha adottato il solito modo speculare tutti in difesa e contropiede. Al netto poi delle gravi assenze Inzaghi ha impostato una squadra ancora più guardinga del solito. A parte il ritmo la Juve nel primo tempo per conto mio si è fatta preferire alla Lazio ed è andata più volte al tiro e colpito un palo con Alex Sandro. Altresì la solita amnesia difensiva questa volta di Bentancur ha permesso ai nostri avversari l’unico tiro in porta del primo tempo con Immobile che centra il palo. Amnesia che per un nulla non paghiamo a caro prezzo. Primo tempo 0-0 ma abbastanza in controllo della Juve. Secondo tempo la Juve aumenta i giri e trova due gol entrambi regalatici dai nostri avversari in verità, ma la pressione esercitata dalla Juve è stata tanta. Ronaldo ha preso un altra traversa e per poco non segna un gol da terra, Dybala un paio di volte impegna il portiere laziale, insomma sembra tutto filare liscio con la Juve in assoluto controllo. La partita è morta e sepolta e andrebbe solo accompagnata alla fine ma come spesso accade quest’anno avviene il patatrac, Bonucci si addormenta rigore per loro. Segna Immobile e per 15 minuti, dieci più recupero, è un autentico calvario.

E’ un peccato questo finale in cui ci deve salvare Szczesny da una punizione magistrale di Milinkovic Savic che fin li in verità era stato nullo. E’ un peccato perchè fa vedere ancora una volta che questa è una squadra tremendamente fragile. Sul 2-1 al solito c’è il panico e la palla scotta nei piedi di tutti. E’ molto alta la sensazione che la Lazio, che fra l’altro in quel momento è infarcita di ragazzini, possa pervenire al pareggio da un momento all’altro. Manca nella Juve in quel momento e manca sempre un uomo di concetto in mezzo al campo che si faccia dare la palla e faccia ragionare e rifiatare la squadra facendo passare quei 2-3 minuti di strizza in modo che non diventino panico. Quell’uomo non è Bentancur perchè è bravo questo giocatore ma è un mediano e non è un leader, per lo meno al momento. Per fortuna che Sarri ha un lampo di lucidità e con la squadra in sofferenza toglie una punta (Dybala) per inserire un quinto difensore (Rugani). Probabilmente avrà contravvenuto alle proprie regole e al proprio credo tuttavia porta a casa una vittoria e uno scudetto. A volte se non puoi attaccare, difendere un risultato non è affatto un disonore. Parigi val bene una messa.

Dybala e Ronaldo .. attenti a quei due

Scritto da Cinzia Fresia

E’ lla coppia in attacco più forte della serie A, complementari e spettacolari: Ronaldo e Paulo .. nuovamente protagonisti di una vittoria un po’ tribolata,  ma nel complesso una grande vittoria che guarda allo scudetto.
Entrambe le squadre non avevano  energie in esubero  di conseguenza  rischi da correre, una prestazione dal ritmo inizialmente contenuto e velocizzato nel secondo tempo dove si è deciso il risultato.
Il calcio di rigore concesso alla Juventus per fallo di mano sblocca la partita, con estrema freddezza Cristiano porta  in vantaggio  la squadra .. ma poi .. finalmente un gol in contropiede, nato da una collaborazione firmata Paulo e Cristiano, gestita in modo intelligente per evitare il fuori gioco.
Insomma una coppia straordinaria che dimostra di funzionare sempre ..
Maurizio Sarri nel post partita ha spiegato il perché non poteva schierare da subito Paulo, l’argentino aveva un problema muscolare alla schiena, inconveniente successo poi a Gonzalo Higuain previsto in formazione. Una scelta quella dell’allenatore obbligata dagli eventi, ma altrettanto rischiosa se Paulo fosse improvvisamente peggiorato, in questo momento Dybala è il giocatore più in forma del gruppo e nonostante la brutta e altresì terribile avventura con il Covid-19, Paulo riesce a riprendersi  e svolgere un buon lavoro anche a centrocampo, ancora carente e soggetto a sprazzi.

La Juventus si è impegnata cercando di mantenere lucidità in campo onde evitare la rimonta avversaria, la posta in palio era troppo alta per sbagliare , ma un errore e’ accaduto lo stesso da parte di Bonucci,   che è costato il rigore agli avversari, a 10 minuti dalla fine.
Sul 2 a 0 non ci voleva, ovviamente la Lazio segna, e riapre la partita.
10 minuti più recupero .. diventano un’eternità con una squadra che fino a prima del lock down era tra quelle che giocavano meglio nel nostro Campionato.
Ma la forza della compagine Juventina questo scudetto lo vuole vincere per dimenticare le umiliazioni inferte da Milan e Atalanta.

Tra i migliori in campo inoltre Dybala e Ronaldo, anche Rabiot e Cuadrado .. il francese sta migliorando  di partita in partita, male invece Aaron Ramsey e naturalmente Leonardo Bonucci, autore di un errore troppo grave in questa fase della stagione.

Servono 4 punti per sollevare il trofeo del Campionato, forse per Maurizio Sarri partito ad allenare i dilettanti, in attesa dell’importante riconoscimento e’ la volta buona in cui si toglierà alcuni “sassi nella nella scarpa” dimostrando   di essere un allenatore di primo livello e non “il brutto anatroccolo” della serie A.
Intanto godiamoci i “partners in crime” Paulo e Cristiano, un’arma micidiale su cui Sarri può contare sempre.

Pagelle Juventus – Lazio 2-1

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 7 Poco prima di fare la parata miracolosa che vale uno scudetto una piccola papera in uscita. Intuisce il rigore ma non riesce a pararla. Comunque la parata su punizione all’incrocio al 90mo vale davvero uno stagione.

Cuadrado 6,5 Mi è sembrato uno dei più positivi. Al solito ci mette l’anima. Al solito non salta l’uomo da fermo ma tutto sommato è il miglior terzino che abbiamo.

De Ligt 6 Inizia abbastanza titubante sia su Milinkovic che su Immobile poi piano piano prende le misure e fa la sua parte.

Bonucci 0 Spiace ma se rischi di riaprire una partita e un campionato tu che se uno dei più vecchi e dei più esperti della squadra nonchè il capitano e rischi di farlo con una cagata galattica io credo che 0 sia il voto giusto.

Alex Sandro 5,5 La sua partita non mi è piaciuta ha sofferto molto Lazzari e spesso ha sbagliato dei passaggi semplici. Gli do mezzo voto in più per il palo mala sua prestazione non mi sembra sufficiente.

Ramsey 6 Una prestazione altalenante con dei momenti in cui si eclissa e altri in cui riesce a fare buone cose specie alla voce assist che davvero un paio di volte non gli riescono per un inezia. La sensazione è che sia uno che sa bene come si gioca al calcio e avrebbe bisogno della continuità che ha avuto Rabiot.

Bentancur 6,5 Partita quasi sempre ordinata con dei recuperi importanti con tempi giusti per i compagni, se limasse qualche leggerezza tipo la palla persa sul palo di Immobile sarebbe meglio.

Rabiot 7 Una bella prestazione ed è uno dei pochi che ha ottima corsa e grinta. Sta crescendo e cresce l’intesa con Ronaldo su quella fascia . Speriamo di aver trovato un centrocampista per il futuro.

Dougla Costa 5,5 Come sempre quando gioca dall’inizio incide davvero poco. Di fronte ha Andersson che pare fosse fuori rosa fino alla ripresa del campionato e reintegrato per emergenza ma nonostante questo fa poco. Si impegna ma nulla di determinate.

Ronaldo 8 2 gol una traversa si procura il rigore è così intelligente da correre di fianco a Dybala tenendosi un mezzo metro dietro per non finire in fuori gioco. Insomma 30 gol in 34 partite avercene di giocatori così.

Dybala 8 Non ha segnato ma ha ceduto un gol a Ronaldo in maniera estremamente intelligente. Alcune giocate da stropicciarsi gli occhi e Strakosha gli nega un paio di gol dopo le sue tipiche serpentine. Che coppia con Ronaldo. Partiva dalla panchina per il mal di schiena e doveva giocare solo uno spezzone pensa se stava bene?

Danilo 5,5 Non mi è piaciuto molto forse meno di Douglas Costa prende un giallo stupido .

Matuidi 5,5 Anche lui mi è piaciuto poco anche se ha cercato di rendersi utile con la solita generosità tuttavia più che altro fa dei falli.

Rugani SV.

 

Juventus 6 Fino all’80mo è stata un ottima Juve che stava gestendo bene un 2-0. Poi la solita amnesia e 15 minuti infernali che ci fanno capire che questa Juve non è una squadra totalmente matura. Bene almeno questa volta averla vinta.

Sarri 6 Non riesce a guarire la Juve dalle solite amnesie e questo non fa ben sperare tuttavia la Juve per più di un ora aveva giocato e meritato ampiamente la vittoria. Bene l’Allegrata di metter Rugani al posto di Dybala a difendere il 2-1 . Non sempre serve attaccare a testa bassa a volte difendere il risultato e vincere è più importante.

Orsato 5,5 Ha arbitrato bene e il rigore della Juve non era visibile a occhio nudo ma al var è rigore netto non ho capito perchè non ha ammonito Bastos. Sul rigore contro la Juventus per me fa due errori. Il primo è che non è rigore non perchè Bonucci non tocchi Immobile lo tocca ma al replay si vede chiaramente come Immobile entri a gamba tesa e addirittura prenda la palla con la suola del piede a gamba tesa. Non si può fare e se l’avesse vista al var avrebbe visto che è fallo di Immobile. Il secondo errore per me è il giallo a Bonucci se sei convinto che questo è rigore credo che Bonucci debba esser espulso per fallo da ultimo uomo. Non ho capito come ha usato i cartellini in questi due episodi da qui il mezzo voto in meno e non la sufficienza.

Lunedì 20 luglio 2020 Juventus-Lazio ore 21.45 Allianz Stadium Torino

Scritto da Cinzia Fresia

Juve e Lazio uguale partita scudetto.
Il messaggio è forte e chiaro Maurizio Sarri non si dimetterà.

Alla vigilia del super match che si svolgerà in quel di Torino,  il tecnico della Juventus non lascerà la Juventus, chi lo vorrebbe già altrove sarà deluso nel sapere che Sarri ha tutte le intenzioni di rispettare il contratto.

partita decisiva, di cui all’andata la Juventus conserva non un bel ricordo. Sarri fa i conti  con la disponibilità e spera che i bianconeri riescano a vincere la partita e  allontanino lo spettro dell’esonero.
nel frattempo si fanno nomi, chi dice Pochettino, chi Di Francesco .. tanta fantasia intorno alla squadra che domani dovrà affilare i coltelli e affrontare la collega più arrabbiata d’Italia.

Quando qualcuno parlava di circo intendeva questo.

.

Articolo di Alessandro Magno

Personalmente ringrazio Sarri per aver tirato fuori da me qualità di cui davvero non pensavo tipo quello di bestemmiare in cirilico e in ostrogoto. A parte gli scherzi c’è veramente poco da ridere bisogna davvero vergognarsi per la prestazione di ieri. Non ci sono santi che tengano quando una grande squadra è in doppio vantaggio io mi aspetto che vinca senza se e senza ma. Invece ieri siamo stati letteralmente presi a pallonate dal Sassuolo e ci ha salvato Szczesny autore almeno di 4/5 veri miracoli. Con tutto il rispetto per il Sassuolo è assolutamente inaccettabile. Evidentemente non siamo una grande squadra. Buono il punto visto che si meritava ampiamente di perdere, buoni i 7 punti sull’Atalanta e i probabili 6 sull’Inter (deve ancora giocare contro la Spal) ma ho come l’impressione che la Juve stia facendo di tutto per perdere questo scudetto. Diciamolo pure sarebbe tragico non tanto per lo scudetto in se, che pure prima o poi capiterà di perderlo, ma proprio perché con un vantaggio simile a sole 5 giornate dalla fine sarebbe un vero e proprio suicidio.

Io ancora non ho compreso come questa squadra passi dal fare buone trame e dall’avere gamba al nulla assoluto. Mi ricorda veramente la Juve di Maifredi il che è tutto dire. Io personalmente a Sarri sto dando tempo, non mi piacciono i Sarriout come ero contrario agli Allegriout, però continuare a cercare di trovare giustificazioni a questo circo non fa il bene né della Juve né di Sarri stesso che si deve dare una mossa. Nella vita di tutti noi contano i risultati siamo tutti giudicati per questo e lui non fa eccezione. Qualche giorno fa leggevo che sarebbe uno degli allenatori che ha realizzato più punti, ora dopo questi solo 2 punti in tre partite con la media attuale non arriverebbe nemmeno a 90 punti. Come dicevo allora queste classifiche lasciano il tempo che trovano mi ricordano molto quelle di Galliani atte a giustificare un Milan che stava sempre più disgregandosi. Speriamo non fare la stessa fine.

Menomale che c’è Juve Lazio alla prossima e la Lazio sembra messa peggio di noi. Vediamo se siamo capaci di rivitalizzare pure loro. Una sconfitta sarebbe tragica e con le probabili/possibili vittorie di Atalanta e Inter riaprirebbe tutti i giochi in maniera importante. Servono 9 punti nelle prossime 5 ma 3 vanno presi Lunedì per mettere la parola fine a questo calvario. Dopo scordiamoci la Champions perché serve un miracolo che oggi non mi pare possibile ammesso e non concesso che passiamo con il Lione (non è pessimismo ma realismo), d’altronde se ci piglia a pallonate una squadra di centroclassifica italiana non vedo perché non possa fare altrettanto la copia di Francia, dopodiché gettiamo le basi per il futuro, se Sarri come spero vincerà almeno lo scudetto e di conseguenza verrà confermato, che abbia quello che gli serve per far giocare almeno in maniera dignitosa questa squadra, altresì se nemmeno lo scudetto sarà messo in bacheca, dategli due calci nel sedere e prendete un altro. Almeno uno che non faccia il circo che il circo una volta visto e rivisto diventa noioso e quando stai dalla parte del pagliaccio anche tragicomico.

“Spiace …”

Scritto da Cinzia Fresia

Parafrasando Simone Inzaghi, allenatore della Lazio, preso in giro dall’irresistibile trio Autogol, si  può dire che Spiace .. spiace aver buttato dei punti, spiace vedere un “assembramento” di giocatori senza né capo né coda, passare in vantaggio farsi rimontare e .. puntare al pareggio.

Cambiano i tempi, una volta le squadre minori prendevano esempio dalle più grandi, oggi è il contrario,  le grandi guardano alle minori, la Juventus per il rotto della cuffia pareggia e butta due punti con il Sassuolo.

Certo ad Atalanta e Sassuolo non si chiede niente e il loro obiettivo è la salvezza, ma in questa anomala stagione, il calcio “provinciale” è quello che sta facendo notizia.

Che dire? La Juventus perde colpi e perde punti preziosi rischiando  lo scudetto, Maurizio Sarri sta proponendo una squadra stranissima, quasi incapace di difendere. È incredibile che dentro a questo gruppo ci sia Ronaldo che evidentemente ha perso di fascinazione sul gruppo.

Squadra allo sbando tenuta insieme dal portiere, e da un allenatore forse già con le valige pronte, a cui non interessa piu nulla e che biascica nel post partita due parole incomprensibili giustificandosi di continuo, manco fosse uno scolaretto delle scuole elementari.

Se la Juventus continua così lo scudetto lo butta direttamente nel water, e nella condizione in cui è la Società non se lo potrebbe proprio permettere.

In apparenza emergono troppi conflitti tra società e giocatori, non è chiaro il motivo di non aver schierato Paulo Dybala da subito, che è l’unico che riesce a far toccare qualche pallone in più a Cristiano Ronaldo, male Bernardeschi, e idem Higuain a parte il gol.  Giocatori tutti insuffcienti, non è giustificabile prendere tre gol .. che si chiami, Sassuolo, Atalanta o Lazio, è inammissibile che una squadra di questo livello si comporti da dilettante.

E’ altresi probabile che i progetti riguardanti la maggioranza dei giocatori non piacciano  e questo crei conflitti sul proseguo,del Campionato, e questo denota una “scarsa” furbizia da parte dell’organo dirigente.

Per  tifosi non resta che aspettare e sperare in bene, altro non è possibile fare, il tecnico ha perso il controllo e spesso agisce a caso “se va .. va ..” ma  cosi non si vincono i campionati e  meno ancora  la champions.

 

 

 

 

 

Pagelle Sassuolo Juventus 3-3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 10 Abbiamo pareggiato per merito suo ha fatto alcune parate da vero fenomeno compreso alcune nel finale sul 3-3 che ci han permesso davvero di prendere questo punticino. Tre gol imparabili ma almeno 4 volte gli vanno a tu per tu ed evita gol fatti.

Danilo 6 Uno dei meno peggio. Oltre al gol si danna l’anima sulla fascia contiene abbastanza bene Boga che è un bruttissimo cliente. Unico errore seppure abbastanza grave si dimentica Caputo sul 3-2 ma davvero quelli del Sassuolo arrivano da ogni dove.

De Ligt 5 Ha un problema alla spalla ma all’inizio è davvero in difficoltà forse perchè Chiellini è più in difficoltà di lui. Fino a che il Sassuolo non cala la sua partita è difficilissima poi nel finale un poco meglio.

Chiellini 4 Un ritorno da incubo non si sa se abbiano sbagliato e non è fisicamente pronto ma praticamente è un palo della luce cui tutti quelli del Sassuolo girano intorno.

Alex Sandro 5 La partita fino al gol è da 3 a Berardi non lo vede mai e gli lascia enormi prateria dove quello puo’ scorrazzare poi ha la fortuna e la bravura di fare il gol del 3-3.

Bentancur 3 Una partita disastrosa. Preso dalla veemenza combina pasticci sia sul primo che sul secondo gol dove tenta una veronica al limite dell’aria e finisce per far fallo su Berardi. Non so se sia stanco perchè gioca sempre ma davvero oggi in tilt.

Pjanic 5 Il lancio per il gol di Higuain è da grandissimo giocatore e meriterebbe un voto altissimo solo per quello peccato che la sua partita è all’incirca solo questo poi si perde nel marasma generale e soprattutto perde un sacco di palloni che non è cosa da lui.

Matuidi 4,5 Giocatore esaurito. Ce la mette tutta e per impegno è uno dei migliori ma non c’è proprio e non si capisce bene in questo scacchiere cosa faccia. Ok coprire le spalle a Ronaldo che corre poco ma davvero Matuidi è un corpo estraneo a questa squadra.

Bernardeschi 4 Penosa la sua prestazione. Incredibile come riesce sempre ad allungarsi la palla per poi perderla. Troppi giocatori in squadra che fanno confusione.

Higuain 5,5 Bel gol e poco altro anche se giocare davanti oggi quando praticamente subiamo sempre non è che sia una grande gioia.

Ronaldo 5,5 Prova a dare la scossa alla squadra e sul 3-2 si vede che è arrabbiatissimo riesce a tirare qualche volta verso Consigli ma sciupa l’occasione più bella messo davanti al portiere da Dybala e anche nel primo tempo con Consigli fuori dai pali , capisco che è difficile ma lui è Ronaldo.

Rugani 5 Entra e prendiamo subito due gol ok non per colpa sua ma la sensazione che stia in campo con la fifa non credo che ce l’abbia solo io. A furia di non giocare è insicuro e si vede anche nel finale quando una palla di testa in mezzo al campo non sa proprio dove metterla.

Dybala 6,5 Entra molto bene in partita e con il suo ingresso e quello di Rabiot si vede un altra Juve con un baricentro più alto e a volte si riescono ad avere anche delle palle per provare a vincerla.

Rabiot 6,5 Sbaglia qualche pallone in più di Dybala e non serve assist invitanti ma con il suo dinamismo contribuisce a dare una sterzata alla squadra che dal suo ingresso gioca decisamente meglio.

Costa 5,5 Il Sassuolo dietro lascia spazi e a desiderare lui non li sfrutta. Questa volta a parte qualche serpentina fine a se stessa non riesce a fare cose importanti.

Ramsey SV

 

Juventus 4 Di buono c’è solo il punto in virtù dello scudetto ma si è vista una bruttissima Juve questa volta si presa a pallonate dal Sassuolo perchè se all’Atalanta avevamo consentito gioco e mai il tiro questa sera senza Szczesny si prendeva una goleada e francamente questo è una vergogna. Mi si è detto che avevamo fatto una preparazione mirata e che poi incominciavamo a correre più di tutti. Sto aspettando. Tutti i giocatori e l’allenatore questa sera dovrebbero vergognarsi.

Sarri 3 Ennesima rimonta subita e questa volta almeno con i cambi riesce ad agguantare un altro punticino. Deve capire dove si trova perchè io ho rivisto gli incubi delle rimonte col Siena o delle sconfitte a Bari o in casa con il Catania negli anni dei settimi posti. Era un po’ che le avevo rimosse e vorrei continuare a farlo. Gli consiglio di mettere tutti lui per primo in silenzio stampa perchè sentire ”cagate” come commenti a queste prestazioni anche no grazie.

Arbitro 6 Non fa danni anche se non mi è piaciuto molto su Ronaldo o Bernardeschi cui non fischiava davvero nulla. Emblematico un fallo clamoroso su Ronaldo che viene colpito da dietro al limite dell’area e su cui sorvola e sulla ripartenza fischia su Boga che praticamente sviene sul pallone da solo. Diciamo un poco casalingo.

Commenti riaperti

Avevo deciso di chiudere  i commenti per un poco di tempo almeno fino a dopo Juve Lazio. Ho cambiato idea perchè alcuni di voi fra l’altro quelli che non c’entravano nulla nel fare storie e nel farmi incavolare mi han scritto pregandomi di aprire perchè il blog era ed è diventato un punto di riferimento per tanti in questi ultimi anni e facendomi notare come non fosse giusto chiudere a tutti per colpa di alcuni.

Intanto ci tengo a scusarmi con chi non c’entrava nulla perchè io a differenza di tanti so anche scusarmi cosa che ripeto molti di voi non fanno letteralmente mai. Evidentemente l’orgoglio viene prima del buon senso. Ma questa è un’altra storia.

Ora non ho nè tempo nè voglia di entrare nel dettaglio delle cose che vanno chiarite. Mi appello al buon senso di tutti. Io e Cinzia non stiamo qui a tenere aperto questo spazio per rovinarci la vita ma al contrario questo dovrebbe esser un luogo di svago di divertimento e se vogliamo di confronto. Spero che questa semplice cosa sia chiara a tutti. Vediamo se siete capaci di far chiudere anche questo blog juventino. Poi del resto ne riparliamo un altra volta. Forse. Forza Juve.

Mercoledì 15 luglio 2020 Sassuolo-Juventus ore 21.45 Stadio Mapei Reggio Emilia

Scritto da Cinzia Fresia

La Juventus parte in quel dell’Emilia Romagna per affrontare il Sassuolo, squadra più che in forma che ha pareggiato l’Atalanta.
Nel mentre  la Società Juventus licenzia Marco Re, capo dell’area finance della Società, dando ad intendere l’intenzione a procedere in vari avvicendamenti terminata la stagione 2020.
D’altronde I conti della Juventus non tornano e l’intenzione del Presidente Agnelli è un restyling della dirigenza a costo di rinunciare anche  a Paratici e Nedved.

il tutto anche potrebbe dipendere da come andrà Campionato e Champions, in caso di fallimento di uno degli obiettivi  il club ne perderebbe economicamente ed in immagine,

Con queste premesse, la Juventus stasera deve vincere per staccarsi ulteriormente dalle inseguitrici, in vista del decisivo match contro la Lazio,

 

 

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia