Juve Night Show s01 e07

Quest sera alle ore 22 come ogni Lunedi Ben con Antonio Corsa Arco Lubrano Frank Leomina e Giovanni Variato

Juventus in difficoltà

Scritto da Cinzia Fresia

Temo che la Juventus ogni qualvolta scenda in campo nelle partite di Campionato, dovrà affrontare un avversario di 12 giocatori, chi è il 12mo? L’arbitro.  Se prima era un sospetto ora è una realtà, e non è nemmeno un luogo comune, anche ieri ci hanno annullato un gol per un alluce in fuori gioco, e non può essere una combinazione. Per non parlare delle botte su Dybala continue e costanti mai punite.

Veniamo alla partita: se la Juventus non si fosse mostrata attaccabile probabilmente avrebbe vinto con punteggio pieno, capisco che a Pirlo piaccia tanto Bernardeschi ma sembra un accanimento terapeutico continuare ad insistere, il ragazzo non ce la fa .. da quando sono arrivati ragazzi piu’ forti in questa squadra è un pesce fuor d’acqua, e se ogni volta perdiamo 2 punti .. ciao scudetto.

Per come si stava mettendo Kulusevsky andava inserito  prima, è l’uomo a centro campo migliore che abbiamo e segna pure i gol. E comunque come volevasi dimostrare la Juventus non regge gli avversari fisicamente più preparati e che corrono di più. I nostri hanno resistito continuando ad attaccare e va ammesso che la sfortuna ha fatto il suo tra pali e traverse. Come prima partita da titolare  Paulo molto bene, si è caricato la squadra sulle spalle e ce l’ha messa tutta per vincerla,  benissimo Cuadrado, altrettanto Morata,  Artur:  è senza dubbio un giocatore dal bel palleggio anche abbastanza veloce, ma deve fare molto di più che passare la palla a Paulo o al vicino.  Stesso discorso per Rabiot, idem per Ramsey, che sta crescendo ma non sempre è di supporto alle due punte.

In definitiva  questo centro campo non riesce  a decollare, e Pirlo non dovrebbe effettuare troppi esperimenti, la Juventus non può permettersi di buttare punti, considerato l’obiettivo primario della conquista del decimo scudetto,consecutivo. Fisicamente c’è ancora tanto da lavorare, le problematiche di resitenza che si evidenziavano ai tempi della gestione di Allegri non sono risolte,  la resa in campo non è uniformata,  ma soprattutto il centro campo deve difendere di piu’.

Si chiude la partita male con litigi in campo, le squadre sono stanche e insoddisfatte del risultato e Kukusevsky si prende un giallo evitabile. Anche mantenere la calma è un aspetto su cui Pirlo deve lavorare se si cade in una trappola per un Juventus-Verona qualunque ..  in una finale cosa faranno?

 

 

 

 

Pagelle Juventus – Verona 1-1

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczcesny 6 E’ poco impegnato . Si fa trovare pronto quando Bonucci si fa scavalcare da un pallone e su un tiro da lontano. Sul gol è onestamente difficile cosi da vicino poter opporsi.

Danilo 7 Non ha sbagliato praticamente nulla. Rinato come giocatore in questo nuovo ruolo. Se la cava egregiamente nel finale anche senza Bonucci ed è particolarmente abile sulle palle alte che prende tutte.

Bonucci 5,5 A me personalmente in questo ruolo di centrocampista aggiunto non ha fatto impazzire, fra l’altro sarà un caso ma a furia di sganciarsi si stira. Quando l’età non è un dettaglio. Fra l’altro sul gol lui dov’è? Perchè è lui il centrale di mezzo.

Demiral 6,5 Attento gioca semplice e con i piedi che ha non sbaglia ed è ruvido quando deve esserlo. Lo vedo ancora un poco acerbo ma sta crescendo.

Cuadrado 6,5 Gioca una buona partita , spesso salta l’uomo e si propone al cross. Non è molto preciso questa sera ma secondo me è uno dei più propositivi. Sua una delle due traverse.

Arthur 6 E’ bello da vedere e non sbaglia mai un pallone oltre a non aver paura di tenere la palla fra i piedi. E’ un eccellente metronomo ma forse serviva più a Sarri che oggi in questa Juve perchè gli manca proprio il guizzo per fare qualcosa di decisivo.

Rabiot 6 Un poco come Arthur infatti quando ho visto la formazione mi sono subito chiesto in questa coppia di palleggiatori chi avrebbe dovuto fare il mediano e quindi il recupera palloni. Un bel tiro nel finale.

Bernardeschi 5 Mi dispiace infierire sembra che ce l’abbiamo con lui ,aveva giocato una partita anche più o meno sufficiente, ma prendiamo gol su un suo passaggio centrale che va direttamente a uno del Verona. Sono palloni che non si devono sbagliare. E’ un errore grave che ci costa oggi due punti.

Dybala 7 Mi è piaciuto molto non giocava da tanto ha cercato di prendersi la squadra sulle spalle.Ha fatto delle ottime giocate ha preso una traversa un altro gol gli è uscito di un niente. L’arbitro non lo protegge per niente.

Ramsey 6 Trottolino si da un gran da fare e cerca di farsi vedere fra le linee molto strette del Verona. E’ una partita secondo me non particolarmente adatta per giocare con un trequartista e infatti fatica parecchio anche se devo dire non demorde.

Morata 7 Altra ottima prestazione un gol sontuoso annullato che anche questo secondo me è buono. E sempre delle giocate intelligenti fra cui l’assist a Kulusevski per il gol del pareggio. L’arbitro lo perseguita non fischiandogli nessun fallo a favore mai.

Kulusevski 7 Entra segna si mette in mostra e si fa trovare assolutamente pronto. Giocatore dal futuro assicurato. Un poco sciocco nel parapiglia finale che ci fa solo perder tempo.

Frabotta Sv

Vironi Sv

Juventus 6 Non gioca benissimo la Juventus tuttavia questa sera è decisamente sfortunata. Ancora un gol annullato per un unghia e due traverse piene. Poi il Verona segna nell’unica nostra distrazione anche se era già qualche minuto che aveva preso campo. La partita termina con un assedio in cui anche il portiere avversario si esalta.

Pirlo 5 Sta prendendo la cattiva abitudine di cambiare le cose quando prendiamo gol ad esempio Kulusevski poteva entrare prima ed è una pessima abitudine inoltre un centrocampo con Arthur Rabiot e Ramsey sarà anche moderno e tutti con i piedi buoni ma se non c’è qualcuno che ruba la palla agli altri senza palla è difficile giocare. Poi la Juve assedia il Verona e ci poteva stare la vittoria ma la fortuna va cercata.

Arbitro 4 Ennesimo gol annullato alla Juve per un millimetro almeno tre episodi dubbi in area del Verona in cui ci poteva stare un rigore … ma dico almeno il var vallo a vedere. Sul primo Berna viene trattenuto con entrambe le mani è rigore e si era ancora 0-0. Sul secondo e siamo sul 1-0 per loro Ramsey viene spinto davanti al portiere e finisce in terra la spinta è lieve ma intanto Ramsey che è davanti al portiere non riesce più a calciare, sul terzo e mi pare fossimo già 1-1 Morata calcia in porta ma è palesemente trascinato in terra per la maglietta. Per non parlare per gli infiniti falli di Colley già ammonito fra cui uno di mano e mai espulso. Spiace doversi lamentare di nuovo degli arbitri però così non va bene. Detto che con un poco di fortuna avremmo vinto anche senza questo incapace.

Domenica 25 ottobre 2020 Juventus-Verona – 20.45 Allianz Stadium Torino

Scritto da Cinzia Fresia

 

Scritto da Cinzia Fresia

La Juventus riprende il campionato affrontando il Verona di Juric, che si presenta  aTorino con diversi titolari assenti.

Andrea Pirlo, annuncia finalmente lo schieramento di Paulo Dybala con Morata, da inizio partita  anche se a suo dire Paulo si è allenato poco, ritiene che il giocatore sia pronto,  e valuterà chi mettere dietro a sostegno, molto probabilmente Ramsey.

Per il suo 1-3-4-1-2 un’ipotetica formazione potrebbe essere Szcezny /Danilo – Bonucci- Demiral / Cuadrado-Arthur-Rabiot-Frabotta/ Ramsey/ Dybala e Morata.

Assenti Chiesa squalificato e Chiellini infortunato, e se Ronaldo fosse negativo  al tampone non potrà  comunque aggregarsi per mancanza della visita di idoneità.

Un po’ di incertezza aleggia nella formazione  nella partita di domani, il risultato ottenuto a Kiev ha messo  di buon umore l’ambiente con la speranza di poter tornare a vincere anche in serie A. Al momento, a parte gli exploit di Morata, questa  Juventus ringiovanita non offre particolari entusiasmi. Va detto che il Campionato della Juventus non è partito nel migliore dei modi con due espulsioni e due rigori contro. Quest’anno la Juventus dovrà al solito essere più forte degli arbitri e del sistema che farà di tutto per inventarsi cio’ che non esiste per fermarla.

 

 

 

 

 

 

 

Passi avanti e passi falsi

Articolo di Alessandro Magno

Ci sono stati piccoli passi in avanti con la Dinamo Kiev. Intanto la Juventus è sembrata un poco più ordinata rispetto alle partite contro la Roma e al Crotone e questo credo sia dovuto principalmente al rientro di Cuadrado sulla destra. Contro la Roma ricordiamo aveva giocato a sinistra mentre con il Crotone ha giocato solo 30 minuti. Ad oggi Cuadrado a destra è una garanzia ed è probabilmente ad oggi l’unico che possa garantire quella copertura a tutta fascia che chiede Andrea Pirlo. Forse la cosa si potrà rivedere anche con Alex Sandro ma senza il colombiano e il brasiliano, con Danilo ormai utilizzato stabilmente come terzo centrale, trovo assai complesso utilizzare il modulo ibrido che Pirlo fino ad oggi ha proposto.

Bene oltre Cuadrado Federico Chiesa, che ha dimostrato di avere gli attributi. Per nulla intimorito dalla nuova avventura il ragazzo mostra un coraggio al limite dell’incosicenza. Punta l’uomo e crossa e anche si propone al tiro senza paura di sbagliare, anche quando poi sbaglia. Bene, ci vuole coraggio. Sugli scudi e migliore in campo direi Morata che con Chiesa smentisce in toto tutta la campagna denigratoria di molti addetti ai lavori e anche in parte di tifosi, contro il ds Paratici. Morata si è ripreso la Juve laddove l’aveva lasciata quando sembrava un prospetto europeo di grande futuro. Per Alvaro il tempo a Torino sembra essersi fermato a quel 2016. Bene in generale la squadra che senza i suoi tre migliori interpreti De Ligt , Dybala e Ronaldo conquista un importante vittoria contro quella che probabilmente sarà la terza forza del girone. Non è facile per nessuno e non lo è nemmeno per la Juventus privarsi di Ronaldo Dybala e De Ligt contemporaneamente. Per fortuna Morata Chiesa e Cuadrado hanno davvero fatto molto bene.

Male molto male Giorgio Cheillini. Premessa: tutti gli vogliamo bene io per primo e non è certo colpa sua se si fa male, ma dovrebbe saperlo lui meglio di tutti di esser ormai logoro e fragile. Gli abbiamo voluto tutti bene ripeto ed è per tutti un monumento vivente, ma un Chiellini che già infortunato rientra guarito e risponde alla chiamata della nazionale, salvo poi tornare a  farsi male da solo dopo 20 minuti di partita non ha alcuna spiegazione logica e non è una cosa accettabile. Chiellini a cui auguro una pronta guarigione, visto che ha deciso di non ritirarsi, come forse avrebbe dovuto fare, dovrebbe avere un ruolo da comprimario come era Barzagli negli ultimi anni. Allenarsi per giocare laddove per necessita gli viene chiesto e solo in quel caso senza ruoli da titolare. Inoltre dovrebbe esser così intelligente da rinunciare alla nazionale. Ha avuto molto dalla vita non si può avere tutto e gli anni passano per tutti.

Super Alvaro show!

Scritto da Cinzia Fresia

Il debutto in Champions League  la Juventus lo festeggia con una vittoria in quel di Kiev contro la Dynamo, 2 bei gol segnati da un ispiratissimo Alvaro Morata, il quale zittisce coloro che lo individuavano come la terza scelta tra gli obiettivi della Juventus.

Alvero è più forte e maturo di prima, e soprattutto determinante, pochi gol forse ma giusti quelli che servono per andare avanti. Fortemente voluto anche da Andrea Pirlo si sta dimostando la scelta ideale, felice di essere tornato  in Juventus ma altresì felice di condividere gli spazi con Ronaldo che conosce bene, Paulo Dybala e tutti gli altri. Ma stasera è stato anche il debutto di Chiesa, il giovane centrocampista si è riscattato dalla brutta prestazione di sabato scorso  dove l’emotività ha preso il sopravvento. Federico per sua ammissione ha detto di essersi messo a disposizione dell’allenatore e delle sue esigenze e che la posizione in cui gioca a destra  che a sinistra per lui  è lo stesso, una disponibilità importante per Andrea Pirlo il quale può contare su un giocatore dall’ampia duttilità.

E finalmente l’atteso  ritorno di Paulo Dybala si è avverato,  inserito ad inizio di secondo tempo, Paulo con ragione non ha voluto strafare e si è comunque comportato bene regalandoci giocate interessanti, e lo stesso Pirlo sostiene che deve giocare ma in forma graduale e acquisire minutaggio nelle gambe.

Una Juventus vincente ma che non ha brillato,  il “cantiere” è sempre  aperto anche se si intravede un po’ di luce,  i cambiamenti sono all’ordine del giorno, il trio Kulusevsky – Chiesa – Morata nel secondo tempo ha lavorato bene e c’è già chi parla di futuro della Juventus. Mentre Pirlo minimizza le previsioni, spiegando che mancano ancora altri giocatori importanti e quindi ci saranno altre modfiche in corso d’opera.

La squadra come primo impatto Champions ha affrontato  un avversario modesto, ma di contro  molto giovane, tonico e primo in classifica nel loro campionato, considerato il risultato in Campionato, la tensione poteva  creare brutti scherzi, ma non è accaduto è segno che l’influenza dell’allenatore è corretta.

Tecnicamente la Juventus si è rivelata nel secondo tempo, velocizzando il gioco e palleggiando un po’ di più, si sono sbagliati meno passaggi e la precisione di Morata ha fatto il resto. Nel primo tempo c’è stata  incertezza, la squadra era poco  propositiva,  forse impacciata dal non sapere sempre cosa fare, ma dopo è come  si fosse liberata, certo manca la presenza di Cristiano ma anche di Dybala quando è in forma, ma alla fine grazie ad un Cuadrado trascinatore sono riusciti a vincerla. La Dynamo mai pervenuta se non l’ultimo quarto d’ora dove ha provato a recuperare il risultato. La squadra ucraina considerate alcune assenze e visto l’ultimo risultato ha sottovaluto i bianconeri e Alvaro Morata autore di una straordinaria doppietta.

 

 

 

Pagelle Dinamo Kiev – Juventus 0-2

 

 

 

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6 Ma diciamo anche 6 – per almeno tre uscite approssimative in cui non si comprende perchè i compagni non gli lascino campo libero. Urlare di più? La parata più difficile la fa su una punizione in cui si apre la barriera ma la palla gli arriva comunque fra le braccia.

Cuadrado 7 Ottimo nelle due fasi. Ad oggi è l’unico giocatore che consente a Pirlo di avere questa difesa ibrida a 3 e 4 perchè ha abbastanza corsa da spingere e rientrare. Mette un paio di cross al bacio e su uno di questi Morata raddoppia.

Bonucci 6 Serata tranquilla, qualche lancio sbaglito di troppo ma abbastanza bene nel sbrogliare in difesa e nel gestire Demiral.

Chiellini Sv Sfiora il gol poiesce per un infortunio muscolare che si fa da solo. Si sarebbe dovuto ritirare invece ancora pure risponde alle chiamate in nazionale. Io gli voglio bene ma nelle sue condizioni un giocatore cosi fragile ormai per la squadra è deleterio.

Danilo 6 Diligente senza infamia e senza lode ma visto che per la prima volta (almeno con Pirlo) viene utilizzato a sinistra direi intelligente a non strafare.

Ramsey 6,5 Un poco mezzala e un poco trequartista nel primo tempo fa fatica a farsi vedere dai compagni ma nel secondo tempo riesce a smarcarsi meglio e a concludere verso la porta. Gli manca forse la giocata decisiva ma una buona prestazione.

Bentancur 6 Tanti bei recuperi e tanti palloni persi per tocchi semplici che questa sera è una cosa di tutti i centrocampisti. In più si prende il solito giallo da sciocco insomma potrebbe fare di più.

Rabiot 6 Abbastanza scolastico anche lui con buon palleggio buoni recuperi e anche lui tanti troppi palloni persi.

Chiesa 7 Una spina nel fianco degli ucraini. Punta sempre l’avversario e non ha paura di andare a tiro anche se a volte sbaglia. Caparbio cerca sempre di esser decisivo nelle azioni. Il ragazzo c’è.

Kulusevski 6,5 In questa Juventus di ibridi in cui tutti fanno almeno due ruoli anche lui è un poco mezza punta un poco trequartista e un poco centrocampista nel centrocampo a 5. Nel primo tempo questo non gli giova perchè finisce spesso fuori giri anche se vedo che ci mette una grande abnegazione. Poi una bellissima intuizione per un gol sfiorato di tacco e credo questo gli aumenti di parecchio la fiducia.

Morata 8 Senza Dybala e senza Ronaldo si prende la Juve sulle spalle come già fatto a Crotone. Questa volta la doppietta è buona perchè nessuno gli toglie il secondo gol. E’ una serata non facile perchè la Juventus è ordinata ma non è che costruisca tantissimo. Pero’ lui si fa trovare pronto.

 

Demiral 6 Anche lui sarebbe da 6 – per un giallo assolutamente evitabile. In fase difensiva in ogni caso è molto attento e inizia ad essere una garanzia, in fase propositiva invece i piedi sono ancora da educare.

Dybala 6 Aveva ragione Pirlo che non è pronto. Anche io smanio dal vederlo in campo però onestamente entra e ne ha esattamente per 10 minuti. Da recuperare.

Arthur Sv

Bernardeschi Sv

Juventus 6,5 Più ordinata del solito con Cuadrado che è davvero in una serata buona. Nel primo tempo così così poi quando la si sblocca per mezz’ora c’è solo la Juve in campo. Nel finale però troppo arretrati e troppe mischie consentite a una squadra che era già morta e sepolta. Diciamo una Juve fra alti e bassi ma in progresso.

Pirlo 6,5 Troppi ibridi in campo per i miei gusti : il modulo, Cuadrado, Danilo, Kulusevski, Ramsey. Troppa gente che deve fare troppe cose e credo che oggi sia andata bene perchè contro c’era la Dinamo Kiev ma contro una squadra più forte si può andare in confusione. Inoltre a questa squadra manca davvero un giocatore pensante nel mezzo che forse potrà esser Arthur. Benta e Rabiot davvero sono un centrocampo troppo scolastico. Tuttavia vince nettamente la prima senza patemi quindi bene.

Arbitro 6,5 Non si inventa nulla la partita è semplice da arbitrare e lui non fa il fenomeno.

Champions League Martedi 20 ottobre 2019 Dinamo Kiev – Juventus ore 18.55 Stadio Dynamo Lobanovs’skj

Scritto da Cinzia Fresia

 

La Juventus ancora in elaborazione del risultato a Crotone, è partita alla volta di Kiev per il primo appuntamento di Champions League, e in questa occasione che Paulo Dybala, spera di poter far parte della formazione.

Andrea Pirlo ha chiarito con l’argentino e per domani si vedrà. E’ evidente che il tecnico non si fida ancora del suo stato di forma. La notizia positiva è il rientro di Ramsey in squadra. Il tecnico della Juventus sta vivendo un vortice di emozioni per questo debutto in Champions League che lo vede sfidare il suo primo maestro Mircea Lucescu, tecnico della Dynamo, i due si stimano molto e con gli anni hanno mantenuto i rapporti.

Ma Pirlo questa prima di Champions la deve vincere, Andrea sebbene la brutta figura rimediata in Calabria, è convinto del potenziale della sua squadra, che peraltro accusa assenze importanti come Cristiano Ronaldo e Weston Mc Kennie colpiti dal Covid, perciò fari puntati sullo stadio Lobanovsky a Kiev, il governo ucraino ha dichiarato uno stadio di Pandemia parziale e per questo che ha aperto la capienza dello stadio al 30 per cento.

 

Juve Night Show s01 e06

Questa sera con BEN, Francesco Musina, MicheleFusco, Benny Nico, Leomina, e Antonio Corsa

 

 

Pirlo togli sta cacchio di difesa a tre.

 

CROTONE, ITALY – OCTOBER 17: Head coach of Juventus Andrea Pirlo looks on before the Serie A match between FC Crotone and Juventus at Stadio Comunale Ezio Scida on October 17, 2020 in Crotone, Italy. (Photo by Getty Images/Getty Images)

 

Articolo di Alessandro Magno 

 

Dell’arbitro di Crotone Juventus ho parlato nelle mie pagelle non ci vorrei tornare. Non è stato un bel arbitraggio. Mi è sembrato quasi come ci fosse un progetto o un preconcetto per farci perdere dei punti dopo Juventus Napoli non disputata. Come se il patatrac in quel caso l’avesse fatto la Juve e non il Napoli. Questi tre punti a tavolino han fatto rodere molti evidentemente. Non mi è piaciuto nemmeno l’atteggiamento di molti juventini. Preferisco anche io non parlare di arbitri e non lo faccio quasi mai tuttavia fra l’esser piangina e attaccarsi a rimesse laterali invertite o a cartellini dati e non, e a episodi che addirittura condizionerebbero un intero campionato, e sottolineare qualche volta quando si fanno delle porcate nei nostri confronti c’è una differenza abissale. Diciamo che non mi piace farmi prendere per i fondelli e soprattutto non ho colpe da espiare e non mi sento affatto in difetto se parlo di arbitri come evidentemente qualche juventino si sente nei confronti dei nostri avversari. Se volete il loro plauso avete sbagliato strategia il meglio che vi diranno è: ” Con quanto rubano si vergognano a parlare di arbitraggi” di conseguenza parlo finchè ne ho voglia e fiato.

Ma veniamo ai fatti di Crotone, perchè nonostante un arbitro sconcio che ha indirizzato le cose in un certo modo, si poteva fare meglio e si doveva fare meglio. E se non si vincerà il campionato, dovesse mai accadere, non sarà certo per questi due punti persi. Pirlo ha bisogno di tempo e questo mi pare assodato, tuttavia Pirlo deve esser consapevole che tanto tempo non ce l’ha. Il male del calcio di questi ultimi anni in cui mi sembra caduto anche Pirlo e’ l’ormai eterno equivoco del mister che non allena più ma insegna il calcio, lo rivoluziona e se gli avanza pure tempo ci insegna la vita. Ma un mister che allena e basta cioè che di mestiere fa l’allenatore è chiedere troppo? Ieri non ho capito cosa c’entrava Portanova in un 343. Cioè non è che hai a disposizione Morata, Dyabala e Ronaldo tutti in forma e allora provi a giocartela con tre punte? Hai Portanova che può andare tranquillamente in panchina, perchè non è necessario schierare tre punte. Proprio no.  Idem questa maledetta difesa a tre. Ma perchè? La difesa a tre si fa con tre difensori centrali forti perchè appunto ne hai tre forti e li vuoi sfruttare tutti e tre contemporaneamente. Neanche a farlo apposta anche Conte con Kolarov centrale, che centrale non è, ha perso il derby e l’Atalanta con Romero che non ha mai giocato a tre ne ha presi 4 dal Napoli. Ma perchè questa cacchio di difesa a tre ma l’ha ordinata il medico? Ad oggi Bonucci è in difficoltà con questo schema, idem gli altri. Ma non si può tornare a 4 come si è fatto negli ultimi 6 anni con Allegri e poi con Sarri?

Quando giocavo io, c’era il santo schema del 442. Uno schema che dava l’opportunità di coprire bene tutti i settori del campo e che tutti utilizzavano indistintamente come primo modulo salvo fare, i più bravi, un modulo alternativo a questo da utilizzare solo in determinati momenti. Oggi anche il 442 non è più di moda. Oggi sono tutti Oronzo Canà. Oggi se non si utilizza un modulo fantasioso, non si è allenatore moderno e il risultato sono squadre sbilanciatissime che spesso attaccano a testa bassa e perdono contro squadre che di contro sono soltanto ”ordinate”. Quando Pirlo, alla sua prima conferenza stampa disse: ”voglio un calcio aggressivo” e suscitò l’applauso di molti, forse solo io ho avuto un brivido lungo la schiena ricordandomi Sarri che voleva distruggere gli avversari. La Juve è un cantiere. Oggi prima di un calcio aggressivo ha bisogno di un calcio ordinato. Ha bisogno che i giocatori si conoscano fra loro e sappiano bene cosa fare in campo. Dopo, quando si è imparato questo, allora forse si possono fare step successivi e magari proporre anche un calcio aggressivo. Abbiamo visto sia con la Roma che con il Crotone che per inseguire il calcio aggressivo abbiamo solo fatto la figura dei fessi proponendo tanto tanto disordine. Meditare Pirlo meditare. Forse hai sbagliato fonte di ispirazione.

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web