Archivi Tag: Calcio

CalcioSchiampagn – Tutto Juve – intervista a Ben Alessandro Magno

Il sito Superscommesse.it ha intervistato Alessandro Magno

 

 

Buongiorno e grazie per aver accettato l’intervista. Come e quando nasce la realtà di “Il Blog di Alessandro Magno”?

Grazie a voi. Il blog di Alessandro Magno Territorio Juventino libero nasce ufficialmente nel Marzo del 2011, quindi a marzo quest’anno festeggiamo 10 anni, ma veniamo da un’esperienza precedente che si chiamava Juveforum ed era nata nel 2007. Possiamo dire che ad oggi il blog è uno dei più anziani in circolazione riguardanti la Juventus.

Ci presenti il suo team. Da chi è composta la redazione?

La redazione è composta da me e Cinzia Fresia. Abbiamo iniziato questa avvenuta insieme e non ci siamo ancora stancati. Nel corso degli anni abbiamo avuto qualche collaboratore esterno ma fondamentalmente il Blog siamo rimasti io e lei che c’eravamo fin dal primo giorno.

Come nasce, invece, la sua passione per il calcio e la Juventus?

La mia passione per il calcio nasce da bambino che insegue un pallone in mezzo alla strada o su qualche campo polveroso come era in uso ai miei tempi (sono del 1972) il quartiere si chiama ‘’barriera di Milano’’ ed è un quartiere di Torino di case popolari, la mai passione per la Juventus è innata essendo cresciuto in una famiglia di juventini non mi sono mai posto il problema anzi con il tempo la passione per il calcio in generale è un poco scemata invece quella per la Juve si è rafforzata. Diciamo dopo il 2006.

Secondo lei quanto può aver inciso questo periodo caratterizzato dalla pandemia sull’andamento della squadra che sorprendentemente si trova al 4° posto in Classifica, in controtendenza con i precedenti Campionati in cui si trovava in vetta alla Classifica?

Se incide, incide per tutti non certo solo per la Juventus. In generale non è bello il calcio senza pubblico ma non potendo fare altrimenti facciamo come possiamo. La Juventus dopo aver battuto il Milan primo in classifica ha ribadito di esser almeno ancora fra le più forti e sicuramente determinata a non abdicare facilmente. Sul campionato pesa però il macigno del CONI perché dobbiamo sperare che tutte le squadre riescano a giocare le partite perché il CONI ha ribadito che le ASL possono bloccare le partite. In questo guazzabuglio il campionato potrebbe anche non finire.

 

…. il seguito dell’intervista su … https://www.superscommesse.it/notizie/il_blog_di_alessandro_magno_territorio_juventino_libero__dove_i_tifosi_possono_confrontarsi-11704.html

Una vittoria salutare

 

Articolo di Alessandro Magno

E’ stata una bella vittoria contro il Milan. Bella e netta. Risultato ineccepibile. La partita è stata equilibrata per un ora. Pioli, va detto, ha fatto un ottimo lavoro con il materiale a disposizione. E’ da non credere quanto han corso i milanisti per lo meno per quell’ora e quanto hanno pressato. Devo dire che Pirlo non è stato altrettanto bravo e la formazione iniziale a mio modesto parere presentava alcune lacune. Va anche detto che io non posso sapere in che condizioni stanno tutti i giocatori a differenza di Pirlo che li vede tutti i giorni, tuttavia che il centrocampo fosse in mano a loro per lunghi tratti con Kessiè , Calabria e Castillejo direi che non è stata una buona cosa. Personalmente non ritengo il centrocampo Bentancur, Ramsey, Rabiot un centrocampo ben assortito. Comunque alla fine se il Milan è risultato più squadra, perchè è più squadra, avendo un organizzazione che ormai va avanti da oltre un anno, la Juventus si è dimostrata squadra nel saper gestire alcuni momenti di difficoltà e nel venire fuori e colpire con ferocia come si addice a una grande squadra. La differenza l’han fatta i singoli ma l’ha fatta anche la mira e il cinismo, se non proprio la fame, che sembrava nonostante la classifica più la loro. Alla fine vince chi segna e noi ne abbiamo fatti tre.

Non voglio parlare oggi di cose che non mi sono piaciute , ho detto che secondo me Pirlo non ha fatto una buona formazione iniziale. Voglio parlare invece delle cose che sono andate bene. Dybala redivivo, al netto della prima occasione sciupata, è andato in crescendo e ha fatto vedere colpi di alta scuola come il primo assist per Chiesa. Dybala che finchè ne ha avuto ( era febbricitante e in dubbio) ha trovato un ottima intesa con Chiesa e gli ha fornito anche l’assist per il secondo gol oltre a proporsi sempre nel vivo dell’azione. Sono felice per lui e per noi speriamo di poterlo recuperare al meglio, perchè come dice Pirlo, non lo abbiamo ancora mai avuto al 100% quest’anno. Sugli scudi anche Chiesa. Un palo, due gol e l’aver annichilito lo ”spauracchio” Theo Hernandez, veramente sbeffeggiato sul lato difensivo. Pirlo invece promosso su tre questioni: I cambi, il posizionamento in campo della squadra e interviste post gara. McKennie e Kulusevski hanno chiuso definitivamente la partita una volta entrati (e meno male che noi questi cambi li abbiamo). Io credo che la nostra rosa sia decisamente più forte e completa di quella del Milan quindi ottimo sfruttarla appieno. Posizionamento della squadra in campo vuol dire aver rinunciato alla difesa altissima, di fatto togliendo la possibilità al Milan di giocare sulle ripartenze. Nell’unica loro ripartenza riuscita abbiamo preso gol, ma la squadra si è fatta si trovare scoperta tuttavia l’azione era chiaramente viziata da un fallo a metà campo su Rabiot.

In ultimo ma non meno importante le interviste post gara. Finalmente ho visto un Pirlo determinato che ha ribadito l’orgoglio di esser andati a ”comandare” in casa della prima in classifica e anche piacevolmente ironico quando ha detto che Rabiot si trovava riposato avendo scontato due turni di squalifica. Infine ha letteralmente zittito Bergomi sull’analisi del gol del Milan dicendo chiaramente che questo era un gol che il var avrebbe dovuto annullare. Un Pirlo diciamo in versione juventino vero che a me non dispiace affatto. Credo siano finiti ampiamente con la sentenza di Juve Napoli i tempi di porgere l’altra guancia. Ora ci sono altre gare difficili da affrontare a partire dalle prossime due: Sassuolo e Inter; rispettivamente quinta e seconda della classifica. Ovviamente sono delle prove che non si dovranno fallire se non si vorrà sprecare l’occasione di accorciare la classifica.

Pagelle Milan – Juventus 1-3

 

 

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

Szczesny 7 In una serata abbastanza impegnativa non sbaglia una parata ed è sempre molto sicuro. Il tiro di Calabria è imparabile. Con i piedi è sempre da cardiopalma.

Danilo 6,5 Dal suo lato si fatica parecchio perché Leao ama partire da quel lato ed è spesso incontenibile tuttavia riesce a limitarlo a due tre cose in tutta la partita. In un contropiede del Milan nel finale prende un giallo clamorosamente inventato in quanto il suo intervento è prima sul pallone. Non a caso prendiamo gol nell’unica volta in cui Leao va completamente libero e Danilo era uscito alto.

Bonucci 6,5 Gioca una partita attenta. Mancano i suoi lanci e questa sera potevano esser utile per superare la grande pressione del Milan ma con De Ligt e Danilo sono particolarmente concentrati perché il Milan pur senza punte ha parecchi giocatori che si inseriscono da dietro.

De Ligt 6,5 Continua a giocare a sinistra dove non si trova benissimo ma lo spirito è quello solito del guerriero. Belle secondo me anche alcune spazzate vecchia maniera quando ci vanno. Certi scontri quando anticipa Kessie lotta fra titani

Frabotta 6 Il ragazzo si applica e prova a starci dentro. Ha anche un inizio arrembante creando subito dei grattacapi ma soffre alla distanza e nel finale è davvero in difficoltà.

Chiesa 8 Migliore in campo per distacco. Un palo due gol entrambi molto belli. Mette in seria difficoltà Hernandez che prima della partita era uno spauracchio. La cosa bella è anche la quantità che da. Corre moltissimo, contrasta. Bravo bravo.

Bentancur 6 Primo tempo abbastanza imbarazzante con la chicca di perdere una palla per un mancato colpo di tacco in area. Cresce alla distanza quando la partita diventa più combattiva e rischia un doppio giallo ma nel secondo tempo è vivo. Continuo a non vederlo regista.

Rabiot 6 Primo tempo inesistente anche per lui infatti regaliamo il centrocampo al Milan. Poi cresce molto nella ripresa e cresce soprattutto quando esce Ramsey. Sono due giocatori non bravissimi tatticamente che insieme non dovrebbero mai giocare perché si danno fastidio uno con l’altro. Rischia un rigore nel finale evitabilissimo.

Ramsey 6 Alterna cose buone come il continuo proporsi a cose oscene come una specie di autorete sventato da Szczesny e una palla regalata in difesa non si sa perché a quelli del Milan dove per poco ci segnano. Non può giocare con Rabiot e non può e non deve giocare esterno a sinistra.

Dybala 7 Gioca la sua partita migliore dell’anno. L’intesa con Chiesa migliora con il passare dei minuti ed è un peccato che poi alla fine dobbiamo rinunciare a entrambi. L’assist di tacco a Chiesa è da 10.

Ronaldo 4 Quando fa cosi è davvero irritante. Ha fatto una sola cosa buona una bea palla per McKennie nel secondo tempo poi il nulla a parte rimproverare Chiesa per non avergli passato una palla.

 

Kulusevski 6,5 Entra benissimo e fa valere tutta la sua la prepotenza fisica. Praticamente si costruisce da solo il terzo gol e già poco prima da una sua percussione era nata un azione molto pericolosa.

McKennie 6,5 Non è che anche lui sia ordinatissimo però almeno è un po’ più collocabile di Ramsey e infatti entrando da più ordine al centrocampo juventino ed è bravo a proporsi per il terzo gol che chiude la partita.

Arthur Sv Era la partita adatta a lui.

Bernardeschi Sv

Demiral Sv

 

Juventus 7 Contava vincere e si è vinto. La Juve al netto del gioco è stata meno squadra del Milan che si vede che gioca da più tempo insieme e a onore del vero fino all’1-2 nostro avevano fatto qualcosa in più loro. Tuttavia la Juve si è dimostrata squadra sia nel soffrire che nell’essere cinica quando doveva esserlo. È una vittoria che ci voleva.

Pirlo 6 Personalmente ritengo abbia sbagliato molto a iniziare dalla formazione iniziale in cui non avrei messo Frabotta e in cui penso sia errata tutta la catena di sinistra, infatti nonostante le assenze il Milan sembra avere un centrocampo più solido del nostro. Poi con i cambi l’aggiusta anche se abbiamo avuto la fortuna e la bravura di passare in vantaggio un minuto prima che li effettuasse tuttavia la squadra dopo il 2-1 sembra decisamente più quadrata. Anche male non fare dei cambi subito dopo 45 minuti dando ulteriori minuti di supremazia al Milan all’inizio del secondo tempo. Male anche il mancato impiego di Arthur l’unico con le caratteristiche tecniche per farci uscire palla a terra dal pressing asfissiante dei  rossoneri. Bene invece non aver fatto giocare la squadra altissima in modo da concedere le ripartenze al Milan. Da 10 e lode invece conferenza stampa piccato il giusto su Rabiot e sul gol del Milan

Arbitro 4 Male male. Hernandez dovrebbe avere due gialli nei primi 7/8 minuti per un entrata a gamba tesa e una ginocchiata volontaria nella schiena di Chiesa non ne prende uno. Il gol del Milan è da annullare perché il fallo su Rabiot è netto. Non espelle Bentancur che merita un secondo giallo forse per compensare il gol del Milan ma Bentancur era da secondo giallo quindi da rosso. Concede un punizione dal limite per fallo di Danilo (ammonito) che prende la palla. Al 90mo credo ci potesse esser un rigore per il Milan per un fallo di Rabiot.

 

Io un poco ve lo avevo detto

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Mi dispiace esser stato buon profeta. In questo caso profeta di sventura. Ho raccontato nell’ultimo articolo post Parma quali potessero essere i difetti di una squadra votata costantemente all’attacco. Con la Fiorentina sono venuti clamorosamente fuori. Ho scritto che una squadra che non è in buonissima salute non può attaccare tutte le partite 90 minuti e quando vince una partita 3-0 sarebbe furbo tirare i remi in barca e risparmiare qualche energie per la partita successiva, invece ha prevalso il non risparmiamoci mai e infatti con la Fiorentina 3 giorni dopo le gambe non andavano come 3 giorni prima e abbiamo preso schiaffi. Un’altra eccezione o difetto cui facevo riferimento sullo sbilanciarsi troppo è quello di prestarsi al contropiede, cosa che avevamo fatto anche con il Parma sul 3-0 e anche sullo 0-0, ma Buffon era stato bravissimo a metterci delle pezze. Purtroppo con la Fiorentina abbiamo avuto la brillantissima idea di alzare il baricentro della squadra fin dai primi minuti , senza neppure effettuare una fase preliminare di studio, e così ci siamo presi un bel contropiedone con annesso gol solo al terzo minuto. Fra l’altro per chi ha giocato a calcio, ma anche per chi non ha giocato ma il calcio lo segue da anni, dovrebbe esser abbastanza chiaro che spesso le squadre molto sbilanciate in avanti perdono contro squadre che fanno bene il contropiede, ecco perchè ad esempio Sarri quasi sempre perdeva contro Allegri o Guardiola spesso e volentieri perde contro Mourinho. Altra eccezione cui facevo riferimento era il rischio di avere queste fasi altalenanti fra partite che riescono molto bene e altre meno meno che sarebbero dovute allo stato di forma ma anche alla casualità ( vedi sfortuna arbitrale diciamo) e in questo senso avevo fatto l’esempio dell’Atalanta capace di perdere contro il Liverpool 5-0 ma poi anche di vincere 2-0 e ricevere comunque applausi in quanto Atalanta, cosa di cui la Juve doveva guardarsi bene dato che non essendo l’Atalanta ogni sconfitta o pareggio sarebbe stato visto comunque non con lo stesso occhio benevolo. E anche su questo purtroppo ci ho preso.

Ne approfitto per spezzare una lancia in favore di Bonucci di cui non sono il massimo estimatore. Bonucci non è mai stato un grande difensore. La sua migliore qualità è quella di sapere impostare il gioco dal basso. Diciamo che è un libero vecchia maniera che sa più costruire che difendere. Il suo massimo lo da, e lo ha dato, con due marcatori ai lati in una difesa a tre, vedi Barzagli e Chiellini. Bonucci già nella difesa a due perde qualcosa. Bonucci portato nella difesa a due a difendere a centrocampo con 50 metri di campo libero dietro lo si mette in difficoltà aldilà del fatto che lui si stia prestando o meno a fare questo tipo di gioco. Mettiamoci poi che con gli infortuni di Demiral e Chiellini e qualcuno anche di DeLigt (spalla) Bonucci non ha proprio mai rifiatato e oggi si dovrebbe per lo meno capire perchè questo giocatore è in grande difficoltà senza bisogno di essere allenatori. Fra l’altro Bonucci porta in dote un equivoco tattico che ancora oggi è irrisolto, ovvero quello che se imposta lui ”brucia” il regista in squadra cosa accaduta con Pjanic e che mi pare c’è il rischio molto concreto che accada con Arthur. Queste sono le giustificazioni che ho per lui perchè al solito non faccio simpatie e antipatie. Oggi poi leggo che Bonucci sarebbe quello più preso di mira perchè portatore sano del calcio vecchio giocatore che avrebbe la maggior parte di colpa per aver remato contro Sarri. Io non lo so se Bonucci abbia remato contro Sarri ma so che ha una bella testa e ricordo che qualcuno lo mise su uno sgabello perchè faceva un poco il fenomeno. Lo stesso qualcuno che giocò un campionato con Benatia e Chiellini senza piangere l’addio di Bonucci che era stato venduto al Milan. Però adesso ho un amnesia e non mi ricordo il nome di questo qualcuno.

Tornando alla Fiorentina devo dire che la partita analizzata a freddo è stata molto sfortunata negli episodi, soprattutto arbitrali. Non è la prima volta che capita quest’anno e dopo anche la sentenza di Juve Napoli assurda e contraria ad ogni principio e regola mi aspetto che il presidente Agnelli prenda delle posizioni nette. Non davanti alle telecamere che di casini ne abbiamo già abbastanza, ma nelle sedi appropriate. Non è la prima volta che ci mandano giovani arbitri inesperti a macellarci. Cosi come mi aspetto che si faccia tutto il possibile per non recuperare Juventus Napoli prima della fine del campionato. Anche se il sogno sarebbe non presentarsi. Sai che spasso?

Su Juventus Fiorentina ho da dire poco altro. La Juventus ha provato a raddrizzarla ma in 10 per 80 minuti non è facile per nessuno. Nel disordine ha fatto anche la partita va detto. I viola ci hanno dato il colpo del KO solo al 76mo nonostante la superiorità numerica. La Juve avrebbe potuto raddrizzarla ma serviva un episodio a favore che non c’è stato. Non mi pare di dover aggiungere altro la chiudo qui. Posto una foto che ho trovato sul web. Una di quelle foto dove si analizzano tutta una serie di statistiche, algoritmi e grafici che analizzano il gioco espresso. Una di quelle cose tanto care ai teorici del calcio. Bene secondo questi calcoli noi per gioco espresso dovremmo esser addirittura primi in classifica. Mi dicono che si chiami Expected Goals . Ovvero sarebbe la potenza di fuoco. Fate voi.

Pagelle Juventus Fiorentina 0-3

Pagelle di Alessandro Magno

 

Szczesny 5 L’errore della mezza uscita fra l’attaccante e la terra di nessuno in occasione del primo gol è davvero grave. Si riscatta con una bella parata in tuffo subito dopo. Purtroppo la serata non si raddrizza ma anzi peggiora.

Cuadrado 2 Eravamo già sotto di un gol doveva evitare quell’entrata.

De Ligt 5 Fra i meno peggio della difesa riesce ad effettuare delle ottime chiusure in uno contro uno contro Vlaovic purtroppo in occasione del primo gol tiene in gioco lui l’attaccante e anche sul terzo la palla gli passa sotto le gambe.

Bonucci 4 Moltissimi errori ed orrori fra cui il dimenticarsi la palla e farsela soffiare. Anche tanti passaggi sbagliati in una serata davvero no.

Danilo 6 Fra i meno peggio. Con le sue percussioni riesce a scompaginare un po’ la difesa viola. Non chiude in tempo il cross sull’ultimo gol ma direi che aveva dato quasi tutto.

Alex Sandro 5 Male anche lui come un poco tutti. Sfortunato nell’occasione del secondo gol loro ma forse anche disattento.

Chiesa 6,5 L’unico con Ronaldo veramente in partita. Encomiabile l’impegno anche sul 3-0. Dovrebbe chiedere la palladi più.

Bentancur 5 In fase difensiva abbastanza bene. Riesce a recuperare molti palloni anche in inferiorità numerica e anche con un arbitro che gli fischia contro tanto. In fase propositiva abbastanza male. Anche per lui una serie infinita di passaggi sbagliati.

McKennie 6 Finchè ne ha è utilissimo perchè soprattutto con l’uscita di Morata è lui a fare a volte la seconda punta per la squadra. Ha sempre giocate intelligenti.

Ramsey Sv

Morata 4,5 Partita dove non si vede praticamente mai imbottigliato dentro la difesa della Fiorentina. Si vede nel finale quando a momenti fa un fallo da rosso per fortuna che non prende il giocatore viola. Nervoso forse Pirlo lo toglie per questo o forse per cercare equilibrio in mezzo al campo.

Ronaldo 6,5 Cerca di prendersi la squadra sulle spalle si conquista un rigore che l’arbitro non concede, forse ce n’era un altro per fallo di mano su una sua punizione. Prova a fare del suo meglio.

 

Bernardeschi 6 Partita difficile ma ce la mette tutta. Anche lui si era conquistato un rigore che l’arbitro inspiegabilmente non concede.

Kulusevski 5 Entra e dopo poco la partita finisce perchè la Fiorentina raddoppia.

Frabotta SV

Juventus 5 Le squadre tutte a trazione anteriore poi a volte perdono e male da quelle che fanno difesa e contropiede. Questo è il calcio. Prendere un contropiede al terzo minuto perchè si è già completamente sbilanciati sarà moderno ma non è furbo.

Pirlo 5 Non è male l’idea di togliere un nervoso Morata per mettere un esterno che possa dare una mano a centrocampo e alleviare il fatto di esser in inferiorità numerica, tuttavia resta l’unica idea buona che ha. Un po’ poco.

Arbitro 0 Nettamente il peggiore in campo. La Juve non perde per colpa sua ma lui ci mette molto a non far rientrare la Juve in partita. Gli episodi: il gol dei viola al terzo minuto è buono. L’espulsione di Cuadrado è corretta. Restano le uniche due cose azzeccate dell’intero arbitraggio. C’è un rigore per fallo di mano in barriera su punizione di Ronaldo il braccio è staccato dal corpo. Non visto. C’è un secondo rigore su Ronaldo nel secondo tempo per uno sgambetto in area. Anche questo non visto. C’è un terzo rigore clamoroso per fallo del portiere su Bernardeschi e questo è proprio plateale , non visto e nemmeno richiamato dal var. C’è una doppia ammonizione che non arriva a Borca Valero che avrebbe rimesso almeno le squadre in 10 contro 10 neanche questa arriva e Prandelli toglie subito Valero un minuto dopo. Anche Ribery commette almeno due falli da giallo bloccando volontariamente le ripartenze della Juve ed era già ammonito anche in questi casi il secondo giallo non arriva.

Genoa , Dybala, Porto , Pogba

Articolo di Alessandro Magno

Col Genoa non è stata proprio una formalità. La Juve ha dominato in lungo e in largo ma come succede sempre contro le squadre tutte chiuse , scardinare il fortino è sempre complesso. Mettiamoci poi che siamo la migliore difesa del campionato ma un gol lo prendiamo comunque sempre da tutti e il gioco è fatto. È veramente negativo la facilità con cui prendiamo gol al primo tentativo. Fortunatamente la siamo riusciti a raddrizzare ma è una questione su cui lavorare.

Capitolo Dybala il ragazzo ha segnato e si è tolto qualche sassolino dalla scarpa. A ruota gli ha replicato il presidente Agnelli e non l’ha toccata pianissimo. La sensazione è che Dybala dovrebbe cambiare procuratori e circondarsi di persone che possano consigliarlo meglio. A Genova ha segnato ma onestamente non ha fatto una grande prestazioni e purtroppo per lui il suo gol non è stato decisivo ( non per colpa sua ovviamente). Direi poco per cercare di fare polemiche e se l’obiettivo era stemperarle direi non è riuscito. Io credo che lui problemi con Pirlo non ne abbia. Ha dei problemi suoi di testa e tattici che spesso non riesce a risolvere. Negli ultimi due anni credo che anche certi capricci alla società non sono piaciuti. Forse dopo il suo ultimo anno avrebbe dovuto prendere la palla al balzo e firmare il rinnovo con aumento che la società gli ha proposto come ha ricordato il presidente. Dybala ha chiesto di più perché pensa di valere di più ma ad oggi sta rendendo di meno e quindi già un aumento era secondo me cosa buona. Oltretutto ha rischiato seriamente di essere venduto l’anno scorso una buona predisposizione al rinnovo sarebbe stata vista come un atto d’amore. Morata ad esempio per venire alla Juve si è ridotto lo stipendio rispetto a quanto prendeva a Madrid. Io spero che Dybala torni ai suoi fasti e resti ma dopo le dichiarazioni di ieri non ne sono più così convinto.

E veniamo ai gironi di Champions. Alla Juve è andata di lusso. Il Porto con il Borussia M. era una delle più abbordabili. Arrivare primo nel girone vincendo a Barcellona si è rivelato più che mai importate. Il Barca ha pescato nell’urna il PSG. Oggi non so se saremmo stati pronti per il PSG che è vicecampione d’Europa. Resta un sorteggio come detto benevolo che però ci deve far ricordare che l’anno scorso prendemmo la più facile del lotto il Lione e che i francesi ci fecero la festa. Quindi contento ma con moderazione.

Ultimo capitolo il ritorno di Pogba cui la Juventus pare stia già lavorando. Non credo a uno scambio con Dybala a Gennaio. Paulo oggi è uno dei nostri tre attaccanti il quarto è Portanova. Tagliere Dybala significa andare a prendere per forza una altra punta. Più probabile che prendano la via di Manchester uno fra Rabiot e Ramsey o anche tutti e due. I giocatori a fronte di uno stipendio da Top Player non hanno ancora convinto del tutto e ormai è passato più di un anno. Ora è vero che alcuni come Platini Nedved Zidane ci misero dei mesi a integrarsi nella Juve è altrettanto vero che due anni per ritrovarsi non ce li ha messi quasi nessuno. Fra l’altro i due sono stati presi a zero e quindi il loro trasferimento sarebbe considerato una plusvalenza. Occhio quindi a Ramsey o Rabiot con le valige.

Uno contro tutti 02/12/2020

 

 

 

FRA FERLAINO E CABRINI HA RAGIONE CABRINI – Uno contro tutti .

Prendiamo il buono.

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

 

Inutile nasconderci la partita con il Ferencvaros è stata a tratti veramente brutta. Soprattutto l’abbiamo messa male da noi facendo segnare gli ungheresi al primo contropiede utile. Non comprendo perchè tanti giovani, che devono dimostrare tantissimo, non riescano a trovare la fame giusta per affrontare una squadra così debole. Questo mi sorprende. Già il fatto di indossare la maglia della Juventus e meritarsi una riconferma dovrebbe far scendere sempre con la giusta concentrazione. La Juventus è stata molto lenta e compassata. Poche idee e ha continuato con un giro palla noioso e inconcludente che in parte mi ha riportato alla mente ricordi poco piacevoli. E’ un periodo dove non riusciamo a mettere insieme due partite di fila giocate bene e questo non è buona cosa. Detto cio’ non tutto quello che si è visto è stato tutto da buttare e alcune critiche le ho trovate eccessive e ingenerose.

Di buono c’è stato sicuramente il risultato e anche il fatto di averlo acciuffato in extremis. Questo significa che la squadra ha cercato di vincere fino alla fine, non accontentandosi di un pari, che poi con la Dinamo Kiev da affrontare in casa alla prossima e a un solo punto in classifica, di fatto avrebbe solo rimandato la qualificazione (con il pareggio sarebbe bastato con la Dinamo Kiev un punto). Di buono c’è stato anche l’impiego di Dybala per una buona ora, Dybala che è stato criticato in modo eccessivo. Chiariamo un punto: non è che abbia fatto una prova trascendentale ma non è stato neppure fra i peggiori in campo. Un bel tiro di destro di controbalzo nel primo tempo su cross dell’ ”egoista” Ronaldo, che per poco non si tramutava in un gran gol, è stato uno dei pochi tiri della Juventus nella prima mezz’ora. Dybala che poi ha ricambiato il favore a Ronaldo mandandolo in gol, gol che è stato poi annullato per un giusto fuorigioco. Di buono c’è stata anche la prova di De Ligt anche lui criticato ingiustamente per una palla non presa di testa a metà campo. Non è un errore e non può esser definito tale se due saltano e la prende l’avversario e il fatto che De Ligt abbia detto che ”forse ho sbagliato” , in un eccesso di modestia, non significa che quello sia un errore che ti fa prendere un gol e che dobbiamo credergli.

Per concludere ho letto dei nuovi fans di Morata quelli del ”Morata deve giocare sempre” o del  ”con Morata dall’inizio l’avremmo vinta” eccetera, che in buona parte scommetto sono fra quelli che Morata non lo volevano ed era l’ultima scelta dopo Suarez, Dzeko, Benzema, Giurud e cazzimperio. Un allenatore intelligente punta a recuperare i suoi giocatori anche perchè un domani quelli che oggi sono titolari potrebbero avere qualche defezione e allora dovrà puntare sugli altri, e se non li ha portati nel frattempo nelle condizioni ottimali poi non se li trova. Un allenatore intelligente a fronte di un giocatore che ha giocato 10 partite in 30 giorni (Morata) non rischia di romperlo contro il Ferencvaros, ma lo fa appunto rifiatare. Sono propenso anche a credere che se la partita si fosse messa subito bene Dybala avrebbe fatto probabilmente tutti i 90 minuti e magari Pirlo avrebbe fatto rifiatare Ronaldo o provato chissà a giocare con tutti e 3, ma il fatto di rimanere per 90 minuti sull’1-1 ha cambiato i piani. Infine un allenatore bravo deve coinvolgere tutti nel suo un progetto quindi mi aspetto che Pirlo punti a recuperare Dybala, poi è chiaro che ora la coppia più funzionale è Morata Ronaldo ma la stagione è lunga e noi abbiamo solo 4 punte di cui la quarta è il giovane Portanova che è un 2000. Altrochè se ci sarà bisogno di Dybala.

 

Ps. Mentre rileggevo questo articolo prima di pubblicarlo è arrivata la notizia della morte di Maradona. Umanamente mi dispiace. Riposa in Pace.

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web