Il mio pensiero su Conte e i deferimenti.

Da una settimana a questa parte non si leggono altro che titoli di testate giornalistiche sulla situazione del mister Antonio Conte coinvolto nella questione del calcioscommesse. Tante le ipotesi sopraggiunte nei giorni scorsi con articoli sì molto precisi e dettagliati che ne hanno tracciato il quadro ma alcuni dei quali anche eccessivamente pubblicizzati e sbandierati sui maggiori social networks che ne hanno estratto l’effettiva dose di verità. Faccio riferimento agli articoli apparsi sul Corriere della Sera (Pentiti, su Conte non tutto torna), sulla Gazzetta(Conte associato a deferimento del giornalista Ceniti) e su Tuttojuve(Perché Conte non può essere deferito per omessa denuncia). Effettivamente, qualche conto non torna e la dimostrazione è evidente anche dallo scambio di battute che il giornalista della Gazzetta Marco Iaria (che i tifosi juventini ringraziano per la disponibilità) e l’informato e appassionato tifoso juventino Antonio Corsa hanno avuto su Twitter. Le ipotesi ventilate ingiustamente in questi giorni sono principalmente 3: il deferimento per illecito e condanna grave ed esemplare, il deferimento per omessa denuncia e condanna meno esemplare; patteggiamento del reato e condanna leggera. Scorretto. Scorretto perché i dati a disposizione della Procura sono pochi se non nulli. Innanzitutto, per la partita Novara-Siena in cui si discute della famosa riunione tecnica, essendo per Carobbio lo stesso Conte ad informare i giocatori della combine, nel caso, il mister non potrebbe essere deferito per omessa denuncia. È lui stesso a parlare. Nella partita Albinoleffe-Siena, invece, nonostante due tesserati dell’Albinoleffe confermino l’accordo, gli stessi non fanno il nome di Conte che, in questa partita, potrebbe comunque rischiare il deferimento per omessa denuncia dal momento che il pentito e accusatore Carobbio è ritenuto credibile dalla Procura. Credibile nonostante, per quanto riguarda queste due partite, sia un semplice “accusatore” che non può fornire a Palazzi “l’illecito confessato”. Tuttavia insieme al mister (unico nome circolato sui giornali in questi giorni e qui andrebbe aperta una parentesi molto più grande di questa) andrebbero deferiti anche il Siena, l’Albinoleffe, l’allenatore Mondonico, il Novara, l’allenatore Tesser, rosa Siena, rosa Novara e Albinoleffe. E pure membri degli staff tecnici dal momento che si è parlato di accordo tra le società (Stellini quello che rischia di più nello staff di Conte). Insomma, non ci resta che attendere le decisioni di Palazzi. Al di là degli aspetti giuridici che vi ho elencato (e scusatemi se non ho utilizzato la terminologia specifica) un aspetto da non tralasciare, quello forse più importante, è l’attenzione e la presa MEDIATICA che ha dovuto subire Conte per questa vicenda. Da giorni sui giornali non c’è altro che il volto di Conte. E sul social network bianconero per eccellenza oramai, Twitter, la battaglia juventina a favore della “parità di trattamento” non è ancora finita. Il vicedirettore della Gazzetta, Zapelloni, ha recitato testuali parole: “Orientare vuol dire dare gli strumenti per capire a tutti”. Assurdo. Quando orientare significherebbe scegliere cosa dire e cosa non dire. Giornalismo distorto. Poveri noi. Su Conte si sta diffamando, non informando.

Eldavidinho

  1. Alessandro Magno

    Stendiamo un velo pietoso sull’informazione italiana in primis sulla gazzetta, il giornale chen essun Juventino sano di mente comprerebbe mai. Per il resto credo che per la Juve sia arrivato il momento di svegliarsi davvero.

  2. guerra totale

  3. Ma questa gente sono gli stessi che avevano aspettato la prescrizione e poi decisero di non decidere… Mi sa che ha ragione Ricchiuti .. il sig. Agnelli vuole il potere… piu potere e quindi avra barattato qlsa.. xke se no non si capisce .. le 3 stelle.. il ricorso al T.A.R che fine ha fatto ?

  4. mi sa che actarusa ha ragione. L’agnelli, mi dispiace dirlo, sta facendo”politica” e qualche cosa ha dovuto cedere.Chi vivrà vedrà.

  5. Vecchia Viareggio

    Complimenti per l’articolo, ho capito piu’ in queste poche righe che in mille articoli dei vari giorbnalai italici, tanti mi parlavano di contraddizioni nelle parole di Carobbio ma non riuscivo a mettere a fuoco, adesso ho capito che per la partita con il Novara c’è una grossa contraddizione e quella dell’albinoleffe non torna, una cosa l’avevo capita subito e cioe’ che tornati a vincere tornati sotto Attacco!
    Sono schifato, perplesso, consapevole che c’è qualcosa che non va’, ho letto ieri un articolo di Massimiliano Gallo su linkiesta e sono rimasto senza parole pero’ fotografa la situazione e il pensiero di tantissimi, ho letto un articolo di Selvaggia Lucarelli (non mi chiedete come ci sono cascato a leggere un opinione del genere perche’ non mi ricordo oltre che a vergognarmi un po’), altri commenti sparsi e alla fine capisco che qui siamo all’assurdo, qui non c’è piu’ competizione leale (lo so’ parolone in Italia), sport, passione, tifo, sfotto’, presa in giro, sogni, meraviglia per un gesto, tattica, simpatie e antipatie qui siamo a dei livelli di distruzxione mediatica, di odio,sentimento popolare, orientamento (scandaloso il giornale rosa, nemmeno in pieno regime fascistasi vedeva una cosa del genere o meglio siamo allo stesso livello) che non è normale in una nazione civile e democratica qui siamo a dei giochi politici, mafiosi, giochi di potere che,come dici Ricchiuti, non vanno bene, è uno SCHIFO! sono disgustato! dopo Farsopoli credevo di aver visto e sentito di tutto ed invece altro giro altra corsa.
    PERPLESSO, SCHIFATO, DELUSO, DISINNAMORATO, INCREDULO, in poche parole BASTA! non mi piace piu’ questo mondo

  6. Vecchia Viareggio

    ho saltato un pensiero “come dice Ricchiuti volevo dire che insiste che Agnelli sta cercando il potere e lo sta barattando ed ha ragione probabilmente ma vi rendete conto che lo sport alla fine è politica e a me (penso a NOI) non piacciono questi giochi e poi sapete che succedera’ una volta preso il potere (politico) dalla parte di Andrea? che ci sara’ l’ennesima rivolta popolare contro “questo” calcio, queste “amicizie” questi favori, questo clienteralismo ecc, insomma quando torneremo a “contare” non andra’ piu’ bene il sistema.
    ETERNAMENTE SCHIFATO

  7. Alessandro Magno

    Ciao Vecchia Viareggio, il tuo come ho già scritto anche ieri su facebbok è un pensiero di molti, tantissimi sono delusi e schifati, pensavano e pensavamo che il 2006 fosse stato un ”caso” unico e raro. In realtà questa è una guerra che non piace a nessuno in quanto siamo noi gli aggrediti e siamo stati e siamo costretti a difenderci e fra l’altro è tuttaltro che finita.

    In quanto alla politica ANtonio De Crescenzo e Actarus la penso come voi pero’ e’ evidente che resta molto amaro in bocca no?

    In quanto a Conte io non patteggerei, lo so che è probabilmente sbagliato , perchè la strada giusta ( almeno secondo gli avvocati) e avere una pena lieve e pensare poi al calcio giocato. Ma io con questa gentaglia tipo Palazzi non patteggerei comunque. La migliore difesa è l’attacco. Specie in guerra.

Rispondi a Vecchia Viareggio ¬
Cancella risposta


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web