Un anno di Allegri

allegri-juve-300x225Scritto da Cinzia Fresia

Si vociferava in quel di Torino che nel futuro di Max Allegri ci fosse la Juventus, Ipotesi che avrebbe fatto inorridire qualunque tifoso bianconero, e sembrava impossibile che potesse accadere per l’intoccabilita’ della posizione di Conte, l’artefice della rinascita. Ed invece e’ accaduto.

Trascorremmo minuti di ansia tra le dimissioni dell’ex tecnico e l’arrivo del nuovo sotto una valanga di insulti, per causa sua, e lui lo sapeva.

E’ il bello e contemporaneamente il brutto del calcio il cambiare idea su tutto e tutti.

In questa storia  le brutte figure si sprecano  ma fa parte dell’ambiente e ormai nessuno si sorprende piu’.

Lasciando stare i miei sentimenti personali sul tecnico di Livorno e rammaricandomi su come Conte ha liquidato la questione, (Sempre che sia tutto vero)  mi soffermerei sulla stagione appena passata.

Mi sono stupita di una cosa, che la squadra sia riuscita ad ottenere un super primato in Italia, probabilmente qualcuno pensera’ che non fosse cosa difficile, visto la pena degli avversari; al contrario di Conte che  ha disposto di uomini super in forma, quest’anno direi proprio di no. Ma la Juventus ha vinto lo stesso, proprio  perche’ vinceva anche prima.

In effetti, la differenza e’ stata in Champions e in Coppa Italia, peraltro vinta, ma la vera rivelazione e’ stata la Coppa dei Campioni.

La diversita’ di approccio alla materia dei due allenatori  sta sicuramente nel carattere. Conte lo abbiamo conosciuto, stimato e apprezzato anche nei modi piu’ complicati, ma va ammesso che in Europa ha fatto poco, lamentando di non avere un parterre di uomini adeguato, invece, l’aziendalista Max Allegri, ha preso  quello che c’era e lavorandoci su e’ arrivato in finale,  praticamente “buttandosi” “o la va o la spacca” e’ decisamente andata.

L’emotivita’ del tecnico Salentino Si e’ arresa all’ immediatezza tutta toscana che ha vinto sui pronostici, e pensare che, avendo giocatori sotto tono come Pirlo, Vidal, Lichtsteiner, Llorente e non disponendo da subito di Barzagli, Asamoha, Caceres e  Pogba da meta’ stagione l’obiettivo Berlino sembrava un miraggio. Invece no, con un Ultra-Tevez, la Juventus non ha vinto solo lo scudetto e Coppa Italia, ma ha conquistato una finale di Champions utile a rimpolpare le casse della Juve.

E Conte? Un po’ rimasto male sicuramente si, lui che aveva la formazione al top, mentre il suo rivale con poco e’ riuscito a fare tanto.

Un po’ di fortuna ci vuole  e quella maniera scanzonata di porsi ha fatto il resto, peraltro va detto che Allegri e’ entrato subito in relazione con gli Agnelli, tant’e’ che e’ stato immediatamente coinvolto in “attivita” di casa.

Adesso viene il bello, e ci sara’ la prova del 9. Allegri ha vissuto alla grande sui refusi di Conte, ora esauriti, vedremo cosa succedera’ nei prossimi anni e se sara’ in grado di mantenere i primati precedentemente conquistati, ma l’obiettivo primario  sara’portare la Juventus alla conquista della Coppa dei Campioni.

E qui apro una parentesi, che riguarda piu la societa’ che i dipendenti, la finale  della Champions League e’ per la Juve, stranamente spesso vincente, una brutta bestia. C’ e’ un malessere interno che dal post mortem dei fratelli Agnelli, si portano dietro. Purtroppo, rispetto ai parenti,  questi giovanotti, si impermaliscono moltissimo quando gli si fanno delle osservazioni, vedi la faccenda Del Piero e la chiusura Conte, due porte sbattute, poi .. Con il tempo e il buon carattere  fa dimenticare tutto ed ecco che si rivede Andrea Agnelli cimentarsi  con il golf insieme ad Alex, tutti contenti, soprattutto i tifosi, si poteva evitare una  chiusura cosi brutale che non fu mai completamente digerita dal pubblico, e forse nemmeno da Alex, che da gran signore e spero da Juventino segue la squadra non facendosi mancare niente.

Insomma sti’ ragazzi, “n’iafanno!” E pare che il malessere si sta verificando con un giocatore che non doveva andarsene Carlitos Tevez. Purtroppo qualcosa si e’ rotto e lui Qua non vuole piu’ stare.

D’altronde vada, anche se mi dispiace perche’ ha dato tanto e la sua mancanza si fara’ sentire, ma come dice il Presidente Andrea Agnelli, tutti siamo utili e nessuno indispensabile.

Percio’ finche’ durera’, vedremo cosa fara’ Allegri il prossimo anno,  forse e molto probabilmente impoverito di tre giocatori a noi molto cari, Pirlo, Tevez e Pogba. La cosa certa, e’ che Allegri non si lamentera’  e questo per lazienda Juventus e’ un fattore vicente.

  1. Su Allegri ero molto scettico anche io , pur non arrivando ne a sputi o insulti. La cosa che più mi dava fastidio era il fatto di come avesse smarronato con il goal di Muntari . Dovendolo accettare nel primo periodo la Juve giocava male , ma vinceva in Italia per mancanza di avversari e faticava in Europa qualificandosi dopo una brutta partita e due goal fortunosi nella notte allo Stadium contro l’Olimpiacos. Poi pian piano le cose sono migliorate cosi come la gestione del tue over che a Parma aveva toccato il fondo. Per me la linea di demarcazione e’ stata la partita di Palermo dove con una gestione delle forze più equa abbiamo vinto prendendo consapevolezza delle nostre possibilità. In Europa ci ha assistito la fortuna perché beccare quel Borussia ed il Monaco e’ stato un fatto che ci ha permesso di sognare. Conte nella sua prima Champions ha preso il Bayern !!! E’ vero quello che dici sul proseguimento di Allegri alla Juve , in quanto quest’anno si vedranno le sue effettive capacità al netto dei bonus lasciati da Conte sia per quanto riguarda le motivazioni che la forza fisica. Speriamo non tradisca. Su Del Piero non vorrei commentare. Lui mise la società spalle al muro con il famoso video del contratto in bianco . Per me Agnelli ha fatto la scelta giusta e se Alex non fosse anche lui un mercenario avrebbe chiuso con Juve-Atalanta e non sarebbe andato in giro per il mondo a far vedere che era alla frutta..

  2. Alessandro Magno

    miei punti di vista-
    su allegri ero scontentissimo e scettico ma non l’ho mai attaccato perchè preferisco sempre giudicare di persona. purtrtroppo per allegri ce lo avevano dipinto come un senza palle uno che aveva fatto perdere lo scudetto al milan per colpa sua.
    mi pare che i fatti hanno dimostrato che il milan era in smantellamento e disfacimento e infatti senza allegri sono andati peggio

    a conti fatti ho trovato la juventus di allegri migliore di quella di conte perchè conte gli dava una ferocia che la juve di allegri non ha ma la squadra di conte o andava a mille o non andava non era capace di amministrarsi o cambiare registro ad esempio conte era completamente negato nella lettura delle partite e mi sembra che in questo allegri gli sia superiore. in definitiva trovo piu completa la filosofia di allegri che è riuscito ad amministare benissimo la squadra su tre fronti cosa che a conte non è mai riuscita perchè lui non riesce ad amministrare ma riesce solo ad andare forte.

    per quanto riguarda tevez del piero sono storie completamente differenti non credo tevez abbia rotto con la juve semplicemente ragiona come ha ragionato conte pensa che il massimo sia questo e preferisce chiudere qui e rientrare in patria da dove manca da 10 anni tevez vuol andarsene del piero voleva restare le cose sono ampiamente differenti. direi sono opposte.

    su del piero si poteva fare di meglio e la gestione di agnelli è stata sbagliatissima . vero lui è il presidente puo’ decidere . ma si è inimicato metà pubblico e oltre a divinis . tutto deve andare sempre per il meglio e nessuno lo rimprovererà appena ci sarà una stagione storta gli presenteranno il conto. in campo vanno i giocatori non i presidenti il pubblico ama giustamente i giocatori non i presidenti è come dire che la cappella sistina l’ha dipinta il papa sisto perchè l’ha commissionata. no il papa è stato un grande a metterci i soldi ma il genio è michelangelo punto e basta. agnelli con del piero doveva dimostrarsi piu’ furbo. si puo’ sostiutire un giocatore di 38 anni che è una bandiera altro che. lo sostituisci con un campione. non si spuo’ sostiutire del piero con bendtner e anleka. allora è una porcata.

    sull’addio di tevez non c’è problema la juve ha preso dybala che lo sostituirà degnamente sono convinto che stupirà in positivo. l’unica cosa tevez ha un anno di contratto e il boca se lo vuole lo deve pagare. non è un ambiente dove si fanno regali il calcio.

  3. Anche se le storie sono diverse finiscono sempre con il medesimo finale, peraltro non capisco nemmeno Tevez, tutta sta’ tarantella per 1 anno da fare qui, manco gli cascasse l’ernia.

  4. alessandro magno

    Oltretutto da noi s è trovato da dio e chi gli assicura che al boca si trovi altrettanto bene?
    Anche trezeguet desiderava chiudere al river plate è andato li s è trovato bene un anno l anno dopo no è riandato via per chiudere poi in un altra squadra ancora.

  5. Per quanto riguarda Allegri anch’io ero scettico, ma dopo l’addio improvviso di Conte non c’erano molte scelte migliori.
    Bisogna dire che ci ha fatti ricredere tutti.
    E’ vero che in champions abbiamo trovato Dortmund e Monaco, ma non dimentichiamo che abbiamo eliminato i campioni in carica…..
    Su Del Piero, credo la società abbia fatto bene a chiudere con lui, altrimenti avremmo rischiato di fare la fine della roma con totti che è il loro vero problema, cioè un giocatore ormai alla fine che però se non fai giocare hai tutto il pubblico contro….
    Su Tevez anche se mi spiace, se vuole andarsene è giusto lasciarlo andare, facendosi pagare il giusto

  6. Allora, che la carriera di Del Piero calciatore fosse alla fine, sicuro, però, andavano messi da parte i sentimenti personali e andava fatta una scelta più politica.
    Offrendo a Del Piero un ruolo. Sarebbe stato tatticamente più giusto verso una bandiera come lui e soprattutto verso i tifosi, che non hanno dimenticato.
    Per Tevez, è diverso, con noi è stato poco però devo dire che ha dato moltissimo, non solo i gol che ha segnato ma una maniera di giocare in campo a noi estranea.

  7. Jumarco condivido il tuo pensiero su Del Piero. Gran giocatore , mito, capitano , ma un po’ troppo furbetto con quel suo modo sempre remissivo all’occhio della gente. Io invece penso che lui ha sempre lavorato sotto per mantenere gli sponsor e bello spogliatoio faceva quello che voleva. Ieri ho scritto che avrebbe dovuto ritirarsi dopo il meraviglioso tributo avuto allo Stadium perché cosi si sarebbe comportato da vero juventino. Boniperti fece cosi . Lui invece con la nomina do ambasciatore del calcio ?!?! e’ andato a raccattare soldi in Australia e India rimediando prestazioni sotto tono. La Roma per far giocare Totti ha giocato sovente in dieci . Bisogna capire quando è meglio chiudere. Agnelli ribadisco che ha fatto bene e non credo che per lui a breve ci sarà posto in società…

  8. alessandro magno

    Tutti i pensieri sono giusti e condivisibili ma del piero e totti caratterialmente sono agli antipodi per intelligenza e cultura infatti non mi risulta una sola protesta di del pierocon conte per una ssostituzione o una panchina. Che poi il pubblico lo avrebbe acclamato lo acclama tutt ora per cui….. sul ritirarsi ognuno fa le sue scelte io quella di del piero non la condivido di continuare ma la rispetto non tutti hanno chiuso alla juve bettega ha chiuso in canada e nessuno gli ha dato del pirla o del mercenario.
    Resto dell idea che quando va via un campione e a maggior raggione una bandiera lo rimpiazzi con un altro campiond non con dei bidoni. Quell anno si parlo molto di van persie poi prendemmo brndtner anelka che entrambi non sono riusciti a segnare neppure un gol con la maglia della juve cosa che del piero faceva pur subentrando dalla panchina.
    Goggi per rimpiazzare tevez han preso madzukic e dybala divrrso sarebbe prendessero che so pellissier e brienza. O ricordiamo che anelka aveva gia smesso e allenava in cina. Ahahahah cioè del piero non aveva piu il passo prendi uno che invece ha gia smesso? Ma dai.

  9. alessandro magno

    Tutti i campioni sono ingombranti giovani e vecchi
    Tevez a monaco ha dato del caga sotto ad allegri mentre veniva sostituito se alleni la juve il bayern il real il barca si presume tu vada ad allenare gente ingombrsnte altrimenti allena pure l empoli o il brescia e cosi via. Totti a roma è ingombrante perché lo fanno comandare alla juve è diverso. Si poteva gestire del piero altro che. Gestiscono quella testa fdilegno di vidal. Non si è voluto fare. E bon. Ma si poteva fare.

  10. alessandro magno

    Mi chiedo ad esempio quanto fossero ingombranti giggs o schols eppure il Manchester li ha addirittura richiamati a fare delle partite che si erano gia ritirati. Giggs ha chiuso addirittura nel Manchester a 40 anni giocando praticamente solo degli spezzoni on champions.

  11. È vero che la prova del nove per quanto riguarda Allegri l’avremo solo nella prossima stagione, ma bravura o fortuna, nello sport quando vinci hai sempre ragione. Merito a lui e alla società quindi.
    La dirigenza anche secondo me a volte sembra lasciar spazi a critiche, ma da quando c’è lo Stadium, progetto finalmente ambizioso, si è concretizzato un gap societario in Italia davvero importante.

    Per quanto riguarda la stagione in corso, i momenti topici non sono in grado da profano di giudicarli a fondo, ma il ritorno a Firenze in Coppa Italia è stata tanta roba…

  12. Quello che voglio dire su Del Piero e ‘ che nessuno e’ eterno . Non voglio giudicare gli errori del dopo, ma non mi e’ mai piaciuto quel suo modo di fare la vittima designata agli occhi di tutti e poi magari nello spogliatoio fare il bello ed il cattivo tempo. Io preferisco le persone più dirette , mi danno più fiducia di quelle che sembrano una cosa e poi sono un’altra. Magari mi sbaglierò, ma fin dalla prima stagione, quando alla fine della quale disse alla dirigenza che o lui o Baggio , almeno questo è quello che si disse all’epoca , mi hanno fatto pensare su questo signore che fra l’altro accettò la fascia di capitano , togliendola a Conte, senza pensarci troppo.

  13. Il fatto è che il calciatore moderno cerca di cavalcare l’onda il più possibile propro per denaro, perchè oggi alcuni calciatori sono delle star, preferisco però che il giocatore come Del Piero cerchi di andare avanti giocando comunque a pallone, mi è piaciuto di meno, Buffon, che ha strumentalizzato una storia molto personale mettendola in piazza e facendo la vittima dopo, sappiamo ormai che certe foto per essere pubblicate vengono comprate dai giornali di gossi a peso d’oro.

  14. alessandro magno

    Ci mancherebbe ognuno è libero di fare le considerazioni che ritiene piu opportune o di piacergli questo o quello. Nessuno è eterno alla juve soprattutto

  15. drugo finché campi

    Onestamente non ho mai sentito che del piero cacciò Baggio che invece ebbe grossi problemi con lippi alla juve e anche poi all inter oltretutto è anche molto improbabile che un ragazzino di appena 20 anni con pochissime presenze vada in sede e riesca a imporre di cacciare quello che all epoca era ritenuto il miglior giocatore italiano.

Rispondi a alessandro magno ¬
Cancella risposta


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web