Palermo-Juventus: alla fine è un 3-0 da non credere

222034633-fe25c522-0d25-43f3-9bd4-0f64e346196f

 

Articolo di Alessandro Magno

Per chi ha visto la partita sa con questo titolo cosa voglio dire. La Juventus è stata tutt’altro che bella. Un primo tempo veramente pessimo giocato al limite dell’ordinario. Ritmi blandi, idee nulle. Continuo a dire che questa Juventus ha pochissimi occhi della tigre e questo a me personalmente non sta bene. Fortunatamente nel secondo tempo un poco sale in cattedra Pogba, un poco forse il Palermo cala in attenzione e così la partita finalmente si sblocca.

Come poi spesso capita nel calcio italiano, fatto un gol viene fuori un’altra partita con le squadre che finalmente si affrontano a viso aperto. È anche per questo che la Juve di Allegri riesce ad esprimersi meglio in Europa rispetto al nostro campionato. All’estero amano giocare non chiudersi a riccio.

Dunque il Palermo, che è bene dire quest’anno è veramente poca cosa, con giocatori semi sconosciuti più un portiere, esce allo scoperto. Questo favorisce il gioco di ripartenza della Juventus che seppure non velocissimo, complice anche il fatto di aver tolto Cuadrado quando forse le condizioni tattiche del match erano a lui più congeniali, risulta comunque preciso e quanto meno efficace. Arriva prima il 2-0 di Sturaro nell’unica vera azione corale e bella della partita. Poi il 3-0 di Zaza.

Il risultato è bene dirlo, è eccessivo. Seppure il Palermo non è che abbia fatto niente di che, rinunciando praticamente a giocare per almeno un’ora, la Juve non è stata né bella né efficace, per lo meno fino all’1-0. Poche idee come detto, poco gioco. Cross sbagliati. Lanci inutili nel vuoto. Fortunatamente Dybala ha messo un cross come si deve a Mandzukic e questa è stata la svolta. Andiamo avanti giorno per giorno, abbiamo recuperato altri tre punti alla Roma in attesa di Sassulo – Fiorentina e Napoli – Inter. Sono molto contento per il risultato e per il fatto che almeno in difesa abbiamo rischiato pochissimo. Ancora non lo sono per quanto riguarda il gioco. Io voglio una Juve padrona del campo.

  1. Davvero una partita senza infamia e senza lode. Comunque siamo in ripresa sul piano dei risultati il che non guasta. Speriamo arrivi pure il gioco

  2. Come sempre descrizione perfetta della partita chi la vista sa che il 3-0 è sproporzionato al gioco, episodio curioso dopo 2 cross alla valeriana di nonno Evrà Dibala si sposta a sinistra e gli fà vedere come si crossa, vedendo che il nonno non ci riusciva propio per niente, stizzito il “Picciriddu” gli toglie letteralmente la palla dai piedi e pennella un altro cross, ma in difesa di nonno Evrà arriva il prode Oronzo Allegri che rimette tutto a posto sostituendo Dibala con Zaza.
    Domanda ma Alex Sandro quello che corre e fà assist a ripetizione gioca nella Juve? Finale oggi quando vedo la Juve giocare mi sembra di vedere i Cartonati & Prescritti di Oronzo Mancini che tristezza ragazzi…..

  3. andrea il nonno

    Una juve strana incapace di imporre e realizzare un gioco corale, con tante azioni personali che si infrangevano nello schieramento difensivo del Palermo. Il Palermo non ha fatto un tiro in potrta durante l’arco della partita. Ma una squadra di vertice non può sempre affidarsi alle singole giocate e realizzare la vittoria solo quando l’avversario tira i remi in barca per la stanchezza e viene fuori la giocata vincente del singolo. E se il Palermo avesse segnato per poi chiudersi ancora più sulla difensiva , pensate che avremmo vinto ?

  4. iuliana bodnari giulia

    La Juve è questa e non possiamo farci nulla , ma ieri io ho apprezzato per la prima volta i passaggi dati a chi era meglio piazzato per poter fare gol . Non quel egoismo sfrenato Faccio io faccio il gol a tutti i costi . Il resto niente da aggiungere , siamo cmq riusciti andare avanti di altri tre punti . Visto come siamo partiti e dove eravamo sinceramente a me del bel gioco m’interesso poco , per il momento conta per me risalire la china .

  5. ottimo resoconto.! Per ora accontentiamoci…purtroppo Allegri non è un mr a 360’… ormai si è capito

  6. La Juventus non sta giocando bene, è evidente. Adesso la classifica va un po’ meglio anche grazie ai demeriti altrui. Incamerata la classificazione agli ottavi di Champions ora è d’obbligo puntare almeno al terzo posto in campionato per evidenti motivi economici. Detto questo, dopo la stagione passata e dopo aver già fatto meglio di Conte in due edizioni di Champions io non partecipo al gioco di dare contro ad Allegri, mi sembrerebbe di fare come quei romanisti a causa dei quali lavorare a Roma è impossibile.
    L’anno scorso Allegri si è guadagnato tutto il rispetto che ora gli si deve, la classe e l’aristocrazia bianconera lo impongono.
    Poi ovviamente liberi tutti di pensarla alla propria maniera.

Rispondi a Pinturicchio ¬
Cancella risposta


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia