Niente baci

Scritto da Cinzia Freisa

Niente baci o abbracci in questo finale di partita, non ci saranno equivoci su cui fantasticare, a parte qualche manata, il Milan lascia il campo pieno di rabbia e rancore, motivo che ha indotto i rossoneri a finire  la partita in 10.  Intanto congratulazioni ai nostri perche’ sono passati, l’obiettivo era quello  ed e’ stato raggiunto, bravi!

E’ evidente che, inserire gli attaccanti tutti insieme abbia fatto si che si siano messi d’accordo smettendo di litigare, e il collettivo della squadra ne ha giovato. Stasera hanno messo il turbo e vai! Dybala al,Milan gliela aveva giurata e gliel’ha fatta praticamente subito,  insomma, nessuno riusciva a starci dietro. Il Milan totalmente imbambolato e disorientato l’ ha buttata nella rissa, guadagnando un cimitero di cartellini gialli piu’  la giustissima espulsione di Locatelli.

I nostri sembravano avere la partita in mano, tanto si muovevano bene in perfetto accordo e armonia, e proprio perche’ si stava andando alla grande, ecco che Allegri ne fa una delle sue, che ci poteva costare la vittoria.  Il Milan si stava scavando la fossa da solo e Allegri cosa fa? Toglie Dybala per Alex Sandro.

Niente contro di lui, anzi, prima della pausa, era uno  dei migliori se non il migliore del gruppo, saranno  state le troppe partite giocate di fila, che l’uomo  pare non sembrare lo stesso di inizio campionato, purtroppo a causa di uno svarione della difesa, Bacca segna riaprendo la partita.  I nostri a questo punto, sebbene la superiorita’ numerica ci provano e si impegnano a difendere il risultato, di andare ai supplementari la Juventus non ci pensa proprio, e’ un dai che ridai tra tiri, calci e pugni, e occasioni mancate, e poi ..la fine, il fischio dell’arbitro arriva come una giustizia divina, e manda tutti negli spogliatoi. La juve felice, saluta i tifosi, e’ conscia di aver effettuato   un’ottima impresa, ma per vincere Allegri dovra’ fare attenzione a non ripetere un errore che poteva essere fatale, come togliere Dybala in totale stato di grazia.

Infatti l’ingresso di Alex Sandro non e’ stata una furbata, la squadra  e’ entrata in crisi facendo fatica a difendere il risultato.

Fortunatamente, lo Stadium che ci porta sempre bene, sancisce la prosecuzione del torneo, senza danni. In linea di massima tutti i ragazzi si sono  impegnati, nello specifico Cuadrado  e Pianic.

E domenica si ricomincia con un altro “osso duro”. Il sassuolo.

 

 

 

  1. LA CODA DEL DIAVOLO

    Luna
    Complimenti per il pezzo, condivido tutto e quoto.
    Dico la mia su Dybala: credo che Paulo sia uscito per la legnata presa da Locatelli…per precauzione ?
    Ciò non toglie l’errore di Allegri…io avevo pensato: adesso toglie un attaccante e fa entrare Rincon, invece così non è stato.
    Non sono d’accordo con chi dice che se il Milan fosse rimasto in 11 ce le suonava.
    Non ho capito, 11 contro 11 se chiudevamo il primo tempo con un bel 4 a zero non c’era nulla da dire…tante sono state le nostre azioni pericolose.
    Anche nel secondo tempo ho visto goal mancati di un nulla da parte dei nostri ( vedi Mandzukic ).
    Comunque il diavolo è stato esorcizzato e con la coda tra le gambe è tornato nel suo naviglio.
    Saluti.

  2. Grazie Barone!
    Spero, che Allegri abbia tolto Paulo per quello, ma stava per demolire tutto. Da domenica scorsa si e’ creato un alchimia improvvisa, forse perche’ Pianic si e’ svegliato, (finalmente) e con Cuadrado si intendono benissimo. Ho visto finalmente Mandzukic e Higuain andare d’accordo e giocare bene.
    Tutto bene, l’unico problema e’ che non avendo i ricambi non sara’ facilissimo gestire fino alla fine degli impegni.

    • Appunto Luna,
      questo non è uno schieramento che può giocare tutte le partite.
      Fra un paio di mesi sarebbero spompati ed inservibili.
      Anzi, dirò di più, riproporre gli stessi uomini dalla cintola in su, dopo la dispendiosa partita domenicale è stato un eccesso di zelo.
      La domanda che sorge spontanea in tutti gli spettatori è: se un Milan in 10 ha ripreso il centrocampo dopo l’uscita di Dybala, cosa avrebbe fatto un Milan in 11 in quel momento della partita ?
      Anche perché purtroppo noi sul 2-0 avevamo troppe volte buttato alle ortiche il 3-0 che avrebbe -quello sì- chiuso i conti !

      Ciao.

      • andrea (the original)

        Beh non so se sia eccesso. Io sono rimasto piacevolmente sorpreso perchè mi attendevo invece un approccio in linea con i primi grigi 6 mesi. La partita contava e tanto, ma ciò che conta di più è continuare ad attaccare le partite anche in trasferta e ben vengano i 4 più Pjanic anche 3 volte a settimana. Poi è chiaro, a volte si può cambiare, abbiamo Pjaca, Sandro, Alves che sono giocatori altrettanto offensivi ma va anche detto che il Napoli con lo stesso 11 fa quasi tutte le partite e non mi sembra boccheggiare.

        • Amico mio

          Infatti, sta storia del fiatone, a me è parso vedere, poco prima che l’arbitro fischiasse la fine un Mandzukic farsi tutto il campo palla ai piedi e arrivare a tu per tu con Donnarumma se non lo avessero steso appena in area…senza parlare di Higuain con il pallone tra i piedi e sfrecciare eludendo due avversari andando verso la porta del Milan…anche in questo caso sono intervenuti con un fallo per fermare el pipita.
          Insomma tutto sto fiatone, ripeto, io non l’ho notato.
          Ciao.

      • Luigi, scusa la mia intromissione, non ti sei rivolto a me per questo mi scuso.
        Cosa avrebbe fatto il Milan fosse rimasto in 11…dichi.
        Rispondo, perché hai chiesto cosa si domandassero tutti (?) gli spettatori.
        Mi pare che 11 contro 11 il Milan abbia fatto poco o niente…ma giustamente tu dici in quel momento della partita…forse c’era da sudare un po’ di più ma che comunque la qualificazione rimaneva inalterata.
        Ciao.

        • Bravo Max : il punto cruciale è “in quel momento della partita”. Appunto, quien sabe ?
          Che “la qualificazione rimaneva inalterata” sta in mente dei. Il nostro è “auspicio del tifoso”.

          Un abbraccio.

      • I momenti della partita non sono ipotesi ma realtà, ci sono da considerare gli sprechi in zona gol della Juve, la botta subita da Dybala causa che ha anche ridotto in 10 il Milan, già graziato in precedenza con Kukcha per la gomitata rifilata a Mandzukic che doveva costargli la seconda ammonizione. C’è stato anche un rigore netto sul croato sacrificato ad un vantaggio, tale considerato dall’arbitro, finito contro la schiena di un difensore del Milan. Il pareggio sarebbe stato una beffa ed i nostri giocatori non si possono criticare tantomeno Allegri. Ovvio come dici che questa formazione che si regge sull’attacco non possa considerarsi sempre impiegata in quanto mancano i sostituti per dare fiato ad Higuain e Mandzukic. Ma si può agire con un diverso impiego di giocatori dai piedi buoni Dani Alves Alex Sandro Rugani Benatia ma conto anche sul recupero di Matiello e di Marchisio e L’ utilizzo di Rincon e Sturaro.Ciao.

        • Concordo sulle tue riflessioni Judoc.
          Sul fatto che noi abbiamo meritato in vincere non ci piove.

          Ma, ripeto, pare che a bordo campo si sia sentita la voce di Allegri che invitava al “possesso” nell’ultimo quarto d’ora.
          Guarda caso quando il Milan ha preso campo e coraggio.
          Ho semplicemente riportato questo dato.

          Ciao.

  3. Mauro The Original

    @Barone

    Abbiamo giocato contro un Milan che non è certo squadra irresistibile, eppure portiamo a casa il risultato molto faticosamente seppur loro in dieci ed a casa nostra. Immaginiamoci di giocare contro il Real o Barcellona, come sarebbe andata?

    Trovo inammissibile giocare un primo tempo divino e nel secondo tempo andare così in difficoltà. Quando vai sul due a zero devi chiudere la partita segnando ancora e ciò non è successo poiché avevamo ormai la pancia piena.

    Bisogna quindi cambiare mentalità se vogliamo crescere ancora.

    Vado a Mandzukic: non ci si possono mangiare almeno 3 goal davanti al portiere di testa. A lui non è concesso. Ci mette tantissimo impegno ma ciò non basta per dargli un bel voto.

    Nel secondo tempo doveva uscire ed entrare un centrocampista passando al 4 3 2 1.

    • andrea (the original)

      Mauro, intanto credo dovremmo finirla di rapportare le partite sempre a Barcellona, Real e Bayern. Le prime due hanno Messi e Ronaldo, il Bayern è la più completa squadra al mondo, non ha senso paragonare la Juve a loro..loro possono batterci comunque, indipendentemente dal giocar male, bene, benissimo.
      Noi giocavamo contro il Milan e contava la partita con il Milan, non una partita virtuale e, in tale ottica, abbiamo dominato tutti i 90 minuti. Loro hanno trovato un gol casuale che ovviamente ha modificato il quadro psicologico ma per il resto ci metto la firma per giocare contro chiunque come abbiamo fatto ieri.

      • Concordo, però se Real Barca eBayern sono di alto rango ora lo siamo anche noi, basta sfruttare al meglio Dybala Higuain Mandzukic e Pjanic. Ciao.

    • Mauro
      Carissimo, dici cambiare mentalità.
      Purtroppo, come giustamente fai notare tu, Mandzukic s’è magnato er bove co’ tutte le corna…
      Vogliamo dare la colpa ad Allegri anche perché i nostri avanti, per troppo leziosismo sotto porta dopo un bellissimo 2-0, non segnano più ?
      La colpa di Allegri è stata, ieri sera, quella di far entrare Sandro al posto di Dybala ( ma non perché Dybala non doveva uscire ), forse era meglio far entrare Rincon (?).

      Questo mi sento di dire contro Allegri e non perché fa giocare con tre-quattro-cinque punte…è quello che tutti chiedevamo…una Juve più offensiva.
      Ciao.

  4. Gia’ non hanno avuto da dire tra di loro e va gia bene. Strano che al minimo cambiamento la juvemtus,si blocchi, diventando un’maltra cosa.

  5. andrea (the original)

    Io ho visto una buonissima Juve per tutta la partita. Tra l’altro in due partite giocate con il sistema offensivo abbiamo preso un solo tiro in porta, peraltro casuale (il gol di Bacca è un colpo da campione su un passaggio dei nostri sbagliato).
    E’ chiaro che se sbagli tante occasioni per chiudere il conto e prendi un gol così lo scenario psicologico possa modificarsi e qualche certezza venir meno (oltretutto l’unica qualità del Milan è quella di restare sempre in partita), ma alla fine non abbiamo mai rischiato e abbiamo creato tante altre palle gol.

  6. Non si è notata l’inferiorità numerica del Milan perché con l’uscita precauzionale di Dybala dopo la botta ricevuta un altro attaccante avrebbe dovuto agire fra le linee e il dispendio di energia ne è stata la mancata causa. Bisognava sbagliare meno sotto porta e così non avremmo ringalluzzito ilMilan che trovato un gol bello ma casuale ha trovato la forza del contendere quella che gli era mancata per tutto il primo tempo, stradominato dai nostri. Nel calcio bisogna sfruttare le occasioni, per giunta, molteplici che ci sono capitate altrimenti succede che un gol casuale possa riaprire la partita. Non è successo perché non lo meritavamo e malgrado una sopravvenuta stanchezza la tenacia e determinazione ci hanno assistito. Non abbiamo rincalzi adeguati per sostenere in continuità i 4 attaccanti. Questo fatto sarà un problema da risolvere per il prossimo futuro e la voce su Quaison del Palermo mi allieta. Ho sentito citare Real e Barcellona e la Juve in una ipotetica finale, potrebbe giocarsela alla pari, intanto mi risulta che i blancos sono stati, a nostra differenza, eliminati dalla Coppa del Re. Nel calcio non conviene dare per scontate situazioni che non esistono ma non sapendo che dire si cerca di prendersela ancora con Allegri che sta facendo ampiamente il suo dovere. E’ un allenatore che sa quello che deve fare e lo propone indirizzando anche il mercato. Buona giornata.

    • A proposito niente baci ed abbracci in quanto mancava l’attore principale, Gigi Buffon poi la gara era tutt’altro indirizzata con pugni, gomitate ed entrate killer.

  7. Ci mancavano solo i baci … comunque basta con ste’ smancerie

    • È un atteggiamento caratteriale di Buffon che ispira a tanti simpatia ma anche becere considerazioni di giornalisti di parte. È un tipo responsabile e ne terrà debito conto.

  8. Partita stradominata nel primo tempo, con Asamoah padrone della fascia sx, quella che a Doha era stata il punto debole della Juve. Sul primo gol il folletto ghanese parte da centrocampo si beve Abate e con Suso che non scala a difendere crossa al centro, scavalcati i centrali per Dybala è un gioco da ragazzi mettere dentro il gol dell’1 a 0, mentre il secondo nasce da una punizione originata da un’altra sua incontenibile percussione. Ad inizio secondo tempo è un involontario tocco all’indietro di Khedira per Bacca a rimettere in partita il Milan, con segna un bel un gol più casuale che meritato. L’espulsione di un Locatelli che era già sparito nel primo tempo in mezzo al turbillon dei centrocampo juventino, ha paradossalmente favorito un Milan arrembante che dopo l’uscita di Dybala ha trovato spazio per avanzare con la Juve che ha abbassato la sua linea di difesa. Ma tutto sommato oltre la punizione centrale di Kucka e l’incursione finale di Deulofeu, non mi pare ci sia altro da ricordare fra i pericoli creati dai rossoneri, nè si può dire che la Juve abbia sofferto più di tanto per il cambio di Dybala, con il risultato finale che va persino stretto per le troppe occasioni gol sciupate in tutta la partita.

    • Gioele,
      concordo con la tua sintetica analisi dell’evolversi della partita.
      Aggiungerei solo una mia impressione.

      Subito dopo l’espulsione di Locatelli abbiamo avuto due nitide occasioni per il 3-0. Quando poi ci siamo messi in testa di sfruttare la superiorità numerica col “possesso” (sollecitato a quanto pare dalla panchina: “halma halma, tienila tienila, passala passala”), abbiamo concesso fiducia e campo al Milan.

      La mia impressione di cui sopra è che questa squadra, questo assetto, questi uomini, debbano sempre ribattere colpo su colpo col gioco verticale.
      Questo atteggiamento è un “braccio di ferro” che alla fine, soprattutto contro una squadra in 10, paga in termini di “gioco” e di risultato.

      Ciao.

      • Luigi,
        dici bene, dopo l’espulsione di Locatelli la Juve ha avuto almeno 2 palle gol per passare sul 3 a 1 visto che in quel momento il gol di Bacca aveva già dimezzato il doppio vantaggio. Con l’uscita di Dybala la Juve ha arretrato il baricentro lasciando troppo spazio ai centrali del Milan e a quel punto il giropalla difensivo è diventato più una necessità che una scelta tecnica, ma nonostante questo, eccezion fatta per quella di Bacca che ha originato il calcio da fermo di Kucka, il Milan non è riuscito a costruire su azione manovrata vere e proprie occasioni da gol, motivo per cui a mio modesto parere il risultato finale più equo sarebbe stato un 4 o 5 a 1 a favore della Juventus.

        Ciao.

  9. Avremmo dovuto chiudere la partita con qualche altro goal di vantaggio, ma alla fine del primo tempo e, se non ci si fosse messo di mezzo il tiro fortuito della domenica, anzi del mercoledì di Bacca che si è ritrovato sul piede una palla al posto giusto nel momento giusto, oggi non ci preoccuperemo di quanto fatto nel secondo tempo dalla Juve.
    Il turno è stato superato facendo accumulare ulteriore fiele agli antijuventini che ancora aspettano “Godot” come delle civette sul filo. Per chi ha ascoltato la telecronaca Rai e il prosequio delle interviste è inutile che io cerchi di spiegarmi meglio, era tutto così palese , ed ormai anche alla luce del sole.
    Sembrerebbe che la magistratura stia indagando ( chissà poi chi ha denunciato alla magistratura questi strani accostamenti) su un eventuale amicizia tra il presidente della Juve ed alcuni camorristi che avrebbero ( sotto le spoglie di ultras) avuto dei benefici nella vendita degli abbonamenti e dei biglietti per le partite della Juve.
    Ho idea che dopo la multa per i bambini di qualche anno addietro che nella curva gridavano ohh mer….a dopo il rinvio del portiere avversario, il ridicolo camuffato di etica e comportamento leale continui a spadroneggiare in alcuni personaggi che nascondendosi dietro le istituzioni hanno la faccia pari pari uguale al proprio didietro.
    Credo sia il momento di ribellarsi contro questa gentucola e ad inondare di lettere di protesta tutti i mezzi stampati che riportano queste notizie sciocchie così eclatanti, atte solo a destabilizzare un ambiente che non ha uguali, quanto a serietà.
    Vorrei proprio conoscere qualcuno cui si può avere contatti, che ha sulla testa scritto “delinquente, o mafioso”. Penso che stia rasentando il ridicolo peggio di quanto già fatto con Farsopoli dove gli unici controllati erano Moggi e Giraudo. Avevano costruito una cupola con associazione a delinquere tra di loro, visto che tutto il mondo che stava loro accanto, poi è stato scagionato da qualsiasi accusa.
    Buona giornata a tutti

  10. Non mi soprenderebbe che le varie “mafie” abbiano messo lo zampino nel nostro campionato, dove ci sono mucchi di soldi loro girano.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia