Domenica 24 gennaio 2021 Juventus-Bologna ore 12.30 Allianz Stadium Torino

Scritto da Cinzia Fresia

I festeggiamenti sono finiti, la coppa è in bacheca e si torna alla vita reale cioè il campionato, domani il “lunch match” alle 12.30: Pirlo vs Mihailovic. Il Bologna è sempre un cliente fastidioso di quello che ti morde ai fianchi, situato in tredicesima posizione in classifica.

Intanto un’altra buona notizia Deligt è negativo al Covid-19 e ha raggiunto i compagni al ritiro, lentamente la Juventus recupera i “pezzi”, e  dovrà impegnarsi al massimo per recuperare punti.

Andrrea Pirlo si presenta in conferenza stampa non rivelando granché, parla di Mihailovic in veste di insegnante  e di una lezione in cui il serbo avrebbe rivelato i suoi “segreti” da allenatore. Lo stesso Sinisa, dice che sulle punizioni era lui il migliore, Pirlo replica  che sono i numeri a rispondere.

La Juventus non ne può più perdere una a partire da ora .. e deve aprofittare della perdita di punti delle milanesi.

 

 

  1. Barone

    Dopo quello che è successo a Udine ieri sera, la prossima volta prima della partita andranno nello spogliatoio degli arbitri per dirgli come durante l’era Moratti-Facchetti che dopo 2 partite pareggiate la terza devono fargliela vincere, della serie il lupo cambia il pelo ma non il vizio.

    Notte.

    • Gio
      4 mesi fa Verricchio ha scritto:
      Oggi Oriali è dirigente dell’Inter ma quello che è più grave che è un dirigente della nazionale italiana.Una vergogna assoluta,un immoralità per la quale questa gente dovrebbe vergognarsi a vita e stare zitti e invece rivendicano scudetti non loro nel segno della legalità.la colpa è soprattutto dei media che si schiera a favore di chi fa porcherie.

  2. Conte mi ha deluso. Ha assorbito le abitudini dei prescritti, dopo che l’Inter ha fatto pena in campo. Deplorevole.
    Non cambiano mai, Oriali, poi, visti i trascorsi, è incommentabile : non hanno vergogna.

  3. UN SERPE IL LORO SIMBOLO

    Se lo si guarda attentamente, la sua faccia sembra proprio quella di una biscia quando cambia pelle, si sforza strisciando quando fa la muta.

    Un uomo viscido, fa finta di andare a tirare per la giacca il suo allenatore e poi è lui a inveire contro l’arbitro…ogni volta le mani addosso.

    Messo sulla panchina della nazionale di calcio un “delinquente” sportivamente parlando.
    Un professionista di passaporti e patenti falsi a rappresentare la Nazionale italiana.
    Quando finirà sto schifo?

    Maresca non doveva dirgli, prego quella è la via dello spogliatoio ma, prego quella è la via di casa.

    Buongiorno ☕ e buona domenica

  4. IN RICORDO DELL’AVVOCATO
    (il 23 gennaio)

    E’ vero che nel calcio si corre sempre.
    E’ vero il nostro sport non permette di fermarsi, dopo una vittoria bisogna già pensare al prossimo obiettivo, dopo una giornata storta c’è subito l’occasione di rialzarsi.
    Il calcio va veloce, forse mai come in questa stagione, ma c’è qualcosa che resta eterno, indelebile, immutatamente forte nel corso degli anni: il ricordo, il pensiero di una storia grandiosa e di chi la ha scritta. E in pochi, davvero in pochi, la nostra storia la hanno scritta come l’Avvocato, che se ne andava proprio oggi, 18 anni fa.

    Sarebbe impossibile raccontare Giovanni Agnelli in poche parole. Si potrebbero citare le sue vittorie alla guida della Juventus, il suo stile inconfondibile o forse, più di tutto, la sua vicinanza alla squadra anche dopo la presidenza, testimonianza di un legame in grado di andare oltre i ruoli, oltre gli impegni, oltre ogni ostacolo.
    Testimonianza di un amore.

    Le sue frasi, il suo modo di essere sono per noi fonte d’ispirazione e continuiamo a lavorare ogni giorno per essere sempre migliori, per continuare a vincere, attingendo dalle nostre radici, dalla nostra storia, ma con lo sguardo costantemente rivolto al futuro, con la voglia di tingerlo sempre di bianconero. Di questo, ne siamo certi, ne sarebbe stato orgoglioso. La Supercoppa, vinta pochi giorni fa, gli avrebbe regalato un sorriso e strappato, probabilmente, un commento destinato a diventare eterno.

    Oggi scenderemo in campo pensando a lui, che è sempre nei nostri ricordi, nel nostro presente e nelle nostre vittorie.

    Buona partita

  5. Grazie Max per averlo ricordato.

  6. Visto che sta 4 punta non riescono a trovarla… proverei Kulu con Morata o oggi o con la Spal… sarà con la Spal.
    In teoria se si accettasse il risultato del campo, dal punto di vista sportivo tutto sarebbe più semplice, ma la carta igienica rosa non potrebbe scrivere e titolare “tizio GRAZIATO… quando gioca una certa squadra…” mentre a parti invertite “…. poteva starci il secondo giallo…” che + o – sono la stessa cosa…
    CVD energie mentali notevoli spese per la partita contro al Juve… le partite della vita se non sono finali lasciano sempre degli strascichi… di + se fai giocare sempre gli stessi.

  7. Cinzia ciao,invece a me Pirlo stavolta è piaciuto ,ha detto finalmente quello che deve dire un allenatore che occupa il posto nella nostra panchina.

    Crescere,migliorare e soprattutto CONTINUARE a vincere !

    Condivido tutti gli ultimi post di Luigi e prendo in prestito le sue parole
    ” E sai bene che scrivo senza guardare in faccia nessuno, siano essi giocatori o allenatore. Di cui a me frega poco, visto che tifo per la Juve, non per i (molti o pochi) mercenari che man mano la rappresentano”

    Pirlo non è seduto sulla nostra panchina gratis ,non ci sta facendo un favore ,chi ce lo ha messo lo paga e lo ha ritenuto capace di guidare una squadra che vince da 9 anni e che perciò deve continuare a vincere!

    Finalmente lo ha capito e lo ha detto.

    Lui non c’entra niente con Picchi che era arrivato dopo un’annata disastrosa.

    Pirlo arriva in una squadra con 9 scudetti e che ha tra le proprie fila
    Ronaldo ovvero il migliore del mondo.

    Non c’è niente da aspettare anche perché proprio Ronaldo ha 36 anni.

    La difesa della squadra che ha vinto meritatamente la SuperCoppa è sopra i 30 anni e mancava anche Sandro .

    L’età media di tutta la rosa è di quasi 27 anni.

    Rispetto a Sarri che doveva vincere lo scudetto,come tutti i mister che siedono sulla nostra panchina,ha in mano una squadra più forte .

    Sono stati presi i migliori giovani del nostro campionato tutti nazionali, Pianjc è stato scambiato col più giovane Arthur e sono stati mandati via Higuain ,D.Costa Matuidi.

    Quando hai una rosa del genere e Ronaldo non c’è niente da aspettare devi solo vincere.

    E bene ha fatto Pirlo a ribadirlo in conferenza!

    Buona giornata.

    P.s mai più una sconfitta come quella di domenica contro quelli!

    • Massimo, le conferenze prepartita sono penose, xche è il trionfo dell’occhio: meglio vincere che perdere, con una rosa così forte si deve vincere .. le magagne logico Pirlo non ledi e ne’ quelle dei giocatori ne’ le sue.
      TuttAvia possiamo dire che sia una stagione imprevedibile

  8. inter-Torino:
    “Sul risultato di 2 a 2 all’81′ proteste inter, ingenuità di Nkoulou che controlla timidamente di petto a centro area ma si fa bruciare da Hakimi che finisce giù nel contatto; sembra un rigore solare ma Hakimi era in fuorigioco.”

    L’arbitro concede il rigore dopo aver rivisto le immagini al Var. Neanche una parola di Conte e Oriali per il clamoroso errore tecnico del Var e di La Penna che hanno consentito all’inter di rubare i 3 punti.

  9. Aspetto oggi gli 11 titolari per esprimere le mie prime sensazioni …

    Certo, vedessi ad esempio Chiellini (sempre a rischio infortunio) giocare la quarta partita in undici giorni, mi sorprenderebbe non poco.
    Considerando il rientro in rosa di de Ligt 😅. Un campione che sarebbe titolare in qualsiasi squadra d’Europa, e che in questa fase è mancato come il pane.

  10. IL ROMPICOGLIONI

    Uno che entra in campo con la divisa dell’inter, e urla contro gli arbitri della Federazione italiana Team manager della nazionale italiana…che ha patteggiato per il passaporto falso di Recoba.
    Intoccabili lui e Conte che ora è all’inter…quando con la Juve chiuso in un gabbiotto…

    Immaginiamoli con la maglia bianconera…come minimo si sarebbe andato al voto immediatamente.

    Saluti

  11. Kulusevki al posto di Morata ad affiancare Ronaldo e Berna al posto di Chiesa.

    La catena di sx con Danilo, Berna, Ronaldo.

    Visti i risultati di ieri mi ricordo una frase che recitava più o meno così: quando in una stagione non riesci a sfruttare certe occasioni che ti capitano sei morto.

    #finoallafine

  12. @Tranfaglia

    Tino, nel 2006 furono i media faziosi a far credere che Moggi manipolasse l’intero sistema calcistico italiano al vertice di una fantomatica cupola, ma gli anni a seguire hanno dimostrato chi realmente manipolava il calcio italiano, dopo aver messo al vertice della federazione uno che decise di non decidere dopo la scoperta delle inter-cettazioni illecite degli “onesti” di Milano. Però secondo gli stessi media il calcio era tornato ad essere pulito con la nomina di Collina, molto amato dagli interisti e amico dei milanisti, a responsabile degli arbitri. Prendere in giro l’intelligenza di molta gente come è successo nel 2006 è stato facile, impossibile continuare a farlo nell’era del più grande ed esteso mezzo di comunicazione moderno, internet, e se non riuscirà a stare al passo con questa ormai più che radicata realtà dell’informazione universale, credo che il giornalismo all’itaGliana non avrà futuro.

  13. Buongiorno Cinzia,
    La Juve vincente di questi anni si é caratterizzata anche per la capacitá di dare spallate al campionato in determinati momenti che risultavano decisivi.
    Nelle ultime stagioni questo killer instinct si é sicuramente affievolito ma non sembra sia stato acquisito dalle avversarie che con i loro risultati ci permettono di sperare ancora.
    Quindi fondamentale vincere bene oggi per sfruttare l’ennesima frenata del duo di testa. Sarebbe imperdonabile perdere l’occasione.
    Penso come Massimo che abbiamo materiale sufficiente per competere come sempre fatto in questi 9 anni. Credo che anche Pirlo sia della stessa opinione anche se bisogna dare atto che Covid ed infortuni hanno rappresentato un’ulteriore difficoltá che si aggiunge a quelle giá note per la rinnovazione della rosa e la nulla esperienza in panchina.
    Non che le avversarie siano immuni da certe problematiche, ma propio le incertezze di questa particolare stagione devono ulteriormente motivarci a non perdere il treno scudetto ed essere lí a lottare fino all’ultimo.
    L’impegno di oggi non presenta grandi difficoltá, almeno sulla carta. Vediemo di non crearcele sul campo, perché spesso in queste situazioni abbiamo avuto approcci troppo svagati che hanno finito per complicarci la partita.

    Buona domenica a tutti.

  14. FORMAZIONI UFFICIALI

    JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, Chiellini, Danilo; McKennie, Arthur, Bentancur, Bernardeschi; Kulusevski, Ronaldo. All. Pirlo

    BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Danilo, Tomiyasu, Dijks; Schouten, Svanberg; Orsolini, Soriano, Vignato; Barrow.
    All. Mihajlovic

    Pirlo un po’ a sorpresa esclude Morata in favore di Kulusevsky.
    Mentre de Light -come si sospettava-, parte dalla panchina.
    Speriamo bene.

    Buona domenica!

  15. Io oggi mi auguro una vittoria seppur non posso vedere la partita. Ma se non di vince x me sarebbe normale x una squadra che praticamente riparte da sottozero e non mi stancherò mai di ripeterlo. Ciò che arriverà con un pivellino in panchina è tutto un di più e già qualcosina è arrivata. Pirlo fa bene a dire ciò che ha detto: sbaglia clamorosamente a dire pubblicamente che punta a vincere tutto.

  16. Buon primo tempo con qualche ottimo spunto che poteva favorire un vantaggio ben più largo.
    Bravi a sbloccarla presto, un po’meno a non fare il secondo. Però atteggiamento giusto a cercare di sfruttare gli spazi che concede il Bologna.
    Per me Arthur è imprescindibile in questa Juve, aiuta a districare tante situazioni sul pressing avversario e verticalizza appena può regalando anche un fantastico pallone che Cuadrado spreca.
    Il Bologna ci pressa alto, dobbiamo essere più precisi a sfruttare le occasioni che ci lasciano. Dell’1-0 non mi fido per niente.

  17. Che solerzia questo VAR nei confronti della Juve

  18. Troppi goal non andati a segno e siamo costretti a soffrire

  19. “Se Bernardeshi avesse sparato a John Lennon, oggi John Lennon avrebbe 80 anni”

    #jvtblive #JuveBologna

  20. È il momento di Morata!
    Pirlo, svegliaaaaaa

  21. Il Bologna rientra in campo con grande determinazione mentre i nostri decidono di trattenersi 15/20 minuti in più negli spogliatoi.
    Poi, dopo aver sciupato ripartenze a iosa, Pirlo reagisce togliendo Berna, e McKennie corona col raddoppio una prova che conferma ancora le sue grandi doti di inserimento. Veramente una lieta sorpresa McKennie, giocatore senza fronzoli, forte fisicamente, buona tecnica e grande abilità nel trovare sempre la posizione giusta.
    Altra prestazione opaca di Ronaldo che fa una sola cosa buona proponendo all’americano la doppietta. L’errore di Tex può anche essere perdonato per l’ottima partita giocata.
    Abbiamo sprecato veramente tante occasioni in ripartenza, sotto quell’aspetto bisogna migliorare tanto. Magari la crescita di condizione da parte di alcuni potrà aiutare.
    Se Ronaldo è ancora appannato, Bernardeschi è una disperazione.
    Buona anche la prestazione di Chiellini che giocandone 4 di fila credo stabilisca un piccolo record personale.
    Mi sembra evidente che, ora come ora, il centrocampo titolare sia quello visto oggi.
    Ottimo risultato che ci permette di ridurre il distacco con Milano. Non certo una partita perfetta missione compiuta.

    • …ma missione compiuta.

    • Kris, non ho visto ma mio cognato ha confermato ciò che hai scritto, soprattutto di McKennie che come sai ne avevo tessuto le lodi din dalla sua prima presenza ma semplicemente xchè un calciatore, se bravo a mio modesto parere basta vedere come scende in campo ogni volta. Poi può sbagliare o fare bene ma la voglia e la mentalità si vedono din da subito. Mio cognato mi ha anche detto: ” Ancora che facciamo tirare le punizioni a Ronaldo…” Confermi? E lui è un fan di Cristiano eh.

  22. Questa partita ha detto che Pirlo ha trovato il centrocampo titolare della Juve, escludendo l’ameba Bernardeschi, ovviamente!

    Mckennie e Cuadrado ancora una volta sugli scudi.

    Ronaldo invece nella asfittica versione di Gennaio.

  23. Su 7 gold stanno commentando una partita che sembra la juve abbia vinto con 2 gol casuali, contro un “grandissimo” bologna, dicendo che nella squadra di allegri almeno si vedeva identità. Questa sembra essere confusionaria e arthur è il solito bidone…Boh!
    L’unica cosa è che i nostri contropiedi sono più organizzati rispetto a prima, peccato che gli interpreti di tali azioni sono dei portatori di palla. Si incominciano a vedere dei triangoli a centrocampo o i primi dai e vai, che fanno ben sperare per il futuro. Per ora sono ottimista.

    • Oggi era una partita che doveva finire con un risultato tennistico. Troppi errori nell’ultima fase e troppi errori anche in contropiede. Artaq lascia rodere i topi in pace, era pure orario di pranzo, non digeriranno sicuramente bene. Un pò di malox come ammazzacaffè potrà fare loro bene. 😀 😀 😮

  24. CALMA E GESSO

    Tre punti portati a casa, ma i proclami lasciamoli nel cassetto.
    Solo per puro caso il Bologna all’inizio del secondo tempo ho ha pareggiato.
    E questa è una “malattia” che si trascina dall’inizio stagione: sciatteria nella gestione e poca aggressività nella mediana, portano gli avversari facilmente al tiro. E non dimentichiamo che questo era il Bologna, mica il Bayern.
    C’è da lavorare soprattutto nella testa dei giocatori.
    La cosa positiva è che i 12-13 titolari cominciano a delinearsi, affinché ne guadagni anche la fluidità del gioco.

  25. Si forse ancora ci sono speranze per chi spera ancora.
    Il centrocampo non va però i due gosl li segnano due della mediana.
    Il Bologna va e solo per caso non segna, al contrario la Juve si divora l’impossibile solo per caso.

    La libertà anche ‘o pappavall l’add pavà!

    Maalox nausea in farmacia.

  26. Gli 11 tiri in porta contro 2 legittimano la vittoria anche se nel primo quarto d’ora del 2°tempo la Juve abbassandosi troppo ha concesso troppo campo al Bologna e diverse opportunità per arrivare al pareggio. Nel complesso una discreta Juve che sta crescendo con Arthur che sembra aver preso consapevolezza del suo ruolo, oltre al merito di aver sbloccato se pur in modo fortunato il risultato, ricordando in questo modo a tutti i compagni che si può segnare anche calciando da fuori area senza doverlo fare per forza entrando in porta col pallone. McKennei non ci sorprende più, lotta e corre su tutti i palloni, sempre pronto ad inserirsi e sfruttare ogni occasione buona in area. Ronaldo è ancora in letargo e da quanto dicono dovrebbe risvegliarsi intorno alla seconda metà di febbraio, ennesima occasione persa da Bernardeschi, già detto di Kulusevski poco incisivo come punta a differenza di Morata che entrato a 10 minuti dalla fine ha ridato profondità ad un attacco poco concreto, pericoloso solo per gli affondi del solito generoso Cuadrado, il migliore in campo che dopo qualche minuto dall’inizio si era già forse procurato l’occasione di far passare in vantaggio la Juve, quella del rigore per il fallo commesso su di lui non rilevato dall’arbitro in campo nè da quello al Var.

  27. Vittoria senza discussioni,anzi il risultato è stretto ,troppi gol falliti.

    Il mister.

    Massimo Donati su Dazn dice la stessa cosa poi chiede a Pirlo perché la Juve subisce così tante ripartenze.

    Risposta di Pirlo : Se porti tanti giocatori in fase offensiva può capitare.

    Può capitare?

    Poi lo stesso Pirlo dice : Siamo una squadra forte e dipende solo da noi.

    Siamo forti ,dipende da noi!

    Infine Arthur prima di iniziare intervistato da Dazn dice di aver parlato con Pirlo riguardo il suo ruolo :
    “Gli ho però detto che da mezzala mi trovo più a mio agio, anche perchè giocavo così a Barcellona e quindi mi trovo bene in quella posizione”.

    E lo stesso Pirlo ,dopo la vittoria, conferma di aver ascoltato il giocatore, riguardo la posizione dove lo stesso si trova meglio.

    Alla vigilia della 18° giornata di campionato.

    Meglio tardi che mai.

    Arthur e Mckennie oggi migliori in campo.

    Il primo lasciato fuori domenica scorsa a Milano il secondo entrato a 20 minuti dalla fine sul 2-0.

  28. Non l’ho scritto io ma sono dello stesso parere …

    “C’è subito il primo episodio da moviola: Cuadrado si inserisce sulla fascia destra, viene contrastato da Vignato e il giocatore colombiano cade a terra, anche in maniera vigorosa, e chiede il calcio di rigore. L’arbitro, il signor Luca Sacchi, fa segno di rialzarsi e non ravvisa nessun fallo. Rivedendo le immagini si nota come il contatto tra i piedi di Vignato e di Cuadrado ci sia, il giocatore di Mihajlovic ha davvero rischiato tanto. Non sembra un episodio nel quale il Var possa intervenire perché l’arbitro ha giudicato l’entità del contatto, ma se Sacchi avesse fischiato calcio di rigore ci sarebbe stato poco da obiettare.”

    Per la cronaca Vignato è stato ammonito solo dopo il 3°fallo, le 2 entrate killer su Bentancur e il fallo in area su Cuadrado.

  29. Dopo il girone d’andata si può tranquillamente dire che stiamo facendo un campionato moooolto al di sopra di ogni aspettativa.

  30. Ragazzi qualcuno mi sa dire che ha combinato Chiellini? Ho appena letto che Alvino è un po’…incazzèto, come direbbe Oronzo Canà… Strano… non si arrabbia mai dopo una nostra partita. Che spasso che è sto signore…😁

  31. Una buonissima juve che soffre i 10 minuti del secondo tempo. Perché? perché non si tratta di saper gestire male la partita o di gestirla semplicemente, ma perché si sbagliano palle semplicissime come quelle perse da arthur che ci fanno arroccare per la paura di subire il gol e perché danno morale e audacia a chi attacca che vede la possibilità di segnare.
    Bravissimo pirlo nelle sostituzioni fatte nel momento giusto e con le scelte giuste e nel tenere in campo kulu insieme a morata e ronaldo.
    Spero che il mercato porti un centrocampista anche solo di quantità piuttosto che una punta per dare maggiore protezione ad arthur il quale per caratteristiche è poco propenso alla fase difensiva.

  32. Chissà se alvino sta vedendo le continue sceneggiate dei giocatori del ciuccio che continuano a cadere come abbattuti da pugni in faccia.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web