Archivio Mensile: Febbraio 2021

La Juve ha abdicato

 

 

Articolo di Alessandro Magno

Il pareggio contro il Verona e soprattutto per come si è sviluppato, credo metta una pietra tombale sui sogni di scudetto della Juventus. La matematica ancora non ci condanna ma a conti fatti se si vuole esser obiettivi pare ormai evidente che la Juventus non ha la forza nè fisica nè mentale per poter recuperare dieci punti all’Inter. Va detto oltre ogni ragionevole dubbio sempre a onore del vero , che questa Juve del 2021 non è stata mai ad oggi una seria candidata allo scudetto. A due terzi del campionato non siamo mai stati una volta secondi e mai così vicini da poter risultare un pensiero per chi stava in testa. Siamo stati sempre quarti o quinti o sesti, sempre in posizioni di recupero. Il massimo raggiunto, mi pare di ricordare un terzo posto solitario e per una sola giornata quella antecedente alla sconfitta di Napoli.

Va da se che a questo punto lo scudetto lo può perdere solo l’inter e nemmeno per troppi meriti propri. Hanno una rosa molto competitiva fra le migliori della serie A fatta con soldi che non hanno tirato fuori. I loro avversari sono stati: questa Juve sconclusionata e un Milan che ha over-performato a suon di rigori. Finiti quelli finito il Milan. La Lazio non è mai pervenuta e nemmeno il Napoli. L’Atalanta e la Roma, fra alti e bassi, non hanno mai rappresentato per loro un vero problema. Questo mi preme sottolinearlo visto che qualcuno dice di nostri scudetti vinti contro nessuno e magari è lo stesso qualcuno che ancora rimpiange Conte. Fra l’altro Conte come sua abitudine è uscito malamente dall’Europa che è un onta e un danno economico notevole soprattutto a una società squattrinata come la sua, tuttavia va detto che per il campionato è un vantaggio enorme. Lo si vede alla voce infortunati nostri, che ormai non si contano più e infortunati loro, che praticamente non esistono.

Ora aldilà dei motti ”finoallafine” e dei buoni propositi la Juve ha un grosso vantaggio, che è quello di doversi occupare solo della Champions. Per il campionato meglio ragionare giorno per giorno e cercare di arrivare almeno fra le prime quattro, anche perchè altrimenti non credo Pirlo salvi il posto. Quindi ora pensiamo alla Coppa come obiettivo numero uno. Sarà molto molto difficile con questa Juve senza gioco e senza idee ma ho visto squadre fare campionati disastrosi e poi grandi Champions chissà che diventi il caso nostro. Certo occorre una dose di fortuna non indifferente, tuttavia a volte la disperazione porta ad andare oltre l’ostacolo. La Juve ad oggi non ha più l’obiettivo scudetto e me ne duole, ma oggi è davvero difficile credere che questa Juve possa fare un filotto di una decina di vittorie di fila. Oggi non è il caso di fare analisi che faremo a fine anno. Io certo ho la mia idea. Credo che sia comunque sotto gli occhi di tutti che negli ultimi due anni sono stati commessi errori su errori.

“Bonjour Tristesse”

Scritto da Cinzia Fresia
Ciò  che fa più male in questo momento non è l’essere fuori dai giochi, si c’è la Champions, ma in queste condizioni la speranza è minima,  è il rendersi conto che Andrea Pirlo non è fatto per questo mestiere, almeno non ancora.

È giusto considerare  le attenuanti, infortuni, COVID e quant’altro ma l’allenatore di una grande squadra che gareggia per vincere,  deve sfoderare una grinta che per carattere e inclinazione non ha, almeno non da allenatore.

Andrea è una brava persona ed è stimato da tutti, colleghi, giocatori e non,  la squadra è dalla sua parte e si vede, ma non basta. Guidare un gruppo così eterogeneo e farli funzionare non è per tutti  e senza un’adeguata esperienza ma diversa da quella da calciatore si sta trovando in difficoltà e non si può pretendere di più.

La partita l’abbiamo vista e possiamo dire che ci è andata di lusso con la squadra messa insieme da “chi c’è ..c’è” quindi con giocatori  fuori ruolo adattati all’esigenza del momento e sembrava stesse andando bene.
Appena  il Verona ha organizzato la carica l’ultimo quarto d’ora i nostri hanno mollato, in ultimo l’arbitro “Maresca sempre lui “ ha dato due ammonizioni così tanto  per farci del male e alla fine ciao scudetto.

Oltre  ai 7 titolari che sono tanti, manca qualcuno che in campo urli e non c’è niente da fare spetta al tecnico il quale non può delegare nessun’altro, con una squadra così attaccabile e fragile psicologicamente l’unico  obiettivo percorribile è la coppa Italia.

La realtà è più dura del previsto, la sfortuna quest’anno non ci risparmia nulla, ma è bene per la stagione a venire che la Società sappia prendere le giuste decisioni nella guida della squadra e valuti con obiettività l’andamento di quest’anno.
Con questo non intendo ritenere Pirlo unico responsabile in negativo, come in tutti gli episodi della vita in cui si fallisce la colpa è al 50 per cento, quindi la Società deve prendersi la sua parte:

– l’aver scelto anche se con ottime credenziali un tecnico totalmente neofita e averlo buttato allo sbaraglio, questo non è da Juve.
– l’aver creato conflitti inutili anzitempo la chiusura della stagione (Dybala e il rinnovo)
– il voler perseverare a pretendere di vincere solo sulle disgrazie altrui, semplicemente perché la sfortuna prima o poi finisce.
– L’aver ingaggiato  un allenatore inadeguato senza dargli strumenti per poi cacciarlo via.

– fidarsi totalmente dei parametri 0

In tutta questa storia spiace per i tifosi, i giocatori ma anche per Andrea, autentico idolo in bianconero, la cui esperienza di calciatore tra i più grandi della storia comunque vada la sua storia non verrà mai scalfitta.

Pagelle Verona Juventus 1-1

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

Szczesny 6,5 Due belle parate con l’aiuto dei pali e un paio di uscite basse tempestive. Il voto non è tanto alto perchè forse sul gol potrebbe uscire di pugni e soprattutto per alcune giocate con i piedi che fanno pietà. Ma ancora più pietà fa il fatto che se la ride.

Demiral 5 Perde diversi palloni in uscita e purtroppo su uno di questi il Verona costruisce il gol del pari. Ha giocato meglio altre sere ma forse questa sera non era abbastanza protetto da Chiesa.
De Ligt 6 Prende un giallo che secondo me non c’è ma nonostante tutto non viene limitato da questo. Tiene in difesa meglio di tutti.

Alex Sandro 6 Una partita giocata abbastanza bene dove da capitano si prende anche la responsabilità di costruire. Purtroppo non bene sul gol avversario dove si fa sovrastare dall’avversario.

Bernardeschi 5 Primo tempo ci fa giocare in 10. Secondo tempo meglio ma sempre con il timore di saltare l’avversario o di crossare o di fare un qualcosa più della sufficienza.

Rabiot 5,5 Non gioca neanche una brutta partita ma è un giocatore che ripeto da tempo non è adatto al calcio italiano nè alla Juve perchè si percepisce che non sente il problema di non vincere. Sull’1-0 due volte parte poi torna indietro, un altra volta parte poi si accontenta di prender fallo laterale.

Bentancur 6 Sul piano della costruzione è il solito disastro con palloni persi al solito in modo sconcio, non è nemmeno colpa sua ma da chi lo mette li, tuttavia nel lottare e recuperare palloni è il migliore e un gran combattente e forse non va peggio grazie a lui.

Ramsey 5,5 Croce e delizia. Inizia la partita e ha subito una palla gol, poi tanti palloni buttati in malo modo fino a pescare Chiesa per il nostro gol del 1-0 con una bella palla filtrante. Peccato abbia la palla per chiudere la partita ma la spara male sul primo difensore davanti a lui. Anche la sua ammonizione non c’era.

Chiesa 6,5 Forse ancora una volta il migliore in campo. La squadra non gioca bene ma si tiene viva con le puntate di Chiesa e Kulusevski.

Kulusevski 6,5 Tanta grinta tanta corsa tante belle percussioni che però non vengono sfruttate dagli altri. Purtroppo cala vistosamente alla distanza e nel finale finisce in apnea.

Ronaldo 6 E’ vivace ma non riesce a trovare molto spesso la porta. Chiesa gli da una gran palla e lui timbra il cartellino. Poi poco altro. Ancora una punizione sulla barriera.

 

McKennie 6 Entra anche se non al meglio, perchè secondo me Pirlo teme che l’arbitro ci butti fuori Ramsey. E’ meglio di altri.

Di Pardo sv

 

Juventus 5 Capisco l’emergenza ma era una partita da vincere perchè era l’ultimo treno. Non solo non si è vinta ma si è rischiato di perderla. La squadra non ha gioco e le cose che chiede Pirlo le fa male ( tipo la costruzione dal basso). Fra l’altro non vedo in giro squadra più ferme e più lente di noi.

Pirlo 5 La squadra non ha gioco non ha grinta non lotta su ogni pallone non corre e gioca un calcio lento e prevedibile. Al netto delle assenze tutte queste cose sono imputabili a lui.

Arbitro 5,5 Non ha condizionato la partita ma non mi trova d’accordo con la gestione di falli e ammonizioni soprattutto. Sturaro è incredibile come possa uscire illibato mentre noi prendiamo due gialli entrambi inesistenti.

Sabato 27 febbraio 2021 Verona-Juventus ore 20.45 Stadio Bentegodi -Verona

Scritto da Cinzia Fresia
La Juventus affronta una trasferta piuttosto complicata tra assenze e squalifiche. Andrea Pirlo racconta la pericolosità di questa squadra che gioca a suo dire un ottimo calcio. La squadra di Juric ha una buona preparazione atletica, un approccio “uomo ad uomo’” che può mettere in difficoltà come già accaduto in passato i bianconeri.

Il tecnico della Juventus affronterà il match con ciò che ha. Gli uomini a disposizione sono contati, la situazione non gli permette diversamente se non di fare di necessità virtù, chiedendo ai giocatori di adattarsi alle esigenze di  squadra.

Pirlo senza 7 titolari dovrebbe schierare un 4- 4-2: con Szczesny ai pali Mc Kennie abbassato Demiral e De ligt centrali Alex Sandro- sulla mediana Chiesa, Bentancur, Rabiot, Ramsey – Kulusevski e Ronaldo in attacco.

Andrea Pirlo parla di Dybala non ancora pronto per il rientro negando  la voce di un’operazione.
Cosi’ com’è la Juventus oggi,  non sarà per niente una passeggiata, la squadra di Pirlo dovrà utilizzare una marcia in più e tanta forza di volontà contro gli scaligeri. Il calendario è fitto di impegni e ci auguriamo che i ragazzi reggano fino alla fine.

 

 

 

3 punti buoni andiamo avanti

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Si fa in fretta a dire Crotone ma la Juventus al netto della vittoria non è che abbia proprio brillato con i calabresi. Al solito inizio più che titubante con poche idee poca corsa poca fantasia. Per una buona mezz’ora nonostante il Crotone sia evidentemente una squadra di serie B sembrava che loro fossero la squadra da battere. Occorre secondo me che Pirlo trovi quanto prima un identità a questa squadra. Troppo ferma, troppo lenta, troppo prevedibile. L’ha risolta Ronaldo con una doppietta nonostante neanche lui abbia giocato benissimo. Almeno Cr7 a differenza degli altri sa esser decisivo quasi sempre. Dicevo non è che è così bene che se non segna Ronaldo non segni nessuno. Occorre davvero ritrovare fame e grinta. Almeno quelle. Almeno prima del ritorno col Porto.

La vittoria è sicuramente un toccasana. Ora la Juve è terza in solitaria. Con una partita da recuperare in casa e ancora lo scontro diretto con l’Inter (anche quello in casa) , 8 punti non sono poi così tanti. Tuttavia è evidente come l’Inter giocando ogni sette giorni sia messo notevolmente meglio della Juventus. Basti vedere gli infortunati. La nostra infermeria pullula con alcuni di lungo corso come Dybala che quest’anno hanno dato un apporto davvero minimo. Non è semplice preservarsi giocando ogni tre giorni e questo è stato un errore di mercato non da poco basti vedere la situazione attaccanti con Kulusevski praticamente costretto a fare sempre la punta.

C’è stata la nota lieta di Fagioli. Questo ragazzo sembra pronto. Ora certo dopo questi 20 minuti i tifosi ne faranno il nuovo Pirlo salvo poi distruggerlo al primo errore, tuttavia a me pare già utilizzabile in quel ruolo al posto di Rabiot e Bentancur che il ruolo del regista basso non lo sanno fare. Bentancur non ha la tecnica per farlo. Rabiot non ha la velocità di esecuzione. Fagioli in 20 minuti ha fatto vedere un piccolo manuale del ruolo. Forse perchè semplicemente in quel ruolo ci gioca per cui ci è avvezzo. Stop orientati. Passaggi eseguiti bene. Giocate semplici. Tempi perfetti. Io credo che sia un giocatore ad oggi indispensabile come vie Arthur. Vediamo se se Pirlo avrà coraggio e costanza per farne un giocatore della rosa.

Si .. Si .. No.. No ..un altro rigore negato a Cr7

scritto da Cinzia Fresia

Una vittoria a punteggio pieno  capita a fagiolo in questo momento non positivo  per la squadra, la Juventus conquista tre punti attraverso una doppietta di Cristiano Ronaldo e un gol di Mc Kennie.

Priva di numerosi titolari la squadra nonostante un po’ di  sofferenza fisica è riuscita ad imporsi nella metà campo avversaria per quasi tutta la durata della partita.

Un risultato salva morale e salva panchina che restituisce positività all’ambiente in vista delle sfide di marzo.

Ancora una volta Federico Chiesa conquista la ribalta e si  dimostra tra gli acquisti giù azzeccati della stagione, il talentuoso figlio di Enrico Chiesa è pieno di energia e non vede l’ora di scendere in campo e dimostrarlo diventando l’uomo squadra per eccellenza.

Il ritorno al gol dell’asso portoghese   gli ha restituito un po’ di buon umore, salvo la negazione di  un rigore piuttosto evidente:  Ronaldo in area viene visibilmente spinto e buttato a terra nel bel mezzo di un’azione da gol  non avrebbe cambiato il risultato se non il segnare una rete  in più,  utile per la classifica dei cannonieri.  Non è la prima volta che alla Juventus vengono negati calci di rigore.

La Juventus chiude il match con tre reti a 0, risultato che sistema un po’ la classifica, Andrea Pirlo si esprime con ottimismo in vista dei prossimi impegni, con la speranza di riuscire a recuperare dagli infortuni soprattutto Dybala la cui fantasia e imprevedibilità manca alla squadra, che  consentirebbe  a Kulusevski di arretrare nel suo ruolo maggiormente congeniale che è a centro campo.

Positivo l’inserimento di Niccolò Fagioli, il giovane centrocampista dimostra di essere a suo agio nel ruolo di regista, il  piacentino potrebbe essere una pedina importante per la Juventus.

 

 

 

 

Pagelle Juventus Crotone 3-0

Pagelle di Alessandro Magno

 

Buffon 6 Una serata tranquilla dove più che altro fa vedere che nel caso di necessità si può anche spazzare. Il Crotone tira qualche volta ma mai in porta.

Danilo 6 I telecronisti si esaltano perché nel finale fa qualche cambio di gioco e prova lui a impostare anche con buoni risultati tuttavia le amnesie difensive questa sera sono piuttosto ampie soprattutto all’inizio. Ho visto sue prove migliori.

Demiral 6,5 Un difensore che difende. Utile ed essenziale. Ruvido il giusto.

De Light 6,5 Prova lui a impostare la manovra e non è male anche se qualche volta anche lui fa alcuni tocchi di troppo. Si mangia un gol del possibile 1-0. In difesa insuperabile.

Alex Sandro 6 Alcuni ottimi cross soprattutto quello per il primo gol, altre azioni in cui si scarta da solo o si porta la palla fuori campo in modo maldestro. Insomma anche lui ha giocato meglio altre volte.

Chiesa 7 Nel primo tempo soprattutto quando la squadra è più tesa gli unici due che puntano gli avversari sono lui e Kulusevski. Se la squadra avesse metà della sua voglia e grinta sarebbe già a metà dell’opera.

McKennie 6 Non è al meglio e si vede. Cerca con tanto movimento di farsi trovare dai compagni e cerca di dare il suo apporto in copertura ma spesso le gambe non lo assistono. Alla fine trova un gran bel gol che chiude la partita.

Bentancur 6 Dopo la brutta prestazione contro il Porto era bene tornare subito a giocare senza sbagliare. Lui gioca in modo molto semplice e fa bene infatti senza fare nulla di che non commette errori.

Ramsey 6,5 Comincia piuttosto male si incespica da solo su una palla gol che meritava miglior sorte alcuni stop e passaggi sbagliati e sembra non essere in serata invece col passare dei minuti trova posizione e fiducia. Colpisce una traversa su un bel cross di Chiesa e serve l’assist del 2-0 a Ronaldo. Alla fine la sua prova è buona.

Kulusevski 6 Utilizzato in un ruolo non suo cerca di aprire spazi per i compagni tiene di fisico e di tecnica con anche bei numeri. Non è brillante ma è assolutamente utile sia a Chiesa che a Ronaldo.

Ronaldo 7 Due gol importantissimi che mettono in discesa una partita non così semplice come dice il risultato. Il resto a essere onesti anche il suo è rivedibile con alcuni errori tecnici non da lui. Le punizioni facciamole tirare piuttosto a Danilo.

Fagioli 6,5 Una prova di carattere. Si fa notare per tutti palloni stoppati bene e giocati altrettanto bene con tempi giusti. A naso come vice Arthur è già meglio di tanti altri improvvisati. Magari perché gioca in quel ruolo da tempo?

Morata 6 Utile alla causa

Bernardeschi 6 Entra bene

Di Pardo SV

Frabotta SV

Juventus 6 Era utile vincere e si è vinto. La nota lieta la vittoria e la classifica che ora ci vede terzi solitari dietro al Milan. Il gioco è stato a lunghi tratti ancora sconclusionato. Parziale giustificazione i tanti assenti.

Pirlo 6 Guai a non vincerla. Squadra per mezz’ora non pervenuta poi l’1-0 da fiducia e mette l’incontro in discesa. Forse era il caso di fare giocare Fagioli titolare.

Arbitro 5 E’ difficile fare male in una partita così e lui ci riesce. Intanto è da guinness la Juve con tre ammoniti e il Crotone 0. C’è un rigore su Ronaldo che da bar è netto e non lo da. Sul nostro gol si perdono 5 Min a valutare un fuorigioco che non c’è sembra quasi che si cerchi il fotogramma per annullare il gol alla Juve.

Lunedì 22 febbraio 2021 Juventus-Crotone ore 20.45 Allianz Stadium Torino

scritto da Cinzia Fresia

Una panchina traballante e sempre più infortunati affliggono Andrea Pirlo e la sua Juventus.

In conferenza stampa come da suo stile il tecnico  ha una risposta sempre pronta, dall’assenza di Dybala per ginocchio dolorante a ciò che è successo in Champions.

L’assenza dell’argentino non convince i tifosi, la scusa del ginocchio che fa ancora male non è più credibile, in realtà l’argentino pare alle prese con il rinnovo del contratto, sebbene le parti non riescano a trovare un punto di incontro. O forse non c’è nessuna trattativa .. forse Dybala è già stato venduto o magari ci sarà uno scambio.  Fatto sta che Paulo non c’è, su Morata non si sa e Kulusevski è raffreddato.

Più che una squadra la Juventus sembra una casa di cura e Andrea Pirlo potrebbe essere costretto a schierare il meglio della Primavera.

A richiesta di spiegazioni in merito alla deludente prestazione vista in Champions  League, Andrea Pirlo dice poco e niente se non lo scontato. Intanto l’Inter vola al galoppo conquistando il Derby, e tutti sono convinti abbia vinto lo scudetto.

La Società si dimostra poco affidabile e questo  Presidente è molto lontano dai tifosi .. ma tuttavia la squadra domani potrebbe trovare una squadra difficile che farà di tutto per aprofittare della debolezza psicologica di questa squadra.

Uno contro Tutti Ben contro gli haters dei sondaggi – ma che cazzo di problemi avete?

 

Il sondaggio ha dato questo esito

Facebook – fiducia a Pirlo 90% Allegri 8% Sarri 1% Traghettatore 1% voti  104

Twitter – fiducia a Pirlo 68% Allegri 25,5% Traghettatore 3,4 Sarri% 3,1%  voti 799

Blog – fiducia a Pirlo 50% Allegri 10% Sarri 8% Traghettatore 7% voti 50

Gruppo Facebook Immortali dal1897 – fiducia a Pirlo 84% Allegri 15,5% Sarri 0,5% Traghettatore 0% voti 240

Hanno votato 1193 persone

 

 

Se foste il presidente cosa fareste ora?

Se foste il Presidente cosa fareste ora?

View Results

Loading ... Loading ...

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia