Si .. Si .. No.. No ..un altro rigore negato a Cr7

scritto da Cinzia Fresia

Una vittoria a punteggio pieno  capita a fagiolo in questo momento non positivo  per la squadra, la Juventus conquista tre punti attraverso una doppietta di Cristiano Ronaldo e un gol di Mc Kennie.

Priva di numerosi titolari la squadra nonostante un po’ di  sofferenza fisica è riuscita ad imporsi nella metà campo avversaria per quasi tutta la durata della partita.

Un risultato salva morale e salva panchina che restituisce positività all’ambiente in vista delle sfide di marzo.

Ancora una volta Federico Chiesa conquista la ribalta e si  dimostra tra gli acquisti giù azzeccati della stagione, il talentuoso figlio di Enrico Chiesa è pieno di energia e non vede l’ora di scendere in campo e dimostrarlo diventando l’uomo squadra per eccellenza.

Il ritorno al gol dell’asso portoghese   gli ha restituito un po’ di buon umore, salvo la negazione di  un rigore piuttosto evidente:  Ronaldo in area viene visibilmente spinto e buttato a terra nel bel mezzo di un’azione da gol  non avrebbe cambiato il risultato se non il segnare una rete  in più,  utile per la classifica dei cannonieri.  Non è la prima volta che alla Juventus vengono negati calci di rigore.

La Juventus chiude il match con tre reti a 0, risultato che sistema un po’ la classifica, Andrea Pirlo si esprime con ottimismo in vista dei prossimi impegni, con la speranza di riuscire a recuperare dagli infortuni soprattutto Dybala la cui fantasia e imprevedibilità manca alla squadra, che  consentirebbe  a Kulusevski di arretrare nel suo ruolo maggiormente congeniale che è a centro campo.

Positivo l’inserimento di Niccolò Fagioli, il giovane centrocampista dimostra di essere a suo agio nel ruolo di regista, il  piacentino potrebbe essere una pedina importante per la Juventus.

 

 

 

 

  1. CR7, ha dimostrato di essere un trascinatore, oltre che un campione, si è messo a disposizione della squadra.
    Fagioli benino, anche se dall’inizio sarebbe stato un azzardo.
    Per chi avesse voglia vada a vedersi a Tiki Taka di questa notte, il tifoso dell’intellighenzia interista Riotta…

  2. RICETTA CON FAGIOLI

    Forse era prematuro metterlo in altre partite…ma vista l’assenza di Arthur io lo avrei azzardato.
    Tre punti inter-essanti presi ieri sera con una partita iniziata troppo nervosa da parte dei ragazzi di Pirlo…forse perché reduci da due sconfitte consecutive.
    A Verona sarà sicuramente più difficile e soprattutto dura nei contrasti.

    Quasi fuori dal tunnel…Dybala si accinge a firmare(finalmente) il contratto: Un contratto da 9 milioni a stagione più 1 milione di bonus e altri bonus legati alla Champions League.

    Se si dà da fare non sono pochi!

    Buongiorno ☕

    • Fino alla fine.
      Sogno un meno 4 alla penultima giornata e con quella partita da giocare contro il Napoli.
      A quel punto ……, lascio pensare cosa potrebbe accadere.
      Bravo Ivano, hai rimarcato un passaggio che pure io ieri sera ho appuntato perché pur non vedendo mai Tiki taka strano ma vero, mi sono ritrovato nel momento in cui Cruciani ha buttato ( prima volta in tv in modo seri) la bomba su farsopoli e su quei poveri idioti ( perché oltre a riotta in minuscolo anche zazzaroni idem) che di dimenavano come checche.
      Un bel carico lo hanno messo pure Massimo Mauro e Graziani ricordando le verità che non volevano accettare, cioè che la Juve è sempre stata superiore.
      Aspettava il Var riotta, e sono 4 anni che la Juve, gli ripeteva Cruciani, vince lo stesso. 15 punti di distacco ed ancora si sente orgoglioso e si fregia di uno scudetto di cartone. Roba da peggior ultras della più infima specie. Gente da sputare in faccia perchè si possano lavare il viso (alla Cecco la qualunque).
      Mi fermo perché potrei andare avanti all’infinito e non mi piaccio più.

  3. “Sono orgoglioso dello scudetto che chiamano di cartone dell’inter. Ci sono delle sentenze, non sono punti di vista”.

    L’inter-versione di un inter-ito.

    • Sentiti il botta e risposta Giò.
      Certi personaggi sono proprio inter-detti sfigati o ancora figli di in Dio minore. E’ come scegliersi una compagna ( o un compagno nel caso femminile) “cesso” ed andare e vantarla come se fosse più bella della Bellucci.

  4. Buffon 654 presenze.
    “Il mio orgoglio? Non esserci arrivato strisciando”
    😯
    Cosa avrà voluto dire… 😎

  5. Antony,
    secondo me, i punti più bassi sono due, il primo quando dice che la juve RUBAVA, il secondo è quando cerca la sponda del conduttore, noto granata, due volte, e Chiambretti gliela nega…
    In sintesi, tu che sei del Toro, sputa sulla Juve come faccio io…

    • Il conduttore ha ritmi e ironia televisivi. E infatti muove (e zittisce) con maestria i suoi burattini ribolliti😅.

  6. La frase che fa cadere il castello di accuse dell’inter-ito contro la Juve è: “Ci sono state delle sentenze che se guardate l’arbitro di quella partita (ndr Juve-inter del 1998) vedete che è molto nominato nelle carte dei processi.”
    L’arbitro Ceccarini nominato nelle sentenze di calciopoli?..
    Ma quando mai, dove? .. era la domanda da porre, ricordandogli fra l’altro che in quelle “sentenze” di cui parla non è stata emessa nessuna condanna penale nei confronti di alcun componente le terne arbitrali delle partite della Juve, in che modo allora la Juve avrebbe “rubato” quei campionati?.. ma tant’è, il simulacro del Massimo dell’antisportività e dell’ipocrisia con una versione dei fatti totalmente appiattita sulle posizioni accusatorie, aggravata dall’ostinazione del voler ignorare la gravità delle telefonate dell’inter. Sono passati 15 anni invano, evidentemente a loro ancora non bastano per provare a mettere insieme una ricostruzione storica condivisibile da tutti.

  7. IL MASSIMO DEI CARTONATI

    Non riesco a trovare il video di ieri sera…riporto l’accaduto…

    Dopo l’ultimo turno di campionato e la vittoria schiacciante nel derby, i nerazzurri sono ora considerati i favoriti numero uno per lo scudetto.
    I rossoneri sono a meno quattro mentre la Juventus è sotto di otto lunghezze con una gara da recuperare.
    Nel corso della trasmissione Tiki Taka in onda su Italia 1, il conduttore radiofonico Giuseppe Cruciani, tifoso laziale ma vicino anche ai colori bianconeri, si è lasciato andare ad una provocazione: “Dobbiamo fare tutti il tifo per la Juventus, tra 4-5 giornate rischiamo di essere tutti fot**ti. Se l’inter prende il largo tra qualche giornata potremmo stare qui a non parlare più di niente.
    Il campionato potrebbe essere finito. La Juventus deve vincere, lo dico anche per salvare questa trasmissione”.
    Ivan Zazzaroni, ospite fisso del programma condotto da Chiambretti, ha prontamente replicato: “Per nove anni abbiamo sperato che la Juventus perdesse e ora dobbiamo sperare perché vinca”.

    Cruciani ha continuato il suo show a Tiki Taka battibeccando anche con Gianni Riotta.
    Il giornalista, tifoso nerazzurro, ha esclamato “Sono orgoglioso dello scudetto che chiamano di cartone dell’inter. Ci sono delle sentenze, non sono punti di vista” e il conduttore de La Zanzara ha prontamente risposto: “L’inter è arrivata terza a 15 punti dalla Juve.
    Non c’è mezza prova che quello fu uno scudetto rubato, non esiste. L’inter non doveva accettarlo lo scudetto”.

    Quello che afferma Gianni Riotta mi ha lasciato inter-detto.

    Buon pomeriggio

  8. FORSE A PRIMAVERA

    C’è chi gufa contro e chi no.
    Se la nazionale dovesse uscire dall’Europa League…forse Juve-Napoli del 4 ottobre si potrebbe recuperare il 17 marzo…data possibile in caso, appunto, degli azzurri dalla competizione europea.

    Dopo il recupero la Juve potrebbe rimanere distanziata di otto punti, o di sette ma anche di 5 lontana dall’inter…sempre che le due antagoniste le vincano tutte fino ad allora.

    Per la Juve ci sarebbero 2 punti persi con la Lazio da poterne usufruire se la giustizia giusta dovesse inter-venire per le note vicende Lazio-Covid.

    Saluti

  9. Ecco il video completo, il ridicolo massimo è quando intorno a 1 ora 10 minuti e 20 secondi il riottoso per giustificare lo scudetto di cartone parla del rigore del 1998 su Ronaldo.
    https://www.sportmediaset.mediaset.it/video/calcio/puntata-del-22-febbraio_29034539-202102k.shtml

    • Chiambretti tirato per la giacchetta ha dato uno schiaffo metaforico al rimbambito di Milano che rideva (di se stesso) come un beota.

    • Grazie Gioele
      Sentirlo, Riotta, è tutta un’altra cosa, è proprio vomitevole.
      A forza voleva far dire qualcosa a Chismbretti perché tifoso torinista…gli ha detto di essere come Bruno Vespa.
      Chiudete, oscuratelo,nlevategli l’inter-vento.

  10. Alessandro Magno

    mondo calcio 17-15 on air https://studioblue.altervista.org/

  11. TONY DAMASCELLI

    Piste da sci deserte.
    Teatri, cinematografi, musei, ristoranti, bar, rosticcerie e affini, chiusi.
    Poi arriva il calcio. Poi arriva il derby.
    Quello di Milano, roba seria, mica funivie, sculture, tele pittoriche, filmetti, cucine fumanti e panini con la salamella.
    E allora liberi tutti, diecimila e più intruppati lungo viale Caprilli, Milano, eppoi davanti allo stadio Giuseppe Meazza, bandiere, fumogeni, striscioni, sfide, spintoni, minacce, abbracci, varie ed eventuali. Forze dell’ordine come gli osservatori dell’Onu, nessuna carica, nessun intervento per riportare disciplina e rispetto dei decreti vari del Conte che fu e del Draghi che è.

    Questo è il calcio, signori e signore, un mondo che se ne sbatte di tutto e di tutti, un’isola di un tesoro fasullo, carico di debiti e di truffatori, nuovo approdo di speculatori stranieri, territorio di astuzie fiscali e di promesse mai mantenute.

    Lo spettacolino di San Siro viene dimenticato nel giro di minuti due, meglio concentrarsi su Lukaku e Ibrahimovic (a proposito, che fine ha fatto la grande inchiesta sulla “golmorra” dei due gentiluomini?), sulle ripartenze e sui posticipi, sulla Champions league e i diritti tivvù.

    Rob de matt, per usare la lingua comune della folla da derby, costretta a inventarsi fuori la ola e i cori, impediti dentro, ma soprattutto consapevole che ai tifosi sia consentito ciò che ai normalissimi cittadini è severamente vietato.

    Già si erano visti i fescennini per Maradona a Napoli, così possiamo dire che l’Italia è davvero unita, e così anche i raduni incasinati, con telecamere, microfoni e taccuini, dinanzi ai politici nostrani. Nessun ombra di drone, elicottero, cani poliziotto, carabinieri a cavallo, anzi inquadrature fedeli della massa urlante.
    Come se niente fosse, come se tutto fosse normale.
    Avanti così, basta una mascherina e saremo tutti salvi, palla al centro e pedalare.

    Saluti

  12. Ma state ancora a vedere ste cose… I cartonati non lo ammetterà no mai, perché dovrebbero. Le sentenze, Ronaldo, le telefonate,niente da fare a loro non conviene intaccare la farsa del 2006,nemmeno davanti ad un plotone di fucilazione. Perché dovrebbero? Per onor del vero? Naaaa
    Per onesta? Non pervenuta dalla fondazione della società. Per le dichiarazioni dopo la prescrizzzzione? Perché mai. Fa comodo così dai. Inutile sforzarsi perché lo sanno meglio di noi, meglio tenere il punto, qualcuno ci abbocchera’ sempre. Poi, I più giovani, ne sono ancora più convinti, non avevano età della ragione e sono venuti su così.

    Ma ragionate, come potrebbero mai ammettere, che farebbero, come si rapporterebbero, come vivrebbero. Date retta a me, stiamo meglio noi, con l ‘animo e la testa.. La rabbia non svanirà, ma almeno sappiamo dove sta la verità, il guaio per gli Inter tristi è che lo sanno anche loro, è solo la commedia, quella che deve andare avanti. Ma che cosa dovrebbero fare, dai su.. Poveracci.detenuti a vita dentro loro stessi.

    • Tino, ripeto, se mi dovesse capitare un zazzaroni d’avanti lo sputerei in faccia per lavarlo, per farlo sentire pulito. Questa feccia di società che si atteggia nel mondo dei media senza un minimo di deontologia professionale non va solo offeso per la propria scarsa professionalità. E’ da cancellare alla Pistocchi maniera nel suo piccolo orticello visto che non si puó mettere al fresco onde poter poi buttare via la chiave. Aveva ragione “un Rivoluzionario” di qualche migliaio di anni addietro che in punto di morte disse “perdona loro perché non sanno cosa fanno”.
      Guardare una trasmissione trash come quella di ieri dove i cosiddetti “ acculturati” sparavano mer..a fa arrabbiare anche il più tranquillo dei tranquilli . Fossi oggi un dirigente Juve prenderei quanto detto in quella trasmissione per querelare quel personaggio orgoglioso di avere uno scudetto di cartone, farlo tirare fuori qualche soldino per aver diffamato e chiamato ladro chi non ha mai veramente pagato un arbitro in vita sua.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web