Aspettando che finisca presto

scritto da Cinzia Fresia

Quanta delusione nelle facce dei giocatori della Juventus, eppure la squadra ha vinto con punteggio più o meno pieno. Del gol subito se ne poteva fare a meno ma non è stato l’unico errore.
Black out a fasi alterne e gol sbagliati a porta vuota e alla fine il tecnico che non offre soluzioni.
Sarà per questo che si esce dal match con i musi lunghi, quasi felici che la partita sia finita.
Nota positiva Kulusevski e Morata in gol, fa bene al risultato e al morale dei ragazzi.


Ma perché prendere gol da 6 partite consecutive? Troppe domande senza una risposta se non generica.
Il Genoa è stata poca cosa e la Juventus poteva vincere 10 a 0, se l’avesse voluto, clamorosi errori a porta vuota di cui uno grosso di Ronaldo.

A proposito, Ronaldo lascia l’Allianz togliendosi la maglietta e sbattendola a terra, mi chiedo se sia il caso che un giocatore dal suo prestigio in campo e fuori, protagonista di annate fantastiche si debba lasciare andare ad esternazioni che sfiorano il ridicolo.

Cristiano facendo così cade nel patetico, d’altronde tutti i giocatori cercano di aiutarlo a vincere la classifica cannonieri di serie a, perciò se la prenda con se stesso se sbaglia a porta vuota e lasci in pace la Juventus che non c’entra nulla.

La squadra ha giocato bene nel primo tempo e Kulusevski ha segnato un bel gol, per il resto i difetti di formazione e di approccio non si risolvono da una settimana all’altra. Sembra che Pirlo metta una pezza ma in realtà la squadra cade sempre in confusione e al solito prendono un gol.

Per una squadra come la Juventus lottare per il piazzamento in Champions è come accontentarsi del premio di consolazione, i giocatori vanno in campo per vincere, questo è nel DNA della Società.
Si capisce l’aria che tira non sia delle migliori, perché è innegabile voltarsi indietro ed avere qualche rimpianto.

Certo due mesi senza Dybala è tanto, anche se non segna Paulo crea molto, in pochi hanno la sua fantasia, però questa non deve essere una giustificazione.
Anche senza di lui la Juventus poteva vincere, arrivare in cima e giocarsela con gli altri. Bastava impegnarsi a non sprecare.

E in questa fase del “mettiamocela tutta” il silenzio della Società è ciò che infastidisce maggiormente, a parte le frasi di circostanza di Paratici sul rinnovo a Dybala, che peggiorano la situazione già critica di suo.

Peccato buttare un anno ..ma se manca convinzione dalla base non si può pretendere di più.

  1. Cinzia
    Ma come, ora che iniziamo a divertirci buoi che finisca?

    Si dice che Ronaldo non ha buttato la maglia a terra ma l’ha lanciata a un raccattapalle che gliela aveva chiesta.

    • Barone, ti diverti? Io no, non riesco ad accettare che la Juventus abbia affidato una situazione così delicata ad un tirocinante e che si dà pure 6 ..

  2. Alessandro Magno

    La maglietta non è stata sbattuta a terra purtroppo questo lo han detto i commentatori Sky. La maglietta è stata tolta e lanciata a un raccattapalle che l’ aveva chiesta. Confermato dai fotografi che erano lì e anche da Tuttosport

  3. alessandro magno

    Comunque salvo un 15 minuti ho visto una buona Juve. Di arrabbiato c era solo Ronaldo ma lui è così se non segna non è contento. Buon per noi

  4. alessandro magno

    Fra l’altro la.coppia telecronista Trevisani Adani sono due noti interisti

  5. Allora Il gesto purtroppo si presta a fraintendimenti, detto questo Ronaldo deve calmarsi e controllarsi. Perché non sempre si segna e non sempre gli altri lo fanno segnare. Mi rendo conto della sua profonda delusione.

  6. 5 GIORNI 6 PUNTI

    La Juventus è dove si trova un pò o tanto per quello che non è riuscita a mettere in campo ma il resto e il mal funzionamento del var…sarebbe andata a 9 punti mercoledì scorso si sarebbero cagati addosso, pensa un pò con una Juve a 4-5 punti sotto…
    In poche parole ancora non sono tranquilli e tranquillamente arrivano gli aiutini…sempre.

    Si resta davvero allibiti quando gli arbitri usano due pesi e due misure. chi ricorda l’intervento di Chiesa in leggero ritardo e senza cattiveria punito col rosso?
    Ieri l’intervento gravissimo di Brozovic su Joao Pedro e l’arbitro che tira fuori solo il giallo.

    Non è un alibi, la Juve deve pensare a vincere senza guardare gli altri.
    Ma se gli altri da anni accusano la Juve di avere favori arbitrali e la realtà è l’esatto opposto qualcuno deve anche dirlo dato che i media sono silenziosi.

    E così l’arbitro salva l’inter che sarebbe rimasta in 10 e che invece così porta a casa un’altra vittoria.
    E ogni partita casualmente succede qualcosa.
    Col Sassuolo l’arbitro non aveva visto la plateale tenuta di maglia e il rigore dell’eventuale pareggio.
    Fece continuare l’inter che nell’azione stessa raddoppiò mentre il Sassuolo ancora protestava.

    Ma naturalmente i media non vedono niente di strano e preferiscono parlare di Suarez, o di Ronaldo in montagna.

    Quest’anno la musica si era compresa già a inizio campionato quando contro la Juve venne sanzionato di tutto.

    Chiesa appena entrato al primo ritardo in scivolata benne espulso.
    Morata per aver protestato a partita conclusa per un netto rigore su De Ligt si prese due giornate di qualifica.

    La Juve ha vinto troppo e questo naturalmente non faceva bene a tanti.
    Quest’anno fra sentenze, rinvii di partite ad personam e var acceso ad intermittenza si è visto di tutto.

    Speriamo che dal prossimo anno si possa tornare a giocare a calcio normalmente.

    Dal Tirreno centrale è quasi tutto.
    Buongiorno ☕

    • PS
      Scusate, non so voi, ma io ogni tanto sento puzza de bruciaticcio.

      • Hai perfettamente ragione Barone e lo diciamo da diverse partite, ma purtroppo l’aver affidato ad un tirocinante la squadra non lo assolve.
        Poi cosa è successo dopo posso solo immaginarlo. In ultimo .. hai visto tu il Presidente?
        Pensare di essere il Real Madrid è stato il primo equivoco.

  7. “L’affare Ronaldo non è stato poi così un grande affare. Per la Juventus e per lo stesso Ronaldo. Non lo dicono i numeri che, bene o male, parlano di due scudetti, qualche coppa nazionale e tanti gol segnati in serie A. A bocciare l’operazione sono i conti (in rosso) della Juventus e la bacheca tristemente rimasta al pre Ronaldo. CR7 gioca per sé e per il suo brand. La conferma l’abbiamo avuta ieri. Un pomeriggio di routine con la Juventus che doveva vincere e ha vinto contro il Genoa. A proposito, la squadra di Ballardini sta lentamente staccando la spina dopo aver messo la salvezza in ghiaccio. Dicevamo di Ronaldo. Non è contento del 3-1 della sua squadra ma deluso ed arrabbiato per non aver fatto la differenza. La strada del tramonto è sempre più vicina. A fine gara lancia a terra la maglia della Juventus (che poi raccoglierà un fortunato raccattapalle) senza mostrare un minimo di rispetto per quei colori che oggi dovrebbe difendere e non gettare al vento. Poco rispetto anche nei confronti della Juventus e dell’Italia che dopo 3 anni non spiccichi mezza parola di italiano e che chiami ancora la sua squadra Giuventus. Almeno una parola imparala, dopo tre anni, per 100 milioni all’anno che prendi. Non chiediamo di trasformarsi in Dante Alighieri. Campioni bisogna esserli anche fuori dal campo e Lukaku, giusto per fare un nome, quando lo senti parlare in italiano ti complimenti almeno per l’impegno che ci ha messo. Ronaldo non riesce più a fare con i piedi quello che la testa gli dice di fare. E’ stato un fenomeno ed è un grande campione. Continuerà a fare grandi cose, nella giocata individuale, ma sicuramente sta iniziando una fase di atterraggio che se continuerà in Italia rischia di essere più veloce del previsto. Un altro anno nel nostro campionato e Ronaldo rischia di finire prima di quanto abbia previsto.”

    (Parole abbastanza condivisibili di Michele Criscitiello)

  8. Questa volta non condivido Criscitiello, Luigi anche se lo ritengo uno dei più illuminati nel lotto di giornalai che circolano nell’aia.
    Il fatto che si sia fatto influenzare dal duo interista ( lingue biforcute quindi poco credibile) , Adani Trevisan sul lancio della maglietta di Cr7 invece di approfondire dovrebbe farti pensare. Il fatto poi che Cr7 che non parli italiano non è mancanza di rispetto ( perché da quanto ne so non ha bisogno di interprete e lo capisce bene) ma di vergogna nel non saperlo parlare come vorrebbe. È un difetto di molti perfezionisti che preferiscono non fare brutte figure quando non sono sicuri di poter far bene qualcosa. Ne so qualcosa io privatamente perché ho un familiare che parla e scrive correttamente due lingue ma quando deve parlarlo con un madrelingua preferisce declinare per non fare brutta figura, magari solo in qualche inflessione.
    Un altro grande campione come Michael Shumacher preferiva evitare le interviste in Italiano pur essendo molto bravo nel parlarlo.
    Ieri sentivo Pelè nella trasmissione di Fabio Fazio che rispondeva in portoghese alle domande fatte dall’intervistatore in Italiano e non sembrava avesse cuffie o interprete accanto, ad esempio.

    Vogliamo parlare di Juve?
    È un annata in cui ha fatto di tutto per non vincere questo campionato per i troppi punti persi contro le piccole, ( magari alla prossima si perde pure con l ‘Atalanta e diremo pure altro) ma ad oggi questo è stato il peccato più grave. Quello di sottovalutare molte partite che si sono date per vinte prima di giocarle.
    Poi tutta un altra serie di situazioni hanno contribuito come ha scritto il buon Barone, affinchè certe cose andassero su un certo binario e ci sarebbe pure da parlare “del marcio in Danimarca”, ma questo era già nei protocolli perché la Juve sta sulle scatole a tutti coloro che non sono Juventini, quindi era prevedibile e da affrontare a muso duro.
    “Chi ha colpa dei suoi mal, pianga se stesso” dicono dalle mie parti , e speriamo di rientrare almeno tra quelle che potranno giocarsela in Champions. Almeno lì credo che un posto da testa di serie le sia rimasto.

    • Mi piace la sintesi:

      Lasciamo perdere Criscitiello …“Giuventus”, il primo giorno fa simpatia, dopo tre anni è grottesco!

  9. Te lo ricordi come diceva Juventus, Sivori? O magari come lo dicono gli inglesi? E’ proprio questa difficoltà di pronuncia che poi li fa diventare più refrattari a farli parlare l’ italiano.

    Per noi sembra facile, e come dici tu “grottesco” che ancora non lo sappia dire, ma vorrei spingerti a dire (municeddrhe a te che sei meridionale come me,) ad esempio come lo diciamo noialtri nel Salento e vedi se non diventi “grottesco” pure tu 😆

    • Cerchiamo di fare paragoni pertinenti, senza doverci arrampicare su liane giustificazioniste😅.

      In parole povere, *Juventus* è una parola latina. Chiediamo a Ronaldo di pronunciarla come avrebbero fatto loro, e come d’altronde facciamo noi 🤗.

      Perché il fondato sospetto -proprio per un maniacale come lui-, e che non si applichi sull’argomento … per mancanza di umiltà?

    • PS dimenticavo, sul tuo “munuceddrhe”, faccio di più:

      C’n g’na ma scì, sciamanin,
      c’nan g’na ma scì, nan g’n si’m scin🤣

      • Il Barese è una lingua araba che nulla ha a che fare con il salentino che purtroppo è meno conosciuta . Quella è una frase molto conosciuta come una sorta di scioglilingua ( se dobbiamo andare andiamo, se non dobbiamo andare non andiamo). Ti posso assicurare che anche sforzandoti non riusciresti a dare in quel ddhre il giusto suono fonetico se non fossi uno del luogo. A proposito significa lumache quel municeddhre. Quando ci sentiremo te lo pronuncieró😂😂😂

  10. Comunque ieri Chiesa mi è piaciuto come personalità molto di più rispetto a quanto sia stato poco preciso e precipitoso.
    Per almeno 3 volte non si è genuflesso e passato la palla a Cr7 ed è un segno importante perchè il ragazzo mostra personalità ed ha imparato a tirare in porta o a passare la palla a chi è messo meglio non al ” cannibale “che la vorrebbe sempre.
    Che Ronaldo esca dal campo arrabbiato perchè non è riuscito a segnare è sempre un buon segno, ma deve imparare anche a capitalizzare tutte le occasioni che ha in ogni partita. Il goal di Morata è arrivato in terza battuta dopo un suo madornale errore sotto porta, ed ormai ci siamo abituati a soffrire ogni partita perchè dai piedi o dalla testa di Ronaldo, nonostante segnasse parecchio, manchino almeno altrettanti goal.

  11. alessandro magno

    Io credo abbiamo cose più serie a cui pensare che se Ronaldo si arrabbia o meno. Personalmente preferisco chi si arrabbia e non è mai contento di se piuttosto di chi perde ed esce dal campo ridendo.

    Su chiesa sono d’accordo a metà con Antony perché molti non passano la palla a Ronaldo per reverenza ma per deresponsabilizzarsi. In ogni caso chiesa molte volte in questa partita l ha data a morata piuttosto che a Ronaldo. Ora fra fare una palla a Mortara a Ronaldo c’è obiettivamente un poco di differenza.

    • Chiesa aveva fatto la scelta giusta a chi passare la palla…ha sbagliato grottescamente la misura…ieri non ne è stato indovinato uno che sia uno di passaggio risolutore.

  12. Che vada dove voglia, liberando la società dal pesante ingaggio che permetterebbe di ricostruire seriamente tenendo i migliori e sbarazzandosi dei brocchi. Altrimenti bisognerà tenere i brocchi e vendere i migliori.

    Tony Damascelli parla di Cristiano Ronaldo nel suo editoriale per Il Giornale: “La Juventus deve affrontare un caso umano: Cristiano Ronaldo, per tutto il secondo tempo, ha avuto un atteggiamento indisponente nei confronti dei compagni di squadra, sbuffando, criticando un’azione sbagliata, un passaggio ritardato, un tiro sbilenco, anzi più di uno pure suo, imprecando come un moccioso e, a fine partita, si è tolto rabbiosamente la maglia lanciandola via ma poi consegnandola, con fastidio, a un raccattapalle, cosi sostiene l’ufficio legale a difesa. A meno che il gesto finale non sia l’anticipo della decisione che verrà presa al termine della stagione. Chi vivrà vedrà. Non su Dazn”.

    • Luigis, la maglia a terra resta un brutto gesto di Ronaldo … A prescindere che poi sia stata raccolta da un raccattapalle.

      • La penso in toto come te, anzi aggiungo che il portoghese sembra un corpo estraneo in questa squadra perché se si è incazzati quando si vince 3-1 perché non si segna non va assolutamente bene; a me sembra che stia giocando più per le sue soddisfazioni che per gli obiettivi comuni. A me non interessa se i suoi record siano propedeutici a quelli della juve perché c’è anche il rovescio della medaglia: è felice se segna anche se la juve perde. Insomma mi sembra che giochi per se stesso.

        • Luigis è sicuro che la Società ne ha fatta una delle sue con lui, non hanno mantenuto le promesse, la squadra non gliel’hanno fatta e lui non sa come girarsi. Purtroppo è un brutto cliente quindi consiglio loro di quietare le acque.

  13. Allora, quando vedo Ronaldo mi viene in mente Valentino Rossi che arriva ultimo. Allora è evidente che non è più come prima e il calcio italiano proprio perché è senza pietà, e prigioniero di tatticismi, te lo sbatte in faccia. È spiacevole vederlo saltare dal primo ragazzotto che passa. È spiacevole vedere che sbaglia gol a porta vuota e lui dovrebbe essere il primo ad ammetterlo. Se vuole continuare deve adattarsi, per esempio a non giocarle tutte, o ad essere più al servizio della squadra. I colleghi non possono sempre farlo segnare un po’ ci provano ma poi ognuno se può segna. A riguardo del lancio della maglietta, ognuno legga come crede il gesto che è molto fraintendibile,e a mio parere una persona così deve imparare a controllarsi.
    Il fatto non parli italiano .. è I un non problema.

  14. Io credo che si stia approfittando di qualsiasi cavolata per dare addosso a Ronaldo quando i problemi sono ben altri.
    Personalmente preferisco un giocatore incazzato per non essere soddisfatto della prestazione piuttosto di quelli che ridono.
    Ora pare che il problema sia Ronaldo quando invece non si è stati capaci di costruire una squadra alla sua altezza.
    Se la Juve non è in grado di tenerlo che lo venda pure se ci riesce. Ma additarlo come fosse lui la causa di questa continua regressione mi sembra fuori luogo. Dovunque sia andato ha fatto la differenza, e credo l’abbia fatta anche da noi visto che senza i suoi gol il crollo sarebbe arrivato prima.
    Pare che ieri si sia incazzato perché voleva che attaccassimo di più in superiorità numerica, come dargli torto?
    Si dice lo faccia nel proprio interesse, per fare gol. Può darsi. Ma quei nostri giocatori che invece rifiutano i cambiamenti ed amano abbassarsi a difendere in area di rigore non lo fanno nel loro interesse perché si esaltano a giocare così?

    • Nessuno mi pare stia additando Ronaldo come causa dei problemi della Juve.
      Ma idolatrarlo anche quando è di nocumento si può e si deve.

    • E no Kris non si è incazzato perché dovevamo attaccare di più, si è incazzato perché non gli passavano la palla… chiedi a chiesa. Non solo, ad un certo punto si è messo in proprio cercando il tiro per forza: due volte con una minestrina riscaldata che perin ha parato con la pipa in bocca e due volte circondato da avversari dove era impossibile far passare la palla tant’è che il genoa è ripartito in contropiede.
      Hai ragione sul fatto che la squadra non sia alla sua altezza ma presumo che il prossimo anno lo sarà decisamente di meno, soprattutto se cederanno dybala, e quindi il prossimo anno potremmo vederlo ancora più incazzato. La differenza la fatta dappertutto un po’ meno quest’anno e non è detto che avere un giocatore più integrato nel gruppo e pur realizzando meno, quelle reti mancanti non sarebbero potute essere segnate da altri visto che se non gli passano la palla lo devono sentire sbuffare e incazzarsi.

  15. Detto fra i denti: la juve vuole dare a dybala un rinnovo da 10 e il calciatore 12, se queste fossero le cifre mi chiedo se è possibile vendere un giocatore come l’argentino per due mln, inserirlo in uno scambio con icardi che fa la panca nel psg e magari mettere a segno un plusvalenza all’arthur che però non ti fa vincere né la champions né lo scudetto… misteri di paratici.

  16. Il gioco del calcio è un gioco di squadra e i risultati spesso si ottengono quando c’è una certa affinità tra i giocatori; non tra tutti ma tra la maggior parte di loro, insomma chi più chi meno abbiamo giocato tutti e alcuni giocatori diventano sopportabili fin quando fanno la differenza quando questa manca spesso non si è propensi a fare uno sforzo per rimediare ad un errore di quel giocatore insopportabile a quel punto meglio avere uno più scarso ma più inserito nel gruppo.

  17. Ragà,
    Ronaldo certi comportamenti li ha sempre avuti, anche in una piazza più esigente della nostra su certe cose.
    Lui non è mai stato un leader da gruppo, ma è un leader tecnico e chi lo ha saputo sfruttare da questo punto di vista ha riempito la bacheca.
    Ora pare sia nervoso, ma come potrebbe essere diversamente in una stagione in cui non hai nemmeno lottato per i principali traguardi, giochi in una squadra che 9 volte su 10 scende in campo in pantofole, e sei allenato da uno che ha la mia stessa esperienza in panchina?
    Se è deleterio per il gruppo che lo vendano pure, io non sarei contrario ad una cessione. Ed insieme a lui vaccino pure chi ride senza apportare nulla in campo.
    Il problema, come nel caso di Dybala, è capire con chi lo sostuirebbero… perché i nomi che circolano sono tutt’altro che esaltanti…

    PS. Se può essere di consolazione, Ronaldo non ha mai pronunciato bene nemmeno “Real Madrid” visto che la “r” e soprattutto la “l” al finale di parola hanno una pronuncia completamente diversa da spagnolo a portoghese😅

  18. Francesco Repice analizza il momento vissuto dalla Juventus: “A me non colpisce nulla di negativo di questa squadra, sapevo come sapevano tutti che si sarebbe trattato di un’annata di transizione, non poteva essere altrimenti.
    So benissimo che all’interno dello spogliatoio ci possa essere qualche malumore, penso ad esempio a Cristiano Ronaldo che potrebbe forse evitare.
    All’età sua, con quello che ha vinto e dimostrato, dovrebbe evitare.
    Piuttosto lo faccia negli spogliatoi, in pubblico certe cose non fanno bene e alimentano pettegolezzi, ad esempio sulla mancata multa da parte della squadra.
    Chiaro che poi l’atteggiamento dell’allenatore nei confronti di CR7 sia diverso essendo un fuoriclasse.
    Ci sono tanti giocatori che stanno salendo di tono nonostante la Juve non abbia avuto molti dall’inizio.
    È comunque tra le prime 3-4, ha già portato a casa un trofeo e potrebbe portarne a casa un altro.
    Se dovesse finire così, andate poi a spiegare a Pirlo che è stata una stagione fallimentare. Mi viene da ridere.
    Non credo che la società si aspettasse niente di diverso, il calcio lo conoscono.
    Hanno fatto una scelta come ha fatto il Manchester United con Solskjaer.
    Pirlo secondo me è stata una scelta molto intelligente, è un allenatore attaccato al club e che col club ha creato qualcosa, conosce l’ambiente.
    Io credo che vada confermato anche l’anno prossimo.
    Allegri sarebbe una minestra riscaldata e nel calcio non va quasi mai bene”.

    Sull’inter: “Io ho seguito dal vivo inter-Atalanta e inter-Sassuolo e ho visto Conte come si è messo, ha stretto le linee ed è ripartito. Quando giochi contro certe squadre che ti possono fare male devi fare anche un po’ la provinciale, come faceva anche la Juve negli anni passati.
    Io non sono un guardiolista, sono un allegriano convinto”.

    Buona serata

  19. Elkan incontra allegri: sarà mica un’altra cena tra amici?

  20. AZZ, ANCORA NON HO DATO IL BUONGIORNO

    Qualcuno mi dice, per cortesia, da quale minuto abbiamo giocato in superiorità numerica…anzi lo chiedo a Kris.
    Di solito non mi addirmento mai quando guardo le partite della Juve.

    Infine: non è da oggi che contesto Ronaldo…continuare la vostra tiritera con i 90 e passa goal segnati…ne preferivo 45 e il passaggio del turno in Champions almeno fino alle semifinali…se proprio vogliamo mettere 4 squadre davanti a noi: inglese, francese e tedesca?
    Se poi ho sbagliato nelle valutazioni di cr3,5 negli ultimi periodi chiedo venia.

    Buongiorno ☕

    • Scusa Max, ti leggo ora. Negli ultimi 15′ se non ricordo male. Ma l’opinione sull’arrabbiatura di Ronaldo non è mia, è quanto letto in un articolo sul “Bianconero”.
      Ciao

  21. PROMESSA NON MANTENUTA

    Attraverso una storia su “Instagram”, in risposta ad un tifoso, Dani Alves, terzino 37 enne del San Paolo, spiega perchè lasciò la Juventus nell’estate del 2017 dopo una sola stagione di militanza in bianconero per passare al PSG:

    “Perchè lasciai la Juventus?
    Perché mi avevano detto che avrebbero cambiato il modo di giocare e non era vero”, queste le parole del brasiliano.

  22. IL RETROSCENA DI MAX

    Parole di Alves suonano come una stoccata ad Allegri, anche se l’ex tecnico bianconero lo aveva elogiato nella recente intervista a Sky Sport raccontando un curioso aneddoto: “Eravamo a Napoli a giocare la semifinale di Coppa, dovevamo portare a casa la partita visto che mancava poco. Dani Alves mi disse che voleva andare a uomo su Insigne perché era l’unico azzurro che ci stava creando qualche problema. A quel punto gli ho dato il mio ok. Anche io ho imparato dai grandi giocatori.
    Quando giocammo col Barcellona andammo a uomo su Neymar ricordando questa esperienza”.

    Buon pomeriggio

  23. PURTROPPO PER LORO LA JUVE RESTA

    Dani Alves, se ne andò perché voleva vincere la Champions con i francesi(testo e musica dello stesso Alves) e soprattutto perché gli davano il doppio della Juve.

    Saluti

  24. IL RONALDO FURIOSO

    Non sono più il bambino sottomesso, ho tirato fuori le palle e mi ribello al tuo volere.
    Credo che Federico Chiesa voglia essere il vero Ronaldo che serve e servirà alla Juve.
    Giocare per la squadra e non per due squadre come oggi Juve e Ronaldo.
    Credo che il CR7 di oggi sia una squadra sola che se va bene è solo per i suoi records.

    Contro il Porto è mancato il suo apporto sia all’andata che al ritorno…sarebbe bastato un Ronaldo al minimo per passare il turno…e poi scusate, ma sto Cristiano perché è stato preso?
    Rifaccio la domanda, giusto averlo preso senza se e senza ma, ma perché è stato preso?
    Per la Champions?…con lui fuori due volte consecutivamente agli ottavi. Punto.

    Scudetti? Se ne vincevano anche e meglio senza di lui.
    Eh ma senza i suoi goal…
    Se sei in campo devi segnare, ovvio.
    Se non ci sei tu avrebbe segnato qualcun altro come già successo.

    Ti incazzi se ti sbagliano un passaggio…tu non ne indovini uno, non sei capace di saltare un uomo nemmeno per sbaglio, segni tanto e tanti altri ne sbagli, a mezzo metro dalla porta(Napoli) lisci il pallone di testa…eh ma poi subito dopo ha segnato.

    Non arrivano palloni…e tutti i goal che ha fatto? Sono azioni personali?

    Tre allenatori via(anche se Pirlo ancora è con noi)

    Ok Cristià, sono stato fiero di vederti in bianconero, mi sono alzato in piedi allo Stadium ad applaudirti sulla rovesciata, mi farai soffrire quando la Juve ti incontrerà da avversario in Champions, ne sono più che sicuro…così come sono sicuro se te ne vai farai un favore ai nostri giovani che vogliono emergere.

  25. Ufff, apro Sky e qui si dibatte del rispetto di Ronaldo per la maglietta gettata a terra. Possibile che con tante cose cui parlare ci si debba soffermarsi sulle stupidaggini?
    Oggi sembra la maglietta di Ronaldo il problema della fame del mondo.
    Piuttosto seguendo qua e là i vari dibatti, sono dell’idea che nessuno potrà essere tanto pazzo da volersi sobbarcare ( soprattutto dopo questo periodo storico in cui il Covid ha messo tutti in ginocchio economicamente) uno stipendio di 30 milioni più accessori per un atleta di già 37 anni.
    Dovesse trovare un amatore, la Juve farebbe un gran bel guadagno perchè potrebbe a maggior ragione, chiedere una cifra che la riporrebbe far rientrare dei debiti.
    Comunque andrà a finire sarà un affare per la Juve. Dovesse rimanere un altro anno potrà godere dei suoi goal e del prestigio di questo grande campione, mentre dovesse andarsene non credo che ci perderebbe granchè anzi, si potrà riprendere la strada con nuovi giovani da innestare per un nuovo ciclo

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia