Domenica 18 Aprile 2021 Atalanta-Juventus ore 15 Gewiss Stadium Bergamo


Scritto da Cinzia Fresia

La notizia di questa sfida “Champions” è che Cristiano Ronaldo non sarà della partita: fastidi ai muscoli flessori questo il motivo: il portoghese ha accusato problemi e Andrea Pirlo sentito il preparatore personale del giocatore, ha deciso di non convocarlo: troppe partite e ravvicinate non hanno consentito il giusto recupero.

Perciò vedremo in attacco la coppia Dybala e Morata dal primo minuto.
L’Atalanta è lo scontro del momento, una squadra pericolosissima, molto ben allenata e che gioca un calcio potente e inferocito.
Entrambe le squadre puntano al piazzamento Champions League.
I progetti di gestione di Andrea Pirlo al solito sono vaghi, l’unica certezza è la coppia in attacco, il resto si vedrà.

Pirlo riconosce la forza dell’avversario che si è fatto valere a più riprese, osservato speciale Gosens nelle mire di Paratici.
Il tecnico della Juventus si è dimostrato d’accordo nella reintroduzione del pubblico negli stadi i primi di maggio.

Quali sono gli obiettivi della Juventus? di arrivare più in là possibile.. troppi punti persi per ambire alla conquista del Campionato.

  1. Il problema è che domenica scorsa sul 3-1 si poteva far uscire ronaldo, ma non si può lui deve per forza segnare. Forse questo problema si sarebbe potuto evitare visto che lunedì non c’erano allenamenti.
    Giocherà dybala spero che non si stia con i fucili puntati sulla sua prestazione.

  2. Spero di no. Anche perchè la Società è abile nel manipolare le motivazioni che giustifichino la cessione.

    • Più che la società, Nedved.
      Lo accusò di non fare vita da atleta in tempi non sospetti.
      Allegri non ha mai perso l’occasione di metterlo in panchina, forse per “tirargli fuori la grinta”.
      Bisogna però riconoscere che queste doti non sono da Juventus.
      Sono più cose da Toro.
      E bisogna riconoscere che quelli che vincono la CL, somigliano più a Dybala che a Chiesa, oggi sul piedistallo.

      • Luca, Chiesa è un furbacchione. Cioè ha capito che è il suo momento e come già sai, il calcio non è democratico e chi lascia uno spazio c’è già subito un altro che lo prende.
        Infatti valuterei Federico il prossimo anno.
        Chi mi preoccupa è Morata.

        • Luna, sul topik precedente avevo scritto: …
          Ronaldo non convocato per un problema al flessore.

          Non ci credo nemmeno lo vedessi con i miei occhi…oppure la Continassa contagia.

          Ciao e buona partita

  3. QUELLA VOLTA SENZA IL SETTE

    La Juve vince senza CR7: 3-1 alla Lazio.

    Aquilotti in vantaggio, poi la rimonta con Rabiot e la doppietta di Alvaruccio Morata(quando era bbono).

    La Juventus sa vincere anche senza Cristiano Ronaldo.
    Ed è stato un successo pesantissimo anche in chiave Champions e nella corsa scudetto.

    Pirlo lascia il fuoriclasse portoghese in panchina e in un primo momento le cose non sembrano mettersi bene per i suoi…infatti dopo il vantaggio dei laziali le urla dei soliti noti e “amanti” del CR7 arrivavano sino all’Olimpico degli dei.
    Ai biancocelesti bastarono 14 minuti per portarsi in vantaggio: errore di Kulusevski che perde palla, Correa s’invola e supera Szczesny.
    Al 24° minuto alla Juve viene negato un calcio di rigore dopo un braccio largo di Hoedt.

    Inutili le proteste dei bianconeri: l’arbitro Massa lascia continuare e il Var non corregge la decisione.
    Al 39° i padroni di casa riescono a trovare la rete del pareggio con Rabiot che beffa Reina sul primo palo.
    Nella ripresa la squadra di Pirlo mette la freccia: al 57° Morata batte il portiere ospite con un gran destro, poi dopo 3 minuti si ripete su penalty concesso per fallo di Milinkovic su Ramsey.

    In ultimo, non sono mancati gli elogi al Cristiano da parte del blog entrato a partita finita per i suoi incitamenti alla squadra.

    Buona serata

  4. Cristiano.
    Due partite saltate per coronavirus, con il Crotone alla quarta giornata e il Verona alla quinta, e una non convocato (“turno di riposo concordato”), con il Benevento alla nona: una sentenza, tutte e tre le volte 1-1.

    • Allora i casi sono due: lui avrà detto sono un problema? Impedisco ai giovani di emergere? Il fatto di passare la palla a me non fa crescere la squadra? Bene me ne sto a casa.

    • Azz, e allora me so sbajato con quella contro la Lazzie?

      • Tecnicamente c’era, anche se era in panchina.

        Comunque oggi ho fatto un giro sui vari giornali e a quanto sembra la Juve ha giocato 6 volte senza Ronaldo, in campo, totalizzando appena il 33% delle vittorie.

        Complessivamente, la Juve senza Ronaldo raccoglie meno punti, 1.55 contro 2.27, tira meno in porta, 15 tiri contro 16 e fa meno gol 1.5 contro 2.2.

        • Inutile dire che facendo 1.55 punti a partita, il totale è 52.7 corrispondente al 7° posto secondo la classifica dello scorso anno,
          mentre facendone 2.2 si arriverebbe al 4° posto sempre secondo la classifica dello scorso campionato

        • Guarda se oltre a Ronaldo quante volte mancavano pure in quelle partite e contemporaneamente Dybala Chiesa e Morata, Luca. Se devi prendere in mano le statistiche tirale fuori in toto, amico mio. Pure io sono amante dei numeri , ma per analizzarli bene ci sono molte varianti che devi valorizzare

  5. IL CAMPIONATO DEGLI ITALIOTI

    Nel nostro campionato ieri in Cagliari-Parms incontro per la salvezza è successo, dopo che il Parma era avanti 1-3, il Cagliari è riuscito a ribaltare la partita…4-3 il risultato finale.

    Al triplice fischio, in lacrime e in mezzo al campo, Kurtic viene consolato da Joao Pedro che si siede accanto a lui per diversi minuti.

    Peccato non possa mettere la foto di una scena veramente commovente.
    Sti cazzo di italioti…

    Buongiorno ☕ e buona domenica

  6. Leggevo che l’eventuale addio di ronaldo liberebbe 90mln, cioè più risorse della qualificazione della champions. Con questi soldi se spesi bene si costruirebbe una squadra più forte, o con ronaldo il buon paratici riuscirebbe a rinforzare per bene questa che c’è?
    Ronaldo a livello tecnico non è in discussione e solo mughini può pensare che gli imbecilli lo facciano, ma in prospettiva futura vista l’età si può pensare di immaginare una juventus più forte anche senza il portoghese?

  7. Barone50

    Da sportivi dispiace vedere il Parma in quella situazione di classifica, una squadra con ricordi di un passato vincente anche in Europa, una società rinata dalle ceneri del fallimento che nel 2015 la condannò a ripartire dai dilettanti, ma fra le famose 7 sorelle degli anni ’90 sono state diverse le nobili decadute, dal grande Parma di Tanzi, alla Fiorentina dei Cecchi Gori, dal Napoli di Ferlaino al Milan di Berlusconi, nell’ultimo ventennio il calcio “italiota” fra fallimenti e l’ignobile farsa processuale del 2006 ha divorato quasi tutte le grandi protagoniste del decennio precedente ricco di soddisfazioni e trionfi sportivi. Tranne una, uscita indenne dai controlli di una società di vigilanza con cui l’inter e la procura federale avrebbero trovato un accordo per il patteggiamento delle cosiddette “plusvalenze fittizie” e così facendo avrebbe riportato in bilancio valori non reali ma appunto fittizi delle operazioni che consentirono alla società milanese di ottenere un vantaggio di natura contabile. E quella non fu la prima nè l’ultima volta che la società interista riuscì in un modo o nell’altro a salvarsi, nell’inchiesta denominata “Calciopoli bis” che vide coinvolta anche la società all’epoca di Moratti a salvarli fu la prescrizione, inter a cui assegnarono persino uno scudetto a tavolino, quello del 2006 come premio alla loro presunta “onestà”. Senza vergogna dal 1908.

    • Cari amici, è proprio per quanto state continuando a riportare che abbiamo tutti un gran fetore sotto il naso a sentire che questa società possa ancora vincere un campionato. Una banda di disonesti da sempre che si atteggiano a puri.

      • Gli stessi caro Antony che dopo la porcata del 2006 avrebbero voluto radiare la Juve e che oggi si scandalizzano nel leggere chi vorrebbe veder disintegrata l’inter sotto una montagna di debiti. Ipocriti p.ezzi di k.akka.

  8. Fate i boni. La quiete viene sempre prima della tempesta. Oggi ci sarà un test contro una squadra di valore medio alta senza Cr7. La Dea non è una squadra che mette il doppio pullman dietro quindi ritengo che non sarà una partita da disprezzare. Poi comunque andrà lo Joja così come Del Piero prima, è sempre un piacere poterlo avere in campo, mi auguro di divertirmi.
    Se poi le cose non dovessero andare bene, ci sarà sempre qualche “ masochista “che con la scusa di fare cronaca, godrà lo stesso come se la Juve avesse vinto. Chissà com’è che pure il tifo è così variegato. Io continuo ad essere un tifoso genuino e pratico e mi basta pure un autogoal purché si vinca. Il bel gioco è una conseguenza naturale se hai attori tecnicamente superiori agli avversari.
    Mi innamorai della Juve vedendo giocare Franco Causio, un grande dribblomane in velocità che sapeva dare del tu al pallone come pochi, e per me rimane sempre il gesto tecnico l’essenza prima del calcio.
    Se l’Ajax non avesse avuto certi interpreti non avrebbe mai potuto rivoluzionare un modo di mettersi in campo. Avere Krool e Surbyr che non nascono difensori ma attaccanti di fascia, era uno spreco doverli tenere lì a difendere, ma avendo pure Kruyff, Neskens Rep e compagnia cantante, era addirittura un peccato metterne qualcuno in panchina invece di farli giocare tutti come in un orchestra nuova.
    La tattica nasce ( secondo il mio modesto parere) per adattare le flessibilità tecniche del materiale che hai in mano, se cerchi di castrarlo con idee che non si addicono ai tuoi giocatori 9 volte su 10 fallisco miseramente.

  9. BYPASSARE PLEASE…IL FEGATO

    @Gioele e Antony

    Mentre Mancini si trova con la squadra in ritiro per preparare l’avvio della prossima stagione, arriva la notizia, riportata dalla Gazzetta dello Sport, che l’inter e la Procura federale avrebbero trovato un accordo per il patteggiamento della società nerazzurra in merito alla vicenda delle cosiddette “plusvalenze fittizie”.
    Vale a dire operazioni di mercato che l’inter avrebbe volutamente costruito gonfiando il valore di alcuni giocatori acquistati o ceduti.
    Così facendo avrebbe riportato in bilancio valori non reali ma appunto fittizi delle operazioni che alla società nerazzurra avrebbero consentito di ottenere un vantaggio di natura contabile. Il caso è quello dello scambio avvenuto nel 2011 tra inter e Cesena dei calciatori Garritano e Nagatomo che ha portato il terzino giapponese a vestire la maglia nerazzurra.
    Adesso, per quell’operazione e anche per un’altra che ha riguardato il difensore Luca Caldirola, l’inter sarà costretta a pagare (a fronte del patteggiamento concesso dalla Procura federale) una multa di 90 mila euro.

    E non è la prima volta che la società di corso Vittorio Emanuele riesce in un modo o in un altro a salvarsi dalla giustizia sportiva. Nell’inchiesta cosiddetta di “Calciopoli bis” che vide coinvolta anche la società all’epoca di Massimo Moratti, a salvare i nerazzurri fu la prescrizione.
    Dopo che l’inchiesta principale, che vide sul banco degli imputati per illeciti sportivi la dirigenza della Juventus e in particolare l’allora direttore generale Luciano Moggi, portò alla revoca dello scudetto del 2006 che venne di ufficio assegnato all’inter.
    Ma cinque anni più tardi, nel luglio del 2011, al termine dell’inchiesta “bis” nata in seguito alle intercettazioni portate alla luce nel corso del processo penale svoltosi presso il Tribunale di Napoli e conclusosi con una sentenza di assoluzione per prescrizione di tutti gli imputati, il procuratore federale Palazzi dichiarò che l’inter e in particolare l’allora presidente Giacinto Facchetti (poi prematuramente scomparso) violarono comunque l’articolo 6 e perciò erano comunque colpevoli di illeciti sportivi.
    Nonostante appunto, fosse nel frattempo intervenuta la prescrizione ad evitare alla società nerazzurra guai (penali) ben peggiori.
    Al termine di quella inchiesta inoltre non fu revocato lo scudetto del 2006 (che era stato assegnato all’inter, ma d’ufficio) che la Juventus aveva invece richiesto e sul quale Palazzi si espresse dicendo che, proprio a causa della prescrizione, non si poteva più procedere.
    Nelle motivazioni, riportate all’epoca da alcuni importanti organi di informazione come il sito di La Repubblica, il Procuratore Federale scrisse che “erano emerse da parte della dirigenza nerazzurra e in particolare di Facchetti, condotte finalizzate ad assicurare un vantaggio in classifica (all’inter ndr) mediante il condizionamento del regolare funzionamento del sistema arbitrale”. Ottenuto grazie “ all’esistenza di una rete consolidata di rapporti di natura non regolamentare instaurati tra i designatori Bergamo e Pairetto e appunto il presidente dell’inter Facchetti”. Moratti, che secondo Palazzi era “informato” dei rapporti tra Facchetti, Bergamo e Pairetto, riuscì comunque a salvarsi nonostante la sua condotta fosse apparsa “in violazione dell’articolo 1 del CGS (Codice di Giustizia Sportiva)”. Sempre nel 2006, avvenne l’altro patteggiamento dell’allora responsabile dell’area tecnica Gabriele Oriali, accusato di falso e ricettazione nell’ambito della vicenda dei passaporti falsi che coinvolse anche l’attaccante uruguaiano Alvaro Recoba.
    Il quale disse, qualche anno più tardi in un’intervista al Corriere dello Sport, proprio a proposito dello scudetto del 2006 che per lui “lo scudetto era della Juve” che l’aveva vinto sul campo.
    Visto come sono andate le cose la domanda sorge legittima: avesse avuto ragione Recoba?

    Buona domenica

  10. Chi ha un minimo di raziocinio e di onestà intellettuale dovrebbe almeno avere il buon gusto di vergognarsi se tiene per quella società. Purtroppo i cogl…. sono tanti, milioni di milioni come ( nella pubblicità di Negroni) quelli di qualità che tengono per quella squadra .😂😂😂

  11. Il forfait, a sorpresa, di Cristiano Ronaldo in vista del match di oggi pomeriggio contro l’Atalanta, avrebbe fatto storcere il naso alla Juventus, intesa come dirigenza e staff tecnico. Come riportato da “Calciomercato.com”, il problema ai flessori accusato dal portoghese non sembrava essere così grave da impedirgli di giocare contro i bergamashi, o, quantomeno, andare in panchina. La Juve avrebbe voluto maggiore disponibilità da parte di Ronaldo in occasione di una gara così importante per la propria stagione, ma è ormai chiaro che è CR7 a gestirsi a livello fisico, e a decidere se e quando giocare o riposare. Il riposo in una delle 3 partite di questa settimana era stato concordato con la Juve, ma è chiaro che Pirlo avrebbe preferito, magari, un Ronaldo assente contro il Parma mercoledi.

  12. Qualche passaggio di troppo sbagliato per il resto sembra un pareggio annunciato alla non famose male.

  13. Partita persa per errori tecnici (i nostri giocatori non sono così forti tecnicamente) e condizione fisica scadente.

  14. Difficile giocare 1 (cuadrado) contro 11 in più c’è sempre quel pizzico di sfortuna che vuoi o non vuoi quest’anno sembra non volerci lasciare.
    Comunque diamo a pirlo quello che è di pirlo: una squadra dove fare gavetta e non può essere sicuramente la juve.

  15. Mah. Ho visto solo il secondo tempo quindi non posso giudicare il primo. X i 50′ che ho visto, partita brutta da entrambi le squadre anche se quella che soffriva di più la pressione (si fa x dire…) avversaria mi sembrava proprio l’Atalanta che oggi non è riuscita sicuramente a fare il suo solito gioco. Solo che se non tiri mai in porta non capisco a che serve la pressione alta. E non capisco ancora questo giocare la palla sempre cominciando dal basso. Mah.

  16. Beh il maestro in una impresa è riuscito, perdere con l atalanta dopo venti anni. Ma ripeto la colpa non è sua ma di chi ce lo ha messo. Purtroppo l idiota che lo ha fatto è cosi idiota da non capirlo.

    • Certamente se ci fossi tu sarebbe tutta un altra storia
      …parlavi così anche negli anni scorsi?

      • Di certo non avrei ingaggiato un ex campione senza coperture finanziarie (soprattutto con sciabolone Chiellini, il real aveva marcelo), mandato via chi aveva vinto cinque scudetti ogni anno rivoluzionando ogni volta il centrocampo non avrei sperperato trecento milioni di ricapitalizzazione. Devi continuare ma niente niente sotto il tuo pseudonimo di nasconde AA? L uomo che di sente importante perché l hanno messo a capo dell eca a prendersi le pernacchie mentre gli altri top club si sono ben guardati da esporsi mandando avanti lui. A proposito ti do una notizia non l avessi capito: la Juve è un ex top club.

        • Meno male così andrai a tifare un top club..
          tu sei di quelli che vanno su e giù dal carro…si può criticare ma tu hai una vena d’odio….cambia squadra va che starai più sereno

          • D’accordo AA, rimani tu unico baluardo. Noi che saliamo sul carro solo quando si vince ci defiliamo. A proposito devi essere anche psicologo visto che hai visto dell odio in critiche del tutto legittime in uno che ha demolito per sua prosopopea quello di buono che era stato costruito. Poi mi dici a sto punto perché ha mandato via Sarri, di certo meglio di quella mummia che abbiamo adesso

            • A proposito .. un altra pernacchia … per il tuo amatissimo …Uefa, federcalcio inglese, Premier League, federcalcio spagnola, Liga, Figc e Lega Serie A si schierano contro l’ipotesi della Superlega con un comunicato congiunto durissimo: “Resteremo uniti nei nostri sforzi per fermare questo cinico progetto – si legge nella nota – prenderemo in considerazione tutte le misure a nostra disposizione, a tutti i livelli, sia giudiziario che sportivo, al fine di evitare che ciò accada. Questo persistente interesse personale di pochi va avanti da troppo tempo. Quando è troppo è troppo”.

            • Certo critiche legittime come no ai iniziato dando dell’idiota,pensa che approccio…cosa abbia demolito poi lo sai solo tu….guarda cosa ha costruito piuttosto…
              in quanto a quello la, manco doveva entrare nel mondo Juve…un errore solo averlo chiamato

              invece per quanto scritto sotto,ti credo che gli fanno la guerra,gli toglierebbe lo status quo a tutti,e la torta che si stanno spartendo…sparirebbe

              • Guarda che quello li se non fosse nato dove è nato farebbe fatica a mettere assieme il pranzo con la cena. Ed è quello che è e li confermo perché non ha capito che lo hanno messo a capo dell eca per prendersi gli insulti. Col cavolo che si è proposto florentino Peres. Ma ancora lo difendi? Ha dilapidato due fortune per non vincere un caxxo in Europa. Ma che vokevi vince con un ex campione attorniato dagli accettoni? Per prendere Ronaldo devi avere marcelo, kros, modric. Ma secondo te il passaggio a Ronaldo glielo fa alex Sandro?

                • Personalmente dove è nato non mi importa,cosa ha dilapidato men che meno, te l’ho detto prima tifa real,io tifo Juve fino alla fine …nel bene e nel male punto.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web