Archivio Mensile: Giugno 2021

Italia Austria Ronaldo Locatelli loghi arcobaleno e inginocchiamenti

Locatelli, Mercato, Nazionale, Allegri , Juventus UNO CONTRO TUTTI TOP PLANET

La scomparsa di Giampiero Boniperti

Giampiero Boniperti

Scritto da Cinzia Fresia

Se n’è andato in punta di piedi, in silenzio e senza clamore. Boniperti uno dei “grandi vecchi” della Juventus è morto a causa di un’insufficienza a cardiaca a 92 anni.
Una vita all’insegna della Juventus da giocatore prima e da dirigente poi, con una parentesi in politica da parlamentare europeo per conto di Forza Italia.
Se si osserva la carriera di Boniperti ci sono state tre squadre: Barengo, Momo e Juventus.
Ma sono cose di tanti anni fa e la fedeltà ad una squadra e ad un’azienda sono peculiarità che non esistono più.
Il mondo cambia e di conseguenza il calcio anche.

Ci resta il ricordo di un grande Campione che ha contribuito alla costruzione della Juventus leggendaria di cui è stato fedele fino alla fine.

Che la terra ti sia lieve.

Cinzia e Ben Boniperti Nazionale Locatelli Juventus e altro

Allegri bis: l’incognita di un progetto mancante

Massimiliano Allegri


Scritto da Cinzia Fresia

E’ Allegri bis.
Ciò che si subodorava da mesi è diventato realtà, il ritorno di Allegri alla Juventus.
La Società sabauda non è nuova ai rientri, e l’uscita del tecnico di Livorno non ha mai convinto fino in fondo. L’ipotesi che rientrasse alla Juventus era nell’aria.
Allegri torna, ma con maggiori poteri decisionali. Le sue decisioni influiranno sul calcio mercato che effettuerà in contemporanea con il subentrato Federico Cherubini.

Al momento il neo tecnico non ha ancora effettuato una conferenza stampa, forse per l’assenza di un progetto concreto.
L’aumento di capitale non è ancora stato siglato nonostante la garanzia di John Ellkan, ed effettuare operazioni in entrata non è semplice e altresì in uscita.
Intanto Allegri si è pronunciato nei confronti di Gigio Donnarumma, fino a ieri pensato in bianconero. Allegri ha dichiarato che la Juventus ha un portiere e questo è Woichiech Szczesny il quale continuerà ad indossare la maglia della Juventus.

Massimiliano Allegri ritrova una Juventus con i pezzi.
La Società è nel mirino soprattutto della Uefa.
Il Sig. Ceferin presidente e rappresentante Uefa, gliel’ha giurata alla Juventus ma soprattutto ad Andrea Agnelli il traditor Il Presidente Agnelli è stato accusato da Ceferin di aver tramato contro l’Uefa da ben tre anni, (bah!) senza che trapelasse nulla ..insieme a lui Inter e Milan. E se Andrea Agnelli si è svegliato a “mezzanotte”, Massimiliano Allegri non dorme mai.
Accettare la Juventus di oggi non è come la prima volta, l’allenatore che sì ha preso insulti e qualche uovo marcio da tifosi scandalizzati dalla scelta, ma che dopo le prime vittorie era tutto dimenticato.
Oggi Allegri non prende insulti e nemmeno uova marce e viene accolto come il salvatore della patria, ciò che è cambiata è la posizione della Società.
La Juventus è depauperata, ha debiti e ha vinto solo due trofei minori, e con l’immagine pesantemente compromessa per il Suarez-gate e la Super lega, una bella “gatta da pelare” per il livornese.

Quali sono le idee di Allegri?

Non si sa. Perchè le idee in Società sono confuse, nonostante i messaggi criptici Ronaldo sembra voler andare via, ma solo lui deciderà come e quando.
Intanto c’è un contratto da rinnovare, (quello di Dybala) un centro campo da rinforzare e giocatori ingrati da piazzare.
Sì ingrati, e parliamo di Ramsey e Bernardeschi i quali a suon di milioni di euro pagano stagioni “frustranti”, uscite fuori luogo e infelici per due giocatori che hanno fatto pena e che invece di ringraziare per quanto guadagnato gettano fango sul piatto da dove hanno mangiato.

Ad Allegri piace Locatelli .. ma sono parole, voci e 40.000 magari dopo l’Europeo .. forse di più. Intanto l’Uefa annuncia che la Juventus è ammessa alla Champions.
In realtà la Juventus si è qualificata prima, tuttavia il Ceferin tiene a ricordare che la “danza” la “mena” lui.

Allegri è tornato per riaprire un ciclo, pur sapendo che non sarà affatto facile. Se la dovrà vedere con Mourinho agguerrito acerrimo nemico della Juventus, il fresco interista Simone Inzaghi, Spalletti e tanti altri, ma Massimiliano Allegri è nato con la camicia .. e lui lo sa.

Sondaggio di fine stagione. A voi la parola !

Mg Torino 03/01/2021 – campionato di calcio serie A / Juventus-Udinese / foto Matteo Gribaudi/Image Sport
nella foto: Cristiano Ronaldo-Paulo Dybala

Scritto da Cinzia Fresia

1)Un’ opinione su Andrea Pirlo come allenatore prima squadra Juventus.

2) Se la Juventus non avesse buttato punti, l’Inter avrebbe vinto il Campionato?

3) In Champions è venuta meno l’esperienza dell’allenatore o la squadra alla fine non era forte?

4) Trattativa Suarez e Super Lega. Gestioni maldestre e Imbarazzanti secondo te è frutto di cospirazioni e congiure o la dirigenza non è stata all’altezza della situazione?

5) Cosa ne pensi dell’Uefa?

6) Cosa ne pensi dell’Allegri bis?

7) Cristiano Ronaldo: lo ritieni veramente colpevole per la mancata crescita della Juventus?

8) Il tuo Calcio mercato: secondo te .. cessioni e acquisizioni.

9) il debutto di Cherubini: Sfumato affair Donnarumma: meglio così oppure?

10) Sembra che la Juventus sia sempre di più in balia degli eventi: vittima costante di contratti sciagurati e di procuratori famelici e avidi di denaro. Secondo te perché?

Cinzia & Ben Addio Paratici, vertice Continassa, mercato

Pagellone di fine stagione

Juan Cuadrado

Scritto da Cinzia Fresia

In attesa della nuova Juventus è tempo di dare giudizi e valutazioni circa la stagione appena finita:

Portieri
1) Woichiech Szcesny

2) Gian Luigi Buffon

3) Carlo Pinsoglio

Difensori

1) Matthis De Ligt

2) Merih Demiral

3) Leonardo Bonucci

4) Giorgio Chiellini

5) Alex Sandro

6) Luis Da Silva (Danilo)

7) Juan Cuadrado

8) Gian Luca Frabotta

Centro campisti

1) Federico Chiesa

2) Melo Arthur

3) Rodrigo Bentancur

4) Weston Mc Kennie

5) Aaron Ramsey

6) Adrien Rabiot

7) Dejan Kulusevski

8) Federico Bernardeschi

Attaccanti

1) Cristiano Ronaldo

2) Paulo Dybala

3) Alvaro Morata

Allenatore: Andrea Pirlo

Dirigenza:

Presidente Andrea Agnelli

Vice Presidente Pavel Nedved

Ds Fabio Paratici

36 anni dalla tragedia dell’Heysel

36 anni da quella tragedia del 29 maggio 1985 allo stadio Heysel si perpetrò un massacro premeditato di 39 persone in  maggioranza cittadini italiani , 4 belgi , 2 francesi ed un irlandese .
Quella sera Bruxelles si portò via sotto gli occhi bendati di una Europa sorniona , che guardava altrove , non voleva leggere i segnali di pericolo che ci sono stati prima . In quei attimi di paura , quando cercavi di salvarti la vita e non finire schiacciato contro quel muretto , chi cadeva in ginocchio non si alzava più . Quelli che attacavano erano conosciuti in tutto il mondo , talmente erano ubriachi da non rendersene conto che facevano paura alla gente normale con bambini e donne a seguito , famiglie . Imagini indelebili .
Come Comitato Per Non Dimenticare Heysel ogni anno onoriamo la memoria delle 39 vittime che anche dopo 36 anni scandire uno ad uno i loro nomi è una ardua impresa , l’emozione è tanta e non diminuisce col passare degli anni . Il monumento alla memoria dei caduti Heysel si trova nel Parco di Via G. Matteotti , unico nel suo genere ed è opera dello scultore fiammingo Vanlessen . Una opera molto fragile che non era stata concepita per essere esposta all’esterno ma nelle sale , riparata al coperto . Noi ci prendiamo cura affinchè nulla possa succedere come in un passato recente . Constantemente monitorato .
Da quest’anno la Regione Piemonte ha istituito la Giornata della Memoria 29 maggio 1985 così come per Heysel anche per Superga il 4 maggio 1949 . Tutti ciò grazie al Presidente Alberto Cirio e dal suo esempio anche altri Presidenti potrebbero istituire giornate di memoria , una giornata Nazionale di raccoglimento .
Perché solo uniti si può portare avanti un progetto PER NON DIMENTICARE .
Morire per una partita di calcio è inammissibile !
Non dimenticare è troppo poco , bisogna fare molto di più . Dare l’esempio con una cultura sportiva forte perchè lo sport dev’essere fair play non di parole ma di fatti , un filo conduttore e portatore di positività . Solo così una società si può riconoscere come civile . Perchè portare l’odio in quei luoghi di spensieratezza non giove a nessuno .
Nessuna persona è morta finchè vive nel cuore di resta +39RISPETTO
COMITATO PER NON DIMNETICARE HEYSEL DI REGGIO EMILIA
PRESIDENTE Iuliana Bodnari .

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia