Al solito Allegri batte Sarri

 

 

Articolo di Alessandro Magno

Buona vittoria della Juventus sul campo della temibile Lazio. Partita tosta e giocata con massima concentrazione. Vittoria ineccepibile e meritata. Pare che Allegri e Sarri si siano incontrati 11 volte e lo score è 8 a 3 per Allegri. Ci sarà evidentemente un motivo. Lo spartito è il solito. Sarri che prova a fare la partita con il suo lungo possesso palla cercando di arrivare in porta con la palla. Dall’altra la Juve che gioca bassa si difende e prova a colpire in campo aperto. Alla fine la Lazio praticamente non trova mai uno spiraglio e non tirerà mai mentre la Juventus fra Morata, Kean e Chiesa riuscirà a mettere insieme 4/5 occasioni da gol. Szczesny praticamente inoperoso. Si è vinto grazie a 2 rigori che c’erano entrambi. Non è fortuna. Intanto è poca destrezza dei laziali che entrano veramente male in area ma soprattutto è la riprova che la Juventus ogni volta che arrivava nell’area avversaria per i nostri avversari crea un bel problema. I rigori sono clamorosamente netti entrambi alla faccia di Sarri che dice il contrario, anzi sul secondo gol c’è un probabile rosso non dato a Reina come sono mancati moltissimi gialli a Cataldi, Lazzari e Pedro soprattutto autori non solo di fastidiosissime simulazioni ma anche di reiterate proteste.

La Juve gioca come sa e come gli riesce meglio e quando gioca così spesso è efficace. Ogni volta che la Juventus è riuscita a inibire gli attacchi avversari e subire pochissimo ha sempre portato a casa vittorie altresì quando se l’è giocata a viso aperto sono arrivate sconfitte e pareggi anche contro squadre piccole. Allegri ne fa una questione principalmente di approccio. Secondo me è anche una questione di uomini. La Juve ha due centrocampisti che sono degli incursori Mckennie e Rabiot. Giocatori che non hanno un abile controllo di palla quindi non sono cosi avvezzi a fare palleggio mentre sono assolutamente a loro agio se lanciati in campo aperto. Non ne parliamo degli attaccanti che fra Kean Morata Chiesa Kulusevski e l’assente Dybala sono quasi tutti chi più chi meno degli abili contropiedisti. Chiesa lanciato lungo se affornta un avversario 90 su 100 lo salta di netto tanto per fare l’esempio più eclatante. Qualcuno ha detto ”Allegri anche questa volta glie l’ha incartata a Sarri”, direi proprio di si.

E chiudiamo con le parole dell’allenatore laziale: ” dei tifosi della Juventus non mi importa nulla io ho lavorato li ma non sono juventino”. Direi che se ce ne fosse ancora bisogno Maurizio Sarri si rivela per quello che è ovvero un gran cafone e maleducato. Io non ho mai sentito nessun allenatore parlare in questi termini di tifosi di squadre prima allenate a meno che non ci fossero stati problemi e o contestazioni cosa che con i tifosi della Juve ( fra l’altro assenti per covid) mi pare non ci fossero proprio. L’ho spiegato in mille salse che Sarri già a novembre dello stesso anno aveva capito di trovarsi in un posto dove non voleva stare. Sarri ci schifa , schifa la Juve e tutto quello che è Juve. Si comprò diverse polo blu senza logo per far le conferenze stampa salvo la Juve obbligarlo a fargliele fare almeno con la tuta ufficiale. Anche il rigore clamorosissimo di Lazzari diventa ”il solito rigorino che danno alla Juve”. Ripeto ve l’ho spiegato e rispiegato mille volte che il primo a voler la chiusura del rapporto con la Juventus è stato quest’uomo qui che è stato tutt’altro che maltrattato visto che è stato sopportato un anno e forse con il senno di poi andava esonerato a novembre. Lo ringrazio per lo scudetto che ci ha portato fra l’altro non da solo ma con tutta la squadra ma lo ringrazio soprattutto che si è tolto dai piedi.

  1. Questo lo riporto pure in questo editoriale.
    Martedì giochiamo ancora per la Champions?
    Io mi focalizzo alla prossima e poi alla prossima contro la Dea il prossimo weekend.
    Per qualche cambio onde rinforzare la Juve credo che ci sarà da attendere fino a gennaio.
    Peccato che Solkjar sia stato esonerato dal Manchester perché stava lavorando bene per la Juve, svalutando il giusto Pogba mettendolo praticamente alla porta. Mi auguro che il nuovo faccia uguale e che si accontenti ad esaltarsi per Cr7 .
    Ritorno alla Juve ora appaiata in campionato alla Lazio e alla Fiorentina a metà classifica. Penso che a Natale il quadro sarà più chiaro e si potrà capire se la Vecchia Signora potrà ancora accedere per i primi posti in campionato, ieri nonostante una partita non esalante, mi sono divertito. Vincere fa sempre bene e spero di continuare a vedere sempre una brutta e cattiva Juve vincente piuttosto che una bella perdente. Non sono masochista , ho visto tante Juventus nei miei anni, ed ho sempre sofferto vedendo la mia Juve vincere. Non ricordo vittorie facili. Ho avuto la fortuna di vedere grandi juventus pure perdere delle partite già vinte soprattutto in finali di champions, ed oggi avrei preferito che quelle Juventus fossero meno forti e belle ed aver vinto di più.
    E non credo di essere un tifoso anomalo perché vedo nella concretezza il fine di ogni aspetto della vita.

  2. È inutile riaprire polemiche per il Sarri che fu alla Juve e quello attuale.
    Ha vinto uno scudetto ed ha pure ringraziato la Juve stessa perché alla sua età ha avuto questa vittoria importante nel suo palmares .
    Poi ha approfittato del suo ingaggio ed ha rinfocillato il suo portafoglio. Qualcuno alla Juve lo ha assodato, pertanto se ci sarebbe da dare delle colpe bisognerebbe darle a chi ha creduto in lui. Lo si sapeva prima che non era Juventino e come professionista non ci si deve neppure lamentare perché il minimo obbiettivo lo ha raggiunto, pertanto chiudiamo il file senza rancori, Ben.
    La Juve attuale di ieri ha battuto la Lazio di Sarri, niente di nuovo e speriamo che continui sempre così. Non altro come dimostrazione statistica che il gioco champagne di Sarri contro quello buzzurro e di corto muso di Allegri è a favore dell’attuale allenatore della Juve.

  3. Ben,
    Analisi condivisibile sulla partita di ieri e sulle caratteristiche della Juve di quest’anno.
    Abbiamo fatto punti quando siamo riusciti a creare il muro di gomma per rimbalzare gli avversari.
    E quella di ieri era la partita ideale contro una squadra che non ha grandi fenomeni in attacco ed è abbastanza ballerina dietro. Grazie alla compattezza difensiva la Juve ha reso sterile la loro iniziativa, e negli spazi che lasciavano dietro potevamo andarci a nozze anche più di quanto fatto.
    Non c’è uno stile di gioco che ti garantisca più di un altro la vittoria, anche il confronto tra visioni opposte come Allegri/Sarri è molto relativo, perché il primo credo abbia sempre avuto una squadra superiore.
    Ma se, per fare risultati, il filo conduttore di questa Juve dovrà essere difesa e contropiede ben venga. Se magari si riesce a migliorare l’efficacia delle ripartenze e ad alzare il ritmo in alcuni frangenti ne può venire fuori anche una squadra godibile.

    • alessandro magno

      Non so sinceramente se Allegri ha avuto sempre la squadra superiore si riferisce a tutti i confronti in carriera da quando allenano comunque questa Juve attuale non mi sembra così tanto superiore alla lazio. Soprattutto senza Dybala e Ronaldo

      • No, nelle serie inferiori non ho idea, mi riferivo in serie A.
        Anche nell’ultima partita credo che solo Savic e forse Alberto sarebbero sicuramente titolari da noi. Ma non cambierei la rosa della Juve per quella della Lazio…

      • Ben, i fatti ci danno torto, ma i conti economici dicono che la Juve ha calciatori molto più pagati e valutati di qualsiasi altra squadra in Italia.
        C’è qualcosa che non torna, ma come dice Kris c’è un abisso tra la Juve e la lazio.
        Se poi dobbiamo entrare con la paura di prenderle da chiunque, beh forse è il caso che inizi a cambiare la mentalità per rimettere in sesto la baracca.

  4. COME PRIMA PIÙ DI PRIMA QUASI SEMPRE

    Il lupo perde il pelo ma non il vizio…praticamente anche se ci rimette i denti.

    Maurizio Sarri è fatto così, un uomo dal carattere di cacca…o se vogliamo un pò particolare.
    Le sue dichiarazioni nel dopo partita, almeno a me, mi hanno hanno lasciato stupito e anche un pò indignato.

    Sarri ha avuto da ridire su tutto…dai rigori al modo di giocare la squadra di Allegri dice “gioca sempre così” (e se tu sai come gioca Allegri non sei mai riuscito a prendere le misure se non una sola volta con il goal vittoria di Kulibaly e altri due pareggi, dopo solo sconfitte).

    Eccezione per il possesso palla, a favore dei biancocelesti (58% contro 42%), le statistiche parlano chiaro a favore della Juventus che ha vinto il 55,6% dei duelli, ha raggiunto il 62,5% nella precisione dei cross e, soprattutto, ha effettuato 11 tiri in porta (5 nello specchio) contro gli 8 della Lazio (soltanto uno nello specchio).

    Nonostante tutto questo, una partita chiaramente dalla parte della Juve, cinica ad approfittare degli errori avversari, Sarri è riuscito a soffermarsi soltanto sugli episodi: “Il primo rigore mi sembra un chiaro errore del Var”, ha detto.
    “L’arbitro è lì a due metri e il Var è nato per correggere errori clamorosi: l’ho detto a Di Bello, è quello che Gasperini chiama ‘rigorino’, li danno solo in Italia”.

    Solo lui ha visto e ridetto qualcosa sugli episodi arbitrali, uns volta aveva Alvino che lo coadiuvava…

    La sua è una strategia che usa da molto tempo ma da quello visto ieri mi sa tanto di patetico e pure di ridicolo…ma lui ridicolo lo è sempre stato…forse è solo la rabbia che serba contro la Juve da sempre accompagnata dal rancore.

    E infine se la prende con i tifosi…con tutti i tifosi juventini compresi tutti quelli che stravedevano per lui.

    Lui fa di tutta un’erba un fascio: “Sono felice di aver vinto lo scudetto a Torino, della reazione dei tifosi bianconeri non me ne frega niente”.

    Per fortuna non fai più parte della società Juventus.
    Nessun odio nemmeno quello calcistico (quello calcistico è solo per una squadra di Milano)…ma tanta compassione.

    • In effetti si è reso ridicolo con quelle dichiarazioni.
      In diretta nemmeno a me sembrava rigore, ma per questo c’è il var. E siccome c’è il Var, un rigore da var è rigore.

      • Se quel rigore fosse stato nell’area opposta avrebbe fatto salti alla INZAGHINO fino a farsi espellere, se non glielo avessero dato.
        Chi nasce tondo o antijuventino, non morirà mai quadrato, ecco perchè credo che il più grande errore lo ha fatto la Juve quando lo ha assoldato come allenatore.

  5. Mi manca tanto il pronostico di un amico che quando la Juve gioca con qualche squadra di primo piano, non so se per scaramanzia o perchè ci crede veramente, dà alla Juve lo 0,001% di possibilità di poter vincere la partita. Generalmente porta bene, ma io non sono tanto provinciale e purtroppo credo nelle potenzialità della Juve.
    Ora però ne stimolo un altro che sento quasi quotidianamente che è tanto ma proprio tanto ammaliato dal gioco inglese. Quante ne pigliamo domani a Londra? ( vediamo se mi risponde) 😉 😆

  6. NON TROVO LA CONFERENZA DI DE LIGT

    Allegri:” Domani rientra Alex Sandro, Dybala si è allenato questa mattina con la squadra: è convocato.
    Kulusevski ci sarà, domani o gioca Morata o gioca Kean.
    Moise a Roma è entrato molto bene.
    Domani ci giochiamo il primo posto con la squadra in testa in Premier League e che l’anno scorso ha vinto la Champions; è un test molto importante per noi. Dobbiamo migliorare la fase realizzativa.
    Creiamo situazioni importanti ma sbagliamo ancora troppo in fase finale”.

    Mah! o gioca Morata o gioca Kean…ma di fianco a uno dei due chi è l’altro?

    • PS
      TROVATA E TUTTA IN ITALIANO NON IN PORTOGHESE

      Cosa bisogna fare a Londra?

      “Queste partite sono molto belle da giocare, domani è fondamentale che stiamo compatti. Il Chelsea è una squadra con grande qualità, sono molto forti in ripartenza. Dobbiamo stare tranquilli, essere duri. Fare quello che è normale per la Juve”.

      Giocare bene con legrandi è un problema solo mentale?

      “In Champions le partite sono anche diverse, hai squadre che lasciano più spazio per le ripartenze. Giocatori come Chiesa, Morata hanno molta gamba. Con le piccole abbiamo meno spazio e dobbiamo trovare un altro modo per creare occasioni e fare gol. In questo dobbiamo migliorare”.

      Vincere la Champions è un tuo sogno?

      “Non solo per me, qua tutti hanno il sogno di vincere la Champions ma non è facile. Dobbiamo migliorare partita dopo partita”.

      Il ritiro vi ha aiutato?

      “Abbiamo uno spirito diverso adesso, bisogna avere continuità e stare insieme penso che aiuti in questo. Adesso abbiamo un po’ di partite dove possiamo stare insieme e avere continuità”.

      Cosa è cambiato in queste ultime partite, non avete subito gol?

      “Per essere Juventus dobbiamo stare duri in campo, dobbiamo morire in campo e dobbiamo saper soffrire. Contro Fiorentina e Lazio ho visto questo spirito ed è importante”.

      Rinnovo di contratto?

      “Adesso no, adesso sono concentrato sulle partite da giocare. Siamo in difficoltà e dobbiamo concentrarci solo sul campo, siamo a novembre e per noi in questo periodo conta solo essere concentrati”.

      Come cambierebbe il Chelsea con Lukaku?

      “Lukaku è un grande attaccante, è forte e veloce. Il Chelsea con Lukaku o senza è una delle squadre più forti d’Europa. Sarebbe differente il modo di giocare con lui o meno ma il Chelsea resta forte”.

      La partita dell’andata la migliore che hai giocato?

      “Una bella partita, sia per me che per la squadra. Abbiamo giocato con maturità e con passione, la migliore della mia vita non lo so.
      Io gioco al massimo sempre”.

  7. QUISQUILIE

    C’è ancora chi lo giustifica per via dei cori…ma se dei tifosi non gli interessa, allora perché?

    Dopo che la Juventus di Allegri batte la Lazio di Sarri subendo un solo tiro in porta.
    Sarri: “Hanno vinto da Juve: il rigore per il vantaggio, la fase difensiva bassa e solida e il contropiede.
    Questo è il modo in cui hanno vinto le partite e i campionati. Dei tifosi della Juventus non mi interessa nulla.
    Ho lavorato lì ma non sono juventino.
    Ho vinto il campionato e allenato grandi giocatori ma finisce lì”.

    Anche tu credo che finirai di allenare lì e forse ancora per poco.

  8. Antonio

    che dire della partita di questa sera, se non che la vedrò in differita su Jtv?
    Già perché ora il fuso orario segna +4,5h e dovendo andare al lavoro domani sono decisamente troppe.
    Pronostico? Classica partita da tripla, il Chelsea cercherà di fare gioco e noi cercheremo di impedirglielo come nella più classica tradizione italiana anni 60 per poi riuscire a trovare lo spazio ed il tempo per fare un gol con Chiesa o chi per lui.
    La differenza che c’è tra il calcio inglese ed il nostro, è che sia che giochino un po’ più alti come il City o che giochino un po’ più bassi come il Chelsea, gli inglesi tendono a giocare a prescindere dall’avversario che hanno davanti, puntano ad esaltare le qualità dei giocatori in fase di costruzione del gioco, noi invece tendiamo a giocare rispetto agli altri, cioè tendiamo ad incartare l’avversario bloccando le fonti di gioco. Lo fa Allegri, ma lo ha fatto anche Sarri a suo tempo mettendo Bernardeschi sul regista avversario. Così mi smarco da Allegri e Sarri e non ne parliamo più.
    Chi ha ragione?
    Dobbiamo intanto considerare il valore delle squadre, ed i risultati ottenuti in questi ultimi anni.
    I soldi spesi in cartellini per le rispettive rose sono simili 657mln Juve e 780mln Chelsea
    Per creare queste rose i club hanno speso negli ultimi dieci anni, prima del 2020, 1,30mld la Juve ed 1,33mld il Chelsea
    Quindi possiamo notare che tutta questa differenza economica tra i due club, non c’è almeno se consideriamo un periodo lungo.
    Se però guardiamo i trofei, dal 2010 il Chelsea vince 2 Champions League e 2 Europa League mentra la Juve non vince nulla.
    Possiamo perciò dire che il calcio giocato in Italia pur essendo focalizzato sul risultato, non è in grado di produrre risultati quando paragonato a squadre con la stessa spesa o valore, tra pari insomma.

    Se paragoniamo invece la serie A con la Premier League nello stesso periodo dal 2010 al 2021 notiamo come il calcio inglese abbia portato in patria 3 Champions League e 3 Europa League.

    Possiamo chiudere l’analisi con la notizia di pochi giorni orsono che vede la Premier League assoluta regina nell’interesse dei tifosi e degli sponsor. La premier League infatti ha venduto 11mld di diritti televisivi tra Inghilterra e mondo, la serie A si è fermata a poco più di 1mld, tra Italia ed estero.

    Il motivo della partita di stasera è belle che tracciato, partita che non decide la qualificazione, partita da tripla, partita che magari vinceremo pure e ciò ci farà gioire, ma per arrivare da qualche parte il nostro calcio è agli inglesi che deve guardare e prendere esempio, cominciando proprio dal campo, e non sto parlando di giocatori.

    Calcio inglese che non è più salvo rare eccezioni quello che descrivi, ma è oggi la somma e la sintesi delle migliori espressioni calcistiche del continente, in salsa inglese naturalmente. E’ la che ci sono oggi i migliori allenatori, i migliori manager, i migliori giocatori, salvo eccezioni, naturalmente.

    Regge la Spagna naturalmente all’apice di tutto quando si parla di calcio europeo, ma è un altro discorso.

    • Ti risponderò dopo aver visto la partita, amico mio.
      Sei stato molto dettagliato ma io sono una persona fiera di essere italiano con tutti i pregi ed i difetti che ci portiamo addosso.

  9. Ben,

    a me Lazio Juve non è piaciuta, 90 min, 4 tiri noi, uno, forse, loro. Troppo poco da entrambe.

    Ti scrivo però per sottolineare come tu sia stato troppo buono nei confronti di Sarri.

    Sarri infatti non ci ha fatto vincere nessuno scudetto, quello scudetto lo hanno vinto Buffon, Chiellini e Bonucci, con i gol di Cristiano e Dybala.
    Tra l’altro si narra del grande lavoro dietro le quinte, fatto da Nedved, per tenere una situazione che dopo il lock down era diventata esplosiva, squadra da una parte, tecnico dall’altra.
    Come non ricordare bonucci che urla alla panchina “tranquillo ci pensiamo noi” oppure Chiellini che si mette in campo da solo?

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia