E’ mancata la dignità nella sconfitta

 

Articolo di Alessandro Magno

 

A qualche giorno di distanza possiamo sicuramente analizzare la sconfitta contro il Chelsea con maggiore serenità. La sconfitta è stata netta ed inequivocabile. Qualcuno dice numericamente più limitata di quanto poi avvenuto grazie a Szczesny; altri dicono che lo score è stato invece troppo ampio per via di un paio di gol (il primo e il quarto) che potevano esser annullati. La Juve pur creando un solo pericolo (con Morata nel primo tempo), aveva contenuto la furia del Chelsea e Szczesny in realtà nella prima frazione di parate vere e proprie ne ha fatta una sola, quella su diagonale di James. A onore del vero la Juve cade su un gol palesemente irregolare, viziato per lo meno da due spinte, oltre che da un fallo di mano; ancorché il divario è assodato che è stato così ampio che comunque, al netto del primo gol irregolare, avrebbe probabilmente perso in ogni caso. La Juve è mancata inspiegabilmente nel secondo tempo. Dopo il secondo gol e dopo l’uno due che ha portato al secondo e terzo gol nel giro di un paio di minuti non c’è stata reazione. La Juve in quel momento ha staccato la spina e il Chelsea a quel punto ha veramente dilagato ed effettivamente Szczesny ha impedito un divario più ampio. Ora che la Juve possa perdere contro i Campioni d’Europa in casa loro per me ci sta. È normale se si pensa che loro han vinto la Champions a Maggio e noi invece in questa competizione siamo usciti agli ottavi con il Porto, come è altrettanto normale questo divario fra chi è primo in Inghilterra, campionato sicuramente molto competitivo, e chi ad oggi è ottavo in Italia. In questa stagione il Chelsea ha perso solo due partite ed entrambe 1-0. La prima con i pari grado loro del Manchester City e la seconda a Torino in Champions contro di noi. Ecco forse questa nostra vittoria, che per alcuni versi ha avuto del miracoloso, ha fatto credere un poco a tutti noi che fossimo pronti per ogni palcoscenico. Mi spiace dirlo ma questa Juve è ancora la Juve vista l’anno scorso ma senza Ronaldo. Che è un aggravante. È la stessa Juve in quanto non convince con i risultati che sono altalenanti e non convince neanche sul piano del gioco esattamente come era la Juve di Pirlo. Poi ogni tanto qualche sussulto che ti fa sperare e dire: “Ecco allora adesso finalmente abbiamo una quadra”, come era accaduto contro la Lazio, salvo poi arrivare a una nuova caduta. La Juve è questa signori e Allegri da questo punto di vista non è riuscito ancora ad incidere o forse non è riuscito ancora ad incidere abbastanza. L’errore grave è stato in sede di mercato. Via Ronaldo dentro Locatelli, Kaio, Kean. A me pare non bastare. La Juve ha pensato che bastasse un allenatore d’esperienza, notoriamente bravo a fare con quello che ha, per sistemare le cose e probabilmente lo stesso Allegri ha sottovalutato l’impegno. Ad oggi nessun giocatore sta rendendo molto di più rispetto all’anno scorso. È colpa in primis dei giocatori ma è colpa anche del mister che non è riuscito a rivitalizzarli. Qualcuno obietterà che l’impresa è difficile ed al limite dell’impossibile ma è Allegri che l’ha accettata non io. La ricetta oggi qual è? E chi la conosce è bravo! L’unica cosa abbastanza certa è che sarà un anno duro, probabilmente il più duro degli ultimi 10. Sperando di non tornare a quei famigerati settimi posti da dove tutto era partito.

  1. Prima che iniziasse la partita avevo scritto: Fare una partita dignitosa ma senza spreco di energie che serviranno sabato contro la Dea.

    Buono anche un pareggio questa sera e lo firmerei subito.

    Alla fine della partita ho dovuto scrivere: vergognatevi.
    È mancata proprio la dignità.

  2. Sulla partita di Londra ci sarebbe moltissimo da dire, andrebbe analizzata in ogni particolare perché è un chiaro esempio di come si dovrebbe giocare a calcio contrapposto a come non si dovrebbe. Non solo, si dovrebbe ripercorrere la storia di queste due società dalla scorsa stagione ad oggi per capire come sono arrivate a questa partita, le scelte fatte, le situazioni simili, affrontate in modo differente. Ci sono partite capaci di cambiare la storia, questa secondo me è una di quelle, se solo si fosse capaci di coglierne il significato.

    Ma non è questo il punto, il punto è una Juve che si è trovata di fronte ad una squadra che faceva letteralmente un altro sport.

    E se il campionato è andato, il divario tra noi e gli inglesi è stato tale da farci avere la netta sensazione che la stagione non abbia proprio più niente da dire, e non siamo neppure a dicembre.

    Chiaro che i problemi in casa Juve siano molti, siamo di fronte ad una squadra che deve crescere senza poter intervenire sul mercato, e questo sarà per almeno un paio di stagioni stando alle scadenze di alcuni contratti, per elementi della rosa, praticamente invendibili.
    Ed è questo il punto. Ci dobbiamo chiedere se Allegri sia in grado di costruire una squadra con il materiale a disposizione e nel caso prendere quello che serve dall’U23 o dalla primavera senza intervenire sul mercato.

    Opinione personale, non è in grado, sono passati 4 mesi di alti e bassi senza che la squadra abbia sputo mostrare qualcosa di riconoscibile di concreto.

    Ma non lo sarebbe nessun allenatore italiano.

    Perché dico ciò? Perché in Italia funziona così, quando non va, si chiede di intervenire sul mercato. E’ pensiero comune. E lo è anche per gli allenatori.

    Ma non è questo il lavoro di un tecnico, e proprio Tuchel lo dimostra nel suo lavoro al Chelsea. Tre arrivati dalla primavera in campo, nessuna punta, sfortuna certo, ma un impianto di gioco capace di assorbire il colpo, con corsa, movimenti a memoria, raddoppi, pressing.

    E certo che se guardiamo a quanto proposto in contrapposizione, resta solo una sensazione di sconforto.

    • alessandro magno

      Se hai sentito tuchel in un intervista sui giovani la pensa esattamente come allegri.

      • Questo uno stralcio dell’intervista nel dopo partita:

        Sono andati a segno ben tre giocatori usciti dal vivaio: Chalobah, Reece James e Hudson Odoi:
        “Al club piace questo, questo rende le squadre speciali. Non abbiamo solo stelle e giocatori dall’estero, è bello avere un bel mix. Talenti e giocatori umili, giovani, di qualità, come quelli visti stasera, che vogliano far parte di un Chelsea forte. Ed è bellissimo farne parte, per il vivaio è un bel giorno, questo è parte del nostro successo”.

        E comunque non avevo criticato Allegri sui giovani, avevo solo scritto le seguenti parole:
        “Ci dobbiamo chiedere se Allegri sia in grado di costruire una squadra con il materiale a disposizione e nel caso prendere quello che serve dall’U23 o dalla primavera senza intervenire sul mercato”

  3. C’è poco da essere sereni anche a bocce ferme, Ben.
    Mi aspettavo una reazione di orgoglio l’altra sera , invece proprio una disfatta.
    Questa Juve mi ha tolto ogni speranza per il prosequio ed io sono tendenzialmente ottimista.

  4. IL FUNERALE

    Quante prefiche, ma quelle almeno prendevano soldi per piangere, eppure il morto non c’è ancora.

  5. MARADONA CHI…

    Voi ricordate Maradona io ricordo altro.

    Tokio 26 novembre 1996

    Alessandro Del Piero “Il 10” ci porta sul tetto del Mondo.

    Mica pizza e fichi!

  6. Scusate, a volte si giudicano le persone x come parlano e come stanno in panchina ecc. Vedendo queste immagini che posterò, Pirlo non mi sembra affatto moscio. X me il problema da 3 anni a questa parte è soprattutto la squadra: né Sarri, né Pirlo e né Allegri. Sbaglierò ma mi sembra così.

    https://youtu.be/otPlPK3ORcc

    • Germa’,
      Sto reality dovevano farlo l’anno prima, sai le risate!
      Con il beep della censura a farla da padrone😂

  7. Per andare ai mondiali ci toccherà battere CR7. Bel casino…

  8. Barone
    Il 60% di questa squadra è formato da mezze tacche. Il resto è a fine carriera e gli altri si arrabattano.
    Se manca la dignità? Forse, anche,ma non solo, i giocatori sono quello che sono, e non ci sono trascinatori che gli urlano. Se sono quello che sono non è una novità, sono anni che vedo acquisti a dir poco sbagliati. Soldi? Anche. Ma anche scelte approssimative tanto per tappare buchi.E non sempre si trattava di soldi,visto che paghiamo gente mai più vista che però gioca in nazionale,io ho questa sensazione,per pagare tre allenatori in tre anni che sono stati a casa, anche.
    Accetto critiche. Scarso equilibrio nelle scelte, alla fine paghi, hai voglia di parlare di allenatori.
    Si ti capita di vincere, ma non vedo continuità.

    • Tino
      Avere la forza di mettere fuori rosa i vari Ramsey, Rabiot, Alex Sandro se nessuno li vuole.

      Ok, paghi gli stipendi ma almeno non ti giocano contro.

      Oppure come scritto qualche topik dietro aspettare la scadenza dei loro contratti…tu quando prendevi 7 milioni? Ok ora se vuoi rimanere te ne do 2,5.
      Da quello che ho capito questo vogliono fare…e Andrea lo fa.

      Gli allenatori…uno, il maledetto, è riuscito a fare questo che da tre anni si vede alla Juve.

      Napoli-Lazio: “Non sarà mai una partita come le altre”.
      Ma da uno che ancora parla del Napoli e che al Napoli ha fatto perdere uno scudetto…ma di chi stiamo parlando?

      • Eh eh parliamo di uno che ha avuto un contratto von una penale x risoluzione mai visto. Manco all’inter potevano fare una cazzata simile.

      • La soluzione nessuno ce l’ha ma alcune cose si potevano e si possono fare. Mettere da parte i giocatori inutili e costosi era una cosa fondamentale da fare, come dice Barone, era basilare fare ciò e invece hanno preferito pensare che fosse solo colpa di Pirlo e i giocatori invece erano buoni. Ma quando mai? Mandi la gente via, paghi una parte dello stipendio, metti fuori rosa, fai la voce grossa, costringi i procuratori a portare via il giocatore, tante cose si potevano fare. Certo bisognava tirare fuori qualche soldo, gratis non lo fai di sicuro. Ma andava fatto. Avere un Ramsey che ti prende in giro o piuttosto avere, che so, un Rovella giovane che per quanto non sia un fenomeno, corre, lotta come i giovani fanno, beh c’è tutta la differenza del mondo. E cosi via con gli altri cessi.
        Un Pellegrini trattato come un appestato manco avesse l’ardire di soffiare il posto a chissa chi, lo vedi e dici, meglio lui che corre di A.Sandro che sembra più lento di mio nonno. Non ci vuole un occhio esperto da osservatore per accorgersene, dai. Eppure preferiscono tenersi un bidone che prende 6 milioni o un Rabiot o Bentancur. Ci vuole coraggio per cambiare e loro non ne hanno.
        Ben dice “gli errori sono stati fatti in estate in sede di mercato”, eh te credo, avevano 2 macro-situazioni da gestire.
        1. rinnovare il centrocampo, e lo sapevano anche i sassi
        2. prevedere un piano B in caso di addio di CR7 visto che lo stesso CR7 non ha mai fatto sapere nulla a nessuno, quindi a maggior ragione dovevi intervenire in anticipo, e non metterti a piangere dopo come un incompetente.
        Avevano in mano Dzeko, giocatore ideale da inserire insieme a un giovane da far crescere al suo fianco. Ebbene hanno preferito spendere altri 10mil per un prossimo trentenne come Morata che non è ne forte come Dzeko, ne giovane e neppure di nostra proprietà, pensa te che furboni. E Morata prende quei 5 milioni che avrebbero dato a Dzeko, che pero sarebbe arrivato quasi gratis, stava qua 2 anni e poi fuori dalle balle e i 10-15 mil li investivi nel frattempo su un attaccante giovane.
        Ancora si sentono Allegri e cosi dichiarare bellamente che l’inizio choc in campionato è dovuto in parte anche all’essere stati spiazzati dall’addio di CR7. Quando era la prima o seconda cosa che ti saresti dovuto prevedere in estate…
        Di cose per risalire la china ne possono fare mille, primo buttare via i cessi che non corrono, secondo far correre come matti tutti gli altri, che son giovani e forti, ma correre significa correre, come l’atalanta, non giochicchiare il pallone all’indietro col proprio portiere come piace ad allegri. Vedrai che poi la differenza reti migliora, oh se migliora…

  9. Juve indagata per falso in bilancio.Indagati i vertici.
    Vorrei sapere quando ce ne andiamo da qui.

    • Chi sbaglia paghi…ma questa volta tutti quelli colpevoli non una sola farla passare come quando il 2006 per salvare tutte le altre.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia