Per il Nantes serve di più. Massara e Vlahovic, la verità

  1. https://youtu.be/0oTmdh8HbHU
    Attenzione ⚠️ qui Mattia era tornato al Genoa in prestito perché nella Juve non aveva trovato spazio.

  2. Vi ho ascoltato in differita e, in questo limbo non posso che essere in sintonia.
    Non si può fare alcun progetto futuro ed ogni possibile arrivo come appunto quello di Massara che avete paventato ( tra l’altro amico di Allegri) non mi dice niente. Mi aspetto quanto prima un intervento del Coni che confermi i -15 e magari un’altra stangata per lo spostamento degli stipendi. Poi mi aspetto che quei 15 piccoli azionisti possano pagare l’avvocato della mutua che sta facendo causa alla Juve, ed infine che questa superlega possa partite presto, in modo da abbandonare questo campionato di pagliacci.

  3. “Se c’è una squadra italiana che ha vinto più di tutte e non è stata ostacolata dalle istituzioni questa è stata proprio la Juve.”

    P.arola di JeK.ill, il solito refrain di una musica ossessionante che, senza scomodare Calciopoli, fa tornare alla mente oltre un decennio di accanimento giudiziario antijuventino a partire dal:
    1) Presunto utilizzo di acciaio “scadente” nella costruzione dello Juventus Stadium rivelatosi una bufala.
    2) Il calcioscommesse perpetrato a Bari e condannato a Torino con la squalifica di Antonio Conte per fatti accaduti prima del suo arrivo sulla panchina della Juventus.
    3) Il processo sulle infiltrazioni della criminalità nel tifo organizzato, solo quello della Juventus ovviamente, nel quale il procuratore federale ha portato Andrea Agnelli davanti alla commissione antimafia sulla base di un’intercettazione farlocca, facendo passare da complice una parte lesa.
    4) Le accuse di stupro a Ronaldo per un fatto accaduto 9 anni prima in un hotel di Las Vegas negli Usa. Ma solo quando era alla Juventus e sparite quando è andato via.
    5) Il “caso” Suarez con l’Avvocatessa Turco, incaricata dalla Juve di prendere contatti con l’Università degli Stranieri, prosciolta dalle accuse.
    6) Il Covid, con le partite autorinviate dalla Asl napoletane e la sentenza della sconfitta a tavolino del Napoli della Corte Federale ribaltata dal Coni.
    7) Caso plusvalenze, solo la Juventus penalizzata, 15 punti in meno in classifica a campionato in corso per un reato inesistente.

    Questi sono fatti reali.. caro Mr.Hyde altro che fumus persecutionis.. esimio Dr.Jekill.

    • L’accanimento giornaliero di un antijuventino malato nella capoccia contro tutto ciò che è Juve passata e presente per il futuro chissà…

      • Per il futuro prevedo un dottore… uno bravo però.

        • Alessandro Magno

          menomale che non siamo stati ostacolati con ogni anno un processo. ma chio è sto drogato?

          • Alessandro Magno

            hai dimenticato Gioele quando dovevano togliere un punto al Napoli e squalificare Paolo Cannavaro e ovviamente furono tutti assolti e quando sempre al Napoli dovevano dare sconfitta a tavolino e -1 in classifica per non essersi presentati a Torino e anche li tutti assolti e ci fecero rigiocare. La juve in tutti questi anni non ha mai avuto una sola sentenza a favore.

            • Cannavaro non lo ricordavo mentre la sconfitta a tavolino del Napoli ribaltata dal Coni è al punto 6 dell’elenco sopra.

  4. Io non capisco chi ancora gli da spago ad un disturbatore seriale che non ha piacere a convivere con i propri solidali.
    Ragazzi si tratta di uno psicopatico, o uno stipendiato della squadra di m..rda che ha il compito di moderare i siti Juventini. Non si spiegherebbe sennò la sua insistenza e tutto ciò che ha fatto per poter entrare in questo blog.

    • Qui prova ancora ad entrare con altre maschere, ma sa bene che non c’è trippa per lui nè per il suo alter ego, compare turiddu e scompare turiddu.

  5. La sentenza spiegata dall’autore :
    Specificità giustizia sportiva: il codice di giustizia sportiva si adegua ai principi processuali generali, ma non come automatica trasposizione di questi istituti altrimenti perderebbe di peculiarità, come tempestività e speditezza coessenziali alla giustizia sportiva in quanto i processi devono essere veloci e immediati (certezza ai campionati, mercati atleti, agli appassionati). La tempestività pervade gli istituti ordinari: la certezza assoluta comporterebbe un rallentamento del procedimento sportivo, diversamente da quanto prevede il principio di tempestività. Il fine principale del giudice sportivo è quello di affermare i principi di lealtà e trasparenza e quindi gli organi devono considerare meno stringenti le regole formali rispetto a quelli sostanziali che incarnano questi valori. I nostri principi sono lealtà, probità e correttezza: al giudice va il potere di individuazione e punizione dei fatti in essere. I giudici sportivi possono riempire di contenuti questa clausola in bianco configurando come violazione del principio di lealtà e correttezza una condotta che non risulta autonomamente come fattispecie di illecito disciplinare. Questo istituto si spiega in chiave privatistica in virtù della volontà contrattuale degli associati”.

    In pratica facciamo un po’ come cazzo ci pare e se vuoi partecipare ai nostri tornei devi stare zitto. Perché mica abbiamo tempo di verificare bene le cose, dobbiamo essere veloci ed abbiamo una norma in bianco che ci permette di castigare quello che ci conviene e come ci pare e piace. Insomma, se prendiamo di mira qualcuno che rompe i coglioni, il modo di fotterlo lo troviamo. Siamo autonomi noi, mica ci controlla nessuno.

    • Fanno i paladini della lealtà tutelando un torneo dove 19 club su 20 possono taroccate i bilanci tra gli applausi. Però se vedono comportamenti della Juve volti a cercare una plusvalenza ne rimangono psicologicamente devastati.

    • Soprattutto “bellissimo” questo passaggio: ” I nostri principi sono lealtà, probità e correttezza”. Faccio mie le parole di una canzone di Vasco Rossi: “Stupendo…mi viene il vomito…”

    • Li mortacci loro non ce lo vogliamo mettere?
      È finita me lo sento…ci ridaranno i 15 punti?
      Bene. Prenderanno tempo solo per vedere dove arriviamo e c’è ne daranno 20 per gli stipendi.
      E poi qualche partita pilotata come quella dove non ha sbagliato nessuno (Salernitana) in modo di non farti qualificare in nessuna coppa se non quella italiana.

      Mercato in entrata non pensiamoci proprio…in uscita ci sarà la grande fuga.
      L’unica soddisfazione è quella di aver dato a pensare a sky e dazn per le disdette dei tifosi, ora mi aspetto una mossa da parte della Società Juve.

    • Quindi sono liberi di addossarti o ascrivere una colpa che non hai.
      Me cojoni!

  6. Kris

    Alle falsità conclamate di Mr.Hyde corrisponde una certezza dei fatti incontrovertibile, mi riferisco alla vicenda plusvalenze del Chievo e all’articolo del “Sole24ore” in cui Marco Bellinazzo ha scritto di un’indagine della Procura federale sulle “plusvalenze fittizie” di Chievo e Cesena, chiusa dopo una quarantina di audizioni con i deferimenti al Tribunale federale nazionale dei presidenti Luca Campedelli e Giorgio Lugaresi e dei due club coinvolti. Deferimenti che non hanno però portato alla penalizzazione del Chievo ma solo ad una sanzione nei confronti del Cesena, società per altro fallita, mentre per quanto riguarda il Chievo, dopo la retocessione sul campo dalla serie A non è stato ammesso al campionato di serie B in conseguenza delle irregolarità fiscali e contributive rilevate dalla Co.vi.soc.

    L’altra bufala di MR.Hyde è quella in cui parlando di Calciopoli ha scritto testualmente che: “le sole telefonate Moggi-Meazzini(?) Fiorentina sono – per responsabilità oggettiva – da serie C”, perchè da oltre 11 anni è noto (ma l’alter ego mascherato da giustiziere finge di non saperlo) che qualcuno tagliò quella inter->cettazione, come sottolineato dalla difesa di Moggi, dopo averlo rilevato non da quelle “scartate”, ma da una di quelle trascritte e riportate nelle informative, scoprendo così dopo cinque anni (2011) che la famosa telefonata tra Della Valle e Moggi non si conclude con la frase “Pensiamo a salvare la Fiorentina”, come Auricchio ha scritto nell’informativa del novembre 2005, ma con Moggi che subito dopo dice: “Noi pensiamo a vincere il campionato, perché andiamo a Milano e vinciamo, e voi pensate a salva’ la Fiorentina.”.

    • P.S.: C’è un passo di quel codice che hai riportato nel tuo post in cui è spiegato in modo inequivocabile il “vulnus” di questo genere di giustizia: “I giudici sportivi possono riempire di contenuti questa clausola in bianco configurando come violazione del principio di lealtà e correttezza una condotta che non risulta autonomamente come fattispecie di illecito disciplinare.”

      Non so quale codice sia stata la loro fonte di ispirazione, forse da uno di quello degli anni ’30 del secolo scorso in cui al paragrafo 2 era scritto che: “reato è costituito da ogni fatto contrario al sano sentimento del popolo”.

    • Eh ma cazzo, Gioele, tu gli vai sempre a nominare Moggi e quello va in puzza come lo strunz che è…

      • Ma sai Barone, posso capire tutto ma non che a un tifoso interista ossessionato dalla Juve in un blog di matrice juventina viene permesso di scrivere stupidaggini e falsità di ogni genere mascherato da tifoso “milanista54”.
        Proprio vero allora che più si è imbecilli e più si sente il bisogno di farlo sapere a tutti.

  7. Dopo aver ascoltato le parole che ha proferito in in aula universitaria ieri Torsello, ho avuto veramente paura.
    L’ordinamento giuridico sportivo può comportarsi, e lo fa, cone l’inquisizione medievale.
    Prima le condanne erano giustificare in nome di Dio, ora in questo tribunale in onore di una “lealtà sportiva molto arbitraria”. Questo Torsello è un mostro che va fermato assolutamente, anche se non son so da chi ( visto che è uno dei più importanti consulenti del parlamento italiano ). Siamo in mano a veri e propri nuovi Savanarola che possono, dall’alto dei poteri che gli sono stati conferiti, giudicare il bene ed il male allo stessa stregua di quei giudici che canzonó De Andrè.
    Non credo tolgano quei 15 punti, ma credo pure che l destino della Juve sia segnato da questi frustrati, pertanto mi auguro solo che la Juve si rivolga direttamente al tribunale x i diritti umani di Bruxelles senza i passaggi intermedi qui in Italia. Basta solo presentare i video e le foto di questi pseudo giudici che odiano la Juventus per poter avere giustizia.

  8. FILIPPO VAGLI

    Post lungo ma da leggere fino in fondo per capire cosa STANNO APPARECCHIANDO ALLA JUVENTUS…

    Mario Luigi Torsello uno dei giudici della Corte Federale d’Appello che ha giudicato la Juve sul caso plusvalenze, nel corso di un’iniziativa presso l’Università del Salento, ha pronunciato testuali parole:
    “Dico innanzitutto che non voglio parlare nello specifico del caso delle plusvalenze. Un giudice parla con le sentenze e non le commenta, parleremo a livello generale. Bisogna prendere atto della natura negoziale delle norme che disciplinano la giustizia sportiva (caratteri privatistici e contrattuali, non autoritativi) che è un effetto dell’accettazione dei regolamenti federali come atto spontaneo di adesione alla comunità sportiva. L’interessato accetta la soggezione agli organi interni di giustizia. Accanto a questo vi è il vincolo di giustizia, che fonda l’autonomia dell’ordinamento sportivo sia per la competenza del giudice che per garantire la rapidità delle controversie. Tale vincolo non è contrario alla Costituzione perché consente alle parti di scegliere altri soggetti Come arbitri per le controversie. Bisogna distinguere la rilevanza interna da quella esterna, competenze giurisdizionali statali e interne sportive. Il codice di giustizia sportiva si adegua ai principi processuali generali, ma non come automatica trasposizione di questi istituti altrimenti perderebbe di peculiarità, come tempestività e speditezza coessenziali alla giustizia sportiva in quanto i processi devono essere veloci e immediati (certezza ai campionati, mercati atleti, agli appassionati). La tempestività pervade gli istituti ordinari: la certezza assoluta comporterebbe un rallentamento del procedimento sportivo, diversamente da quanto prevede il principio di tempestività. Il fine principale del giudice sportivo è quello di affermare i principi di lealtà e trasparenza e quindi gli organi devono considerare meno stringenti le regole formali rispetto a quelli sostanziali che incarnano questi valori. I nostri principi sono lealtà, probità e correttezza: al giudice va il potere di individuazione e punizione dei fatti in essere. I giudici sportivi possono riempire di contenuti questa clausola in bianco configurando come violazione del principio di lealtà e correttezza una condotta che non risulta autonomamente come fattispecie di illecito disciplinare. Questo istituto si spiega in chiave privatistica in virtù della volontà contrattuale degli associati».

    In parole povere: solo per ottemperare ad una logica di tempestività, dal momento che la certezza assoluta comporterebbe un rallentamento del procedimento, i giudici sportivi in barba ad ogni logica e ad ogni norma possono addebitare ad un associato qualsiasi un illecito anche qualora questi non lo avesse compiuto.

    Non sono un giurista e non mi permetto di giudicare le parole del Dr. Torsello ma a me PARE UNA FOLLIA !!!!

  9. Gioele,
    In base a quanto spiegato da Torsello mi chiedo a questo punto che senso abbia in questo caso fare un processo. Hanno perso tutti un pomeriggio perché potevano sanzionare direttamente quando hanno acquisito il materiale da Torino.
    Tant’è che anche la dissonanza tra le richieste di chine’ e la sentenza indica che questa fosse già scritta. Quell’udienza costituisce anch’essa un inutile formalismo ed è stata celebrata solo per dare una parvenza di legalità.
    E per le motivazioni era anche superfluo leggere le famose 14000 pagine, è stato sufficiente che i giudici abbiano sfogliato qualche giornale nelle settimane antecedenti.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web