Il patteggiamento .. “ Acqua passata”

Scritto da Cinzia Fresia

Sono sempre stata convinta che la Juventus fosse eterna e che tutto nella possa finire o modificarsi, tutto meno la Juve.
Perché un Campionato italiano senza la Juventus non è immaginabile. Eppure sta accadendo.
Abbiamo perso .. Non solo la partita, abbiamo perso la guerra.
Abbiamo perso contro il Milan ma .. detto tra di noi .. chi se ne frega del Milan.
La Società ha deposto le armi, perché ricorrere al TAR e far bloccare questo schifo di Campionato ci vogliono le palle .. e qui non ce ne sono.

La Juventus ha tradito i suoi tifosi, ha tradito se stessa accettando l’inverosimile. Una Società ricattata da un allenatore, dalla classe politica, da tutti.
No questa non è la Juventus, e attendiamo con tutto il cuore che Exor la ceda, ma faccia in fretta .. e ci liberi da un allenatore che dovrebbe vergognarsi di quello che ha fatto, e che non vogliamo più vedere nemmeno dipinto.
Se la Juventus ha una chance la si conceda a chi voglia veramente occuparsene.
Diversamente vivremo di ricordi. D’altronde abbiamo vissuto istanti indimenticabili e col senno di poi avremmo dovuto goderci di più l’ultimo scudetto, che lamentarsi di Maurizio Sarri.

Il patteggiamento; Se tu dici di essere colpevole io giustizia ti offro la soluzione più comoda. Bell’affare complimenti all’Italia paese da cui prendere esempio! La Società messa in ginocchio ha dovuto accettare per due motivi: primo: se la trattativa di cessione è in corso, i pregressi devono essere chiusi, idem nell’ipotesi di un nuovo socio investitore.

Secondo: La B ci avrebbe portato direttamente al cimitero.

Ipotesi di ricorrere al TAR? No, troppi interessi personali.

Insomma la Juventus si è trovata incaprettata nel vero senso della parola. L’unico a difendersi sul serio Andrea Agnelli, il quale ha detto no al ricatto. Ormai fuori da tutto può permetterselo, e ha fatto bene.

E dei tifosi che farne?
Allora il patteggiamento è stata la soluzione per evitare che i tifosi della Juventus mettessero realmente nei guai la serie A. Se fosse andata In B .. ciao DAZN ..

Ma i guai non sono ancora finiti per la Juventus senza coppe, o forse farà la conference league, chissà .. La Juventus è totalmente annichilita e senza giocatori forti; si ritrova senza fondi per effettuare il mercato e in balia di un allenatore la cui storia con la Juventus è finita da un pezzo e che non vuole andarsene in virtù di un contratto che non meritava.
Credo che di umiliazioni i supporters ne abbiano subite tante, troppe .. basterebbe così.

Mentre i tifosi si lamentano sui social, anziché precipitarsi alla Continassa, prepariamoci al peggio .. perché a quello non c’è mai limite.

  1. Dopo aver pubblicato per mesi intercettazioni e indiscrezioni esclusive provenienti dalla Procura di Torino, “bastonando” quotidianamente la Juventus per l’annosa vicenda plusvalenze, sarebbe lecito attendersi dai quotidiani del gruppo Cairo la stessa attenzione e lo stesso trattamento verso gli altri club.

    Invece, stamattina, sulle colonne del Corriere di Roma, si legge qualcosa di incredibile alla luce delle campagne mediatiche degli ultime mesi: “La Roma, per rientrare nell’accordo con l’Uefa sul Financial Fair Play deve fare 40 milioni di plusvalenze entro il 30 giugno”. Belotti “non ha ancora segnato un gol in campionato, però potrebbe fare il titolare in molte squadre. Sarebbe anche lui una plusvalenza”, si legge sulla testata.

    Insomma, dal pezzo si evince la necessità di un meticoloso ricorso alle plusvalenze per “aggiustare” il bilancio. Vi ricorda qualcosa?
    (dal web)

  2. Tranfaglia

    Con il patteggiamento la Juve ha evitato sanzioni sportive più pesanti e ha invertito il trend negativo sul mercato azionario. In Borsa infatti è ripresa a salire la quotazione e la giornata di ieri per Juventus FC è stata una giornata estremamente positiva con un rialzo di oltre il 5%. La tendenza positiva potrebbe trovare conferma anche nelle prossime settimane con i volumi degli scambi in aumento rispetto alle settimane precedenti e questo credo sia ciò che da sempre interessa di più ad un proprietà che privilegia l’aspetto finanziario rispetto a quello sportivo.

    • Mah,guarda Gio, allora qualcosa sotto c’era, nessuno al mondo patteggia se é tutto ok…
      C’è anche una reputazione da difendere. Insomma, allora qualcosa di sbagliato è stato fatto.

      • Non credo sia quello il punto, il calcio gestito dai mecenati è un lontano ricordo, oggi è un business controllato
        dai colossi della finanza internazionale, che fiutato l’affare non molleranno facilmente l’osso e tu sai a cosa mi riferisco.

        • Al seguito gli imbonitori mediatici al servizio del miglior offerente, la falange armata pronta a scatenare l’inferno al segnale del massimo meridio di turno.

          • Ok Giorgio
            Ma la federazione farebbe parte della falange? Allora cosi dove andiamo? Si inventano tutto all’occorrenza e sempre addosso a noi. Uno spunto devono averlo, non siamo gli unici che volevano fare la superlega. Siamo alla merce’,senza via di uscita. E non finisce qui…

  3. SPEDITELI IN B
    (Sergio Vessicchio)

    Il giornalista Sergio Vessicchio nel suo ultimo video sul proprio canale YouTube ha affrontato il tema legato al patteggiamento della Juve, attaccando poi l’inter, a suo dire protetta dal “Palazzo”.

    “I tifosi interisti sono i peggiori d’Europa perchè partono da una frustrazione totale e pensate una squadra che quest’anno non ha avuto i soldi dello sponsor, ma ha messo in bilancio i soldi dello sponsor, quindi ha fatto un evidente falso in bilancio, non scherziamo, queste sono cose molto serie”.

    “Questi hanno messo in bilancio i soldi della “Digitalbits” ma quei soldi nel bilancio non ci sono mai arrivati, è totalmente un falso in bilancio. Noi dobbiamo prendere lezioni di questa gentaglia, ma c’è un altro richiamo, al Chievo Verona che è fallito perchè inadempiente nei confronti del Fisco, aveva 18 milioni di euro da saldare e non ha potuto rateizzare per lentezze burocratiche durante il Covid”.

    “Nel dicembre 2022 il Governo ha permesso di rateizzare i debiti con il Fisco per cinque anni e sapete quale la squadra più indebitata con il Fisco, la Top of list? L’inter, che deve 50 milioni come ha scritto il Corriere della Sera e non solo”.

    “Ma l’inter durante quello scudetto falso vinto due anni fa, aveva pagato gli stipendi? No, ma le Procure stanno ferme, stanno zitte, purtroppo ci troviamo di fronte ad una situazione molto particolare”.

    “L’inter è la squadra più protetta da sempre, mentre i processi a carico della Juve spesso creati ad arte, si sono sempre risolti con un nulla di fatto, vedi calciopoli, il finto doping o Caso Suarez. La Juventus è sempre stata assolta, non ha mai fatto niente di quello che è stata accusata; a Calciopoli l’inter aveva accuse pesantissime: i passaporti falsi e l’hanno fatta franca, sono stati condannati ma non hanno scontato le pene, oltre alle intercettazioni illegali, improprie e abusive nel periodo del Calciopoli”.

    “Basta mettere il nome Juventus e tutto si accende, e poi che ci sono altre Procure che stanno indagando per le plusvalenze, non se ne fotte nessuno. Non riceviamo morali da nessuno, ma è evidente che la parola patteggiamento è tutt’altro che una parola messa in questa situazione in cui è stata protagonista la Juventus”.

  4. Tramfaglia

    Se a luglio ci sarà un’apertura della Corte di Giustizia europea ricomincerà la guerra per la Superlega. Bernd Reichart, CEO dell’A22 Sports ha elencato 10 punti con i quali dare via ad un nuovo assetto del calcio europeo. Come sai le capofile Real Madrid, Barcellona e Juventus, non si sono mai tirate indietro, Reichart ha parlato di 50 club interessati, la creazione di un nuovo torneo con un format più interessante per la sterminata platea televisiva e con 27 paesi coinvolti, un giro d’affari più trasparente e connesso alla sostenibilità, con spese basate sui ricavi e con percentuali molto chiare. Il tutto per rigenenare un sistema che non può continuare a reggersi su continue iniezioni di capitali, con le norme sul FPF costantemente aggirate dalle sponsorizzazioni dei fondi di stato proprietari dei club più ricchi, che hanno finito per distruggere la competitività nei campionati nazionali e nella Champions League.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web