Bonucci , Pogba non facciamoci mancare nulla.

Articolo di Alessandro Magno

Due casi che si sono sovrapposti negli ultimi giorni, due casi spinosi. La positività di Pogba e le esternazioni di Bonucci e compagni. Due giocatori che stanno brillando entrambi per la poca intelligenza dimostrata. Bonucci dopo ben 500 presenze dopo esser andato via per sua volontà al Milan ed esser ritornato quasi piangendo ( tutti sappiamo l’intercessione di Buffon verso il presidente), oggi lamenta un trattamento non adeguato a quanto si aspettasse e lancia accuse verso il Mister e la società attraverso un intervista rilasciata all’interista Trevisan che ovviamente gongolava nell’avere l’esclusiva di un poco di fango in più da buttare sulla Juventus. Pogba dopo i riti Voodoo dopo i finti sequestri del fratello e i veri ricatti, dopo aver posticipato un operazione che evidentemente era da farsi per fidarsi del suo medico personale e delle macumbe varie dopo aver perso il mondiale e un anno intero dove ha giocato per la Juve solo 98 minuti e ha preso 9 milioni, finisce nelle spire dell’antidoping perchè ha preso qualcosa che non doveva prendere senza comunicarlo allo staff della Juventus. Insomma due uomini che non stanno proprio brillando per intelligenza. Pogba se tutto andrà male dovrà concludere qui la sua carriera. La squalifica potrebbe esser addirittura di 4 anni. Ne ha 30. In ogni caso sembra che una squalifica ci sarà a meno che le controanalisi non lo scagionino ma sembra un ipotesi piuttosto rara. In ogni caso lunga o corta la Juve potrebbe approfittarne per rescindere unilateralmente il contratto e quindi liberarsene. Bonucci più parla e più peggiora la situazione. Ha dato tanto ha avuto molto di più. Un capitano dovrebbe sempre avere a cuore le sorti della sua squadra e dei suoi tifosi. Non si sta dimostrando un degno capitano. Sta mettendo il suo ego ancora una volta in primo piano. Un capitano ma anche solo un uomo intelligente seppure ci fossero delle cose non andate bene in questo rapporto conclusivo, si guarderebbe dagli sputtanamenti in piazza anche perchè a rischiare è soprattutto lui. Se la Juventus gli risponderà potrebbe rivelare anche di lui cose che non sono state irrepensibili. Se la Juventus come di solito accade non gli risponderà sarà sempre lui che farà la figura dell’irriconoscente e della zitella inacidita. Quando un rapporto si conclude sputtanarsi in piazza non è mai una buona cosa. I panni sporchi si lavano in famiglia. Evidentemente per Bonucci non vale quanto detto da Del Piero ovvero che sei della Juve sempre anche se non lavori alla Juve.

  1. LA VITA ALL’IMPROVVISO TI PORTA IL CONTO

    Caro Leo ora è toccato a te pagare il conto..capita anche ai fortunati.

    Nell’ultima partita che hai giocato sei uscito un tantino prima del fischio finale…hai salutato tutti compagni e avversari anche con una lacrimuccia…quindi chi è che racconta bugie?

    Bonucci: “È falso che la Juve mi abbia comunicato alla fine della stagione scorsa di voler chiudere il rapporto!”

    Per come la vedo io già sapeva che in questa stagione poteva essere il sesto dei centrali.

    Anzi qualcuno lo consigliò di allenarsi bene senza affaticarsi troppo per poter giocare gli europei.

    500 partite e non hai capito un cazz!

  2. DEDICATA AL MICIO LEO

    COSCENZA
    (Trilussa)

    C’era un ber pollo sopra a la credenza.
    Er Cane, che lo vidde, disse ar Micio:
    — Io nu’ lo tocco: faccio un sacrificio,
    ma armeno sto tranquillo de coscenza.

    — Per te, va bè’: ma io che ce guadagno?
    — je chiese er Micio che fissava er piatto —
    Co’ ‘sta fame arretrata? Fossi matto!
    Preferisco er rimorso e me lo magno.

  3. LO FAMO STRANO…IL TIFO

    Siamo unici nell’essere tifosi…invece di difendere la Juve avete difeso Dybala, avete difeso Ronaldo e ora difendete Bonucci e Pogba…vi consiglierei di tifare carbonara, kebab, cartoffen e baghette…
    Avviso ai naviganti: non tiferò mai il cacciucco livornese, il polpo io lo cucino meglio.

  4. Noi vincevano perché avevamo certi giocatori, alla MADRE gli regalono lo scudo perché aveva certi tipi di giocatori…tu chiamali se vuoi “figli” di madre.

    https://www.facebook.com/reel/1004239214238657?sfnsn=scwspwa

  5. Corriere della Sera 21 giugno 2007
    “Inter, irregolare l’iscrizione al torneo ’05/’06
    Senza plusvalenze «non avrebbe potuto iscriversi al campionato»
    Moratti non ci sta: «Siamo in regola e lo scudetto non si tocca»
    […]
    Moratti esclude infine che possa essere revocato all’Inter lo scudetto 2005/06: «Non pensiamo nella maniera più assoluta a restituire lo scudetto, perché era giusto che lo assegnassero a noi. E poi sembrerebbe quasi una ammissione di colpa».”

    E certo, infatti se lo tengono da 16 anni proprio per non ammettere le loro colpe di fronte a una giustizia sportiva che non li ha mai sfiorati neanche di striscio per tutto quanto ottimamente descritto in questa ironica cronistoria di Emilio Cambiaghi:
    “1) Caso Genoa-Inter 2-3 (1983). Partita biscotto rovinata da un inaspettato gol di Bagni a 3 minuti dalla fine.
    GIUSTIZIA SPORTIVA: Avevamo tanti camion di sabbia da scaricare…

    2) Passaporto falso di Recoba (1999). Dirigenti patteggiano in sede di giustizia ordinaria. Moratti, prima delle sentenze sportive aveva grottescamente dichiarato: «Se squalificano Recoba e poi la giustizia ordinaria lo assolve, chi ci restituisce squalifiche e penalizzazioni?». 1 miliardo di multa e 4 mesi di squalifica (scontati in estate) al calciatore.
    GIUSTIZIA SPORTIVA: avevamo della sabbia avanzata dal 1983…

    3) Fidejussione onorata in ritardo (2002). La Federcalcio concede all’Inter di “chiuderla” al 31 marzo, anziché al 31 dicembre. In pratica, mentre le altre squadre portano le credenziali per iscriversi al campionato successivo, l’Inter chiude l’iter per iscriversi al precedente.
    GIUSTIZIA SPORTIVA: Moratti è talmente ricco che non ha bisogno di questi trucchetti

    4) Kallon trovato positivo al nandrolone (2003). Tutti gli altri casi si erano concentrati nel 2001, facendo sospettare di integratori “fallati”. Il caso di Kallon è isolato (due anni dopo), quegli integratori non erano più in commercio.
    GIUSTIZIA SPORTIVA: Zeman sta retrocedendo, meglio non infastidirlo

    5) Georgatos rivela di essere stato testimone di strane pratiche farmacologiche all’interno dello spogliatoio interista (2006).
    GIUSTIZIA SPORTIVA: Zeman è stato appena esonerato, lasciamolo in pace

    6) Calciopoli (2006). L’Inter intrattiene “rapporti confidenziali” (parole sue) con l’arbitro Nucini. Facchetti è ospite a casa di Bergamo quando l’Inter gioca in Toscana. Facchetti “era quello che chiamava più di tutti e in un paio di occasioni si è andati un po’ oltre” (De Santis dixit).
    GIUSTIZIA SPORTIVA: Guido Rossi

    7) Plusvalenze selvagge (2000-2005). Secondo la Procura di Milano non aveva i requisiti per iscriversi al campionato (poi assegnato a tavolino). In ogni caso,
    GIUSTIZIA SPORTIVA: Palazzi, Borrelli

    8) Pedinamenti di De Santis, Vieri, Jugovic. Telefoni della Juventus spiati.
    Pratica “Como”, Dossier “Ladroni”.
    GIUSTIZIA SPORTIVA: Tavaroli e Cipriani facevano tutto di loro iniziativa, quello che non facevano di loro iniziativa è prescritto.”

  6. Oggi però le preoccupazioni in casa inter sono altre …

    Wall Steet Italia – Economia –
    “La domanda che ora tutti si fanno, almeno tutti i tifosi dell’Inter, è: “Suning è ancora coinvolto finanziariamente con Evergrande come due anni fa?”.

    Oggi la bancarotta di Evergrande apre una crepa grandissima nei confronti della fiducia sulle condizioni dell’economia cinese. Il fatto che il governo di Xi Jinping non sia intervenuto a salvare direttamente la compagnia immobiliare, una delle più grandi del paese, evidenzia un altro segno di debolezza.

    Ma in questo contesto a preoccuparsi potrebbero essere anche, e di nuovo, i tifosi dell’Inter. Soprattutto quelli ben informati dal punto di vista finanziario.

    Cosa c’entra Evergrande con la situazione finanziaria e patrimoniale di una delle più importanti squadre italiane e del mondo? Ci auguriamo più nulla, ma proprio quando, nel 2021, la crisi di Evergrande scoppiò in maniera tanto violenta da sfiorare quel fallimento arrivato questa mattina, si parlò di un coinvolgimento finanziario di Steven Zhang, presidente dell’Inter e della sua azienda, con Evergrande.

    Era il 2021 quando Suning rinunciò a ricevere il rimborso di un prestito di 20 miliardi di yuan (2,6 miliardi di euro), favorendo un miglioramento della condizione patrimoniale di Evergrande. A quanto pare, quindi, le connessioni finanziarie tra Suning ed Evergrande ma, soprattutto, tra i vertici delle due aziende, era molto forte, come riportano le cronache di quei giorni.

    Per cui la domanda nasce spontanea: Zang ballava ancora con Evergrande?

    Ci auguriamo che questi due anni siano serviti alla dirigenza nerazzurra per sistemare i conti. Se così non fosse…”

    • Gioele perdonami ma perché Zang non sarà presente al derby?
      Il primo derby nella storia in cui inter e Milan arrivano appaiate in solitaria in vetta alla classifica non vedrà la dirigenza dell’inter al gran completo in tribuna. Il presidente Steven Zhang, infatti, continuerà a rimanere lontano dalla squadra e dall’Italia e non sarà presente a San Siro.

      Ma non doveva presentarsi davanti ai giudici?

  7. Buon pomeriggio a tutti e scusate se fuori topic. Qualcuno sa come si è evolua la situazione plusvalenze osimhen?
    Chiedo per un mio amico.
    Grazie

    • Carini.. Carini, ricordi veramente carini, quello scambio con Cannavaro poi, un altro colpo fenomenale di Moggi.

      • Mi capisci al volo
        😜

        • E pensa che quello scambio non fu il solo dove gli interisti dimostrarono tutta la loro incompetenza calcistica, Seedorf scambiato alla pari con Coco, Pirlo in cambio di Guglielminpietro, ma quello di Roberto Carlos per Pistone è stato veramente il Massimo, poi poco importa se sul campo non vincevano una cippa, alla fine un Guido Rossi che gli ha regalato uno scudetto scippato alla Juve l’hanno trovato lo stesso.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia