Archivio Autore: Alessandro Magno

Zenith Juventus 0-1 La Juve è umile gli altri no.

 

ARTICOLO DI ALESSANDRO MAGNO

 

La Juventus è umile non vende fumo. Altri hanno il gioco europeo e poi si fanno battere in rimonta dopo che sono in vantaggio 2-0. Altri hanno il mister con il gioco europeo e perdono 5-0 in casa contro uno dei Real più scarsi della storia. Mourinho si è aggiornato ha sentenziato Adani è ha preso 6 gol da degli sconosciuti norvegesi che pare si chiamino Bodo, in una competizione dove una squadra italiana, fosse pure la Salernitana, dovrebbe giganteggiare. Anche il Milan, quelli del dna europeo, sono ancora bellamente a 0 punti seppure in un girone obiettivamente difficile. Si sono ripresi gli interisti che onestamente giocavano contro dei moldavi. Poi c’è la Juve quella brutta sporca e cattiva. Quello del calcio all’italiana. Quella che non fa divertire. Quella che vince ma non convince. Quella che non è amata da nessuno e paradossalmente oggi non è amata neanche da una parte del proprio tifo che si è fatto abbindolare da questi nuovi venditori di fumo del calcio da tavolino. La Juve che è a punteggio pieno in un girone facile ma dove ci sono anche i campioni in carica, che non è un dettaglio. Campioni che la Juve per altro ha battuto, per ora. Poi c’è la Juve dicevamo, che insieme al Bayern Monaco è l’unica squadra a non aver preso neanche un gol nelle prime tre partite di Champions . Poi c’è la Juve quella che non gioca bene, quella che fa godere tanti ma non tutti, quella che sa soffrire. O Dio mio ma cosa è soffrire nel calcio moderno? Oggi non si può parlare di soffrire, è anacronistico. Oggi c’è solo il calcio champagne ( quando ti riesce) tutto il resto non è calcio.

Fortunatamente sulla panchina è tornato Max Allegri in primis un allenatore. Almeno ad oggi possiamo dire che piaccia o no, si rivede in campo per lo meno una squadra. Almeno ad oggi possiamo dire senza ombra di dubbio che alcuni giocatori come Szczesny, come Bernardeschi, come De Sciglio hanno recuperato punti in primis sul piano della testa e magari ora sembrano anche dei calciatori e con questi stanno crescendo anche altri tipo Kulusevski o chissà magari Arthur e McKennie chi lo sa? Certo ad Allegri tutto si può dire tranne che abbia in mano uno squadrone. Partito Ronaldo è dall’inizio dell’anno che manca anche Dybala. Non è che questa squadra abbia proprio un attacco atomico. Eppure il tecnico non si lamenta e fa risultato. Lo ripeto per i sordi NON SI LAMENTA E FA RISULTATO.

La Juventus è umile dicevamo e gioca e vince e anche se con lo Zenit ha faticato non poco a scardinare la difesa dei russi, e lo diciamo senza alcun problema: ha faticato si ha faticato. Va detto a onore del vero che anche i campioni d’Europa del Chelsea contro questi russi avevano faticato non poco, vincendo solo 1-0 in casa propria e sbloccandola solo nel finale, proprio come ha fatto la Juventus, seppure in trasferta. Che poi questi russi avessero solo l’arma della difesa stretta stretta e del provare qualche sortita sporadica era risaputo. La Juve, questa Juve,  non è abituata a fare la partita, lo abbiamo detto non ha un attacco atomico, eppure la partita l’ha fatta. Non bellissima ma ammettiamolo ha attaccato per tutto il match. Poi l’ha sbloccata con pazienza e anche con un po’ di fortuna ma non certo immeritatamente. E siamo in testa al girone senza calcio europeo mentre gli altri sono dietro col calcio europeo mi dicono. Che poi in carica ci sia il Chelsea che non ha tutto questo calcio europeo non lo dite perchè non si può dire. Non è la vulgata comune. Che poi gli 1-0 fanno schifo ma le ultime due finali di Champions sono state vinte proprio 1-0 non dite neanche questo. Dite solo quello che volete soprattutto se non è vero che poi tanto la gente ci crede lo stesso.

Dopo Juventus Roma 1-0 sono stato l’unico a non accodarmi ai complimentoni per questa Roma. Addirittura Mourinho era uscito dal campo esausto come se ci avessero preso a pallonate. Discorsi sul merito e non merito che lasciano il tempo che trovano soprattutto perchè Mourinho ci ha fatto una carriera sul giocare di rimessa e però ora faceva comodo fare i discorsi sul merito. Oggi a distanza di tre anni veniva buono ammettere che a Torino col Manchester vinse immeritatamente , non mi ricordo allora di questi discorsi. Io dopo Juve Roma avevo invece sottolineato come non avessero creato granchè nel secondo tempo, eppure tutti parlavano di grande Roma e di gran gioco. Poi però la Roma ne busca 6 da dei fessacchiotti che non sono nessuno e ora qualcuno deve spiegarmi come mai questa Roma ha tutto questo credito. Mourinho che dopo aver vinto un paio di partite ed esser partito bene ha perso con la Lazio e la Juve e ora in coppa. Eppure la Roma gioca bene e la Juve gioca male. La Roma fa divertire. Immagino quanto si siano divertiti questa sera ad esser entrati così miseramente nella storia. Io mi chiedo come si fa ad esaltare queste squadre a discapito della Juve ma soprattutto io mi chiedo: ma siete sicuri sicuri che di calcio ne capite?

Pagelle Zenit Juventus 0-1

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6,5 Non perfetto sul primo tiro dello Zenit quando stava andando dall’altra parte e un altra parata su un colpo di testa insidioso su angolo. In entrambi i casi comunque efficace.

De Sciglio 7 Il migliore in campo. Un assist bellissimo di mancino per McKennie che mette a lato di poco e poi l’altro perfetto di destro per Kulusevski e insacca. In mezzo tante buone cose e qualche errore perdonabile.

Bonucci 6 Dal punto di vista della carica è Capitano vero e sprona tutta la squadra. Bravo sugli uno contro uno che sappiamo non esser il suo forte tuttavia una serie di errori di misura o palloni persi che non è da lui.

De Ligt 6,5 Una roccia. Duro come la pietra. Davvero gli attaccanti russi si infrangono contro il suo gran fisico. Per essere uno che non stava tanto bene l’ho visto benissimo.

Alex Sandro 6 Un poco svogliato. Lo Zenit soprattutto nel primo tempo sta tutto rintanato nella sua metà campo lui fa si qualche sovrapposizione a Chiesa tuttavia potrebbe spingere di più.

McKennie 6,5 Incursore con licenza di segnare per molti minuti è l’uomo più pericoloso della Juventus. Partendo da dietro riesce qua e la a superare le maglie azzurre dei nostri avversari e ritrovare degli spazi buoni per il tiro. Non è preciso ma ci va vicino discrete volte.

Bentancur 6,5 Partita di spessore e di sacrificio. Quando non gli si chiedono grandi cose in fase di costruzione lui è utilissimo e con Allegri mi sembra stia ritrovandosi.

Locatelli 6 Lo avevo già visto non brillantissimo con la Roma anche stasera mi pare non osi molto anche se l’avversario lo richiederebbe. Forse bisognerebbe trovare il modo di farlo rifiatare un poco.

Bernardeschi 6 Volenteroso ma diversi step in meno rispetto la Roma. Non trova spunti interessanti in attacco e si limita a fare una partita ordinata.

Morata 6 La sua prestazione sarebbe insufficiente ma la palla dritta per dritta che da a McKennie vale davvero il prezzo del biglietto. E’ un assist di rara bellezza. Peccato che l’americano non sia riuscito a trasformarlo in gol.

Chiesa 6 Si sfianca per la squadra. Lavora sodo. Corre come un invasato. Prova il tiro appena si fa un varco. Tuttavia anche per lui ho visto serate migliori.

 

Cuadrado 6 Entra per mettere qualche cross e saltare l’uomo e lo fa anche se altre volte è stato più efficace. Su una sua incursione su passaggio di Arthur a momenti sorprende tutti e fa gol.

Arthur 6 Abbastanza bene. Diciamo che ancora sulla difensiva ha qualche problema. Decisamente meglio quando ha la palla fra i piedi.

Kulusevski 6,5 Non è che fosse entrato particolarmente bene … anzi. Tuttavia ha il grosso merito di fare il gol che vale 3 punti.

Kean sv

Ramsey sv

 

Juventus 6,5 Tre punti con il minimo sforzo. Forse si è faticato troppo ma davvero i russi nel primo tempo giocavano con il 5-5 ed era difficile trovare dei varchi. Bravi ad avere la pazienza di aspettare che le squadre si allungassero senza perdere la testa.

Allegri 7 E’ riuscito a vincere a fare turnover a dare minutaggio ad Arthur e tutto questo senza particolare sforzo fisico e mentale per la squadra in vista dell’Inter. Bene.

Arbitro 7 Partita facile da arbitrare giocatori corretti e nessuna lamentela o ostruzionismo.

Non vi va bene neanche quando vi danno un rigore a favore

 

Articolo di Alessandro Magno

Protestare per un gol irregolare e per aver avuto un rigore a favore. Lo abbiamo visto. Il disagio antijuvenino ad ogni livello non conosce limiti. Confermato dal designatore degli arbitri Rocchi e dal presidente degli arbitri europei Trentalange :” Il gol andava comunque annullato per un fallo di mano volontario di Mkhitaryan. Lo diciamo qui perché tanto non lo dirà nessuno. Anzi il particolare verrà dimenticato come è stato volontariamente omesso e poi dimenticato altro in passato tipo il gol di Matri annullato ingiustamente nella famigerata partita passata alla storia per “il gol di Muntari”. Chiuso capitolo Orsato che la questione mi ha fatto già venire la noia parliamo della partita. La Roma ha disputato sicuramente un ottimo primo tempo anche se ha trovato poco la via della porta. La Juve ha giocato la sua gara ed è passata in vantaggio. Sull’uscita di Zaniolo, che a onor del vero stava facendo una gran partita la Roma si è un poco spenta. Non tanto come grinta quanto come idee. Nel finale di tempo loro trovano questo rigore più per una papera difensiva nostra (Chiellini) che per meriti loro. Ma qui come si suol dire “il diavolo ci mette le corna” Szczesny lo para a Veretrout che fino ad ora non aveva sbagliato con la Roma nessun rigore 12/12. La bellezza del calcio e la bruttezza delle polemiche tutto in una volta. Secondo tempo con Roma veemente e Juve sulla difensiva come piace ad Allegri e non piace ad alcuni tifosi. Tabellino secondo tempo 0 tiri per la Roma e 1 per la Juve quello della rovesciata di Bernardeschi. Dei tiri poi andati fuori dallo specchio la Juve ne annovera sicuramente 2 molto vicini al gol: la ribattuta di Kean sulla rovesciata di Berna detta prima, che da un metro tira alto e il tiro al lato di pochissimo sempre dell’ex viola sul quale il portiere non pare arrivare. Alla voce tiri fuori dallo specchio che potevano essere gol da parte della Roma sempre 0. Non ho capito Mourinho a fine gara davanti ai microfoni. Ha raccontato una partita vista solo da lui. Sembrava ci avessero preso a pallonate quando invece tutti i tiri loro sono stati ribattuti dai nostri difensori. Ha tirato fuori i complimenti di Allegri che non mi pare di aver detto che la Roma meritasse di vincere o che la Juve era stata messa sotto, dulcis in fundo dopo due anni ha ammesso che in quel famoso Juventus Manchester 1-2 lui e la sua squadra non meritavano ma si è scordato di dire che effettivamente in quell’occasione loro erano stati presi a pallonate. Fra l’altro proprio lui che del gioco difensivo è maestro e spesso ha “incartato” Guardiola sia con l’Inter che con il Real. Alla fine della fiera Allegri ha trovato una quadra e pur con molte assenze (ultima De Ligt ma non meno pensate quella di Dybala) ha portato la Juventus alla quarta vittoria di fila in campionato e alla quinta contando la Champions. Il gioco non è brillante ma stanno iniziando ad arrivare i risultati che non è un dettaglio da poco. Ultimo ma non meno importante il recupero di alcuni giocatori come De Sciglio e Bernardeschi che sembravano ormai perso e che oggi possiamo dire sono giocatori almeno funzionali e funzionanti. Ora sotto con Zenith e Inter sperando che Dybala entri presto a pieno regime e non faccia un altro anno dentro e fuori come l’anno scorso.

Juve Night Show s02 e04

Juventus Roma 1-0 Pagelle

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 7 Poco impegnato ma sempre attento. La parata risolutiva è quella del rigore parata molto bene. Si è ripreso il posto e il ruolo.

Danilo 6 Partita giocata prettamente in difesa dove sicuramente fa il suo dovere. Non spinge perchè preoccupato soprarttutto di Pellegrini che va a giocare dalle sue parti. Al netto di aver sofferto un poco Pellegrini è stato ben disinnescato.

Bonucci 7 Solidità difensiva a piena mani. Con Chiellini sono un muro invalicabile nonostante Abraham sia un osso durissimo.

Chiellini 7 Vecchio guerriero di mille battaglie salva più di un pallone e spesso respinge tiri con tutto corpo piedi tutto. Veramente tutto.

De Sciglio 7 Migliore in campo con Bernanrdeschi alla faccia di tutti i detrattori. Parte mettendo un cross al bacio per il gol poi tante tante belle giocate. Un giocatore ritrovato. Bravo De Desciglio e bravo Allegri.

Cuadrado 5 Abbastanza confusionario. In attacco si propone con costanza fino al90mo andando ancora a duettare con Kulusevki tuttavia tanti , troppo gli svarioni difensivi con palle perse malamente a caso.

Bentancur 6,5 Partita molto intensa come piace a lui. Si fa rispettare nei duelli uno contro uno e questa sera riesce anche a fare delle buone aperture.

Locatelli 5,5 Non mi è piaciuto moltissimo perchè è stato veramente quasi sempre schiacciato davanti alla difesa si rende utile come interdittore e come difensore aggiunto ma è mancato in fase di appoggio agli attaccanti e agli altri centrocampisti.

Bernardeschi 7 Una gran bella partita sia sotto l’aspetto tattico e atletico (corre davvero tantissimo) sia su quello delle conclusioni. La rovesciata e il tiro dal limite meritavano maggior fortuna.

Kean 5,5 Segna il gol con fortuna ma con una deviazione importante visto che probabilmente la palla di Bentancur sarebbe finita fuori. Poi si mangia un gol grosso quanto una casa sulla ribattuta della rovesciata di Berna. Poi poco altro.

Chiesa 5,5 Combattivo ma quasi sempre fuori dal gioco. Ha vissuto serate migliori. Siamo sicuri che si riscatterà.

Morata 6 Tiene qualche pallone più di Kean e fa risalire la squadra oppure ottiene qualche fallo per far rifiatare tutti.

Kulusevski 6,5 Come Morata ma meglio. Dalle sue parti arrivano anche alcuni palloni che impensieriscono la difesa avversaria. Peccato Orsato non gli fischi nulla.

Arthur 6,5 Giocatore dotato di piedi eccellenti il suo ingresso è importante perchè da modo alla Juve di mantenere più il possesso palla e quindi evitare il forcing finale della Roma.

Alex Sandro sv

Juventus 6,5 Vittoria più sofferta delle ultime se non altro perchè la Roma nonostante non abbia occasioni limpide arriva spesso dalle parti di Szczesny e mette in apprensione la nostra retroguardia. Una partita sofferta ma portata a casa con determinazione. Ora ci stiamo riportando sotto le altre in classifica dobbiamo cercare di migliorare nonostante le assenze.

Allegri 6,5 Quinta vittoria consecutiva quarta in campionato quando la squadra l’anno scorso non riusciva a vincerne tre consecutivamente. Sicuramente ha iniziato a ridare un anima a questa squadra e oltre a questa vittorie e risultati.

Arbitro Orsato 5 Grosse polemiche sul vantaggio non concesso sul rigore. A me sembra che in ogni caso ci sia un fallo di mano e comunque battere un rigore non è certo uno svantaggio. Il regolamento dice che se fischia non il gol è avvenuto a gioco fermo. Certamente poteva fischiare dopo in ogni caso il gol non sarebbe stato semplice da valutare visto il rigore il fallo di mano e la situazione di fuorigioco. Nel secondo tempo forse per cercare di venire incontro alla Roma mi pare fischi tantissimo pro Roma e pochissimo pro Juve ho dei seri dubbi anche sul giallo a El Shaarawy, ho dei seri dubbi che potesse esser rosso, come resto basito che non sia stato ammonito Mourinho per le reiterate proteste sul recupero. Alla fine è riuscito a scontentare tutti. Comunque la Roma non ha perso per Orsato ma ha perso perchè con tutto un tempo a disposizione non ha fatto neanche un gol. Lo dico io perchè è banale ma non ve lo dirà nessuno domani.

Juventus Roma Dom 17 ore 20-45 Juventus Stadium

 

Pronti per questa grande sfida del calcio italiano. Alla Juventus mancherà Dybala e si è unita a questa pesante assenza quella di De Ligt alle prese con un fastidio muscolare. Recupera Morata che però andrà in panchina. La formazione della Juventus. Queste le scelte di Max Allegri con la sorpresa De Sciglio al posto di Alex Sandro.

Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini, De Sciglio; Cuadrado, Bentancur, Locatelli, Bernardeschi; Chiesa, Kean

JUVE NIGHT SHOE S02 E03 ore 22

Post Derby e Chelsea

Il solito derby

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Come al solito è stato il solito derby. I granata alla ”spacco qua e spacco la” a gonfiare il petto prima della partita, le solite stupide e false frasi di circostanza per cui la città sarebbe granata e l’epilogo classico con la Juve che vince il Toro che perde. Anche la partita ha avuto il solito copione. La partita non è stata bella come quasi mai è bello il derby di Torino e il Toro non ha quasi mai tirato in porta come anche questo sempre avviene salvo poi il loro mister dichiarare che potevano vincere e hanno dominato. Anche questo un classico. Ai soliti ingredienti sono mancate fondamentalmente solo 2 cose: le mazzate che in genere i nostri prendono in gran quantità da questi fabbri in maglia granata e qualche polemica arbitrale su qualche rimessa laterale non data o ammonizione non data a fantomatici rigori inesistenti assegnati al Toro e sui quali piangere a fine partita.

Facciamo un ulteriore premessa prima di analizzare la partita giusto per chiarire ancora una volta (ormai lo faccio a ogni derby) questa grande boiata della città di Torino pululante di granata dove gli juventini addirittura sarebbero in trasferta. A Torino ( e io ci abito e ci lavoro da 40 anni) gli juventini sono fra il doppio e il triplo dei granata. Il granata che oggi è quasi una razza in estinzione se la gioca addirittura con milanisti e interisti che al momento gli insidiano se non proprio gli hanno già tolto la seconda piazza del numero del tifo in città. Quindi non solo non sono i primi ma non sono neanche i secondi per numero. Poi quei pochi, soprattutto in occasione del derby fanno un gran casino, ma pur di apparire mettono i timbrini alle targhe o la bandiera del Toro ai balconi. Lo juventino in genere bollini alle targhe non ne mette per non aver la macchina danneggiata e quando mette la bandiera al balcone lo fa solo in occasioni di vittorie e vi assicuro che in città è un tripudio di bandiere che oscurano totalmente quelle granata.

Ho recentemente fatto una squadra di calcio che gioca il campionato di terza categoria e siamo tutti giocatori e dirigenti della città chiaramente scelti non per fede. Abbiamo fatto un censimento fra noi e su 29 persone 14 sono della Juve e ci sono solo 2 granata. Abbiamo persino 1 della Roma e 1 del Napoli ma i granata sono solo 2 inferiori agli interisti e milanisti. Chissà come mai questo censimento a livello cittadino poi nessuno lo fa.

E veniamo alla partita. Primo tempo giocato male semplicemente perchè non riuscivamo a tenere una palla ma di occasioni ne ha avute solo la Juventus il Toro ha fatto solo un tiro da lontano. La Juventus ha lasciato il possesso palla al Toro perchè in questa fase Allegri non vuole fare possesso palla vuole verticalizzare immediatamente e andare in porta con pochi passaggi. Va da se che se quando hai la palla invece di fare giro palla e toccarla mille volte, verticalizzi subito per gli attaccanti, se non segni o la tiri agli altri o la sbagli e gli altri la recuperano, non puoi fare possesso palla. Ecco perchè il Toro nel primo tempo ha avuto di più la palla pur senza combinare un beata mazza. Purtroppo ad oggi tanti questa cosa non l’han capita e pensano che tenere la palla tanto significa avere supremazia.

Nel secondo tempo la Juve è cambiata con l’ingresso di Cuadrado e l’uscita di Kean allora è diventata una squadra che ha potuto manovrare di più e verticalizzare di meno, anche perchè Allegri ha tolto l’unica prima punta che aveva Kean, tornado a giocare con Chiesa avanti come aveva fatto contro il Chelsea. Il Toro è stato messo all’angolo e non solo la Juventus ha vinto e vinto con merito, ma le occasioni sono state diverse e solo della Juventus e anche il tanto amato da qualcuno, possesso palla, è passato nelle mani della Juventus che ha fatto la partita e che a mio parere ha avuto un risultato finale anche stretto. Concludo con i 7 under23 che Allegri ha fatto giocare: De Ligt, McKennie, Locatelli, Chiesa, Kean, Kulusevski, Kaio Jorge. E’ vero che giocando ogni 3 giorni e con tutti gli infortunati che abbiamo le scelte a volte diventano obbligate, tuttavia non è vero che erano scelte scontate. Bonucci e Cuadrado e anche Bentancur, che ha 24 anni, potevano giocare e 2 di questi 3 non hanno fatto neanche un minuto. Quindi mi pare di poter dire che Allegri quando ha una squadra giovane i giovani li fa giocare eccome.

Pagelle Torino Juventus 0-1 e sintesi

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6 Un paio di incertezze le ha avute nel primo tempo quando non esce su due cross che arrivano nell’area piccola (uno addirittura su rimessa laterale). Poi forse qualuno glielo fa notare e anche su questo aspetto esce sempre bene o in presa o di pugni. Una sola parata per altro non difficile sull’unico tiro del Toro da lontano respinto senza patemi.

Danilo 6 Al solito prestazione diligente. Nel primo tempo manca sulla sua fascia Cuadrado e anche lui sembra molto più titubante. La sua prestazione cresce nella ripresa quando gli attaccanti del Torino vengono praticamente annullati.

De Ligt 7 Duello con varie scorrettezze subite sia con Sanabria che anche con altri granata. Si rialza sempre più forte di prima e non molla di un centimetro. Quando il Toro non è più tanto lucido e la butta avanti alla dove piglio piglio domina di testa in anticipo su tutti i palloni.

Chiellini 7 Prestazione da derby e da capitano vero. Non si limita alla fase difensiva dove è ruvido e impeccabile ma spesso con le sue scorribande semina zizzania nella difesa avversaria e suona la carica ai nostri.

Alex Sandro 6,5 Decisamente timido nel primo tempo molto più intraprendente nella ripresa. Quando la squadra attacca si sente sicuramente più a suo agio. Per poco non la sblocca lui con un perentorio colpo di testa dove Milinkovic Savic si salva d’istinto.

Chiesa 6,5 Parte a destra poi finisce prima punta. Gioca al solito una partita di grande sacrificio tuttavia forse non è ancora prontissimo a giocare con questa continuità e si dovrà abituare. Tuttavia la sua prestazione è sicuramente utile anche perchè dialoga molto con i compagni e serve lui l’assist a Locatelli.

McKennie 5,5 Nel primo tempo fa a gara con Kean a chi non tiene un pallone. Riesce a sbagliare praticamente ogni scelta tuttavia è sempre dove deve essere in appoggio sia agli attaccanti che hai difensori e in questo si fa apprezzare. Peccato le scelte sbagliate perchè poteva fare anche oggi un paio do gol.

Locatelli 7 Nel primo tempo è marcato a uomo in modo davvero feroce e nonostante si muova tanto riceve pochissimi palloni. Nel secondo tempo salva su un tiro dal limite che poteva esser pericoloso e da quel momento trova fiducia e posizione in campo nonchè libertà di movimento. Segna il gol vittoria in maniera molto bella ma con lo stesso movimento e lo stesso inserimento poco prima aveva sparato alto dalla stessa mattonella. E’ molto bello riavere un centrocampista in squadra che segna.

Rabiot 6,5 Inizia al solito con un passaggio facile sbagliato su un contropiede e su questo deve migliorare poi come tutta la squadra cresce alla distanza e nel secondo tempo effettua diverse percussioni che ci fanno andare vicino al gol. Deve anche osare di più nel tirare ma la sua oggi è stata un ottima prestazione.

Bernardeschi 6 Un poco come Locatelli. Nel primo tempo fatica a trovare una posizione in campo e si perde molti palloni. Nel secondo tempo con l’ingresso di Cuadrado e un Alex Sandro più spinto anche lui trova una prestazione buona.

Kean 5,5 Si costruisce due azioni da gol da solo con la prepotenza fisica che possiede. Nella prima al primo minuto forse dovrebbe rimettere la palla in mezzo per Chiesa ma sceglie di tirare da posizione impossibile. Al netto di queste due belle cose non tiene una palla in attacco e così facendo non consente alla squadra di ripartire. Non so se forse non sta ancora bene perchè con il Chelsea mi dicono avesse un problema a un polpaccio.

 

Cuadrado 7,5 Imprescindibile. Lo so che a volte deve riposare perchè altrimenti incorre anche lui in prestazioni opache come quella con la Samp tuttavia davvero se sta bene è un giocatore irrinunciabile che sa fare tutto. La partita cambia totalmente dal suo ingresso in campo.

Kaio Jorge Sv Entra bene sia lui che Kulu.

Kulusevski Sv Bel palo poteva esser il 2-0.

 

Juventus 6,5 E’ una Juve sicuramente insufficiente nel primo tempo anche se non ha di fatto rischiato nulla, mentre ha pienamente leggittimato la vittoria con un secondo tempo dove praticamente si è giocato a una porta.

Allegri 6,5 Vince il derby fa turn over e fa giocare 7 giocatori dai 23 anni in giù alla faccia di uno a cui non piacciono i giovani.

Arbitro 6 Non fa danni ma mancano un paio di cartellini gialli uno a Baselli per un pestone a Locatelli e uno a Pobega per una gomitata volontaria a De Ligt nel costato. Non ho capito perchè se Cuadrado frena e uno gli va addosso fuori area fischia fallo ma se frena e uno gli va addosso in area non è fallo.

 

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web