A questo punto sarebbe bene fare qualcosa

Juventus

Scritto da Cinzia Fresia

Eravamo preparati: Non si cambia da un’ora all’altra o da un giorno all’altro. E’ stato un dramma e non possiamo fare finta di nulla. Allegri non va.
La squadra peggiora di volta in volta e sembra sempre più disorientata, incapace di portare avanti un risultato o di reagire.

Questa decadenza e a tratti indecenza ha un nome e un cognome: Massimiliano Allegri.
Se la Società non vuole liberarsene allora siamo sul serio nei guai.

Allegri è stato un errore gravissimo. Ora Società e squadra ne sono completamente in balia.
Al tecnico è stato concesso tutto, si sono voluti privare di Dybala, l’unico in grado di dialogare al meglio con Vlahovic, hanno acquistato i giocatori che si adattavano al meglio al suo gioco, tutti soldi spesi su quale investimento? Per vedere Vlahovic condannato a vagare per il campo senza supporto? Rassegniamoci a perderlo. Sicuramente a gennaio chiederà la cessione.

L’espressione contrita e angosciata del Capitano Leonardo Bonucci parla da se’. I giocatori non sanno più a che scuse aggrapparsi.
La Juventus è irriconoscibile e i tifosi sono increduli.
Questa non è la Juventus, non la mia.

La dirigenza ha finito il suo ciclo, occorre un avvicendamento al più presto di gente capace. Non di uno che ha già fallito in precedenza.
Quali sono i veri piani sulla Juventus?

Tecnicamente la squadra commette sempre gli stessi errori. Falli di mano, passaggi sbagliati e giocatori in fuori gioco. È un limbo dal quale non si riesce ad uscire.
E Allegri che fa ridacchia, fa le battute ..e con una sfrontatezza da far impallidire qualunque dirigente, dice “non mi sento a rischio” eh?
Con l’avvocato Agnelli .. anzi .. meglio dire Luciano Moggi che con molti ma molti meno soldi avrebbe risolto la situazione, liquidandolo in pochi minuti.

Se il tecnico fosse corretto, si dimetterebbe all’istante, invece no. Li fino all’ultimo euro.
Ma che dispiacere Avvocato e Dottore .. vedere la Juventus trattata come un osso con tanti, troppi cani sopra.

Pensare che al girone di ritorno si ribalti tutto, è una possibilità che vedo alquanto remota.
E non continuiamo a dire che manca Pogba. Perché anche con Pogba presente non sarebbe cambiato nulla.

Se il Capitano Bonucci è seriamente preoccupato .. noi lo siamo di più.

Pagelle Juventus Benfica 1-2

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

Perin 7 Salva più di un gol con le sue parate ci mette anche una pezza sul 2-1 quasi tocca la palla del rigore insomma più di così non si può.

Bremer 5,5 Gioca una discreta partita difensiva salvando anche qualche occasione purtroppo alcuni errori soprattutto quello davanti al portiere con tiro sulla luna, incidono sul risultato finale in modo pesante.

Bonucci 6,5 L’ultimo a mollare gioca una buona prova soprattutto difensiva che non è il suo forte. Con i suoi interventi salva diverse palle gol.

Danilo 5 Soffre parecchio Neres e più di qualche volta se lo perde. Sicuramente non gli giova giocare ogni partita in un ruolo diverso tuttavia questa sera non è positivo.

Cuadrado 3 Deleterio. Sbaglia tutto quello che può sbagliare. Non salta mai l’uomo. Non riesce neanche più a tornare a tempo per difendere. Deve riposare non si può utilizzare sempre alla sua età.

McKennie 4 Con Cuadrado su su quella fascia spesso sono il duo della confusione. Ci mette grinta e recupera diversi palloni ma tanto sono tutti ripersi perchè non è in grado di fare neanche dei passaggi banali.

Paredes 6,5 Predica nel vuoto. Sbaglia qualche pallone tuttavia si prende la briga di cercare sempre i compagni fra le linee e li trova nonostante nessuno faccia niente per smarcarsi. E’ fra l’altro autore dell’assist per Milik. Uno dei pochi sufficienti.

Miretti 5 Ha giocato anche benino per una ventina di minuti dopo l’ingenuità del rigore (dopo un bel recupero) e il relativo cartellino giallo perde convinzione ed esce spesso dal gioco. Forse perchè ammonito Allegri lo toglie ma era stato meglio di McKennie.

Kostic 4,5 Una buona ventina di minuti anche per lui poi il buio totale. Secondo tempo praticamente da fantasma.

Milik 6 Un gran bel gol, l’ennesimo, e poi tanto lavoro al servizio della squadra. A un certo punto non arrivano più rifornimenti ma cerca di andarseli a procurare. Altra sostituzione sbagliata la sua. Doveva restare in campo.

Vlahovic 4 Assente ingiustificato. Non riesce a farsi vedere mai e non tiene una palla che sia una per far salire la squadra. Peccato per il gol in fuorigioco poteva sollevare un poco la sua prestazione.

De Sciglio 5 Poche cose e piuttosto banali. Alcune palle perse altrettanto banali. Bello l’assist per Vlahovic ma non è stato attento a non finire in fuorigioco.

Di Maria 6,5 Riesce a scuotere un poco la squadra nonostante entri in un momento dove il Benfica fa il bello e il cattivo tempo. Con i suoi lampi crea le poche occasioni per poterla persino pareggiare.

Kean 6 Da una scossa anche lui e prende un palo seppure un po’ casuale. A differenza di altri ci mette l’anima.

Fagioli 5 Non riesce ad entrare in partita seppure si impegni. Chiaramente non è semplice esser utilizzato quando la squadra è alle corde. Con questo centrocampo meriterebbe forse qualche chance dal primo minuto.

Juventus 4 Presi purtroppo a pallonate dal Benfica in casa risultato che ahimè è stretto per i portoghesi. Squadra mentalmente e psicologicamente morta. Spiace e non si capisce come esca puntualmente dalle partite anche quando passa in vantaggio. Situazione insostenibile e inspiegabile. Si fa fatica a vedere le partite di questa squadra. Spettacolo veramente pesante. Sembriamo ritornati quelli dei tempi di Zaccheroni e Del Neri.

Allegri 3 Mai come questa sera l’esonero potrebbe essere vicino. Non è riuscito a dare un gioco e una mentalità a questa squadra che ormai subisce contro chiunque. Il Benfica con più cinismo poteva vincere anche 3 o 4 a 1 e parliamo del Benfica. Forse dovrebbe presentare le dimissioni o portare la squadra in ritiro e fare un silenzio stampa fino a data da destinarsi perchè questa Juve oggi è inguardabile. Dopo due giornate di Champions e 0 punti le possibilità di passare il turno si sono ridotte in modo esponenziale.

Arbitro 5 Il rigore purtroppo c’è tuttavia ci sono un paio di falli di mano in area loro sull’1-0 per noi che avrei voluto per lo meno rivedere. Anche la gestione delle ammonizioni non mi ha convinto con troppi falli pesanti lasciati correre ai portoghesi e tanta fiscalità invece nei nostri confronti. Il top quando ferma un contropiede a 15 secondi dalla fine non si sa per cosa forse perchè un giocatore avversario si è buttato a terra dalla stanchezza e così facendo ci impedisce di fare l’ultima azione di rimessa.

Mercoledì 14 mercoledì 2022 Juventus – Benfica ore 21 Allianz Stadium Torino

Scritto da Cinzia Fresia

Non c’è riposo per la Juventus.
I bianconeri non hanno il tempo per rifiatare e per riflettere su quanto accaduto contro la Salernitana, c’è un’altra partita da giocare. il Benfica : 11 partite, 11 vittorie i risultati parlano da soli.
I portoghesi arrivano a Torino in gran forma vietato perciò sottovalutarli.
Di positivo c’è il recupero di Angel di Maria, grande assente fino adesso e anima di questa squadra ancora in embrione e dalle prestazioni alterne.

Il Benfica è un avversario tosto e le statistiche non sono favorevoli ai bianconeri. I giocatori di scarsa esperienza nelle coppe daranno sicuramente qualche pensiero a Massimiliano Allegri.
Ora tocca al campo e ai ragazzi tirare fuori la grinta, una sconfitta complicherebbe di molto il passaggio del turno, sebbene l’allenatore minimizzi tra una battuta e l’altra considerando il risultato comunque non decisivo.
Una sconfitta non gioverebbe ad un morale già piuttosto basso di suo. Le aspettative di questa squadra costruita su misura per l’allenatore, non stanno soddisfacendo il pubblico ma altresì la Società stessa la quale non sa più come accontentare il tecnico.

Oltre al danno anche la beffa.

Massimiliano Allegri

scritto da Cinzia Fresia

Non so cosa dire se non che il peggio non accenna a finire.
La Juventus va male, malissimo sul campo e fuori.
Una partita quella con la Salernitana che doveva essere di simpatica routine, un allenamento pre Benfica, invece si è trasformata in una doppia tragedia.

La tragedia numero 1 è l’approccio alla partita, una squadra che oltre a non giocare, non comunica, si fa prendere dal panico come una qualsiasi provinciale. Magari è noioso, ma non posso esimermi da ricordare il passato: dove sono i Torricelli, I Di Livio, I Del Piero, i Davids .. boh .. Una Salernitana qualunque ci ha dominato. Permettetemi di dire che non è normale che la Juventus venga presa a pallate da una squadra da bassa classifica.

La tragedia n. 2 la direzione arbitrale.
Per causa di un arbitro forse alle prime armi, non correttamente addestrato .. compreso l’intero staff, è accaduta la tragedia finale che è costata alla Juventus 3 espulsi: Allegri, Cuadrado, e Milik ..
Per Allegri poco male ma perdere i giocatori, soprattutto, Milik è una bella grana.
E’ un fatto paradossale che in un incontro nemmeno “scontro diretto” si perdano 2 giocatori.

Cosa ha aizzato i giocatori?

Dobbiamo metterci d’accordo sul Var. Se il gol deve essere annullato, bisogna farlo subito. Nel caso dell’episodio che ha riguardato la Juventus era passato troppo tempo.
Non ha senso convalidare il gol e dopo abbondanti minuti fermare la partita e dichiararlo in fuori in gioco.
Poiché sorge il legittimo sospetto della malafede.
Se l’errore arbitrale c’è stato e sottolineo se, non lo deve pagare la Juventus.

Altro fatto, mi è spiaciuto che Nicola non abbia ammesso l’irregolarità . È un uomo che ha sofferto e molto e questo mi dispiace ma speravo fosse una persona diversa. Il comportamento avuto domenica scorsa è stato inqualificabile,

Niente da fare, la Juventus si è impantanata nel fango e non riesce ad uscirne. Ceferin vuole la testa di Andrea Agnelli, e manovra tutto e tutti per far del male alla Juventus e non avrà pace finché non accadrà’.
Intanto nella Società c’è una dirigenza assente che accetta tutto senza la minima reazione di ribellione, che si fa prendere in giro da chiunque, un allenatore che non ha più voglia, e una squadra che non va, e cosa grave i tifosi stanno a casa.

Se questa è la volontà.. è inutile lamentarsi.

Juve-Salernitana: campionato poco serio

Pagelle Juventus Salernitana 2-2

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

Questa sera proprio non me la sento di dare pagelle tanto si possono riassumere in tutti gravemente insufficienti nel primo tempo e tutti ottimi nel secondo tempo.

Non do voti questa sera perchè in questa partita si è assistito, non allo show del calcio ma allo show della Var. Francamente così è la morte del calcio. Rigori dati per falli di braccio con il braccio perpendicolare al copro quando su altri campi ne abbiamo visti di ogni, dati e non dati, finale con gol prima convalidato poi annullato quando da studio dicono che con il regolamento attuale sarebbe buono. Ora non si capisce quale regolamento si vada di volta in volta ad usare pur di andare contro la Juve. Fra l’altro a Milik espulso andrebbe tolta l’espulsione e fatto rientrare in campo visto che esulta per un gol non convalidato. Direi che così non va e quindi questa sera non do voti perchè soffermarsi sul voto dei singoli quando c’è stato quel gran pastrocchio finale che ha rovinato tutta la partita francamente non ne vedo il senso.

Sabato 11 settembre 2022 Juventus-Salernitana ore 20.45 Allianz Stadium – Torino

Juventus – Salernitana

Scritto da Cinzia Fresia

Non mi soffermo sulle cose ovvie cioè che bisogna assolutamente vincere, (per forza) non sottovalutare l’avversario (quando mai) e che bisogna essere meno Bellini e più cattivi,
Non so dove il tecnico livornese abbia visto la Juventus bellina .. forse alla prima di campionato .. ma la cattiveria dovrebbe essere insita nella missione, sennò non si gioca a calcio.

L’obiettivo della Juventus è di tornare alla ribalta prima possibile, coinvolgendosi nella corsa scudetto. I bianconeri con la posizione in classifica di 9 punti non riescono ancora a convincere.
L’ospite Salernitana è ostico e il tecnico Nicola fa giocare loro un calcio brillante, e come tutte le più basse di livello possono nuocere alle prime.
Sulla carta la favorita e’ la Juventus.Si presume un turn over massiccio, soprattutto in difesa dove Gatti potrebbe essere titolare già dal fischio di inizio.

La sconfitta annunciata

Scritto da Cinzia Fresia

Rinunciare a giocare
Posto che sapevamo come sarebbe andata a finire, visto l’andazzo della partita abbiamo sperato in altro.
Confesso che ho fatto parte di quella parte di pubblico che ha notato che il Paris delle stelle non volesse infierire più di tanto, e visto che i rapporti con il sig. Al-Khelaifi sono migliorati perchè no? la vittoria è in quanto tale.
In fondo anche a noi quando eravamo fortissimi non si infieriva quando potevamo magari fare anche 7 gol al Toro è un gesto di buona creanza, d’altronde viviamo o no nella medesima città? Poi nella famiglia Agnelli c’erano i tifosi del Toro, perciò ..
Ripensando alla strana partita, pensavo che, era ovvio che Mbappè andasse in gol se non marcato. Mi faccio perciò molte domande su questa difesa .. che sì sulla carta avrebbe addirittura il difensore più forte d’Europa (Bremer) ma al lato pratico sembra di no.
La maglia della Juve pesa di più
Adesso basta con questi luoghi comuni, in fondo, in Juventus è così si dovrebbe gareggiare per vincere sostenendo almeno tre tornei. Se il calciatore X sente la pressione, cambi mestiere .. i soldi piacciono a tutti ma la Juventus bisognerebbe meritarla.
Perciò sveglia Bremer e compagnia bella .. perchè non abbiamo tempo di aspettare.

Comunque 2-1 è una sconfitta ma non è un risultato disastroso, ciò che non funziona è l’approccio e il commento dell’allenatore il quale sostiene che “la Juventus deve cambiare mentalità”.
Detto così è grave, se abbiamo una squadra senza mentalità vincente difficilmente ci saranno cambiamenti. Ma poi lui allena una squadra senza personalità vincente?
Okay non sappiamo più che cosa dire, ma non basta una reazione di qualche minuto per acchiappare almeno il pareggio.
Cuadrado male male male| Non è chiaro cosa stia capitando al nostro amatissimo Colombiano, per non parlare di Rabiot, Locatelli. Insomma un gruppo disomogeneo al massimo non può fare un gran chè.

Nel frattempo Pogba tra “stregoni e minacce” decide di farsi operare, il francese causa le sue esitazioni ha peggiorato lo stato del suo menisco il cui tempi di recupero si allungano notevolmente. Preoccupazione? il Mondiale .. la Juventus .. può aspettare. Beh grazie Pogba ..della considerazione ..non c’è che dire.

Un’altra partita, un altro portiere migliore in Campo. Perin si sta dimostrando affidabile, forse sul primo gol ha dormito un po’ colto di sorpresa ma sull’altro non ha potuto fare nulla.

Buona partita per l’ex Paredes.

E’ triste vedere altresì lasciato da solo Vlahovic a vagare come un fantasma. A Massimiliano Allegri il serbo proprio non gli piace.
Prepariamoci al peggio ..

Adesso il pallone va a Massimiliano Allegri, vedremo mercoledì alle prese con il Benfica cosa succederà. Ha detto che è importante vincere contro di loro .. la risposta indica che avrà diverse soluzioni, se non vogliamo salutare la Champions. Prima di questo va affrontata la Salernitana che a quanto pare ha un approccio piuttosto brillante.

PSG-Juve: una sconfitta è sempre una sconfitta

Pagelle PSG – Juventus 2-1

Pagelle di Alessandro Magno

 

Perin 7 Una nuova giovinezza. Sempre più affidabile. Non fa miracoli sui gol di Mbappè ma è attento in altre occasioni soprattutto nel finale quando evita il 3-1

Danilo 6 Il migliore della difesa in una serata dove si è ballato spesso soprattutto nel primo tempo. Ruvido come deve esser ruvido un difensore in certe partite.

Bonucci 5,5 Sempre preso in mezzo dalla velocità degli avanti parigini non riesce a dare il suo contributo come dovrebbe e vorrebbe.

Bremer 5,5 Anche lui questa sera non perfetto alla sua prima in Europa. Forse deve ancora abituarsi a certi palcoscenici , certo ha sofferto abbastanza la velocità avversaria.

Cuadrado 5 Spaesato e a volte deleterio. Cerca di salvarsi con l’impegno ma sembra il cugino scarso del Cuadrado che tutti conoscevamo. In certi frangenti è finanche irritante nell’intestardirsi a fare cose che non gli riescono.

Miretti 5,5 Qualche buona cosa ma soffre maledettamente questo debutto alla faccia di butta i giovani in prima linea. Allegri lo rischia al posto di Locatelli e nell’insieme e tenendo presente l’avversario riesce anche a fare meglio del titolare che fino ad oggi ha fatto proprio pena. Ma non è sufficiente.

Paredes 6 Non è facile calarsi subito in questa Juventus che è tutt’altro che una squadra coesa. Non è spumeggiante e alla distanza perde il duello con Verratti tuttavia cerca di mettere ordine e qualche idea al servizio della squadra.

Rabiot 6 Il solito Rabiot a cui manca sempre qualcosa per fare quel salto di qualità che tutti vorremmo, tuttavia soffre come tutti ma non demerita. Al solito ci mette tanta corsa.

Kostic 6,5 Fra i migliori della squadra infatti i compagni spesso si affidano a lui. Cerca di mettere cross puntuali e fare il suo in fase difensiva. Su un suo cross McKennie la riapre.

Milik 6 Una piacevole sorpresa perchè sa giocare con gli altri sa fare di sponda e non ha dei piedi ineducati. Ha anche una bella chance ma forse era in fuorigioco. La coppia con Vlahovic sembra che si possa anche fare. Non era una cosa scontatissima.

Vlahovic 5,5 Forse sono severo perchè qualche occasione ce l’ha ma questa volta non la sfrutta. In tante altre occasioni perde la palla in malo modo sempre preso un po’ a legante dai difensori del PSG dimostra sempre di patire molto le marcature strette.

McKennie 7 Il giocatore che non ti aspetti sempre iper criticato quest’anno anche a ragione oggi entra e con la verve non solo la riapre ma la riaccende. Peccato davvero non esser riusciti a pareggiarla.

De Sciglio 6 Il sempre tanto vituperato De Sciglio entra e fa il suo senza infamia e senza lode ma fa il suo.

Locatelli 6 Sembra che la panchina gli abbia giovato infatti entra con più determinazione delle altre volte.
Kean SV

Juventus 6 Quando il PSG l’ha iniziata a ritmi indiavolati non c’è nulla da fare sono più forti e si è visto. 24 minuti e sotto di 2 gol. Poi la Juventus è stata brava a non crollare (soprattutto psicologicamente) e a rimettersi in partita. Il secondo tempo onestamente è stato giocato alla pari con Donnarumma che ha dovuto fare i suoi interventi. Alla fine sono anche piuttosto rammaricato del pari non ottenuto e forse anche meritato

Allegri 6,5 Ha indovinato la formazione ( questa squadra sembra fatta per il 352) e per poco non strappava un punto meritato e probabilmente da tutti insperato alla vigilia. Gestisce bene i cambi. Gestisce bene la testa dei giocatori. Speriamo di vedere la stessa concentrazione da parte sua e dei giocatori in campionato dove ce la possiamo giocare.

Arbitro 6,5 A parte evitare di cadere in qualche solita sceneggiata da cinema di Neymar non ha molto da fare, arbitra bene e le decisioni che prende sono corrette, ancorchè i giocatori sono abbastanza corretti e la partita è anche semplice da arbitrare.

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia