Meno male che dovevamo fare bella figura

Scritto da Cinzia Fresia

Meno male che dovevamo fare bella figura.

Allora senza drammatizzare perchè ormai a due partite dalla fine non possiamo sperare in altro, la Juventus perde a Marassi.
L’unica cosa bella che abbiamo visto a Genova, è stata il gol di Dybala. Il resto compatibile con il quadro.
L’obiettivo del quarto posto di riffe o di raffe è stato raggiunto, il resto non serve .. va beh .. Allegri ha già la testa a mercoledì e si capisce, però non tenere un uno a 0 con una squadra da retrocessione mi permetto di dire .. non è da Allegri, almeno non l’ Allegri che abbiamo conosciuto anni fa.

Ma non c’è limite al peggio ed è brutto dover rilevare quanto siano non da “Juve” De Sciglio e Kean. E mi dispiace perchè quest’anno Mattia si era impegnato ma le lacune del giocatore sono troppo evidenti da non poterlo considerare adeguato a questo genere di squadra, idem per Moise Kean.

E poi .. si parla di rinnovi ..Su De Sciglio l’unica opzione in bianconero la vedrei come riserva della riserva, per evitare danni.

Comunque il risultato parla da solo.
E prima di ricevere i soliti insulti da chi da dello “sfigato” e altro di peggio verso chi fa notare che qualcosa non va, non possiamo esimerci dal rilevare che perdere a Genova essendo in vantaggio non sia proprio conforme con un progetto di rifondazione.

Poi non c’è cosa più irritante quando il tecnico della Juventus scarica la colpa ai giocatori quando i suoi perdono.
Certo, è facile dire ” hanno sbagliato perchè invece di abbassarsi hanno cercato a tutti costi il secondo gol”
Mai che ci delizi di un .. “E’ colpa mia” rimettersi in discussione non fa mai male ed è un percorso che spesso porta alla giusta soluzione.


Mi dispiace per i ragazzi, poichè non è colpa loro.

Mi dispiace per Paulo che finisca così la sua carriera in bianconero.

Mi dispiace che la Juventus sia sia caduta in mani profondamente discutibili.

Comunque è acqua passata. Pensiamo a mercoledì che è meglio .. se non si “inserisce” il turbo quelli dell’Inter ci faranno neri.
Va bene che il montepremi sia già stato distribuito ma la Juventus spero reagisca cercando di fare almeno bella figura, se ormai i tifosi non contano più lo facciano almeno per l’Avvocato e il Dott. Umberto.

Pagelle Genoa Juventus 2-1

 

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6 Per molti minuti sembra una partita normale e tranquilla poi ci mette una pezza dove può. Non è certo lui il colpevole della disfatta.

Cuadrado 5,5 In avanti è un peperino ma questa sera è troppo un peperino tanto che si dimentica spesso che deve anche difendere e lascia buchi che non dovrebbe. Allegri lo toglie nel tentativo fallito di rischiare meno da quel lato.

Bonucci 6 Sembra uno degli ultimi ad arrendersi, ribatte palloni e palloni. Qualche errore anche suo. Vacilla ma non cade. Non riesce a salvare la baracca.

Rugani 5 Arrugginito e falloso. Anche in una serata che sembrava tranquilla e in cui gli attaccanti del Genoa non parevano ispirati riesce a dare quella sensazione di sicurezza che un centrale della Juve dovrebbe dare.

De Sciglio 3 Un disastro totale. Due errori gravi sui due gol del Genoa. Viene chiamato a sistemare la fascia in cui Cuadrado stava facendo male e riesce a combinarne di ogni. Ha la sconfitta sulla coscienza.

Miretti 6,5 Gioca da veterano un tocco e due e via. Nel primo tempo anche fuori posizioni si ritaglia degli ottimi momenti con delle idee intelligenti. Nel secondo tempo messo al centro va meglio e con lui in campo c’è un minimo di più di ordine e di fluidità di passaggio.

Arthur 5 Scolastico e noioso. Quasi inutile. Mai un idea illuminante mai un passaggio smarcante. Certo non sbaglia tantissimo ne commette errori clamorosi ma davvero non si accende mai.

Rabiot 6 Solita partita di quantità abbastanza apprezzabile. Molti palloni recuperati agli avversari solite sgroppate in avanti palla al piede. Si sta rivelando in questo finale di stagione molto meno peggio di quello che lo descrivevano anche se pure a lui manca la scintilla.

Dybala 7,5 Decisamente il migliore in campo senza se e senza ma. Primo tempo in chiaro scuro in cui si accende poco. Secondo tempo galvanizzato dal bel gol sale in cattedra e veramente mostra le sue qualità. Peccato lo sfortunatissimo palo che avrebbe chiuso la partita.

Vlahovic 6 Si danna come un invasato , fa belle sponde per i compagni al solito gli vengono fischiati un 50% dei palli che subisce. Non va tanto al tiro ma è molto utile il suo movimento nello smarcare Kean e Dybala.

Kean 4 Colpevole della sconfitta come De Sciglio. Si mangia almeno 3 gol facili facili. Quello al 92mo su contropiede sull’1-1 a porta vuota è veramente incredibile.

Zakaria 6 Entra bene e fa il suo. In mezzo al campo il suo peso e le sue lunghe leve sembrano sistemare il centrocampo con affianco Miretti. Peccato poi non per colpa sua arrivi il patatrac.

Bernardeschi 5,5 Ma è entrato o era in vacanza? Forse pensava fosse finita.

Morata 5,5 Entra bene ma col senno di poi pecca troppo di altruismo quando a tu per tu con Sirigu la passa a quello sconclusionato di Kean.

Juventus 4 Per 80 minuti bene poi dopo i cambi inizia a vacillare. 10 minuti di assoluta follia finale regalano una vittoria insperata a un più motivato Genoa. Male se a tre giornate dalla fine i nostri non trovano le motivazioni per giocarsi il terzo posto.

Allegri 6 Voto che farà impazzire gli antiallegriani tuttavia non ha davvero colpe se Dybala prende il palo e Kean si mangia almeno tre gol che avrei fatto pure io come non ha colpe se De Sciglio frana come un fesso su un giocatore avversario al 96mo. I giocatori a disposizione che ha sono questi e deve pensare anche a una coppa Italia. I gol non li deve fare sicuramente Allegri. Ripeto con precisione sotto porta partita che finiva 1-3 0 1-4 ma proprio in serenità.

Arbitro 5,5 Al solito la gestione dei cartellini è cervellotica. Due trattenute per la maglia di Criscito nei primi 10 minuti nessun giallo, primo giallo a Dybala quando il Genoa era al 30mo fallo. Falli a Vlahovic, come ormai da consuetudine, fischiati il minimo indispensabile Var che ovviamente trova il pelo nell’uovo per andare contro la Juve rigore piede o palla ne abbiamo visti dati di peggio. Rigore del Genoa c’è.

Venerdì 6 maggio 2022 Genoa-Juventus ore 21 Stadio Marassi – Genova

Genoa – Juventus

Scritto da Cinzia Fresia

Siamo agli sgoccioli della fine del Campionato, la Juventus è in trasferta a Genova a caccia di un risultato positivo.
Massimiliano Allegri scende in campo per vincere contro una squadra che lotta per la salvezza.
La conquista del quarto posto libera il gruppo da un po’ di pressione, per concentrarsi poi sull’unico obiettivo stagionale possibilmente raggiungibile: la Coppa Italia.

Ci si aspetta una chiusura di Campionato dignitosa con qualche bel risultato risalendo magari al terzo posto, per poi porre la parola fine su una stagione molto discussa che ha lasciato tanti scontenti, e guardare avanti con la speranza che il progetto di rifondazione non resti solo una promessa.

Massimiliano Allegri in merito alla semifinale di Champions League, fa i complimenti all’arbitro Orsato per la direzione di gara e soprattutto al collega Carlo Ancelotti, allenatore classico come l’abito grigio o blu, dal quale c’è solo da imparare.
E su questo ha ragione: Carlo Ancelotti ha fatto benissimo all’estero, ha diretto grandi Campioni e nonostante l’età continua a vincere.
Intanto aumentano vergognosamente gli insulti a Paulo Dybala, poichè la Gazzetta dello Sport ha pubblicato la notizia dell’accordo raggiunto con l’Inter. Notizia immediatamente smentita dall’agente del giocatore il quale mette a tacere voci su accordi o firme con qualsiasi altra squadra, una frangia di tifosi lo accusa di tradimento e lo vorrebbe in tribuna nella finale della Coppa Italia.

Se questo definisce un tifoso, forse sarebbe meglio non esserlo.

Il punto su Juve, coppa Italia e Dybala all’Inter.

Pagelle Juventus Venezia 2-1

 

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6,5 Poche parate per Tek ma una su una punizione è davvero insidiosa. Anche nel finale non si fa sorprendere da una punizione velenosa dalla trequarti. Sul gol non ci arriva ma non sembra colpevole.

Danilo 6,5 Gioca una bella partita intensa in cui forse mancando Cuadrado è chiamato a spingere più del solito. Lui non si tira indietro e spesso gravita nella metà campo avversaria. Nel finale su angolo arriva di testa a fare l’assist a Bonucci.

De Ligt 6,5 Partita di grandi sportellate con Henry e penso che il duello lo vince il nostro abbastanza nettamente. Sul primo gol uno stacco alla Cristiano Ronaldo per volare in cielo a prendere ed appoggiare per il primo gol di Bonucci.

Bonucci 7,5 Partitona da migliore in campo. Due gol da centravanti e vittoria importante per la classifica. Nel mezzo dell’incontro spesso illumina con aperture precise per Morata e Vlahovic. Sono 35 oggi. Un bel compleanno.

Pellegrini 6,5 Inizio straripante dove salta sulla sua fascia avversari come birilli. Coglie una bella traversa e apparare veramente volitivo rispetto al consueto. Stava giocando uno dei suoi migliori incontri poi credo a causa di un giallo si innervosisce troppo e Allegri lo tira fuori.

Bernardeschi 5,5 Rimesso nuovamente a destra dove l’ultima volta non aveva fatto per niente bene quest oggi gioca una partita quasi decente. Per lo meno l’inizio è incoraggiante dove si procura un rigore che l’arbitro non gli fischia.  Giocando a destra dovrebbe avere buono il tiro di sinistro rientrando ma io trovo che in questa posizione sono più che altro le volte che si perde.

Zakaria 5,5 Già sempre poco lucido di suo  corre tantissimo e questo è utile ed è un merito, tuttavia rischia un rosso che probabilmente ci sarebbe e questo forse ne pregiudica la prestazione. Si impegna nel recupero di palloni e cerca inserimenti ma con poco costrutto. Bravo a non cadere nel tranello del secondo giallo. Intelligente.

Miretti 7 Bella partita per questo giovane che ha piedi e visione e anche personalità. Con la palla al piede ci sa fare mentre in certi momenti della partita fa fatica a smarcarsi e trovare la palla fra le linee. Buoni un paio di inserimenti con relativo tiro. Gli è mancato il gol ma è promosso a pieni voti.

Rabiot 6,5 Ancora una buona prova per Rabiot che ormai gioca ininterrottamente da tantissime partite. Recupera palloni e con corsa e voglia li riporta nell’area avversaria. Il ragazzo è cresciuto molto ed è in fiducia. Se trovasse quei 4-5 gol all’anno che aveva anche Matuidi …

Vlahovic 6 Ha ragione il mister che deve giocare più calmo ed esser meno confusionario perchè gioca ogni partita come fosse l’ultima della sua vita e onestamente non sempre è necessario. Comunque la sua prestazione è buona perchè tiene palla si smarca gioca con i compagni cerca il gol di testa e di piede insomma il suo per me lo fa.

Morata 6 Partita discreta con alcuni buoni spunti peccato sia sempre troppo altruista e voglia mandare in gol gli altri quando magari sarebbe più facile concludesse lui. In ogni caso il suo impegno è sempre encomiabile anche nelle sere in cui non è brillantissimo.

Dybala 5,5 Risparmiato dal primo minuto entra con pubblico che lo acclama ma non combina molto. Come ormai consuetudine i primi palloni sono sempre persi in modo banale e molle. Per fortuna dopo questi errori si ridesta e almeno tiene palla e si conquista i falli che fanno rifiatare la squadra. Un tiro alto. La prestazione della squadra con lui in campo non migliora affatto anzi.

Alex Sandro 5,5 Come per Dybala la prestazione sua non migliora la squadra e non è migliore di chi stava già in campo. Fra l’altro Allegri sostituisce Pellegrini perchè ammonito e Sandro come entra si fa ammonire. Mentalità pazzesca.

Kean 6 Moise entra abbastanza bene si va a prendere palloni prende iniziative e lotta. Non riesce ad arrivare al tiro ma se l’intento era rinfrescare l’attacco con il suo ingresso si ottiene sicuramente il risultato sperato.

Chiellini sv Entra molto bene.

Arthur sv Anche Arthur nei pochi minuti fatti ha fatto bene.

Juventus 6 Una buonissima Juve per 25 minuti. Poi un calo e il pareggio anche meritato del Venezia.  Ancora la Juve che la riprende e che è li a reagire e vincere ma un poco troppa difficoltà. Diciamo che contro l’ultima in classifica si poteva vincere in modo più semplice tuttavia il fatto che giochino sempre i soliti e alcuni anche fuori ruolo non è effettivamente di aiuto.

Allegri 6 Porta a casa i 3 punti non senza fatica ma il risultato era davvero quello che più contava in questo momento visto che con il pari della Roma la qualificazione Champions è matematica e ci siamo tolti un peso. Bene l’esordio di Miretti. Male il calo che ha consentito al Venezia di trovare il pari.

Arbitro 4 Molto difficile arbitrare male Juve Venezia bisogna mettersi d’impegno proprio. Nei primi minuti c’è un rigore netto su Bernardeschi e vien sorvolato, Zakaria per onestà fa un fallo da rosso diretto e viene graziato, subito dopo c’è un altro rigore su Vlahovic che viene toccato sul piede di appoggio mentre sta calciando e niente. Nel finale c’è un possibile rigore e siamo ancora sull’ 1-1 per un fallo di mano per un cross che arriva da 20 metri e viene toccato di braccio e pure questo viene giudicato involontario. Insomma mi chiedo la Juve per avere un rigore quest’anno cosa deve fare?

Domenica 1 maggio 2022 Juventus-Venezia ore 12.30 Allianz Stadium Torino

Juventus-Venezia Scritto da Cinzia Fresia k

Juventus – Venezia
Sono le ultime partite e non bisogna mollare. Il quarto posto si conquista con la matematica secondo Max Allegri in conferenza stampa.
Sono gli ultimi sforzi e la Juventus deve affrontare un piccolo Tour de force che dovrebbe condurla al quarto posto.
Nel frattempo sono successe alcune cose: Andrea Agnelli ha parlato. Un’intervista confezionata e sicuramente programmata volta a far tacere chi sospetta un’uscita di scena del Presidente della Juventus a fine stagione.

Stessa cosa sulle voci che vorrebbero lontano il tecnico toscano da Torino.

La seconda cosa che è morto Mino Raiola, il leggendario procuratore Italo-Olandese.
Una figura controversa e discussa ma altresì apprezzata dai suoi rappresentati, e da chi aveva a che fare con lui.
Una sorta di “enfant” prodige dell’intermediazione. Raiola muore all’ospedale San Raffaele dopo aver lottato contro una lunga malattia.

Il Presidente Andrea Agnelli si è espresso con un messaggio molto commovente sui social.
Tornando alla partita, la Juventus si impegnerà a riportare un risultato vincente all’Allianz.

Sassuolo Juve avanti tutta chiudiamo la pratica quarto posto

E tra i litiganti la Juventus conquista il quarto posto

Vlahovic

Aumenta l’indisponibilità dei titolari nella Juventus. A Sassuolo Max Allegri ha dovuto rinunciare a Cuadrado per un problema muscolare, una premessa che non dava a ben sperare.
Però, parola del tecnico “il calcio è semplice” e io aggiungo anche imprevedibile. Quindi ci sta che a due minuti dalla fine, rassegnati al pareggio, succeda quello che nessuno si aspetta: un gol dall’insospettabile Kean.
E sono poi le vittorie più apprezzate, quelle degli ultimi due minuti, quando l’avversario annichilito non può più riprenderti.
E’ stato Kean, il man of the match, irrilevante per quasi tutta la stagione e in prossimità della cessione questo gol “salva – obiettivo” potrebbe influire sul suo destino in bianconero.
Moise Kean non è un uomo squadra, è forte ..ma resta un solista. Non si è mai trovato con nessuno come coppia in attacco, nonostante una fisicità notevole difende poco, non è di molto supporto ai compagni.

Alla Juventus di questa stagione accade di frequente di andare sotto di un gol, quindi oltre a vincere si aggiunge l’aggravante nel dover recuperare il risultato, con squadre dal gioco brillante e preciso non è facile. Ho perciò apprezzato Paulo Dybala e il gol del pareggio veramente bello.

Allora .. nonostante la stampa, i tifosi e quant’altro non faccia altro che sminuirlo, insultarlo e così via, Paulo fa più del suo dovere, non solo nei confronti dei suoi tifosi e dei suoi compagni ma anche verso chi lo ha cacciato via. Inoltre aggiungo che non è vero che è un separato in casa, tutto il contrario, è in armonia con la squadra, gioca, scherza, si allena ..saluta i suoi tifosi .. esattamente come prima, quindi non inventiamo cose che non sono.

Molto nervoso invece è Vlahovic a cui non viene passata una palla decente nemmeno per sbaglio. Complessivamente la Juventus senza un centro campo di qualità, ha un’impostazione offensiva in cui Dusan non si trova molto bene: lo schema è il solito: gol e tutti in difesa.

Che dire della partita se non che il migliore in campo è stato il portiere, sul resto non diciamo nulla se non la positività del risultato, utile per l’obiettivo da raggiungere.
Si stanno mettendo le basi per la futura Juve, anche se all’orizzonte non si vede ancora niente .. rimaniamo fiduciosi.

Pagelle Sassuolo Juventus

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

Szczesny 6,5 Fino al gol è assolutamente strepitoso respingendo tutto anche l’impossibile. Sul gol battezza prima il tiro a incrociare sul palo lontano e viene sorpreso sul suo palo quindi un mezzo errore. Nel secondo tempo controlla nuovamente la situazione con autorità.

De Sciglio 5,5 Ha avuto sulla sua fascia molti palloni per spingere ma ha sempre o stoppato male o non ci è arrivato. Una partita opaca dal punto di vista offensivo un po’ meglio da quello difensivo.

Bonucci 6,5 E’ veramente il muro della difesa. Si immola anche nel finale respingendo ogni cosa. Qualche responsabilità sul primo gol dove capisce in ritardo la giocata e non riesce a chiudere tempestivo su Raspadori.

Rugani 5 Ha sofferto tantissimo e infatti Allegri poi lo ha sostituito. Non riesce quasi mai ad anticipare gli avversari e non ha il passo per stargli dietro. Fortuna fa valere almeno in qualche copertura il fisico.

Alex Sandro 5,5 Male male per quasi tutto il match. Lento e prevedibile soprattutto lascia autostrade a Berardi che per fortuna non sfrutta al massimo. Non ho davvero capito perchè non sia entrato Pellegrini. Nota di merito: riesce ad andare a saltare sulla palla che serve a Kean per il gol vincente. E meno male.

Bernardeschi 5 Non ho capito la sua prestazione. Non si vede quasi mai in fase offensiva. Non aiuta quasi mai in quella difensiva. Ci si accorge che ha giocato una volta ogni tanto quando gli passano la palla e la ripassa in modo banale a qualcuno. Peccato perchè con la Fiorentina era stato uno dei più bravi. Oggi distratto.

Danilo 6 Una partita dove si è dovuto aggiustare più da quinto difensore che da playmaker. Poco da dire sull’utilità di questo giocatore che per fortuna del mister dove lo si mette lo si mette riesce sempre a fare la sua parte.

Zakaria 6,5 Tanti tanti chilometri percorsi. Tanti contrasti vinti. Un giocatore di grande sacrificio e di grande importanza tattica visto che chiude molto bene gli spazi agli avversari. Peccato i piedi che non sempre sono educati e spesso e volentieri spreca qualche palla in ripartenza.

Rabiot 6,5 Una buonissima prestazione. L’ennesima. Come Zakaria brucia il campo in lungo e in largo soprattutto si applica nell’inseguire gli avversari che arrivano da tutti i lati. Gode di un eccellente stato di forma e quindi anche nel finale riesce ad arrivare al tiro con bello scatto e buona potenza.

Dybala 6,5 Prestazione per almeno 25 minuti imbarazzante. Al solito cammina e non riesce ad arrivare su palloni che non gli sono dati proprio sui piedi. Poi improvvisamente prima di ridesta con un bel tiro a giro di destro che gli viene stoppato e poi con il bellissimo gol che rimette in corsa la partita. Allegri lo toglie dopo 55 minuti e avvalla la mia tesi che questo giocatore fisicamente non è al top.

Morata 6,5 Mi è piaciuto perchè oltre a combattere come sempre questa volta è andato al tiro un paio di volte e in entrambe ha sfiorato il gol. E’ un giocatore a volte troppo altruista e questo piace ai compagni ma a volte appare dannoso per se stesso.

Chiellini 6 Entrando lui la fase difensiva migliora. Il Sassuolo non riesce più ad arrivare al tiro in maniera pulita e anche per Szczesny si vivono minuti di meno apprensione. Forse non aveva 90 minuti a disposizione altrimenti non si comprende perchè Rugani. A meno che non volesse esser una promozione in chiave futura.

Vlahovic 6,5 Dovrebbe arrabbiarsi per tutti i palloni che gli buttano addosso a cavolo di cane. Lui non si lamenta ma anzi si lancia su ogni palla come se fosse l’ultima della vita e con la sua foga e la sua volontà mette tanta ansia agli avversari.

Kean 7 Si costruisce il gol quasi da solo anche se gli da una bella mano Consigli ma lui era entrato bello sul pezzo. Anche lui come Vlahovic combattivo al punto giusto. Contento per il suo gol che aspettavamo da un poco di tempo. Bravo Max evidentemente a crederci.

Miretti SV

Juventus 6 Juve umile e paziente che ha preso i tre punti che voleva. Risultato importantissimo per la classifica e per il posto in Champions tuttavia la prestazione non è stata buona. Troppa gente sembra distratta e stanca. Si capisce che è difficile metter in campo ogni volta una formazione che è un rebus tuttavia è normale aspettarsi anche di soffrire meno.

Allegri 6,5 Penso che si possa dire che l’ha vinta con i cambi. Ha davvero del lavoro da fare ogni santa domenica perchè le defezioni si susseguono a ritmo incredibile ( De Ligt e Cuadrado in ultimo), tuttavia davvero ci si aspetta che la Juve soffra un po’ meno.

Maresca 6 Ci sono due falli nelle azioni dei gol che potrebbero esser fischiati entrambi li valuta come non falli e per fortuna nostra li valuta allo stesso modo. Non c’è stato molto altro forse Scamacca che in qualche occasione ha rischiato il secondo giallo.

Lunedì 25 Aprile 2022 – Sassuolo – Juventus ore 20.45 Stadio Mapei – Reggio Emilia

Sassuolo-Juventus

Scritto da Cinzia Fresia

Trasferta complicata per i bianconeri domani al Mapei Stadium di Reggio Emilia.

La Juventus prosegue la lotta per il quarto posto. Non è un gran che ma per quest’anno davvero brutto e non solo per i risultati, è quello che resta.
Nel frattempo i bianconeri hanno conquistato la finale di Coppa Italia, diciamo .. per come è abituata la Juventus è ben poca cosa, tuttavia un po’ di soldi e un po’ d’orgoglio fanno sempre comodo, senza farsi troppe illusioni di conquista poichè l’avversario sarà la super favorita in tutti i sensi Inter.

Max Allegri oltre a sottolineare la difficoltà della partita, parla degli infortunati senza dare notizie molto incoraggianti su eventuali rientri: dai primi movimenti di Mc Kennie sul campo, all’improbabile rientro di Locatelli.

Allegri che ha allenato il Sassuolo prima di approdare a Cagliari, ha una tradizione positiva contro la squadra emiliana

9 vittorie
1 pareggio
3 sconfitte

Il calendario non è dei migliori e i punti sono ancora tanti per considerare consolidato il quarto posto.
Intanto, sfuma l’ipotesi Rudiger che ha preferito il Real Madrid, oggi si vocifera su Angel Di Maria, in uscita a parametro 0.
Conclude Massimiliano Allegri facendo gli auguri di ripresa e guarigione a Stefano Tacconi, il mitico portiere nonchè bandiera bianconera per i tifosi Juventini.
L’ex portiere, è stato colpito da un’emorragia cerebrale causata dalla rottura di un’aneurisma.
Le ultime notizie indicano le condizioni di Tacconi serie ma stazionarie.

Non possiamo che unirci a questo augurio con la speranza che Stefano Tacconi si riprenda e torni al più presto dalla sua famiglia.

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia