Archivi Tag: Allegri - Pagina 7

Ancora una volta fra le prima 8 d’Europa.

 

Articolo di Alessandro Magno

Non è stata una partita entusiasmante. Poco importa. La Juve voleva la qualificazione e ha badato al sodo. Pochissimi fronzoli 1-0 e via. Forse non saranno stati troppo contenti quelli che hanno pagato il biglietto allo stadio tuttavia dopo un po di anni credo questo sia stato uno dei passaggi del turno in coppa, vissuto con meno apprensione e questo schifo non fa. La Juventus è stata giustamente prima prudente, poi quando ha colpito ha cercato soprattuto di non rischiare nulla e risparmiare energia. Ci sono ancora molti incontri alla fine della stagione e dobbiamo guardare in faccia alla realtà, c’è uno scudetto che non si puo’ perdere a dieci giornate dalla fine con 8 punti di vantaggio, altresì c’è una Coppa Italia che a questo punto è piu’ un fastidio che altro ma che ormai è a due sole partite dal termine e c’è questo bel sogno della Champions da inseguire. Un sogno dove forse siamo ancora secondi a qualcuno ma che una Juve matura puo’ pensare ancora di cullare. Intanto siamo ancora una volta fra le prime 8 squadre d’Europa. Non si vince nulla ma è prestigio e soprattutto sono altri soldi nelle casse della società. Gli altri, quelli che in Italia hanno le ali tarpate dalla Juventus che ruba in Europa fanno schifo ancora piu’ che in Italia. Chi si fa eliminare da squadre Israeliane che hanno il nome tipo una birra chi come la Fiorentina forti del risultato dell’andata pensano bene di farsi prender a calci nel sedere al ritorno chi come la Roma diceva a noi fortunati che non c’era squadra piu’ fessa del Lione e ora dovrà penso sudarsela per passare. Tutti fenomeni a chiacchiere. La verità che il buon nome dell’Italia all’estero ad oggi lo tiene su solo la Juve. e me ne dolgo perchè non se lo meritano.

Sulla partita c’è poco da dire. Curioso come il destino cinico e baro si diverta e coglionare chi ci vuole male. Ancora rigore, ancora per fallo di mano. Ancora per fallo di mano ravvicinato e ancora Porto in 10 contro 11. Immagino gli antijuventini quanto avranno rosicato male. Magari qualcuno avrà anche detto che rigori così non se ne danno, che magari era involontario oppure chissà quale altra fregnaccia ci toccherà sentire. Mi spiace solo che la Juventus taccia davanti ad attacchi beceri da parte soprattutto di adetti ai lavori, Pistocchi, Varriale, Caputi, Codacons Sindacato dei giornalisti. Siamo veramente alla follia collettiva. Addirittura ci siamo fatti rompere gli spogliatoi da quei 4 miliardari dei giocatori del Milan che si sono comportati come una squadra da torneo dei bar e non gli abbiamo chiesto neppure i danni. Fossi stato io il Presidente giuro li prendevo per le orecchie a Donnarumma e soci, mocio, straccio secchio e detersivo e li facevo pulire dove avevano sporcato. Come si fa con i bambini dell’asilo. E ancora peggio abbiamo dovuto assistere a un Milan che non ha pensato nè di multare nè tanto meno di condannare i propri giocatori e fare ammenda pubblicamente. Ma d’altronde puoi avere tutte le Champions che vuoi e rimanere un cafone comunque.

Pagelle Juventus Porto 1-0

Pagelle di Alessandro Magno

Buffon 6 Non effettua parate e l’unico impegno ce lo ha su due uscite tempestive che mettono il giusto timore agli avversari e forse li costringe a sbagliare.

Dani Alves 5 La media fra il 6 abbandonate dell’attaccante e il 4 del difensore. Gli unici due pericoli li prendiamo dal suo lato perchè è sempre troppo alto e fa arrabbiare con qualche disimpegno con leggerezza tipo quando tenta tunnel che non gli riescono. Peccato che vanifichi quanto di buono fa in fase di spinta.

Bonucci 6 Qualche incertezza e passaggio sbagliato all’avvio poi torna in buona gestione della partita e anche i lanci migliorano.

Benatia 5 Dani Alves bis. Quasi sempreappare insuperabile e poi piccoli grandi errori di superficialità che alla Juve non sono ammessi. Un passo indietro rispetto al Milan. Rugani?

Alex Sandro 6,5 Primo tempo con il freno a mano tirato poi piano piano esce alla distanza. Alla fine lascia le percussioni offensive al solo Pjaca.

Khedira 6 Intelligenza tattica al servizio della squadra. Aiuta piu’ che altro ad evitare le ripartenze del Porto. Si spinge qualche volta davanti ma bada piu’ che altro al sodo.

Marchisio 6,5 Per un ora direi discretamente bene poi ha un calo nel finale ma si salva sempre con la classe di cui non difetta.

Cuadrado 5,5 Molto piu’ pasticcione del solito questa volta in un paio di circostanza rallenta l’azione invece di affondare. Un poco indeciso. Frenato da un giallo sciocco che prende quasi subito.

Dybala 7 Assoluto mattatore dell’incontro. Azioni e duetti entusiasmanti con gli altri. Rigore trasformato con grande freddezza e piu’ volte cerca il tiro risolutore soprattutto nel primo tempo. Si fa apprezzare per imperiosi recuperi che ne esaltano la generosità.

Mandzukic 6,5 Una buona partita meno appariscente del solito ma utilissimo per la squadra con molte sponde per i compagni. Peccato quel colpo di testa su cui si poteva fare meglio.

Higuain 6,5 Non molto servito si batte come un leone e cerca di trovare in ogni caso la zampata vincente. La trova anche ma Pereira si sostituisce al portiere.

 

Pjaca 6 Il ragazzo ha mezzi importanti ma davvero è grezzo come un diamante che sta ancora nella pietra.

Barzagli 6 Rimesso al centro se ne apprezza tutta la sua utilità.

Rincon sv In tempo per far vedere che è un ottimo recupera palloni.

Juventus 6,5 Serata tranquilla senza rischi. Passaggio del turno in scioltezza senza stancarsi nemmeno troppo. Squadra estremamente intelligente.

Allegri 6,5 Partita preparata bene Juve sempre in controllo del match. Porto che solo un poco nel mezzo del primo tempo prova a prendere l’iniziativa ma che piu’ che altro la cosa si evolve in un possesso palla sterile. Una volta colpiti gli avversari poi gioca giustamente si cerca il 2-0 ma senza ammazzarsi.

Arbitro 6,5 Oooh oh ma come anche in Europa danno i falli di mano da vicino? Ma non mi dire!

E venne Marzo

Articolo di Alessandro Magno

Juventus – Empoli è stata sostanzialmente una partita di routine. Doveva finiere come è finita. C’è stato quel piccolissimo problema di finire il primo tempo 0-0 che ha creato qualche ansia. D’altronde, il tifoso a volte dimostra di conoscere molto poco la propria squadra e lo si è visto nel caso Bonucci, ma anche dopo il primo tempo dell’altra sera. Dicevo, il tifoso si aspetta sempre che la Juventus vinca 8-0 e che faccia 3 gol nei primi 15 minuti e tutti a casa. Ora, la seconda opzione qualche volta è capitata, mentre la prima proprio no. A ragione o torto la nostra squadra, a partita chiusa, non infierisce e spesso preferisce amministrare che giocare per lo spettacolo. Non siamo famosi noi per il bel gioco come gli altri che perdono 2-0 in casa con l’Atalanta e che seguono terzi a 12 punti.

Non siamo famosi per il bel gioco e questo a parte le battute lo sottoscrivo, tuttavia siamo diventati nel tempo solidi come pochi. Se a inizio anno avevamo un atteggiamento che spesso non mi convinceva, tipo quando sull’1-0 per noi ci si ritraeva sempre indietro a difendere il golletto e qualche volta si rischiava di far tornare in gioco i nostri avversari, ad oggi vedo nella Juventus un abbondante sicurezza. Ieri, come contro il Porto si è tenuto il pallino del gioco per tutti i 90 minuti. E così in tutte le ultime partite almeno da quando si è cambiato modulo. Gli unici momenti di leggero sbandamento sono quei 20 minuti del primo tempo contro l’Inter in cui abbiamo fatto giocare un poco anche loro. In tutto questo ultimo periodo Buffon ha fatto una sola parata eccezionale contro il Cagliari. Non per crogiolarci di questi risultati e nemmeno sto scrivendo che il campionato è vinto (fra l’altro scrivo prima di Inter – Roma), tuttavia credo che bisogna iniziare a valutare i numeri per quello che sono e sono realmente importanti.

Dal cambio di modulo la Juventus ha fatto questi risultati:

Juventus – Lazio 2-0

Juventus – Milan 2-1

Sassuolo – Juventus 0-2

Juventus – Inter 1-0

Crotone – Juventus 0-2

Cagliari Juventus 0-2

Juventus – Palermo 4-1

Porto – Juventus 0-2

Juventus Empoli 2-0

9 vittorie di fila 19 gol segnati 2 soli gol subiti di cui uno fra l’altro su risultato ampiamente acquisito. Solo l’Inter ha preso in queste ultime 9 partite un solo gol da noi in una partita in cui fra l’altro se non ricordo male prendemmo ben 2 traverse. Di queste 9, 4 sono partite di livello contro Milan, Inter, Lazio e Porto alcune altre sono trasferte che potevano recare insidie come Sassuolo e Cagliari. Non mi esalterei ma non minimizzerei. I numeri sono importanti. Direi sono lo specchio davanti al quale non è possibile sottrarsi. Poi la bellezza è soggettiva e si puo’ esser anche bellissimi davanti allo specchio e non piacersi, puo’ esser un alto senso di autocritica ma potrebbe pure diventare una malattia. Non sono esperto in materia ma ho cercato e si chiama sindrome di Grimilde (la strega di Biancaneve) o meglio Dismorfofobia. Cioè la malattia di non piacersi proprio. Dico questo perché c’è il calcio spettacolo e non è evidentemente il nostro, e c’è il calcio inteso come uno sport dove il piu’ bravo è quello che vince piu’ di tutti ed evidentemente questo è quello che si assomiglia di piu’ alla Juventus. Il rovescio della medaglia è che le nostre vittorie non sono speculari con un catenaccio il golletto e difesa e contropiede, anche perché un atteggiamento di questo genere a parte che è anacronistico, ma alla lunga è di difficile attuazione per una squadra di alto livello. Non puoi chiuderti in difesa e farti attaccare dal Crotone o dal Cagliari o dal Palermo specie in casa tua dove quelle squadre stanno bene rintanate nella loro area e firmerebbero subito per uno 0-0.

I numeri sono ancora piu’ impietosi se pensiamo che questa squadra è l’unica che in Europa non ha mai pareggiato, ha sempre e solo vinto eccetto quattro volte e soprattutto è alla 30ma vittoria consecutiva in casa. Record assoluto e ancora migliorabile. Evito di elencare tutte è 30 le vittorie ma davvero a leggerle di seguito fanno una certa impressione. Si vince continuativamente da circa un anno e mezzo, dal 4 Ottobre 2015 al 26 Febbraio 2017. Tutte le squadre passate dallo Juventus Stadium sono uscite sconfitte. Considerando 30 partite è quasi un Campionato. Mi viene da citare Conte che a Siena criticavano quando era primo in classifica: ”Certo si puo’ fare meglio, tutti possono fare meglio, ma si puo’ fare pure molto peggio”. Che significa: ” Se vogliamo lamentarci noi?”.

Ora è arrivato Marzo. Come spesso Allegri ha detto sempre, ora dovremmo essere al top. Ora vediamo se ancora una volta ha ragione lui o se dovremo tutti strapparci i capelli per le occasioni perse. Intanto se l’Inter ferma la Roma…

Una bella Juve e 3.

 

Articolo di Alessandro Magno

E sono tre partite che utilizziamo il nuovo modulo e sono tre partite vinte direi bene. Superato anche l’esame trasferta per questo modulo d’assalto. Lazio , Milan e Sassuolo 6 gol fatti 1 subito, direi piu’ per caso che per bravura dei nostri avversari e tante, tantissime azioni da gol create, tanto è vero che anche con i neroverdi abbiamo sprecato piu’ e piu’ volte il terzo gol. Quindi direi bene così continuiamo su questa strada. Ci si sarebbe aspettati invero un poco di turnover ma Allegri ha preferito insistere sugli stessi uomini delle ultime due d’altronde alcuni come Mandzukic, Higuain, Cuadrado lo stesso Khedira, pare siano in un buonissimo stato di forma e non sembrano accusare troppa fatica. Il Sassuolo è stato normalizzato in circa mezz’ora e come già detto il risultato poteva essere anche piu’ ampio. C’è da migliorare i finali dove si tende sempre a regalare qualcosina e sul 2-0 non è mai salutare, Milan docet. Per il resto poco Sassuolo, pochissimo Berardi per tutti quelli che ”e ma contro la Juve non gioca mai”. Se proprio si vuol fare un appunto direi Chiellini e Bonucci non proprio bene bene, con un Rugani in panca che chiede vendetta ma d’altronde è inutile smentire se stessi, se si chiede turnover e poi lo si rimprovera forse nell’unica zona del campo in cui il Mister lo sta facendo (fuori Asa e Barza per Sandro e Licht).

La nota lieta oltre alla nostra vittoria è sicuramente la caduta della Roma a Genova. La battuta è scontata: no rigore no party. Non potrebbe esser altrimenti con la squadra con piu’ rigori d’Europa. Doveva pur arrivare prima o dopo a una partita in cui non potevano salvarla dalle palle! Diciamolo chiaramente la Roma è un ottima squadra ma è stata tenuta in corsa fin’ora in maniera artificiosa. Altrimenti sarebbe almeno con altri 4-5 punti di distacco. E non parlo solo di rigori ma di tutta una serie di aiutini e aiutoni tipo calciatori non espulsi e gol convalidati a capocchia. Ovviamente non solo la Roma,anche il Napoli e il Milan hanno goduto fino ad oggi di un trattamento arbitrale di favore, sappiamo che non è un mistero che la federazione è stanca dei campionati vinti dalla Juventus. E’ per questo che dobbiamo arrivare a 6 e magari anche a 10 di fila. LI vorrei vedere su un lettino di manicomio a schiattare tutti, antijuventini d’Italia. Ora pare che la ”fortuna” con gli arbitri incominci ad esser molto benevola anche con l’Inter. La nuova outsider del momento. Occhio a Domenica prossima occhi aperti, iniziando dal sorteggio arbitrale. . In serata è arrivato anche il pareggio del Napoli in casa contro il Palermo. Un pari che è piu’ una sconfitta che altro. Un pari arrivato grazie a una papera gigante del portiere del Palermo. Fosse successo a noi apriti cielo avrebbero tirato fuori il calcio scommesse.

E arriviamo alla nota stonata: la sostituzione di Dybala. Diciamolo subito senza se e senza ma Paolo ha fatto una stronzata. Non si fanno queste cose soprattutto in serie A dove ci sono mille telecamere. Detto che mi auguro che si scusi quanto prima, magari prima che esca questo pezzo e mi auguro altresì che la Juve gli assegni una bella multa onde evitare che tutti si sentano autorizzati a fare allo stesso modo, vorrei precisare alcune cose. Non sono d’accordo con i tifosi che ora lo insultano. Chiunque abbia giocato un minimo a calcio o segue il calcio con attenzione da tempo, sa benissimo che di questi fatti ne sono successi sempre e sempre ne succederanno. Questo perchè i giocatori hanno una carica di adrenalina molto forte quando giocano che non sempre li fa ragionare a dovere e giocatori che sono forti e che ci tengono non vogliono mai abbandonare il campo. Inoltre e forse piu’ importante, non nascondiamoci dietro un dito, sappiamo benissimo e lo sanno anche su Marte, che Allegri ha parecchie difficoltà sia a sostituire Higuain che Mandzukic. Con entrambi lui è molto a rischio di ”vaffa”. Direi moltissimo a rischio. Onde per cui i ”sostituibili” nei quattro d’attacco restano solo Dybala e Cuadrado. Ora anche io se fossi Dybala a esser candidato a uscire sempre io a prescindere non mi farebbe piacere ( anche se in questa partita ci stava che lo sostituissero). Ecco perchè ripeto il gesto è brutto e mi aspetto scuse e multe. Ma non ne farei un caso nazionale.

Una Juve folle e bella.

 

 

Articolo di Alessandro Magno

L’ha vinta Allegri e l’han vinta tutti quelli che da tempo dicono ad Allegri di osare. La formazione è stata spregiudicata. Il 4-2-3-1 normalmente lo fai con due mediani molto arcigni che fanno da diga per la difesa. I due devono sorreggere un centrocampo da soli e appoggiare l’azione ai 4 attaccanti, che in teoria dovrebbero esser tre trequartisti e quindi piu’ propensi ad attaccare che a tornare. E’ un modulo bello se riesce ma spesso è un modulo che lascia molto scoperta la difesa. Farlo con Khedira Pjanic è un azzardo su cui io non avrei scommesso. Farlo poi con un ala come Cuadrado e due Centravanti e mezzo, Higuain, Mandzukic e Dybala che a Palermo era utilizzato punta centrale, è quanto meno curioso. Una formazione piu’ da play station che da campo. Invece oggi ha funzionato alla grande e la Juventus ha vinto in scioltezza giocando una partita sempre propositiva e il risultato alla fine è stato ancorchè stretto. Una vittoria per Allegri anche sul piano personale e su quelli , e mi ci metto anche io, che spesso lo hanno accusato spesso azzeccando, di cambiare ruolo ai giocatori un poco a caso.

Contro la Lazio Pjanic e Khedira hanno sempre mantenuto una posizione molto bassa aiutando il palleggio in difesa e smistando tutti i palloni senza sbagliarne. Questo è stato il primo passo per la riuscita del modulo, se uno dei due avesse lasciato la posizione sarebbero stati guai. L’azione del recupero palla invece, in assenza di un mediano preposto, è stata fatta piu’ che altro dalle punte. Mandzukic, Higuain, Cuadrado e Dybala sono sempre scesi sulla linea di centrocampo a battagliare e questo ha frastornato la Lazio e ha esaltato la vocazione offensiva di questa squadra. La partita è stata ben giocata e divertente e credo di averci visto anche nei giocatori lo stesso godimento di noi tifosi.

Dubito in verità che questo tipo di formazione possa sempre venire proposta. Contro centrocampisti molto forti fisicamente e molto abili nel contrasto e nella corsa, il nostro duo di mediani odierni andrebbe sicuramente i difficoltà. L’ingranaggio verrà probabilmente provato e riprovato per avere un maggiore rodaggio e potrebbe funzionare meglio con Marchisio e/o Rincon sulla linea mediana. In questo caso è probabile ci sia un maggiore equilibrio così come è possibile, se non auspicabile, che Pjanic venga schierato nella linea dei tre trequartisti. Ma a questo punto non è tanto il modulo quello che conta, si potrebbe giocare con questi uomini anche con un 4-3-3 con Cuadrado mezzala e Dybala e Mandzukic esterni , l’importante, più del modulo sono le intenzioni. Oggi tutti correvano, tutti si aiutavano . Oggi la squadra dopo l’1-0 e il 2-0 non si è ritratta ad aspettare la Lazio se non per pochi minuti fisiologici all’inizio del secondo tempo, in quanto era lecito aspettarsi una reazione dagli avversari.

E’ questo che la Juve deve sempre fare, poi il modulo sarà una conseguenza. La Juve ha un potenziale offensivo enorme, mentre ha qualche lacuna in mezzo e forse, per raggiunti limiti di età, anche dietro. Allora non è amministrare quello che deve fare ma bensì aggredire e segnare un gol in più degli altri. In fondo non si dice che la miglior difesa è l’attacco? Dimenticata Firenze dove con un poco di fortuna si sarebbe potuto raccogliere per lo meno un punto, la reazione è stata molto positiva. Ora la strada è tracciata. Ci sono ottime alternative a questo modulo come Rugani e Pjaca e lo stesso Barzagli. Ci sarà anche il rientro di Alex Sandro oltre che di Marchisio. La ricetta è semplice: mettere dentro i migliori e corrano tutti. Speriamo di non dover tornare a raccontare ancora di prestazioni rinunciatarie o con atteggiamenti iniziali sbagliati.

Houston abbiamo un problema.

 

Articolo di Alessandro Magno

 

 

 

 

Come avevo ampiamente previsto già nel precedente articolo relativo a Juventus Atalanta di Coppa Italia, questa Juve ha un problema grosso. Mi spiace esser stato buon profeta in negativo ma non amo nascondere i problemi sia nella vita che nello sport che amo e soprattutto non mi faccio ingannare dal risultato, che spesso se positivo, mette il salame sugli occhi a molti tifosi. Dicevo questa Juve ha un problema o forse anche qualcuno in piu’. In ogni caso il piu’ grande che mi preme sottolineare è una certa mancanza di fame se non proprio ad ogni partita per lo meno nelle trasferte difficili. Non si è perso per caso a Milano contro Inter e Milan, e non si è perso per caso contro il Genoa e a Firenze in casa loro, idem a Dohan dove si è pareggiato ma poi si è perso ai rigori, ma comunque in campo gli assatanati erano i giovani milanisti. Nell’unica trasferta difficile che si è vinto e cioè a Siviglia si è vinto un po’ per caso, un po’ per culo, e un po’ perchè al SIviglia stavano bene due risultati su tre e non ci ha veramente aggredito come invece è successo con le italiane. Questo temo sia davvero il problema principale. Una mancanza di concentrazione e di fame fuori dalle mura amiche, perchè in casa evidentemente il calore dello stadium riesce a far venire un poco di occhi della tigre ai nostri.

Altri problemi evidenziati ieri sera ma già visti in precedenza sono la mancanza strutturale del centrocampo. Davvero a volte penoso. Ieri è crollato Marchisio, ed era in serata no Khedira. Infatti il centrocampo praticamente non è esistito. Anche questo lo avevo sottolineato a inizio anno quando dicevo che si era sottovalutata la partenza di Pogba e mancavamo numericamente di un centrocampista interdittore. Pjanic poteva e puo’ sopperire a Pogba solo nelle giocate dalla cintola in su ma la fisicità che imponeva in mezzo al campo Paul è venuta meno, e seppure è vero che cazzeggiava spesso per il campo facendo il fenomeno, il soprannome Polpo non era dato a caso, ma proprio per il fatto di essere , con le sue lunghe leve, un gran recuperatore di palloni. Oggi a Gennaio si è capito quell’errore tattico ma si è intervenuti con qusto Rincon che per ora non gioca , ma che dubito, ed è un eufemismo, possa dare quello che dava Pogba. Daltronde è come chiedere a una Panda di dare quello che da una Lamborghini.

Altro problema che mi pare si sia fortemente conclamato ieri sera è l’ormai superata, per limiti di età e acciacchi vari, l’era della BBC. Ieri schierati con il 3-5-2 e con Cuadrado ed Alex Sandro esterni, si doveva andare a nozze e invece si è finiti di andare a cozze. Chiellini è stato un disastro, Bonucci ha sul groppone il gol di Kalanic. Barzagli s’è salvato con il solito mestiere ma ha l’età di Matusalemme quanto puo’ ancora durare? Quanto puo’ ancora rincorrere ragazzini che possono essere suoi figli? Infine mettiamoci tutte le riserve che un poco tutti nutrono sulla gestione Allegri. Gestioni di mal di pancia vari da Mandzukic , Evra , Dybala e gestione di approccio alle partite, mantalità e gioco. Non mi dilungo sul mister perchè ne abbiamo spesso parlato e le domande senza risposte sono sempre le medesime.

Ora in conclusione bisogna chiesdersi se tutte queste cose messe a nudo con la sconfitta di Firenze siano risolvibili e siamo a un nuovo punto zero da dove ripartire ,oppure se questo, dopo cinque scudetti di fila, sia il definitivo canto del cigno e la fine naturale del nostro ciclo. Io credo che lavorando compatti e rimettendo il lavoro al centro questa Juventus sia ancora la squadra piu’ forte della serie A. Lo credo perchè le individualità che ha in alcuni ruoli sono importanti e a tratti uniche. Buffon, Alex Sandro, Bonucci, Marchisio, Pjanic, Higuain , Dybala , Cuadrado sono giocatori che tutti ci invidiano. Come credo che molti giovani dallo stesso Dybala a Rugani abbiano ad oggi un enorme potenziale ancora totalmente da scoprire. Non posso pronunciarmi sulla voglia. Sugli occhi della tigre. Quelli non so se ci sono ancora in tutti. Non so se ci sono o ci sono mai stati nel nostro mister. A sentire Higuain lui dice di si. Non ci resta che sperare e continuare a tifare. Se la squadra è in difficoltà forse ora va maggiormente sostenuta anche da noi tifosi e allora le cose potrebbero ancora migliorare grazie a noi. Siamo a metà Gennaio. Maggio non è lontano. I prossimio 4 mesi e mezzo ci diranno definitivamente chi siamo e ci indicheranno il percorso.

Pagelle Juventus – Atalanta 3-2

 

Pagelle di Alessandro Magno
Neto 5 In una partita di ordinaria amministrazione riesce a farci prendere dal panico con un paio di rinvii ( soprattutto il secondo) veramente da incubo. In più sul secondo gol ( primo imparabile) ho l’impressione che non ci metta la mano per aver ”battezzato” fuori il tiro.

Lichtsteiner 5,5 Per un ora bene, almeno da 6,5, poi troppo grave la mancata marcatura del ragazzino che ci fa il 3-2. Troppo per un giocatore della sua esperienza.

Barzagli 6 Per un ora da 7 poi nel casino finale si perde anche un poco lui che dovrebbe tenere la difesa e tutti gli altri.

Rugani 6,5 Sbaglia meno di Barzagli questa sera e anche per lui un finale con molto lavoro.

Asamoah 5,5 Gioca bene finchè ne ha ma purtroppo per lui e per noi non ha l’autonomia di una partita intera. Alla fine è un ombra che vaga per il campo. Meglio comunque da terzino che da interno di centrocampo.

Rincon 6,5 Primo tempo anonimo poi piano piano viene fuori. Fa vedere di possedere una bella gamba tosta e anche discreti piedi. Nella battaglia finale utile come pochi.

Hernanes 5 Gioca discretamente bene finchè non si corre nessun pericolo, quando poi si mette male è il primo a naufragare, non la vede piu’ e sbaglia palloni e chiusure da normale amministrazione. Purtroppo per lui un occassione sprecata.

Marchisio 6,5 Da interno si riscopre il Marchisio vecchia maniera tutto corsa grinta e tiri dal limite. Un piacere ricevederlo schierato li e da capitano. Non un caso che esce lui e il centrocampo crolla.

Pjanic 7 Gioca una gran bella partita cercando sempre il dialogo di fino con Mandzukic e Dybala. Da campione si prende la responsabilità di tirare il rigore che dovrebbe risultare decisivo e non sbaglia. Peccato spesso quando è al limite dell’area cerchi l’imbucata per i compagni e quasi mai il tiro.

Mandzukic 7,5 Sicuramente il migliore in campo. Nel primo tempo da spettacolo con Dyabala e Pjanic con assist, gol , pali e colpi di tacco. Alla fine si sacrifica per aiutare la squadra a portare il risultato a casa.

Dybala 7 Eccellente primo tempo con colpi di alta scuola. Gol fantastico e assist per il Manzo con il contagiri. A un certo punto Allegri lo sostituisce per far giocare Pjaca ma non so se sia stata poi una scelta giusta.

 

Sturaro 6,5 Ci mette al solito grinta e impegno e il suo lo fa. Chiaramente rispetto a Marchisio ha molta meno qualità.

Pjaca 5,5 Entra riesce a dare qualcosina ma molto molto meno di Dybala. Era al rientro e ci puo’ stare ma alla Juve non aspettiamo nessuno. Non ce lo possiamo permettere.

Bonucci sv Entra per blindare il risultato. Si nota poco o nulla ma riesce nell’intento.

Juventus 6 Non si capisce come si possa interpretare una partita cosi bene nel primo tempo e cosi male nel secondo. La sufficienza è solo per la qualificazione perchè con un 3-3 non ci sarebbe stata ed è un vero peccato dopo aver giocato un primo tempo veramente notevole.

Allegri 4 Perde nettamente il confronto con Gasperini che sotto di 2 gol riesce a cambiare la squadra con l’ingresso di niente popò di meno che Konko. Grida a bordo campo come un ossesso ma sbaglia le sostituzioni e rischia di mandare al macero una qualificazione anche facile. Alla fine bisogna difendersi a 5 per contenere l’Atalanta. L’ha vinta perchè ha Dybala , Pjanic, Mandzukic eccetera che Gasperini non ha. Non è una cosa positiva per il mister.

Arbitro 5,5 Sbaglia a non dare un rigore clamorosamente netto sullo 0-0 così come sbaglia a non espellere Conti che non solo nel finale commette fallo ad ogni intervento ma lo manda pure a quel paese platelamente e gli mette anche le mani addosso. Per il resto fortunatamente riesce a non fare danni così gravi da compromettere il risultato. Il rigore dato è ineccepibile.

 

Sondaggio di fine anno.

buon natale juveScritto da Cinzia Fresia

Si e’ appena conclusa la prima parte di campionato con la Juventus in testa alla classifica, ma perdente in finale di super coppa.
Questa Juventus costruita secondo le volontà’ del suo attuale allenatore non convince completamente, e nonostante alcuni giocatori forti, non ha ancora trovato un’identità di gioco. E’ giunto il momento di tirare alcune somme, a voi la parola:

1) Avevi previsto la sconfitta in super Coppa?

2) Questa sconfitta, e’ stata semplicemente una serata storta o e’ un segnale che qualcosa in questo organico non va?

3) La Juventus ha necessita’ di un centrocampista creativo che sappia costruire gioco e passare palloni giusti agli attaccanti, chi vedresti oggi, bene in questo ruolo?

4) Quale è l’ipotetica causa dei numerosi e continui infortuni?

5) Higuain dimostra di non essersi completamente ambientato e i suoi colleghi spesso gli passano pochi palloni e di frequente sbagliati. E’causa dell’allenatore e di come lo abbina in coppia con altri o del carattere del giocatore?

6) Come vedi la squadra così assettata in Champions League?

7) Dopo l’episodio di Doha, pare che la panchina di Allegri non sia piu’ cosi sicura,vorresti in ogni caso la sua riconferma o se no chi vorresti dopo di lui?

8) Paulo Dybala, anatomia di un attaccante, e’ veramente un fuoriclasse?

9) Quali giocatori andrebbero sostituiti prima possibile?

10) L’acquisto di Rincon soddisfa secondo te le aspettative del pubblico e del mister?

11) Se Witsel sfumasse come pare ormai molto probabile che cosa dovremmo pensare e come la Juventus dovrebbe reagire?

12) In ultimo… la Juventus, quanti titoli riuscira’ a vincere in questa stagione?

 

Juventus – Fregnoni 1-0

15622050_1187966991285960_2131427945511473068_n

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Non ci posso credere! Abbiamo rubato anche questa volta e non me ne sono nemmeno accorto. Io Sabato sera ho visto una bella partita. A tratti anche ben giocata ma soprattutto combattuta. Ho visto due ottime squadre una molto molto solida l’altra molto combattiva. Uno spot per il calcio italiano insomma ci sarebbe molto di buono da prendere se non fossimo Italiani. Se non ci fossero i Romani. Invece niente spenta la tv e cazzeggiato un poco sui social network ho scoperto che abbiamo rubato ancora. In verità le prima avvisaglie di furto preventive c’erano state con il caso Strootman. Perchè in tutti i paesi piu’ civilizzati del mondo è normalissimo che uno segna in un derby e per festeggiare va a tirare l’acqua in faccia a un suo avversario in panchina scatenando una mega rissa. E’ folklore. E’ istinto primordiale è come il primate che caga e poi sparge la merda il piu’ a lungo e in largo possibile per segnare il territorio. Così come è normale che nella suddetta rissa simuli un colpo che non ha ricevuto come è normale, seconda legge della fisica di Newton , che uno che viene tirato per il collo caschi in avanti come fosse colpito. E’ notorio che i derby capitolini infatti si giochino sulla Luna in assenza di gravità. Nonostante tutto questo in un paese normale ripeto è assolutamente accertato che Strootman questo nientepopodimenoche fenomeno di giocatore non meriti nessuna squalifica e debba giocare contro la Juventus perchè altrimenti la Juve ruba. Be devo dire che non è male come giocatore questo Olandese. Certo se ci fosse stato a Torino avrebbe fatto la differenza. Come dite c’era? Ma se era squalificato dai non diciamo sciocchezze. Io non l’ho visto. Perchè voi lo avete visto? In ogni caso a parte gli scherzi di questo fantomatico giocatore che decide Juventus – Roma la prossima volta portatene due perchè altrimenti il nostro Sturaro nun se diverte. E ho detto Sturaro non Pavel Nedved.

Ma è normale che uno Juventus – Roma abbia i suoi strascichi è le sue polemiche preventive , sono cresciuti nel mito del gol annullato a Turone , gol che ormai persino quelli che hanno creato il tarocco come Carlo Sassi hanno smentito essere buono, ma il romanista non vuol sentire ragioni. Ormai Turone è una religione ci devi credere e basta. Devi avere fede nel gol di Turone perchè certifica che la Roma da sempre è penalizzata. Se crolla il mito del gol di Turone poi viene fuori che la Roma in media è una squadra abbastanza scarsa che una volta ogni dieci anni, forse lotta seriamente per lo scudetto, quindi 10 volte in cento anni di storia. E d’altronde i numeri sono impietosi. Ad esempio a Torino in una novantina di incontri non ne ha vinti neppure 10. Prima e dopo Turone. Ma la Juve ruba. E’ curioso come pero’ quest’anno non circolino classifiche virtuali/ morali da sbandierare sotto il naso a noi gobbi. Perchè in verità una ce n’è ma è da nascondere . E’ quella che dice che la Juventus nonostante prima in classifca è una delle squadre piu’ penalizzate , mi pare penultima o terzultima, perchè anche io questa classifica l’ho vista di sfuggita che poi l’han fatta subito sparire. Invece ho visto bene quella dei rigori a favore. Juventus 1 su 17 partite, Roma 8 su 17 partite. Noi media 1 ogni 17, loro media 1 ogni 2 . Cioè questi hanno un rigore una partita si e una no e noi saremmo quelli che rubano il campionato? Fra loro e il Milan li stanno tenendo in vita artificialmente come si tiene in vita i malati terminali. Vorrei vedere loro con un solo rigore o noi con 8 come sarebbe la calssifica oggi?

E invece niente. Nonostante la Juventus abbia fatto una gran partita. Prima aggredendo e colpendo poi amministrando e cercando di offendere di rimessa e poi resistendo all’urto finale della Roma in verità senza correre troppi pericoli se non qualche mischia, infatti Buffon non effettuerà alcuna parata, niente dicevo la Juve ruba, la Juve non meritava. E dire che la Roma su 7 visite allo Juventus Stadium le ha perse tutte e sette. En plein. Sono cambiati i giocatori da Giaccherini a Matri, a Borriello, a Osvaldo, a Tevez , Pirlo , Llorente, Higauin , Vidal, Pogba e vattelapesca, niente hanno sempre perso, ma noi rubiamo. Peccato perchè questa volta erano pure riusciti a migliorarsi prendendone solo uno, perchè generlamente la media era di 3-4, ma perdere con un solo gol di scarto è peggio non allevia anzi aumenta la piangina, perchè allora è certificato che l’arbitro, che il guardalinee , che la congiunzione astrale, il quarto uomo, che se poi avessero ammonito quello, poi dopo nel secondo tempo sull’altra azione quella di fallo laterale invertito, con la bandierina del fuorigioco alzata quando poi non era, che se era poi come l’ha visto, cioè ti pare che quella cosa non la vede neanche la tv allora lui l’ha vista , l’ha vista perchè la doveva vedere, allora vedi c’è malafede che poi lo ha detto pure Liguori e Boniek e Zeman e Pruzzo perchè Pruzzo lo hai sentito , se lo dice Pruzzo allora perchè è vero. Sono allibito. Il calcio è un gioco semplice. Vince chi fa un gol in piu’. E’ sport non è cinema. Non c’è la vittoria ai punti sub judice. Vince chi fa un gol piu’ degli altri fine. Il calcio è preparazione dell’incontro nei minimi dettagli è voglia di confrontarsi. Il calcio è umiltà nonostante la consapevolezza della propria forza. La Juventus è tutto questo. Non ho sentito nessun giocatore della Juventus dire: ”Con la Roma vinciamo”. L’ho sentito dire a Nainggolan, nonostante non hanno mai vinto a Torino. Così come l’ho sentito dire a quelli del Toro a quelli del Napoli. Noi non siamo così. Noi siamo costanti. Gli altri vivono alla giornata. Fanno la partita della vita contro di noi e magari a volte capita pure che gli riesce. Poi perdono miseramente la partita dopo. Noi siamo il calcio. Voi non so cosa siete ma nel nostro calcio siete delle comparse.

Cose che capitano ma da non ripetersi.

allegri-editoriale-juventus-udinese-640x330

 

Articolo di Alessandro Magno

 

E’ difficile analizzare una sconfitta così netta. La Juventus a Genoa è scesa scarica mentalmente e fisicamente. Dall’altra parte ha trovato invece una squadra che l’ha buttata in un ritmo ossessivo. Soprattutto nel primo tempo. In questo è stato molto bravo Juric e anche fortunato perchè la Juventus in 12 minuti si è trovata sotto già di due gol ancora prima di rendersi conto che non era proprio giornata. Allegri aveva paventato il pericolo e in conferenza stampa pre-match aveva sottolineato piu’ volte il fatto della concentrazione da ritrovare al piu’ presto dopo la battaglia di Siviglia. Purtroppo anche lui ci ha messo del suo con una formazione lunare. Perchè Alves centrale invece di Rugani ad esempio? Gli errori dei singoli poi hanno fatto il resto. Da Bonucci sul primo gol a Buffon che praticamente non esce piu’ dai pali vedi secondo e terzo gol, ad Alex Sandro e Benatia sul secondo gol eccetera eccetera eccetera. E’ stata una serata di black out generale come ne capitano da sempre dopo le partite di coppa importanti, e la storia ne è piena. Solo che spesso a noi succedeva il contrario, ovvero di vincere in Campionato e poi di cadere in Coppa. E’ una constatazione. Infatti la Juve che quest’anno ha perso con Inter, Milan e Geona ha perso sempre dopo un turno di Coppa. Non ne sono felice , non amo perdere mai ma sedevo scegliere dove perdere, devo dire che dopo 5 scudetti preferisco così. Credo che la Juventus non vincerà la Champions lo stesso ma preferisco avere quello come primo obiettivo.

E veniamo ai tifosi, la parte piu’ dolente di questa sconfitta. Ieri sul mio Facebook sono stato in una specie di silenzio post sconfitta limitandomi solo ad alcune battute tipo che avrei chiamato quanto prima Malesani ”madovecomesiamocazzo” o che se avessi visto per una buona volta questo tanto citato carro dei vincitori gli avrei dato fuoco con tutti quelli che si trovano sopra e quelli che si trovano fuori. I carri in realtà sono due come i partiti pro e contro qualcosa. Le due facce della stesa medaglia quelli che non gli va mai bene niente e quelli che gli va sempre bene tutto. In ogni caso, ogni volta che la Juventus perde il tifoso da il peggio di se. Non sto neppure a citare tutte le baggianate che ho sentito perchè davvero ci riempio l’articolo. Il piu’ attaccato ovviamente è stato Allegri. Allora diciamo due cose su di lui.

Allegri per sua stessa ammissione non cerca il calcio spettacolo. E’ un amministratore che cerca di ottenere il massimo con il minimo sforzo. Con questo metodo riesce a utilizzare un poco tutti i suoi uomini cercando di non scontentare nessuno e fino a qui è riuscito a vincere. Non è un grande tattico e non pratica un calcio aggressivo. Ha dimostrato intelligenza continuando a utilizzare un metodo di gioco con cui questa squadra si trova bene non ha mostrato altresì grande inventiva. Non è un sergente di ferro. Questo è. Piaccia o non piaccia. Il problema princicpale ma anche la sua fortuna è che è stato scelto dopo Conte. Questo continua ad esser motivo di confronto anche dopo 3 anni. Ora Conte è anche per me un allenatore che pratica un calcio migliore di Allegri. E’ un allenatore che riesce a dare alla squadra un qualcosa in piu’ a livello motivazionale. Non è neppure Conte un grande tattico o stratega tanto è vero che anche lui utilizza solo un metodo di gioco quello di andare sempre all’attacco e anche lui qualche lezione tattica l’ha subita. Non è vero che a Conte queste sconfitte-figure non capitavano basti ricordare le brutte prestazioni di Coppa (Benfica – Galatasaray) o Fiorentina – Juventus quando da 2-0 per noi abbiamo preso 4 gol in un tempo. Detto in conclusione che anche io preferisco il gioco che praticava Conte rispetto a quello di Allegri non esiste un solo metodo per vincere ed è sotto gli occhi di tutti si vince alla Sacchi ma pure alla Mourinho, l’importante è riuscire a creare le giuste alchimie con i giocatori e avere giocatori forti perchè senza di questi è evidente che non si vince. Detto questo a ulteriore chiarezza di cosa fa Conte al Chelsea non me ne fotte un beato ca… , visto che non allena piu’ la nostra squadra. Tanti tanti auguri di vincere il Campionato Inglese ma penserei ai nostri problemi e/o soddisfazioni eventuali. La cosa triste invece è ad ogni sconfitta nostra tirare fuori questo discorso che non è il nostro problema visto che la Juventus volenti o nolenti senza Conte ha continuato a vincere e io mi auguro ma ne sono quasi certo, un domani, continuerà a farlo senza Allegri..

Il problema quest’anno della Juventus se la vogliamo dire tutta è la qualità del centrocampo. Pjanic non riesce a fare le due fasi recupero palla e impostazione come le faceva Pogba e fra infortuni e una cosa e un altra stiamo giocando piu’ o meno sempre con un titolare che tale non dovrebbe essere. Una volta è Lemina, un’ altra Asamoah, un’ altra Sturaro, un’ altra Hernanes. La forza della Juventus passata era invece proprio la in mezzo al campo dove Vidal e Pogba garantivano una forza fisica fuori dal comune e Pirlo una qualità eccellente. Per questo quella Juventus con un terminale offensivo ottimo come Tevez e poi tanti altri buoni giocaotri è riuscita ad arrivare a una finale di Champions. Purtroppo la società ha inteso quella partita come un punto di arrivo e non come un punto di partenza tanto è vero che di quella finale di Champions sono rimasti in pochissimi. Purtroppo per la Juventus società sono piu’ importanti i conti delle Coppe di conseguenza questo è. Oggi si è preso un terminale offensivo altrettanto eccellente come lo era Tevez che è Higuain ma il centrocampo non è di quella forza li, soprattutto a livello di contrasto. C’è della qualità perchè Khedira e Pjanic ce l’hanno e garantiscono un buon numero di gol e di assist ma non c’è assolutamente quell’impatto fisico. Ora non dico che con il centrocampista mediano che stavamo cercando in estate non si sarebbe perso a Genova ma sicuramente serviva come il pane, così come nel momento stesso che si è ceduto Pogba si doveva cercare il suo sotituto a livello fisico che per forza di cose non poteva esser Pjanic. Alla Juventus occorre in mezzo un Davids o Nedved per intenderci e non è stato preso. E’ stata fatta una scelta precisa. Si pensava che il gran numero di gol che poteva garantire Higuain avrebbe potuto sopperire a questa lacuna, mi auguro solo fino a Gennaio perchè davvero continuare su questa linea sarebbe diabolico.

Ora c’è un altro problema abbastanza grave. Agli infortuni e acciacci vari di Chiellini e Barzagli dovuti anche all’età, si è aggiunto un infortuni abbastanza lungo per Bonucci e un altro per Dani Alves. Ora siamo senza la BBC altra arma che ha reso celebre questa squadra. Non è escluso che si debba giocare con Lichtsteiner , Rugani, Benatia ed Evra e soprattutto abbandonare la difesa a 3 almeno per alcune partite. Ora il problema non è aver perso a Genova che puo’ capitare, il problema sarà riprendersi subito visto che i prossimi impegni sono pesanti. Guardare avanti per rialzarsi al piu’ presto.

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web