Archivi Tag: Allegri - Pagina 8

E Allegri non ride piu’

img_0459
Scritto da Cinzia Fresia
Che pettinata ragazzi! Pelo e contro-pelo, il Genoa ci ha massacrato, e pensare che Allegri lo aveva detto in conferenza stampa quasi se lo sentisse, è stato chiarissimo, avvisando i suoi di quanto il Genoa “si illumini di immenso” quando vede la Juve.
Niente, parole al vento, i nostri proprio mai pervenuti, più che una partita mi e’sembrato un suicidio di una squadra che si è consegnata spontaneamente all’avversario come una vittima sacrificale consapevole del suo destino.
Resto basita di quello che ho visto, prima di tutto non ho capito l’approccio rinunciatario gia’ da subito, confusione e malintendimenti in difesa, imprecisioni in tutti i reparti e soprattutto 0 voglia.
D’altronde era prevedibile, la fortuna e il talento dei singoli non sono bastati, per battere un avversario superiore in tutto che peraltro poteva colpirci piu’ duramente.
Nemmeno la strigliata nell’intervallo è servita a recuperare il risultato, troppo compromesso, neanche il bel gol segnato da Pianic, su punizione.
La difesa invalicabile e’stata forata .. In ultimo problemi tra di loro a non finire.
Prestazioni molto al di sotto della media e siccome non c’e’ limite al peggio Bonucci e Dani Alves si sono anche fatti male.
Non si puo’ fare un’analisi obiettiva poiche’ giocatori e tecnico sono al di sotto del 4 Il perche’ sara’ spiegato attraverso 1000 giustificazioni tra vere e inventate, e perdere una partita puo’ succedere, quello che non dovrebbe accadere e che non mi e’ piaciuto per niente, è stata la modalita’ in cui si è perso, la Juventus non si puo’ permettere di arrendersi anche con tre gol sotto, nel secondo tempo ha offerto una parvenza di reazione ma piu’ per facciata che per reale convinzione.
La Juventus si trova in questa condizione, di avere giocatori bravissimi, fuori classe e altri nella media che non riescono a legare, la totale assenza di gioco della Juventus non e’ una novita’ e finche’ le partite si mettono bene, con la difesa che regge, il talento del singolo emerge e in qualche maniera la squadra vince, oggi la fortuna non ci ha assistito, e sono emerse tutte le criticita’ che conosciamo.
Ci si chiede, ma perche’ Allegri non riesce a far quadrare la squadra che lui stesso ha creato e soprattutto perche’ continuano a farsi male?
Speriamo che il tecnico abbia delle risposte e corra ai ripari, sempre riprendendo il concetto espresso in conferenza stampa che se non ci si impegna in questo mese si corre il rischio di perdere il campionato.

Manca qualcosa

pjanic-juve-esultanza-2016-2017-750x450

Scritto da Cinzia Fresia

 

E ci siamo tolti un’altra seccatura, via anche il Chievo con una vittoria sempre al limite dentro ad una partita farcita di errori.
Questa volta L’ha risolta Miralem Pianic su una punizione tirata in modo perfetto, praticamemte imprendibile.
Come da un po’di tempo a questa parte il gioco della Juventus lascia a desiderare, le prestazioni in Champions e altresì in campionato non sono un gran che.
Non si puo’ dire che sia mancato il dinamismo e va riconosciuto che la Juventus non sia stata con le mani in mano, ci ha sempre provato e di contro il Chievo rispondeva cercando di ostacolarci come poteva, non fortissimo ma organizzato quel tanto che bastava a darci fastidio.
La partita inizia malissimo, Barzagli si infortuna e lascia il campo in barella, e al posto suo entra Bonucci, rimasto in panchina per le sue condizioni non ottimali.
Abbiamo assistito ad una partita in cui l’errore ha fatto da padrone, un susseguirsi di sbagli commessi da tutti, persino dall’arbitro che ha concesso un calcio di rigore quando la moviola ha sentenziato “un calcio di punizione “, negando un rigore netto a noi. Boh .. se non mi sbaglio, saranno circa 4 i rigori negati fino a desso e non vorrei pensare male dell’arbitro proveniente da Roma.
La Juventus ha reagito al pareggio, con tentativi di rimonta tutti miseramente falliti, meno uno: la punizione che ci fara’ saltare dalla sedia segnata da Pianic.
Ci sarebbe da chiedersi come mai i nostri giocatori sbaglino cosi spesso e gol a dire di molti non difficili.
Higuain con questo sistema di gioco e in coppia con Mandzukic, non brilla, non riesce a segnare e quindi a dare il meglio di se’. Verso fine partita Allegri prendera’ la triste, ma probabilmente per lui, necessaria decisione di sostituirlo con un difensore.
Il sistema di gioco di Allegri e’ abbastanza chiaro e non riserva molte sorprese, di solito, per conservare il risultato, predispone una forza con caratteristiche difensive, e a quanto pare il sistema gli da ragione perché alla fine vince.
Tuttavia, queste vittorie non stanno accontentando nessuno, in primis la squadra i cui giocatori mostrano espressioni di contrarietà, sebbene escano dal campo, con il sorriso, gli abbracci e le pacche sulle spalle, dimostrano di non sentirsi a loro agio, i tifosi, perchè oltre a non divertirsi si sentono insicuri su un sistema di gioco troppo elementare e spesso ripetitivo, e Allegri si arrabbia effettuando cadute di stile una fra tutte quella del “circo” e si lamenta che in Italia non va mai bene niente.
Ha ragione e se posso aggiungere non vedo in Italia allenatori migliori.
Come al solito ci troviamo in una situazione in cui non si sa mai perchè alla Juventus per essere perfetta le manca sempre qualcosa.
L’Higuain probabilmente si aspettava qualcosa di più da Allegri, una squadra costruita intorno a lui, senza Dybala e le sue doti creative, fa fatica, e nel frattempo inserire un giocatore come Sturaro che sta vivendo una dèbacle professionale abbastanza evidente, non ha facilitato anzi, alla sostituzione l’argentino ha mostrato tutto il suo disappunto.
Per fortuna che la Juventus è una grande famiglia e sa rimediare a questi incidenti, però, mi chiedo sul serio con questo stile di gioco cosa si combinerà in Champions League, al momento in campionato non mi preoccuperei, perchè abbiamo giocatori forti che mettono una pezza là dove c’è bisogno, ma in Champions servirà fantasia, perchè il sistema lo hanno già capito da un pezzo e Allegri dovrà sfoderare un repertorio alternativo, se è intenzionato a vincere.
Al di là di tutte le perplessità, bene per la vittoria, brava Juventus, bravo Pianic.

Come non si gioca in Champions

2419182_w3

Articolo di Alessandro Magno

Se volete vedere lo spettacolo andate al circo, se volete divertirvi andate al cinema, se invece volete vedere come non si gioca in Champions venite a vedere Juve-Lione. Premessa sono molto onesto con Allegri tanto è vero che basta vedere gli articoli precedenti e quanto l’ho difeso e o giustificato, quindi non mi si accusi di esser prevenuto o vedovo di qualcuno, se oggi dico che Allegri con il Lione ha sbagliato tutto.

Intanto dopo esser stati raggiunti dal Bayern all’ultimo minuto, dovremmo aver capito che le partite di Champions non si possono giocare a fare un gol e poi a difenderlo, men che meno se non c’è la BBC al completo (ieri mancava Chiellini), o se c ‘è un centro campo iper lento come quello di quest’anno e se mancano contropiedisti di ruolo tipo Morata o Tevez. Questo è veramente palese. Poi al netto di infortuni sostituzioni tattiche e formazioni iniziali avventurose, se giochi senza Alex Sandro e Cuadrado e a un certo punto mancano gli unici in grado di fare un lancio di 30 metri che sono Bonucci e Pjanic con chi le fai le ripartenze con mia nonna in cariola? Khedira è sulle gambe da 4-5 giornate, Pjanic è ancora con la testa a Roma, Marchisio non può ricamare e allo stesso tempo portare la croce, se sta davanti alla difesa non può certo inserirsi in attacco. Sturaro invece di giocare in Campionato con il Chievo o con il Napoli lo si butta in campo contro il Lione in una delle partite chiave del girone. Centrocampo con Sturaro, Marchisio, Khedira, Pjanic 4 mezze ali e nemmeno un ala né Sandro né Cuadrado. Io un centrocampo così composto giuro non l ho mai visto in vita mia.

Aldilà di tutto questo, abbiamo disputato anche un discreto primo tempo e siamo passati in vantaggio. Ora è difficile capire perché ad ogni gol fatto ci rimettiamo tutti dietro senza avere uomini veloci per il contropiede. Cuadrado entra solo a 10 minuti dalla fine. Nel dopo partita Allegri si lamenterà un poco della stanchezza di alcuni giocatori che han giocato molte partite e a maggior ragione non si capisce perché sono stati fuori i due esterni nostri che sembrano i giocatori più in forma del momento. Alla fine ci ha dovuto metter una grossa pezza Barzagli (fra l’altro rimediando a un suo stesso errore) altrimenti rischiavamo veramente di perdere al 94mo.

Ora certo nulla è compromesso e magari passare secondi sarà anche meglio che passare primi visto le difficoltà di altre Big (Real, Barca, Bayern) tuttavia penso che a nessuno passi minimamente per la testa che giocando così la Champions si possa vincere neppure quest’anno. Così come mi pare ovvio che non arrivare primi in questo girone non è motivo di orgoglio. Infine, se la Juve viene messa sotto dal Lione in casa figuriamoci quando ci sarà da affrontare giocatori veramente forti di altre squadre. No, mi spiace, così non va bene. In Coppa occorre veramente un cambio radicale di marcia e mentalità. Se così non fosse prepariamoci ad andare a Siviglia in trincea e con l’elmetto in testa.

E’ inutile arrabbiarsi

img_0457
Scritto da Cinzia Fresia
Scenario: partita di champions, appartengo a quella categoria di tifosi che non ha voluto cedere al ricatto del doppio decoder e che si ritrova senza sapere dove andare ad assistere alle gare di Champions, questa sera con il marito al seguito,molto disinteressato al calcio ma considerata l’occasione, accomondante mi propone pizza più partita, così per passare una serata diversa dal solito, godendosi una bella partita e magari festeggiando la qualificazione, invece no.
Il match e’ stato pessimo, passati in vantaggio per un calcio di rigore, sono stati 90 minuti di palloni tirati fuori, da una parte e dell’altra, e di occasioni fallite di cui una clamorosa di Higuain praticamente a porta vuota.
La Juventus ha fatto fatica a mantenere il vantaggio, e i giocatori con l’intento di segnare il secondo gol si perdevano nella piu’ totale confusione, e a fasi ripiegando in minuti di imbarazzanti meline.
Il Lione ci ha provato, per loro il pareggio e’ molto, per noi e’ una bella seccatura.
Trovare il migliore in campo, e’ come cercare un ago in un pagliaio, per me non ce ne sono, lasciando da parte Alex Sandro e Cuadrado, inseriti troppo in ritardo, il resto della squadra non e’ stata all’altezza, e la mancanza di gioco sta diventando una voragine.
Adesso ci sara’la caccia alle giustificazioni, non c’e’ tizio, non c’e’ caio, manca quello o quell’altro, tutto per non voler vedere che le tattiche dell’allenatore sono sempre piu’ offuscate.
Stasera ne e’ stato un esempio su come la Juventus non sappia da che parte girarsi e che ogni pallone riconquistato lo buttavano indietro nella speranza che ai difensori venisse qualche idea. l’affidarsi alla fortuna o sfortune altrui non ha funzionato, ed e’ inutile che Allegri si arrabbi in quanto i giocatori, poveretti, non ne possono niente, a parte Higuain che da quando e’ dimagrito non segna piu’ad ogni partita, gli altri sono privi di orientamento.
Finita la partita e con il marito con la bolla al naso, rientro a casa un po’ pensierosa e chiedendomi se effettivamemte meritiamo questa Champions, e se è giusto che si stia li’. Non oso fare previsioni per il prossimo match in Champions, nel frattempo speriamo in domenica prossima di rimediare un risultato consolatorio contro il Chievo.
Probabilmente andrà’ bene, in Italia, la Juve resta la prima della classe, ma in Europa se va avanti cosi, rischia la bocciatura, e con quello che si e’ speso per i giocatori sarebbe un vero peccato.

Milan Juventus analisi calma.

1953837-41072234-640-360

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Inizio con il dissociarmi ai pianti e alle lamentele e allo strapparsi i capelli ogni volta che c’è una battuta d’arresto. Come mi prefiggo da sempre di fare, cerco di estrapolare la prestazione dal risultato. Se dovessi limitarmi al si vince tutti bravi VS si perde tutte pippe, davvero smetterei di scrivere di Juve. Va da sè che se si fosse pareggiato ieri, o forse anche vinto, credo di poter dire, non ci sarebbe stato nulla da ridire. Il buon Milan di Montella ordinato e attanto non ha fatto quasi nulla per poter vincere massimizzando il calcio all’italiana che spesso viene criticato ad Allegri. Due tiri in porta uno nel primo tempo di Suso e il gol di Locatelli. Un Jolly come quello di Cuadrado a Lione. La Juventus invece ha cercato di fare la partita dal primo all’ultimo minuto arrivando addirittura nel secondo tempo a chiudere il Milan nella propria metà campo per lunghi tratti. Avevamo prodotto anche un gol buono sullo 0-0 che lo scellerato arbitro di linea ha annullato ingiustamente portando al’errore Rizzoli che invece lo aveva assegnato. Non mi lamento piu’ di tanto di questo episodio, solo lo sottolineo come è giusto, in quanto c’erano i presupposti per vincere, o per lo meno non perdere, anche con il gol annullato. La Juventus perde a Milano sostanzialmente immeritatamente anche senza aver fatto la partita piu’ bella della sua vita. Nell’articolo precedente sono stato anche un poco criticato per aver detto che la Juventus a Lione aveva vinto con un poco di fortuna , ieri a Milano si è perso invece con un pizzico di sfortuna. Il calcio è episodico in molte partite, ad esdempio l’anno scorso proprio nella finale di Coppa Italia il Milan giocò molto meglio della Juventus e noi soffrimmo terribilmente per tutto l’incontro salvo poi andarlo a vincere nel finale con un bel contropiede di Morata.

Un altra cosa che mi preme sottolineare è come noi a differenza del Milan, giochiamo ogni tre giorni, e le energie psicofisiche che si spendono in Champions lasciano spesso scorie. Anche negli altri campionati dopo la Coppa ci sono spesso risultati a sorpresa, è di ieri il pari del Arsenal in casa contro il Middlesbrough diciassettesimo in premier e la vittoria del Barcellona per 2-3 a Valencia solo grazie ai favori dell’arbitro. Nel turno prima ci fu uno 0-0 del Manchester in casa e anche del Real Madrid contro squadre di bassa classifica, nonchè del Bayern a Colonia e la sconfitta per 4-3 del Barcellona a Vigo contro il Celta. Dulcis in fundo ieri il Lione ha perso 1-3 in casa propria contro il Guincamp. Non è un caso che nè la Juventus nè il Milan negli anni in cui vinsero la Champions non abbiano mai vinto il Campionato. L’impresa è riuscita solo all’Inter che in campionato giocava contro nessuno visto che la piu’ forte era la Roma di Ranieri e, sia in Coppa che in Italia giocava sempre in 12 grazie ad arbitraggi scandalosi a proprio favore. Quindi 1 – iniziamo ad avere delle priorità che a parere mio deve esser la Champions, non che ad ogni partita persa in Campionato si piange al morto poi quando si esce dalla Coppa sento dire che il Campionato basta vincerlo che fa schifo ed è da provinciale, 2 – Cominciamo ad accettare le vittorie e le sconfitte per come sono poi certo si possono fare a mente fredda tutte le analisi del caso. Ad esempio con l’Inter si è giocato malissimo. Ieri non bene ma meglio delle vittorie con Udinese e Lione.

E veniamo alle nostre colpe e/o difetti, perchè non sarebbe correto ridurre tutto alla sorte e non lo faccio e neppure mi sottraggo alle critiche giuste che sono da volgere alla squadra e/o la scoietà. Critiche volte a migliorare. La colpa principale di questa squadra è non avere un gioco fluido e ben definito. Sono stati fatti un paio di errori in sede di mercato. Manca numericamente un centrocampista , tanto che siamo costretti a giocare con Lemina o Hernanes titolari, due ragazzi che a volte non fanno nemmeno male ma va da se che non sono Pogba o Pirlo o Vidal tanto per dire. Si è sottovalutato questo aspetto secondo me pensando che con Marchisio rientrante poi la cosa si potesse risolvere facilmente. Ora che Claudio tornerà disponibile vedremo ma secondo me uno numericamente manca ancora. L’altra colpa è sostanzialmente di Allegri che non riesce a dare una sua fisionomia alla squadra. Intanto in partite come quella di ieri non si riesce ad innescare Higuain, poi manca ancora un costruttore di gioco che in teoria doveva essere Pjanic ma che oggi forse ancora non è . Un poco certamente per demerito suo e forse anche perchè non lo si è riuscti a collocare ancora a dovere nello scacchiere della squadra. In ultimo, e lo sottolineai in estate, si è scelto male di vendere Zaza e di tenere Mandzukic, non perchè il primo sia piu’ forte del secondo, ma sostanzialmente perchè il buon Manzo a differenza di Simone è molto meno propenso ad entrare a partita in corso e anche a fare panchina, infatti secondo me non è un caso che stia patento moltissimo in questo inizio di stagione.

Questa è la mia analisi. Non mi sentirete suonare le campane a morto per questa sconfitta, nonostante mi spiacia perdere come a tutti noi. La partenza della Juventus quest’anno è molto migliore di quella dell’anno scorso. L’unica cosa che mi fa veramente ancora oggi arrabbiare sono il pari con il Siviglia in casa e la sconfitta con l’inter, quella si data da un atteggiamento e una prestazione inaccettabile. Ora calma e gesso che arrivare a Giugno la strada è ben lunga.

Finalmente un poco di buona sorte in Coppa.

Juventus goalkeeper Gianluigi Buffon gestures at half time during the Champions League group D soccer match between Manchester City and Juventus at the Etihad Stadium, Manchester, England, Tuesday, Sept. 15, 2015. (ANSA/AP Photo/Jon Super)

Articolo di Alessandro Magno

 

Devo dire che questa partita è stata davvero una partita stranissima. Pronti via ho visto finalmente dopo tanto tempo, la Juventus iniziare con la testa giusta. Subito un paio di conclusioni di Higuain , niente di trascendentale, pero’ iniziavo a ben sperare di vivere una serata tranquilla. Invece Bonucci in una serata davvero negativa causa prima un rigore che non so in verità se ci sia o meno ma tant’è che l’arbitro lo fischia, poi ci mette uno zampino pure in un espulsione. Non voglio fare il poco sportivo ma davvero i raplay mediaset sul rigore non mi hanno chiairto il dubbio. Si vedono i due andare per terra ma su chi spinge chi, chissà? Va bene, in ogni caso rigore è quando arbitro fischia. Su Bonucci, che devo dire a onor di cronaca è stato il peggiore in campo anche se lo adoro, forse va considerato che poveraccio, sarà anche che avrà i suoi grattacapi per la testa a causa della salute del figlio.

In ogni caso San Gigi Buffon il rigore lo para ed è un rigore battuto anche un poco male poi da li in poi non si capisce nè il come nè il perchè ma il Lione che non s’era visto per niente diventa sempre piu’ arrembante e noi invece cadiamo nello sprofondo piu’ nero. Apoteosi totale poi con l’espulsione di Lemina non ci capiamo piu’ una mazza. Anche in questo caso direi un mezzo abbaglio dell’arbitro che prima non ha espulso uno di loro per un cazzotto volontario a Pjanic mentre ora su Lemina giudica da secondo giallo un fallo che in realtà pare essere un intervento sul pallone. Anche qui c’è lo zampino del ”malefico” (per una sera Bonucci) che si era fatto saltare un poco troppo facilmente. Niente in 10 la Juventus resiste stoicamente questo va detto, ma la prestazione di quasi tutti è insufficiente. Solo Buffon contro tutto e tutti para davvero l’impossibile. Certo noi davanti alla tv abbiamo pensato che così non si potesse resistere, oltretutto davvero le parate di Buffon diventavano sempre piu’ frequenti e sempre piu’ impossibili. Niente tant’è che questi non segnano nemmeno a tu per tu con il portiere.

Allora succede che la sostituzione che molti ci auspichiamo, ovvero Cuadrado per Dybala che è rimasto con la testa e le gambe all’Udinese, viene in mente pure ad Allegri, il mister piu’ insultato della serata di Champions. E viva Dio finalmente la fa. E così Cuadrado con la sua rapidità e il suo gioco di gambe, tira fuori dal cilindro una giocata tanto bella quanto impossibile e fortunata. E sarà lui stesso nel fine partita ad ammettere di aver visto in mezzo e tirato dentro con tutta la forza che aveva senza vedere dove andava la palla. Quindi un tiro non proprio piazzato ma alla chiudo gli occhi e spero. Va benissimo si chiama provarci non è che tutti vogliono mettere la palla nel sette. Anzi alla fine uno si chiede perchè Cuadrado non titolare al posto di un irritante Dani Alves? Va bene l’esperienza ma cazzeggiare per il campo è pur sempre cazzeggiare pure se sei un giocatore che ha vinto quello che ha vinto lui.

Alla fine 3 punti pesantissimi anche se un poco fortunati e considerato quanto abbiamo avuto sfiga in questa competizione da sempre, vincere una partita con un pizzico di fortuna non mi fa schifo per niente. Anzi ben venga. Sappiamo come altri han portato a casa questa Coppa con dei veri e propri colpi di culo nei momenti topici. DI conseguenza 0-1 a Lione . Ok non benissimo. Ma era importante vincere.

Siamo al primo snodo importante.

dybala-juventus-620x434

 

Articolo di Alessandro Magno

 
Archiviata con molte difficoltà la partita con l’Udinese siamo finalmente giunti alla prima vera settimana cruciale di questa stagione. Allegri ci ha ”deliziato” con qualche chicca delle sue , turnover massiccio e diversi giocatori fuori posizione ma alla fine il risultato è arrivato lo stesso. Spiace per Hernanes che è ricaduto in un errore decisivo quando sembrava in ripresa e spiace per Buffon alla seconda papera di fila dopo quella in nazionale, notizia nella notizia. Ma come giustamente qualcuno ha scritto anche Superman oggni tanto vestiva i panni del normale Clark Kent. Buffon con l’Udinese poi avrà da riscattarsi nel finale con molto profitto ma anche questa non è una buoissima notizia. Diciamo che dopo esser andati sotto e aver rimontato, tutti si aspettano che la Juventus contro l’Udinese non patisca piu’ di tanto. Evidentemente non è andata così. Menomale c’è AlexSandro abile a conquistarsi un rigore, fra l’altro il primo a favore della Juventus dopo 8 giornate e fa sorridere che qualcuno abbia ironizzato dicendo:” Gli han dato il rigorino”, quando per altri rigori ad altri c’è stato un vero scempio. Fra l’altro il rigore su Alex Sandro è netto seppure se lo sia cercato, ma essere furbi e veloci di gambe e di pensiero è un abilità non certo un difetto.Il difensore piuttosto sapendo di esser in area non dovrebbe intervenire. E menomale c’è pure Dybala, due calci piazzati vincenti e anche questo direi che non è un caso , perchè quando c’è assenza di gioco avere dei cecchini formidabili, e noi ne abbiamo almeno due con Pjanic, non è cosa da poco.

Ora siamo davvero alla prima settimana decisiva. La Juventus grazie alla contemporanea sconfitta del Napoli ha allungato sulle inseguitrici portandosi a 5 punti di distacco che a 8 giornate dall’inizio non è malaccio direi. Del Napoli confesso che me lo aspettavo. Nonostante quello che tutti dicono li ho visti giocare piu’ volte e non mi fanno impazzire. Hanno piu’ organizzazione di noi ma tolte pochissime individualità, Hamsik e pochi altri, non sono un granchè. Mi aspettavo invece il ritorno della Roma anche se mi stanno sorprendendo Dzeko e Salah due che non vorrei mai in una mia squadra. Uno è macchinoso peggio di Mazinga l’altro mi ricorda piu’ o meno Krasic. Pero’ in questo periodo bisogna dire girano forte. Per quel che concerne noi, seppure sono preoccupato per questi cali di tensione e per la mancanza di un gioco fluido, la classifica è sorridente. Certo senza Higuain facciamo un enorme fatica. E’ curioso come un giocatore appena arrivato sia già diventato così imprescindibile. Era accaduto anche con Tevez ma con Higuan la cosa pare ancora piu’ netta.

Ora in questa settimana ci sarà da andare assolutamente a vincere a Lione per metter una seria ipoteca sul passaggio del turno di Coppa, non complicandosi la vita, e andare possibilmente a non perdere a Milano contro il Milan, squadra che oggi è la vera rivelazione del campionato trovandosi seconda e immagino ad Agosto nessuno lo avrebbe detto. Il Milan non ha la coppa e puo’ preparare meglio di noi la partita, inoltre è la squadra che al momento ha la miglior serie positiva non perdendo da 6 Domeniche con 5 vittorie e un pareggio. Ha perso nelle prima due giornate due volte di cui una a Napoli. Sono aspetti che non sottovaluterei. E’ una trasferta da prendere con le pinze anche per il prestigio delle due società. Inoltre abbiamo visto come l’anno scorso che difatto erano un disastro, ci hanno messo spessissimo in difficoltà giocando la partita della vita. D’altronde vincere contro di noi sarebbe un ulteriore conferma che quello che stanno facendo non è casuale. La loro debolezza come d’altronde tutte le altre sta principalemnte nella difesa e credo di poter dire che avremo lo stesso vantaggio a Lione. La Juventus in 8 partite di Campionato ha preso 5 gol quasi alla media di mezzo a partita. Roma , Napoli e Milan sono tutte oltre il gol a partita segno che hanno tutte qualche problemuccio dietro. In Italia al 90% il Campionato si vince con la miglior difesa. Penso che Higuain possa esser decisivo in entrambe queste partite.

Pagelle Empoli – Juventus 0-3

 

 

th

Articolo di Alessandro Magno

 

Buffon 6,5 Attento e poco sollecitato. Il lavoro lo fa piu’ che altro su qualche cross radente e nel giro palla con i piedi. Non ricordo parate.

Barzagli 6,5 Il piu’ preciso della retroguardia in una giornata abbastanza tranquilla. Si alterna con Chiellini a prendersi cura di Maccarone e contribuisce ad annullarlo.

Bonucci 6 La fase di impostazione non è male tuttavia un paio di pasticci li crea e li risolve da se.

Chiellini 6 Una partita attenta da normale amministrazione. Poco presente in avanti rispetto alle abitudini.

Cuadrado 7 Per volontà e dinamismo meriterebbe sicuramente il titolo di migliore in campo. Corre per tutti e spesso imbeccato dai compagni supera il suo marcatore e si invola verso la rete. Pesano gli errori sotto porta soprattutto per via del fatto che sono sullo 0-0.

Khedira 6 Poche luci e molte ombre. Intanto fra tutti quelli che oggi scivolano in terra lui è quello che scivola di piu’. Bello lo stop e la girata sulla traversa . Poco altro. Giustamente sostituito.

Hernanes 6,5 Mi è piaciuto. Giocate semplici e senza rischi come chi deve giocare davanti alla difesa. Se cresce ancora un poco in continuità e personalità abbiamo trovato un ricambio utile.

Pjanic 7 E’ un giocatore stranissimo. Si accende e si spegne senza una logica. Quando si accende i suoi lanci sono illuminanti. Deve dare piu’ continuità al suo gioco sia all’interno della stessa partita sia nell’arco di piu’ partite. La Juventus per tantissimi aspetti non è la Roma .

Alex Sandro 6,5 Attento, sbaglia poco , ma si propone meno del solito. Ci avevamo preso gusto alle prestazioni eccellenti. In ogni caso dopo un secondo tempo tranquillo alla fine con Pjaca in campo si rianima e si vedono belle cose.

Dybala 7 Mi pare di poter dire che a un anno di distanza sia cresciuto in rabbia. Lo vedo giocare con due occhi della tigre che pare sia sempre la partita della vita. Molto molto bene. Quando crescerà ancora l’intesa con Higuain ne vedremo delle belle.

Higuain 8 Un giocatore eccellente. Segna una doppietta in una partita in cui credo a contarle avrà avuto 4 palle gol. Eccezionale un numero di pallonetto sventato sulla linea di porta , tirando da posizione defilatissima.

 

Lemina 7 La prestazione è buona come il voto ma meriterebbe almeno mezzo punto in meno per non aver rimesso al centro una palla per un facile 4-0. So che queste sono le cose che fanno imbestialire gli allenatori. Siccome è la seconda volta che fa questo errore dopo Palermo urge una sonora tirata di orecchie.

 

Pjaca 7 Finalmente è entrato e non si è visto solo nelle prime due azioni. Forse sarà anche a causa del minutaggio maggiore. Oggi una ventina di minuti. Pare veramente veramente dotato.

Sturaro sv.

Allegri 7 Molto bravo questa volta sia nel confermare Hernanes davanti alla difesa che poi nel sostituire Khedira al posto di un altro magari Hernanes. Questa volta la calma, da sempre suo cavallo di battaglia, ha pagato.

Juventus 6,5 Non bene nel primo tempo quando si è avuta un po’ troppa frenesia e si è finiti nella confusione. Certo il non sbloccarla subito ha creato qualche apprensione di troppo come da ovvio copione in queste partite. Alla fine è bastato fare un gol e il muro difensivo Empolese è crollato.

Arbitro 6 La partita è filata via liscia qualche nervosissmo per una punizione della Juventus e manca un rosso nel finale a uno di loro. Clamorosa pero’ la topica quando causa lui una caduta di un difensore dell’Empoli e fischia fallo a Pjanic che recupera palla e si arrabbia giustamente. Per questa cosa meriterebbe 3.

Vi vogliamo così.

juventus_cagliari_4_0_5-1024x768

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Aldilà della facile vittoria su un avversario particolarmente arrendevole che comunque aveva messo in difficoltà la Roma, la Juventus ieri ha stupito in positivo davvero tutti. Chi aveva ipotizzato un calo fisico, la famosa frase fatta: “quelli dell’Inter correvano il doppio dei nostri”, è stato ampiamente smentito. Ieri i nostri correvano , alla faccia se correvano.

Contro Siviglia e Inter era mancata la voglia. In primis di sacrificarsi, poi anche di osare. Forse anche un pizzico di presunzione da parte del mister aveva fatto il resto. Certi giocatori non sono pronti per certi livelli, altri non possono stare fuori in certi incontri. Ora è il caso di Asamoah ma anche di Hernanes che ieri ha giocato un ottima partita. Quindi bene provarli con il Cagliari non a San Siro contro l’Inter o in Champions dove andava messa la squadra migliore. È il caso di Higuain e di Mandzukic il primo non è costato 90 milioni per capriccio. Se quello è il valore che gli è stato dato un motivo ci sarà pure evidentemente. Higuain è l’acquisto piu caro della storia della Juve deve fare panchina solo per rifiatare una volta ogni secolo ma come detto sopra nelle partite importanti se sta bene gioca. Mandzukic non è un fesso e nemmeno l’ultimo arrivato ma sapeva dal primo momento che se arrivava Higuain come è avvenuto non sarebbe più stato un inammovibile e ha deciso di rimanere comunque, quindi il problema non c’è e non se lo dovrebbe fare Allegri.

Infine parliamo dell’atteggiamento in campo. Questa Juve non deve “aspettare” nessuno altrimenti non compri due esterni brasiliani come Alves e Sandro, compri dei terzini italiani o uruguagi o che so io tedeschi. Se hai due esterni cosi due punte come Higuain e Dybala un maestro d’orchestra in mezzo come Pjanic va da se che devi fare un calcio propositivo. Che non significa per forza zemaniano ma significa che hai tante bocche di fuoco è bene che le usi per colpire. D’altronde non per niente si dice che la migliore difesa è l’attacco. Non voglio esser crudele con il mister ms davvero a fare cose fantasiose si rischia di fare più danni che bene. Metter in campo i migliori nelle partite che contano dagli equilibrio con Khedira e Lemina che pare oggi siano migliori di tanti altri, in attesa di Marchisio , Sturaro, Cuadrado e il centrocampista che forse verrà già a Gennaio. Non è che c’è da inventarsi chissà cosa! È soprattutto scendere in campo per vincere e non per non perdere.

Oltretutto resto dell’idea che se va bene anche vincere non giocando bene, è assolutamente sgradevole perdere giocando male o decidendo di non giocare proprio. Speriamo che la strada intrapresa sia questa, dopotutto il calcio ha poche certezze una di queste è che se giochi di merda perdi. A buon intenditor …

Pagelle Inter – Juventus 2-1

image

 

 

pagelle di alessandro magno

 

 

Buffon 6 Non particolarmente colpevole sui gol, solo che ci aveva abituato bene con parate miracolose che spesso salvavano il risultato e questo questa volta non avviene.

Benatia 6 Sembrava avesse inizato bene e dal suo lato riusciva a contenere abbastanza bene Eder purtroppo esce per infortunio.

Bonucci 5,5 Messo sotto dal pressing assfissiante dell’Inter non riesce quasi mai a inizare l’azione con passaggi corti e i suoi lanci lunghi questa sera sono imprecisi.

Chiellini 5,5 Come Bonucci non in una serata particolarmente brillante.

Lichtsteiner 6 Ha il merito di segnare il gol del vantaggio fra l’altro non particolarmente meritato dalla Juventus , anche se non gioca una partita perfetta. Alla fine della gara sulla sua fascia Perisic imprerversa.

Khedira 6 Come l’ultima volta a Siviglia ha la colpa di sbagliare un gol fatto. Va oltre il suo fisico interpretando al meglio delle sue possibilità un ruolo che non è propriamente il suo cioè quello di mezzala incursore. Non ha neppure la velocità di fare questo ruolo infatti spesso lascia scoperta la sua zona a centrocampo. Resta uno dei meno peggio.

Pjanic 5,5 Meriterebbe 5 per una prestazione molto opaca , sempre marcato e annulato da Joao Mario tuttavia ha la prontezza di piedi e di pensiero per riuscire a crearsi una palla gol nitidissima e a imbeccare con lanci precisi i suoi compagni. Da rivedere in questo ruolo perchè è l’unico che ha testa e piedi per poterlo fare al meglio.

Asamoah 3 E’ un bravo ragazzo lo erano pure Pepe o Matri e non giocano piu’ nella Juventus. Intanto fa sempre confusione con mille tocchi inutili poi affossa definitivamente una già non brillante prestazione con il retropassaggio scandaloso che da il la al gol dell’Inter. Hernanes senza aver mai fatto un errore così grave non gioca piu’.

Alex Sandro 7 L’unico forse con Dybala che è sceso in campo con il piglio giusto. Infatti non stà simpatico ad Allegri che preferisci difendere lo 0-0. Una forza della natura piu’ e piu’ volte imbecca i nostri con cross eccellenti. Prima Khedira che sbaglia quasi a porta vuota poi Lichtsteiner che fa gol. Alla fine al 94mo quando non ci riesce nulla ancora si da la palla a lui per vedere se almeno cosi la sbrogliamo. E dire che è stato messo in croce per aver fatto segnare gol a Kalinic che io ancora mi chiedo se è giusto che un centravanti avversario lo marchi un terzino.

Mandzukic 5,5 La voglia c’è e l’impegno pure. Mandato in campo a sorpresa forse per tenerselo buono non riesce comunque a crearsi mai un’opportunità .

Dybala 6,5 Con Alex Sandro è l’unico che c’è veramente. Si impegna e cerca assistenza fra i compagni. Certo era una partita difficilissima per le nostre punte visto che l’abbiamo giocata per molto tempo nella nostra metà campo.

Barzagli 5,5 Entra ma patisce come tutta la difesa. Poi dal suo lato Perisic nel finale ci mette parecchio in affanno oltre che segna pure il gol della vittoria.

Higuain 6 Riesce nel nulla del gioco delal Juventus a crearsi una nitida occasione da gol. Mandato inspiegabilmente in panchina da Allegri.

Pjaca sv Difficile giocare sempre 5 minuti e cercare di fare.

Juventus 5 La piu’ brutta Juventus da molto tempo a questa parte. La nota negativa è una totale assenza di gioco e di grinta. Tutti spaventati dietro a difendere cosa? Lo 0-0? Ma . La nota positiva è che pure in una serataccia così infame siamo riusciti a creare almeno 3-4 nitide palle gol. Ripartiamo da quelle e da un bagno di umiltà.

Allegri 3 Il peggiore in campo con Asamoah che manda in campo lui. Non si capisce perchè Higuain sia riserva questa sera forse per non far lamentare Mandzukic così come non si capisce Asamoah titolare che è una cosa veramente scandalosa. Non si capisce perchè i primi cambi debbano esser fatti tassativamente al 70mo e non alla fine del primo tempo. Almeno uno. Non ci prende nemmeno quando De Boer fa entrare Perisic e noi non riusciamo a trovare le contromisure. In piu’ un atteggiamento suo e della squadra eccessivamente prudente contro un Inter che aveva appena preso due gol da una squadra Israeliana. Questa sera una brutta figura. Urge strigliata a lui e a tutti i giocatori da parte della società. ps. fra l’altro è il terzo gol che prendiamo su calcio d’angolo in questo inizio di stagione forse che il modo di marcare della squadra in questa situazione va rivisto? ps 2 ma Cuadrado è morto?

Tagliavento 6 Un arbitraggio alla ‘ndo cojo cojo con rigori non visti fuorigiochi non fischiati o fischiati in modo errato , cartellini gialli dati a caso. Tuttavia non influisce sul risultato e non abbiamo perso per colpa sua.

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web