Archivi Tag: Antonio Conte

Sìììì …

-juventus esulta dopo la qualificazioneScritto da Cinzia Fresia

E’ fatta, la Juventus ha superato il primo turno in Champions league, è riuscita, non in modo brillantissimo ma sufficiente per il secondo posto, ora che la Roma è scivolata in Europa League, la Juventus sperando in un sorteggio fortunato, ci proverà tentando di arrivare il più avanti possibile.

A riguardo della partita di ieri, posso dire che, la Juventus se l’è giocata quasi fino alla fine, impegnandosi.

Se dovessi dire che la Juventus poteva vincere, potrei ammettere di  sì con un attacco un po’ meno “sbarellato” un gol o 2 si potevano fare. Sostengo  che, la differenza tra le due squadre,  tatticamente non ce n’era, l’Atletico però correva più veloce, e aveva uomini più precisi.

Il nostro centro campo non ha lavorato come al solito, e l’attacco è risultato  insufficiente, proprio per questo il pari sta benissimo non solo alla Juve, altrettanto all’Atletico, che qualificato non ha corso rischi inutili.

ho letto commenti un po’ discordi e distorti circa la realtà di questo match, se la sono giocata, hanno provato entrambe a vincere, ovvio che, 10 minuti prima della fine, non riuscendo nè l’una e nè l’altra a segnare, ad un certo punto, hanno lasciato perdere, cessando le ostilità e orientandosi sul pari.

Non sono d’accordo di chi parla di “biscotto”, perchè la scelta di finirla così è stata di buon senso da due squadre che avevano tutto da perdere,  qualificate  entrambe, con nessuno che si è fatto male, scusate se è poco, anche nel calcio ci sono scelte politiche dettate dal buon senso.

I nostri piuttosto mal messi, tra Pogba poco presente, Tevez che da quando ha centrato l’obiettivo nazionale, ha incrociato le braccia, Llorente insufficiente, Vidal non come l’anno scorso,  per non parlare di Evra sempre peggio, chi ha brillato è stata la difesa e diciamolo ..Buffon che ha parato due palloni molto pericolosi.

Detto questo, prendiamo e portiamo a casa, e mettiamoci comodi che le cose si faranno difficili molto presto. Intanto la Juventus potrà disporre dell’introito di 10 milioni per rinforzare il suo organico, che sicuramente non sarà da finale ma aiuterà la squadra a mantenere il primato in campionato. Quindi Allegri firma il primo obiettivo della sua stagione bianconera.

Non possiamo che fare i complimenti ai nostri anche se non disputando un’eccellente partita, possiamo ritenerci soddisfatti. Ovvio, che c’è un abisso tra noi e la Coppa dei campioni, ma che dire, l’importante è partecipare, forse un giorno la rivinceremo, nel frattempo  godiamoci  delle belle partite.

 

Mi e’ sembrato di vedere un Allegri

imageScritto da Cinzia Fresia

Se doveva succedere qualcosa di male, e’ accaduto stasera ad Atene, in questa partita sfortunata ma giocata non come doveva essere, una squadra carente di energia ha trovato la sconfitta contro un avversario mediocre.

Dobbiamo fare i conti con la realta’, la squadra di Conte e’ agli sgoccioli, i centro campisti non segnano piu’ e gli attaccanti a parte Tevez non trovano la porta nemmeno per sbaglio. Ma soprattutto la difesa senza Barzagli che temo sia arrivato al capolinea, mostra tutte le sue lacune, aggiungiamo anche un tecnico non all’altezza che se ieri avesse tolto Pirlo in tempo forse non sarebbe finita cosi.

Allora l’analisi e’ presto fatta, non possiamo affrontare campionato, coppe e nazionale con questo organico perche’ non ce la fanno, hanno dato tutto quello che era da dare, e la Juventus si trova come probabilmente Conte aveva previsto, senza uomini di ricambio.

Nel frattempo le altre gongolano, la Roma, a parte le 7 reti dell’ altro ieri (ben  gli sta)  si e’ gia preparata il terreno come sicura vincente al titotlo, considerato il rigore inesistente concesso l’altra domenica, e quello su Pogba  non concesso a noi, lamentele e piagnistei servono sempre.

Allegri se non si sveglia insieme a tutta la dirigenza Juve non so come andranno avanti, Pirlo sembrava un fantasma,  Vidal idem, e gli altri comunque in confusione. E’ una Juventus che in difficolta’ non sa cosa fare.

I  greci il cui uomo migliore e’ stato il portiere hanno solo corso di piu’, e sapevano cosa fare.

ovviamente la qualificazione non e’ ancora compromessa ma se ad inizio campionato stiamo gia’ cosi, c’ e’ da prendere seri provvedimenti.

 

La Fiera della vanita’

imageScritto da Cinzia Fresia

Cos’e’ il calcio? Oltre ad un banale gioco che si fa con una palla che rotola, che  per vincere da A dobbiamo portarla a B, il “calcio”  e’ stato trasformato in una delle imprese che fa girare piu’ denari del petrolio di tutto il  medio oriente. Consideriamo questo sport  una mucca il cui latte da’ da mangiare ad una serie di personaggi dalla scolarita’ inesistente e dalla conversazione sgrammaticata, i quali consapevoli di questa realta’ rimangono attaccati come un mitilo alla sua pietra.

Non parliamo solo dei calciatori, e delle squadre ma di tutto  l’indotto che gira intorno a questo marasma, che garantisce stipendi milionari senza il minimo rischio, di chi parlo? Ex calciatori, giornalisti o pseudo tali, opinionisti, procuratori, allenatori, e tutto di più.

Le società di calcio non sono più associazioni polisportive senza scopo di lucro, sono diventate aziende e non possono vivere di donazioni come accadeva in precedenza. Oggi devono essere autonome perciò  produrre e mantenersi.  Fino a qui niente di male, peccato, che come per ogni eccesso a lungo andare qualcosa vada storto, m riferisco alla delicatissima questione Conte-Juventus-Allegri.

Antonio Conte ad inizio stagione dell’anno scorso si indignò perchè la stampa scrisse di quanto fosse spessa l’aria che tirava in  Juventus, così spessa che si tagliava con il coltello, e non c’era bisogno dei giornalisti per accorgersene che qualcosa non andava, e furono pure le prime partite a farlo presente, ma Conte  si arrabbiò, accusando la stampa di voler rovinare i rapporti “umani”, e che lui e la società: un idillio, amici anzi ..di più.

Avrete scorto sulla foto qua sopra, di come la dirigenza della  Juve  si faccia ritrarre pari  un  gruppo di compagni di scuola la notte prima degli esami, ed è stato quello che ci hanno voluto far credere, o per lo meno ci hanno provato. Com’è possibile che tutto si guasti in 24 ore, “do le dimissioni e arriva Alegri” tutto in una notte?

Eh no, mi spiace, non la bevo cari miei, so che non serve a niente, ma di panzane ne avremmo abbastanza. Il tutto era calcolato già dall’alba del campionato 2013-14, l’epurazione di Allegri, messo  nel Decanter tanto per fargli prendere un po’ d’aria,  le  dichiarazioni di affetto di Conte, che esprime la sua tristezza per l’allontanamento del collega, mi hanno insospettita, e ho pensato “non è che quello ce lo troviamo qua?” come sempre  alle premonizioni non si da mai retta, e mi sembrava sinceramente impossibile, che potesse accadere, anche se, la rinuncia di andare alla Roma da parte del tecnico Livornese fosse già un segnale.  Abbiamo sperato che Conte comunque con tutti i suoi difetti restasse per sempre, invece era il principio della fine: …fine campionato, Juventus campione d’Italia, Conte: Resto! e dopo aver venduto l’ultimo abbonamento …”non gioco più ..me ne vado” Allegri: Eccomi qua .. avevo il poster di Platini nella cameretta, anzi .. ne avevo 2 …uno anche in bagno, per 2.000.000 e rotti di euro … questo ed altro.

Allora, abbiamo un nuovo allenatore che non dovrebbe stare qua, eppure c’è, perchè? C’è proprio nessuno, nessuno, nessuno che poteva arrivare in Juve ad allenarci? E magari andare a “pescare” da un’altra parte? E d’altronde no, il calcio è una lobby di lavori privilegiati che si spartiscono solo tra alcuni. E sono sempre gli stessi che girano, che facciano male o bene, sono sempre gli stessi.   Facciamo un altro esempio, Prandelli non passa il turno al mondiale, figuraccia delle figuracce, lui dichiara “Mi dimetto” il giorno dopo “Vado al Galatasaray” ..mi chiedo come al Galatasaray gli sia venuto in mente di acchiappare uno così, ma l’avete visto? Uno che ha fallito, trova il posto di lavoro in 24 ore? Pare di sì.

Tornando a noi, l’Allegri dice che “vedrete che risultati”, ah! se per lui sono dei risultati, la sconfitta con la squadra “della parrocchia” e un pareggio con il Cesena, gli consiglierei di farsi venire delle idee ed in fretta, perchè a fine mese inizierebbe il campionato. A quanto pare, non so se succeda solo in Italia, penso di sì, più fallisci e più guadagni, sta gente che non dovrebbe nemmeno farsi vedere è lì, con un posto di lavoro milionario senza meritarselo.

La storia comincia a dare fastidio, e anche fare il tifo ..per cosa e per chi?

Un’altra scorrettezza è di dare la colpa a Conte che non è abbastanza tifoso della Juve, e che avrebbe abbandonato la squadra perchè non è arrivato Cuadrado e qualcun’altro,  ma figuratevi se Conte andava via per quello? A ritiro iniziato .. nemmeno lo leggessi scritto di suo pugno ci credo. Conte non  è l’esercito della salvezza, è parte integrante  del meccanismo di cui sopra, e d’altronde certe cifre non sono gratis, piacerebbe a tutti poter essere idealisti fino in fondo ma non si può, ha scelto se stesso e ha fatto bene, come  chiunque nelle sue condizioni,  non è migliore o peggiore di altri.

Non sarà facile seguire il prossimo campionato e vedere quel tipo seduto a dirigere la Juve, l’unica speranza è che arrivi qualcun altro.

 

 

 

Arrivederci ragazzi!

imageScritto da Cinzia Fresia

E’ finita, la Juventus e’ campione d’Italia battendo tutti i record, 3 scudetti consecutivi con lo stesso allenatore arrivando a 102 punti. Una vittoria stratosferica in Italia, Antonio Conte ha trionfato con un  allungo da mito, Antonio Conte primo come allenatore.

E’ stata la Partita con il Cagliari una vittoria annunciata, quasi un’umiliazione per la squadra sarda, annientata in 15 minuti, la partita si decide gia’ al primo tempo, con tre gol, un autogol del portiere su punizione di Pirlo, Llorente e Marchisio, il dispiacere resta solo per Tevez, che puntava al gol oggi. Comunque l’argentino puo’ essere soddisfatto della prestazione di oggi e dell’anno, autentico e vero protagonista di questo scudetto.

E’ stata una stagione per la Juventus non cosi’ facile, l’obiettivo sarebbe stato il triplete, Conte avrebbe voluto vincere tutto, ma le coppe sono rimaste nel mondo delle idee. Tuttavia un grande campionato farcito di gol e di record puo’ e deve bastare.

Per Conte e’ stata una guerra continua tra nemici e giornalisti, aggravata dalle esclusioni dalle coppe.

Ma stasera e’ festa e non dobbiamo pensare alle sconfitte, il sole illumina Torino e splende la Juve nel suo stadio, con il suo pubblico, sara’ festa fino a questa notte, la Juventus oggi e’ solo del suoi tifosi.

Dopo la festa ci sara’ la trepidante attesa circa la decisione del protagonista della rinascita della Juve, Antonio Conte,, sebbene non ci siano anticipazioni, il tecnico non si e’ pronunciato, la societa’ non parla ancora, e noi tifosi comunque, nonostante tutto lo vorremmo sempre con noi. Piu’  juventino di lui non c’e’ nessuno, l’ovazione del pubblico e’ da apoteosi che chiede a Conte di restare.

Questo campionato e’ finito, e manca gia’, quest’anno ci fara’ compagnia il mondiale, ma il campionato e’ sempre qualcosa di speciale.

Grazie ragazzi e arrivederci.

 

 

Domenica 18 maggio 2014 Juventus-Cagliari Ore 15 Juventus Stadium – Torino

imageScritto da Cinzia Fresia

E finisce qui  Torino con il Cagliari la corsa della Juventus di questo campionato stravinto, un obiettivo quello della Juve di raggiungere e superare il record dei 100 punti. La Juventus dara’ inizio alla festa ufficiale di fine campionato insieme ai suoi tifosi, i quali si aspettano che Antonio Conte vincitore del terzo scudetto rinnovi e resti in Juventus.

Sono ore di attesa trepidante per noi tifosi della Juve di sapere che succedera’ alla squadra, si spera in un rinnovo di Antonio Conte, si auspica in un approccio diverso in Europa. Bilancio comunque positivo per la squadra che termina il percorso in campionato con un copioso distacco dalle inseguitrici.

 

Domenica 11 maggio 2014 Roma-Juventus 2014 ore ore 17.45 Stadio Olimpico-Roma

imageScritto da Cinzia Fresia

Ultimo scontro diretto per la Juventus domani pomeriggio all’olimpico completa l’avvio della chiusura del campionato di serie A italiano, la Roma colpita ed affondata cerca la gratificazione da offrire ai tifosi, cioe’ battere la Juve. Jervinho ci ha minacciati che ci batteranno per opera sua, e la Juve cosa fara’? Con il campionato vinto, cerchera’ sicuramente la vittoria, per allungare il distacco, ma senz’altro senza esagerare.

Il mondiale e’ alle porte, e siccome diamo quasi tutti i nostri giocatori meno Tevez. Il consiglio e’ sicuramente di andarci piano e di non esagerare, l’infortunio e’ in agguato.

In attesa della grande festa quella finale che mettera’ la parola fine al campionato.

 

Lunedì 28 Aprile 2014 Sassuolo-Juventus ore 20.45 Stadio Mapei Reggio Emilia

imagesScritto da Cinzia Fresia

Prova di campionato domani lunedì 27 contro il Sassuolo in posizione di bassa classifica, la situazione per la Juventus non è buona, Vidal si è fatto male e molto probabilmente dovrà operarsi  e Barzagli sarà fermo, non sono buone notizie, soprattutto in vista del giovedì.

Non penso la Juventus del Turn over, abbia difficoltà a superare il Sassuolo anch’esso con numerose assenze,  ma con i “chiari di luna” che ci stanno accompagnando negli ultimi tempi, sarà utile tenere gli occhi aperti e non dare nulla di scontato.

Il Sassuolo ce la metterà tutta per restare in serie A, perciò la Juventus è avvisata che non ci saranno regali. Una settimana frenetica per gli uomini di Conte, che già di giovedì si ritroveranno i portoghesi non certo per una visita di piacere.

Coraggio ragazzi ..andate avanti.

Sabato 19 aprile 2014 Juventus- Bologna – Juventus Stadium Torino

imageScritto da Cinzia Fresia

 

Ennesima prova di forza per la squadra prima di Pasqua, si riceve un nemico  che tentera’ di frenare la corsa verso Lo scudetto, probabile rientro di Barzagli e saranno valutate le condizioni di Vidal e Tevez.

La Juventus dovra’ continuare a vincere per tenere a  bada la Roma la quale spera in qualche nostro passo falso.

La juventus  dopo l’Udinese ci sta credendo e  non vuole perdere la chance del terzo scudetto consecutivo con lo stesso allenatore, e nemmeno l’Europa league, per raggiungere gli obiettivI prefissati sara’ indispensabile non perdere la lucidita’ in campo.

Lunedì 14 aprile 2014 Udinese-Juventus ore 20.45 Stadio Friuli – Udine

udinese juventus streamngScritto da Cinzia Fresia

Posticipo serale di lunedì per la Juventus contro l’Udinese, squadra ostica e complicata per eccellenza, la Juventus deve vincere per mantenere inalterato il vantaggio, attualmente la Roma mantiene inalterata la sua serie di vittorie, e si trova a -5 da noi,  quindi il rischio del sorpasso c’è.

Per Conte, niente Vidal e Barzagli ..mentre Guidolin potrà contare sull’uomo di punta della squadra, Di Natale. Per l’Udinese non buon campionato, trovandosi in bassa classifica, si batterà cercando  di colpire le défaillance Juventine.

Perciò occhio ragazzi a mantenere il ritmo che la Roma è lì …appollaiata su un albero che sta aspettando che passi il cadavere ..

Qualificatiiii !!!

imageScritto da Cinzia Fresia

Qualificati! Questa Juve, ammaccata e con i cerotti sta andando avanti,  la finale qui a Torino non sembra solo un miraggio, potrebbe diventare realta’. Una partita esattamente come la precedente, combattuta allo spasimo, contro una squadra avversaria tecnicamente inferiore ma tonica e molto,volitiva.

Pensavo questo, che alla Juve non porta sempre molto bene andare in vantaggio troppo presto, il pareggio di Briand arrivato poco dopo, ha demoralizzato i nostri a tal punto da temere il peggio, cioe’ non farcela. Un po’ di pasticci, e le solite incomprensioni ha mandato le squadre a riposo ancora sull’ 1-1.

Non e’ bastato un Tevez scatenato, un Vucinic desideroso di segnare per restituire il vantaggio alla Juventus, che arrivera’ nel tempo successivo, con un’azione articolata che Marchisio mettera’ in gol, una disattenzione della difesa e del portiere ci ha servito la qualificazione su un piatto d’argento.

Conte e’ soddisfatto dei suoi, a parte qualche dettaglio, la maggiorparte si e’ comportata bene, anche se insisto nel dire che ci vorrebbe un altro difensore pari Barzagli, a riguardo dell’attacco, bene Tevez, gli hanno annullato un gol, in fuorigioco  e benino Vucinic, purtroppo ancora a bocca asciutta, tuttavia la coppia non mi convince, Tevez  si abbina meglio con Llorente e anche con Giovinco tutto sommato.

Il centro campo ha funzionato meglio rispetto fasi precedenti, ed un improvviso risveglio di Andrea Pirlo, ha fatto si’ che la Juventus riavesse il regista di cui aveva bisogno.

Tutto bene quindi, una vittoria meritata, anche se  la competizione viene chiamata Europa piccola, e’ pur sempre Europa, e la Juventus merita di andare i finale.

La situazione che ci preoccupa di piu’ adesso  e’ certamente il ginocchio di Vidal  sperando non si sia riacutizzato un vecchio male.

Ora e’ importante andare avanti e tenere duro e non farsi assalire da ansie, cercando di mantenere l’attenzione sui due obiettivi da raggiungere, Scudetto ed Europa. Conte deve essere bravo a calmare gli animi evitando che i personaggi di spicco pensino ai propri record personali,poiche’ la Juventus deve vincere.

 

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web