Archivi Tag: Udinese

Udinese Juventus – svolta o illusione?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Udinese Juventus 80 minuti di nulla assoluto e poi vittoria. Gioia incontenibile alla fine con 3 punti presi con la forza della disperazione. Qualcuno ha paragonato questa rimonta nel finale a quella scudetto di Inter Juventus 2-3 con i gol di Cuadrado e Higuain. Certamente l’emozione può esser stata la stessa anche se il contesto è abbastanza diverso. Messa da parte la gioia per una vittoria insperata resta l’analisi del match che è molto negativa. A mio parere la Juventus non può e non deve essere questa. Una squadra senza gioco senza anima e senza grinta. Una partita che è ”svoltata” per un episodio e per un uomo. Quest’uomo è Ronaldo che secondo me con Cuadrado e Chiesa è stato uno dei pochi continui in questa annata. Qualcuno leggendo questo storcerà il naso ma i gol segnati a una media di uno a partita fanno testo. Ronaldo pur avendo sbagliato alcune partite (le hanno sbagliate pure Chiesa e Cuadrado) alla veneranda età di 36 anni, con una bacheca piena di titoli e un conto in banca straripante, ha ancora evidentemente la voglia di battere la poco blasonata Udinese a dispetto di tanti giocatori che abbiamo che sembrano invece dei conigli bagnati e non riesco proprio a capacitarmi come mai non hanno la stessa voglia e capacità di emergere visto che a differenza del portoghese molti non hanno ancora dimostrato nulla in carriera.

Spezzo una lancia in favore di Morata e Danilo che soprattutto nel girone di andata sono stati fra i migliori anche se oggi sono in fase calante. Tutti gli altri chi più chi meno, quest’anno sono andati abbastanza male. Su Ronaldo devo dire di non comprendere perchè ad alcuni questo giocatore, che è stato preso per far gol e i gol li fa a una media che solo Sivori ha tenuto sia così inviso.  All’83mo segna un rigore che si è procurato, prende la palla in porta e la riporta velocemente a centrocampo per provare a vincere e poi al 90mo si fionda su questo cross di Rabiot e porta alla vittoria la squadra. Segnando va ad abbracciare tutta la squadra in primis il terzo portiere e l’allenatore. Fra gli altri anche Dybala che è rimasto in panchina con il giubbotto addosso perchè piove.  Ripeto: non hanno tutti questa voglia, e senza Ronaldo quest’anno la squadra non sarebbe neanche in lotta per l’EL. Mi pare evidente. Fra l’altro non è facile poi segnare tutti questi gol con il nulla assoluto alle proprie spalle. Perchè questa Juve ad oggi un gioco non ce l’ha e quasi tutte le individualità non sono all’altezza di questa maglia.

Detto questo io spero vivamente che questa vittoria dia una scossa, perchè con il Milan non si potrà giocare come nei primi 80 minuti con l’Udinese. Bisognerà esser concentrati sin da subito e non regalare più gol come invece stiamo facendo da molto tempo a questa parte. Opterei per Buffon titolare perchè Szczesny mi ha stufato con queste mani molli, e mi augurerei che Pirlo non facesse esperimenti tipo Bernardeschi titolare. In queste partite fondamentali in teoria dovrebbero giocare i migliori ma siamo a un punto così alto di confusione che non solo non lo sa Pirlo chi siano i migliori ma non lo sappiamo neanche noi. La Juve non ha avuto il coraggio di esonerare questo mister quando andava fatto. Non ho nulla contro di lui ma dopo Porto o Benevento andava fatto. Ora si è scelto di giocare alla roulette russa fino a che Dio ce la mandi buona. La squadra ha almeno dimostrato di essere con lui e l’abbraccio finale ne è l’emblema. Io spero davvero che possa bastare perchè per noi arrivare in Champions è di vitale importanza.

Pagelle Udinese Juventus 1-2

 

 

 

Articolo di Alessandro Magno

Szczesny 4 Sono davvero stufo di un portiere che quasi irrimediabilmente nelle partite che contano prende gol al primo tiro. L’ho detto già da un po’ Buffon titolare fino alla fine. Anche oggi il gol che prende si poteva parare.

Danilo 5 Quasi l’ombra di se stesso. Dopo una stagione quasi perfetta probabilmente oggi sente il peso di non avere un ricambio e poter rifiatare. Oggi anche molto falloso.

De Ligt 6 Non che brilli per idee e costruzione di gioco ma almeno ha grinta voglia e si butta sui calci d’angolo alla ricerca del gol. Anche nei corpo a corpo contri gli attaccanti udinesi spesso ha la meglio.

Bonucci 5,5 Prova a dare geometrie e tempi di gioco non sempre bene. Purtroppo ha anche compagni davanti che si muovono davvero poco. Spesso nell’uno contro uno , che non è il suo forte, ha tenuto botta su Okaka.

Alex Sandro 5,5 L’Udinese blocca soprattutto Cuadrado dall’altro lato quindi Alex Sandro ha qualche chance in più dal suo lato, tuttavia nelle poche volte in cui sguscia via non riesce quasi mai a metter un cross decente. Poco preciso. Un poco meglio enl finale.

Cuadrado 5,5 La Juve è Cuadrado dipendente Gotti lo sa e gli mette addosso una feroce doppia marcatura. Risultato che Cuadrado non trova mai lo sbocco giusto ( anche se ci prova) e nessuno lo aiuta. Men che meno il mister.

Bentancur 5,5 Una prestazione di quantità senza particolari scintille più o meno come al solito. Soffre maledettamente De Paul. Sperare di avere qualche volta un assist o un tiro in porta da fuori è chiedere troppo. In verità un tiro lo effettua ed è una mezza mozzarella che si spegne sulla schiena di un avversario e ottiene almeno un calcio d’angolo.

McKennie 5 Lottare lotta e corre ma i suoi inserimenti sono quasi tutti ”letti” dagli avversari , inoltre causa in maniera sciocca la punizione da cui scaturisce il gol ed è complice con gli altri di rimanere a protestare con l’arbitro. Si potrebbe riscattare quando in tuffo per poco non la pareggia, ma non coglie la porta.

Bernardeschi 4 Come sparare sulla croce rossa. Non so come Pirlo possa ancora schierarlo titolare. Tanta buona volontà ma non ne azzecca quasi mai una.

Dybala 6 Un poco stiracchiata come sufficienza , non fa granchè in verità ma almeno io ho la sensazione che a dispetto di altri sia un pelo più vivace. Personalmente in una partita che stavamo giocando in modo orrendo non lo avrei tolto.

Ronaldo 7 Primo tempo insufficiente ma lui è il primo che non ci sta a perdere alla faccia di quello che gioca solo per i suoi record. Trova un rigore su una punizione che forse per una volta aveva battuto bene segna il rigore che da la svolta alla partita e poi anche il gol vittoria. Se segna lui nelle prossime il quarto posto è più facile perchè se aspettiamo i gol degli altri campa cavallo.

 

Kulusevski 5,5 Fare qualcosa più di Bernardeschi è facile basta avere un poco di ordine tuttavia l’ingresso dello svedese non spacca la partita.

Morata 5 La sua presenza è importante perchè da alla squadra un terminale centrale che da alla difesa dell’udinese l’impegno di seguire una punta e libera di più Ronaldo. Tuttavia non si vede molto.

Correa SV

Rabiot SV Non do mai il voto a chi entra dopo il 75mo ma il giudizio su Rabiot è molto positivo in questa partita entra e con un paio di sortite davvero spacca il match. Serve poi a Ronaldo una palla deliziosa per il 2-1.

 

Juventus 5 Il gioco è stato veramente un disastro per circa 80 minuti. L’Udinese ha fatto in lungo e in largo la partita che voleva fare fino a 7 minuti dalla fine. Si è vinto perchè si è trovato un rigore per un fallo di mano e perchè poi sull’1-1 i nostri avversari sono crollati. Si è vinto perchè Ronaldo ne ha messa dentro un altra dopo il rigore e perchè Rabiot è entrato ‘a la Superman. Ma per 80 minuti la Juve è stata veramente poca cosa.

Pirlo 5 Anche Gotti gli da una lezione di calcio. Gli blocca Cuadrado e Pirlo non trova alternative. Male la scelta dei titolari McKennie e Bernardeschi. La partita è svoltata poi un poco a caso ma questo mister non ha idee e si fa ”intortare” da chiunque. Non è una questione di imparare il mestiere è anche una questione di attitudine. Personalmente non sono per nulla convinto che Pirlo possa diventare un bravo allenatore.

Arbitro 5 Fischia qualsiasi svenimento dei nostri avversari tanto che nel primo tempo forse di tempo effettivo si gioca meno di 20 minuti. Alla fine del primo tempo non da nessun recupero nonostante un gioco veramente spezzettato all’infinito. Nel secondo tempo questo show continua tanto che anche i cronisti si beano di quanto sia bravo De Paul a prendersi tutte queste punizioni ormai è un continuo caduta fischio caduta fischio. All’83mo mi stupisco persino che dopo un arbitraggio così casalingo ci dia un rigore che chiariamo subito c’è. alla fine di questa seconda frazione magicamente il recupero diventa di 6 minuti più un ulteriore mezzo minuto per un cambio fatto dall’Udinese cioè se L’udinese avesse fatto 5 cambi nel recupero vinceva 2 minuti e mezzo di recupero aggiuntivi? Disarmante che Marino dell’udinese vada a lamentarsi dell’arbitro quando davvero li ha favoriti in lungo e in largo. Fra l’altro c’era un secondo giallo a De Pual graziato e un paio di gomitate di Okaka nei confronti di Bonucci andate in cavalleria con un richiamo verbale.

Juve Night Show s01 e14

 

questa sera con BEN Antonio Corsa Francesco Musina Arco Lubrano Paco Marino e Frank

La Juve vince ma non mi convince

 

 

 

Articolo di Alessandro Magno

La Juventus ha vinto nettamente contro l’Udinese 4-1 , ma personalmente non mi ha convinto affatto. Il gioco nel primo tempo è stato veramente qualcosa di osceno e anche contro l’Udinese si è andati sotto al loro primo affondo proprio come contro la Fiorentina. L’episodio per una volta è girato in nostro favore e l’arbitro ha annullato per un precedente fallo di mano rilevato dal var. La Juventus poi si è portata in vantaggio grazie a un errore dell’Udinese provocato sicuramente dal nostro pressing e da una buona intuizione di Ramsey che ha rubato palla a De Paul in una zona a rischio, ma il gol è frutto di un azione personale di Ronaldo che prende la palla e con la tipica azione delle sue porta la squadra in vantaggio. Nel mentre la Juve si è rimessa in ordine nel secondo tempo per fortuna e ha preso in mano la partita dominandola in lungo e in largo per lo meno come possesso palla, tuttavia almeno altri due gol il terzo e il quarto nascono da gentili regali della difesa dell’Udinese, Udinese che nel frattempo anche pesantemente sotto, trovava il modo di segnare un gol e prendere due legni. Al netto del risultato nettissimo e meritato si è concesso troppo all’Udinese e i nostri gol eccetto forse quello di Chiesa non sono venuti da una manovra corale. Questo non mi fa affatto esser fiducioso perchè una squadra così può vincere contro chiunque ma perdere contro chiunque e la cosa personalmente non mi affascina per niente.

Bisogna che Pirlo si dia una svegliata perchè il tempo stringe e preferisco esser critico oggi che si è vinto bene piuttosto che fare il critico quando si perde perchè quando si perde tutti sono buoni. Pirlo deve smetterla di fare l’inventore del calcio e di cercare di farci giocare ”splendidamente”, visto che poi i risultati sono che si gioca da schifo. Il nostro mister deve prima di tutto imparare a fare l’allenatore, poi trovare una quadra e un undici titolare. Dopo di che trovare un modulo consono ai giocatori, perchè alla Juventus funziona così, non ti comprano i giocatori che vuoi , di conseguenza devi esser abbastanza intelligente da capire che devi tu adattare il modulo migliore a quello che hai. La deve smettere di far giocare giocatori fuori posizione. Ieri in certi frangenti Ramsey esterno a sinistra e McKennie esterno a destra. Nessuno dei due è un esterno. Uno è un trequartista che sa fare anche bene la mezzala offensiva, l’atro è una mezzala di quantità che ha ottimi inserimenti a rete. Stop. I giocatori vanno utilizzati per quello che sanno fare non tutti possono fare tutto. In una rosa ci sono alcuni jolly, ad esempio Cuadrado è uno che sa davvero adattarsi a fare più ruoli in modo soddisfacente, poi ci sono alcuni che sanno fare due ruoli come Danilo (centrale e terzino),basta, tutti gli altri sono specializzati a fare il loro ruolo e quello devono fare. Non si può, perchè hai un buco, prendi uno che non c’entra nulla e lo metti li, non è la play station e mi meraviglio un ex giocatore come Pirlo faccia di questi errori. Perchè Pirlo era uno specialista anche lui e non era affatto bravo in tutti i ruoli.

Forse Pirlo si è dimenticato di quando per tutta una carriera ha giocato di fianco a un certo Gattuso che aveva i piedi montati al contrario, ma i suoi mister lo mettevano in campo sempre titolarissimo perchè era utile come il pane in primis a Pirlo stesso, oppure che alla Juve per avere una seconda giovinezza lo hanno blindato in mezzo a Vidal e Marchisio prima e Pogba poi. Forse Pirlo si è dimenticato di quando proprio a lui non gli si trovava un ruolo da giovane e lo facevano giocare mezzapunta o trequartista e non rendeva al meglio tanto che sembrava il classico giocatore tecnico nè carne nè pesce, fino a che Ancelotti lo ha messo davanti alla difesa e li è diventato il migliore di tutti. Forse Pirlo si è dimenticato di quando Allegri al suo rientro da un infortunio avendo trovato una quadra con Van Bommel nel suo ruolo lo mise a fare la mezzala, cosa che Pirlo non gradiva affatto e fu causa dei primi attriti che poi fecero si che lasciasse il Milan. Ora memore di tutte queste esperienze perchè non mi fai giocare una squadra quadrata che non giochi a fare gli Harlem Globetrotters de ”no arti” (almeno ci riuscisse) ma che difenda bene e attacchi altrettanto bene? Possibile che Pirlo si sia dimenticato tutto per inseguire la narrativa degli Adani? Quelli che poi in campo gli allacciavano gli scarpini.

Pagelle Juventus Udinese 4 -1

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

Szczesny 6 Qualche patema ce lo fa vivere per le giocate con i piedi che a me sembrano sempre troppo avventurose. Sul gol interviene ma onestamente non si può bloccare quella palla che è veramente calciata forte.

Danilo 6,5 Una partita qualitativamente e quantitativamente interessante con forse un piccolo errore sul gol dell’Udinese dove non è pronto e resta a guardare ma sul quale si fa perdonare immediatamente con il bell’assist a Dybala.

Bonucci 6 Un bellissimo intervento in rovesciata a salvare su Pussetto ma anche uno stupidissimo intervento nel finale che poteva esser ed era rigore. Insomma bene ma non benissimo.

De Ligt 6 Come Bonucci alcune cose molto belle come chiusure tempestive fatte con la prepotenza del suo fisico e grande tempismo ma anche un errore grossolano sul gol annullato all’Udinese dove si fa saltare in modo troppo semplice

Alex Sandro 5 Non bene non bene per niente, anche senza fare errori grossolani è tutto un perdere palla un po’ da sciocchi e uno spingere poco e in modo poco efficace.

McKennie 5,5 E’ un giocatore che si trova meglio in mezzo al campo mentre sulla fascia è parecchio limitato. Nella tragedia tattica del primo tempo lui e Ramsey navigano per ogni dove finendo di trovarsi non sempre nelle posizioni giuste.

Bentancur 7 Come regista cresce alla distanza ma a me personalmente in quella posizione non convince mai al massimo, mentre come incontrista regge quasi da solo il centrocampo sia nel primo tempo dove si soffre parecchio sia nel secondo quando le cose vanno meglio e sull’ennesima palla da lui recuperata serve Ronaldo per il 3-0.

Ramsey 6,5 Gioca una buona partita anche lui in verità fra cose molto buone, come il recupero palla per il primo gol di Ronaldo e altre molto meno buone, come perdere palla davanti alla difesa dove fra l’altro lui non dovrebbe stare. Nell’insieme però sono più le buone compreso un bel gol che gli viene annullato giustamente.

Chiesa 7 Uno dei migliori in campo e uno di quelli che si è salvato anche nel primo tempo dove davvero si è vista una Juventus bruttissima. Corre moltissimo si propone sempre per il passaggio e soprattutto non ha paura di tirare e tira. Ha un poco il difetto di non alzare mai la testa come Morata altrimenti segnerebbe anche di più.

Dybala 6,5 A me la sua partita non è dispiaciuta così tanto neanche senza il gol. Ha giocato con la squadra si è fatto vedere ed è stato sempre nel vivo del gioco anche senza andare mai a conclusione. E’ stato comunque un Dybala vivo. Alla fine è arrivato anche il gol che speriamo lo sblocchi definitivamente.

Ronaldo 8 Mr Migliore del mondo ce lo abbiamo noi ed è una fortuna 14mo gol in campionato in 11 partite. Anche oggi in un momento dove stavamo giocando male e stavamo soffrendo l’Udinese sbaglia e lui si inventa l’1-0. Poi raddoppia e serve anche un bellissimo assist di esterno a Chiesa. Direi una gran bella prestazione.

Arthur 6 Io dopo aver visto quel primo tempo iperdisordinato lo farei il cardine della squadra. E’ uno che sa giocare semplice non perde mai la palla e ha personalità per impostare e noi in questo momento abbiamo bisogno di giocate semplice.

Bernardeschi 6 Entra bene

Kulusevsi 6 Forse doveva entrare prima perchè l sua fisicità serviva.

Frabotta Sv

Chiellini Sv

Juventus 6 Ci prendiamo la vittoria che è meritata ma anche forse un poco larga visto il gol annullato all’Udinese i due legni loro, il rigore che ci poteva esser di Bonucci. Un primo tempo giocato in maniera veramente indecente con una confusione che non vedevo dai tempi di Del Neri. Fortunatamente nel secondo tempo si è cambiato registro.

Pirlo 5 Se i risultati dopo la Fiorentina sono questo primo tempo qui non siamo messi bene. Consiglio di smetterla di fare il fenomeno che deve cambiare la storia del calcio e insegnarci a giocare bene ma iniziare dal giocare in modo semplice e a fare risultato anche perchè siamo già quasi all’ultima spiaggia in Campionato.

Arbitro 5 La gestione dei cartellini è semplicemente vergognosa a iniziare dal primo fallaccio di De Maio al 5 minuto e richiamo verbale e ammonizione a Chiesa al 7mo per una trattenuta reciproca. In una partita dove abbiamo fatto noi il 63% di possesso palla a 37% riesce a dare tre gialli a noi e zero a loro. Incomprensibile. I due gol annullati ci sono ma lui non li aveva visti entrambi ed è bravo l’addetto al var. Il rigore di Bonucci nel finale poteva starci se lo fischiava non ci trovavo nulla di strano.

Ormai questa Juve è così.

 

Articolo di Alessandro Magno

Ogni volta che questa Juve è chiamata a una prova di maturità fallisce miseramente. Per l’ennesima volta una squadra media o a esser cattivi mediocre come può esser oggi l’Udinese , con un poco d’ordine e di impegno ha fatto non solo un figurone ma ci ha tolto dei punti. Questa volta tre. Sono ben 18 i punti persi dalla Juve in momenti in cui era in vantaggio. Le rimonte subite non le voglio contare ma sono uno strazio. Con l’Udinese ci possiamo trastullare con 600 passaggi riusciti contro i 300 loro, con il 56% di possesso palla contro il loro 44 e raccontarci che il calcio è questo, ma la verità è che nel calcio contano i gol e conta farne uno in più degli avversari. Ma ormai sono problemi atavici e irrisolti. Nelle ultime 6 giornate la Juventus ha subito ben 13 gol peggio han fatto solo Brescia (16) e Spal (20). Nessuno ormai si stupisce più di questo esser rimontati , anzi qualche volta ci si stupisce del contrario ovvero come contro la Lazio ci si stupisce che si sia tenuto il risultato. E questo è veramente grave perchè non solo manca la fiducia in campo dei giocatori ma manca la fiducia del tifo in questa squadra. Fiducia che il mister e la squadra non si sono evidentemente guadagnati. L’anno scorso a un certo punto con Allegri ci si chiudeva e si aveva la sensazione che prima o poi il gol lo si prendesse. Oggi non ci si chiude più ma la sensazione è diventata una certezza.

Ora è bene metterci concentrazione e fare questi tre punti con la Samp. Non voglio pensare ad altri scenari perchè tre punti in tre partite li farebbe anche la Spal facendo catenaccio. Quindi lo scudetto si vince senza se e senza ma. Fra l’altro potrebbero arrivare ulteriori regali dalle altre visto che già in questo turno ci sono Milan Atalanta e Genoa Inter e poi a seguire Inter Napoli e ancora all’ultima Atalanta Inter. Certo giocarsi all’ultimo sangue un campionato così livellato verso il basso non è che sia una grande nota di merito. Ieri mi chiedevo se Conte non abbia dei rimpianti a non averci conteso questo campionato dove alla fine ci dividono quasi solo gli scontri diretti e dove credo di poter dire sarebbe stato alla sua portata? Sembra il campionato dei ciapa no. Il campionato delle occasioni perse. Anche questo scenario è cambiato. Una volta sembrava tanto facile vincere in Italia oggi sembra quasi un parto. Il livello si è alzato? Con l’Atalanta che può arrivare massimo a 83 punti, l’Inter a 82 e la Lazio a 81, direi proprio di no. Ricordo che il peggior punteggio per esser Campione d’Italia nei campionati a 20 squadre lo realizzò il Milan di Allegri con 82 punti quindi siamo a livello dei risultati peggiori di sempre.

Le domande che dobbiamo farci oggi sono queste : Quanto è colpa del mister e quanto è colpa della rosa e di altri fattori in questa situazione? Quanto è possibile migliorare la gestione di queste situazioni oggi? Secondo me la colpa del mister è tanta. Non sembra capirci molto e soprattutto Sarri sembra propenso a restare sempre sulle proprie idee. Dopo un primo periodo di stagione dove si è provato il modulo con il trequartista si è andato avanti con il 433 e poi con Bernardeschi in una specie di 433 che a volte diventa 442. A centrocampo oggi esce Pjanic che è stato considerato il capro espiatorio, la ragione principale di tutti i nostri mali, ma senza Miralem la squadra gioca obiettivamente peggio con Bentancur, che è un bravo interdittore ma lo vedono anche i più orbi che non è giocatore da giocare in regia. Contro l’Udinese per sua stessa ammissione Sarri ha dichiarato che abbiamo perso perchè abbiamo provato a vincere. Ma un mister dovrebbe anche capire quando la squadra è stanca e non portarla allo sfinimento specie in una corsa a tappe come uno scudetto. Udinese Juventus non era una finale. Inoltre si gioca ogni 3 giorni a 35 gradi e lo sa, per cui le energie non si recuperano così in fretta, quindi stancarli a dismisura per provare a vincere contro l’Udinese porterà ulteriori strascichi fisici anche su Juve Sampdoria.

Per quanto riguarda la pochezza della rosa certamente non è colpa di Sarri avere giocatori inadatti al suo credo ed esser particolarmente limitato in certi ruoli come i terzini ad esempio dove quelli sono e due devono giocare, tuttavia questa è una questione che non potrà esser risolta prima della nuova sessione di mercato e quindi bisogna fare con quello che si ha. Lui ha provato qualche esperimento come Matuidi terzino ma poi non gli ha dato ulteriore corso. Per quanto riguarda invece il termine della stagione e la Champions lo dico non sono ottimista. Servirebbe un miracolo e soprattutto credo che dovremo votarci a San Ronaldo. Se il portoghese riuscisse a fare un finale di Champions come ha fatto spesso nel Real con tanti gol tutti concentrati in poche partite , forse potremmo avere qualche speranza, diversamente con questa fragilità difensiva la vedo durissima contro le corazzate d’Europa. Non so a questo punto cosa pensare per l’anno venturo ma io tutta questa serenità che vedo nell’ambiente con questi bei sorrisi di Sarri e Paratici che ostentano tranquillità come se tutto ciò sia una cosa normale non mi piacciono. Una volta pure Allegri che era famoso per la ”Halma” a Carpi si tolse la giacca e la buttò per terra.

Pagelle Udinese Juventus 2-1

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

Szczesny 5,5 Gli darei senza voto perchè davvero ha preso due tiri due gol forse qualche uscita e qualche giocata di piedi per prendere il minimo sindacale gli do mezzo voto in meno perchè forse sul secondo gol era meglio che stava in porta ancora un poco.

Danilo 5 Chiamato a far rifiatare Cuadrado non brilla in modo particolare fino a finire nel dimenticatoio di questa partita. Uscendo si scampa almeno il gol della sconfitta.

De Ligt 5 Ha giocato una gran partita e fatto un bellissimo gol ma paga l’errore nel finale quando un difensore di esperienza avrebbe steso Fofana fuori aria, speso un rosso, e probabilmente salvato la squadra da una sconfitta. Errore grave che ci costa un punto . Errore probabilmente di inesperienza vista l’età ma errore resta.

Alex Sandro 0 Due gol sul groppone in uno non torna, sull’altro si dimentica di intervenire e mette in difficoltà De Ligt che deve andare all’uno contro uno. Se Sandro nel finale avesse steso Fofana probabilmente non essendo ultimo uomo avrebbe evitato anche a De Ligt di doverlo poi fare eventualmente lui. L’Alex Sandro post lockdown è una sciagura.

Rugani 6 Il meno peggio della difesa non si sa se per fortuna o per bravura in entrambi i gol non è responsabile. Per uno che non gioca mai e spesso è nell’occhio del ciclone è già qualcosa.

Ramsey 4,5 Sarri gli da un ulteriore chance forse per dargli minuti nelle gambe come per Rabiot ma questa volta Ramsey si bernardeschizza e fa quasi solo cose sbagliate. Sul gol dell’1-0 è in colpevole ritardo a chiudere sul cross.

Bentancur 5,5 Siamo alle solite. Questo giocatore non può a mio parere giocare davanti alla difesa essendo essenzialmente una mezzala di quantità. Forse c’è un accordo con il barca per non far giocare Pjanic ma Benta davanti alla difesa è un giocatore solo di copertura e fino a che fa questo è anche molto bravo. Quando invece si tratta di impostare spesso è molto impreciso.

Rabiot 7 Il migliore in campo per distacco, lotta come un dannato su ogni pallone e quelli dell’Udinese non stanno affatto male fisicamente. Ho l’impressione che a 10 minuti dalla fine sia un poco stanco perchè inizia a perdere qualche pallone di troppo e guarda caso perdiamo la partita.

Bernardeschi 4 Non so cosa pensare e cosa dire Federico è sempre più qualcosa di inspiegabile. Corre corre corre non si sa dove corre, non si sa cosa faccia di utile, riesce sempre a fare le scelte sbagliate con una metodicità disarmante.

Dybala 6 Come Ronaldo prova a darsi da fare e incunearsi fra i mille piedi avversari, non gli va bene quasi nulla ma la sua prova è meglio di tanti altri suoi compagni.

Ronaldo 5,5 Come Dybala è uno dei meno peggio ma secondo me a differenza dell’argentino non è sufficiente oggi perchè ha giocato troppo per se per trovare il gol (che spesso ci ha fatto vincere) mentre Paulo ha giocato più per i compagni e oggi era la scelta giusta secondo me.

 

 

Matuidi 5,5 Riesce a recuperare qualche buon pallone non ha al solito nè particolari meriti e neanche demeriti tuttavia si trova in campo nel momento della sconfitta e non è proprio un colpo di fortuna.

Costa 4 Il Costa post lockdown è il secondo nostro peggior giocatore dopo Alex Sandro. Se il secondo è una sciagura per i suoi errori Douglas invece è una sciagura per la sua totale inutilità. Oggi non è nemmeno più spacca partite è solo un giocoliere inutile e fine a se stesso. Se gli porta via il posto da titolare questo Bernardeschi qua fatevi due domande.

Cuadrado 5,5 E’ uno dei giocatori più informa della Juventus ma questa sera non si vede. Si perde anche lui nella indecenza finale.

Juventus 3 Una squadra immatura incapace di gestire i momenti di stanchezza o di calo di tensione. Prendiamo gol con una facilità disarmante forse solo la Spal prende gol in maniera più facile di noi in questo momento. Una squadra figlia di questa pseudo cultura dell’attaccare sempre che attacca anche quando non ha più benzina e finisce con la macchina ferma a bordo pista mentre gli altri vanno a vincere la gara. Una Juve di fessi.

Sarri 0 Se la Juve è una Juve di fessacchiotti il mister che la guida non è che ci fa una bella figura. Ora la gara si era capito che non si sarebbe vinta ma si poteva portare a casa ancora un punto che era un punto di meno alla vittoria finale. Invece siamo riusciti nell’impresa di perdere perchè ci voleva davvero un impresa per perdere da questa Udinese che al solito abbiamo fatto sembrare di esser un ottima squadra. Capita troppo spesso che i nostri avversari sembrino zombie con gli altri e sembrino forti contro di noi io mi interrogherei e inizierei a pensare che sia colpa nostra. Che fenomeni a perdere prendendo non uno ma due gol su contropiede dall’Udinese. Ora Sarri lo sa che giochiamo ogni tre giorni con 35 gradi ed è difficile per tutti. Lo sa perchè lo ha detto lui. Solo che non ha ancora capito come gestire squadra e risultato quando la squadra non ne ha più.

Irrati 7 Molto bravo sulle simulazioni ce ne sono tre due loro e una di Dybala sono tutti svenimenti in cerca di rigore e dal replay si è visto come nessuno dei tre fosse rigore nei primi due non c’è contatto nell’ultimo Rabiot prende la palla (non sarebbe neppure angolo comunque). Non ho capito perchè in nessuno di questi tre casi ha ammonito tuttavia ha usato lo stesso metro per tutti.

Troppa Juve per questa Udinese

Articolo di Alessandro Magno

Bella serata di calcio allo Juventus Stadium. Tante notizie positive per mister Sarri, in primis un duo Dybala/Higuain sugli scudi. Poi il ritorno positivo di De Ligt, Rugani, Bentancur, Douglas Costa. Ancora poi conferme da Rabiot e l’esperimento Bernardeschi-mezzala che possiamo catalogare come incoraggiante. La Juve vince bene dominando. Addirittura poi dilaga  con 4 gol e 2 pali. L’Inter aveva vinto bene sul suo campo contro il Cagliari, la Juve ha risposto prontamente. Per quello che pare, anche per la Coppa Italia, lo scontro dell’anno sarà questo. Il dubbio è, sarà questa la Juve che ha in mente Sarri tutta palla a terra e tocchi di prima, oppure sarà un fuoco di paglia dovuto alla troppo bassa qualità messa in campo da questa Udinese? Sarà stato sicuramente felice Sarri di aver vinto cosi bene e in scioltezza. Questo è sicuro. Forse per la prima volta quest’anno non ci saranno lamentele. Da quel che si è visto pare possibile che questa Juve possa dare ancora in seguito questo livello di calcio. Ieri soprattutto Higuain e Dybala han fatto festa.  Sono stati incantevoli e la loro prestazione e intesa fa sperare sempre che domani li si possa schierare insieme a CR7, e non a fasi alterne. Il nodo resta il centrocampo e soprattutto nella versione con Pjanic  riuscirà a reggere costantemente 3 punte che ricordiamolo, per ovvie ragioni di fisico o età, non sono 3 punte portate a correre e ripiegare indietro come a suo tempo poteva permettersi Lippi con Vialli Del Piero Ravanelli. Dei nostri solo Dybala torna indietro costantemente a dare una mano a centrocampo, non per niente è il più giovane ma anche il più “leggero”.

Aldilà della piacevole prestazione alcune domande restano senza risposta. Sarà in grado ad esempio CR7 giocare di passaggi veloci e di prima come ieri senza tenere lui troppo la palla? Sarà in grado Pjanic prima di aver ancora completato la sua metamorfosi a regista alla Pirlo a reinventarsi mediano? E ancora: la Juve con tre punte puó permettersi Pjanic oppure bisognerà metter Bentancur in quel caso davanti alla difesa?  E puó esser che Douglas Costa non funzioni se non a partita in corso e quindi come spacca match? E Danilo è stato un acquisto utile? E ancora, ieri ha comandato la difesa De Ligt, e difatti la linea difensiva è stata altissima, praticamente a centrocampo; proprio come vuole Sarri e come l’olandese era abituato con l’Ajax. E se la “colpa” del nostro arretrare con la difesa sul portiere in alcune partite, come a Roma, fosse di Bomucci  che oggi non è capace di tenere la linea così alta? Certamente non per cattiveria ma più che altro per abitudine. Note positive in casa bianconera ma anche tante domande a cui ancora bisognerà trovare una risposta. Un’ unica certezza è venuta fuori ieri sera oltre la bella prestazione: Emre Can è totalmente fuori dal progetto e se nessuna delle due parti si irrigidirà partirà quasi sicuramente in questa sessione di mercato. Resta da capire se verrà rimpiazzato adeguatamente, come tutti noi speriamo, o servirà solo a portare qualche soldo in società e a risolvere il problema dell’uomo in più per la lista Champions che di fatto aveva causato la sua esclusione dalla medesima. 

Inviato da Libero Mail per iOS

Chi non risica non rosica

Articolo di Alessandro Magno

Resto sempre basito dal panico che colpisce gli juventini ogni qualvolta arriva una sconfitta o un pareggio. Eppure la storia è sempre la stessa. Basta saper attendere. Infondo ogni campionato è diverso per certi versi ma è uguale nel cammino delle contendenti. Dicevo basta aspettare e come accade sempre , a volte inciampa la Juve altre cadono le nostre avversarie. Questa volta non si è dovuto neanche aspettare troppo, alla sconfitta della Lazio sono subito seguiti due passi falsi dell’Inter con Roma e Fiorentina oltre a quello con il Barcellona. La cosa non è che non fosse nell’aria era evidente come l’Inter stesse super performando. Una squadra che spesso ha vinto di misura o difeso con i denti un risultato. Ma tutta questa paura fa l’Inter di Conte? Una squadra al più muscolare con un mister sempre sull’orlo di una crisi di nervi. Adesso se la prende con i giornali. Un uomo che non è capace di allenare come tutti e vivere il calcio come va vissuto. Un uomo che è perennemente in guerra e se non c’è un nemico se lo inventa. Ringrazio sempre Il presidente per aver allontanato questo da noi nonostante le cose buone che ha fatto.

Dicevo di un Inter muscolare e spesso al limite. Di contro i nostri spesso avevano giocato anche bene come a Roma come sottolineato pure da Sarri  eppure le circostanze avevano portato ad una sconfitta.  Immediatamente hanno subito suonato le campane a morto. E invece la Juve come sempre non muore mai. La Juve a 1000 risorse. La Juve è quella squadra che dalle sconfitte impara e riemerge dalle difficoltà. Contro l’Udinese si è vista probabilmente una delle più belle performance della squadra di questa stagione e non è un caso che sia arrivata dopo una sconfitta. Mi appello veramente ai tifosi quando si perde o si pareggia di collegare il cervello prima di emettere sentenza. Abbiamo un’ottima squadra che non ha ancora espresso tutte le proprie potenzialità. Acquisti dell’estate come Ramsey e Rabiot non si sono ancora visti al 100% e sono stati utilizzati con il contagocce. Alcuni altri come Douglas Costa non hanno potuto ancora dare il proprio apporto a causa di infortuni. Mettiamoci pure che Sarri con una rosa così ampia di giocatori e di scelte sta ancora cercando la soluzione migliore per tutti, e ieri il Tridente è stata una prova. Un’ottima prova per dirla tutta.

L’impressione fra le due contendenti è proprio che mentre Conte ha già trovato una quadratura e l’Inter forse è già al massimo delle proprie possibilità, la Juve sia ancora al 50% e Sarri non è ancora convinto di poter utilizzare con continuità tutte le frecce al nostro arco. Io lo farei ma non sono Sarri. È evidente come l’utilizzo del tridente offensivo porti alla probabilità di realizzare molti gol ma anche alla possibilità di scoprirsi e concedere qualcosa all’avversario come è avvenuto ieri al 95º con il gol della bandiera dell’Udinese. È un rischio che bisogna metter in conto. A questo punto bisogna vedere se si ha la forza e la volontà di correre questo rischio o si vuol andare più sul sicuro. I ricordi spesso sbiadiscono e ancora più spesso sono condizionati dal risultato finale. Leggo di una prima Juve di Lippi, quella col tridente Ravanelli Vialli Del Piero del come fosse una squadra molto coesa e compatta. In verità sono andato a vedere le statistiche e la Juve di Lippi nel secondo anno soprattutto quando vinse la Champions in campionato prendeva anche delle sonore imbarcate 4-0 dalla Lazio a Roma 2-0 dalla Roma a Torino tanto per citarne qualcuna. Eppure la Juve di Lippi e Lippi stesso continuarono a perseguire quell’obiettivo che era quello di fare un calcio diverso che fosse un calcio di matrice offensiva. È vero che Del Piero Vialli Ravanelli si sacrificavano molto, tuttavia il rischio che si correva di prendere gol era alto e si perdevano delle partite a volte ma ripeto era un rischio consapevole. Era un rischio che comunque ha portato alla vittoria della Champions League. Io vedo che le grandi d’Europa giocano con i migliori in campo. Sarebbe un delitto non vedere schierato uno dei nostri campioni per scelta tecnica. Concludo dicendo che sulla carta questo Tridente e anche più forte di quello di Lippi perché se è vero che il primo Del Piero era una specie di Messi e fosse oggi superiore o comunque uguale a questo Dybala na va da sé che Higuain e soprattutto Ronaldo sono nettamente più forti sia di Vialli che di Ravanelli  che già erano dei bei campioni. A maggior ragione la Juve deve utilizzare questi campioni. Il talento non va sprecato.

Vincere giocando bene

Articolo di Alessandro Magno

Abbiamo esaurito gli aggettivi per descrivere questa Juventus in questo straordinario inizio di stagione. 10 vittorie su 10 e tutte ineccepibili. Fra gli addetti ai lavori chi ha titolato ”10 e lode” chi ”10 +”, altri si sono spinti a ‘la Juve suona la decima” come ad ispirarsi ad una sinfonia. Effettivamente non era mai successo, nel campionato italiano, che una squadra vincesse tutte e 10 le partita iniziali comprensive di coppe. E’ la prima volta quindi in assoluto anche per noi, che in Italia di vittorie ne contiamo moltissime. Non so come sia nella storia degli altri campionati esteri, certo quest’anno la Juventus è l’unica anche in Europa. Che dire dopo questa premessa? Anche io con i passati articoli ho parlato di Juve quasi perfetta e di vittorie in scioltezza. Ma la differenza vera e tangibile, con l’Udinese, è che la Juventus ha espresso oltre a un gioco redditizio, con una vittoria senza sbavature , un gioco arioso e brillante. Quel famoso gioco spettacolare di cui molti parlano da mesi ma di cui non sempre si vedevano tracce. Questa è stata la grande novità. Per una volta la squadra ha giocato per tutti e 90 i minuti in attacco, senza per questo attuare un gioco frenetico e dispendioso, ma con un costante possesso di palla e una fase difensiva praticamente posta nella metà campo avversaria, dove il recupero palla era assolutamente immediato. Questo nonostante Allegri non sia un cultore del bel gioco per sua stessa ammissione e nonostante l’utilizzo in campo di giocatori di quantità come Matuidi, Bentancur e Madnzukic. E’ stata senza dubbio la Juventus piu’ bella della stagione. Seppure si è concesso qualcosina all’Udinese, vedi palo esterno e tiro salvato sulla linea da Alex Sandro, e questo non sarà piaciuto di certo al Mister, la Juventus ha costruito moltissime palle gol con uno Scuffet sopra gli scudi che ha di fatto evitato che il passivo fosse piu’ pesante.

Per qualche motivo la Juve ha giocato così bene non è dato sapere. Si possono solo fare delle ipotesi in attesa di nuovi ulteriori riscontri. Forse l’effetto Ronaldo inizia a farsi sentire. Un giocatore per cui, come dicevano anche in telecronaca, non è contemplato il passaggio all’indietro. Un giocatore straordinario che anche quando non segna è una costante minaccia per gli avversari e che gioca a un ritmo e velocità incredibile e spesso imprendibile per tutti. Il gol che ha fatto è di una rara bellezza per forza, precisione e coordinazione. Forse il bel gioco è fisiologico quando metti in campo tanti piedi buoni. Dybala ha iniziato a carburare come deve esser da par suo, Cancelo è una straordinaria sorpresa e c’è chi parla di esterno piu’ forte del mondo, da dietro Bonucci quando deve costruire e lanciare è una garanzia di precisione, Pjanic sembra addirittura limitarsi in quanto ci sono già altri portatori di estro in quantità e sembra lui stesso piu’ preoccupato di dare alla squadra equilibrio. Il che è embelmatico di quanta qualità c’è riposta in campo. E ricordiamo che Bernardeschi entra a partita in corso e Douglas Costa era indisponibile. Altra considerazione che posso fare è che ora i ragazzi iniziano a conoscersi meglio e l’intesa in campo migliora di conseguenza. Ovviamente era necessario un periodo di rodaggio e forse questo sta finendo e da ora ne vedremo delle belle. Io da parte mia che non sono un culture del bel gioco in quanto fine a se stesso, posso dire in tutta onestà che vincere così è decisamente bello e godereccio. A Udine sembravamo gli Harlem Globetrotters chissà che col tempo diventiamo noi i nuovi Galacticos. Resto comunque fortemente attaccato al mio credo che vincere è piu’ importante di ogni altra cosa e che se a Udine giganteggi e poi non vinci non è contento nessuno. Tuttavia vincere così fa veramente bene alla salute e da un senso di sicurezza nei propri mezzi davvero assoluto. Credo che se continuiamo di questo passo la difficoltà per il mister sarà tenere tutti umili e concentrati soprattutto nelle partite facili, perchè la prova di forza che la Juve sta dando in questo primo mese di stagione è davvero qualcosa fuori dal comune.

 

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia