Mercoledì 22 settembre 2021 Spezia – Juventus ore 18.30 stadio Comunale Alberto Picco

Spezia – Juventus

Scritto da Cinzia Fresia

“Lo Spezia è una squadra sbarazzina che gioca senza preoccupazioni”

Squadra avvisata mezza salvata.
Attualmente la Juventus soffre tutte le squadre comprese le “sbarazzine”.
Il tecnico senza sminuire lo Spezia, si aspetta che la differenza tecnica esca fuori.
Allegri non gira intorno ai concetti, bisogna vincere se si vuole andare avanti.
C’è poco da dire o da fare.
La Juventus è in zona retrocessione e se non vince con lo Spezia le cose si mettono male.

Massimiliano Allegri non accusa ma non risparmia critiche ai giocatori i quali devono comportarsi in modo responsabile in campo che in panchina.
Un’altra sconfitta o pareggio .. sarebbe rovinoso per tutti.

  1. @luca967

    Non so che finale hai visto nel 2015, a parte i primi minuti per il resto la gara è stata in equilibrio fino all’episodio del rigore netto non concesso per il fallo di Alves su Pogba. Dopo la partita non ha più storia. Il 3° gol il Barcellona lo segna al 97°.

    Questa la cronaca dopo il vantaggio del Barca con Rakitic fino al 2° gol del Barca:

    “Pareggio della Juventus. Marchisio recupera il pallone sulla trequarti avversaria e serve Lichtsteiner sulla zona destra dell’area di rigore. Lo svizzero, a sua volta, piazza un assist perfetto per Tevez, il quale scocca un tiro rasoterra di prima intenzione proprio dal centro dei 16 mt. Ter Stegen respinge corto e Morata è lestissimo ad insaccare da pochi passi.

    La Juve prova a fare possesso palla in zona mediana, ma il Barcellona pressa alto e riconquista palla per un attimo. Poi Evra chiude in fallo laterale.

    Azione palla a terra della Juve e tiro a giro di Tevez dal limite: sfera alta di pochissimo.

    Verticalizzazione di Iniesta per Suarez in area bianconera, ma Buffon capisce tutto e blocca il pallone, anticipando la punta uruguaiana.

    Altra azione d’attacco della Juve e tiro di Pogba dai 20 mt: sfera parata da Ter Stegen.

    Evra, dalla sinistra, mette un pallone al centro, ma Jordi Alba se la cava in qualche modo anticipando Vidal.”

    Graziano Cesari analizza gli episodi più discussi della finale di Berlino:

    L’episodio chiave della finale di Berlino si è registrato al 67′. Pogba viene fermato fallosamente in area da Dani Alves e sulla ripartenza il Barcellona segna la rete del 2-1. Secondo Cesari, era chiaro rigore per la Juve, perché il difensore blaugrana prima colpisce con il suo ginocchio sinistro la coscia destra del francese e poi lo avvolge e lo fa cadere con il braccio destro. Due falli in un’azione sola.
    https://www.youtube.com/watch?v=0eexZpo3CMY

    E tu parli di frittata e di Juve che si spegne ??? … si certo ma la frittata l’ha combinata Cakir.

    • P.S.: Di quel che pensano e scrivono gli altri come già detto mi interessa assai poco. In questo caso parlano i fatti e i fatti dicono che quella finale è stata condizionata da un gravissimo errore arbitrale, che non è affatto la stessa cosa di chi lo scrive e quanti lo riportano pedissequamente che la mancata espulsione di Pjanic in inter-Juve del 2018, ha fatto perdere lo scudetto al Napoli perchè in quel caso all’errore dell’arbitro il Napoli avrebbe potuto rimediare nella partita successive, all’errore commesso dall’arbitro turco a Berlino invece no, perchè stando ai fatti ha deciso in pratica l’esito di quella finale.

  2. OFF TOPIC

    Quello della nazionale di pallavolo è l’ultimo successo di un’estate indimenticabile per l’Italia. Mai era stata campione d’Europa del volley con uomini e donne contemporaneamente, e a questo si aggiungono calcio, olimpiadi e paralimpiadi!
    👏👏👏

  3. DUBBI (?)

    Vedo, da ciò che anche qui (non) si scrive, che gli entusiasmi dei tifosi sono ai minimi storici …
    D’altronde essere fuori “prospettiva scudetto” a Settembre è forse per la Juve un fatto che non si verificava dagli inizi degli anni ’60.
    Per molti tifosi, quindi, una novità assoluta!

    E tutto ciò accade paradossalmente nell’anno in cui abbiamo il tecnico più pagato della serie A(7+2 milioni di euro).

    A proposito, non mi permetterei mai di chiederlo, perché sono cose personali; ma a quei tifosi che smanettavano giulivi all’annuncio del Messia-Allegri, attendendo la sua prima conferenza come gli ebrei sulle rive del Giordano; dicevo, mi chiedo tra me e me, se nell’intimo di costoro sia maturato anche un solo piccolissimo dubbio nei confronti dell’eletto …
    Ma, ripeto, è una domanda che non farò mai …

  4. A 9 anni di distanza dal trionfo azzurro, la Juve non riesce a ripetere l’impresa dell’Italia a Germania 2006 e lascia al Barcellona l’onore di alzare in cielo la sua quinta Champions League.
    Sfuma il sogno del primo storico “triplete” ma i bianconeri escono, comunque, dall’Olympiastadion a testa alta. A lungo hanno tenuto dignitosamente testa ad un avversario confermatosi più forte e hanno pure un piccolo rimpianto.
    Se sull’1-1 l’arbitro Cakir avesse ritenuto fallosa una dubbia trattenuta in area di Alves ai danni di Pogba forse ora staremmo qui a scrivere un’altra storia.
    Ma va riconosciuto, ad ogni buon conto, che hanno vinto i più forti.

    Quei più forti che 2 anni dopo lasciavano la possibilità alla Juve lo 0,01% di passare il turno
    sono stati annichiliti sia a Torino che al Camp Nou.

    Di anti juventini ne ho fin sopra i capelli…cioè mettere in discussione una Champions giocata alla perfezione dal girone eliminatorio e fino a Berlino…non ho parole…o forse si.

    Saluti

    • Credo Barone che al di là delle diverse opinioni, il problema sia quello di chi al posto della critica costruttiva ha scelto di fare un altro sport, quello di continuare a tirare pietre ad Allegri e allora ogni occasione è buona, persino sminuire il valore di quella Juve guidata da Allegri che fece una straordinaria cavalcata verso la finale di Berlino del 2015, scrivono di “giocatori dall’età media troppo alta e vicino alla pensione”, di mancanza di coraggio per non aver schierato il 18enne Coman (appena 15 presenza e 0 gol in campionato) da parte di un allenatore: “che ha preferito fare il principino a Pescara invece che confrontarsi con citta importanti”, preceduto da un secco “mentire a se stessi non ci fa bene” (non si capisce riferito a chi e perchè), ma tant’è, e allora non sempre si capisce chi sia in realtà l’inter-locutore e con chi si sta dialogando al di là di essere o meno tifosi juventini, perchè non è facile inter-pretare il senso di commenti come questi fra il superficiale e l’ambiguo.

  5. Gioele Barone.

    Non mi pare di aver fatto esercizio di lesa maestà verso Allegri ed i suoi ragazzi per quanto scritto su quella finale.

    La Juve quella sere perse ed uscì a testa alta.

    A Torino città dove nasce la Juve i tifosi hanno girato fieri con le bandiere fino a notte fonda.

    Tra quei tifosi c’ero anch’io con mio fratello e mio papà.

    Dico solo che per me il calcio è un’altra cosa, per me l’arbitro c’è, può sbagliare, ma dopo un tre a zero c’è poco da dire.
    Un’altra squadra dopo un 4 a 2 non andò a ritirare la medaglia in polemica con l’arbitraggio.
    A sentir loro il trofeo fù uno scippo.
    E fu un laiet motive fino al mancato giallo su Pjanic.
    Ma anche qui, 4 a 2 c’è poco da indignarsi.

    • No, lesa maestà no, però l’hai nominato invano…🙄😂

    • luca,
      meglio lasciar perdere, parli di un 3 a 0 che non esiste e fai confronti improponibili con un’altra finale in cui non ci fu un identico episodio condizionante al punto di decidere l’esito della partita. Che poi tu abbia festeggiato lo stesso per una sconfitta arrivata in quel modo è una tua libera scelta, come è lo è stata la mia di sottolineare allora e ancora oggi i motivi dello scippo perpretrato ai danni della Juventus, qualunque cosa possano pensare e scrivere gli altri compresi i P.redicatori K.itsch incappucciati.

      • No no tienimi fuori da sta cosa con PK, dalle colpe degli arbitri dagli scippi.

        Col Milan ho raccontato al Barone di due rigori che non ci hanno dato. Uno per fallo di mano di un milanista che contro di noi a DeLigt gli hanno fischiato molto di peggio. Ed uno che su un articolo sulle moviole hanno appena accennato come dubbio ma era netto.

        Detto questo col Milan abbiamo pareggiato perché secondo me abbiamo lasciato la palla al Milan, e se lasci la palla prima o poi per uno sbaglio, per uno scivolone per qualsiasi cosa il gol lo prendi. Se poi ti difendi così basso come fa la Juve al minimo errore di chiunque non hai possibilità di recupero alcuno e prendi gol.

        • PK non so chi è, per il resto se salti di palo in frasca non riesco a starti dietro e allora per togliere ogni velo di polemica su quella partita riporto lo stralcio dell’articolo di un quotidiano milanese dopo Juve Napoli di SuperCoppa del 2012 e il tweet del procuratore di Pandev in cui spiega il motivo della sua espulsione:

          Dalla Gazzetta dello Sport:
          “La Juve pareggia su rigore. Concesso da Mazzoleni per un intervento di Fernandez su Vucinic. Dal dischetto impeccabile Vidal. 2-2.”
          […]
          Zuniga viene cacciato per un plateale e ingenuo fallo su Giovinco, da già ammonito. Altro “giallo” e doccia anticipata. Mazzarri non ci sta, e protesta: espulso pure lui.”

          L’espulsione di Pandev:
          https://www.juvemagazine.it/wp-content/uploads/2014/09/Pallavicino.jpg

          Il Napoli ha perso e non si è presentato alla premiazione?.. colpa dell’arbitro, non doveva concedere il rigore alla Juve ed espellere 2 giocatori del Napoli e anche l’allenatore.

    • Luca, da stavamo sull’1-1 e se ci dava quel calcio di rigore che anche qualche arbitro (Cesari che juventino non è) ha detto che c’era tu parli di un 3-0.
      Lasciamo perdere dai…

  6. Detto questo oggi contro lo spezia ci presentiamo con DeSciglio e Bernardeschi in campo!

    Ma perché?

    • … perché, se va bene, bene; se invece dovesse andare male abbiamo già i nomi di chi dovrà passare sotto le Forche caudine di una critica feroce in pubblica piazza.
      Perché purtroppo, come ti sarai accorto, sia già al Mors tua vita mea.

  7. Anche in Germania si interessano ad Allegri:
    “L’allenatore preferisce giocare con il calcio collaudato e non con il calcio del futuro, e questo è un problema. Perché la Juve negli ultimi anni ha investito molto per rinnovare la sua rosa. Allegri non sembra in grado di fare molto, né di volerlo. Contro il Milan hanno giocato 8 giocatori con età media 30 anni. La Juve sembra già sfinita mentalmente, e la forza fisica dura al massimo 45 minuti, a volte poco meno di un’ora. Poi ti ritiri, sposti il baricentro del gioco nella tua metà campo, il possesso palla scende sotto il 40 percento e i punti volano via”…questo uno dei passaggi scritto dal quotidiano- LA SUEDDEUTSCHE ZEITUNG…..
    io ci vedo lo zampino di Luca67 😆

  8. Allora, siccome il Barone ci richiama alla serietà, dico anch’io la mia su quella finale vissuta mio malgrado circondato da tifosi blaugrana.
    Uscimmo a testa alta, soprattutto perché era pronosticabile un massacro ed invece il risultato rimase in bilico fino al 90′.
    Brutto primo tempo di una Juve contratta e timorosa che rischiò di rimanere in 10 dopo una ventina di minuti. Grazie anche a Buffon chiudiamo solo sull’1-0.
    Nel secondo tempo invece si vede in campo una Juve degna di una finale di Champions e per 20/25 minuti mettiamo in difficoltà un Barcellona fortissimo. E vi assicuro che i loro tifosi dopo il pari erano muti e con le chiappe strette.
    Sarebbe potuta andare diversamente se l’arbitro avesse visto fallo su Pogba, invece non fu così e le cose seguirono il loro corso naturale con la vittoria della squadra più forte.
    Ennesima amarezza in una finale, ma anche la soddisfazione di essersela giocata, sia pure per uno spezzone, contro una squadra molto più forte ed esperta in una partita che nessuno juventino quell’anno si sarebbe aspettato di giocare.

    • Ok allora visto che parliamo seriamente ti dico che non sempre nei tornei di breve durata è obbligo che debba vincere la squadra più forte e tanto per fare un esempio di competizione internazionale ti chiedo se nell’Europeo di quest’anno l’Italia era la Nazionale più forte e visto che oggettivamente non credo che lo fosse, perchè allora ha vinto?.. personalmente una spiegazione ce l’avrei, quella che nel calcio, per fortuna o per altro, non sempre vincono le squadre più forti. La Juve per esempio che lo è stata negli anni ’90 ha vinto una sola CL, per sfortuna o per altro?.. non saprei, ma è certo che sopratutto in una finale gli episodi (a favore o contro) pesano e ce ne sono alcuni che pesano tremendamente più di altri. Per esempio quello del gol di Arnautovic annullato all’Austria (che sarebbe passata in vantaggio) proprio contro l’Italia per un fuorigioco di pochi centimetri rilevato dal Var, ma nelle finali di CL del 1997, 1998, 2010 e 2015 il Var non c’era, e a vincere non furono le più forti ma le più “fortunate”.

      • No, non è d’obbligo che vinca la più forte, diciamo che è più probabile. E la Juve si presentava si e no con un 30% di possibilità.
        Ho scritto che sarebbe potuta andare diversamente, purtroppo non è successo ed il risultato ha rispettato il pronostico.
        Non ci vedo certo un furto visto che per buona parte dell’incontro il Barcellona si è confermato superiore. L’episodio del rigore avrebbe potuto cambiare le carte in tavola, ma anche un’eventuale espulsione di Vidal dopo 20′.
        Non credo ci si debba fare il sangue amaro per quella finale, poteva andare meglio ma anche peggio, come un paio d’anni dopo.

        • Allora ti rigiro la domanda: nel ’97 quante probabilità aveva di vincere il Borussia Dortmund?.. 10/20/30/100? e in quell’occaisone è stato rispettato il pronostico?.. dove ho scritto che nel 2015 c’è stato un furto da parte del Barcellona?.. ho parlato di scippo in riferimento all’episodio chiave della partita, vale a dire la mancata concessione di un rigore netto alla Juve e come o perchè subito dopo è nata l’azione che ha portato al gol del vantaggio dei catalani.

          • Parlo di furto nel senso di beffa, di una squadra che avrebbe meritato di vincere ed invece ha perso.
            Nel 97 é capitato che non vincesse la piú forte, nel 2015 no. Non ci vedo nulla di strano.

            • Continui a (far finta di) non capire che non è di più forte che si dovrebbe parlare, ma di episodio in cui un evidente errore arbitrale ha condizionato il risultato finale della partita.

  9. ARTHUR O KAISER RAPOSO

    Incidente in Ferrari per Arthur…la grande beffa o il più grande truffatore del calcio italiota.

    Questo, come il Kaiser o li ha o li inventa gli infortuni…non gioca mai.

    Saluti

  10. Gioele,
    Ma come fai a dire che ha condizionato il verdetto?
    Intanto il rigore lo devi segnare e poi proteggere il risultato per altra mezz’ora contro quel Barcellona.

    • Kris,
      ribadisco qui quanto già scritto sopra:
      “Ho parlato di scippo in riferimento all’episodio chiave della partita, vale a dire la mancata concessione di un rigore netto alla Juve e come o perchè è nata l’azione che ha portato al gol del vantaggio dei catalani”.

      Se il concetto non ti è ancora chiaro, alla prossima replica provo a farti un disegno di ciò che ha inteso dire (anche) l’ex arbitro Cesari in merito a:
      “l’episodio chiave della finale di Berlino registrato al 67′. Pogba viene fermato fallosamente in area da Dani Alves e SULLA RIPARTENZA IL BARCELLONA SEGNA LA RETE DEL 2-1”.

      • Ma quale ripartenza, il disegno serve a te ed a Cesari.
        Dopo lo scontro alves/pogba il Barcellona rinvia e la palla arriva a Bonucci che imposta una nuova azione con lancio lungo che successivamente sfuma in fallo laterale a 80 metri dalla nostra porta.
        Quella del loro raddoppio é un’altra azione che viene dopo.

        • https://www.dailymotion.com/video/x2sz00m
          In questo filmato al minuto 13.48 si vede chiaramente il fallo su Pogba (tanto che le immagini della diretta si fermano) con il pallone che viene raccolto da Rakitic e rinviato verso un compagno più avanti il quale lancia a sua volta la sfera in verticale per il contropiede vincente del 2° gol. Non si vedono giocatori juventini intervenire per interrompere l’azione e tantomeno nessun lancio lungo di Bonucci con palla che finisce in fallo laterale, ma può darsi che in quel momento eri distratto o come hai accennato in un altro post stavi guardando Topolino, con Bonucci nella parte di Gambadilegno.

          • Ma che dici Gioele, in questo video la ripresa si interrompe sul rinvio del Barcellona (che finirà nei piedi dei nostri difensori) e poi riprende con un altra sequenza.
            Ti consiglio di cercarti la partita (c’è su YouTube) ed andare al minuto del contatto Alves/Pogba e guardarti come prosegue l’azione. Non costruirti teorie su un video incompleto.
            La partita è stata registrata dalle telecamere, basta andare a vederla.

  11. Intanto brindiamo alla prima vittoria di una Juve inguardabile.
    Fortunatamente muoviamo la classifica, sulla prestazione ogni commento è superfluo.

  12. Questa sera, pur in una partita che definire allucinante è un eufemismo, Chiesa ha fatto vedere al presuntuoso Dybala (leggi, contratto) cosa vuol dire essere un leader!

  13. FIOCCO ROSA IN CASA JUVE

    È nata Vittoria!

    Buona serata

  14. Forza Ben le pagelle, sto sentendo di tutto e di più.
    I migliori comunque Chiesa e Dybala, mentre per il centrocampo meglio mettere un cerino ed un pò di benzina, ma mi sa che neppure prendono fuoco, sono come i mattoni refrattari. 😀 😀 😀

  15. Szczesny 6.5 – Incolpevole sui gol, salva la Juventus con due ottimi interventi. Uno nel primo tempo e soprattutto uno nel finale su Maggiore che ha salvato la squadra.

    Danilo 5.5 – Sempre molto concentrato, ma rischia nel finale su Maggiore e sul gol di Antiste rimane troppo alto non riuscendo ad intervenire in tempo.

    De Ligt 6.5 – Sul secondo gol, manca la chiusura ma si riscatta trovando il gol della prima vittoria della Juventus. Dopo qualche voce di troppo, risponde nel migliore dei modi.

    Bonucci 6 – Gioca con grande personalità, è poco attento sui gol dello Spezia ma è sempre molto pericoloso sui corner a favore.

    De Sciglio 4.5 – Prova a farsi vedere in attacco, senza però incidere mai. In difesa soffre tantissimo Verde e non riesce ad essere di grande aiuto. (Al 46′ Alex Sandro 6 – Ha un’altra marcia rispetto a De Sciglio e si vede. Il suo apporto in attacco è costante, anche se in difesa rischia qualcosa).

    Rabiot 6 – Sufficiente la prestazione del francese che gioca quasi da punta al fianco di Kean e gli regala la sponda per il primo gol bianconero. Ottimo negli inserimenti, si perde qualcosa in fase difensiva. (Al 67′ – Bernardeschi 5 – Non riesce ad entrare nel vivo della gara il giocatore bianconero che però è molto attento e rientra in difesa nel finale).

    Bentancur 5 – Una cosa buona, altre cento sbagliate. Troppi errori in fase di impostazione, non può giocare da regista e non riesce mai ad inserirsi. Recupera qualche buon pallone. (Al 46′ Locatelli 6 – Ha un’altra visione di gioco rispetto a Bentancur, riesce sempre a proporsi e a proporre gioco. Deve giocare sempre).

    McKennie 6 – Sfiora il gol in più di qualche occasione, partecipa alla manovra sempre con grande voglia ma rientra meno facilmente in difesa. E’ buona però nel complesso, la prova dell’americano.

    Chiesa 8 – Migliore in campo, dopo lo svantaggio si carica la Juventus sulle spalle e di forza trova la rete del pareggio scardinando tutta la difesa dello Spezia. Poi guadagna corner a ripetizione e da uno di questi nasce il gol di De Ligt. Un’ottima risposta dopo le ultime critiche e panchine. (All’83’ – Kulusevski sv – Non ha il tempo di farsi vedere).

    Dybala 5.5 – Dal finale di primo tempo prova a sfondare ma in più di qualche occasione deve arrendersi alle parate di Zoet. Nel complesso però la Joya deve dare qualcosa di più a questa Juventus che ha tanto bisogno di lui.

    Kean 6.5 – Una sola occasione e un gol per l’azzurro che sfrutta al meglio la torre di Rabiot per bucare Zoet. Poi però sparisce un po’ dalla gara e non riesce più ad incidere. (Al 59′ – Morata 5.5 – Dà maggiori certezze alle manovre bianconere, e il suo peso in attacco si sente ma nel finale appare un po’ nervoso).

    (TuttoJuve.com)

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia